Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘pandemico’

Psico-politica del trauma pandemico

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 maggio 2021

1.06.2021 Online H18:00 Registrazione onlineUn talk online del pensatore e attivista Franco ‘Bifo’ Berardi sul cambiamento dell’inconscio collettivo dopo il trauma pandemico Nel terzo decennio del ventunesimo secolo è forse in corso un rimodellamento dell’’Inconscio collettivo’, come effetto del trauma dovuto alla pandemia. Il bio-info-psico virus sta cambiando in modo irreversibile lo spazio sociale, le aspettative affettive, e la nostra relazione con il desiderio. I confini di questa mutazione non sono al momento definiti, anche se è possibile intuire una direzione generale: la prossimità dei corpi è in pericolo e potrebbe diventare problematica. Inoltre, la diffusione della sofferenza durante l’era pandemica – che sia medica, economica, sociale, mentale – potrebbe portare a una forma di immunizzazione contro le emozioni. Disagi come l’autismo e l’alexitymia entrano nella mischia della psico-sfera come modo di interiorizzare il rifiuto di sentire l’emozione degli altri, e forse anche di sé. A questo punto, non è possibile descrivere un andamento lineare della mutazione, ma un magmatico campo di possibilità. In ogni caso, per la prima volta nella storia dell’umanità, stiamo attraversando un processo di invecchiamento psico-fisico, di esaurimento.Forse, come effetto di questo processo, la cultura umana fa il suo ingresso nell’era dell’estinzione, che ora si tramuta in una parola chiave politica. Tuttavia, dato che l’Inconscio non è un deposito ma un laboratorio, la domanda ora è: come farà l”Inconscio in mutamento’ a trovare una via d’uscita dai suoi stessi incubi?

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola sicurezza: approvato il “Piano pandemico” influenzale per il triennio 2021-2023

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2021

Lo scopo per il Ministero della salute è quello d’identificare per le diverse dimensioni operative le azioni chiave, sulla base dell’esperienza maturata in relazione alle due pregresse pandemie, partendo da una a bassa intensità causata da virus influenzale ad una elevata gravità causata da un altro virus respiratorio. Esso interpreta quattro fasi ricorrenti delle pandemie: la fase inter-pandemica: corrisponde al periodo tra le pandemie influenzali. In questa fase è prevista la normale attività di sorveglianza epidemiologica delle sindromi simil-influenzali; la fase di allerta: corrisponde alla fase in cui l’influenza causata da un nuovo sottotipo è identificata nell’uomo; la fase pandemica: corrisponde al periodo di diffusione globale dell’influenza umana causata da un nuovo sottotipo; la fase di transizione: con la diminuzione del rischio a livello globale, può verificarsi una de-escalation delle azioni, con riduzione delle attività di risposta alle epidemie in ambito nazionale e lo spostamento verso azioni di recupero in base a valutazioni del rischio specifiche.Ciascuna di queste fasi, con le proprie specifiche, prevede differenti attività: attività di governance; attività di sorveglianza epidemiologica e virologica; attività di Servizi sanitari; misure di prevenzione e controllo delle infezioni; approvvigionamento e mobilizzazione di DPI, medicinali (farmaci e vaccini), forniture di dispositivi medici; gestione clinica; attività di formazione (corsi); comunicazione e attività di ricerca e sviluppo.Come espressamente riportato nel documento, si rende necessaria la Valutazione di rischio virologico, per questo l’OMS ha messo a punto uno strumento per la valutazione del rischio pandemico influenzale (TIPRA) che viene utilizzato per valutare il rischio di pandemia da virus influenzale con potenziale pandemico e la sua severità. Gli obiettivi della valutazione del rischio sono: sostenere una valutazione tempestiva e aggiornabile del rischio per virus influenzali con potenziale pandemico; documentare in modo trasparente le caratteristiche dei virus e delle infezioni da essi causate che potrebbero costituire una minaccia per la popolazione umana; identificare le carenze di conoscenza e sollecitare ulteriori indagini tra cui ricerca e sorveglianza; facilitare la condivisione delle informazioni tra scienziati, medici e altri operatori sanitari delle reti di assistenza, responsabili politici e altre parti interessate.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Codici: la bozza del nuovo Piano Pandemico è inaccettabile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2021

L’associazione Codici esprime sconcerto in merito alla bozza del Piano Pandemico nazionale 2021-2023. In particolare, a destare profonda preoccupazione è il passaggio relativo a cure e risorse.“Nel testo – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – si legge che quando mancano le risorse, bisogna scegliere chi curare, dando la precedenza a chi ha maggiori possibilità di trarne beneficio. Tutto questo è inaccettabile oltre che profondamente ingiusto. Non parliamo di un intervento tampone, di un’azione per far fronte all’emergenza da qui alle prossime settimane, ma di un programma che deve durare fino al 2023. Se non ci sono le risorse, bisogna attivarsi per reperirle, non scaricare tutto sui pazienti, facendo una selezione tra chi curare e chi no. Non ci interessa entrare nel dibattito politico in corso – aggiunge Giacomelli –, ma ci permettiamo di osservare che in un momento drammatico ed eccezionale come questo, in cui gli italiani stanno facendo sacrifici enormi per resistere ad un’emergenza che non ha eguali nel recente passato, bisognerebbe lavorare per trovare le risorse necessarie per garantire le cure a tutti. Recovery Plan, Mes, lo strumento non ci interessa, quello che conta è garantire il diritto alla salute, principio fondamentale riconosciuto dalla Costituzione. Non possiamo rinunciarvi – sottolinea il Segretario Nazionale di Codici – non possiamo sacrificarlo per far quadrare i conti. Tutti i cittadini devono essere curati, questo dovrebbe essere il punto centrale del Piano Pandemico nazionale, non una selezione che ci fa rabbrividire e che apre scenari inquietanti. Invitiamo il Ministero della Salute a rivedere la bozza del nuovo Piano Pandemico, mettendo al centro il diritto alla salute degli italiani”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piano Pandemico nazionale aggiornato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 maggio 2020

La Camera dei deputati, in sede di esame del disegno di legge di “Conversione in legge del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha approvato l’ordine del giorno dell’Onorevole pentastellato Stefania Mammì, che chiede di valutare l’opportunità, nei tempi più stretti possibile, della revisione del precedente Piano nazionale di preparazione e risposta ad una pandemia influenzale, sostituendolo con un nuovo Piano nazionale di preparazione e risposta a una pandemia da Sars Cov-2 (Covid-19) e nuove Linee Guida per la stesura dei Piani Pandemici regionali, al fine di consentire una risposta adeguata e più efficace rispetto all’attuale situazione pandemica e agli eventuali futuri picchi di epidemia.On Stefania Mammì (M5S): “In ragione della nuova pandemia da SARS-CoV-2 e dell’alta probabilità del verificarsi di un secondo picco di pandemia nei mesi autunnali, diventa necessaria l’elaborazione di un nuovo Piano nazionale di preparazione e risposta ad una pandemia sulla base delle caratteristiche del Covid-19, in particolare al fine di individuare le azioni e gli interventi da intraprendere per una più efficace risposta in termini di prevenzione e controllo dell’infezione; elaborare dei nuovi piani di emergenza per mantenere i servizi sanitari e garantire altri servizi essenziali; definire la gestione dei casi sospetti e positivi nelle strutture sanitarie, inclusi i servizi di pronto soccorso; prevenire il contagio degli operatori sanitari, garantendo in primo luogo la dotazione di idonei DPI, assicurare un’ adeguata formazione del personale (sanitario e non) coinvolto nella risposta alla nuova pandemia; disporre un coordinamento con le amministrazioni regionali per effettuare tamponi ed esami ematici (se necessari) agli operatori sanitari coinvolti nella gestione diretta di casi sospetti o confermati di Covid-19”. (by Moira Perruso)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »