Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 19

Posts Tagged ‘paracadutisti’

I due anni della Brigata Paracadutisti Folgore a Bracciano

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2015

folgoreSi è svolta a Bracciano presso la Caserma Cosenz, alla presenza del Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, generale Giovanni Maria Iannucci, la “Festa del 185° Reggimento”. Numerose le autorità militari e civili intervenute tra le quali il primo cittadino di Bracciano, i rappresentanti dei sindaci delle città di Tarquinia, Viterbo e Livorno e le rispettive sezioni Anpdi. Nell’occasione, è avvenuta la consegna della Sciabola, appartenuta al primo Comandante di Reggimento del Dopoguerra, generale Antonino Giampietro, all’attuale Comandante, Colonnello Ettore Gagliardi, quale simbolo di condivisione di valori e tradizioni tra generazioni di Artiglieri Paracadutisti. Nella mattinata, a premessa, in una sobria cerimonia militare, a cui hanno preso parte il sindaco di Bracciano, Giuliano Sala ed il Comandante dell’Artiglieria e Ispettore dell’Arma di Artiglieria, generale di Divisione Giovanni Domenico Pintus, è stata deposta in piazza IV Novembre una corona in onore ai Caduti. La “Folgore” celebra così il ritorno nel Lazio, dove storicamente risiedono le fondamenta del paracadutismo italiano. I “Diavoli Gialli” vogliono in questo modo consolidare la vicinanza della Brigata Paracadutisti alla cittadinanza e cementare un forte ed indissolubile legame con il territorio e la regione nella quale sono nati.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Simon Murray: Legionario

Posted by fidest press agency su sabato, 31 luglio 2010

La storia di un giovane gentiluomo inglese arruolato nel 1960 nella Legione straniera, una testimonianza che Frederick Forsyth ha definito “unica nella letteratura moderna”. Il giovane Murray ha passato cinque anni nel duro deserto del Nord Africa, combattendo nella guerra d’Algeria. Ufficiali aguzzini, addestramenti spietati e punizioni disumane: la vita oltre i limiti dei kepì blanc come non l’avete mai letta.  Simon Murray, nato in Gran Bretagna nel 1940, dopo aver lavorato su un mercantile diretto in Sud America e in seguito in una fonderia, nel 1960 si arruola nel reggimento paracadutisti della Legione Straniera francese di stanza in Algeria, dove rimarrà per cinque anni. Al ritorno intraprende una carriera di successo che lo porta ai vertici di diverse aziende multinazionali. Pagine 400 (testo: 388 + inserto: 1/12) Euro 22,00 Codice 12450L EAN 978-88-425-4305

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Filo diretto: Kabul-Amazzonia

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

Editoriale fidest. Sei paracadutisti italiani della Brigata Folgore rimangono uccisi per un attentato kamikaze dei talebani a Kabul. Dall’altra parte del mondo  a Santa Evelina alla periferia di Manaos, nel nord-est del Brasile Don Ruggero Ruvolotto veniva vigliaccamente ucciso probabilmente per motivi di intolleranza religiosa. Non avremmo di certo associato questi due eventi se non lo avesse fatto la Redazione di Missione in Web della Diocesi di Padova. Nel suo editoriale ci spiega anche il motivo: “in questi giorni abbiamo voluto ricordare i militari caduti nell’adempimento del loro dovere, negli scenari di guerra dell’Iraq e dell’Afganistan, per un doveroso omaggio a quei ragazzi che sono andati in un luogo martoriato dalla guerra non per interessi “mercenari” (si vergogni chi lo pensa e lo dice) ma per contribuire al ripristino della Pace. La nostra scelta non è legata a fazioni di parte ma per condividere il profondo dolore che ci unisce ai familiari delle vittime”. Eppure questa comunità era già immersa nel dolore per la morte di un loro confratello ma non ha esitato ad estendere il suo dolore a quei giovani che, come il missionario ucciso, hanno offerto le loro vite per una causa. Ne parliamo poiché nei giorni scorsi abbiamo dovuto commentare, amaramente, una presa di posizione di un sacerdote che ha espresso giudizi, a nostro avviso avventati, sul ruolo dei nostri militari all’estero tacciandoli, tra l’altro, da “mercenari”. Questa parola per altri preti rappresenta una “vergogna” per chi l’associa ai soldati italiani. E’ un dolore condiviso che dovrebbe far abbassare le bandiere dell’arroganza partigiana nel momento in cui passano queste bare perché la causa della pace è una causa giusta. Perché significa aver fede in qualcosa e di sostenerla pur essendo consapevoli che altri cercano in mille modi di violarla.  Essa si richiama non tanto e non solo ai morti di oggi e di ieri, per un ideale di giustizia e di libertà, ma ci rende consapevoli che parlandone non sposiamo la causa di una “fazione” perchè andiamo alla radice dei valori che sanno fare la differenza tra la barbarie e la ragione. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vittime di Kabul

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2009

ll Presidente del Parlamento europeo Jerzy BUZEK ha inviato a nome del Parlamento europeo le sue sentite condoglianze alle famiglie dei soldati italiani uccisi a Kabul, ricordando che: “I soldati italiani sono morti nella missione per la stabilizzazione dell’Afghanistan”. Oggi ai funerali di Stato erano presenti,  in rappresentanza del Presidente del Parlamento europeo il Vice Presidente Vicario Gianni PITTELLA, e la Vice Presidente Roberta ANGELILLI. “Non bisogna assolutamente lasciarsi contagiare dall’idea di sospendere la missione in Afganistan -ha dichiarato Pittella – perché significherebbe accettare la vittoria dei terroristi”. “L’Italia e l’Europa intera – afferma la Angelilli – si stringono attorno alle famiglie e al loro dolore, e si identificano con orgoglio nell’impegno straordinario di tutti i militari presenti nelle missioni di pace”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dopo le lacrime l’Italia deve cambiare

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2009

Oggi è giornata di lutto nazionale per onorare la memoria dei sei paracadutisti che hanno perso la vita in Afghanistan durante la missione di pace, portata avanti ormai da anni. “Il problema – ha commentato il vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, Oscar Tortosa – è che questi attacchi sono all’ordine del giorno. Un paese coinvolto in una missione di pace deve pensare anche, e soprattutto ai benefici della popolazione. Se il numero dei morti sale forse bisogna fermarsi un attimo e cercare di trovare un’altra soluzione. L’Italia non può andare avanti così. Proprio oggi, giorno in cui si piange, per queste sei giovani vite spezzate – conclude il vicesegretario del partito presieduto da Antonio Di Pietro – dobbiamo cercare di invertire la rotta, e trovare un’altra via”.

Posted in Confronti/Your and my opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »