Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘parco archeologico’

Notte Europea dei Musei 2019 al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 maggio 2019

Si terrà il 18 maggio 2019: manifestazione a carattere nazionale, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM e che coinvolge migliaia di musei di 30 paesi di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea. Il tema proposto quest’anno dall’ICOM per la Giornata internazionale dei Musei (IMD) è “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione”.
La sera del 18 maggio, a partire dalle ore 19.45 e fino alle ore 24.00 (ultimo ingresso da Corso resina alle ore 22.30) il Parco Archeologico di Ercolano sarà accessibile in una visita suggestiva al chiaro di luna con visite guidate, condotte da guide turistiche accompagnate dal personale di vigilanza del Parco, che guideranno nel Parco in un itinerario che toccherà i principali edifici del sito archeologico, con partenze ogni 10 minuti.
L’ingresso avverrà esclusivamente da Corso Resina, il biglietto avrà un costo simbolico di 1 € e potrà essere acquistato esclusivamente la sera del 18 maggio presso la biglietteria del Parco. La biglietteria sarà in funzione dalle ore 19,45 fino alle ore 23,00 con ultimo ingresso da Corso Resina alle 22,30. La Direzione si riserva per ragioni di sicurezza del monumento e salvaguardia dell’ordine pubblico di chiudere l’accesso anche prima dell’orario indicato.
“Ripartono così le aperture serali del Parco Archeologico di Ercolano con una stagione densa di appuntamenti che renderemo noti prossimamente – dichiara il Direttore Sirano – Rinnoveremo la formula della visita in notturna, guide esperte multilingue, illuminazione artistica di grande effetto e con fantasiose sorprese che renderanno davvero unica quest’esperienza. Nostri partners saranno, oltre all’Herculaneum Conservation Project, la Regione Campania con SCABEC, il Comune di Ercolano, il MAV e la Pro Loco Herculaneum”. Per la Notte dei Musei i visitatori avranno il piacere di visitare eccezionalmente aperti anche di notte la Mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, collezione di circa 100 preziosi monili e una scelta degli arredi delle case della città antica in esposizione presso l’Antiquarium del Parco e il Padiglione che custodisce la barca romana rinvenuta a Ercolano sull’antica spiaggia con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La formazione delle giovani leve al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Partiti da qualche anno i percorsi di Alternanza scuola-lavoro, oggi trasformati in Pcto: Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, vedono la loro realizzazione anche all’interno del Parco Archeologico di Ercolano. I percorsi formativi che il Parco propone si rivolgono a diversi indirizzi di studio (classico, scientifico, linguistico, turistico e alberghiero) e sono stati elaborati in seguito alle relazioni stabilite con i dirigenti e i docenti degli Istituti del territorio ercolanese e campano con i quali sono state stipulate convenzioni, con l’obiettivo di soddisfare le istanze formative degli indirizzi di studio di ciascuno degli Istituti partner. Tali percorsi presentano sempre uno stretto collegamento con le molte attività svolte dallo staff del Parco e si inseriscono, organicamente e in una prospettiva pluriennale, nelle diverse tipologie di attività del sito.La metodologia didattica messa in campo intende concretizzare il concetto di pluralità e complementarietà dei diversi approcci nell’apprendimento, realizzando un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con il mondo del lavoro e la società civile, e congiungendo il momento formativo con quello operativo. Inoltre, si pone l’obiettivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e delle modalità di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”.
“La possibilità di ospitare studenti, durante gli anni della loro formazione, grazie ai percorsi Pcto – dichiara il Direttore Sirano – rappresenta un importante anello di congiunzione tra le nuove generazioni e la storia passata che il Parco Archeologico rappresenta. Potendo svolgere attività pratiche all’interno del sito i ragazzi sentono il Parco parte integrante della loro storia, della loro crescita e ne riescono ad individuare le potenzialità per futuri sbocchi lavorativi e professionali”.Nello specifico il Parco Archeologico di Ercolano ha attivato percorsi cha vanno dall’’Audience Development’ all’accoglienza ed orientamento dei visitatori, dalle “visite speciali” alla manutenzione ordinaria e ai laboratori artigianali.
L’Audience Development mira ad un processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione del pubblico e di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione. Gli studenti compileranno un questionario, già predisposto dall’HCP in italiano, inglese e francese, mediante interviste dirette ai turisti; e con l’ausilio di mappe e schede create ad hoc, faranno rilevamenti sui percorsi di visita svolti dai gruppi con guida turistica e sulle modalità di fruizione e sull’indice di gradimento della mostra SplendORI, allestita nell’Antiquarium del Parco. Inoltre, gli studenti parteciperanno attivamente all’elaborazione dei dati raccolti durante le attività ASL della primavera 2018, così da avere piena consapevolezza di tutte le fasi del processo di audience dei visitatori e dell’esito finale dell’attività svolta in un’ottica pluriennale di tirocinio.
Per il capitolo riguardante l’’Accoglienza al Parco, si propone agli Istituti convenzionati un’attività di accoglienza dei visitatori in edifici del sito che rientrano nel percorso di visita, come ad esempio le Terme centrali, la Casa del Tramezzo di Legno, la Casa Sannitica, la Casa dei Cervi e la Casa dello Scheletro). Luoghi del sito, che risultando più frequentati degli altri, forniscono un’ottima occasione agli studenti per imparare a relazionarsi con i turisti in più lingue, fornire indicazioni sul sito, e vigilare sul rispetto delle strutture e dei manufatti antichi.Altro interessante sviluppo sarà quello di ‘Una visita speciale’, che si propone di creare un dialogo tra i ragazzi degli Istituti Superiori di Ercolano e gli studenti, più piccoli e più grandi, degli Istituti Comprensivi ubicati nelle vicinanze del Parco, ovvero ospiti da regioni d’Italia. Infatti, saranno proprio gli studenti a preparare un itinerario, con relativa tempistica, e a guidare nel Parco scolaresche di quarta o quinta elementare o di scuole superiori ospiti, raccontando la storia di Ercolano e dell’eruzione, dello scavo e della scoperta, e accompagnandoli nelle strade e nelle case della città antica, che si estende ancora oggi sotto la loro città e le loro abitazioni.E’ previsto inoltre il coinvolgimento dei giovani nell’ambito della manutenzione ordinaria del sito; la realizzazione di laboratori dimostrativi presso la mostra “SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano” con lavorazioni su soggetti e materiali ispirati ai reperti esposti nelle vetrine

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Valentino al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

Giovedì 14 febbraio, giorno della festa di San Valentino, sarà possibile per tutti gli Innamorati dell’Arte, coniugi, compagni, fidanzati, ma anche coppie di amici, genitori e figli, nonni e nipoti, accedere al Parco Archeologico di Ercolano in due ma pagando un solo biglietto d’ingresso. L’iniziativa è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con l’intento di far conoscere sempre più ai cittadini l’immenso Patrimonio culturale del nostro Paese. Un’occasione unica per addentrarsi nelle mille declinazioni del tema dell’amore attraverso l’allestimento di percorsi artistici e culturali.
Il Parco Archeologico di Ercolano aspetta gli innamorati dell’arte per la festa di San Valentino con una duplice sorpresa: ogni coppia, mercoledì 14 febbraio, pagherà un unico biglietto, chiunque verrà in visita in compagnia potrà approfittare di questa agevolazione. Poi, per suggellare la visita al Parco e rendere l’amore e gli innamorati protagonisti, a partire dal 14 e fino al 17 febbraio saranno a disposizione delle coppie di visitatori delle cornici per inquadrare l’amore nell’arte e per l’arte: le cornici resteranno in dono alle coppie come ricordo della visita al Parco. Le coppie potranno ritrarsi con l’inquadratura del Parco sullo sfondo o scegliere ogni sfondo o ambientazione a loro più gradita.
La cornice riproduce quella sul monumento in memoria di Marco Nonio Balbo con rami intrecciati d’acanto, specie arborea spontanea del Mediterraneo ritenuta nel mondo antico simbolo di eternità, prosperità e vitalità.La cornice omaggio #incorniciAmo è stata ideata per dare una veste speciale agli scatti fotografici nel giorno di San Valentino, che potranno rendere social i loro scatti taggando il parco sui canali social del Parco (facebook e instagram) e utilizzare la cornice dopo la visita per immortalare il ricordo di una giornata speciale.
“La cornice rossa vuole rappresentare una finestra anche temporale sul panorama di Herculaneum, – dichiara il Direttore Francesco Sirano – riportando all’interno della città antica la forza dell’amore che anima i luoghi e riannoda il rapporto tra le generazioni che qui sono vissute e coloro che oggi nel contemporaneo provano sentimenti forti come quelli che conosciamo dai tanti graffiti che gli antichi ercolanesi hanno lasciato sui muri vicino al santuario di Venere alla cui protezione tanti amanti si affidavano perché continuasse l’incanto dell’amore nei loro cuori”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Programma 2019 del Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su sabato, 5 gennaio 2019

casa nettuno e anfitrite_1Parco Archeologico di Ercolano 15 gennaio 2019 conferenza stampa per la presentazione del nuovo Programma 2019 del Parco Archeologico di Ercolano, presso la sala didattica dell’Antiquarium del Parco di Ercolano a partire dalle ore 10,30.Introduce il Direttore Francesco Sirano che avvierà la mattinata con la presentazione del nuovo programma 2019, segue il Convegno “Codici espressivi a confronto. L’esperienza del caso Ercolano”. A conclusione dell’esperienza Maiuri Pop up, il Parco Archeologico di Ercolano propone un approfondimento sull’esperienza del 2018, che ha visto la commistione di codici di comunicazione diversi e la loro utilizzazione in iniziative di coinvolgimento del territorio, per far emergere le ‘best practices’, come eredità per il 2019.Intervengono
Catrin Huber, Newcastle University
Rosaria Gini, Accademia di Belle Arti Napoli
Michele Iodice, Certosa e Museo di San Martino (Napoli)
Alessandro Ciancio, designer
Francesca Del Duca, Herculaneum Conservation Project (foto: copyright beni culturali ercolano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Parco Archeologico di Ercolano collabora al progetto Indagare il sottosuolo

Posted by fidest press agency su sabato, 27 ottobre 2018

Atlante delle Storie omesse di Lara Favaretto, vincitore del bando Italian Council 2017 del MIBAC, Madre – museo d’arte Donnaregina di Napoli e la Fondazione Sandretto Re Rebaundengo di Torino.
Atlante delle Storie omesse propone un’indagine sul territorio volta a tracciare una mappatura di zone sensibili, luoghi che custodiscono tracce di storie laterali, dimenticate, boicottate, impresse e sedimentate nel sottosuolo e che saranno portate alla luce e mappate attraverso una serie di carotaggi per farle emergere fisicamente dalla terra che le ha sepolte. Il carotaggio al Parco Archeologico di Ercolano riguarda la rampa dell’Antica Spiaggia di Herculaneum, dove, a testimonianza dell’evento sarà collocata una placca commemorativa. Una pubblicazione digitale ricostruirà l’articolarsi delle storie, mentre i carotaggi saranno prima esposti presso spazi di competenza del Parco Archeologico di Pompei e poi archiviati in uno speciale contenitore in ferro che si configura come una Time Capsule, una “macchina del tempo” che conserverà tutti i carotaggi effettuati, per poter essere tramandati al futuro quale donazione dell’artista al patrimonio culturale italiano.“L’arte contemporanea- dichiara il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano – si conferma un mezzo per guardare al patrimonio archeologico con occhi diversi, ma non meno interessanti e rivelatori. Che una tecnica geologica possa trasformarsi in una sorta di siringa carica del farmaco della memoria mi sembra cosa straordinariamente vicina alla missione del Parco che sin dai suoi esordi sta esplorando i valori immateriali che dallo scavo dell’antica Ercolano possono venire al cittadino contemporaneo.”
Nell’anno delle celebrazioni per i 90 anni dall’inizio delle esplorazioni condotte da Amedeo Maiuri, il dialogo tra archeologia e arte contemporanea al Parco Archeologico di Ercolano si è articolato tra allestimenti di tipo più tradizionale e installazioni creative: Shopping (scarica il dépliant ITA, ENG, FR); Scavare (scarica il dépliant ITA, ENG, FR); Expanded Interiors: Casa del Bel Cortile, Catrin Huber (scarica il dépliant ITA, ENG, FRA).Ancora si sono tenuti incontri con gli artisti, laboratori didattici con il coinvolgimento delle realtà territoriali, tra cui il MAV, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, le scuole del territorio, con laboratori dedicati all’integrazione tra codici espressivi.
Gli spettacoli Herculaneum Experience, che hanno animato le serate estive al Parco, hanno visto inoltre l’integrazione di linguaggi tra danza, musiche, attori, proiezioni, stimoli sensoriali. Si conferma quindi una nuova apertura verso l’integrazione di linguaggi espressivi diversi, accomunati dall’intento di raccontare la bellezza.Intanto, a partire dal I novembre e fino al 31 marzo, al Parco Archeologico di Ercolano torna in vigore l’orario invernale, con apertura alle ore 8.30, chiusura biglietteria alle ore 15.30, chiusura Parco alle ore 17.00; appuntamento del prossimo 4 novembre è #Domenicalmuseo, iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che prevede l’accesso gratuito ai siti statali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lewis M. Eisenberg in visita al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 ottobre 2018

Ercolano. L’Ambasciatore degli Stati Uniti assieme alla moglie Judith Eisenberg per le strade dell’antica Ercolano hanno potuto ammirare e apprezzare la bellezza e l’unicità del sito di Ercolano così come unica risulta la collaborazione tra tutti gli enti coinvolti.
Gli onori di casa del Direttore Francesco Sirano che ha accolto l’Ambasciatore e la consorte conducendoli attraverso le vie del Parco “Onorato e felice” si dichiara il Direttore Sirano che ha accompagnato la coppia alla scoperta del sito illustrando i monumenti e le case più significative. Il Direttore ha anche condiviso la visione strategica che il Parco sta seguendo sia nella conservazione programmata, sia nell’attività di valorizzazione dello straordinario patrimonio materiale e immateriale di Ercolano antica. “E’ un piacere particolare – ha aggiunto il Direttore – ricevere l’ambasciatore degli Stati Uniti anche perché Ercolano beneficia da oramai 17 anni del sostegno e del supporto del Packard Humanities Institute, sotto la guida illuminata del suo presidente Dr. David Packard, secondo un modello di collaborazione pubblico-privato ancora oggi unico in Italia che consente di condividere saperi, competenze pluridisciplinari e ricerche per realizzare buone pratiche da mettere a disposizione anche di altri siti”.Entusiasta l’Ambasciatore – che ha espresso il desiderio di tornare presto in visita nell’antica città – ha definito il Parco Archeologico di Ercolano un sito di straordinaria bellezza, e ha anche sottolineato l’efficacia della partnership pubblico-privata con il Packard Humanieties Institute nella conservazione del sito.Di tempi cambiati parla la manager dell’Herculaneum Conservation Project, Jane Thompson “al Parco Archeologico di Ercolano oggi tra un eccellente team di colleghi funzionari e il direttore alla guida vi è ormai una trasversale capacità di comunicazione oltre che entusiasmo e orgoglio per i ruoli assegnati come prova che il partenariato transatlantico pluriennale può fare salti da gigante e diventare un precedente per il patrimonio culturale di tutto il mondo ma anche per l’investimento di privati nel Sud Italia”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Valentino al Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su domenica, 11 febbraio 2018

StampaIl Parco Archeologico di Ercolano aspetta gli innamorati dell’arte per la festa di San Valentino con una duplice sorpresa: ogni coppia, mercoledì 14 febbraio, pagherà un unico biglietto. Chiunque verrà in visita in compagnia potrà approfittare di questa agevolazione.E per suggellare la visita al Parco nella giornata degli innamorati verrà installata una grande cornice rossa in una posizione panoramica, dove i visitatori potranno ritrarsi “incorniciati” con alle spalle il magico panorama che offre l’antica città romana e potranno poi postarla sulle pagine ufficiali del Parco e sulle proprie con l’incorniciAmo.“La cornice rossa si apre come una finestra sul panorama di Herculaneum, – dichiara il Direttore Francesco Sirano – rievocandone la storia e i suoi protagonisti attraverso uno dei monumenti più celebri, l’Ara sepolcrale di Marco Nonio Balbo, illustre esponente politico e benefattore della città, vissuto nella seconda metà del I sec. a. C., vogliamo che i nostri visitatori possano portare con sé un ricordo ogni volta che verranno al Parco”.La cornice riproduce quella sul monumento in memoria di Marco Nonio Balbo con rami intrecciati d’acanto, specie arborea spontanea del Mediterraneo ritenuta nel mondo antico simbolo di eternità, prosperità e vitalità.L’installazione #incorniciAmo è stata ideata per dare una veste speciale agli scatti fotografici nel giorno di San Valentino, che daranno seguito al contest #incorniciAmo sui canali social del Parco (facebook e instagram). I visitatori dopo aver scattato la loro foto la invieranno ai canali social del sito e lo scatto che riceverà il maggior numero di like riceverà due ingressi per la visita al Teatro antico del Parco, evento che si terrà durante la stagione estiva.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parco Archeologico di Ercolano, assieme a Pompei, alla Fiera turistica in Lituania

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 gennaio 2018

ercolanoE’ la volta di Vilnius! In questi giorni il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano si trova in Lituania alla ‘ADVENTUR 2018 – International Exhibition on Tourism and Active Leisure’, fiera turistica tra le più conosciute e apprezzate nel settore a livello internazionale che vanta la presenza di oltre 300 espositori con più di 30.000 visitatori provenienti da 18 paesi.
Si tratta della prima volta per il Parco Archeologico di Ercolano, presente alla più importante fiera turistica dei Paesi baltici, su invito della Camera di Commercio di Napoli, assieme al Parco Archeologico di Pompei. Questa volta, quella che il Direttore Sirano chiama “la strategia della rete in sinergia” è uscita dai confini territoriali e nazionali e continuerà sul territorio con il Comune di Ercolano, la Pro Loco e gli altri partner con la condivisione di tutti i contatti raccolti. All’appuntamento di questi giorni si darà poi seguito con l’Educational per gli operatori che la Camera di Commercio italo-lituana organizzerà nella prossima primavera quando gli operatori stranieri potranno incontrare e interfacciarsi con quelli locali direttamente sul territorio ercolanese.
Pregnante l’intervento del Direttore Francesco Sirano all’interno dell’evento “GRAND TOUR OF ITALY: UNDISCOVERED PLACES”, in cui ha illustrato l’area archeologica di Ercolano, soffermandosi sugli aspetti più peculiari del sito e sull’eccezionale tipologia di reperti restituitaci dagli scavi, dando poi ercolano1spazio alla nuova gestione del Parco e alle iniziative in corso attinenti agli aspetti conservativi e, parallelamente, al miglioramento della fruibilità del sito. La chiusura dedicata alle prospettive future del Parco, proiettato sia sul versante delle collaborazioni con Istituti Internazionali, che verso la crescita culturale del suo territorio.
Tra i primi a far visita al Padiglione dei principali siti archeologici campani, che risulta tra i più visitati dell’intera fiera, l’Ambasciatore italiano in Lituania Francesco Fransoni, presenza che pone il sigillo delle istituzioni ad una tale partecipazione, mostrando l’impegno di voler fare rete oltre ogni confine. All’interno dello stand del Parco Archeologico di Ercolano proiettato il video che ritrae scorci del Parco, testimonianze di operatori sul territorio e interventi di visitatori entusiasti del sito, realizzato in collaborazione con il Mav. (foto: ercolano)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al Parco Archeologico di Ercolano personale Ales amplia possibilità fruizione

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 gennaio 2018

Casa dei CerviCasa dei Due AtriIl 2018 al Parco Archeologico di Ercolano parte con l’ampliamento dell’offerta di visita grazie all’impiego di 6 nuovi addetti all’assistenza al pubblico e sorveglianza, assunti in seguito all’accordo tra il Parco Archeologico di Ercolano e la società ALES che fornirà anche due unità di supporto per gli Uffici amministrativi del Parco. Dopo un primo periodo di formazione all’interno del sito, sarà a partire dal 15 gennaio che l’apporto di tale personale permetterà di garantire l’apertura stabile di 4 edifici caratteristici del sito archeologico di Ercolano, in particolare :
· Casa dei Due Atri, la cui facciata conserva un arco cieco al di sopra del portale e, all’interno, una testa di Gorgone contro il malocchio. L’interno è caratterizzato dalla presenza di due atri.
· Casa del Bel Cortile, abitazione che si distingue dalle altre dell’antica città per la presenza di un cortile pavimentato con un bel mosaico bianco e crocette nere uncinate; da qui si accedeva al piano superiore grazie ad una scala e un ballatoio in muratura.
· Casa dell’Erma di Bronzo, nell’atrio di questa casa, a impluvio centrale e pareti affrescate in terzo Casa del Bel CortileCasa dell'Erma di Bronzostile, è stata ritrovata un’erma (cioè un busto-ritratto su pilastro) in bronzo, raffigurante il proprietario dell’abitazione, di cui è esposta una copia.
· Casa dei Cervi, una delle dimore più ampie di Ercolano. Occupava circa 1100 m2, sviluppandosi sia al piano terra, riservato ai proprietari, che in un secondo livello, destinato alla servitù. E’ caratterizzata da un ampio porticato coperto su cui si aprono ambienti lussuosi, in parte affacciati sul mare. Tra gli arredi marmorei del giardino sono presenti due statue di cervi assaliti da un branco di cani, che danno il nome alla casa.Tra queste si distingue la casa del Bel Cortile, tipo di costruzione completamente nuova rispetto alle tipiche case pompeiane, organizzata intorno ad una corte dalla quale si accede ai piani superiori, forse insieme di piccoli appartamenti, forse sede di un’associazione privata.L’assunzione di personale ALES rappresenta un sostanziale passo in avanti per affrontare la carenza di addetti alla vigilanza, uno dei problemi più gravi che affliggono i siti archeologici, e rappresenta, allo stesso tempo, una grande opportunità di ampliamento dell’offerta di visita così come richiesto dagli operatori turistici e dai visitatori di tutto il mondo.
Ales – Arte Lavoro e Servizi S.p.A.- è la società in house del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) le cui attività sono orientate a supportare il MiBACT in numerosi progetti di miglioramento delle condizioni di fruibilità del patrimonio archeologico, artistico, architettonico, paesaggistico e archivistico e bibliotecario italiano nonché di svolgimento di attività strumentali alla gestione tecnico – amministrativa dei procedimenti di tutela. (foto: Casa dei Due Atri, Casa del Bel Cortile, Casa dell’Erma di Bronzo)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parco Archeologico di Ercolano: crescono i visitatori

Posted by fidest press agency su domenica, 31 dicembre 2017

parco archeologico1parco archeologicoLa fine di dicembre al Parco Archeologico di Ercolano ha fatto registrare un incremento del 33% del numero di visitatori, erano stati infatti 2.358 i turisti degli scavi di Ercolano il 29 e il 30 dicembre del 2016 e se ne sono contati invece 3.502 negli stessi giorni del 2017. E’ il traguardo raggiunto per questa fine d’anno, “il trend di crescita che punto a mantenere per il prossimo nuovo anno” queste le parole del Direttore del Parco, Francesco Sirano. “Il Parco Archeologico di Ercolano si conferma meta prescelta in questi giorni di vacanza ed il 2018 saprà stupire i visitatori che lo sceglieranno come propria destinazione con un’offerta ancora più ricca e articolata. Tenendo sempre d’occhio la tutela del bene culturale, si punterà alla valorizzazione del patrimonio con un’offerta rivolta ai visitatori che verranno da lontano e a coloro che condividono sul territorio questo gioiello che parla del loro passato. E’ con orgoglio che posso dire che è l’archeologia intera che si dimostra la protagonista della richiesta e dell’offerta culturale della Campania; il dato in crescita registrato nei principali attrattori della provincia e della città partenopea dimostrano che la gestione manageriale che il Ministero ha pensato per tali luoghi è la svolta per la loro valorizzazione e sviluppo”. (foto. parco archeologico)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parco Archeologico Centocelle: alla salute dei cittadini non ci pensa nessuno

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

incendio centocelleGiorni fa si sono verificate due esplosioni nel quartiere Collatino che hanno diffuso un denso fumo nero in tutto il quadrante Est della città. E’ l’ennesimo incendio degli ultimi giorni: è di ieri infatti l’ultimo intervento dei Vigili del Fuoco nell’area del Parco Archeologico di Centocelle che ha evitato che l’incendio di sterpaglie si propagasse con effetti catastrofici sugli autodemolitori di via Palmiro Togliatti. Questo non ha comunque impedito al fuoco di bruciare copertoni e rottami sparsi nell’area limitrofa, liberando fumi tossici in tutto il quartiere di Centocelle e creando anche problemi respiratori tra i residenti.È il quarto episodio in pochi giorni che si verifica nella zona e uno degli ormai innumerevoli nell’area romana, tra depositi di rifiuti e autodemolitori. Considerato il forte sospetto dell’origine dolosa dei roghi, risulta allarmante l’immobilismo delle Amministrazioni locali: nessun intervento è stato messo in campo relativamente al problema-rifiuti e alla delocalizzazione degli autodemolitori, che operano in deroga con l’ennesima proroga in scadenza il 30 giugno 2017.Ancora più allarmante è la mancata attivazione di normali procedure di Protezione Civile, che mettano in atto le più elementari misure precauzionali, avvertendo i cittadini del possibile incendio centocelle1pericolo e allertando i luoghi più a rischio, come scuole, ospedali, centri anziani. Soprattutto considerando che si tratta di fumi ad alto livello di tossicità, con effetti permanenti sulla salute.In questo contesto di inefficienza PAC Libero ha cercato di raccogliere informazioni dai Vigili del Fuoco e dai cittadini della zona, cercando poi di allertare tramite la propria rete quanto meno le scuole e i nidi della zona.
È risultato invece del tutto inutile cercare di contattare il Municipio per avere aggiornamenti. Chiediamo, ancora una volta, l’allontanamento degli autodemolitori in deroga e la chiusura di quelli – non pochi – che operano a titolo del tutto abusivo e senza rispettare le norme ambientali e le prescrizioni antincendio. Vorremmo anche vedere i Municipi e Roma Capitale attivarsi per approntare subito dei piani di Protezione Civile finalizzati a fronteggiare con prontezza eventuali nuovi incidenti. E continuiamo a chiedere che si proceda con la bonifica complessiva dell’area del Parco per restituirlo a una piena e sana fruizione pubblica, così come stabilito da un’Ordinanza Sindacale che a tutt’ora risulta inapplicata. (Comitato PAC Libero) (foto: incendio centocelle)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio ricorre al Tar contro scelta Mibact di istituire Parco Archeologico del Colosseo

Posted by fidest press agency su domenica, 23 aprile 2017

Actionaid_colosseo1Il Campidoglio fa ricorso al Tar contro l’istituzione del Parco Archeologico del Colosseo, voluta dal Ministero dei beni, delle attività culturali e del Turismo, perché lesivo degli interessi di Roma Capitale. Su input della Giunta capitolina l’Avvocatura ha presentato questa mattina ricorso davanti il Tribunale amministrativo per chiedere l’annullamento del decreto del Mibact del 12 gennaio 2017, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il successivo 10 marzo 2017, nonché del decreto n.149 del 27 febbraio 2017, quale atto connesso e conseguente, con cui è stata indetta la selezione pubblica internazionale per il conferimento dell’incarico di direttore del Parco Archeologico del Colosseo.In una memoria, approvata dalla Giunta capitolina, si dà inoltre mandato all’Assessore alla Crescita culturale di adottare tutti gli atti necessari per avviare la revisione dell’Accordo di valorizzazione tra Roma Capitale e Mibact del 21 aprile del 2015 con l’obiettivo di pervenire ad un’estensione a tutto il territorio comunale, ed in prospettiva della città metropolitana, del principio di integrazione e coordinamento delle funzioni di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale esercitate dal Mibact e Roma Capitale.“Come sindaca di Roma, non posso sorvolare sul fatto che lo Stato centrale voglia gestire in totale autonomia il territorio della città che, invece, è patrimonio dei suoi cittadini, e senza concertare con i suoi rappresentanti diretti. Roma è patrimonio del mondo; di chi vi abita; di chi ogni giorno viene qui per lavoro o studio; di chi viene per ammirare le sue bellezze”, commenta la sindaca di Roma Virginia Raggi. “E la gestione di questa complessità deve essere univoca. Non può essere frammentata tra enti e ostacolata dalla burocrazia. Non posso accettare l’idea che ci siano aree di serie A e aree di serie B nella mia città”, aggiunge.“Il patrimonio culturale di Roma è un valore strategico per lo sviluppo di una economia moderna come per nuove politiche di turismo sostenibile – dichiara il vicesindaco e assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo – Le decisioni non possono essere unilaterali perché senza una strategia concordata va perduto il contributo che Roma può dare allo sviluppo del Paese e della sua comunità grazie alla sua unicità che è fatta di patrimonio, alta formazione e ricerca”.
Nel 2015 si era proceduto ad un riassetto della Soprintendenza speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma: non solo ne erano state rideterminate le competenze ma la gestione del patrimonio (Colosseo, Foro romano, ecc.) e l’esercizio della tutela sull’area del Centro storico dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità erano state riunite in un unico ufficio, dotato di autonomia scientifica, organizzativa, finanziaria e contabile.Con l’entrata in vigore del decreto del Mibact è stato costituito un nuovo istituto denominato Parco Archeologico del Colosseo. Così facendo si è sottratto alla Soprintendenza speciale gran parte delle sue risorse, in massima parte derivanti dalla gestione del Colosseo, mentre si estende il suo perimetro al territorio di Roma, e la si è privata di fatto della possibilità di incidere positivamente per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio monumentale della Capitale.Al Parco Archeologico del Colosseo sono state attribuite competenze di tutela e valorizzazione sull’area centrale della città che comprende sia la parte di proprietà statale (Colosseo, Foro romano, Palatino e Domus Aurea) che quella di proprietà comunale (Fori imperiali, Circo Massimo e Colle Oppio). Questo nuovo assetto di competenze appare in contrasto con l’Accordo di valorizzazione in base al quale Mibact e Roma Capitale si impegnavano a costituire entro la fine del 2015 un Consorzio per la gestione della medesima area (la piantina che individua l’area di competenza del nuovo Parco Archeologico è la stessa allegata al testo dell’Accordo). Inoltre si crea un altro ostacolo all’integrazione e connessione all’area archeologica al tessuto sociale e urbanistico di Roma Capitale, espressamente prevista, invece, nell’Accordo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Parco Archeologico Centocelle

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 aprile 2017

parco-di-centocelleRoma è stata approvata all’unanimità la mozione presentata dal coordinamento popolare. E’ passata all’unanimità la mozione voluta dal Coordinamento popolare PAC, di cui riprende gran parte dei punti. Primi tra tutti l’inalienabilità del Parco e il vincolo democratico per cui occorrerà condividere con i cittadini qualsiasi progetto si andrà a sviluppare su di esso. La Mozione impegna, tra le altre cose, il Presidente e la Giunta del V Municipio a:
– sollecitare l’esecuzione di quanto previsto dall Ordinanza del Sindaco fino alla bonifica complessiva del Parco;
– informare prontamente i cittadini sull’inquinamento ambientale;
– accellerare la delocalizzazione degli autodemolitori;
– mantenere gli impegni presi durante l’Assemblea dello scorso 7 marzo;
– creazione tavolo di lavoro cittadino con la presenza di tutti gli Attori coinvolti (cittadini, comitati ed associazioni del territorio, Municipi confinanti) per lo studio delle problematiche del Parco;
– attivazione fruibilità del Parco, aprendo accessi ciclopedonali;
– subordinare gli atti riguardanti il Parco e i lavori previsti agli esiti della discussione in sede di Tavolo;
– fornire informazioni circa l’impatto sull’inquinamento del progetto cd Pentagono Militare voluto dalla Ministra Pinotti;
– richiedere all’Assessora all’ambiente Montanari la predisposizione di un programma con tempi espliciti circa la bonifica dell’area interessata dai roghi tossici, del Parco nella sua totalità, spostamento autodemolitori, interventi di riqualificazione relativi al II Lotto dei Lavori Pac.
E sottolineiamo il lapsus freudiano commesso dal Consiglio nella Mozione dove indica come TOSSICI i roghi sviluppatisi nel Canalone, mentre l’Arpa ha diffuso risultati di campionamento entro i limiti di emissione di legge. Che non fosse aria di montagna era stato denunciato da tempo da parte dei cittadini.
Questa Mozione è un ”pezzo di carta” fino a quando non ci saranno le prime riverberazioni pratiche e azioni concrete da parte del V Municipio. Perchè purtroppo ancora non si parla di tempi certi, si parla di ”impegni ad avviare processi” e non ”impegni di risultato”.
E i romani del quadrante sud-est della città restano pronti alla lotta per la difesa della salute dei propri figli e loro e del PAC come bene comune.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parco archeologico di Ostia antica: “Il mito e il sogno”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2016

ostia anticaOstia antica. Dal 10 al 17 settembre il grande spettacolo torna al teatro romano di Ostia antica con la rassegna “Il Mito e il Sogno”. Il progetto nasce e si sviluppa con la partecipazione al bando indetto dalla Soprintendenza per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, con l’obiettivo di rilanciare la magnifica area del Parco archeologico.Il binomio fra tradizione e innovazione è il punto cardine del progetto che si è aggiudicato la vittoria del bando, proposto dall’Associazione temporanea di imprese costituita dagli Amici dell’Auditorium Conciliazione, The Base srl, Daniele Cipriani Entertainment, Associazione Culturale Progetto Goldstein e IdeaValore srl: tutte realtà che hanno fatto dell’arte e dello spettacolo la loro “mission” primaria.La scelta vincente è stata quella di puntare sul preciso obiettivo di riavvicinare il grande pubblico al teatro romano grazie a una rassegna in cui confluiranno importanti nomi dell’intrattenimento e della cultura internazionali.
L’apertura di sabato 10 settembre, è affidata, infatti, alla nuova applauditissima produzione dell’Inda, l’Istituto Nazionale Dramma Antico, “Fedra” di Seneca che, con la regia di Carlo Cerciello, ha debuttato a giugno al Teatro Greco di Siracusa registrando grande successo di pubblico e critica. “Fedra” sarà replicato anche domenica 11.
Il 12 settembre sarà la volta della compagnia Spellbound Contemporary Ballet che celebra i dieci anni dal debutto – e altrettanti di acclamati successi – dei “Carmina Burana” immersi nelle scenografie suggestive dell’area archeologica con la regia e la coreografia di Mauro Astolfi.Spellbound, eccellenza della danza italiana nel mondo, ha rappresentato questo spettacolo in Thailandia, Cipro, Germania, Svizzera, Lussemburgo, Spagna, Panama e prossimamente in Canada.Coprodotta in collaborazione con l’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Maiori nell’Ambito dei Grandi Eventi della Regione Campania, l’opera viene qui rappresentata nell’ultima versione messa in scena per Prisma International Dance Festival di Panama sulle composizioni di Carl Orff, Antonio Vivaldi, Theatrum Instrumentorum e di Alexandar Sasha Karlic , per ricreare un’atmosfera solenne tra sacro e profano.
Martedì 13 settembre avverrà l’atteso ritorno del Maestro Uto Ughi, testimonial ufficiale della rassegna, annoverato dalla critica tra più grandi violinisti di tutti i tempi, che eseguirà con i suoi Filarmonici di Roma (già Orchestra da Camera di Santa Cecilia) alcuni brani celeberrimi della tradizione musicale europea, tra cui il Preludio ed Allegro in stile di Gaetano Pugnani del grande virtuoso viennese Fritz Kreisler, oltre a brani di Rossini, Paganini, De Sarasate e Beethoven.La rassegna poi continuerà venerdì 16 settembre con “Caruso e altre storie italiane”, la nuova creazione del coreografo italo­africano Mvula Sungani. Un omaggio all’Italia e a due artisti che l’hanno resa grande nel mondo: Enrico Caruso e Lucio Dalla. Un’opera coreografica ispirata al testo della splendida lirica scritta da Lucio Dalla, in cui i rapporti, l’esistenza, la nostalgia dell’emigrante, la terra amata risultano gli elementi trainanti per uno spettacolo denso di significati e carico di emozioni.
Lo spettacolo, patrocinato dalla Fondazione Lucio Dalla e dal Comune di Sorrento, vede l’étoile Emanuela Bianchini ed i solisti della Mvula Sungani Physical Dance rendere tridimensionali arie di opere, canzoni e musiche grazie alla tecnica di danza contemporanea Physical dance per dare corpo e poesia a coreografie che basano la propria struttura sull’alternanza di quadri evocativi con quadri moderni.
Sabato 17 settembre, grande chiusura con i Pink Floyd Legend che riproporranno fedelmente il capolavoro “Live at Pompeii” nella fantastica e unica ambientazione del teatro di Ostia antica. Lo spettacolo ricreerà il sound psichedelico del mitico gruppo inglese, attraverso l’esecuzione, oltre dei grandi classici del reportorio Floydiano, di tutti i brani del celebre evento del 1971, calato in una cornice scenografica che riprodurrà la suggestione delle atmosfere, dei suoni e delle luci dell’originale. La prima edizione del progetto “Il Mito e il Sogno”, che si svilupperà lungo un percorso quadriennale, rappresenta solamente una piccola preview dell’intensa offerta culturale che il team di direzione artistica sta già preparando per le prossime stagioni, consacrando il teatro romano di Ostia antica come luogo di spettacolo e arti visive, sempre proseguendo nella valorizzazione, già in atto, della zona archeologica.La manifestazione si avvarrà, inoltre, della preziosa collaborazione con l’Atcl – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, Circuito Multidisciplinare dello spettacolo dal vivo, da sempre impegnata nella diffusione della cultura come nella valorizzazione del patrimonio archeologico e paesaggistico del Lazio, attraverso la promozione di manifestazioni che uniscono luoghi d’eccellenza alle arti performative.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orto Botanico di Pompei

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 maggio 2009

Orto BotanicoSabato 16 maggio (ore 12) all’Orto Botanico di Pompei tocca a Iaia Forte aprire il secondo ciclo di letture classiche inserite nei percorsi ‘Archeologia e natura nella Baia di Napoli’  in collaborazione con il Teatro Stabile Mercadante: l’appuntamento è per sabato 16 maggio (ore12) all’Orto Botanico di Pompei. L’attrice leggerà  brani di Omero, Virgilio, Ovidio, Fedro, Marziale, Petronio (nessun biglietto aggiuntivo). Il 23 maggio la Forte sarà ad Ercolano, il 30 maggio al parco archeologico di Posillipo. I percorsi,che mettono a sistema per la prima volta 9 siti costieri della Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei, sono già un successo: nel primo mese le presenze sono cresciute a Pompei del 3,9 % a Ercolano del 29 % a Oplontis 45%, al Castello di Baia 41%, all’ Anfiteatro Flavio 34%  a Villa Iovis del 15% , rispetto allo stesso periodo del 2008. In 30 giorni  sono stati 23.700 i turisti che hanno visitato l’Orto Botanico degli scavi di Pompei. L’iniziativa ha rilanciato anche i siti così detti minori con  21.500 presenze negli ultimi fine settimana. Complessivamente i visitatori sono stati 319.855. Sono stati inoltre realizzati dal Laboratorio di Ricerche applicate in collaborazione con l’Antica Erboristeria di Pompei e la Ditta Semenziera Pagano, una serie di prodotti naturali per valorizzare la flora spontanea dei luoghi come raccolte di semi, essenze, erbe aromatiche per il bagno, bacche per condimenti. I prodotti saranno in esposizione e vendita presso l’Orto Botanico di Pompei e, a richiesta, presso tutti gli infopoint dei siti. In occasione della manifestazione L’Erma di Bretschneider, Casa Editrice e Libreria per l’Arte e il Mondo Antico, ha pubblicato una antologia di brani della letteratura romantica ispirati ai percorsi. I percorsi sono curati dal Laboratorio di ricerche applicate della Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei e sostenuti dall’Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania (foto orto botanico)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »