Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘pari opportunità’

Torna il ministero alle pari opportunità

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 settembre 2019

“Salutiamo con favore il ritorno delle Pari Opportunità tra le deleghe del Consiglio dei Ministri del nostro Paese, dopo anni in cui quel tema era stato spostato a livello dei sottosegretari”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: “Vogliamo leggere in questo ritorno il riconoscimento della centralità delle politiche di Pari Opportunità nel contrasto alle diseguaglianze, che affliggono a più livelli il nostro Paese e che sono un freno ostinato allo sviluppo e alla realizzazione degli obbiettivi di ogni cittadino o cittadina. L’associazione di questa delega a quella della famiglia suggerisce una prospettiva interessante, che ci riguarda da vicino: in questo senso accogliamo con grande sollievo l’uso del plurale – “famiglie” – che la neoministra Elena Bonetti ha usato nella sua prima dichiarazione pubblica, sintomo di una cultura inclusiva che si fa carico di tutti i tipi di famiglie, compreso quelle omogenitoriali. Rinnoviamo l’auspicio che questo governo voglia farsi carico di un’importante azione di contrasto all’odio, indispensabile dopo 14 mesi di vero e proprio odio istituzionale. Con speranza e con ottimismo, e con la promessa di non far mancare la nostra collaborazione ma anche le nostre critiche se necessarie, rivolgiamo quindi il nostro augurio di buon lavoro alla ministra Elena Bonetti e a tutta la compagine di governo.”, conclude Piazzoni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Nasce la Commissione per le Pari Opportunità

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

“La prima seduta della Commissione per le Pari Opportunità coincide con la nascita di un nuovo corso sui diritti e su un modo sempre più ampio di intenderli e di concepirli da parte delle istituzioni capitoline.Il nuovo organismo capitolino, già Commissione delle Elette, si occuperà di svariate tematiche che avranno, come unico comune denominatore, l’affermazione di un nuovo modello sociale sempre più improntato all’eguaglianza tra cittadine e cittadini romani e, più in generale, sempre meno discriminatorio nei confronti delle fasce più deboli della popolazione.
Dai temi della lotta alla prostituzione e del bilancio di genere a quello relativo al monitoraggio della parità di retribuzione tra uomo e donna nelle aziende romane, passando per la violenza di genere, la detenzione femminile e dei minorenni e altri argomenti che tangono la sfera dei diritti e la garanzia del loro rispetto: tanti gli spunti sui quali la neonata Commissione lavorerà alacremente al fine di incidere, in maniera concreta e fattiva, su problematiche ancora lontane dall’essere risolte in via definitiva.
Determinante, per il raggiungimento dei vari obiettivi, saranno il coordinamento con le varie commissioni capitoline competenti per le materie di volta in volta trattate e altri organismi quali la Polizia Locale e l’Assessorato alle Politiche Sociali.
Una sinergia che, se ben attuata, condurrà a risultati senz’altro positivi per la cittadinanza e alla piena ottemperanza di ogni dettame comunitario, costituzionale e legislativo in materia di pari opportunità”. Lo dichiara, in una nota stampa, la presidente della Commissione capitolina per le Pari Opportunità Gemma Guerrini.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Che genere di rappresentanza? Le leggi elettorali italiane alla prova delle pari opportunità

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 novembre 2017

urne-voteRoma Mercoledì 22 Novembre 2017, ore 9:30 Dipartimento di Scienze Politiche, Aula 1B Via Gabriello Chiabrera 199. Quali meccanismi di equilibrio di genere saranno in vigore alle prossime elezioni politiche? Come si inseriscono nel contesto delle altre norme elettorali italiane (soprattutto quelle regionali) e quanto sono in linea con la giurisprudenza costituzionale in materia? A pochi giorni dall’approvazione e promulgazione della nuova legge elettorale politica, l’occasione è buona per una riflessione generale sul rispetto del principio di pari opportunità tra uomini e donne (sancito dall’art. 51, comma 1 della Costituzione) nella formazione delle assemblee elettive, per una migliore qualità della rappresentanza e della democrazia. Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Roma Tre, con il Laboratorio Multimediale e di Comparazione giuridica, propone una giornata di studi sul tema, aperta agli studenti e a tutti gli studiosi interessati. Dopo gli interventi introduttivi del prof. Francesco Guida (Direttore del Dipartimento) e della prof.ssa Roberta Adelaide Modugno (Coordinatrice del Curriculum di Studi di Genere del Dottorato in Scienze Politiche), avrà inizio un workshop coordinato dal prof. Salvatore Bonfiglio, con alcuni interventi predeterminati (Maria Grazia Rodomonte, Paolo Scarlatti, Gabriele Maestri) e la possibilità per altri studiosi di dare il loro contributo. Concluderanno la giornata le riflessioni del prof. Massimo Siclari.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Non lo assumono perché ha cambiato sesso

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 giugno 2017

regione piemonteTorino Il tema delle discriminazioni in ambito GLBTQI rimane una questione centrale all’interno dell’agenda politica e culturale del nostro Paese. A sottolinearlo è l’assessora regionale alle Pari Opportunità in seguito all’ennesimo caso avvenuto sul territorio piemontese.La vicenda, accaduta nel biellese, è quella di un uomo che si vede negata un’assunzione nel momento in cui i suoi nuovi datori di lavoro vengono a conoscenza dell’operazione che gli ha permesso di cambiare sesso, prima era una donna. L’assessora regionale alle Pari Opportunità ha messo in evidenza come storie di questo tipo indichino l’esigenza di rendere sempre più operativa la Legge regionale n. 5 del 23 marzo 2016 “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento nelle materie di competenza regionale”. Attualmente la Regione Piemonte sta lavorando alla sua attuazione.
I fatti e l’attualità indicano come il lavoro svolto dall’amministrazione regionale sia necessario e urgente, ha dichiarato l’assessora regionale alle Pari Opportunità che però ha voluto sottolineare come sia necessario rispettare anche la decisione della vittima di discriminazione che in questo caso ha voluto cedere il passo all’oblio ritirando la denuncia. La legge regionale contro le discriminazioni sostiene però chi decide di ribellarsi a eventuali soprusi anche grazie al Fondo per il gratuito patrocinio a favore delle vittime. Il Piemonte è la prima Regione italiana a dotarsi di uno strumento del genere. La Regione ha stanziato 300mila euro e sta firmando le convenzioni con gli Ordini degli Avvocati che determineranno per ciascun Ente un elenco di professionisti abilitati ai quali le vittime potranno rivolgersi, per casi relativi anche al passato, purché successivo all’approvazione della legge.Inoltre sta ricostituendosi la Rete regionale dei Nodi antidiscriminazione ed è previsto un finanziamento di 150mila euro alle Province e alla Città metropolitana sedi di un nodo, come Biella. Nel caso specifico, infatti, ha affermato l’assessora regionale alle Pari Opportunità, l’impegno della Regione è di incentivare il lavoro in sinergia tra il nodo locale della rete, la consigliera di parità provinciale e gli avvocati che potranno sostenere le vittime di discriminazioni.

Posted in Uncategorized, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piemonte: Politiche di pari opportunità

Posted by fidest press agency su domenica, 5 marzo 2017

torino5gTorino. L’8 marzo quest’anno è l’occasione per redigere un bilancio di metà mandato delle politiche di pari opportunità e avviare una consultazione delle donne piemontesi sia online sull’area tematica Diritti del sito della Regione Piemonte (www.regione.piemonte.it/diritti/web) sia con incontri pubblici, almeno uno per provincia, in modo da raccogliere suggerimenti, sollecitazioni e criticità ancora da affrontare.Il tour delle province per parlare di politiche di genere partirà da Torino esattamente tra un mese, con il primo incontro che si terrà lunedì 3 aprile alle ore 16.30 presso la Sala multimediale di Corso Regina Margherita 174. Il tour durerà due mesi, aprile e maggio, e saranno invitate a parteciparvi tutte le associazioni femminili e le singole cittadine interessate.Una delle prime e principali attività della Regione Piemonte a sostegno delle donne è stata l’approvazione della legge regionale 4 del 2016 “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli”. Anche la discriminazione è una forma di violenza e così, sempre nel 2016, la Regione Piemonte ha approvato una legge regionale contro ogni forma di discriminazione, la numero 5: “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento”.Tante le azioni della Regione Piemonte in questi due anni e mezzo. Ci siamo occupati di contrasto alla tratta, di conciliazione dei tempi vita-lavoro, con il telelavoro e progetti per incentivare l’utilizzo dei congedi parentali da parte dei papà, di medicina di genere, di linguaggio di genere sottoscrivendo, tra le altre cose, anche la Carta d’Intenti “Io parlo e non discrimino”.La parità di genere è ancora un obiettivo da raggiungere e la Regione Piemonte su questo fronte si è assunta la responsabilità di monitorare e sensibilizzare. L’assessorato alle Pari Opportunità ha portato avanti insieme all’AICCRE, l’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, un monitoraggio che ha analizzato la composizione delle Giunte di 240 Comuni piemontesi. Il risultato è che sul versante Statuti per l’87% (208 su 240) non sono ancora aggiornati o adeguati in maniera idonea mentre la situazione Giunte comunali è migliore, il 18% (43 su 240) deve adeguare i propri numeri per garantire il 40% della rappresentanza di genere. Per tutte queste attività in due anni e mezzo abbiamo investito più di 7 milioni di euro, tra fondi regionali, fondi del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e fondi europei.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apertura Corso di Perfezionamento Differenza di genere, pari opportunità e modelli educativi per una nuova cittadinanza

Posted by fidest press agency su martedì, 14 febbraio 2017

Onu palaceRoma Venerdì 17 Febbraio 2017, ore 16:00 Dipartimento di Scienze della Formazione, Aula 2 Piazza della Repubblica, 10 Francesca Brezzi, già delegata del Rettore per le pari opportunità, Maria Teresa Russo, Direttrice del corso, e Laura moschini, coordinatrice, inaugureranno il Corso di perfezionamento Differenza di genere, pari opportunità e modelli educativi per una nuova cittadinanza. Il corso si caratterizza come offerta formativa dell’Università Roma TRE in risposta alle sollecitazioni e agli indirizzi europei dell’Agenda 2020, dai 17 obiettivi ONU sulla sostenibilità (UN 17 SDG) sociale oltre che economica ed ambientale fissati per il 2030, della Convenzione di Istanbul. In ambito nazionale, Il corso risponde alle indicazioni del MIUR espresse nella legge 107/2015 sulla necessità e l’urgenza di preparare personale docente e formatore a percorsi di Educazione alla cittadinanza attiva e responsabile, con interventi sensibili al genere e alle pari opportunità. L’Educazione alla cittadinanza si rivela infatti strategica per il vivere civile, per il pieno sviluppo delle “capacità”, per la prevenzione di discriminazioni, violenza, bullismo e, di conseguenza, per la formazione di futuri cittadini e delle future cittadine responsabili e consapevoli. La cultura e l’educazione di genere costituiscono una chiave fondamentale per un ripensamento dei rapporti sociali basato sulla restituzione di valore ad ogni differenza, per promuovere comportamenti di rispetto e incentivare una sana competizione tra pari volta al miglioramento di ogni individuo per il bene comune.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Dipartimento Pari Opportunità 5 mln di euro per progetti rivolti agli studenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 novembre 2016

UCBM - Studenti ed edificio di sfondoUn avviso pubblico del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per sensibilizzare gli studenti e le studentesse ai temi legati alla prevenzione e al contrasto della violenza sessuale e di genere. In totale verranno investiti 5.000.000 di euro per finanziare progetti su tutto il territorio nazionale.La chiamata pubblica è rivolta a scuole singole o organizzate in reti, e anche in partenariato con associazioni e/o organizzazioni, soggetti pubblici e privati che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche in materia di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne. I soggetti che vorranno partecipare alla selezione dovranno presentare il proprio progetto entro le 23.59 del 5 dicembre di quest’anno. Ogni progetto approvato riceverà un finanziamento non superiore ai 150.000 euro.L’avviso pubblico soddisfa la progettualità prevista dal “Piano di azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere” che al punto 5.2 prevede azioni volte all’educazione alla parità e al rispetto delle differenze, in particolare per superare gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini nel rispetto dell’identità di genere, culturale, religiosa, dell’orientamento sessuale, delle opinioni e dello status economico e sociale, sia attraverso la formazione del personale della scuola e dei docenti sia mediante l’inserimento di un approccio di genere nella pratica educativa e didattica.
Le proposte progettuali presentate dovranno prevedere azioni e interventi mirati a: promuovere il rispetto reciproco; sensibilizzare ed educare le nuove generazioni per prevenire fenomeni di violenza, aggressività, bullismo e cyberbullismo; promuovere l’apertura al dialogo per conoscere e superare i conflitti interpersonali; realizzare contenuti innovativi e sperimentali per prevenire e combattere il fenomeno della violenza nell’ambito scolastico e tra le nuove generazioni in generale; favorire la creazione di una rete di scuole per implementare lo scambio e il confronto di conoscenze ed esperienze sviluppando ulteriormente l’educazione al rispetto del prossimo; favorire il benessere nelle relazioni interpersonali attraverso un ambiente accogliente e inclusivo.
IL BANDO È CONSULTABILE AL SEGUENTE LINK:
http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/archivio-notizie/2761-avviso-per-la-realizzazione-di-iniziative-educative-in-ambito-scolastico-per-lattuazione-del-punto-52-educazione-del-piano-dazione-straordinario-contro-la-violenza-sessuale-e-di-genere-

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I nuovi sindaci e le nuove sindache rispettino la Parità nelle Giunte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2016

raggi1Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, ha inviato una lettera a tutte le sindache e i sindaci eletti alle elezioni amministrative che si sono appena svolte. Questi sono infatti chiamati a scegliere i componenti delle Giunte e degli Organi collegiali in carica per le consiliature 2016-2021. «È fondamentale che vengano rispettate le norme di parità uomo-donna previste dalla legislazione nazionale. L’obiettivo deve essere quello di una rappresentanza negli Organi comunali effettivamente equilibrata rispetto al genere. La legge numero 56 del 7 aprile 2014 prevede per i comuni con popolazione superiore ai 3.000 abitanti che nessuno dei due sessi possa essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico. Ė compito della Giunta regionale, così come richiesto con una mozione approvata dal Consiglio regionale, portare avanti un’azione di monitoraggio volta a verificare la piena correttezza e concreta applicazione delle norme» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.Questa attività viene realizzata dall’assessorato Pari Opportunità della Regione Piemonte in collaborazione con AICCRE (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa)
In allegato copia della lettera inviata alle sindache e ai sindaci del Piemonte.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Maria Elena Boschi la Delega per le Pari Opportunità

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 Maggio 2016

maria elena boschiIl Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato, al termine del Consiglio dei Ministri del 10 maggio, che a Maria Elena Boschi, attuale Ministra per le Riforme istituzionali, è assegnata la Delega per le Pari Opportunità, che il premier aveva tenuto per sé sin dalla formazione del suo esecutivo.Si tratta di una scelta importante, che si attendeva da tempo, perché sono tante le questioni urgenti di cui la Ministra dovrà farsi carico: l’attuazione del piano nazionale di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne, il varo delle linee guida nazionali volte a rendere operativo un Percorso di tutela delle vittime di violenza e una proposta di legge quadro nazionale, che metta insieme la questione delle pari opportunità e della prevenzione della violenza.Dopo le dimissioni della consigliera Giovanna Martelli, le associazioni e le organizzazioni che si occupano di diritti delle donne avevano sollecitato un impegno politico più forte sul tema. Il Dipartimento per le pari opportunità ha infatti in carico il coordinamento delle azioni e dei piani per l’attuazione delle politiche di contrasto alla violenza sessuale e di genere e agli atti persecutori, il piano nazionale contro la tratta, la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza e sull’origine etnica.Ma è soprattutto nella prevenzione e nel contrasto della violenza domestica, che con questa nomina ci sia attende il rilancio di una politica nazionale. Il recente Piano antiviolenza, da poco entrato nella fase operativa, con la conclusione dei primi bandi di finanziamento delle reti antiviolenza territoriali, rischia di apparire incompleto, senza una forte guida politica che sappia indicare obiettivi di medio e lungo periodo.Il fenomeno della violenza domestica non è infatti una questione privata ma un grave problema sociale che interessa in profondità il nostro paese. Oltre 6 milioni di donne (dati ISTAT) hanno subito una qualche forma di violenza nell’arco della propria vita. Ogni anno l’Italia spende ca. 17 Miliardi euro in costi sociali e economici causati dalla violenza contro le donne (costi di giustizia, ordine pubblico, sanitari, assenze dal lavoro etc.: si veda l’Indagine di WeWorld Quanto costa il silenzio?).Sarebbe fin troppo facile indicare alla Ministra Boschi le questioni di fondo che nel nuovo incarico si troverà ad affrontare: dalla sproporzione tra i fondi disponibili per prevenire e contrastare il fenomeno, in collaborazione con Regioni, associazioni e fondazioni (solo poche decine di milioni rispetto a 17 Miliardi), alla mancanza di una legge quadro nazionale che metta insieme la questione della pari opportunità e della prevenzione della violenza e vada oltre la logica di Piani nazionali dal respiro corto e dalle risorse scarse. Sul tavolo vi sono però anche questioni urgenti. La recente Legge di Stabilità ha previsto il varo di linee guida nazionali volte a rendere operativo un Percorso di tutela delle vittime di violenza, con particolare riferimento alle vittime di violenza sessuale, maltrattamenti o atti persecutori (stalking).Su questo tema WeWorld si augura che la Ministra Boschi sappia trovare una sintesi tra le diverse esperienze in atto a livello locale (che sommano ormai a diverse decine, tra cui il programma SOStegno donna di WeWorld presso gli ospedali Riuniti di Trieste, l’Ospedale Galliera di Genova e l’Ospedale San Camillo Forlanini di Roma), valorizzando quanto di buono fatto finora, perché la presa in carico delle donne vittime di violenza avvenga in un contesto di cooperazione tra attori pubblici (ospedali, procure, forze dell’ordine) e enti non profit (fondazioni, associazioni e centri antiviolenza).In particolare le reti dei servizi, che dovranno prendere in carico le donne che si recano al pronto soccorso, devono reggersi su nodi operativi e di indirizzo che vedano un ruolo chiaro per il non profit, soggetto che ha spesso funto da asse portante di ogni forma di assistenza per le donne ed i bambini vittime di violenza.Un compito non facile quello affidato alla Ministra Boschi, sulla quale WeWorld ripone grande fiducia perché possa farsi portavoce delle tanti questioni urgenti in tema di pari opportunità.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pari opportunità in casa Idv

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 Maggio 2011

Giunge a conclusione il procedimento contro Antonio Di Pietro avviato tre anni fa presso il Tribunale di Milano dalla ex coordinatrice nazionale donne Idv Wanda Montanelli per discriminazione femminile. La giudice Orietta Miccichè ha stamani trattenuto la causa in decisione sulle questioni preliminari concedendo alle parti un breve termine per la comparsa conclusionale. “E’ ragionevole ritenere che in un breve volgere di tempo, verosimilmente entro l’autunno, il procedimento arriverà a sentenza – ha affermato l’avv. Maddalena Claudia del Re che coordina il team legale che difende Montanelli, spiegando anche di aver chiesto, nell’udienza odierna “il rigetto di tutte le istanze, domande ed eccezioni di controparte Idv. Ciò che abbiamo da stabilire – ha aggiunto la coordinatrice del team legale, di cui fanno parte anche il prof. Michele del Re e l’avv. Gianmarco Cesari – è l’approfondimento di tutti gli elementi processuali non ancora emersi al momento dell’avvio della causa, come le dichiarazioni dei legali di controparte nella vertenza promossa presso il Tribunale di Roma contro l’Italia dei Valori da Elio Veltri, palesemente confliggenti con le eccezioni preliminari avanzate nella comparsa di costituzione e risposta del procedimento milanese. Mentre nella causa di Roma si è infatti dichiarato che l’associazione a tre ed il partito Italia dei Valori sono la stessa cosa, a Milano si è tentato di dimostrare che si tratta di soggetti distinti e separati”. “Sebbene i recenti accadimenti politici abbiano certificato che la condotta di Antonio Di Pietro tesa a privilegiare le cooptazioni in fase di definizione delle candidature sia stata largamente improduttiva – ha dichiarato Wanda Montanelli – non mi pare di aver ancora ravvisato in lui alcun segnale di ravvedimento verso questo criterio anti meritocratico che in primo luogo ha penalizzato le donne del partito. La discriminazione femminile ostinatamente perpetrata e le scelte errate di nomine-candidature blindate hanno premiato, salvo pochi soggetti di qualità, personaggi di squallore esistenziale e politico che alla prima occasione hanno fatto fagotto per andarsene, approfittando di campagne acquisti della controparte politica. Il nostro obiettivo – ha concluso Montanelli – è solo quello di ottenere il rispetto di quanto previsto dagli art. 2,3 e 51 della Costituzione. La nostra è una causa pilota che dovrà stabilire per sentenza ciò che il partito Idv non ha messo in atto come dovere sociale e politico”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da donne.. a cittadine

Posted by fidest press agency su martedì, 17 agosto 2010

Lettera al direttore Gentile Direttore, ci sono donne che passano la vita ad odiare e strumentalizzare la società, le altre donne e gli uomini.  Fingono lotte per “rispetto, democrazia, uguaglianza civile”, proclami sulla parità dei sessi, richieste che però nascondono mero opportunismo, egoismo, voglia di sopraffazione, esattamente l’opposto dei propositi sbandierati. Ad esempio le “pari opportunità”, concetto con cui si relega l’uomo a personaggio di secondo piano (si pensi al diritto di famiglia, al divorzio, ai diritti riproduttivi) e mezzo attraverso il quale ottenere i massimi privilegi con il minor sforzo. Io mi domando vedendo il dilagare di questi fenomeni, per quale motivo le altre donne sane non prendano in modo chiaro e netto le distanze da questa categoria di “adulte mai cresciute”, antagoniste, furbe e ideologiche, che usano vittimismo ed arroganza assieme. Tutta questa falsità è un boomerang per la società. Come possiamo pensare che, ad esempio, il dilagare di divorzi dove donne “accusano” falsamente ex mariti di violenze e quant‘altro (4 accuse su 5 in separazione sono false o gonfiate, ci dicono i tribunali) solo per avere i figli tutti per sé o per vendetta o per interessi vari, possa contribuire a creare fiducia da parte degli uomini nei nostri confronti?  Io vorrei un futuro dove la donna impara e fa esperienza nel lavoro, nella politica, compiendo un percorso umano e civico di merito, severità, etica e condivisione, senza vedere il mondo e le sue necessarie gerarchie come un solo fatto di superbia o potere. (Una giovane cittadina ed il suo compagno).

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Condizione delle donne e femminismo

Posted by fidest press agency su martedì, 20 aprile 2010

“Io credo che il femminismo non si sia perso per strada, penso che a un certo punto non se ne sia fatto buon uso. Accusare la società di tutti i mali che affliggono le donne è fin troppo facile, forse un po’ meno lo è accusare noi stesse”. Questo il primo commento della viceresponsabile per le Pari Opportunità dell’Italia dei Diritti Francesca Scoleri alle dichiarazioni che la scrittrice Susanna Tamaro ha rilasciato al Corriere della Sera e che hanno suscitato vari commenti e riflessioni circa la condizione delle donne nella società, definita addirittura peggiore di vent’anni fa, situazione aggravata dall’assenza di modelli alternativi alle showgirls, basati sull’intelletto e non sull’avvenenza. Continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “La ricerca di uguaglianza di diritti e di opportunità al pari dell’uomo ha poco a che fare con la fotografia della donna bella formosa e prettamente silenziosa che la televisione infila nelle nostre menti e nella nostra cultura distorcendo il comune discernimento e buon senso. Le donne hanno avuto l’occasione di portare avanti modelli femminili validi, in grado di fare la differenza nella società e invece, troppo spesso, le scelte delle donne sono ricadute sull’avere prima che sull’essere deturpando e involgarendo se stesse e la collettività. C’è bisogno di femminismo – conclude la Scoleri – ma di un femminismo che porti avanti l’intelligenza della donna, non la sua capacità di essere seduttiva.  L’uomo non avrà mai rispetto di una signora che si pone col corpo e non con la mente. D’altro canto, sul piano intellettivo, giocheremmo una partita largamente a noi favorevole, è da sciocchi cercare altre armi quando siamo già in possesso di quelle vincenti”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mutilazioni genitali femminili

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2009

“Sensibilizzare e divulgare: questo il nostro compito”. Lo ha detto Emilio Verrengia, Segretario generale aggiunto dell’Aiccre nel corso dell’incontro che si è tenuto a Roma alla sede del Parlamento europeo “Sessualità e culture. Mutilazioni genitali femminili, risultati di una ricerca in ambito socio sanitario”. L’appuntamento, organizzato dall’ I.N.M.P. (Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto della povertà) è stato co-promosso dall’Aiccre nell’ambito degli impegni assunti con il protocollo di Intesa tra l’Associazione e l’I.N.M.P.  su “migrazioni, salute e ruolo degli Enti locali”. “Il rispetto dei diritti della donna – ha aggiunto Verrengia – è un aspetto fondamentale che ci pone al fianco del Dipartimento per le Pari Opportunità (presente all’iniziativa, ndr) che sta facendo un lavoro certosino in questa direzione”. Contro questa pratica culturale faremo “incontri a livello locale perché sempre deve essere salvaguardato il valore degli esseri umani e il rispetto della persona”. La responsabile dell’Aiccre Sociale per l’Europa Carla Olivieri, per l’occasione, ha assicurato l’impegno dell’Associazione a sostegno della Campagna informativa del Dipartimento per le Pari Opportunità, attraverso gli strumenti politici e gli organi di informazione dell’Aiccre, al fine di promuovere una sempre maggiore conoscenza della normativa vigente e dei progetti a contrasto della pratica delle Mutilazioni genitali femminili.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pari opportunità

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2009

“La  proposta di legge per la presenza femminle del 30% nei consigli di amministrazione delle imprese approdata oggi in commissione Finanza della Camera è da sostenere  con vigore e convinzione” lo sostiene  Alessandra Servidori, Consigliera Nazionale di Parita’. “Una  riforma del codice di autodisciplina delle società – prosegue – rappresenta una iniziativa  per diffondere le candidature delle donne idonee a incarichi direttivi. Anche in Italia si comincia a capire che l’esclusione delle donne è un danno per lo sviluppo economico. La proposta di legge Parità di accesso agli organi di amministrazione delle società quotate in mercati regolamentati, presentata all’inizio di ottobre da Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellisario e deputata del Pdl, riprende l’ormai famosa norma adottata in Norvegia (obbligo del 40% di donne nei “board” delle aziende quotate in borsa) e si inserisce nell’attualissimo dibattito sulla disuguaglianza di genere ai vertici della politica e dell’economia”.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso fotografico “Identità e culture di una Italia multietnica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2009

Il Concorso fotografico “Identità e culture di una Italia multietnica”, promosso da Progetto Immigrazione ONLUS, nasce con l’intento di stimolare la riflessione di cittadini italiani e stranieri, attraverso un percorso visivo, sul tema dell’immigrazione spesso trattato in modo semplicistico e stereotipato. Attraverso il mezzo fotografico, i partecipanti potranno esprimere il proprio punto di vista sulle modificazioni subite dalla nostra società e condividere la propria idea di “integrazione”. Il Concorso si inserisce nell’ambito della campagna “La Conoscenza per l’integrazione, l’Integrazione per la Sicurezza” promossa da Progetto Immigrazione. Oggi, patrocinata senza oneri dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità, dal Ministero degli Affari Esteri, dal Ministero dell’Interno, dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, dalla Regione Lazio – Assessorato alle Politiche Sociali e dalla Croce Rossa Italiana e realizzata grazie al sostegno di ITC (Interpreti Traduttori Consorziati), ANFP (Associazione Nazionale Funzionari di Polizia) e Studio Immigrazione sas. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, italiani e stranieri.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd: Candidature piemontesi alle europee

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 aprile 2009

La Direzione regionale del PD del Piemonte ha approvato la proposta relativa alle cinque candidature piemontesi che saranno indicate per la composizione della Lista della Circoscrizione Nord Ovest per le elezioni europee di giugno, lista che sarà definitivamente approvata alla prossima Direzione Nazionale del partito.  I cinque candidati proposti dal PD del Piemonte sono: l’europarlamentare uscente Gianluca SUSTA (Vicecapogruppo ALDE al Parlamento Europeo e membro della Direzione nazionale del PD, già Sindaco di Biella e Vice Presidente della Regione Piemonte); Maria Lucia CENTILLO (Consigliere del Comune di Torino, Presidente di Federsanità-Anci Piemonte e Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Torino); Giorgio FERRERO (Imprenditore agricolo, già Presidente regionale Codiretti); Roberto PLACIDO (Vice Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte) e Maria Luigia SIMEONI (Sindaco di None e una delle promotrici del movimento a difesa dello stabilimento dell’Indesit).
“La lista – spiega il Segretario regionale Gianfranco MORGANDO – è stata costruita con candidature che consideriamo rappresentative del territorio e della sua articolazione economica e sociale e, contemporaneamente, capaci di essere punto di riferimento per l’elettorato e la militanza del PD nonché in grado di rappresentarne la pluralità. Abbiamo cercato di garantire un equilibrio tra territori, aree politiche e rappresentanza di genere”. “La rielezione di Gianluca Susta – dichiara Gianfranco MORGANDO – è una priorità per il PD del Piemonte e tutto il Partito si impegnerà a sostenerlo, per assicurare continuità al lavoro fin qui svolto”.  La Direzione Regionale ha approvato, inoltre, un Ordine del Giorno presentato da Federico FORNARO, Rocchino MULIERE ed Andrea BENEDINO in cui si ribadisce che “dove siano presentate ufficialmente liste con il simbolo del PD nessun iscritto può candidarsi o sostenere liste diverse (comprese quelle civiche a sostegno di candidati Sindaco o Presidenti iscritti al PD) che concorrano alle medesime elezioni”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaboratori Camera: è stata costituita A.N.CO.PARL

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 aprile 2009

E’ stata costituita a Roma A.N.CO.PARL, l’Associazione Nazionale Collaboratori Parlamentari che, tra gli scopi statutari ha in primo luogo il riconoscimento della professione dei Collaboratori Parlamentari da parte delle Istutizioni di riferimento, in quanto professionisti senz’Albo, componente funzionale delle Istituzioni nelle quali operano per l’espletamento dei compiti connessi all’ufficio del Parlamentare. Alla carica di presidente dell’associazione è stato nominato Francesco Comellini (Collaboratore Parlamentare del Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera, on. Giuliano Cazzola). L’ANCOPARL, ai sensi dell’art. 3 dello Statuto – si legge nella nota diffusa – applica al suo interno i principi Costituzionali di pari opportunità tra uomini e donne e prevede la costituzione di un Comitato per le pari opportunità nella professione. Lo statuto prevede anche che L’associazione si doti di un codice deontologico della professione.  “Le proposte di legge presentate nei due rami del parlamento – commenta il presidente di Ancoparl a nome dei soci fondatori e del Consiglio Direttivo –  cosi’ come l’intervento in Aula del Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera, on. Giuliano Cazzola o la lettera inviata oggi dall’on Versace e da altri suoi colleghi al Presidente della Camera Fini, per porre la questione dei Collaboratori all’ordine del giorno del prossimo ufficio di presidenza della Camera, sono il segnale di inizio di un percorso ma non possono prescindere dal confronto diretto e trasparente con la categoria interessata. Per questo motivo, già nei prossimi giorni, l’associazione inoltrera’ formale richiesta ai Presidenti delle Camere, On. Fini e Sen. Schifani e ai Presidenti delle Commissioni Lavoro, affinchè questi incontrino i rappresentanti dell’associazione al fine di avviare un percorso comunemente condiviso  per un pieno riconoscimento della professione di Collaboratore Parlamentare. Quanto fatto in sede europea per il riconoscimento giuridico del Collaboratore parlamentare è  importante – conclude il Presidente di Ancoparl – e può rappresentare un modello regolamentare e giuridico al quale guardare con attenzione”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maratona online sulle donne e per le donne

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2009

31 marzo 24 ore per discutere di ‘gender divide’: Per saperne di più, Per agire meglio  E’ il tema di Web@lfemminile, la maratona che si terrà domani 31 marzo 2009, per ventiquattr’ore sul web, all’indirizzo http://www.webalfemminile.it.   Tante le novità previste. Una per tutte: la presenza di canali tematici, centrati sul rapporto tra le Donne e la pubblica amministrazione, lo sport, la bellezza, il sociale, il commercio elettronico, il risparmio. E poi tante informazioni utili con esperti e amiche che hanno voluto dare il loro contributo per aiutare le altre donne a saperne di più, per decidere meglio.Tra gli ospiti:• Antonella Ninci (Presidente Comitato Pari Opportunità INAIL), • Isabella Rauti (Capo Dipartimento del Ministero Pari opportunità), • Oriana Calabresi (Presidente Comitato Pari Opportunità Corte dei Conti), • Caterina Cittadino (Direttore Generale CNIPA),  • Renata Polverini (Segretario Generale UGL), • Alessandra Servidori (Consigliera nazionale di Parità),• Francesca Bagni Cipriani e Daniela Belotti (Consigliere di Parità della Provincia di Roma), • Arianna Censi (Consigliera Delegata Pari opportunità Provincia di Milano),• Patrizia Ravaioli (Presidente Croce Rossa Italiana),• Maria Grazia Nardiello (Direttore generale Dipartimento per l’Istruzione del  Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).  Infine i dibattiti:  • Donne e Lavoro: Come cavalcare l’onda della crisi Con Laura La Posta (capo redattore de Il Sole 24 Ore), Niki Nicolai (cantante), Alessandra Servidori (Consigliera Nazionale di Parità), Lorena Capoccia (Presidente Commissione Studi, Associazione Lombarda Dirigenti Aziende Industriali). • Donne e Famiglia: Mamme tecnologiche, famiglie digitali Con Maria Concetta Mattei (conduttrice TG2), Paola Calvetti (scrittrice), Giovanna Fantini (Vice Presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Milano), Jenny Perotti (mamma e imprenditrice di un negozio Ebay).   • Donne e amore nell’era tecnologica: Dai cellulari ai social network, le nuove frontiere del corteggiamento Conduce Cipriana Dall’Orto (direttore Donna Moderna), Pierfrancesco Favino (attore), Luca Colombo (Consumer and Online Marketing Officer, Microsoft Italia).  • Donne e tecnologie: Di cos’altro avremo bisogno in futuro? E di cosa potremo fare a meno? Con Roberta Cocco (Responsabile Futuro@lfemminile e Direttore Marketing Centrale Microsoft Italia), Geppi Cucciari (attrice comica e scrittrice), Maria Teresa Della Mura (giornalista 01net), Marco Montemagno, (co-fondatore Codice Internet). Il 31 marzo ti basta un click per partecipare… http://www.webalfemminile.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pazienti psichici

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2009

Roma, 24 Marzo 2009 alle ore 11, presso la Sala delle Riunioni sita al III piano di Via Delle Vergini, 18 si terrà la conferenza stampa organizzata da ANTHAI, FIDIA e FIABA sul tema della disabilità mentale dal titolo “Pazienti psichici: veramente scomodi e pericolosi verso terzi?”, risposta ai recenti fatti di impatto mediatico come la “casa degli orrori” di Sierra d’Aiello e la Raphael di Roma. Parteciperanno esponenti del mondo politico, tra cui il Senatore On. Domenico Gramazio e la Senatrice On. Dorina Bianchi. Interverranno il Presidente Anthai Osanna Brugnoli, il Presidente di FIDIA Saveria Dandini De Sylva,  il Presidente di FIABA Giuseppe Trieste, il Dott. Cantelmi Presidente dell’ AIPPC, inoltre daranno la loro testimonianze alcuni familiari di disabili psichici e operatori del settore. La disabilità psichica e la tutela dei diritti dei pazienti con la garanzia delle pari opportunità saranno i temi della conferenza stampa.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »