Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘parigi’

Doppio Malto apre a Parigi

Posted by fidest press agency su domenica, 17 aprile 2022

Parigi. Apertura di un nuovo locale di Doppio Malto in Francia a La Défense, nel cuore più moderno e trendy di Parigi, all’interno del centro commerciale Westfield Les4Temps. Il nuovo locale sorge nella parte occidentale della capitale transalpina, appena al di fuori del Boulevard Périphérique: complessivamente, il locale parigino è il 31° dell’intera catena italiana e il 4° all’estero: un simbolo di successo del made in Italy. “Il était une fois”, direbbero i francesi: “C’era una volta”. Nel lontano 2004 prese il via la favola di Doppio Malto con un birrificio ed un locale ad Erba (CO). Nel corso degli anni, la storia di passione e professionalità tutta italiana che conquista non solo il Belpaese, ma anche la Francia ed il Regno Unito, ha aggiunto molti nuovi capitoli al proprio racconto: oggi, infatti, tocca a La Défense, nel cuore più moderno e trendy di Parigi. L’amore tra Doppio Malto ed i francesi s’arricchisce: il noto brand italiano raddoppia e, dopo l’apertura a Saint-Étienne, inaugura un nuovo locale all’interno del centro commerciale Westfield Les4Temps, tra i più grandi centri commerciali d’Europa con oltre 42 milioni di visitatori all’anno. Il nuovo locale sorge nella parte occidentale della capitale transalpina, appena al di fuori del Boulevard Périphérique, tra altissimi ed imponenti grattacieli in vetro e acciaio ed opere di urbanistica, architettura ed arte moderna firmate da Johan Otto Von Spreckelsen, César Baldaccini, Joan Miró, Alexander Calder, Yaacov Agam e Shelomo Selinger. Complessivamente, il locale parigino è il 31esimo dell’intera catena, mentre sono 4 quelli aperti all’estero. All’interno della Parigi più contemporanea, il locale servirà 15 diversi tipi di birre della casa da accompagnare a gustosi piatti di pasta fresca, pizza, burger di carne fresca e tartare e una vasta scelta di carne alla brace. Lo spazio offrirà anche diversi giochi tra cui campo da bocce, biliardo, calciobalilla baby e per adulti: un vero e proprio “posto felice”, la filosofia che Doppio Malto sta esportando in giro per il mondo con sempre maggiore successo. Giovanni Porcu, CEO di Foodbrand, proprietario del marchio Doppio Malto, commenta: “Abbiamo sempre creduto nella grande famiglia del nostro brand, ringrazio tutta la nostra squadra per gli importanti risultati che stiamo ottenendo. Soprattutto in questi due anni particolarmente complessi per le brewery ed in genere per il mondo delle imprese abbiamo continuato ad investire in un piano di crescita che scommettesse sulle persone e sulla qualità. Il riscontro del pubblico ci ha particolarmente colpito e ci conferma che la strada è quella giusta: siamo emozionati all’idea di ciò che ci riserva il futuro. Abbiamo ancora molte sorprese, non abbiamo intenzione di fermarci qui: il nostro piano di espansione in Italia e all’estero proseguirà nel corso del 2022 e nei prossimi anni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Da Prosecco a Parigi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 febbraio 2022

Parigi. A due anni esatti dall’ultima edizione di Wine Paris / Vinexpo Paris il Consorzio di tutela del Prosecco DOC torna in fiera, nel primo appuntamento dopo l’inizio della pandemia, ripartendo proprio da Parigi, dove ci si era fermati.Nel frattempo, la Denominazione Prosecco DOC si è rafforzata continuando a crescere nella produzione e nelle esportazioni e battezzando, nel novembre 2020, il Prosecco Doc Rosé. Nel biennio in esame, la quota export della Francia è passata dai neanche 17 milioni di bottiglie del 2019 ai quasi 20 milioni del 2020, per attestarsi -con un balzo del +25,9%, sugli oltre 25 milioni di bottiglie importate nel 2021, dato che conferma i francesi al quarto posto nella classifica mondiale subito dopo USA, UK e Germania, storici e principali mercati per il Prosecco. Il mercato d’oltralpe vale il 5,7% dell’intera quota export, che oggi corrisponde a circa l’80% dell’intera produzione DOC (627 milioni di bottiglie nel 2021, di cui 71,5 milioni Prosecco Doc Rosè).“A Parigi saremo in ottima compagnia -racconta il presidente della DOC Prosecco Stefano Zanette- accanto ad altre prestigiose Denominazioni francesi e italiane, e a realtà, piccole o grandi, rappresentative delle migliori produzioni internazionali. Abbiamo, con gli amici e colleghi francesi, un ottimo rapporto di amicizia e di proficua collaborazione. Confidiamo che questo incontro diventi il simbolo della ripartenza delle attività fieristiche, portando un‘iniezione di fiducia al nostro settore e soprattutto agli operatori dell’indotto”.Il Consorzio risulta posizionato presso lo stand 5/3 CD 172 dove condividerà gli spazi con 5 aziende presenti come co-espositrici: Astoria, De Stefani, La Marca, Le Contesse, Montelvini.Nell’allestimento, il Consorzio ha optato per uno stile country-chic affiancando elementi vintage a pezzi di design e d’arte contemporanea. Da tale scelta d’arredamento, più che uno stand fieristico classico, ne risulta un ambiente living valorizzato dall’effetto delabré delle pareti. Parte degli arredi sono stati realizzati con il sughero riciclato da Suber, azienda nota per le sue creazioni d’avanguardia e oggetti di interior design sviluppati secondo logiche ed etica rispettose dell’ambiente e attente al futuro della Terra, filosofia che ben si accomuna con la visione e i progetti di sostenibilità portati avanti dal Consorzio. Ai visitatori dello stand, non passeranno inosservati anche alcuni pezzi di arredo firmati Moroso.Nell’occasione il Consorzio Prosecco DOC sarà presente anche nell’area Be Spirits, zona che la fiera dedica all’affascinante mondo della mixology. Per l’occasione verranno realizzati due cocktail a base di Prosecco DOC dai bartender del bar parigino Bluebird.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

MONET Capolavori dal Musée Marmottan Monet di Parigi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2021

Genova Dall’11 febbraio Palazzo Ducale ospiterà negli spazi del Munizioniere i capolavori del più importante rappresentate dell’Impressionismo. Tutti provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, i 50 capolavori in mostra rappresentano alcune delle punte di diamante della produzione artistica di Monet e raccontano l’intera parabola artistica del Maestro impressionista, letta attraverso le opere a cui Monet teneva di più, le “sue” opere, quelle che l’artista ha conservato gelosamente nella sua casa di Giverny fino alla morte, quelle da cui non ha mai voluto separarsi.L’eccezionalità di questa mostra risiede nell’amore e nell’intimità che emanano le opere esposte, allestite in maniera del tutto inedita e suggestiva nelle varie sale del Munizioniere di Palazzo Ducale, luogo pieno di fascino che consentirà un viaggio del tutto nuovo nel mondo di Monet.Nelle sue tele di luce evanescente, Monet ha sempre unito il suo amore per la natura con l’arte e, facendo del pennello una propaggine della sua mano, ha creato e riprodotto giardini ovunque abbia vissuto. Sebbene trascorresse molto del suo tempo a Parigi e viaggiasse molto in Francia e all’estero, Monet preferì la campagna e visse per più di cinquant’anni lungo la Senna, accrescendo sempre più il suo interesse per il giardinaggio, per le aiuole che allietavano le sue prime case ad Argenteuil e per i suoi magnifici giardini a Giverny, che divennero un piacere per gli occhi, un luogo rilassante per contemplare la natura e fonte di ispirazione.Proprio Giverny, la sua casa dopo il 1883, può essere considerata come il luogo di consapevolezza e rinascita per lo stesso artista; una sequenza di nuovi elementi dettati da una brillante innovazione formale, geografica e di ricerca stilistica che lo ha portato a interessarsi sempre di più soggetti impregnati di nuova lirica e colori vivaci.Ad accogliere il pubblico come in un onirico giardino lussureggiante, appositamente creato, ci saranno opere come le sue amatissime e iconiche Ninfee (1916-1919 ca.), Iris (1924-1925 ca.), Emerocallidi (1914-1917 ca.), Salice piangente (1918-1919 ca.), le varie versioni de Il ponte giapponese e la sua ultima e magica opera Le rose (1925-1926 ca.).Ma non solo. Verdeggianti salici piangenti, viali di rose e solitari ponticelli giapponesi dai colori impalpabili fanno da cornice a una natura ritratta in ogni suo più sfuggente attimo, variazione di luce, tempo o stagione. Promossa dal Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, prodotta e organizzata da Arthemisia e in collaborazione con il Musée Marmottan Monet di Parigi, la mostra è curata da Marianne Mathieu, studiosa di Monet e direttrice scientifica dello stesso museo parigino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo Frecciarossa 1000 da Parigi in direzione Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2021

Domani mattina, 18 dicembre, partirà il primo Frecciarossa 1000 da Parigi in direzione Milano. Viceversa un convoglio gemello oltrepasserà i confini nazionali alla volta di Parigi. Sarà un giorno da ricordare, quello del primo servizio commerciale oltralpe del treno ad alta velocità di Trenitalia (Gruppo FS Italiane). Infatti l’apertura del mercato ferroviario permetterà di utilizzare, anche nelle tratte interne francesi tra Modane, Chambery, Lione e Parigi, una delle 4 corse complessive offerte da Trenitalia sulla rotta Milano – Parigi. Un’offerta che nei piani della società di trasporto ferroviario del Gruppo FS è destinata ad aumentare sulla rotta interna Parigi – Lione Domani sarà possibile seguire in diretta la cronaca dei primi viaggi del Frecciarossa 1000 attraverso il racconto corredato da foto e video degli inviati di fsnews.it.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Frecciarossa varca le Alpi e raggiunge Lione e Parigi

Posted by fidest press agency su martedì, 14 dicembre 2021

Esportando l’esperienza dell’Alta Velocità targata Trenitalia e Ferrovie dello Stato Italiane in Francia. Una tappa storica nell’evoluzione del mercato ferroviario europeo. Prima corsa la mattina del 18 dicembre in partenza da Parigi alle 7.26 direzione Milano e dal capoluogo lombardo verso la capitale francese alle 6.25, altre due corse nel pomeriggio. I biglietti, a partire da 23 euro e da 29 euro, in vendita dalla mattina del 13 dicembre sul sito web http://www.trenitalia.com, e presso le biglietterie di tutte le stazioni italiane e in quelle di Parigi Gare de Lyon e Lyon Part-Dieu, nonché presso alcuni partner di distribuzione.Alle due iniziali corse giornaliere di andata e ritorno tra Parigi Gare de Lyon e Milano Centrale, via Lyon Part-Dieu, Chambéry, Modane e Torino se ne aggiungeranno poi altre tre giornaliere di andata e ritorno tra Paris Gare de Lyon e Lyon Part-Dieu e Lyon Perrache. In tutto Trenitalia effettuerà 10 corse per quasi 5.000 posti al giorno tra Parigi e Lione.Primo operatore europeo ad entrare in Francia dall’apertura del mercato ferroviario alla concorrenza, Trenitalia con Frecciarossa offrirà ai passeggeri francesi, ma anche agli italiani che vorranno raggiungere, con il mezzo di trasporto più sostenibile, sicuro e confortevole, Chambery Lione e Parigi, una nuova esperienza di viaggio che arricchirà e completerà quella già offerta dalla compagnia ferroviaria francese.“Siamo molto orgogliosi di presentare la nostra nuova offerta ai viaggiatori francesi – ha commentato Luigi Corradi, Amministratore Delegato di Trenitalia – Operiamo già da più di 10 anni con Thello, ora Trenitalia France, e abbiamo una grande esperienza della rete in Francia. Ora, con l’alta velocità su un asse storico, entriamo in una nuova dimensione, al servizio della mobilità e del comfort dei viaggiatori”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

21SHARES annuncia che l’ETP su Polygon sarà quotato anche su Euronext Parigi e Amsterdam

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2021

Zurigo. 21SHARES AG, società con sede a Zurigo leader negli ETP sulle criptovalute, annuncia oggi la quotazione del suo Polygon ETP (ISIN: CH1129538448) su Euronext Paris ((Ticker: MATIC FP) in euro e su Euronext Amsterdam (Ticker: MATIC NA) in dollari. Il 21Shares Polygon ETP riproduce le performance di Polygon, una piattaforma creata per la scalabilità di Ethereum che avvicina milioni di nuovi utenti alla tecnologia blockchain (detta anche Web3). Supportando oltre 3.000 applicazioni, Polygon è diventata la principale soluzione full-stack per la scalabilità di Ethereum, grazie alla sua rapidità, ai costi sulle transazioni ridotti e alla compatibilità con il network.21SHARES gestisce oltre 2,9 miliardi di dollari di asset, suddivisi in 20 ETP sulle criptovalute e 81 quotazioni, comprendenti l’unico ETP al mondo su Binance, il suo Crypto Index Basket e I suoi ETP su Tezos e Solana, che prevedono remunerazioni sulla staking per gli investitori. I suoi prodotti sono quotati su otto piattaforme di scambio regolamentate europee e svizzere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parigi mostra “Leonor Fini. Memorie triestine”

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2021

Parigi fino al 4 novembre 2021 50 Rue de Varenne la mostra curata da Marianna Accerboni dopo il successo di pubblico e di critica presso il Polo museale del Magazzino 26 • Porto Vecchio di Trieste l’Istituto italiano di cultura di Parigi in collaborazione con PromoTurismoFVG accoglierà la mostra multimediale di pittura, musica e percezione olfattiva, che indaga per la prima volta in Francia la personalità e l’arte della grande pittrice triestina e inaugura il ciclo Insaisissable Trieste dedicato alla città giuliana e alla sua cultura. A 25 anni dalla morte di Leonor Fini, pittrice surrealista, ma anche costumista, scenografa, illustratrice e scrittrice di fama e frequentazioni internazionali, la mostra intitolata Leonor Fini. Memorie triestine, propone una rilettura del tutto inedita della personalità e della creatività dell’artista (Buenos Aires 1907 – Parigi 1996), analizzando il suo intenso e fondamentale rapporto con la città d’origine della madre. Trieste appunto, dove Malvina Braun condusse la figlia all’età di un anno e dove Leonor si formò sul piano artistico culturale e su quello umano e personale fino all’età di circa vent’anni, rimanendovi sempre molto legata.Grazie a una ricca sequenza di testimonianze per la maggior parte inedite e rare (disegni, dipinti, acquerelli, incisioni di Leonor, porcellane decorate e bozzetti per le stesse, documenti, libri, affiche, lettere, foto, video interviste) l’esposizione rivela oltre al risvolto più intimo e privato della Fini, anche un approfondimento sul clima culturale della Trieste del Novecento. Una città allora avanzatissima e cosmopolita, sospesa tra pensiero mitteleuropeo e suggestioni italiane, dove Leonor visse nella casa materna, sempre in compagnia di un gatto, che sarebbe divenuto poi il leitmotiv principe della sua arte. La sua personalità si formò così a stretto contatto con quel colto milieu internazionale e d’avanguardia che connotava la città all’epoca, nel cui contesto la giovane pittrice ebbe modo di frequentare assiduamente personaggi triestini suoi coetanei, che sarebbero divenuti famosi a livello mondiale. Tra questi, per esempio, il famoso critico, estetologo e artista Gillo Dorfles, il pittore Arturo Nathan, accanto a Italo Svevo e Umberto Saba.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rientro degli Stati Uniti negli Accordi di Parigi sul clima

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 gennaio 2021

Il nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden avvierà ufficialmente il processo per il rientro degli Stati Uniti negli Accordi di Parigi sul clima. La decisione dà inizio a una nuova cruciale era per la diplomazia climatica globale, con gli Stati Uniti chiamati a compensare il loro impatto storico sul clima e a rimediare agli ultimi quattro anni di espansione dei combustibili fossili sotto Trump. Confermando alcune indiscrezioni riportate dalla stampa negli ultimi giorni, Biden inoltre revocherà i permessi federali per Keystone XL, sistema di oledotti tra il Canada e gli Stati Uniti, il cui completamento era stato bloccato da Obama, per poi essere riavviato da Trump. «Rientrare negli Accordi di Parigi sul clima è una decisione inevitabile per il Presidente Biden. Siamo felici che l’annuncio arrivi al primo giorno in carica», commenta Janet Redman, direttrice delle campagne per il clima di Greenpeace USA. «Visto che tutto il mondo si appresta a raggiungere emissioni nette zero entro il 2050, gli Stati Uniti hanno la responsabilità di andare oltre e di arrivarci molto più velocemente. Ma per l’amministrazione Biden sul clima rientrare negli Accordi di Parigi è l’inizio, non il traguardo».Per Greenpeace, Biden deve ora rimboccarsi le maniche e lavorare realmente per garantire giustizia climatica. Revocare i permessi federali per il Keystone XL è dunque un ottimo inizio. L’organizzazione ambientalista chiede al Presidente di approvare di un pacchetto coraggioso di ripresa economica in stile Green New Deal che creerebbe quasi 16 milioni di nuovi posti di lavoro. L’amministrazione Biden ha la possibilità di garantire ad altri milioni di persone l’accesso ai benefici delle tutele sindacali e all’assistenza sanitaria, con posti di lavoro che risanino il nostro clima piuttosto che inquinarlo. Greenpeace esorta Joe Biden a utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione, comprese le azioni esecutive e l’approvazione di nuove leggi, per evitare ulteriori devastazioni climatiche e aiutare le persone a riprendersi dalla pandemia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Edizione 2020 di Global Industrie Parigi

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2020

Parigi dal 9 al 12 giugno si svolgerà al Parc des Expositions Paris – Le Bourget. il più grande evento francese dedicato ai protagonisti del mondo dell’industria era stato previsto dal 31 marzo al 3 aprile 2020. Come misura precauzionale, questo rinvio sembra essere la decisione più opportuna. La salute dei nostri 2.500 espositori, dei nostri partner e del nostro pubblico di più di 45.000 visitatori, è la nostra sola priorità.“Di fronte alla – legittima – inquietudine causata dalla diffusione del coronavirus Covid-19, il rinvio dell’edizione 2020 di GLOBAL INDUSTRIE è l’unica decisione possibile”, ha dichiarato Sébastien Gillet, direttore del Salone.“Ovviamente non è stata una decisione facile, ma ad oggi mancano i presupposti necessari affinché l’evento si svolga in totale serenità. Siamo convinti che tutta la nostra community non mancherà all’appuntamento dal 9 al 12 giugno per difendere l’eccellenza industriale del nostro paese. Saremo più che mai pronti a valorizzare le abilità e l’esperienza delle donne e degli uomini che formano l’industria di domani”, ha aggiunto Sébastien Gillet.“Ci teniamo a ringraziare i nostri clienti per la loro comprensione, e le autorità ministeriali, con le quali collaboriamo da sempre, che ci hanno manifestato ancora una volta il loro appoggio durante questo periodo difficile”, ha poi concluso.Tutto lo staff di GLOBAL INDUSTRIE resta a disposizione per rispondere ad ogni eventuale dubbio e trattare le richieste specifiche. E’ quanto comunica Sébastien GILLET, Direttore del Salone

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Itinerari turistici: Leonardo al Louvre e visita alla Parigi meno conosciuta

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 dicembre 2019

Parigi da mercoledì 12 a venerdì 14 febbraio 2020 Guida culturale Salvatore Sutera Organizzatrice: Lidia Annunziata. Breve ma intensa visita della Parigi meno conosciuta, che lascia nei visitatori nuove, affascinanti sensazioni. La mostra sul genio incomparabile di Leonardo da Vinci, che in Francia trascorse gli ultimi anni della sua vita: l’Uomo Vitruviano ed altre opere (circa 180) tra dipinti e disegni nella grande retrospettiva del maestro italiano e di artisti della sua epoca.
Mercoledì 12 febbraio Alle ore 8.00 ritrovo all’aeroporto di Milano Linate, al check in di Air France partenza alle ore 9.50 per Parigi CDG, arrivo alle ore 11.25. Trasferimento in centro, pranzo libero. Nel pomeriggio visita Museo etnologico del Quai Branly, a pochi metri dalla Tour Eiffel. Immerso in un rigoglioso giardino e in una sorprendente architettura contemporanea ad opera di Jean Nouvel il Museo è dedicato alle arti primitive e alle civiltà “non occidentali”. Quattro continenti da esplorare, Africa, Asia, Oceania e Americhe, un museo da non perdere, un’esperienza originale e appassionante. Sistemazione in Hôtel Beaubourg , 11 rue Simon Lefranc, hotel di charme, nel centro del quartiere del Marais. Cena in ristorante e pernottamento.
Giovedì 13 febbraio Prima colazione. Visita della Mostra “Leonardo da Vinci”. Per commemorare i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci, il museo del Louvre ha allestito una mostra dedicata interamente al pittore e inventore fiorentino. Una buona ragione per attraversare le porte di questo museo emblematico e scoprire delle opere d’eccezione riunite per la prima volta a Parigi per questo importantissimo anniversario. Il percorso di visita raccoglie 120 opere di Leonardo. Tra queste, pitture, disegni, sculture, ma anche opere d’arte e manoscritti provenienti da istituzioni prestigiose come la Royal Collection, il British Museum e la National Gallery di Londra, la Pinacoteca vaticana, il Metropolitan Museum di New York e l’Institut di Francia, per citarne qualcuno. La Gioconda rimane esposta nel corso della collezione permanente del Louvre, ma la mostra dedicata a Leonardo da Vinci è un’occasione inedita di vedere raccolte così tante opere d’arte del maestro fiorentino. Pranzo libero (possibilità di pranzare all’interno del museo, anche per proseguire individualmente le visite nel pomeriggio). Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.
Venerdì 14 febbraio Prima colazione. Visita della città: panoramica dei luoghi meno noti della capitale, quali La Coulée verte René-Dumont, un lungo spazio verde adibito a passeggiata pedonale e parco pubblico che ha preso il posto del tracciato di una vecchia ferrovia sopraelevata rispetto alla strada circostante e passeggiata nel Marais, un quartiere delizioso con tanti negozietti, stradine in cui si respira ancora l’atmosfera d’un tempo, belle residenze e una tra le piazze più poetiche della città, Place des Vosges. Il Marais deve il suo nome alla natura acquitrinosa dei terreni (marais è la parola francese per palude) sui quali venne edificato a partire dal XII secolo e dove, tra ‘500 e ‘600, la nobiltà parigina fece costruire http://www.italianostramilano.org

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La cucina italiana all’Ambasciata d’Italia a Parigi

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Parigi. Il 25 novembre sarà l’Unione Ristoranti Buon Ricordo a rappresentare ufficialmente, e per il secondo anno consecutivo, la cucina italiana all’Ambasciata d’Italia a Parigi in occasione del Gran Finale della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, ormai tradizionale appuntamento autunnale che propone a livello internazionale sapori, valori e cultura dell’enogastronomia della penisola, valorizzandone i prodotti agroalimentare e la cucina di qualità. La Serata di Gala, nella splendida cornice dell’Ambasciata, sarà riservata a un selezionatissimo gruppo di invitati, che attraverso i piatti preparati dagli chef dei ristoranti del Buon Ricordo potranno fare una sorta di goloso e raffinato “Giro d’Italia gastronomico”, assaporandone prodotti, piatti e vini. Gli ospiti seguiranno un vero e proprio percorso da Nord a Sud della penisola e potranno scoprire la straordinaria varietà e prelibatezza delle cucine regionali italiane, dal Culatello di Zibello al Salame di Polpo con finocchi e melograno, dai Cappelletti in brodo ai Cavatelli con ragù di seppia, pomodoro giallo e ‘nduja, dal Baccalà mantecato al Cinghiale in salsa dolce e forte.
Dodici i ristoranti presenti a Parigi: La Manuelina di Recco, I 5 Campanili di Busto Arsizio, Boccadoro di Noventa Padovana, La Forchetta di Parma, Al Cavallino Bianco di Polesine Parmense, Osteria di Fornio di Fidenza, Osteria in Scandiano di Scandiano, La Fefa di Finale Emilia, Da Delfina di Artimino, Lo Stuzzichino di Massa Lubrense, L’Antico Borgo di Morano Calabro. A coordinarli, la Famiglia Mori del Mori Venice Bar di Parigi, conosciutissimo ristorante italiano nel cuore della capitale francese. Con Massimo e Celine Mori, attivi ed entusiasti soci del Buon Ricordo e capofila di questo bel progetto, saranno presenti alla Cena di Gala il presidente dell’URBR Cesare Carbone, la vice presidente Giovanna Guidetti e il segretario generale organizzativo Luciano Spigaroli. All’evento saranno presenti con i loro eccellenti prodotti anche gli importanti partner che affiancano il Buon Ricordo nel suo percorso di valorizzazione dell’eccellenza della cucina regionale italiana.
Sempre il 25 novembre, in concomitanza con la serata all’Ambasciata italiana a Parigi, anche in Italia sarà organizzata una cena simbolica dedicata all’evento parigino, in 3 ristoranti, da Nord a Sud della penisola: Le Querce di Cantù, Del Duca di Volterra e Taberna De’ Gracchi di Roma, che ospiterà per l’occasione a cucinare insieme un altro storico associato del Buon Ricordo, il Ristorante Bassetto di Ferentino. Ai partecipanti, in ricordo della serata, sarà regalato in via del tutto unica ed esclusiva il medesimo piatto dato in omaggio agli ospiti di Parigi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sebastian Faulks: I fantasmi di Parigi

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 ottobre 2019

La ricercatrice americana Hannah e l’adolescente marocchino Tariq hanno poco in comune, ma entrambi sono sensibili ai fantasmi di Parigi. Hannah ascolta la straordinaria testimonianza delle donne che erano presenti durante l’occupazione tedesca; nel suo desiderio di comprendere le loro vite, e attraverso di esse la sua, scopre una città piena di connessioni. Nei sobborghi, Tariq sta cercando una madre che conosce a malapena. Per lui, nella sua innocenza, i boulevard, la stazione della metropolitana e ogni angolo di strada sono fonte di sorpresa.
Hannah e Tariq si incontreranno e si scopriranno a vicenda quando l’accademica permetterà al giovane di occupare la stanza libera nel suo appartamento.
In questo romanzo profondamente toccante, Faulks affronta il passato di una nazione e la sua identità. Con grande originalità e umorismo, I fantasmi di Parigi riflette sui diversi modi in cui il passato e il presente restano strettamente intrecciati nonostante lo scorrere degli anni. Traduzione dall’inglese di Massimo Ortelio Euro 18,00 272 pagine. Neri Pozza editore.
Sebastian Faulks nasce a Donnington, nel Berkshire. Dopo la laurea a Cambridge nel 1974, lavora per il Daily Telegraph, il Sunday Mirror e, in qualità di direttore letterario, all’Independent. Nel 1984 pubblica il suo primo romanzo: A Trick of the Light. Con la trilogia francese, composta dai romanzi La ragazza del Lion d’Or, Il canto del cielo (BEAT 2012) e La guerra di Charlotte, ha conosciuto il grande successo internazionale. Con Neri Pozza ha pubblicato Dove batteva il mio cuore (2016).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tmall Culture conquista Parigi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2019

Tmall Culture, sotto l’egida del colosso di internet Alibaba e in collaborazione con il Dipartimento della pubblicità del Partito Comunista Cinese (CPC), comitato di Pechino, e con l’Ente cinese per il turismo culturale e la creatività, ha proposto all’Hôtel Salomon de Rothschild di Parigi la mostra “Il Paese delle Meraviglie degli imperatori cinesi”, ricreando un’esperienza immersiva nel fantastico mondo del Palazzo d’Estate e delle 12 sculture bronzee dello zodiaco cinese custodite nell’Antico Palazzo d’Estate. Il grandioso debutto oltreoceano di Tmall Culture ha conquistato la capitale francese grazie alle sue atmosfere cinesi.
Secondo quanto comunicato, alla cerimonia inaugurale erano presenti Tong Zhiwei, viceministro del Dipartimento della pubblicità del CPC, del comitato di Pechino, distretto di Haidian, Li Shaoping, consigliere culturale presso l’ambasciata cinese in Francia, e Di An, supervisore generale di Tmall Home Textiles. Ospite d’onore della mostra è stato il sindaco di Tours, città definita come “il giardino di Francia” per i suoi numerosi giardini reali e castelli. Il sindaco ha accolto calorosamente la mostra nell’ambito dell’interscambio culturale sui giardini. Nell’ambito di questo evento artistico, hanno catturato l’attenzione i prodotti culturali e creativi di Tmall Culture basati sul tema dei giardini reali. Nel corso degli ultimi anni questo settore è cresciuto esponenzialmente in Cina. In qualità di maggior piattaforma commerciale B2C nel mondo, Tmall sta aumentando gli investimenti nell’industria culturale e creativa, trasformandosi di giorno in giorno in un punto d’ingresso sul mercato cinese per musei e istituzioni artistiche di fama mondiale. Di recente è stato presentato Tmall Culture 2.0 che, secondo i programmi, nell’arco di 3 anni permetterà a tutti i musei internazionali di aprire store su Tmall, coadiuvandoli nella cooperazione transfrontaliera con 10.000 marchi e permettendo a un miliardo di persone di diventare consumatori di prodotti culturali e creativi. Attualmente su Tmall sono presenti 24 rinomati musei mondiali che hanno richiamato la partecipazione di oltre 2.400 brand in questo settore in pieno sviluppo.Quest’anno coincide inoltre con il 55° anniversario della nascita dei rapporti diplomatici tra Cina e Francia; Tmall Culture ha debuttato a livello internazionale in una capitale culturale del calibro di Parigi per promuovere gli scambi franco-cinesi, sia culturali che commerciali.Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Parigi il debutto della nuova maison italiana “FG Creative Studio”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 marzo 2019

Parigi. È un debutto importante quello della ‘FG Creative Studio’, che ha presentato le sue borse alla prestigiosa fiera internazionale Premiere Vision di Parigi. La nuova maison, rigorosamente Made in Italy, unisce la creatività nell’accessorio con l’attenzione al dettaglio, usando materiali assolutamente pregiati abbinandoli in modo innovativo.Grande protagonista è “Francy”, la creazione simbolo della maison e che ha riscosso enorme successo proprio a Parigi.L’unione tra la pelle e la roccia scaturisce simbolicamente dalla roccia di Afrodite, nei pressi di Pafo a Cipro, luogo che, secondo la tradizione, si rifà alla Teogonia di Esiodo da cui emerse l’Afrodite “Cipride”.“Come una Venere che sorge dalle acque così prendi corpo. Dall’acqua trovi la tua origine, sinuosa, altera ed elegante (razza e/o cocco) mentre affondi la tua forza nella roccia (marmo) sbocciando in un fiore dai 5 petali e ognuno esprime una tua qualità: individualità, intelligenza, volontà, ispirazione e genialità”.Françy è unica, come unica ed irripetibile è chi la possiede. Françy è uno scrigno, il proprio e personale “vaso di Pandora” che racchiude capricci, vanità, sicurezze, mondi, un tutto che fa rinascere il desiderio che procede come un incendio che travolge ogni regola, ogni conformismo portando ad osare ciò che fino ad oggi non si sarebbe mai osato. ‘FG Creative Studio’ racconta essenze, una narrazione di visioni personali, di donne forti e femminili, consapevoli dei molteplici ruoli nella vita.Lo sviluppo del nuovo brand si avvale di importanti collaborazioni che hanno già visto l’inserimento delle creazioni in vari shooting fotografici di moda per testate internazionali. (fonte: ComunicatiStampa.net)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conte va a Parigi e Berlino per farsi accreditare

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 giugno 2018

“Lo schema dei Presidenti del Consiglio non eletti dagli Italiani è sempre lo stesso. Appena nominati vanno a Parigi e Berlino per farsi accreditare dalle principali cancellerie europee. Conte ovviamente ha deciso di non fare eccezione. Questo nonostante il comportamento dei francesi di questi giorni gli avesse offerto la possibilità di provare a dimostrarsi diverso. In effetti candidarsi e farsi eleggere dagli Italiani è molto più difficile e complicato che andare a Parigi e Berlino. Per farsi votare dagli Italiani Conte avrebbe dovuto farsi conoscere e apprezzare. Avere delle idee e dei progetti per l’Italia. In tutta evidenza non ce l’avrebbe fatta. Allora meglio occupare il tempo con qualche viaggio in Europa senza dire agli Italiani nulla su cosa questo governo voglia fare su pensioni, lavoro, sanità, disoccupazione, infrastrutture, imprese. Come a voler nascondere la polvere sotto il tappeto. Gli Italiani meritano e vogliono altro”. Lo afferma in una nota Marco Marin, deputato di Forza Italia. (n.r. Dopo le parole offensive espresse sia dal portavoce della presidenza della repubblica francese sia da un collaboratore dello stesso Macron nei confronti del governo italiano e degli italiani c’era d’attendere un atteggiamento meno remissivo dell’Italia ed invece abbiamo incassato la “botta” e abbiamo provato a sorridere. Come dire tutto come prima, anzi peggio di prima per buona pace di Salvini e dei pentastellati.)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Parigi i ferrovieri francesi contro il neoliberismo di Macron

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

“Convergence des luttes” è la parola d’ordine con la quale la CGT ha organizzato una giornata di scioperi, proteste e cortei in tutta la Francia contro le politiche e le strategie neoliberiste di Macron, con ben 133 manifestazioni che hanno punteggiato il paese dal Nord al Sud. A trascinare la lotta sono i ferrovieri della SNCF – i primi entrati nel mirino degli ardori privatizzatori dell’Eliseo – giunti già all’ottavo giorno di sciopero dei 36 indetti da tutte le sigle sindacali contro le riforme di Macron, ma la giornata della rabbia ha portato in piazza tra gli altri anche i dipendenti della Sanità e delle Poste. L’Unione Sindacale di Base su invito della CGT è presente oggi alla manifestazione partita alle 14 dalla stazione di Montparnasse con destinazione Place d’Italie, per portare la solidarietà in prima persona ai lavoratori francesi esposti ai diktat neoliberisti di Macron e dei suoi sodali.
Altissima è stata l’adesione allo sciopero degli “cheminots”: viaggiano un solo Tgv su tre e due soli convogli regionali su cinque. Alla giornata di mobilitazione si sono aggiunti anche gli studenti, mentre i lavoratori del comparto energetico stanno pianificanzo azioni di appoggio allo sciopero dei ferrovieri.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France riapre i voli da Catania a Parigi dopo 27 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 marzo 2018

Dopo ben 27 anni Air France riapre i collegamenti da Catania a Parigi. Dal prossimo 27 marzo la compagnia aerea francese collegherà l’aeroporto Fontanarossa a Charles de Gaulle tre volte alla settimana, il martedì, il giovedì e il sabato. Il nuovo collegamento è previsto anche per la stagione invernale 2018-2019.I voli Air France Catania-Parigi, inaugurati per la prima volta nel 1987 e interrotti il 31 marzo 1991, saranno operati con aeromobili Airbus A319 e A320.
I nuovi voli si aggiungeranno a quelli del sabato e della domenica di KLM per Amsterdam, permettendo ai passeggeri in partenza da Catania di approfittare di comode coincidenze, entro le due ore di transito all’aeroporto di Parigi o Amsterdam, verso più di 100 destinazioni in Europa e 14 nel mondo.Orario voli Air France da Catania:
Catania (16h50) – Parigi CDG (19h35) martedì, giovedì e sabato
Parigi CDG (13h30) – Catania (16h05) martedì, giovedì e sabato
Orario voli KLM da Catania:
Catania (16h20) – Amsterdam (19h25) sabato e domenica
Amsterdam (12h40) – Catania (15h30) sabato e domenica
Il nuovo volo Air France non è l’unica novità del Gruppo Air France-KLM da Catania: la compagnia low cost del Gruppo, Transavia, che già vola tutti i giorni per Parigi-Orly e Amsterdam, aprirà due nuove rotte bisettimanali (il lunedì e il venerdì): per Lione, dal 6 aprile, e per Nantes, dal 1 giugno.“Il volo Air France per Parigi si affianca al recente volo KLM per Amsterdam, andando a rafforzare le possibilità di collegamento dalla Sicilia al resto del mondo. Dopo il successo del volo per Amsterdam, siamo orgogliosi di riportare Air France a Catania dopo 27 anni” dichiara Jerome Salemi, Direttore Generale Air France-KLM East Mediterranean.
“Bentornata Air France a Catania – commentano Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e AD di SAC, società di gestione dello scalo etneo – siamo compiaciuti per questa importante novità che, grazie al prestigio della compagnia aerea e dell’intero gruppo, aggiunge valore all’esperienza di viaggio di chi transita dall’aeroporto di Catania. La rotta su Parigi (Charles de Gaulle), hub collegato con il network mondiale di Air France-KLM, offre decine di coincidenze con scali intercontinentali: una ulteriore opportunità per incentivare e diversificare i flussi turistici in entrata e in uscita dalla Sicilia”.Prima, durante e dopo il viaggio, i clienti Air France possono beneficiare di diverse App gratuite sul proprio smartphone e tablet
– L’app Air France: indispensabile compagno di viaggio per organizzare il proprio itinerario in pochi clic. Tramite l’App si può acquistare il biglietto, ricevere la carta d’imbarco e gestire il proprio volo, accedere al conto Flying Blue e consultare gli orari di tutti i voli Air France.
– L’app Air France Music: relax e piacere. L’arte del viaggio secondo Air France è anche un invito a rilassarsi mentre si viaggia. Offre una vasta selezione musicale di artisti da tutto il mondo, sia noti che emergenti, da ascoltare durante il viaggio.
– L’app Air France Play: l’avventura ha inizio. Prima del volo, è possibile scaricare giornali e riviste, video e podcast musicali sullo smartphone o tablet senza costi aggiuntivi. Da 30 ore prima della partenza, si può accedere all’App tramite l’account Air France, l’account Flying Blue o il codice di prenotazione, e creare il proprio programma di intrattenimento personalizzato.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’arte è… Sublime! A Ottobre la nuova biennale di Parigi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

parigiParigi da Domenica 14 a Domenica 21 Ottobre 2018. (Orari: 11-20. Late opening Giovedì 18 fino alle 22 Hôtel National des Invalides, Cour du Dôme, place Vauban) Sublime, Biennale des Arts d’exception, intende raccogliere una selezione delle più prestigiose gallerie internazionali e maison d’alta gioielleria. La prima edizione di Sublime avrà luogo all’interno di un padiglione temporaneo di 3.600 mq, progettato dall’agenzia Décoral e costruito nei giardini dell’Hôtel des Invalides, accanto a place Vauban. La struttura avrà una cupola parzialmente vetrata che garantirà una spettacolare vista sugli edifici barocchi che ospitano la tomba di Napoleone e il Musée de l’armé. Proprio per celebrare il contesto l’ingresso del salone sarà presidiato da soldati in alta uniforme.Le partecipazioni saranno limitate ad un massimo di 50 per garantire la qualità delle gallerie e delle opere esposte: “Finalmente ho la libertà di dirigere un salone senza dover tenere conto delle esigenze di un sindacato” osserva Christian Deydier “e, non avendo la necessità di riempire troppi spazi, posso dire di no a chi non raggiunge i nostri standard”.
Hanno già confermato: Galerie De Jonckheere (maestri fiamminghi), Phoenix Ancient Art (archeologia), Jean-Gabriel Mitterrand (arte contemporanea), Berko Fine Paintings (pittura moderna), Xavier Eckhout (scultura), Laurence Vauclair (arti decorative) e Didier Claes (arte africana)
Si profila, quindi, una rassegna di particolare interesse per i collezionisti, anche grazie alla contemporaneità con la FIAC (Foire internationale d’art contemporain, dal 18-21 al 21 Ottobre al Grand Palais), con cui si stanno discutendo possibili sinergie.Il team di Sublime, inoltre, ha in programma una ventina di appuntamenti nelle più importanti capitali mondiali per presentare l’evento : “l’intento è riportare i collezionisti stranieri a Parigi e far ritrovare alla città il prestigio di una manifestazione unica” conclude Deydier. (photo: parigi)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parigi: La linea 14 nel 2018 compie vent’anni

Posted by fidest press agency su sabato, 13 gennaio 2018

Parigi10E’ stata infatti aperta al pubblico nel 1998 e si sviluppa lungo nove fermate che vanno da Gare Saint-Lazare a Olympiades, attraverso il centro di Parigi. Partendo da Nord, ovvero dal capolinea di Saint-Lazare, l’occasione è subito ghiotta per fare un giro nei dintorni e cimentarsi in una seduta di shopping nei mitici Magasin Printemps Paris Haussmann che si trovano ad appena trecento metri, su Boulevard Haussman.
La seconda fermata, quella di Madeleine, permette di immergersi nuovamente in un mondo di lusso e raffinatezza: a pochi passi si trova infatti il Musée du Parfum Fragonard. Il museo svela ai visitatori tutti i segreti della produzione di profumi della famosa Maison Fragonard, dalla materia prima alla profumeria, in un vero e proprio viaggio olfattivo che stupirà adulti e bambini. Si rimane incantati davanti a una così preziosa collezione di boccette di profumo risalenti all’antichità fino ai giorni nostri e si viene completamente immersi nell’atmosfera di una fabbrica di profumi che iniziò la sua produzione alla fine del XIX secolo. Scendendo a Pyramide, invece, è possibile ammirare l’insieme monumentale del Palais-Royal con il suo palazzo e i suoi parigi11incantevoli giardini. Creato dal cardinale Richelieu nel 1633, il Palais Royal accolse le famiglie reali fino alla costruzione di Versailles: oggi i tranquilli giardini sono racchiusi in uno splendido complesso architettonico che guarda al futuro con le sculture contemporanee di Buren e Bury. Impossibile non citare il Louvre, altra importante attrazione che si trova a pochi passi da qui: il Museo più famoso di Francia non ha bisogno di presentazioni, è la mecca di tutti gli appassionati d’arte e non solo, il tempio dell’arte occidentale dal Medioevo al 1848, lo scrigno dove scoprire opere risalenti alle antiche civiltà orientali, egiziane, greche, etrusche, romane, oltre alle arti grafiche e alle arti islamiche per un totale di circa trentacinquemila opere. Inoltre, la fermata Pyramide è un invito a scoprire anche il Musée des arts décoratifs: situato in un’ala del Louvre, questo museo, spesso sede di imperdibili mostre temporanee, offre ai visitatori un tuffo nell’art de vivre, dal Medioevo ai tempi contemporanei, attraverso un percorso lungo il mondo delle arti decorative, del design, della moda e del tessile, della pubblicità e del design grafico.
Riprendendo il viaggio lungo la linea 14 “Ultra Violet” si giunge alla fermata Châtelet: ottimo pretesto per una bella passeggiata lungo rue de Rivoli – la larga strada voluta da Napoleone Bonaparte che con i sue tre chilometri va dagli Champs Elysées fino alle Tuileries e al Louvre passando per il Marais – alla scoperta dei suoi negozi, un vero e proprio susseguirsi di piacevoli tentazioni per gli amanti dello shopping. Per un po’ di arte dopo tanti acquisti, l’indirizzo da segnare è invece 59 Rue de Rivoli, sede dell’eccentrico aftersquat, un collettivo di artisti autogestito e aperto al pubblico gratuitamente, considerato il quartier generale dell’arte alternativa di Parigi.
parigi12A due passi da lì è da vedere anche Tour Saint-Jacques, una torre in stile gotico fiammeggiante alta circa cinquantadue metri, che svetta da sola nel mezzo del piccolo giardino che porta il suo nome. Costruita tra il 1509 e il 1523, la Tour Saint-Jacques è l’unica traccia rimasta dell’Eglise Saint-Jacques-de-la-Boucherie, che venne distrutta nel 1797. Questo santuario era il punto d’incontro della Via Toronensis nel pellegrinaggio verso Santiago de Compostela.Prochain arrêt: Gare de Lyon. Questa fermata vale essa stessa una visita, trattandosi di una delle più belle stazioni parigine. Costruita nel 1855, andò quasi completamente distrutta a causa di un incendio durante la Comune di Parigi nel 1871. In occasione dell’Esposizione Universale del 1900, la stazione fu completamente ricostruita su un progetto dell’architetto Marius Toudoire. Il nuovo edificio, con la sua meravigliosa facciata su Place Diderot (oggi Place Louis-Armand) e una torre dell’orologio di 67 metri, fu inaugurato il 6 aprile 1901. La Gare de Lyon è inoltre famosa per il suo ristorante Le Train Bleu, uno dei ristoranti più iconici della capitale.Per una pausa nel verde è perfetta la fermata di Bercy: il Parco da cui prende il nome, Parc de Bercy, è situato in una zona precedentemente occupata da magazzini di vino e conserva ancora una eco del suo passato, grazie alla presenza di un vigneto e di una vecchia linea ferroviaria. Amato dai parigini che qui vengono a passeggiare o a fare sport, è il luogo ideale per rilassarsi lontano dalla frenesia della città. Il parco è composta da tre giardini: il “Jardin romantique”, con un piccolo laghetto popolato da anatre e gigli, “Les Parterres”, dedicato alle attività botaniche e “Les Prairies” con i suoi ampi prati ombreggiati.Cour Saint-Émilion è la fermata ideale per raggiungere Les Pavillons de Bercy, che comprende Le Musée des Arts Forains, Le Théâtre du Merveilleux, Les Salons Vénitiens e Le Théâtre de Verdure, luoghi ricchi di storie da raccontare che accolgono oltre duecentomila visitatori ogni anno. Il museo delle arti fieristiche ospita la ricostruzione di un antico parco giochi con giostre e attrazioni, catapultando il visitatore direttamente nel 1900, quella che fu l’età d’oro dei luna park. Nel teatro delle meraviglie, invece, il reale e il virtuale si incontrano regalando un’esperienza indimenticabile tra illusioni e sorprese, grazie a uno scenario che rende omaggio alla forma di intrattenimento popolare nel XIX secolo, ovvero il teatro “delle meraviglie e le sue fantasmagorie”. Les Salons Vénitiens è invece ispirato allo stile dei palazzi veneziani del XVIII secolo ed è ricostituito e parigi13allestito per un perfetto ricevimento di carnevale. A tutta questa meraviglia si aggiungono i suggestivi giardini de Le Théâtre de Verdure.La fermata Bibliothèque François Mitterrand parla chiaro: l’attrazione maggiore da queste parti è proprio la Biblioteca Nazionale di Francia dedicata all’ex Presidente Mitterand, progettata dall’architetto Dominique Perrault con legno, vetro e acciaio e inaugurata nel 1996. Su ciascuno dei quattro angoli di questa enorme piazza si erge una torre a forma di libro aperto: l’insieme architettonico risulta arioso e armonico, nonostante la natura monumentale della costruzione. Le sale di lettura si affacciano sulla piattaforma centrale, con un giardino interno che richiama lo stile di una foresta urbana. All’interno, i visitatori possono ammirare due enormi e spettacolari mappamondi di Luigi XIV e prendere parte a un nutrito programma di grandi mostre temporanee. All’esterno, un cinema, un food truck e numerosi ristoranti forniscono all’area un’atmosfera vivace. Eccoci giunti al capolinea, Olympiades: il tour lungo la metro viola di Parigi termina con un po’ di relax nel Parc de Choisy, un parco di ispirazione classica, di forma rettangolare, con una grande piscina ornamentale aree giochi e angoli tranquilli per rilassarsi nel verde o ammirare la grande varietà di alberi presenti, tra cui cenere, tiglio e ginkgo biloba.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Saldi invernali 2017 a Parigi: 10 gennaio 2018 e altri eventi

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 gennaio 2018

parigi2I saldi invernali a Parigi dureranno 6 settimane come quelli estivi. Non perdete l’occasione per fare uno po’ di shopping parigino e comprare quel capo o quel paio di scarpe su cui avevate messo gli occhi ad un prezzo più conveniente.
I saldi sono una grande occasione per “far girare l’economia”, ma anche per acquistare quel capo notato da tempo in vetrina. Secondo la legge di modernizzazione dell’economia del 4 agosto 2008 i saldi in Francia e a Parigi si svolgono in due periodi dell’anno molto precisi:
Saldi invernali, iniziano il secondo mercoledi di gennaio alle ore 8.00. Se la data corrispondente cade oltre il 12 gennaio, la data d’inizio viene anticipata al primo mercoledi di gennaio.
Saldi estivi, iniziano l’ultimo mercoledi di giugno alle ore 8.00. Se la data corrispondente cade oltre il 28 giugno, la data d’inizio sarà quella del penultimo mercoledi.Alcuni dipartimenti di Francia come la Moselle, i Pyrénées-Atlantiques, la Guyana e la Réunion applicano un calendario leggermente diverso. Entrambi i periodi di saldi hanno comunque una durata di 5 settimane e si ripetono tutti gli anni.I periodi dei saldi estivi ed invernali sono divisi generalemente in démarques, solitamente tre. La prima settimana i prezzi sono scontati in media del 30%, passano al 40%-50% circa due settimane dopo con la seconda démarque, e arrivano alla terza con percentuali di riduzione anche superiori al 50%. Durante i saldi i negozianti sono infatti autorizzati eccezionalmente a vendere anche a perdita.I commercianti possono applicare durante il resto dell’anno uno o due periodi complementari di saldi, per una durata totale di due settimane. Spesso vengono divisi tra metà aprile e ottobre. È questo il periodo in cui potrai fare gli affari migliori.
Chi passa da Parigi dal 2 al 4 febbraio e vuole vivere un’esperienza insolita e divertente dovrebbe prendere nota di questo nome: Paris Face Cachée. In occasione di questo evento, infatti, vengono aperti al pubblico un centinaio di luoghi solitamente vietati e chiusi, vengono proposte avventure insolite in luoghi pubblici e spettacoli in posti atipici, come la torretta della Gare de Lyon. Storia, arte, fisica, scienza, innovazione, gastronomia… ce n’è per tutti i gusti, basta scegliere il tema, ma il programma rimane segreto – caché – fino all’ultimo.
Dopo lo shopping e il divertimento, un po’ di cultura: dal 16 al 19 marzo, il Salone del Libro Livre Paris di Porte de Versailles è l’occasione giusta per immergersi nell’affascinante mondo dell’editoria. L’evento letterario più famoso di Francia, che si tiene da più di trent’anni, ha già attirato oltre 1.200 editori e 4.500 scrittori e dato risalto al libro in tutte le sue forme: romanzi, saggi, volumi sull’arte, fumetti, libri per bambini, guide di cucina… E chi ama la letteratura francese contemporanea può sperare nell’incontro con il proprio autore preferito: ogni giorno, diverse sessioni di firma copie consentono ai visitatori di conoscere dal vivo gli scrittori e gli illustratori più apprezzati del momento. L’evento permette inoltre di scoprire di più sul panorama editoriale di altre nazioni: ogni anno il Salone ospita un Paese straniero e, nel 2018, la protagonista sarà la Russia. Non solo: è ricchissimo anche il programma gratuito di eventi paralleli, con mostre, laboratori e suggestive passeggiate letterarie lungo la Senna.
Con l’arrivo della primavera, niente di meglio che uscire all’aria aperta per una corsetta: a Parigi è il momento della maratona. La Marathon de Paris, che si terrà l’8 aprile, parte niente meno che da Avenue des Champs-Elysées per poi proseguire per 42,195 chilometri lungo le strade più belle della città. Conosciuta per essere una delle maratone urbane più suggestive, la corsa passerà da alcuni dei monumenti più emblematici della capitale, toccando Rue de Rivoli, il Louvre, Place de la Bastille e poi via lungo le rive della Senna e attraverso il Bois de Vincennes e il Bois de Boulogne. Atleti o semplici appassionati pronti a fare il tifo: gioia, sudore ed emozione sono garantite per tutti.
(foto: parigi)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »