Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°85

Posts Tagged ‘parlamento europeo’

Parlamento europeo: Anteprima della sessione 11 -14 marzo 2019

Posted by fidest press agency su domenica, 10 marzo 2019

Strasburgo Dibattito sul futuro dell’Europa con il primo ministro slovacco Peter Pellegrini Martedì alle 10.00, i deputati discuteranno il futuro dell’Europa con il primo ministro slovacco Peter Pellegrini. Questo sarà il diciottesimo di una serie di dibattiti tra i deputati e i capi di Stato e di governo dell’UE. Il premier Pellegrini e il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, terranno un punto stampa congiunto dopo il dibattito intorno alle 12.30, davanti alla sala protocollo del Parlamento.
I deputati discuteranno le priorità per il Summit UE del 21-22 marzo Mercoledì mattina i deputati discuteranno con la presidenza rumena del Consiglio e la Commissione le priorità per il prossimo Consiglio europeo. La riunione primaverile dei capi di Stato e di governo dell’UE si concentra tradizionalmente sull’occupazione, la crescita e la competitività. I leader dell’UE discuteranno anche la strategia a lungo termine per combattere i cambiamenti climatici, le relazioni esterne (in particolare il vertice UE-Cina del 9 aprile) e i modi per combattere la disinformazione e proteggere l’integrità democratica delle elezioni europee e nazionali. Nel corso del dibattito, i deputati potranno anche commentare l’esito del voto sull’accordo sulla Brexit, che si terrà alla Camera dei Comuni del Regno Unito il 12 marzo, e valutarne le conseguenze.
Brexit: limitare l’impatto negativo del “no deal” sui cittadini. Per garantire il minor disagio possibile a cittadini e imprese, i deputati voteranno delle misure su trasporto aereo e stradale, Erasmus, sicurezza sociale e pesca.Su richiesta del Parlamento europeo e del Consiglio, la Commissione europea ha proposto delle misure di emergenza per mitigare gli effetti di un ritiro del Regno Unito dall’UE senza un accordo. Le misure di emergenza non replicano i benefici dell’adesione o di un periodo di transizione. Sono limitate nel tempo e adottate unilateralmente dall’UE a condizione che il Regno Unito adotti misure analoghe (reciprocità).Le misure legislative che saranno votate mercoledì con procedura d’urgenza, nel contesto del ritiro del Regno Unito dall’UE, includono:
Proseguimento del programma europeo di coesione e cooperazione territoriale PEACE IV tra Irlanda, Irlanda del Nord e Scozia ( (A8-0021/2019 – 150) MIHAYLOVA REGI)
Autorizzazione alla pesca per i pescherecci dell’UE nelle acque del Regno Unito e operazioni di pesca dei pescherecci britannici nelle acque dell’UE (I PECH)
Consentire a studenti e insegnanti Erasmus nel Regno Unito o dal Regno Unito di completare la loro attività di apprendimento permanente all’estero (I ZDROJEWSKI CULT)
Garantire ai cittadini dell’UE nel Regno Unito e ai cittadini del Regno Unito nell’UE-27 il mantenimento delle prestazioni di sicurezza sociale acquisite prima del ritiro.(26/02) HARKIN, LAMBERT EMPL)
Misure temporanee volte a garantire che gli operatori evitino la piena interruzione delle operazioni di trasporto tra il Regno Unito e l’Unione europea, consentendo agli operatori britannici del trasporto merci e degli autobus di fornire servizi tra l’UE e il Regno Unito, a condizione che il Regno Unito garantisca un accesso equivalente agli operatori dell’UE (votazione: 13/02/2019) (A8-0063/2019 – 150) DE MONTE TRAN
Misure temporanee per consentire alle compagnie aeree britanniche di fornire servizi tra il Regno Unito e l’UE, a condizione che il Regno Unito garantisca un accesso equivalente alle compagnie aeree dell’UE. (votazione: 13/02/2019).
Autorizzazione all’esportazione di determinati prodotti utilizzati a fini civili e militari dall’UE nel Regno Unito (I (A8-0071/2019 – 150) BUCHNER INTA)
Clima: la tabella di marcia dell’UE fino al 2050 I deputati discuteranno gli obiettivi di riduzione a lungo termine delle emissioni di gas a effetto serra con il Consiglio e la Commissione, per adottare poi una risoluzione mercoledì.Il dibattito si concentrerà sulla recente comunicazione della Commissione europea che definisce i possibili scenari politici per l’UE per l’attuazione dell’accordo di Parigi. I deputati adotteranno quindi una risoluzione contenente le loro raccomandazioniAnche Il Consiglio adotterà la strategia nel corso dell’anno.Le parti firmatarie dell’accordo di Parigi sono invitate a comunicare, entro il 2020, le loro strategie di sviluppo a medio e a lungo termine per ridurre le emissioni di gas serra. Nella comunicazione “Un pianeta pulito per tutti” adottata il 28 novembre, la Commissione ha presentato la sua visione strategica a lungo termine per un’economia a impatto climatico zero entro il 2050, oltre che otto possibili percorsi. Questo dibattito dovrebbe consentire all’UE di adottare e presentare all’UNFCCC, entro il 2020, una strategia ambiziosa e di definire la futura politica climatica ed energetica dell’UE.
Contrasto alla minaccia informatica proveniente dalla Cina Martedì, i deputati voteranno una risoluzione sulle minacce alla sicurezza connesse alla presenza tecnologica cinese nell’UE e adotteranno il regolamento UE sulla cyber-sicurezza. L’aumento della presenza tecnologica della Cina nell’UE pone gravi minacce alla sicurezza che richiedono un’azione urgente a livello europeo. È quanto si afferma nel progetto di risoluzione, che sarà votato martedì.In una votazione separata, prevista sempre per martedì, i deputati voteranno l’accordo raggiunto con i Ministri UE sul regolamento sulla cyber-sicurezza. La legislazione rafforzerà la sicurezza informatica in Europa, istituendo un sistema europeo di certificati di sicurezza informatica per prodotti, processi e servizi. Il regolamento, inoltre, estenderà il mandato dell’agenzia dell’Unione europea per la cyber-sicurezza (ENISA), stanziando maggiori risorse per consentirle di raggiungere i suoi obiettivi.
Elezioni europee 2019: contrastare la propaganda ostile I deputati intendono proteggere le democrazie europee da parte di attori stranieri che diffondono informazioni errate o che utilizzano impropriamente i dati personali. La votazione di martedì consentirà di introdurre sanzioni finanziarie per i partiti politici e le fondazioni europee che violano deliberatamente le leggi sulla protezione dei dati.Casi recenti come lo scandalo Facebook/Cambridge Analytica hanno dimostrato come l’uso improprio dei dati personali possa minare i processi democratici. Le nuove regole sono già state concordate in via informale dagli Stati membri e saranno in vigore prima delle elezioni europee del maggio 2019. Inoltre, i deputati voteranno mercoledì una risoluzione che fa il punto sulle misure adottate dall’UE per contrastare la propaganda ostile da parte di attori stranieri e per promuovere l’uso di nuove tecnologie per la lotta alla propaganda e agli account falsi attivi sui social media. Inoltre, nel progetto di risoluzione si condannano fermamente i tentativi sempre più aggressivi da parte di Russia, Cina, Iran e Corea del Nord di minare “i fondamenti e i principi normativi delle democrazie europee e la sovranità di tutti i paesi del partenariato orientale”, influenzando le elezioni politiche e fornendo sostegno ai movimenti estremisti.
Il Parlamento prende posizione sulle relazioni UE-Russia. Una risoluzione che sarà votata martedì afferma che l’UE dovrebbe considerare ulteriori sanzioni se la Russia continuerà a violare il diritto internazionale.I deputati suggeriscono che l’UE dovrebbe rivedere il suo attuale accordo di partenariato e cooperazione (APC) e limitare la cooperazione con la Russia a settori di interesse comune, come la lotta al terrorismo e al cambiamento climatico.Relazioni più strette sarebbero possibili solo se la Russia attuasse pienamente i cosiddetti accordi di Minsk per porre fine alla guerra nell’Ucraina orientale e iniziasse a rispettare il diritto internazionale. Nel frattempo, l’UE deve essere pronta ad adottare ulteriori sanzioni, in particolare contro singoli individui. I deputati osservano inoltre che le sanzioni dovrebbero essere proporzionate alle minacce poste dalla Russia. Nel dicembre dello scorso anno il Consiglio ha esteso le sanzioni economiche fino al 31 luglio 2019.
Sicurezza: maggiore condivisione delle informazioni sui cittadini di paesi terzi. L’istituzione di un nuovo sistema d’informazione dell’UE e l’aggiornamento di un altro permetteranno una condivisione più efficiente e rapida delle informazioni sui controlli alle frontiere.I deputati discuteranno lunedì e voteranno martedì una proposta legislativa che istituisce una nuova banca dati centralizzata sui cittadini dei paesi terzi (ECRIS-TCN) per migliorare la tracciabilità dei casellari giudiziari dei cittadini di paesi terzi in tutta l’UE.La banca dati integrerà il sistema europeo di informazione sui casellari giudiziali (ECRIS) utilizzato per lo scambio di informazioni sulle condanne a carico di cittadini dell’UE. I negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno già raggiunto un accordo preliminare sulla materia a dicembre.I deputati voteranno inoltre la loro posizione sulla riforma del sistema di informazione visti (VIS) per rispondere meglio alle continue sfide in materia di migrazione e sicurezza, rendendo il sistema più funzionale e potenziando lo screening dei cittadini di paesi terzi, compresi quelli residenti per soggiorni di lunga durata o in possesso del cosiddetto “visto d’oro” (golden visa).
Aria pulita: il PE chiede migliore applicazione delle norme UE. I deputati voteranno mercoledì delle misure per ridurre l’inquinamento dell’aria, in seguito al deferimento di molti paesi UE, Italia inclusa, per non aver rispettato i target di riduzione. Secondo il testo della risoluzione, il miglioramento della qualità dell’aria richiede un’azione a tutti i livelli di governance. La riduzione dell’inquinamento atmosferico e delle emissioni di CO2 nel settore dei trasporti, rappresentano una duplice sfida da affrontare nelle aree urbane. Nelle zone rurali, invece, l’inquinamento è principalmente causato dalle emissioni di ammoniaca e metano.
Nuove regole contro le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare. Il progetto di legge UE per proteggere gli agricoltori da pratiche commerciali sleali delle aziende acquirenti e distributrici sarà discusso in plenaria mercoledì e votato giovedì. Le nuove norme, concordate provvisoriamente con i ministri dell’UE a dicembre, mirano a introdurre un migliore equilibrio nella filiera alimentare. I ritardi nei pagamenti per i prodotti consegnati, le cancellazioni unilaterali tardive o le modifiche retroattive dell’ordine, il rifiuto dell’acquirente di firmare un contratto scritto con un fornitore e l’uso improprio di informazioni riservate figurano tra le pratiche che saranno vietate dalle nuove regole.Altre pratiche, come la restituzione dei prodotti invenduti al fornitore senza pagarli, l’obbligo per i fornitori di pagare la pubblicità dei prodotti o l’imposizione di sconti al fornitore, saranno anch’esse vietate, a meno che non siano state concordate preventivamente nel contratto di fornitura.
Crediti deteriorati: nuove misure per coprire le perdite. Giovedì, i deputati voteranno in via definitiva l’introduzione di nuove norme UE per la copertura minima standard dei crediti in sofferenza.Le norme da adottare contengono nuove misure per mitigare il rischio di futuri crediti deteriorati (‘non-performing loans’, NPL) che si sono accumulati in seguito alle recessioni causate dalla crisi finanziaria del 2008. Queste contribuiranno a rafforzare l’Unione bancaria e a garantire la concorrenza nel settore bancario, nonché a preservare la stabilità finanziaria e a incoraggiare l’erogazione di prestiti alle imprese. Gli NPL sono prestiti scaduti da oltre 90 giorni o il cui rimborso integrale è diventato improbabile. A complemento delle norme esistenti in materia di fondi propri, il Parlamento voterà per introdurre una copertura minima comune delle perdite. Queste prevedono che ogni banca nell’UE dovrà mettere da parte una liquidità per coprire le perdite causate da prestiti futuri che potrebbero andare in sofferenza. Qualora in futuro gli NPL non siano sufficientemente coperti da questa disponibilità, alle banche sarà chiesto di mettere mano ai propri fondi.
Voto sui candidati alla vigilanza finanziaria dell’UE. Giovedì il PE voterà sulla nomina dei candidati a posti di controllo del sistema di vigilanza finanziaria, tra le preoccupazioni dei deputati per la sottorappresentanza delle donne.I tre voti esprimeranno il parere del Parlamento sull’idoneità di Philip Lane, José Manuel Campa e Sebastiano Laviola a ricoprire rispettivamente i posti di membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea (BCE), presidente dell’Autorità bancaria europea (EBA) e di membro del Comitato di risoluzione unico (SRB).Contemporaneamente sarà votata anche una risoluzione che denuncia lo scarso equilibrio di genere nelle nomine per gli affari economici e monetari dell’UE. Il voto in plenaria segue quello in commissione parlamentare affari economici e monetari, che la scorsa settimana ha espresso parere favorevole sulle tre nomine.
Facilitare l’accesso a beni e servizi da parte di disabili e anziani. Prodotti e servizi di largo uso, come smartphone, bancomat, biglietterie automatiche e servizi bancari, dovranno essere resi più accessibili alle persone con disabilità. La Legge europea sull’accessibilità, che sarà votata dal Parlamento mercoledì, è stata concordata provvisoriamente con il Consiglio lo scorso novembre. Essa mira a migliorare la vita quotidiana dei disabili e degli anziani, incoraggiando le imprese a innovare e a fornire prodotti e servizi più accessibili.Anche l’”ambiente edificato” in cui viene fornito il servizio (infrastrutture quali rampe, porte, scale, ecc.) dovrebbe diventare sempre più accessibile, affermano i legislatori dell’UE, invitando gli Stati membri ad allineare il più possibile le caratteristiche e i criteri di costruzione.Tutti i beni e i servizi che soddisfano i requisiti di accessibilità potranno circolare liberamente nel mercato interno.Oggi circa 80 milioni di persone nell’UE vivono con una disabilità di un certo grado. Un numero destinato ad aumentare di pari passo all’invecchiamento della popolazione europea.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni commissioni e delegazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 24 febbraio 2019

Bruxelles Settimana 25 febbraio – 3 marzo 2019
Reati finanziari e evasione fiscale. La commissione speciale Reati finanziari, evasione fiscale e elusione fiscale, istituita dagli eurodeputati in seguito alle numerose rivelazioni dei media (Luxleaks, Panama Papers, Football Leaks e Paradise Papers), approverà i risultati finali e le raccomandazioni di 12 mesi di inchiesta, comprensivi di 18 audizioni, 10 incontri con ministri delle finanze, commissari europei e altre autorità e 4 missioni di indagine. Una conferenza stampa è prevista alle 10:30 (mercoledì).
Nomina del Procuratore capo europeo. I candidati selezionati per il primo incarico di Procuratore capo dell’Unione europea per i reati contro il bilancio europeo e le frodi legate alle imposte sul valore aggiunto saranno interrogati in un’audizione pubblica dalle commissioni Libertà civili e Controllo dei bilanci. Sono Jean-François Bohnert dalla Francia, Laura Codruţa Kövesi dalla Romania e Andres Ritter dalla Germania (martedì).
Brexit / social security. La commissione Occupazione e affari sociali voterà una serie di misure di emergenza per i cittadini dell’Unione europea e del Regno Unito da applicare in caso di Brexit senza accordo (martedì).
Regole sul copyright digitale. In commissione Affari giuridici sarà votato un accordo informale tra il Parlamento europeo e i negoziatori del Consiglio per assicurare che diritti e doveri della legge sul copyright si applichino anche a internet (martedì).
Serbia e Kosovo. Una delegazione della commissione Affari esteri incontrerà i leader politici di Belgrado e Pristina, nonché parlamentari nazionali e rappresentanti dell’opposizione e della società civile per valutare la situazione politica e fare il punto sulle relazioni attuali di Serbia e Kosovo con l’Unione europea, compreso quanto riguarda le riforme stabilite di comune accordo e il lavoro di facilitazione del dialogo tra Serbia e Kosovo (da mercoledì a sabato).
Pena di morte. Nel Parlamento europeo si terrà l’apertura del settimo Congresso mondiale contro la pena di morte. L’evento riunirà eurodeputati, ospiti di alto livello, tra cui il capo della politica estera dell’Unione europea Federica Mogherini e il ministro degli Affari esteri belga Didier Reynders, e vari rappresentanti del movimento di abolizione della pena di morte (mercoledì).
Proiezioni di seggi per il prossimo Parlamento. Sarà pubblicata la seconda serie di proiezioni per la composizione del prossimo Parlamento europeo. I dati si basano su una selezione di sondaggi condotti da istituti nazionali di ricerca nei vari Stati membri (venerdì).
Agedel presidente. Il Presidente Antonio Tajani sarà a Washington per incontrare il Segretario al Commercio degli Stati Uniti Wilbur Ross, il Segretario Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani Luis Almagro e la Presidente della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America Nancy Pelosi. (mercoledi) Nel contesto del dialogo transatlantico, incontrerà anche membri del Congresso. Giovedì,sarà a New York per visitare il National September 11 Memorial & Museum, fare un discorso alla Columbia University per il World Leaders Forum e incontrare il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: “Europa Creativa 2021-2027”

Posted by fidest press agency su domenica, 24 febbraio 2019

Bruxelles: Via libera della commissione Cultura del Parlamento europeo – con 28 voti a favore e 1 astenuto – al regolamento relativo al programma “Europa Creativa 2021-2027”, che ora approderà in plenaria a marzo – o al più tardi in aprile – per poi affrontare l’ultimo esame del Consiglio dei ministri in autunno, dopo quindi le elezioni europee. Diverse le novità introdotte nel corso delle discussioni di questi mesi, come misure specifiche a favore della mobilità degli artisti, del patrimonio culturale e dell’architettura, del design e della moda, del settore musicale e della pluralità dei media. Relatrice del provvedimento è Silvia Costa (S&D), che in Commissione si è battuta per riaffermare il ruolo della cultura come asset strategico per lo sviluppo del progetto europeo.Tra le criticità emerse c’è senza dubbio quella delle risorse. Il programma, ha spiegato ad AgCult la Costa, “si trova in condizioni di grave sottofinanziamento e presenta tassi di riuscita estremamente bassi”, elementi che agiscono come un fattore dissuasivo, causando frustrazione nei confronti del programma e scoraggiando molti potenziali partecipanti dal presentare la propria candidatura. Per queste ragioni, la Costa ha esortato ad “aumentare considerevolmente” il bilancio dagli 1,4 miliardi di euro proposti a 2,806 miliardi, raddoppiando quindi l’attuale bilancio, come richiesto in occasione del lancio dell’Anno europeo del patrimonio culturale tenutosi a Milano nel dicembre 2017.“Mi auguro – ha aggiunto – che la nostra indicazione di mettere più risorse sia accolta dal Consiglio dei ministri di fine anno. L’auspicio è che non prevalgano logiche nazionaliste, di riduzione delle risorse, di ritorno indietro, rispetto a un’azione molto significativa che abbiamo portato avanti”, ha spiegato l’europarlamentare dem.“Tendenzialmente sui nodi più importanti ho trovato un buon compromesso con i colleghi e alla fine il testo uscito è interessante e ci sono anche alcune novità. Tra queste, ai due obiettivi base del programma – che sono più cooperazione e più competitività – ho premesso un primo obiettivo generale incentrato sul valore intrinseco della cultura e dell’arte in tutte le sue componenti. Collegato a questo, ho messo fra gli obiettivi specifici la mobilità degli artisti e dei professionisti culturali. C’è poi il sostegno a progetti per il patrimonio culturale, la linea dedicata alla musica e la nuova forma di promozione transnazionale della lettura e dell’editoria europea”. C’è poi un riferimento al valore aggiunto dell’Ue, come condizione necessaria per ricevere sostegno dal programma, ponendo l’accento, in particolare, sul senso di appartenenza che la cultura offre ai cittadini e incoraggiando la narrazione delle radici comuni e dell’unità nella diversità. (Silvia Costa parlamentare europea)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni commissioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Bruxelles Settimana 18 – 24 febbraio 2019. Erasmus. La Commissione CULT, cultura e istruzione, voterà le regole di finanziamento per il nuovo programma Erasmus per il periodo 2021-2027. Il nuovo programma punta a creare, entro il 2025, uno Spazio europeo dell’istruzione, promuovendo la mobilità transfrontaliera per l’apprendimento di studenti, tirocinanti e studenti adulti (mercoledì).
Asilo e migrazione. La commissione LIBE per le libertà civili voterà le norme di finanziamento per il Fondo europeo per l’asilo e le migrazioni per il periodo 2021-2027. Il fondo fornirà sostegno agli Stati membri per gestire i flussi migratori, in particolare in materia di asilo, integrazione e contrasto all’immigrazione irregolare (martedì).
Sicurezza stradale. Gli standard di sicurezza a livello UE, da includere nei veicoli per limitare gli incidenti mortali e le lesioni gravi dovute a incidenti stradali, saranno sottoposti al voto della Commissione IMCO per il mercato interno e la protezione dei consumatori. Le caratteristiche proposte includono l’assistenza intelligente alla velocità, il monitoraggio della sonnolenza dei conducenti e altri strumenti per mitigare le lesioni in caso di collisione con pedoni e ciclisti.Questa proposta apre anche la strada ai veicoli a guida autonoma (giovedì).
Cambio climatico. La Commissione ENVI per l’ambiente darà il proprio contributo alla strategia climatica a lungo termine dell’UE, proponendo l’obiettivo di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2050. La strategia determinerà il modo in cui l’UE attuerà l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici (mercoledì).
Stato di diritto a Malta e in Slovacchia. La Commissione LIBE per le libertà civili voterà le conclusioni formulate dal gruppo di lavoro sul rispetto dello Stato di diritto, in particolare sulla corruzione e la libertà di stampa, istituita in seguito agli omicidi dei giornalisti Daphne Caruana Galizia e Ján Kuciak, a Malta e in Slovacchia (martedì).
Negoziati commerciali con gli Stati Uniti. La Commissione INTA per il commercio internazionale deciderà in merito al suo contributo al mandato negoziale della Commissione europea per i futuri negoziati commerciali con gli Stati Uniti. Il progetto di risoluzione suggerisce di non approvare il progetto di direttive di negoziato. Sono stati presentati anche emendamenti che vanno nella direzione opposta (martedì).
Agenda del Presidente. Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani terrà un intervento alla riunione interparlamentare del semestre europeo per la coordinazione economica e il discorso di apertura della tavola rotonda di alto livello sui Media audiovisivi e la Sfida della rivoluzione digitale (martedì).
Mercoledì, il presidente del Parlamento europeo incontrerà il presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Atteggiamenti offensivi di parlamentari europei nei confronti del Presidente Conte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 febbraio 2019

“Esprimo la solidarietà di Fratelli d’Italia al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in quanto rappresentante all’estero di questa Nazione. Ritengo che le insinuazioni, le accuse e gli atteggiamenti offensivi di parlamentari di altre nazioni nei confronti del nostro capo del governo debbano essere respinte e censurate. Fratelli d’Italia è all’opposizione di questo governo ma siamo infastiditi da un pezzo di sinistra che anche in questa occasione, così come avvenne con il governo Berlusconi, cerca di utilizzare alleati stranieri per condizionare la democrazia in Italia. Invito il presidente della Camera non solo a farsi latore di questo messaggio e condannare questi atteggiamenti che ledono il confronto e delegittimano lo spirito con il quale questa Nazione siede al Parlamento europeo ma anche a trasmettere un invito al presidente Conte, perché avremmo preferito che ieri facesse sonoramente sentire la sua voce, magari abbandonando quella sessione”.
Così il capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida intervenendo in aula sul dibattito di ieri al Parlamento europeo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giuseppe Conte: “L’Europa deve ascoltare il popolo”

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2019

Strasburgo Oggi in un dibattito in plenaria a Strasburgo sul futuro dell’Europa, il Presidente del Consiglio Conte ha detto: “Questa è un’occasione preziosa per invertire il processo di distacco fra governanti e governati, che se alimentato può portare all’implosione” del progetto europeo. L’Europa è di fronte “a un tornante decisivo”, “il popolo chiede con urgenza di essere ascoltato”, ha affermato il Presidente del Consiglio italiano Conte davanti al Parlamento europeo. Il presupposto essenziale per rilanciarlo sono “solidarietà e coesione fra gli stati membri”, ha aggiunto.
Politica estera
Fra le sfide da affrontare per rilanciare il processo di integrazione europea, Conte ha menzionato un seggio comune UE nel Consiglio di sicurezza ONU, il rafforzamento del rapporto con gli USA, un dialogo forte con Russia e Cina e la realizzazione della difesa europea comune.
Migrazione
“La gestione della migrazione e il completamento della struttura della governance finanziaria sono due sfide emblematiche per ripristinare fiducia e solidarietà in Europa”. Conte ha sottolineato che serve una soluzione stabile per la gestione dei flussi migratori, inclusi i cosiddetti movimenti secondari, basata su una vera solidarietà fra paesi membri. Il Presidente del Consiglio ha anche chiesto un nuovo approccio ai problemi dell’Africa, con un partenariato fra uguali.
Economia e crescita
Superare l’austerity significa “bilanciare crescita e stabilità” e impegnarsi a perseguire il valore della solidarietà sociale e dello sviluppo sostenibile, ha poi dichiarato Conte. Ha inoltre chiesto maggiori investimenti su giovani, istruzione e innovazione, e di dare priorità all’occupazione e alla creazione di strumenti per la crescita.Ha concluso chiedendo più poteri per il Parlamento europeo, inclusi quello di inchiesta e di iniziativa legislativa, per ridare credibilità all’Europa agli occhi dei cittadini.L’Europa è di fronte “a un tornante decisivo”, “il popolo chiede con urgenza di essere ascoltato”, ha affermato il Presidente del Consiglio italiano Conte davanti al Parlamento europeo.
Politica estera
Fra le sfide da affrontare per rilanciare il processo di integrazione europea, Conte ha menzionato un seggio comune UE nel Consiglio di sicurezza ONU, il rafforzamento del rapporto con gli USA, un dialogo forte con Russia e Cina e la realizzazione della difesa europea comune.
Migrazione
“La gestione della migrazione e il completamento della struttura della governance finanziaria sono due sfide emblematiche per ripristinare fiducia e solidarietà in Europa”. Conte ha sottolineato che serve una soluzione stabile per la gestione dei flussi migratori, inclusi i cosiddetti movimenti secondari, basata su una vera solidarietà fra paesi membri. Il Presidente del Consiglio ha anche chiesto un nuovo approccio ai problemi dell’Africa, con un partenariato fra uguali.
Economia e crescita
Superare l’austerity significa “bilanciare crescita e stabilità” e impegnarsi a perseguire il valore della solidarietà sociale e dello sviluppo sostenibile, ha poi dichiarato Conte. Ha inoltre chiesto maggiori investimenti su giovani, istruzione e innovazione, e di dare priorità all’occupazione e alla creazione di strumenti per la crescita.
Ha concluso chiedendo più poteri per il Parlamento europeo, inclusi quello di inchiesta e di iniziativa legislativa, per ridare credibilità all’Europa agli occhi dei cittadini.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

Strasburgo 11 – 14 febbraio 2019. Dibattito sul futuro dell’Europa con il Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte
Mercoledì pomeriggio, il Parlamento discuterà il processo di ritiro del Regno Unito dall’UE, nel giorno successivo al voto della Camera dei Comuni.
Protezione civile: risorse in comune per rispondere alle catastrofi
Martedì, i deputati voteranno una proposta di legge per rafforzare il Meccanismo di protezione civile UE, messo a dura prova nel 2017 e 2018 da incendi boschivi, tempeste e inondazioni.
Votazione finale sull’accordo di libero scambio UE-Singapore. Il Parlamento deciderà mercoledì se approvare gli accordi di libero scambio e di protezione degli investimenti raggiunti tra l’UE e Singapore.
Investire in tutte le regioni UE per rafforzare la coesione economica e socialeI deputati voteranno mercoledì le norme di finanziamento UE 2021-2027 e si dovrebbero opporre ai tagli dei fondi destinati alle regioni.
Un sistema UE di controllo sugli investimenti esteri. Il PE voterà giovedì la creazione del primo strumento UE per il controllo degli investimenti diretti esteri, che ha l’obiettivo di proteggere i settori strategici.
Altri temi all’ordine del giorno
· Uso medico della cannabis: proposte per una ricerca scientifica di qualità
· Uso medico della cannabis: proposte per una ricerca scientifica di qualità
· Sbloccare il potenziale di intelligenza artificiale e robotica
· Siccità: promuovere il riutilizzo dell’acqua per l’irrigazione agricola

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Venezuela: Il Parlamento europeo riconosce Guaidó, esorta l’UE a fare altrettanto

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 febbraio 2019

Bruxelles. I deputati europei hanno esortato l’Alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e gli Stati membri a riconoscere Guaidó come unico legittimo presidente ad interim del paese fino a quando non saranno indette nuove elezioni presidenziali libere, trasparenti e credibili per ripristinare la democrazia.In una risoluzione non vincolante, adottata con 439 voti a 104 e 88 astensioni, i deputati ribadiscono il loro pieno sostegno all’Assemblea nazionale, l’unico organo democratico legittimo del Venezuela, i cui poteri devono essere ripristinati e rispettati, comprese le prerogative e la sicurezza dei suoi membri.Dopo il riconoscimento del presidente ad interim, l’UE e i suoi Stati membri dovrebbero riconoscere i rappresentanti nominati dalle autorità legittime, aggiunge il PE.
I deputati condannano inoltre la feroce repressione e la violenza, che hanno provocato vittime, e chiedono alle autorità venezuelane de facto di far cessare tutte le violazioni dei diritti umani e far sì che i responsabili siano chiamati a renderne conto.A questo proposito, sostengono la richiesta del Segretario generale delle Nazioni Unite di condurre un’indagine indipendente e completa sulle uccisioni perpetrate.
L’Aula ha anche denunciato la detenzione di giornalisti che si occupano della situazione in Venezuela, tra cui diversi cittadini dell’UE, e ne hanno chiesto l’immediato rilascio.
Il Parlamento chiede all’Alto Rappresentante di impegnarsi con i paesi della regione per creare un gruppo di contatto, come indicato nelle conclusioni del Consiglio del 15 ottobre 2018, che possa mediare fra le parti e raggiungere un accordo sulla richiesta di “elezioni presidenziali libere, trasparenti e credibili sulla base di un calendario comune, di condizioni eque per tutti gli attori coinvolti, della trasparenza e del monitoraggio internazionale”.
Juan Guaidó, presidente dell’assemblea nazionale controllata dall’opposizione, si è dichiarato presidente ad interim del Venezuela il 23 gennaio, nel tentativo di estromettere il presidente Nicolás Maduro. Guaidó è stato riconosciuto come presidente legittimo del Venezuela da diversi paesi, tra cui Stati Uniti, Colombia, Argentina, Brasile, Cile e Canada.
A nome dell’UE, Federica Mogherini ha dichiarato il 26 gennaio il pieno sostegno all’Assemblea nazionale e ha chiesto l’urgente svolgimento di elezioni presidenziali libere, trasparenti e credibili, avvertendo che, in assenza di un annuncio nei prossimi giorni, l’UE intraprenderà ulteriori azioni, anche per quanto riguarda il riconoscimento della leadership del paese.Il Venezuela è sprofondato in una crisi sociale, economica e democratica. Più di tre milioni di persone hanno lasciato il paese e il tasso di inflazione supera il 1 650 000%.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Annuncio in plenaria sulla situazione in Venezuela

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 gennaio 2019

Bruxelles. La scorsa settimana, durante le manifestazioni contro il regime, il Presidente dell’Assemblea Nazionale Juan Guaidó si è autoproclamato presidente ad interim, sulla base delle disposizioni della Costituzione venezuelana.Gran parte della comunità internazionale lo ha, in seguito, riconosciuto come tale, in particolare gli Stati dell’America latina, Stati Uniti e Canada. Durante le proteste sono morte oltre 40 persone e quasi 900 manifestanti sono stati arrestati. Questa sera e sabato prossimo il popolo venezuelano tornerà nelle strade per chiedere democrazia, libertà e rispetto dei diritti umani.
Il Parlamento europeo durante questa legislatura si è già pronunciato otto volte sul Venezuela. Nessun altro Paese ha ricevuto tanta attenzione.Purtroppo, la situazione ha continuato a peggiorare e siamo giunti al punto di non ritorno. Il regime di Maduro ha portato oltre 3 milioni di persone a abbandonare il proprio Paese.Si tratta del più importante fenomeno migratorio nella storia dell’America Latina.Se le cose non cambieranno al più presto in Venezuela, la situazione si aggraverà ulteriormente, con conseguenze disastrose e ripercussioni in tutta la regione.Di fronte agli eventi della scorsa settimana, il Parlamento non può rimanere in silenzio.Ho parlato al telefono con il Presidente Guaidó, nostro unico interlocutore, per assicurargli l’appoggio del Parlamento europeo. Nel 2017 abbiamo consegnato il Premio Sakharov alla opposizione democratica del Venezuela.
Siamo stati la prima istituzione a denunciare le violazioni dei diritti umani, i primi a chiedere sanzioni contro il regime e una strategia regionale per aiutare a gestire la crisi dei rifugiati.Ad alcuni Paesi interessa esclusivamente il petrolio. A noi interessa la gente, ci interessano le sofferenze della popolazione venezuelana.Dobbiamo concentrarci non solo su come arrivare ad una soluzione pacifica ed una transizione democratica, ma anche riflettere su come ricostruire il Paese.Affinché la gente ritorni ad una vita normale e cessi la carenza di cibo e medicinali, il Venezuela ha bisogno di aiuto e di molti cambiamenti.Di fronte ad eventi di questa portata, quando è in pericolo la democrazia, non possiamo che schierarci per la libertà, e per i diritti umani, e contro chi li opprime.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Settimana 28 – 03 febbraio 2019

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Bruxelles Sessione plenaria e riunioni commissioni.
Giornata della memoria dell’Olocausto. Il Parlamento terrà una cerimonia per la Giornata internazionale della memoria dell’Olocausto alle 15.00, mercoledì. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani aprirà la seduta formale, seguirà un discorso di Charlotte Knobloch, ex presidente del Consiglio centrale ebraico in Germania ed ex vicepresidente del Congresso ebraico europeo e del Congresso ebraico mondiale.
Brexit. Il Parlamento discuterà della situazione attuale della Brexit, dopo il voto nella Camera dei comuni britannica del 29 gennaio. La decisione sull’esatta tempistica sarà presa dall’intero Parlamento all’inizio della sessione.
Venezuela. Gli eurodeputati valuteranno gli ultimi sviluppi in Venezuela e adotteranno in merito una risoluzione. La decisione finale verrà presa all’apertura della sessione di mercoledì.
Future dell’Europa/Juha Sipilä. Il primo ministro finlandese Juha Sipilä discuterà il futuro dell’Europa con i deputati europei giovedì mattina. Si tratta del sedicesimo di una serie di dibattiti in Europa tra capi di Stato o governo dell’UE e gli eurodeputati. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e il primo ministro Sipilä terranno una conferenza stampa dopo il dibattito.
Attacchi aggressivi contro chi è democraticamente eletto. In seguito ai recenti attacchi sia verbali sia fisici in diversi Stati membri dell’Unione, nel pomeriggio di mercoledì gli eurodeputati discuteranno su come combattere il clima di odio e violenza fisica contro chi è democraticamente eletto.
Stato di diritto in Ungheria. Gli eurodeputati valuteranno l’attuale situazione in Ungheria e discuteranno gli sviluppi avuti da settembre 2018 rispetto a stato di diritto e tutela dei diritti fondamentali.
Miglioramento del regolamento del Parlamento Europeo. Per rafforzare la trasparenza, il Parlamento voterà una serie di modifiche alle sue norme interne, quali la riforma degli standard di condotta degli europarlamentari (comprese norme di trasparenza e misure per prevenire le molestie) o le interrogazioni e le interpellanze parlamentari. Gli attori chiave coinvolti nel processo legislativo dovrebbero pubblicare online tutti gli incontri con i rappresentanti di interessi che rientrano nell’ambito del Registro per la trasparenza.
La commissione Libertà civili voterà martedì una nuova legge che aggiunge il Regno Unito all’elenco dei paesi i cui cittadini non hanno bisogno di un visto per entrare nell’UE. Sarà applicabile una volta che il Regno Unito diventerà un paese non UE e se i cittadini dell’UE che viaggiano nel Regno Unito saranno anch’essi esentati dall’obbligo del visto.
Mario Draghi. La commissione Affari economici e monetari si incontrerà lunedì con il presidente della BCE Mario Draghi per il regolare dialogo monetario al fine di discutere le attività della BCE e i progressi da compiere nel settore dell’unione bancaria. Questa dovrebbe essere l’ultima visita ufficiale di Mario Draghi al Parlamento prima che il suo mandato giunga al termine.
Agenda del presidente. Giovedì mattina il presidente Antonio Tajani avrà un incontro bilaterale con il primo ministro della Finlandia Juha Sipilä prima che quest’ultimo si rivolga ai deputati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo Riunioni commissioni: agenda settimanale

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 gennaio 2019

Bruxelles Settimana 21 – 27 gennaio 2019
Protezione dei consumatori. La Commissione IMCO per il mercato interno e la protezione dei consumatori voterà un aggiornamento delle norme UE sulla protezione dei consumatori. Le modifiche copriranno, tra i diversi aspetti, le sanzioni da imporre in caso di violazioni, la trasparenza dei mercati online, la protezione per chi utilizza servizi digitali “gratuiti” (ad es. app dei social media), vendita a domicilio e i doppi standard di qualità dei prodotti. Le modifiche normative fanno parte del pacchetto “New Deal for Consumers”.
Risarcimento per le vittime di incidenti stradali. I deputati della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori voteranno anche nuove regole sulle assicurazioni auto con l’obiettivo di migliorare la protezione delle vittime di incidenti stradali. Le disposizioni proposte riguardano il risarcimento delle vittime quando una compagnia di assicurazioni va in bancarotta, gli importi minimi di copertura assicurativa e i controlli per contrastare il fenomeno dei conducenti non assicurati.
Benessere degli animali. A seguito dei recenti reportage sui casi di maltrattamenti registrati nel trasporto degli animali, la Commissione AGRI per l’agricoltura chiederà agli Stati membri di applicare meglio le norme UE, sanzionare adeguatamente le infrazioni e studiare modi per ridurre i tempi di trasporto. Il trasporto può essere molto stressante per gli animali, a causa dello spazio ristretto e dell’accesso limitato al cibo e all’acqua, specialmente nei lunghi viaggi e per gli animali giovani come i vitelli, gli agnelli o i maialini.
Riforma della politica regionale e di coesione. Una revisione delle norme e delle condizioni relative al sostegno finanziario dei principali fondi dell’UE durante il periodo 2021-27 sarà votata dalla Commissione REGI per lo sviluppo regionale. Il voto copre i fondi UE per lo sviluppo regionale e sociale, per le politiche di coesione, per l’asilo e la migrazione, la sicurezza interna e le politiche di gestione delle frontiere, che vengono spesi e gestiti dagli Stati membri.
Riutilizzo dell’acqua in agricoltura. Una proposta legislativa che mira ad alleviare la scarsità d’acqua, nel contesto dell’adattamento ai cambiamenti climatici, aumentando l’utilizzo del riutilizzo dell’acqua per l’irrigazione agricola, sarà votata dalla Commissione ENVI per l’ambiente e sanità pubblica. La proposta cerca di garantire che l’acqua recuperata sia sicura, stabilendo standard qualitativi.
Accordo di libero scambio UE-Singapore. La Commissione INTA per il commercio internazionale voterà se approvare o meno l’accordo di libero scambio con Singapore che prevede l’eliminazione di praticamente tutte le tariffe sulle importazioni dell’UE nel paese asiatico. I diritti di proprietà intellettuale, le regole di origine e le clausole di sviluppo sostenibile fanno parte del pacchetto. Parallelamente, la Commissione voterà una risoluzione sulle controversie investitore-Stato tra le due parti (giovedì).
Agenda del Presidente. Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, terrà il discorso di apertura della cerimonia che si terrà in occasione del Giorno della Memoria dell’Olocausto e incontrerà il presidente della Georgia H.E. Salome Zurabishvili. L’incontro sarà seguito da un comunicato stampa congiunto.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su sabato, 12 gennaio 2019

Strasburgo 14-17 gennaio 2019. Dibattito sul futuro dell’Europa con il premier spagnolo Pedro Sánchez
Mercoledì alle 10.00, i deputati discuteranno del futuro dell’Europa con il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.
Dibattito sullo stato della Brexit dopo il voto della Camera dei Comuni
Alle 9.00 mercoledì, il Parlamento discuterà lo stato di avanzamento del ritiro del Regno Unito dall’UE, il giorno dopo il voto della Camera dei Comuni del 15 gennaio. Bilancio della presidenza austriaca e discussione su priorità della presidenza rumena
I deputati discuteranno le priorità della presidenza rumena del Consiglio con il primo ministro Dăncilă alle 15:00, dopo un dibattito mattutino con il cancelliere austriaco Kurz.
Dibattito sul vertice UE di dicembre e la riforma di Dublino.
Martedì mattina i deputati faranno il punto sui risultati della riunione dei leader UE del 13-14 dicembre, per poi discutere la riforma della politica europea di asilo e immigrazione.
Pesticidi: le proposte per migliorare la procedura UE di autorizzazione. Le proposte per migliorare la procedura di approvazione dei pesticidi nell’UE, rendendola più trasparente e affidabile, saranno votate mercoledì.
I Paesi che non rispettano lo Stato di diritto rischiano di perdere i fondi UE
I deputati discuteranno e voteranno delle norme per congelare i pagamenti UE agli Stati membri che non contrastano efficacemente la frode e la corruzione.
Programma InvestEU: nuovo impulso a occupazione, crescita e investimenti. I deputati dovrebbero approvare un nuovo programma UE per sostenere investimenti e accesso ai finanziamenti per il 2021-2027. L’obiettivo è far scattare quasi 700 miliardi di investimenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La commissione Petizioni del Parlamento europeo in visita in Piemonte

Posted by fidest press agency su sabato, 15 dicembre 2018

Tronzano Vercellese 18 dicembre, ore 12.30, Salone del Centro polifunzionale – “Ex Albergo del Sole” Corso Vittorio Emanuele II, 129-131. Lunedì 17 e martedì 18 dicembre, una delegazione della commissione Petizioni del Parlamento europeo farà un sopralluogo nell’area di Valledora in Piemonte e incontrerà le autorità locali per discutere della situazione della discarica e, più in generale, della tutela ambientale nella zona.La visita si concluderà martedì 18 dicembre. La delegazione sarà guidata dall’europarlamentare Beatriz Becerra (ALDE, ES) e vedrà la partecipazione degli eurodeputati Peter Jahr (PPE/DE) e Ana Miranda (GREENS-EFA/ES). Come membri accompagnatori gli italiani Alberto Cirio (PPE/IT) ed Eleonora Evi (EFDD/IT). I deputati visiteranno il sito di Valledora in seguito alla petizione 090-2016 con cui è stata denunciata la grave situazione di degrado ambientale del territorio. L’area, un tempo prevalentemente agricola, ha ora rifiuti urbani e industriali per un totale di circa quattro milioni di metri cubi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento approva un importante accordo di libero scambio tra UE e Giappone

Posted by fidest press agency su sabato, 15 dicembre 2018

Stop alla maggior parte dei dazi sulle merci UE esportate in Giappone. Produttori di vino e alcolici, carni, latticini, tessili, commercianti di pelletteria, appalti ferroviari e PMI tra i beneficiari I deputati mercoledì hanno dato il loro consenso all’accordo commerciale UE-Giappone, il più grande accordo commerciale bilaterale mai negoziato dall’UE. L’accordo di partenariato economico tra l’UE e il Giappone, approvato con 474 voti in favore, 152 contrari e 40 astensioni, eliminerà quasi tutti i dazi doganali sulle merci esportate, per un totale di 1 miliardo di euro all’anno in favore delle imprese dell’UE. Tale accordo rappresenta, secondo i deputati, una presa di posizione a sostegno di un commercio libero, equo e regolamentato “in un momento di gravi sfide protezionistiche”.
Mentre i settori più sensibili dell’UE, come la produzione di riso, sono tutelati, gli esportatori UE di vino, formaggio, carni bovine e suine, pasta, cioccolato e biscotti potranno avvantaggiarsi dell’assenza di dazi immediatamente o dopo un periodo di transizione.Saranno protetti 205 prodotti a indicazione geografica europea per aiutare le piccole e medie imprese (PMI), che rappresentano il 78% degli esportatori verso il Giappone. Il Parlamento esorta la Commissione a creare punti di contatto per le PMI, in modo che queste possano beneficiare rapidamente dell’accordo.Il Giappone apre alla concorrenza europea il suo mercato degli appalti ferroviari e degli appalti pubblici nelle sue principali città. Saranno liberalizzati anche il commercio elettronico, i trasporti marittimi internazionali e i servizi postali.Il Parlamento ha accolto con favore l’elevato livello di protezione dell’ambiente e del lavoro, così come l’impegno nei confronti dell’accordo di Parigi sulla lotta al cambiamento climatico. In questo senso, i deputati incoraggiano entrambe le parti a combattere il disboscamento illegale. Il Parlamento ha tuttavia sottolineato che il Giappone deve ratificare tutti i codici del lavoro pertinenti stabiliti dall’Organizzazione internazionale del lavoro.Inoltre, il Parlamento ha approvato oggi con 535 voti in favore, 84 voti contrari e 45 astensioni anche l’accordo di partenariato strategico, che estende la cooperazione a settori quali l’energia, l’istruzione, la ricerca e lo sviluppo, la lotta al cambiamento climatico e al terrorismo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo chiede verità per Giulio Regeni

Posted by fidest press agency su sabato, 15 dicembre 2018

Il Parlamento europeo, in una risoluzione adottata giovedì, condanna la situazione dei diritti umani in Egitto e chiede lo stop delle esportazioni di tecnologie di sorveglianza.I deputati dichiarano che il Parlamento continuerà a esercitare pressioni sulle autorità dell’UE affinché si impegnino con le loro controparti egiziane a accertare la verità sulla morte di Giulio Regeni. I deputati ricordano anche che l’Egitto ha nuovamente respinto la richiesta della procura italiana di identificare gli agenti coinvolti nella scomparsa e morte del giovane ricercatore.Il Parlamento chiede agli Stati membri di porre fine all’export verso l’Egitto di tecnologie di sorveglianza che possono facilitare gli attacchi informatici contro i difensori dei diritti umani e gli attivisti, anche tramite i social media.Secondo Reporter Senza Frontiere, attualmente sono almeno 38 gli operatori dei media detenuti in Egitto. La situazione si è ulteriormente aggravata nel luglio 2018, quando il governo egiziano ha approvato una legge che amplia la definizione di stampa per includere qualsiasi account social con più di 5000 follower, rendendo tali account perseguibili per la pubblicazione di fake news o di qualsiasi notizia ritenuta un incitamento a violare la legge.L’UE compatta al prossimo Consiglio di Associazione UE-Egitto. Il Parlamento esorta l’Alto rappresentante Federica Mogherini e gli Stati membri a mantenere una posizione unitaria in materia di diritti umani in occasione della riunione del Consiglio di Associazione UE-Egitto prevista per il 20 dicembre 2018 e ad esprimere con fermezza le conseguenze, anche sanzionatorie, che il governo egiziano dovrà affrontare se non invertirà la sua tendenza all’abuso dei diritti fondamentali.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo si piega alle lobby e approva il JEFTA

Posted by fidest press agency su sabato, 15 dicembre 2018

Con 474 voti favorevoli, 152 contrari e 40 astenuti, il JEFTA è passato al Parlamento Europeo. Secondo la Campagna Stop TTIP Italia, dunque, “una plenaria alle soglie delle elezioni ha deciso ancora una volta di dare priorità al volere delle grandi imprese transnazionali, agli interessi dei big dell’agricoltura industriale e della finanza”. Con la creazione di questa area di libero scambio senza precedenti crollano fondamentali regole che tutelavano diritti, servizi, salute, lavoro e ambiente (leggi il nostro report sul JEFTA).
“Non sfugge a nessuno – prosegue la nota della Campagna – che il JEFTA sia una copia del CETA, del TTIP e dei peggiori trattati commerciali in fase ancora negoziale. L’assenza (in questa fase) di una clausola ICS, che avrebbe permesso alle imprese di fare causa agli stati contro regole a loro sgradite, non è sufficiente a rendere il JEFTA un accordo i cui benefici superano i rischi”.
La ratifica del Parlamento Europeo ha infatti dato il via libera a un testo che prevede l’istituzione di una dozzina di comitati tecnici, i quali, d’ora in poi, lontano dal controllo pubblico, prenderanno in esame regole e tutele in vigore nel nostro e negli altri paesi coinvolti, per indebolirle laddove frenassero gli scambi commerciali.
“Non rassicura poi il fatto che il Giappone sia il primo paese per brevetti di OGM, gran parte dei quali finora vietati in Europa – riprende la nota – Nonostante ci venga detto che il cibo transgenico non è oggetto dell’accordo, è impossibile negare che l’abbattimento dei controlli deciso con il JEFTA metta in serio pericolo il rispetto delle soglie decise per legge su questi alimenti. Non è accettabile inoltre scambiare il potenziale aumento delle vendite di alcuni prodotti alimentari già al top della classifica italiana dell’export con la svendita di servizi pubblici fondamentali come l’acqua, che pure alcune forze di governo giurano di voler conservare in mani pubbliche”.
“E’ altrettanto incomprensibile e di pessimo auspicio la leggerezza con cui vengono fatti calcoli a spanne su presunti benefici derivanti da un’azzeramento di regole, controlli e barriere tariffarie – è l’opinione di associazioni e movimenti riuniti nella Campagna Stop TTIP – senza vincolare i trattati come il JEFTA al rispetto del principio di precauzione, di tutte le convenzioni internazionali sull’ambiente, il clima e il lavoro. Nessuno tra gli eurodeputati che hanno dato il consenso a questo accordo tossico può negare questi impatti diretti sulla nostra società e la nostra economia, e questo rende ancora più intollerabile l’ampia maggioranza con cui le istanze promosse dalla società civile e dalle piccole imprese sono state schiacciate”.
La noncuranza con cui le istituzioni europee e nazionali stanno trattando cittadini, consumatori, piccoli e medi produttori ha prodotto numerose contestazioni negli stati membri: da un lato questo si traduce con l’affermazione di forze xenofobe e reazionarie, dall’altro con la mobilitazione ad ogni livello di movimenti, associazioni, categorie produttive e semplici cittadini. I deputati europei hanno perso un’occasione per dare una risposta a chi sta dimostrando in ogni modo il proprio scontento per politiche economiche antisociali e antidemocratiche, di cui l’agenda commerciale europea è la testa di ponte. Le prossime elezioni rappresenteranno una svolta inedita nella storia dell’UE, che sembra decisa ad autodistruggersi.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

Strasburgo 10 – 13 dicembre 2018:
Assegnazione del Premio Sacharov 2018 a Oleg Sentsov. Mercoledì a mezzogiorno, il Presidente Antonio Tajani assegnerà il Premio Sacharov per la libertà di pensiero al regista ucraino Oleg Sentsov.
Votazione finale sul bilancio dell’UE per l’anno prossimo. Mercoledì il Parlamento dovrebbe approvare l’accordo sul bilancio UE 2019, che aumenta i fondi per Erasmus+, la protezione del clima, la ricerca, le migrazioni e la disoccupazione giovanile.
Il Parlamento deciderà sull’accordo commerciale UE-Giappone. Mercoledì, il Parlamento vota l’accordo di libero scambio tra UE e Giappone, il più grande accordo commerciale bilaterale mai concluso dall’UE.
Sicurezza alimentare: più trasparenza nella procedura di autorizzazione. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) dovrebbe pubblicare i dettagli delle sue valutazioni di rischio ai sensi della legislazione che sarà votata martedì.
Terrorismo: conclusioni e proposte della Commissione speciale. La Commissione speciale sul terrorismo, che ha avviato i lavori nel settembre 2017, presenterà le proprie conclusioni che saranno votate in Plenaria mercoledì 12 dicembre.
Il Presidente cipriota discuterà del futuro dell’Europa con i deputati. Il Presidente della Repubblica di Cipro Nicos Anastasiades discuterà mercoledì alle 9.00 il futuro dell’Europa con i deputati e il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.
I deputati discutono lo stato dei negoziati con il Regno Unito. Mercoledì alle 9.00 i deputati discuteranno lo stato attuale dei negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’UE, all’indomani del voto della Camera dei comuni.
Altri temi all’ordine del giorno:
· Visti umanitari per migliorare la gestione dei flussi di rifugiati
· Rischi sul luogo di lavoro: voto finale sulla protezione da agenti cancerogeni
· La tassa sui servizi digitali va estesa a un maggior numero di imprese

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il Parlamento Europeo ha approvato il regolamento che istituisce Horizon Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 2 dicembre 2018

E’ il più importante programma europeo per la ricerca e l’innovazione, con una dotazione di circa 100 miliardi di euro nel settennio 2021-2027. All’interno del programma, grazie anche all’azione dei parlamentari italiani, è stata istituita una linea di finanziamento dedicata alle industrie culturali e creative. Il cambiamento introdotto in Horizon Europe è un importante riconoscimento delle potenzialità di innovazione e crescita delle industrie culturali e creative europee, con riferimento esplicito allo sviluppo di tecnologie per l’accessibilità e l’inclusione delle persone con disabilità.“È un segnale importante del valore che l’Europa riconosce agli investimenti nel nostro settore e del ruolo di primo piano che le industrie creative europee possono avere nella innovazione, ricerca e sviluppo” ha commentato il presidente dell’Associazione Italia Editori (AIE) Ricardo Franco Levi. “Il lavoro svolto dalla nostra Associazione in ambito europeo, in sinergia con la Federazione degli editori europei (FEP), testimonia l’impegno comune nel richiamare l’attenzione sulle tecnologie per l’accessibilità e segnalare questioni che riguardano il ruolo sociale del nostro lavoro e non solo le esigenze più direttamente industriali. Ci fa piacere che i parlamentari italiani siano stati decisivi nel promuovere questo cambiamento, per il lavoro essenziale dell’on. Morgano, ma anche per il contributo bi-partizan delle relatrici ombra Rosa D’Amato in ITRE e Isabella Adinolfi in CULT”. “Ringraziamo innanzitutto i relatori del programma, Dan Nica e Christian Ehler, che hanno introdotto questi importanti elementi nei loro report trovando compromessi equilibrati, e tutti i membri del parlamento europeo che li hanno sostenuti” ha dichiarato il presidente della FEP, Rudy Vanschoonbeek.Il voto della Commissione per l’industria, ricerca e l’energia (ITRE) conferma alcuni punti essenziali espressi nell’opinione della commissione per la cultura e l’istruzione (CULT) che aveva raccomandato l’inclusione esplicita delle industrie culturali e creative nelle linee di azione del programma e richiamato l’attenzione sull’importanza della innovazione tecnologica per l’accessibilità in questo settore.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riunioni delle Commissioni e dei Gruppi politici, Bruxelles

Posted by fidest press agency su sabato, 1 dicembre 2018

Bruxelles. Settimana 3 – 9 dicembre 2018. Pesticidi / Commissione speciale. La Commissione speciale istituita per indagare su quanto sia indipendente e trasparente la procedura di autorizzazione dell’UE sui pesticidi adotterà la sua relazione finale. Il testo traccia le prime conclusioni su come la procedura ha funzionato e presenta raccomandazioni su misure ed iniziative da adottare per il futuro. (Giovedì)
Lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata. Due proposte legislative per ridurre ulteriormente lo spazio in cui operano i gruppi terroristi e criminali saranno messe ai voti dalla Commissione per le Libertà civili. Il primo mira a migliorare l’accesso alle informazioni finanziarie necessarie per le autorità di contrasto che indagano sui reati gravi. Il secondo punta a rafforzare le norme per ottenere le carte d’identità e a limitare l’uso di documenti fraudolenti, utilizzabili anche da terroristi e criminali, per entrare nell’UE da paesi non UE. (Lunedi)
Regime dei visti dell’UE. La Commissione per le Libertà civili voterà un aggiornamento delle norme dell’UE sui visti per soggiorni di breve durata (massimo 90 giorni in un periodo di 180 giorni). La nuova normativa raccoglie le preoccupazioni emerse in materia di sicurezza, le sfide legate alla migrazione e gli sviluppi tecnologici. Le modifiche proposte comprendono nuove scadenze per le domande di alloggio, tasse sui visti aggiornate e disincentivi per i paesi che non collaborano alla riammissione dei migranti irregolari. (Lunedì)
Sviluppo regionale e cooperazione territoriale. La Commissione per lo Sviluppo regionale voterà l’aggiornamento delle norme che disciplinano i programmi “Interreg” con l’obiettivo di aumentare di 8,43 miliardi di euro il bilancio per lo sviluppo sociale e territoriale. Le nuove proposte includono il supporto per un’azione congiunta tra attori nazionali e locali di diversi Stati membri e i paesi limitrofi e azioni per migliorare la sicurezza e la gestione della migrazione. (Lunedi)
Piattaforme online. La Commissione per il mercato interno voterà una proposta legislativa che vuole applicare ai mercati di e-commerce (ad esempio Amazon e eBay) e ai motori di ricerca online (ad es. Google) una serie di misure per garantire l’instaurazione di contratti trasparenti ed equi con le imprese online (es. rivenditori online, hotel e ristoranti, app store). (Giovedì)
Preparativi per la plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 10-13 dicembre a Strasburgo. In agenda il voto sull’accordo commerciale UE-Giappone, le norme Ue per proteggere i lavoratori dall’esposizione agli agenti cancerogeni, per avere una maggiore trasparenza e una migliore prevenzione dei rischi nella catena alimentare, una tassa sui servizi digitali e le raccomandazioni finali del Comitato speciale per il terrorismo. I deputati continueranno inoltre il dibattito sul futuro dell’Europa con il presidente cipriota Nicos Anastasiades e discuteranno le loro priorità per il Consiglio europeo di dicembre.
Agenda del presidente. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani terrà un discorso alla IV Conferenza aeronautica dell’UE. (Mercoledì).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento Europeo discute dei braccianti del ghetto di Rignano nella totale assenza degli europarlamentari italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 24 novembre 2018

Bruxelles. Nella totale assenza dei parlamentari europei italiani, a Bruxelles sono state discusse dalla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo, la petizione proposta dal Segretario Generale della Federazione Sindacale Mondiale George Mavrikos, sulle condizioni dei braccianti del ghetto di Rignano, e quella del parlamentare del Partito Comunista Greco Sotiris Zarianopoulos.Entrambe le petizioni sono state preparate dopo le due visite effettuate a Rignano dallo stesso Mavrikos e da Zarianopoulos, accompagnati dai militanti dell’Unione Sindacale di Base.La Commissione Petizioni ha ascoltato sull’argomento Nzita Patric Konde del Coordinamento Lavoratori Agricoli USB, che ha portato il grido di aiuto e le denunce provenienti dai braccianti che vivono nel ghetto di Rignano, e ha stabilito che la petizione merita di rimanere aperta e che si tratta di una questione urgente, tanto da decidere di inviare una richiesta di spiegazioni al governo italiano e da stilare un elenco di raccomandazioni che richiamano le precedenti decisioni prese dall’Europarlamento in materia di sfruttamento e di migranti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »