Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Posts Tagged ‘parlamento europeo’

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

Strasburgo 12 – 15 novembre 2018 I principali temi all’ordine del giorno:
Bilancio a lungo termine: il PE fissa le priorità. I deputati adotteranno mercoledì la loro posizione negoziale sul prossimo bilancio 2021-2027, che prevedrà i fondi destinati a tutti i programmi europei.
Angela Merkel discuterà il futuro dell’Europa con i parlamentari europei. La cancelliera tedesca Angela Merkel discuterà martedì alle 15.00 il futuro dell’Europa con i deputati europei e con il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.
Modernizzare i diritti dei passeggeri ferroviari. Le proposte per l’aggiornamento delle norme europee sui diritti dei passeggeri ferroviari saranno sottoposte a votazione giovedì.
Stretta ai costi delle chiamate intra-UE da maggio 2019. Nuove norme sulle telecomunicazioni per limitare i prezzi delle chiamate intra-UE, sostenere le reti super veloci 5G e creare un sistema di allarme per le emergenze saranno votate mercoledì.
Cerimonia di consegna del Premio Lux 2018. Il Presidente del PE Antonio Tajani rivelerà il vincitore del Premio Lux 2018 mercoledì alle 12.00 nell’emiciclo di Strasburgo.
Energia: nuovi obiettivi per le rinnovabili e l’efficienza energetica. Per combattere il cambiamento climatico, i deputati voteranno martedì obiettivi vincolanti per la crescita delle energie rinnovabili (32%) e per l’efficienza energetica (32,5%).
Il Parlamento chiederà una stretta sul controllo delle esportazioni di armi.
Strategia ONU sulla migrazione: il ruolo dei Paesi dell’UE
Nuovi limiti alle emissioni di CO2 per camion e più autobus elettrici entro il 2030
I deputati chiedono norme UE per garantire i diritti delle minoranze
Adriatico: piano pluriennale per regolare le opportunità di pesca
Visti umanitari per evitare la morte dei rifugiati
Reddito minimo in Europa. Il Parlamento europeo discuterà la possibilità di introdurre un reddito minimo per tutti i cittadini dell’UE. Il dibattito, che si terrà mercoledì alle 15:00 con la Commissione europea, è stato proposto dal gruppo EFDD, di cui fanno parte i deputati europei del Movimento 5 Stelle.Nell’ottobre 2017, la Plenaria ha approvato una risoluzione dove si invitavano “tutti gli Stati membri a introdurre regimi di reddito minimo adeguati, accompagnati da misure di sostegno al reinserimento nel mondo del lavoro”. Ogni gruppo politico del PE ha la possibilità, a rotazione, di scegliere il tema del dibattito di attualità per ogni seduta plenaria. minimo per tutti i cittadini dell’UE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo chiede la messa al bando dei gruppi neofascisti e neonazisti nell’UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 ottobre 2018

Bruxelles Il Parlamento è preoccupato per la crescente normalizzazione di fascismo, razzismo e xenofobia e chiede ai Paesi dell’UE di interdire i gruppi neofascisti e neonazisti.In una risoluzione non legislativa approvata con 355 voti favorevoli, 90 e 39 astensioni, i deputati denunciano che la mancanza di azioni efficaci contro tali gruppi ha permesso l’attuale ondata xenofoba in Europa.Il testo menziona l’attacco che ha ucciso 77 persone in Norvegia nel 2011, l’assassinio della deputata britannica Jo Cox nel 2016 e il recente attacco di squadre fasciste di CasaPound contro la deputata europea Eleonora Forenza e il suo assistente lo scorso settembre a Bari.
La risoluzione ricorda anche che un “cittadino italiano è stato condannato a 12 anni di carcere per avere sparato a sei migranti africani, ferendoli, in un attacco a sfondo razziale nella città di Macerata, nell’Italia centrale” e altri episodi di violenza fascista in Polonia, Francia, Spagna, Germania, Grecia e i paesi scandinavi.Si sostiene che l’impunità di cui godono le organizzazioni di estrema destra in alcuni Stati membri è una delle ragioni che spiega l’aumento delle azioni violente, che colpiscono la società nel suo complesso e si rivolgono a particolari minoranze come gli europei e le persone di origine africana, gli ebrei, i musulmani, i rom, i cittadini di paesi terzi, le persone LGBTI e le persone con disabilità.Porre fine alla collusione con i neofascisti e vietare tutte le organizzazioni che glorificano il fascismo. In reazione alle notizie stampa su possibili collusioni tra leader politici, partiti e forze dell’ordine con neofascisti e neonazisti in alcuni Stati membri, la Plenaria invita i Paesi UE a condannare e sanzionare i crimini motivati dall’odio e i discorsi di odio da parte di politici e funzionari pubblici, in quanto normalizzano e rafforzano direttamente l’odio e la violenza.Sono inoltre necessarie misure per contrastare la diffusione del razzismo, del fascismo e della xenofobia su Internet, in collaborazione con le aziende di social media.I deputati propongono di istituire unità anti-odio nelle forze di polizia per garantire che questi crimini siano investigati e perseguiti. Esortano inoltre le autorità nazionali a vietare la formazione di gruppi neofascisti e neonazisti e qualsiasi altra associazione che glorifica il nazismo e il fascismo.La risoluzione chiede agli Stati membri e alle federazioni sportive nazionali, in particolare alle società calcistiche, di contrastare il flagello del razzismo, del fascismo e della xenofobia negli stadi e nella cultura sportiva punendo i responsabili e promuovendo attività educative positive rivolte ai giovani tifosi, in collaborazione con le scuole e le organizzazioni della società civile.I paesi dell’UE dovrebbero infine istituire “programmi di uscita” per aiutare i singoli individui a lasciare i gruppi neofascisti e neonazisti. I deputati sottolineano l’importanza dell’istruzione, per sensibilizzare i giovani alla Storia e sottolineano che la verità sull’Olocausto non deve essere banalizzata.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Commissioni Cultura e Problemi economici e monetari del Parlamento europeo in visita in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 28 ottobre 2018

Roma dal 29 al 31 ottobre 2018 per una doppia visita istituzionale programmata da mesi. Mercoledì mattina si terranno due conferenze stampa nell’Ufficio di Collegamento del Parlamento europeo a Roma, in via IV Novembre 149. Conferenze stampa mercoledì 31 ottobre 2018 nella Sala Mosaici.
La delegazione della Commissione Cultura, guidata dalla socialdemocratica tedesca Petra Kammerevert, e di cui faranno parte anche gli eurodeputati italiani Silvia Costa, Stefano Maullu e Luigi Morgano, giunge in Italia per fare il punto, tra le altre cose, su come si è sviluppato ‘2018 Anno europeo del Patrimonio culturale’. A questo fine previsti incontri con il Vicesindaco di Roma Luca Bergamo e con Antonio Lampis, Direttore generale musei presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. La visita della delegazione della Commissione Economica, guidata da Roberto Gualtieri e con la partecipazione anche di Andrea Cozzolino, Giuseppe Ferrandino, Luigi Morgano, Marco Valli e Marco Zanni, fa seguito all’omologa missione realizzata a febbraio a Parigi e si inserisce nella normale attività di confronto con le istituzioni economiche dei paesi UE. Tra gli incontri previsti, anche un colloquio con il ministro dell’economia Giovanni Tria e con il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Commissioni e riunioni dei gruppi politici

Posted by fidest press agency su martedì, 16 ottobre 2018

Bruxelles Settimana Settimana 15 – 21 ottobre 2018. Diritti dei lavoratori/Gig economy. Le regole UE per proteggere i lavoratori precari saranno votate dalla Commissione Occupazione. Le proposte, che riguardano anche il sistema dei voucher e il lavoro tramite piattaforme e app, includono maggiori informazioni sui termini contrattuali, rendendo più prevedibili gli orari di lavoro, la durata dei periodi di prova e la formazione gratuita. Si mira ad affrontare i recenti sviluppi digitali che hanno portato alla cosiddetta Gig economy e all’ascesa di piattaforme come Uber e Deliveroo. (Giovedì)
Cambiamenti climatici/emissioni di CO2 prodotte dai camion. Nuovi obiettivi vincolanti di riduzione per le emissioni di CO2 prodotte dai veicoli pesanti saranno sottoposti al voto della Commissione per l’ambiente e la Sanità Pubblica. Le emissioni di CO2 prodotte dai camion rappresentano il 6% delle emissioni totali di gas serra nell’UE (2015). Senza un’azione dell’UE, è previsto che questa percentuale aumenti. (Giovedì)
Politica di sviluppo/Bill Gates. La Commissione per lo sviluppo e il gruppo European Think Tanks (che riunisce cinque gruppi Think Thanks) organizzano un dibattito pubblico sul futuro dello sviluppo e dell’innovazione in Europa. Federica Mogherini, capo della politica estera dell’UE, e Bill Gates, co-presidente della Fondazione Bill e Melissa Gates, si uniranno a uno dei gruppi di lavoro. (Mercoledì)
Preparativi per la plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 22-25 ottobre a Strasburgo, dove voteranno la proposta di interdizione delle materie plastiche usa e getta inquinanti, misure sulla qualità dell’acqua potabile, le raccomandazioni scaturite dal caso Facebook /Cambridge Analytica, il pedaggio stradale per gli automezzi pesanti e il Bilancio UE 2019. I deputati discuteranno inoltre delle conclusioni del Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre e proseguiranno il dibattito sul futuro dell’Europa con il Presidente della Romania Klaus Iohannis.
Agenda del presidente. Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani incontrerà mercoledì il primo ministro vietnamita Nguyen Xuan Phuc. Giovedì, il Presidente Tajani incontrerà Bill Gates, co-presidente della Fondazione Bill e Melissa Gates, e parteciperà al Consiglio europeo del 18 e 19 ottobre (prevista una conferenza stampa il 18).
Youth Media Days. 120 giovani giornalisti, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, si riuniranno a Bruxelles per i Youth Media Days. I giovani giornalisti parteciperanno a diversi seminari sui media e discuteranno con politici, giornalisti professionisti ed esperti su come informare i giovani elettori sulle prossime elezioni europee di maggio. (Da martedì a giovedì)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intervento del Presidente del Parlamento Europeo al dibattito sul ‘Futuro dell’Europa’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha partecipato alla sessione plenaria del Comitato delle Regioni, nell’ambito del dibattito sul ‘Futuro dell’Europa’ e del discorso del Presidente del Comitato Europeo delle Regioni, Karl-Heinz Lambertz, sullo “Stato dell’Unione Europea: la visione delle regioni e delle città”. L’evento ha avuto luogo nel quadro della ‘Settimana Europea delle Regioni e delle Città 2018’.Durante l’intervento, il Presidente Tajani ha dichiarato:“Anche se con modalità diverse, il Parlamento europeo e il Comitato delle Regioni riuniscono membri eletti dai cittadini a livello europeo, locale e regionale. Forti di questa prerogativa, dobbiamo lavorare insieme per offrire risposte concrete ai nostri cittadini, e per progettare insieme a loro un’Europa più efficace, più giusta e più rappresentativa.I rappresentanti eletti a livello regionale e locale in Europa svolgeranno un ruolo cruciale nelle prossime elezioni europee. Essi conoscono e comprendono i problemi e le necessità del territorio e dei cittadini che amministrano. Sono nella posizione migliore per dare ascolto alle cause profonde delle loro preoccupazioni, e per trovare soluzioni efficaci. Dobbiamo unire le nostre forze. Non possiamo permettere che venga messo in crisi il sistema di principi e valori che hanno fatto del progetto europeo un successo senza precedenti. Non possiamo dare per scontati lo stato di diritto, la democrazia, il benessere. Il rischio di perdere le nostre conquiste di civiltà è sempre dietro l’angolo: è compito nostro difenderle ogni giorno”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bruxelles: Agenda Settimana 8 – 14 ottobre 2018 Riunioni di commissioni

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

Bruxelles Parlamento europeo. Riduzione della plastica usa e getta. Le nuove regole europee per ridurre l’inquinamento marino saranno votate dalla commissione Ambiente e Salute Pubblica. Il dibattito sarà incentrato sulle macro-plastiche, che compongono il 70% dei rifiuti marini, ritrovate nei mari e sulle spiagge europee; l’intento è quello di vietare prodotti usa e getta come posate, piatti, cotton fioc e cannucce entro il 2021. (Mercoledì)
Facebook/Cambridge Analytica. A seguito dell’incontro con il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, e delle tre udienze con Cambridge Analytica, la commissione Libertà Civili proporrà metodi più efficaci per proteggere la privacy dei cittadini europei. Gli europarlamentari potranno chiedere alle autorità garanti per la protezione dei dati, nazionali ed europee, di indagare su Facebook e sulle piattaforme online ritenute responsabili di campagne e pubblicità politiche. (Mercoledì)
Visti Umanitari. Un’iniziativa legislativa per un Visto Umanitario Europeo verrà votata dalla commissione Libertà Civili. Il visto sarebbe disponibile presso i consolati europei e le ambasciate all’estero. Permetterebbe ai richiedenti asilo di entrare nello Stato membro da cui è stato rilasciato per il solo scopo di completare la richiesta di protezione internazionale. Si stima che il 90% di coloro cui è stata concessa la protezione internazionale in Stati membri sia entrato nell’Unione europea in modo irregolare. (Mercoledì)
Premio Sacharov 2018. I deputati delle commissioni Affari Esteri e Sviluppo voteranno, in un incontro a porte chiuse, la lista dei tre finalisti per il Premio Sacharov 2018 per la libertà di pensiero. Il 27 settembre scorso gli europarlamentari hanno presentato otto candidature. Il vincitore sarà annunciato il 25 ottobre. (Martedì)
Diritti dei passeggeri ferroviari. La commissione Trasporti voterà un aggiornamento dei diritti dei passeggeri ferroviari dell’Unione europea. Lo scopo è quello di rendere più chiare le informazioni date ai passeggeri e migliorare l’assistenza alle persone con mobilità ridotta. Si punta a introdurre procedure più chiare per i reclami e accorciare i periodi di deroga durante i quali gli stati membri possono continuare a utilizzare, sulle tratte nazionali, le regole interne circa i diritti dei passeggeri. (Martedì)
Bilancio europeo 2019. La commissione Bilanci si esprimerà su una risoluzione che chiude il voto del 26 settembre sul bilancio del prossimo anno. Una volta confermato in plenaria, il voto sarà la base della loro posizione nelle prossime negoziazioni con il Consiglio. Gli europarlamentari vogliono aumentare i fondi per Erasmus+, protezione del clima, ricerca, gestione delle migrazioni e disoccupazione giovanile. (Martedì)
Agenda del Presidente. Martedì Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, incontrerà la stampa prima di partecipare al dibattito sullo “Stato dell’Unione: il punto di vista delle regioni e delle città”, nel quadro della Settimana europea delle regioni e delle città 2018, martedì. Durante la giornata, il presidente terrà un discorso per l’inaugurazione dell’anno accademico del Collegio d’Europa a Bruges.
Mercoledì il presidente Tajani incontrerà Bono, membro della band U2 e co-fondatore della campagna One.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Promuovere la valutazione congiunta dei farmaci per diminuire costi

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Bruxelles. Il progetto legislativo approvato mira a evitare la duplicazione delle valutazioni nazionali per determinare il valore aggiunto di un farmaco, che serve a fissarne il prezzo.
I deputati sottolineano che vi sono molti ostacoli all’accesso alla medicina e alle tecnologie innovative nell’UE, come la mancanza di nuovi trattamenti per alcune malattie e il prezzo elevato dei farmaci, che in molti casi non comportano un valore terapeutico aggiunto.Gli operatori sanitari, i pazienti e le istituzioni hanno la necessità di sapere se un nuovo farmaco o un dispositivo medico rappresenta un miglioramento rispetto a quelli esistenti. Le valutazioni delle tecnologie sanitarie (HTA) servono quindi a identificare il valore aggiunto e l’efficacia di un farmaco, confrontandolo con altri prodotti.La nuova legge, ancora da concordare con i Ministri UE, mira a rafforzare la cooperazione tra gli Stati membri nel campo dell’HTA, stabilendo la procedura per effettuare delle valutazioni congiunte, su base volontaria. Le disposizioni riguardano diversi aspetti, tra cui le regole per la condivisione dei dati, l’istituzione di gruppi di coordinamento, la prevenzione dei conflitti di interesse tra esperti e la pubblicazione dei risultati dei lavori congiunti.
La valutazione delle tecnologie sanitarie è una materia di competenza esclusiva degli Stati membri. Secondo i deputati, tuttavia, la duplicazione delle valutazioni sui nuovi farmaci portate avanti dai vari Paesi, attuata in base a legislazioni nazionali divergenti, può comportare un aumento dell’onere finanziario e amministrativo per gli sviluppatori di tecnologie sanitarie.Tale onere costituisce un ostacolo alla libera circolazione delle tecnologie sanitarie e al buon funzionamento del mercato interno e ritarda l’accesso dei pazienti alle cure innovative.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emissioni CO2 auto: il Parlamento europeo chiede riduzione del 40% entro il 2030

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Bruxelles. Nel progetto di legge votato i deputati hanno proposto di fissare la riduzione delle emissioni delle nuove autovetture al 40% entro il 2030, con un obiettivo intermedio del 20% entro il 2025 (anno di riferimento 2021). Un taglio più significativo rispetto al 30% chiesto dalla Commissione Europea. Obiettivi analoghi sono fissati per i nuovi furgoni.I costruttori le cui emissioni medie di CO2 supereranno tali obiettivi pagheranno un’ammenda al bilancio dell’UE. Tali fondi saranno destinati ai lavoratori altamente qualificati colpiti da cambiamenti nel settore automobilistico.Le case automobilistiche dovranno inoltre garantire che i veicoli a emissioni zero e a basse emissioni – ZLEV (auto elettriche o veicoli che emettono meno di 50 g CO2/km) abbiano una quota di mercato del 35% sulle vendite di nuove auto e furgoni entro il 2030 e del 20% entro il 2025.Il Parlamento invita la Commissione europea a presentare, entro due anni, una proposta per introdurre test delle emissioni di CO2 in condizioni di guida reali, utilizzando un dispositivo portatile come quello recentemente introdotto per la valutazione delle emissioni di NOx. Fino ad allora, le emissioni di CO2 dovrebbero essere misurate sulla base dei dati dei contatori del consumo di carburante delle automobili. Il test delle emissioni in guida reale deve essere operativo dal 2023, chiedono i deputati.
I deputati riconoscono che una transizione socialmente accettabile e giusta verso una mobilità a emissioni zero richiede cambiamenti in tutta la catena del settore automobilistico, con possibili impatti sociali negativi. L’UE dovrebbe pertanto promuovere lo sviluppo delle competenze e la ridistribuzione dei lavoratori del settore, in particolare nelle regioni e nelle comunità più colpite dalla transizione, attraverso strumenti di finanziamento dell’Unione più forti. I deputati chiedono inoltre di sostenere la produzione europea di batterie.
Entro la fine del 2019, la Commissione europea dovrà proporre una legislazione per fornire ai consumatori informazioni accurate e comparabili sul consumo di carburante, sulle emissioni di CO2 e sulle emissioni inquinanti delle autovetture nuove.A partire dal 2025, le case automobilistiche dovranno comunicare alla Commissione il ciclo di vita delle emissioni di CO2 delle nuove automobili immesse sul mercato, utilizzando una metodologia comune.
La risoluzione legislativa è stata approvata con 389 voti a favore, 239 contrari e 41 astensioni. I ministri dell’UE adotteranno la loro posizione comune il 9 ottobre. I negoziati con i deputati al Parlamento per un accordo in prima lettura inizieranno quindi il 10 ottobre.
Allo stesso tempo, il settore automobilistico globale sta cambiando rapidamente, in particolare per quanto riguarda i gruppi propulsori elettrici. Se le case automobilistiche europee si impegneranno tardi nella necessaria transizione energetica, rischieranno di perdere il loro ruolo guida.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente Tajani conclude la visita ufficiale in Portogallo

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

Lisbona. “Il Portogallo ha sempre avuto un ruolo centrale nella storia europea. Sono felice che possiamo contare sul sostegno di una nazione il cui popolo si è sempre impegnato nel progetto europeo. “Benché saldamente ancorato all’Europa, il Portogallo si affaccia sull’Atlantico e sul resto del mondo. Conto sul fatto che il Portogallo avrà un ruolo centrale nella creazione di relazioni più solide dell’Ue con l’Africa e il Mercosur. Una solida diplomazia politica ed economica è essenziale se vogliamo gestire con successo la crisi migratoria”, ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, concludendo la sua visita ufficiale in Portogallo questo venerdì.
Il Presidente Tajani ha incontrato il Presidente della Repubblica, Marcelo Rebelo de Sousa; il Presidente dell’Assemblea della Repubblica, Eduardo Ferro Rodrigues; e il Primo Ministro, António Costa:“Il popolo portoghese ha superato grandi sfide nel corso della crisi economica e merita il massimo apprezzamento. Gli ultimi dati economici del Paese costituiscono un buon esempio di come l’impegno per le riforme possa dare i suoi frutti. In effetti, sono felice che i sondaggi indichino che oltre i tre quarti dei cittadini portoghesi ritengono che il loro Paese tragga beneficio dall’essere un membro dell’Unione europea. La solidarietà in azione è l’essenza dell’Unione Europea”.
Il Presidente ha incontrato un gruppo di giovani ricercatori che lavorano al MOnarCH, un progetto di robotica sociale finanziato dall’Ue, e alcuni cittadini portoghesi: “La libertà e la pace non dovrebbero mai essere date per scontate. Difendendo i nostri valori comuni, le proteggeremo dalla retorica distruttiva dei sovranisti. Apprezzo il vostro impegno per il futuro dell’Europa, e conto sul contributo di ciascuno di voi al nostro progetto condiviso e collettivo”, ha detto il Presidente Tajani.Un esempio concreto di questo impegno è rappresentato dai vincitori dello Premio del cittadino europeo. “Il signor António Pinto Monteiro ha alle spalle più di quarant’anni di impegno sociale, mentre la Fundação Francisco Manuel dos Santos porta avanti un’opera di sensibilizzazione sull’Europa, stimolando l’impegno civico attivo. Apprezzo il loro inestimabile contributo alla promozione dell’integrazione e dei valori dell’Unione Europea”, ha aggiunto il Presidente Tajani. António Pinto Monteiro e la Fundação Francisco Manuel dos Santos hanno ricevuto il Premio del cittadino europeo per i loro eccellenti risultati e per il notevole impegno dimostrato nel diffondere i valori europei.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riunioni di commissioni e gruppi politici

Posted by fidest press agency su martedì, 25 settembre 2018

Bruxelles. Bilancio UE 2019. La Commissione bilanci adotterà le sue proposte per il bilancio dell’UE per il prossimo anno. I deputati sono invitati a privilegiare i programmi di potenziamento che sostengono gli scambi di studenti come Erasmus+, le piccole e medie imprese, la ricerca, le reti transeuropee, i posti di lavoro, l’innovazione sociale e l’occupazione giovanile, nonché i fondi legati al clima. Possono inoltre aggiungere finanziamenti per ulteriori misure nel settore della sicurezza, delle migrazioni e dell’aiuto ai profughi, sia all’interno che all’esterno dell’UE. (Martedì e mercoledì)
Mario Draghi. La Commissione per i problemi economici e monetari discuterà con il presidente della Banca centrale europea delle prospettive economiche e monetarie dell’area euro e, in particolare, dei piani della BCE per porre fine al quantitative easing. (Lunedi)
Premio Sakharov 2018. I candidati per il Premio Sakharov 2018 per la libertà di pensiero saranno presentati in una riunione congiunta con le Commissioni affari esteri e sviluppo e con la sottocommissione per i diritti umani. Quest’anno ci sono otto candidati. Le commissioni per gli affari esteri e lo sviluppo voteranno il 9 ottobre per selezionare i tre finalisti. La Conferenza dei presidenti del Parlamento selezionerà il vincitore finale il 25 ottobre. (Giovedi).
Riunione parlamentare Asia-Europa. Il Parlamento ospiterà la 10a riunione del partenariato parlamentare Asia-Europa. Membri del Parlamento europeo e deputati degli Stati membri dell’UE, di 18 paesi asiatici, nonché di Russia, Australia, Nuova Zelanda, Norvegia e Svizzera si incontreranno per discutere di cambiamenti climatici, migrazioni, economia e sicurezza. Prepareranno inoltre i loro contributi per il vertice ASEM che si terrà il 18-19 ottobre a Bruxelles. (Dal giovedì al venerdì)
Preparativi plenaria. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria dell’1 / 4 ottobre a Strasburgo, dove voteranno la riforma delle norme dell’UE sui mezzi audiovisivi, comprese le piattaforme di streaming online, e sui nuovi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 per le autovetture. I deputati si prepareranno anche per i dibattiti sul futuro dell’Europa con il primo ministro estone Jüri Ratas, sullo stato di diritto in Romania e sul Consiglio europeo del 18-19 ottobre.
Agenda del presidente. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si recherà in visita ufficiale in Portogallo giovedì e venerdì per incontrare il presidente Marcelo Rebelo de Sousa, il primo ministro Antonio Costa e il presidente dell’Assemblea, Eduardo Ferro Rodrigues, e partecipare a un dibattito con i giovani.
Conferenza sul Fact-checking. In vista delle prossime elezioni europee il Parlamento ospiterà una conferenza per le organizzazioni che si occupano di fact-checking. 60 fact-checker, che rappresentano la maggior parte dei paesi dell’UE, discuteranno di sfide e opportunità nel verificare i fatti in occasione delle elezioni con i deputati e gli esperti. La conferenza sarà aperta dal presidente Tajani e dal commissario per l’economia e la società digitale Mariya Gabriel. 27-28 settembre.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stato di diritto in Ungheria: Il Parlamento europeo chiede all’UE di agire

Posted by fidest press agency su sabato, 15 settembre 2018

Il Parlamento ha chiesto a larga maggioranza agli Stati membri di determinare, ai sensi dell’articolo 7 del Trattato, se l’Ungheria rischia di violare i valori fondatori dell’UE. È la prima volta che il Parlamento europeo invita il Consiglio dell’UE ad agire contro uno Stato membro per prevenire una minaccia sistemica ai valori fondanti dell’Unione. Questi valori, sanciti dall’articolo 2 del Trattato UE e ripresi nella Carta dei diritti fondamentali dell’UE, comprendono il rispetto per la democrazia, l’uguaglianza, lo Stato di diritto e i diritti umani.
I deputati europei chiedono ai paesi dell’UE di avviare la procedura prevista all’articolo 7, paragrafo 1 del trattato UE, sottolineando che, nonostante la disponibilità delle autorità ungheresi a discutere la legalità delle misure approvate, “la situazione non è stata affrontata e permangono molte preoccupazioni”. Questa è la fase preventiva della procedura, che prevede un dialogo con il paese interessato e “mira a evitare eventuali sanzioni”. La decisione è stata approvata con 448 voti favorevoli, 197 contrari e 48 astensioni. Era necessaria una maggioranza dei due terzi sui voti espressi e un minimo di 376 voti a favore. Il Parlamento ricorda che l’adesione dell’Ungheria all’UE è stato un atto volontario basato su una decisione sovrana, con un ampio consenso tra tutti gli schieramenti politici e sottolinea che qualsiasi governo ungherese ha il dovere di eliminare il rischio di una grave violazione dei valori dell’UE. Le preoccupazioni del Parlamento si riferiscono alle seguenti questioni:
1) il funzionamento del sistema costituzionale e del sistema elettorale;
2) l’indipendenza della magistratura e di altre istituzioni e i diritti dei giudici;
3) la corruzione e i conflitti di interesse;
4) la tutela della vita privata e la protezione dei dati;
5) la libertà di espressione;
6) la libertà accademica;
7) la libertà di religione;
8) la libertà di associazione;
9) il diritto alla parità di trattamento;
10) i diritti delle persone appartenenti a minoranze, compresi i rom e gli ebrei, e la protezione dalle dichiarazioni di odio contro tali minoranze;
11) i diritti fondamentali dei migranti, dei richiedenti asilo e dei rifugiati;
12) i diritti economici e sociali.
La relatrice Judith Sargentini (Verdi/ALE, NL) ha dichiarato: “Nella settimana in cui si discute lo Stato dell’Unione, il Parlamento europeo invia un messaggio importante: difendiamo i diritti di tutti gli europei, compresi i cittadini ungheresi, e difendiamo i nostri valori europei. I leader europei devono ora assumersi le proprie responsabilità e smettere di guardare dall’esterno, poiché lo Stato di diritto viene distrutto in Ungheria. Per un’Unione costruita su democrazia, Stato di diritto e diritti fondamentali, ciò è inaccettabile”.
La proposta di decisione del Consiglio, approvata oggi, sarà trasmessa agli Stati membri dell’UE. Questi possono, deliberando a maggioranza di quattro quinti, determinare l’esistenza di un chiaro rischio di grave violazione dei valori dell’UE in Ungheria. Il Consiglio dovrebbe prima ascoltare le opinioni delle autorità ungheresi. Ogni eventuale decisione deve ricevere il consenso del Parlamento. Gli Stati membri possono anche decidere di rivolgere raccomandazioni all’Ungheria affinché affronti la situazione di rischio.In una fase successiva, il Consiglio europeo (Capi di stato o di governo) può determinare, all’unanimità e con l’approvazione finale del Parlamento, l’esistenza in Ungheria di una grave e persistente violazione (e non più rischio) dello Stato di diritto, della democrazia e dei diritti fondamentali. Ciò potrebbe infine portare a sanzioni, come la sospensione del diritto di voto in seno al Consiglio dei Ministri.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforma del diritto d’autore

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 settembre 2018

Il mandato negoziale del Parlamento per i colloqui con i Ministri UE al fine di giungere ad un testo definitivo è stata approvato con 438 voti a 226, con 39 astensioni. Il testo apporta alcune modifiche importanti alla proposta della commissione affari giuridici di giugno.Le grandi compagnie web dovrebbero condividere i loro ricavi con artisti e giornalisti. Molte delle modifiche apportate dal Parlamento alla proposta originaria della Commissione europea mirano a garantire che i creativi, in particolare musicisti, artisti, interpreti e sceneggiatori, nonché editori e giornalisti, siano remunerati per il loro lavoro quando questo è utilizzato da piattaforme di condivisione come YouTube o Facebook e aggregatori di notizie come Google News.
Dopo la votazione, il relatore Axel Voss (PPE, DE) ha dichiarato: “Sono molto lieto che, nonostante il forte lobbying dei giganti di Internet, la maggioranza dei deputati al Parlamento europeo sia ora a favore della necessità di tutelare il principio di una retribuzione equa per i creativi europei. Il dibattito su questa direttiva è stato molto acceso e credo che il Parlamento abbia ascoltato con attenzione le preoccupazioni espresse. Abbiamo quindi affrontato le preoccupazioni sollevate in merito all’innovazione escludendo dal campo di applicazione i piccoli e micro aggregatori o piattaforme.Sono convinto che, una volta che le acque si saranno calmate, Internet sarà libera come lo è oggi, i creatori e i giornalisti guadagneranno una parte più equa degli introiti generati dalle loro opere, e ci chiederemo per quale motivo tutto questo clamore”. Pagamento equo per gli artisti e i giornalisti, incoraggiando al tempo stesso le nuove imprese. La posizione del Parlamento rafforza la proposta della Commissione europea in materia di responsabilità delle piattaforme e degli aggregatori riguardo le violazioni del diritto d’autore. Questo vale anche per i cosiddetti snippet, dove viene visualizzata solo una piccola parte del testo di un editore di notizie. In pratica, tale responsabilità imporrebbe a tali soggetti di remunerare chi detiene i diritti sul materiale, protetto da copyright, che mettono a disposizione. Il testo richiede inoltre espressamente che siano i giornalisti stessi, e non solo le loro case editrici, a beneficiare della remunerazione derivante da tale obbligo di responsabilità. Allo stesso tempo, nel tentativo di incoraggiare le start-up e l’innovazione, il testo esclude esplicitamente dalla legislazione le piccole e micro imprese del web.
I deputati hanno introdotto nuove disposizioni che hanno lo scopo di non ostacolare ingiustamente la libertà di espressione che caratterizza Internet. Pertanto, la semplice condivisione di collegamenti ipertestuali (hyperlink) agli articoli, insieme a “parole individuali” come descrizione, sarà libera dai vincoli del copyright.Qualsiasi misura adottata dalle piattaforme per verificare che i contenuti caricati non violino le norme sul diritto d’autore dovrebbe essere concepita in modo da evitare che colpisca anche le opere che non violano il copyright. Le stesse piattaforme dovranno inoltre istituire dei meccanismi rapidi di reclamo (gestiti dal personale della piattaforma e non da algoritmi) che consentano di presentare ricorsi contro una ingiusta eliminazione di un contenuto.
Il testo specifica che il caricamento di contenuti su enciclopedie online che non hanno fini commerciali, come Wikipedia, o su piattaforme per la condivisione di software open source, come GitHub, sarà automaticamente escluso dall’obbligo di rispettare le nuove regole sul copyright.
Il testo del Parlamento rafforza la posizione negoziale di autori e artisti consentendo loro di “esigere” una remunerazione supplementare da chi sfrutta le loro opere, nel caso il compenso corrisposto originariamente è considerato “sproporzionatamente” basso rispetto ai benefici che ne derivano. Tali benefici dovrebbero includere le cosiddette “entrate indirette”.Le misure approvate consentirebbero inoltre agli autori e agli artisti di revocare o porre fine all’esclusività di una licenza di sfruttamento dell’opera, se si ritiene che la parte titolare dei diritti di sfruttamento non stia esercitando tale diritto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riunioni Commissioni e Gruppi politici- Bruxelles

Posted by fidest press agency su domenica, 2 settembre 2018

Bruxelles Parlamento europeo. Prodotti più sicuri. La commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori voterà una nuova legislazione per impedire la vendita di prodotti pericolosi nella UE. Le nuove disposizioni, se approvate, incoraggeranno la cooperazione tra le autorità nazionali e miglioreranno i controlli sui prodotti venduti online o importati da paesi terzi. Ispezioni hanno rilevato che il 32% dei giocattoli, il 58% dei prodotti elettronici, il 47% dei prodotti da costruzione e il 40% dei dispositivi di protezione individuale non sono conformi ai requisiti UE in materia di sicurezza e di informazione dei consumatori. (Lunedi)
Frode / pagamenti non in contanti. Una nuova proposta per combattere le frodi legate ai pagamenti non in contanti (carte, addebito diretto, pagamenti mobili) sarà votata dalla commissione libertà civili, giustizia ed affari interni (LIBE). Il progetto di legge mira a introdurre la definizione di reato online, il livello minimo delle pene massime e disposizioni sui diritto delle vittime della criminalità informatica oltre a migliorare la cooperazione giudiziaria in materia penale. (Lunedi)
Nuovo sistema IVA. I membri della commissione per i problemi economici e monetari sono chiamati a votare una riforma approfondita del sistema europeo dell’IVA con l’obiettivo di facilitare e semplificare gli scambi intra-UE e di combattere più efficacemente le frodi. La riforma al voto si basa sul principio di destinazione in base al quale merci e servizi sono soggetti alle aliquote IVA dello Stato membro di destinazione e prevede la creazione di uno sportello unico per la dichiarazione, il pagamento e la detrazione dell’IVA. (Lunedi)
Preparazione della plenaria. I gruppi politici si prepareranno per il dibattito sullo stato dell’Unione (#SOTEU) con il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, che si terrà il 12 settembre (mattina) a Strasburgo. I gruppi discuteranno inoltre dell’ordine del giorno di questa sessione plenaria (dal 10 al 13 settembre), che prevede un dibattito sul futuro dell’Europa con il primo ministro greco Alexis Tsipras e dei voti sulla riforma delle norme europee sul copyright, dul Corpo europeo di Solidarietà, sulla resistenza antimicrobica, sulla sicurezza informatica e sulle sanzioni comunitarie contro il riciclaggio di denaro. I deputati saranno inoltre chiamati a votare sull’eventuale attivazione della procedura volta a determinare se l’Ungheria stia violando o meno i valori fondanti dell’UE.
Conferenze dei presidenti / SOTEU. La Conferenza dei presidenti (che riunisce il Presidente del Parlamento europeo e i leader dei gruppi politici) incontrerà il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker per preparare il dibattito sullo stato dell’Unione. (Giovedì)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agenda Parlamento Europeo

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Bruxelles Delegazioni Sicurezza e migrazioni/Niger. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si recherà in Niger per rafforzare i legami politici e affrontare le sfide condivise con il paese africano, come la sicurezza e la stabilità, le migrazioni e la necessità di investimenti. Il presidente Tajani incontrerà i relatori delle assemblee nazionali dei Paesi del G5 Sahel (Niger, Mali, Burkina Faso, Mauritania, Chad) e incontrerà il presidente Mahamadou Issoufo, il primo ministro Brigi Rafini e il presidente dell’Assemblea nazionale del Niger Ousseini Tini. (Martedì e mercoledì)
Sicurezza e protezione dei dati/USA. Una delegazione della Commissione per le Libertà Civili si recherà a Washington per discutere della protezione dei dati, della sicurezza informatica e dell’immigrazione con i rappresentanti del governo degli Stati Uniti, del Congresso e diversi stakeholder. La delegazione affrontera’ le questioni legate allo scandalo Facebook/Cambridge Analytica, al Privacy Shield ed alla reciprocità dei visti. (Da lunedì a giovedì)
Sicurezza/Tunisia e Algeria. La Commissione Affari Esteri invierà una delegazione in Tunisia e in Algeria per rafforzare il partenariato Ue-Tunisia e Ue-Algeria e il dialogo su questioni di politica estera nonché sulla sicurezza e sulla stabilità regionali. (Da lunedì a venerdì)
Reati finanziari/USA. Una delegazione del Comitato Crimini Finanziari, Evasione ed Elusione Fiscale (TAX3) andrà a Washington per incontrare, tra gli altri, rappresentanti del Dipartimento del Tesoro, del Congresso e della Rete per il Rafforzamento contro i Crimini Finanziari. La delegazione discuterà della cooperazione transatlantica nella lotta contro i reati finanziari e l’evasione fiscale. Si occuperà anche di come migliorare la trasparenza su tasse e beneficiari effettivi a livello internazionale e OCSE. (Da lunedì al mercoledì)
Mercati finanziari e tassazione/USA. Una delegazione della Commissione Affari Economici e Monetari si recherà negli Stati Uniti (Washington e New York) per discutere i recenti sviluppi nel settore della regolamentazione e della tassazione dei mercati finanziari, l’impatto della riforma fiscale degli Stati Uniti sulle istituzioni finanziarie e le sfide normative per le banche europee negli USA. I membri della delegazione incontreranno, tra gli altri, rappresentanti del Dipartimento del Tesoro (con TAX3), dell’Institute of International Bankers (IIB) e del Federal Reserve Board (FRB). (Lunedì e martedì)
Tutela dei consumatori/Cina. Membri della Commissione Mercato Interno e Tutela dei Consumatori si recheranno a Shanghai e Canton per discutere con le autorità ed organizzazioni cinesi, di sicurezza e standard dei prodotti, di monitoraggio del mercato, di protezione dei consumatori e di dogane ed appalti pubblici. La delegazione esaminerà anche le iniziative nel campo del mercato unico digitale, così come il digital environment ed il commercio elettronico. (Da martedì al giovedì)
Commercio e diritti umani/Tailandia. Gli eurodeputati della sottocommissione Diritti Umani si recheranno in Tailandia per valutare la situazione dei diritti umani nel paese, in vista delle elezioni generali programmate nel 2019. La Commissione Commercio visiterà il Paese nell’ottica di una possibile ripresa dei colloqui su un futuro accordo di libero commercio tra Unione europea e Tailandia. Gli europarlamentari incontreranno una rappresentanza del governo e dei partiti politici, oltre a membri delle Commissioni parlamentari e delle associazioni civili. (Da lunedì a giovedì)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: deputati chiedono soluzioni concrete sulle libertà civili

Posted by fidest press agency su sabato, 14 luglio 2018

Bruxelles. I deputati dicono che scaling up di agenzia frontiere dell’UE non può essere l’unica soluzione e sottolineare che è necessario intervenire congiunta basata sulla solidarietà per sviluppare un sistema di asilo resistente crisi.Claude Moraes , presidente della commissione per le libertà civili, e Peter Niedermüller , in rappresentanza del Comitato per le libertà civili al Consiglio informale Giustizia e affari interni a Innsbruck, invitano gli Stati membri a smettere di avere dibattiti artificiali e la presentazione di soluzioni simboliche. L’incontro, che si svolgerà il 12 e 13 luglio, si concentra sulla protezione delle frontiere, le politiche migratorie e di asilo e cooperazione di polizia.
Mr Niedermüller, ex relatore ombra Frontex, ha detto in particolare: “Aumentare il pool di reazione rapida di FRONTEX di 10 000 prima volta dopo aver attivato il 1500 piscina di cui dispone attualmente non migliorerà la sicurezza delle frontiere. Sicurezza alle frontiere resta prima di tutto un compito degli Stati membri.”I due deputati dubitato che le piattaforme di sbarco regionali potrebbero avere alcun effetto sulla risoluzione migrazione irregolare nel Mediterraneo nel breve periodo. I concetti non erano chiare, alcuni di loro addirittura non in linea con il diritto internazionale e nessun paese terzo avevano mostrato interesse ad ospitare loro finora.Claude Moraes ha esortato gli Stati membri: “Abbiamo bisogno di un approccio olistico alla migrazione che comprende fare il nostro dovere. La riforma del sistema europeo comune di asilo non può essere by-passato. E ‘indispensabile. E ‘il momento per un’azione globale, coraggioso e responsabile nei confronti di una crisi resistente sistema comune di asilo europeo, non l’azione unilaterale da parte dei singoli Stati membri. L’UE deve assumere e all’altezza delle sue responsabilità internazionali in uno spirito di solidarietà e nel pieno rispetto dei diritti fondamentali.” Entrambi i deputati erano chiare sui prossimi passi: “Come co-legislatore, il Parlamento europeo è pronto a fare la nostra parte abbiamo bisogno di una corretta pianificazione legislativa interistituzionale, tornare alla leale cooperazione e di lavoro nel rispetto dei nostri valori comuni”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su sabato, 30 giugno 2018

Strasburgo 2 – 5 luglio 2018, Principali temi all’ordine del giorno
Migrazione: i deputati valuteranno le decisioni dei leader UE. I risultati del prossimo Vertice UE del 28 e 29 giugno, nel corso del quale i leader continueranno a cercare un accordo sulla politica comune in materia di migrazione e asilo, saranno al centro del dibattito di martedì in Plenaria con il Presidente del Consiglio Tusk e il Presidente della Commissione Juncker.
Futuro dell’Europa: dibattito con il Primo ministro polacco Marteusz MorawieckiIl Primo ministro polacco Mateusz Morawiecki sarà l’ottavo leader dell’UE a discutere il futuro dell’Europa con i deputati e con il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, mercoledì mattina alle 9.00.
Votazione finale sul primo Fondo industriale UE per la difesa. I deputati discuteranno lunedì e voteranno martedì il primo programma UE dedicato alla promozione dell’innovazione nell’industria europea della difesa.
Sicurezza alle frontiere: voto finale sul nuovo sistema di controllo preventivo per i viaggiatori senza obbligo di visto. I cittadini extracomunitari esenti dall’obbligo del visto dovranno ottenere un’autorizzazione prima di recarsi nell’UE, in base alle nuove norme che saranno votate giovedì.
Pacchetto mobilità: votazione sull’aggiornamento delle norme UE sul trasporto di merci su strada
Il Parlamento voterà mercoledì le nuove norme sui trasporti su strada, per migliorarne l’applicazione e per contrastare le pratiche illegali, e sul distacco e i tempi di riposo dei conducenti.
Copyright: possibile votazione per modificare la posizione della commissione parlamentare
La decisione della commissione affari giuridici di avviare i negoziati con i Ministri UE sarà annunciata lunedì. I deputati potrebbero contestarla e chiedere una votazione in Plenaria.
I deputati discuteranno le recenti dichiarazioni di Matteo Salvini sul popolo Rom.Mercoledì pomeriggio, i deputati discuteranno le recenti dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, sulle comunità Rom e Sinti in Italia.
Evitare la criminalizzazione dell’assistenza umanitaria. Secondo una proposta di risoluzione che sarà discussa martedì e votata mercoledì, aiutare i migranti per fini umanitari non dovrebbe essere un reato. Nel testo si chiede agli Stati membri di introdurre eccezioni nelle legislazioni nazionali per evitare che singoli individui e ONG che svolgono attività umanitarie siano perseguiti.
Le priorità del bilancio UE per il 2019
500 milioni di euro per la scolarizzazione dei bambini rifugiati in Turchia

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vertice UE / migrazione: il Parlamento chiede soluzioni congiunte basate sulla solidarietà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

I deputati esortano i leader dell’UE di trovare una soluzione all’attuale impasse in materia di migrazione e asilo e lo stress la loro disponibilità ad avviare colloqui per riformare le regole esistenti.In vista di un Consiglio europeo cruciale, durante il quale i leader europei discuteranno come affrontare al meglio con l’afflusso di migranti e richiedenti asilo, i deputati sottolineano che l’Europa ha bisogno di un efficace sistema comune di asilo europeo che rispetti i diritti fondamentali, in coppia con controlli alle frontiere avanzate e rinforzata sicurezza.Il Parlamento ha già adottato la propria posizione su tutti i fascicoli legislativi relativi alla riforma della politica di asilo dell’UE ed è pronto per iniziare i colloqui con i Ministri dell’UE.Claude Moraes (S & D, UK) , presidente della commissione per le libertà civili, ha dichiarato: “E ‘fondamentale che il Consiglio si presenta con soluzioni complete, umanitari ed efficaci per la migrazione a questo incontro. Il Parlamento europeo ha fatto il suo lavoro in qualità di co-legislatore, mettendo avanti la sua posizione su Dublino. Con la riforma del sistema europeo comune di asilo la soluzione per un approccio europeo basato sulla solidarietà e la responsabilità condivisa è sul tavolo e il Consiglio deve agire ora – e se non è possibile prendere una decisione all’unanimità, è il momento di decide a maggioranza”.“I casi di Acquario e Lifeline ci ha mostrato una volta di più l’importanza di un approccio decente e umana dell’UE e del Consiglio non possono più bloccare il file di Dublino, che è la chiave per questo”, ha insistito Moraes.Infine, ha chiarito che “non sosterremo soluzioni politiche non redditizie, come off-shore che ha messo a rischio i diritti umani. Questa è una linea rossa per il Parlamento “.Cecilia Wikström (ALDE, SE), relatore del PE per la riforma del regolamento di Dublino, ha aggiunto: “E ‘tempo per il Consiglio di consegnare e unire. Il Parlamento europeo è stato pronto ad avviare negoziati sul regolamento di Dublino da novembre. Mi auguro che i governi dell’UE durante il vertice sono disposti a mettere abbastanza di parte le loro differenze, a questo punto, al fine di consentire negoziati tra il Parlamento e il Consiglio per iniziare”.“Dobbiamo trovare il modo di andata che consentono la creazione di un sistema di asilo funzionante con un adeguato supporto per gli stati in prima linea, le responsabilità condivise e corretta gestione delle frontiere esterne. Senza tali negoziati, ci troviamo a mani vuote con l’attuale sistema di asilo fallito e risposte per i cittadini”, ha concluso Wikström.
Il Parlamento ha adottato nel novembre 2017 il suo mandato sulla riforma del regolamento di Dublino , che determina lo Stato membro responsabile dell’esame di una domanda d’asilo ed è il fulcro di una riforma globale della politica di asilo dell’UE, ma le trattative sulla forma finale del testo inizierà solo una volta gli stati membri concordano sulla loro posizione.
I deputati hanno ripetutamente chiamato il Consiglio a dimostrare una reale volontà politica di andare avanti con le riforme e porre fine alle persone che muoiono nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere l’Europa.Gli stati del Parlamento e membro hanno esaurito offerte preliminari su diversi altri file del pacchetto asilo, come ad esempio la direttiva sulle condizioni di rifusione reception e il nuovo regolamento di qualificazione e la nuova Agenzia per l’Asilo dell’UE , ma quelli possono essere confermati solo se esiste un accordo sulla chiave regolamento Dublino. Sono stati inoltre compiuti progressi significativi nel corso colloqui su un sistema Eurodac rafforzato e un nuovo quadro UE per il reinsediamento .La versione aggiornata di Regolamento Procedure e la revisione della Carta blu UE per i lavoratori altamente qualificati sono altre due proposte sulle quali i co-legislatori hanno lo scopo di raggiungere un accordo prima della fine della legislatura.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni di commissioni e gruppi politici

Posted by fidest press agency su sabato, 23 giugno 2018

Bruxelles. Consiglio europeo. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si rivolgerà ai leader dell’UE alle 15:00 sui principali argomenti di discussione al vertice, ovvero migrazione, sicurezza e difesa, questioni economiche e di bilancio e Brexit. Terrà una conferenza stampa alle 16:00. (Giovedì)
Ungheria/rispetto dei valori dell’UE. La commissione per le Libertà Civili voterà se proporre ai ministri dell’UE l’eventuale attivazione per la prima volta dell’Articolo 7 contro uno Stato membro (nella fattispecie l’Ungheria). All’origine della richiesta dell’attivazione dell’Articolo 7 ci sarebbe il rischio di una grave violazione dei valori dell’Unione Europea. Tale articolo del Trattato UE può portare all’imposizione di sanzioni, compresa la sospensione del diritto di voto da parte dello Stato membro. (Lunedì)
Facebook/Cambridge Analytica. In seguito all’incontro del 22 maggio tra il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e la Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo, i deputati terranno una seconda audizione pubblica con i rappresentanti di Facebook (la prima si è tenuto il 4 giugno). Tale audizione servirà a verificare la protezione dei dati e prevenirne l’uso illegale. (Lunedì)
Prevenire la criminalizzazione dell’assistenza umanitaria. La commissione per le Libertà Civili chiederà ulteriori chiarimenti sull’applicazione della Direttiva sui favoreggiamenti – che prevede sanzioni nei confronti di chiunque assista persone entrate illegalmente nell’Unione europea o con permesso di soggiorno irregolare – per assicurare che azioni di assistenza umanitaria a migranti e richiedenti asilo non siano criminalizzate. (Lunedì)
Relazioni UE-USA. Dopo le recenti decisioni unilaterali dell’amministrazione statunitense di ritirarsi da diversi accordi e organizzazioni internazionali, gli eurodeputati della commissione Affari Esteri valuteranno lo stato delle relazioni UE-USA (in particolare la politica dell’“America First” e le divergenze sul commercio), l’accordo con l’Iran e il processo di pace in Medio Oriente. I deputati si battono per relazioni forti tra UE e USA, considerate spina dorsale della stabilità globale. (Giovedì)
Conferenza ad alto livello sul patrimonio culturale. Per sottolineare l’importanza e l’ampiezza della cultura europea, il Parlamento tiene una conferenza su “Patrimonio culturale in Europa: unire passato e futuro”. Leader politici, policy makers, artisti di vari settori e stakeholders discuteranno le sfide che il settore deve affrontare. Il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker apriranno l’evento. (Martedì)
Assemblea EURONEST. L’Assemblea parlamentare UE-Vicinato orientale (EURONEST) riunirà eurodeputati e parlamentari nazionali di Armenia, Azerbaigian, Georgia, Moldavia e Ucraina. Temi in discussione saranno: la lotta alla corruzione e al riciclaggio di denaro, la sicurezza della regione, gli investimenti esteri diretti, l’efficienza energetica e il contrasto al lavoro sommerso. (Martedì e mercoledì)
Preparazione della plenaria. I gruppi politici si preparano per l’ultima sessione plenaria prima della pausa estiva, concentrandosi sui dibattiti intorno ai risultati del vertice UE del 28 e 29 giugno. Discuteranno inoltre con il primo ministro Sebastian Kurz sul programma della prossima presidenza austriaca dell’UE. Continueranno i dibattiti sul futuro dell’Europa con il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki. Gli eurodeputati voteranno sull’avvio dei negoziati con i ministri dell’UE per la riforma del diritto d’autore e per nuove regole sulle condizioni di lavoro per i camionisti nel trasporto transfrontaliero. Infine è previsto il voto conclusivo sulla legge elettorale dell’UE e sull’industria europea della difesa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni delle commissioni

Posted by fidest press agency su martedì, 19 giugno 2018

Bruxelles. Riforma del diritto d’autore in UE. Proposte legislative per aggiornare le attuali norme UE sul diritto d’autore saranno sottoposte a votazione da parte della commissione Affari Giuridici. Tali norme mirano a garantire che le opere coperte da copyright siano ben protette sul mercato online e che gli editori siano remunerati in maniera corretta per i testi che pubblicano online. (Mercoledì)
Conferenza dei presidenti del PE. La Conferenza dei presidenti del Parlamento (presidente del Parlamento europeo e leader dei gruppi politici) sarà a Vienna per preparare la prossima presidenza del Consiglio austriaco. I leader del Parlamento europeo incontreranno rappresentanti del governo federale austriaco, il presidente dell’Austria Alexander Van der Bellen e rappresentanti del parlamento nazionale austriaco. Discuteranno di migrazione e frontiere esterne, del bilancio a lungo termine dell’UE (QFP), dell’occupazione e dei Balcani occidentali. Infine, parteciperanno a un dibattito con studenti e giovani austriaci. (Martedì)
Resistenza antimicrobica. La commissione per la salute pubblica e l’ambiente discuterà del piano d’azione per combattere la resistenza antimicrobica (AMR). L’AMR causa ogni anno nell’UE circa 25.000 decessi con una spesa di 1,5 miliardi di euro di costi sanitari extra, a causa di fattori quali uso inappropriato di antibiotici nell’uomo o uso eccessivo di antibiotici da parte dei veterinari. Altre situazioni che contribuiscono all’insorgere della resistenza antimicrobica sono le cattive condizioni igieniche nelle strutture sanitarie o nella catena alimentare. (Mercoledì)
Migrazione: tratta di donne e bambini. I deputati europei affronteranno il problema della tratta di esseri umani, in particolare donne e bambini con relatori dell’OIM, dell’OSCE e dell’Europol, con il coordinatore dell’UE per la lotta alla tratta di esseri umani ed con altri esperti. Lo stesso giorno, la commissione per le libertà civili analizzerà il rapporto del Centro europeo contro la tratta dei migranti. (Giovedi)
Relazioni UE-Cina. La commissione per gli affari esteri inviterà i paesi dell’UE a schierarsi uniti contro i tentativi della Cina di assumere il controllo delle infrastrutture strategiche europee e a basare le proprie relazionic on la Cina sul rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto. (Mercoledì)
Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE. I deputati europei e i loro omologhi dei parlamenti nazionali degli Stati dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP) si incontreranno per la 35ª sessione dell’Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE a Bruxelles per discutere di migrazione, crescita demografica, lotta alla xenofobia, razzismo e discriminazione, lotta al terrorismo internazionale e crisi umanitaria nel Sud Sudan. (Da lunedì 18 a mercoledì 19)
Mercoledì – alle 16. Il presidente Tajani terrà un Facebook live in cui risponderà alle domande dei cittadini sull’importanza e la promozione del patrimonio culturale europeo. Lo stesso giorno, il presidente Tajani incontrerà il Portavoce del parlamento egiziano Mohamed Saad El-Katatny.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo ribadisce sanzioni contro la Russia e invita a liberare Oleg Sentsov

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Nel giorno di inizio della Coppa del mondo di calcio FIFA in Russia, il Parlamento chiede alla Russia di garantire il rispetto dei diritti umani, la libertà di espressione e di riunione.
I deputati chiedono alle autorità russe di liberare immediatamente e incondizionatamente il regista ucraino Oleg Sentsov e oltre 70 cittadini ucraini detenuti illegalmente in Russia e nella penisola della Crimea.La risoluzione invita pertanto gli Stati membri dell’UE a rimanere fermi e uniti nell’attuazione delle sanzioni concordate contro la Russia e a prorogarle, e a prendere in considerazione anche misure mirate contro i responsabili della detenzione e del processo dei prigionieri politici.
Il Parlamento critica la legge russa sugli “agenti stranieri”, in base alla quale le ONG e i media stranieri che ricevono fondi stranieri sono soggetti a un elevato livello di controllo da parte del governo. Si condannano altresì le violazioni del diritto internazionale da parte della Russia nella Crimea occupata, compresa l’applicazione della legislazione russa, la pesante militarizzazione della penisola e le violazioni massicce e sistematiche dei diritti umani. Gli eurodeputati ricordano alla Russia che, in quanto potenza occupante, ha l’obbligo di proteggere i cittadini della Crimea da misure giudiziarie o amministrative arbitrarie e di garantire il rispetto dei loro diritti.La risoluzione non vincolante è approvata con 485 voti favorevoli, 76 contrari e 66 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »