Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 341

Posts Tagged ‘parlamento europeo’

IVA: più aziende potranno pagare le tasse online

Posted by fidest press agency su sabato, 2 dicembre 2017

BruxellesIl Parlamento europeo vuole consentire anche alle imprese che vendono beni e servizi non elettronici di pagare l’IVA online, per ridurre i costi e aumentare le entrate per gli Stati membri.I deputati hanno approvato- con 540 voti in favore, 30 voti contrari e 68 astensioni – la proposta di ampliare l’uso del “mini sportello unico” (MOSS), attualmente utilizzato per calcolare e riscuotere l’IVA sui beni elettronici, le telecomunicazioni e i servizi di radiodiffusione transfrontalieri.
Si propone di estendere l’uso del sistema MOSS anche alle imprese che vendono beni tangibili e servizi non elettronici, cosicché possano beneficiare di un metodo di calcolo e pagamento dell’IVA più efficiente, che consenta loro di versare il dovuto in un unico Stato membro per tutte le loro vendite all’interno dell’UE.Secondo la Commissione europea, le aziende che operano attualmente al di fuori del MOSS devono pagare in media 8.000 euro all’anno a ciascuno Stato membro in cui operano. Un’estensione del sistema MOSS potrebbe ridurre i costi per le imprese per 2,3 miliardi di euro, mentre gli Stati membri potrebbero vedere aumentare il loro gettito IVA di oltre 7 miliardi di euro all’anno.I deputati hanno inoltre approvato, con 576 voti in favore, 30 voti contrari e 32 astensioni, una misura correlata, volta a migliorare il coordinamento tra le autorità fiscali in materia di informazioni sui soggetti d’imposta per facilitare il funzionamento del sistema online.Il relatore Catalin Sorin Ivan (S&D, RO), ha dichiarato: “Questo aggiornamento delle norme IVA per il commercio elettronico, che è assolutamente necessario, ridurrà i costi di adeguamento, stimolerà gli scambi commerciali e agevolerà anche l’accesso delle piccole imprese al mercato europeo”.
Il relatore Ludek Niedermayer (PPE, CZ), ha dichiarato: “Questo è un altro passo verso un sistema fiscale moderno adatto al XXI secolo. Il risultato sarà la prevenzione delle frodi e una riscossione dell’IVA più efficiente”.La proposta sarà ora trasmessa alla Commissione europea e al Consiglio per un esame finale.Questi due atti legislativi fanno parte di una più ampia revisione del sistema IVA dell’UE, che mira a creare un sistema più semplice, a prova di frode e favorevole alle imprese. Le riforme contribuiranno inoltre a ridurre il “divario IVA”, vale a dire la differenza tra il gettito IVA previsto e l’importo effettivamente riscosso, stimato dalla Commissione europea a 170 miliardi di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvato il bilancio UE 2018: sostegno a giovani, crescita e sicurezza

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 dicembre 2017

parlamento europeoPer il bilancio del prossimo anno, i deputati hanno previsto un maggiore sostegno per i giovani disoccupati e più finanziamenti per le PMI, i programmi di ricerca e l’Erasmus.Gli stanziamenti d’impegno per il 2018 ammontano complessivamente a 160,1 miliardi di euro e gli stanziamenti di pagamento a 144,7 miliardi di euro.Dopo l’approvazione formale da parte del Consiglio dell’accordo provvisorio sul bilancio 2018, il Parlamento ha approvato il bilancio con 295 voti in favore, 154 voti contrari e 197 astensioni.L’atto legislativo è stato poi firmato dal Presidente Antonio Tajani.
Il Parlamento ha eliminato i tagli di 750 milioni di euro operati dal Consiglio nel settore “crescita e occupazione” e garantito all’Iniziativa per l’occupazione giovanile un incremento di 116,7 milioni di euro in stanziamenti d’impegno, portando così il totale a 350 milioni di euro, per aiutare i giovani che cercano lavoro.Rispetto alla proposta di bilancio della Commissione, i deputati sono riusciti a garantire nuove risorse più sostanziali per quelli che considerano i programmi fondamentali per la crescita e l’occupazione, vale a dire Orizzonte 2020 (con un aumento di 110 milioni di euro per i programmi di ricerca), Erasmus+ (con un aumento di 24 milioni di euro) e COSME (con un aumento di 15 milioni di euro per il sostegno alle PMI).
Il Parlamento ha potenziato gli stanziamenti proposti dalla Commissione per le agenzie con compiti connessi alla sicurezza: Europol (3,7 milioni di euro in più e 10 nuovi posti di lavoro), Eurojust (1,8 milioni di euro in più e altri 5 posti di lavoro) e l’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo EASO (5 milioni di euro in più).
Il Parlamento ha aumentato di 80 milioni di euro (rispetto al progetto della Commissione) la linea di bilancio per le azioni esterne dell’UE sulle sfide migratorie, che comprendono azioni nei Paesi vicini orientali e meridionali e nei Balcani occidentali.
Per quanto riguarda la Turchia, gli eurodeputati hanno deciso di tagliare i fondi di pre-adesione di 105 milioni di euro e di iscrivere in riserva altri 70 milioni di euro in stanziamenti d’impegno, in risposta al peggioramento nel paese della situazione in materia di democrazia, Stato di diritto e diritti umani.
La squadra negoziale del Parlamento ha ottenuto 34 milioni di euro in più per il sostegno ai giovani agricoltori, al fine di ridurre la disoccupazione giovanile nelle zone rurali. Sono stati inoltre aumentati di 95 milioni di euro i fondi destinati a sostenere le pratiche agricole che favoriscono il clima e l’ambiente.
Dopo la votazione, i membri della squadra che ha negoziato in nome del Parlamento hanno reso le seguenti dichiarazioni:
“Il Parlamento può essere soddisfatto del bilancio dell’UE per il 2018. Abbiamo trovato un accordo perché le nostre priorità erano quelle di dare impulso ai programmi che prepareranno l’UE al futuro e proteggeranno gli europei – la ricerca attraverso Orizzonte 2020, la mobilità dei giovani attraverso Erasmus+ ed ErasmusPro, i programmi infrastrutturali come il meccanismo per collegare l’Europa e il sostegno alle PMI attraverso COSME. Siamo anche riusciti a incrementare i finanziamenti per i programmi relativi alla sicurezza, la politica di asilo e la politica di vicinato”, ha detto il presidente della commissione per i bilanci, Jean Arthuis (ALDE, FR).“Questo bilancio risponde alle aspettative dei cittadini dell’UE nei confronti dell’Europa: occupazione e crescita, da un lato, e sicurezza, dall’ altro”, ha dichiarato Siegfried Mureșan (PPE, RO), relatore principale (sezione III Commissione). “Investire nella ricerca, nelle infrastrutture, nell’istruzione e nelle PMI ci permetterà di diventare più competitivi e orientati al futuro. Per quanto riguarda la sicurezza, siamo riusciti a rafforzare Europol ed Eurojust, in modo da garantire una migliore cooperazione e coordinazione nella lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata in tutta l’Unione europea. Infine, abbiamo chiarito che il sostegno dell’UE ai Paesi al di fuori dell’UE non è privo di vincoli: la Turchia si sta allontanando dai valori dell’UE e abbiamo deciso di ridurre gli aiuti di 105 milioni di euro rispetto alla proposta della Commissione”.
Data la necessità di gestire azioni pluriennali (ad esempio il finanziamento di un progetto di ricerca della durata di 2-3 anni), il bilancio dell’UE si divide in stanziamenti di impegno (il costo di tutti gli obblighi finanziari contratti durante l’esercizio in corso, con possibili conseguenze negli anni successivi) e in stanziamenti di pagamento (importi effettivamente versati durante l’anno in corso, eventualmente per attuare anche gli impegni assunti negli anni precedenti).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: PE approva nuove regole su chi deve farsi carico delle perdite

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 dicembre 2017

european parliamentIl Parlamento europeo ha approvato un piano che mira a stabilire norme chiare su come i creditori delle banche in difficoltà devono coprire le perdite.Il piano prevede di recepire nel diritto comunitario lo standard internazionale della capacità totale di assorbimento delle perdite (TLAC) delle banche con una rilevanza sistemica, che impone a tali banche di accantonare fondi sufficienti per assorbire le perdite e ricapitalizzare con un impatto minimo sui contribuenti.Il testo propone una “gerarchia” del bail-in degli azionisti e dei creditori ai quali sono attribuite le perdite, armonizzata in tutti gli Stati membri dell’UE, che contribuirebbe a proteggere le funzioni fondamentali delle banche e la stabilità finanziaria, senza dover ricorrere al denaro dei contribuenti.Inoltre, sarà aggiunta una nuova classe alla gerarchia di attori coinvolti in caso di insolvenza delle banche, al fine di proteggere il debito privilegiato e le passività delle altre banche e contribuire così a ridurre i rischi. Una nuova classe “non preferita” di strumenti di debito privilegiato dovrebbe poter soddisfare lo standard TLAC per le banche di importanza globale. Gli strumenti finanziari di questa classe non possono essere derivati né includere alcuna componente derivata.Le clausole di salvaguardia dei diritti acquisiti offriranno un’ulteriore certezza giuridica, consentendo ai sistemi nazionali esistenti e agli strumenti di debito già emessi di rimanere in vigore laddove soddisfino le condizioni.Le norme, approvate con 523 voti in favore, 113 contrari e 8 astensioni, dovranno essere recepite nelle legislazioni nazionali entro un anno dalla loro entrata in vigore.
Il relatore Gunnar Hökmark (PPE, SE), durante il dibattito ha dichiarato che “si registrano investimenti troppo bassi nell’UE, il che di per sé rappresenta un rischio, in quanto manca la crescita di cui abbiamo bisogno per garantire la stabilità. Le banche devono essere stabili per poter finanziare e garantire gli investimenti. Con questa legislazione si fa chiarezza per stabilire quando una banca si trova in gravi difficoltà. Non ci saranno discussioni, perché si saprà cosa fare. Stiamo facendo in modo che i rischi rimangano a carico di chi li assume. Questo è lo scopo principale. È lo scopo della gerarchia, che descrive i diversi livelli di rischio. I correntisti e i contribuenti correranno meno rischi”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 novembre 2017

autostradeSecondo i deputati, tutte le nuove automobili dovrebbero essere dotate di sistemi di frenatura autonomi in grado di rilevare i pedoni e di assistenti alla velocità intelligenti. Ogni anno più di 25.000 persone muoiono – e centinaia di migliaia restano ferite – in incidenti stradali in Europa. Più del 90% degli incidenti sono causati da un errore umano.Cervelli e occhi elettronici nelle nostre auto, che aiutino il guidatore a reagire meglio in situazioni pericolose, possono perciò fare la differenza e salvare delle vite.Non stiamo parlando di sistemi fantascientifici, ma di sistemi già in uso in un numero limitato di vetture di alta gamma. Questi sistemi prevengono gli incidenti frenando o diminuendo la velocità nel caso la macchina rilevi la presenza di pedoni o ciclisti, assistono il guidatore nel mantenere la velocità consentita, aiutano a mantenersi in carreggiata con segnali sonori e sono in grado di sterzare automaticamente per far mantenere la corsia all’auto.I vantaggi di tali sistemi in termini di sicurezza sono evidenti, per questo gli eurodeputati vogliono che siano obbligatori in tutte le nuove autovetture.Il relatore della proposta, il deputato tedesco Dieter-Lebrecht Koch (Partito popolare europeo) ha dichiarato: “Alla guida di un’auto, andando a piedi o in bicicletta, tutti commettiamo degli errori. E in questi casi i sistemi di assistenza automatica sono come silenziosi copiloti che ci aiutano ad evitare gli incidenti”. Se questi sistemi sono inclusi nella auto di alta gamma e in alcuni casi anche in altri tipi di auto, i tre quarti delle nuove vetture non ne sono equipaggiate, spesso perché la loro presenza fa lievitare il prezzo.Per fare in modo che la sicurezza dei cittadini non dipenda da quanto possono spendere per la propria auto, gli eurodeputati suggeriscono di installare obbligatoriamente su tutte le auto quei dispositivi già presenti in commercio e che hanno una provata influenza sulla sicurezza stradale. Uno di questi dispositivi è, ad esempio, la frenata automatica di emergenza in presenza di ciclisti o pedoni.Secondo Koch, “tutti dovrebbero poter acquistare un’auto di questo tipo. Ed è proprio grazie a un’ampia diffusione che il prezzo di queste vetture non arriverà alle stelle; saranno solo un po’ più costose”.Fra le altre misure per la sicurezza stradale all’esame dell’assemblea plenaria c’è anche la possibilità di ridurre a zero il limite di tasso alcolico per i nuovi guidatori e per gli autisti professionisti nell’Unione europea. La risoluzione è stata approvata con 593 voti favorevoli, 39 contrari e 53 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: sessione plenaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 ottobre 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo 23-26 ottobre 2017, sessione plenaria parlamento europeo. Principali temi all’ordine del giorno:
UE e futuro dell’Europa Il Presidente del Consiglio, Donald Tusk, discuterà con i deputati i risultati del Consiglio europeo del 19-20 ottobre, che si è occupato di migrazione, politica di asilo, difesa e negoziati del Brexit.
Dibattito sulla libertà dei media dopo l’omicidio della giornalista maltese. I gruppi politici discuteranno la libertà dei media e la protezione dei giornalisti, in seguito al brutale omicidio di Daphne Caruana Galizia, giornalista maltese, nota per il suo lavoro sui Panama Papers, sulla corruzione e sul traffico di droga.
Proteggere gli investitori e l’economia europea dai crediti scadenti. I pacchetti di crediti dovranno essere resi meno complessi e più trasparenti prima di essere venduti agli investitori, in base alla proposta che andrà al voto giovedì.
Rafforzare i controlli di sicurezza ai confini europei. Un sistema elettronico per accelerare i controlli in entrata nella zona Schengen e per registrare tutti i viaggiatori non comunitari sarà discusso e votato mercoledì.
Lavoratori distaccati: PE pronto per i negoziati con i Ministri UE. Il Parlamento sarà presto pronto ad avviare i colloqui con i governi dell’UE per la revisione delle regole sul distacco dei lavoratori. Il mandato negoziale dovrebbe essere formalmente approvato durante questa sessione plenaria.
Il Presidente del PE annuncerà il vincitore del Premio Sakharov 2017. Il vincitore del Premio Sakharov 2017 sarà scelto dal Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e dai leader dei gruppi politici e annunciato dallo stesso Tajani in Plenaria giovedì.
Glifosato: eliminazione graduale subito e divieto totale entro fine 2020. I deputati chiedono restrizioni immediate sull’impiego del glifosato, sostanza potenzialmente nociva, e un divieto totale, entro il dicembre 2020, sull’uso dei diserbanti che la utilizzano.
Droghe: accelerare blocco delle nuove sostanze psicoattive
Aumentare l’uso di fertilizzanti organici nell’UE
Negoziati commerciali con Australia e Nuova Zelanda
Agenti cancerogeni: proteggere i lavoratori con regole più severe
Molestie e abusi sessuali nell’UE
Reddito minimo: aiutare le persone ad uscire dalla povertà.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eurobarometro: cresce la fiducia dei cittadini nel Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 ottobre 2017

parlamento europeo romaRoma.“I dati che emergono dalle ultime rilevazioni di Eurobarometro sono positivi e incoraggianti. Il sondaggio indica che la fiducia nel Parlamento europeo e nel nostro lavoro continua a crescere, con i risultati migliori registrati dal periodo pre-crisi”, ha commentato il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, a seguito della pubblicazione dell’ultimo sondaggio di Eurobarometro.
“La maggioranza dei cittadini vede sempre di più l’Unione europea e le sue istituzioni come attori imprescindibili per rispondere alle loro preoccupazioni, a cominciare dalla lotta al terrorismo, al governo dei flussi migratori o alla disoccupazione giovanile – ha aggiunto Tajani – Non possiamo cullarci sugli allori. In alcuni Paesi non tutti i dati sono soddisfacenti. Dobbiamo proseguire l’azione per riavvicinare l’Europa ai suoi popoli, continuando ad ascoltarli e a fornire loro soluzioni efficaci”.“I cittadini chiedono un’Europa più politica e democratica, dove a decidere sono i rappresentanti che hanno eletto, e non i funzionari. Per questo, vogliono che il Parlamento rafforzi il suo ruolo, anche nel dibattito sull’avvenire dell’Unione”, ha concluso il Presidente Tajani.
Il 36% dei cittadini italiani ha un’immagine positiva del Parlamento europeo – superiore alla media europea (33%) – facendo segnare una decisa risalita (+6%) rispetto alle rilevazioni del 2016, mentre il 35% degli intervistati mantiene un giudizio neutro. Parallelamente, scende la percentuale di coloro che hanno una percezione negativa: dal 32% al 24%, con un calo di ben 8 punti. Quasi la metà degli italiani chiede un ruolo più forte del Parlamento europeo (47%), in crescita di 3 punti rispetto a un anno fa.
Oltre la metà dei cittadini italiani (52%) – a fronte del 55% della media UE – sono interessati all’appuntamento delle elezioni europee del 2019.
In linea con il precedente sondaggio Eurobarometro, i cittadini europei continuano a manifestare un sentimento di vulnerabilità e insicurezza, legato essenzialmente a quattro fenomeni percepiti come “minacce”: terrorismo (58%), disoccupazione (43%), povertà ed esclusione (43%) e immigrazione (35%). Seguono il cambiamento climatico (23%), il fondamentalismo religioso (23%), il crimine organizzato (22%), i conflitti armati (21%), gli estremismi politici (20%), epidemie (10%), cyber-attacchi, dumping sociale e privacy (ognuno al 9%).

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Principali temi all’ordine del giorno

Posted by fidest press agency su sabato, 30 settembre 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo 2-5 ottobre 2017 Anteprima della sessione plenaria:
Brexit: niente “progressi sostanziali” sui termini di divorzio. I deputati discuteranno e voteranno martedì una risoluzione che delinea il contributo del PE al vertice UE a 27 del 20 ottobre a Bruxelles, quando i leader governativi saranno chiamati a valutare i progressi compiuti nei negoziati Brexit.
Una Procura europea per proteggere meglio il denaro del contribuente. I deputati europei dovrebbero dare il via libera definitivo alla creazione di una Procura europea, che dovrà perseguire frodi e uso improprio di fondi europei.
Prevenzione di attacchi informatici e abusi sessuali online. L’aumento della criminalità informatica e degli abusi sessuali online, e l’inadeguatezza delle misure di prevenzione sugli attacchi alle infrastrutture critiche, richiedono un’azione più decisa da parte dell’UE.
Discussione sulle cancellazioni di voli Ryanair. Mentre Ryanair annulla un numero crescente di voli, rovinando i piani di viaggio di migliaia di passeggeri, gli eurodeputati chiederanno alla Commissione europea come intende garantire il rispetto dei diritti dei passeggeri.
Aggiornamento delle norme di sicurezza sulle navi passeggeri.n Per garantire il massimo livello di sicurezza, il Parlamento voterà mercoledì un aggiornamento delle norme di sicurezza sulle navi passeggeri dell’UE.
Preparazione per il Summit UE di ottobre. Brexit, migrazione e politica comune in materia di asilo, politica di difesa e le relazioni con la Turchia saranno all’ordine del giorno del Vertice UE del 19-20 ottobre a Bruxelles.
Migliori condizioni detentive per favorire la riabilitazione e prevenire la radicalizzazione. I Paesi dell’UE devono migliorare le condizioni carcerarie e affrontare il sovraffollamento per proteggere la salute dei detenuti, favorire la loro riabilitazione e prevenire il rischio di radicalizzazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terremoto: approvati 1,2 miliardi di euro in aiuti UE all’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

european parliamentI deputati europei hanno approvato mercoledì in via definitiva lo stanziamento di 1,2 miliardi di euro circa in aiuti comunitari per riparare i danni causati dai terremoti nel centro Italia nel 2016 e nel 2017.
Il Parlamento ha dato il via libera allo stanziamento di 1.196.797.579 euro dal Fondo di solidarietà dell’UE (FSUE) con 658 voti favorevoli, 6 contrari e 26 astensioni.I fondi del FSUE potranno essere utilizzati per le operazioni di ricostruzione, di emergenza e di bonifica e per la protezione dei monumenti. L’Italia è già il principale beneficiario del Fondo di solidarietà, avendo ricevuto sin dalla sua creazione 15 anni fa finanziamenti UE pari a 1,3 miliardi di euro.
L’Italia ha chiesto un anticipo di 30 milioni di euro (importo massimo possibile) che è stato concesso dalla Commissione europea il 29 novembre 2016 e versato integralmente.Tra la fine di agosto 2016 e la metà di gennaio 2017, una serie di terremoti di magnitudo compresa tra i 5,9 e i 6,5 gradi della scala Richter, seguita da numerose scosse di assestamento, ha colpito vaste aree della catena appenninica dell’Italia centrale, in particolare le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. I terremoti hanno causato 333 morti e oltre 30 mila tra sfollati e bisognosi di assistenza. Le infrastrutture sono state gravemente danneggiate e le imprese, comprese le aziende agricole e turistiche, sono state colpite in modo significativo.Il relatore Giovanni La Via (PPE, IT) ha detto: “L’UE ha promesso di aiutare l’Italia ad affrontare questa tragedia; sono orgoglioso di affermare che stiamo compiendo progressi in questo senso. 1,2 miliardi di euro è il maggiore utilizzo mai compiuto del Fondo di solidarietà dell’UE, che saranno utilizzati per aiutare le popolazioni di Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo, drammaticamente colpite dai terremoti, a pianificare un nuovo futuro. Contribuiranno alla ricostruzione intrapresa dal nostro governo e dalle autorità locali”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro Antonio Tajani con il Direttore Esecutivo dell´Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), Professor Guido Rasi

Posted by fidest press agency su sabato, 2 settembre 2017

european parliamentAl centro del colloquio, il ruolo dell’EMA per la protezione della salute e l´innovazione e il suo spostamento a seguito della Brexit. Al termine dell´incontro il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha dichiarato: “la selezione della nuova sede dell´EMA va fatta sulla base di criteri oggettivi, elaborati a livello europeo con l´obiettivo di rendere il più economico ed efficace possibile il suo funzionamento nell’interesse dei cittadini.” I sei criteri individuati dalla Commissione europea e dall´EMA, illustrati nella Decisione relativa alla procedura per il trasferimento delle agenzie dell’UE, sono: garanzie che l’agenzia sia pienamente operativa nel momento in cui dovrà lasciare il Regno Unito, facilità di accesso alla nuova sede, esistenza di scuole per circa 600 studenti figli del personale, accesso al mercato del lavoro e assistenza sanitaria per le 900 famiglie del personale, continuità operativa e distribuzione geografica tra le diverse agenzie europee.Secondo Tajani, alcune delle città candidate rispettano appieno i requisiti richiesti.Il Presidente Tajani ha concluso sottolineando che “il Parlamento europeo vigilerà affinché la nuova sede venga scelta nel rispetto di questi parametri oggettivi, in piena trasparenza, nell´interesse della tutela della salute dei cittadini e nella promozione dell´innovazione. A proposito di salute e innovazione, basti ricordare che grazie al lavoro dell´EMA sono stati ritirati dal mercato circa 1000 farmaci non conformi agli standard europei e sono stati esaminati oltre 500 mila preparati utilizzati in Europa”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani sulla situazione in Venezuela

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 luglio 2017

Leopoldo_Lopez_1Portrait of Antonio TajaniA seguito del colloquio telefonico con il leader dell’opposizione, Leopoldo Lopez, sull’elezione della Assemblea costituente nazionale in Venezuela, il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha dichiarato: “E’ un triste giorno per la democrazia in Venezuela, per l’America Latina e per il mondo perché sono stati violati i trattati internazionali, la Costituzione del Paese e, ancora più grave, si agisce contro il volere del popolo. Non è la risposta giusta ai problemi di confronto politico e alla crisi umanitaria che stanno devastando il paese” riferendosi alla elezione fraudolenta e illegittima dell’Assemblea costituente in Venezuela.“Nelle ultime 24 ore la repressione chavista ha raggiunto livelli impensabili. La comunità internazionale non può rimanere in silenzio davanti ad un numero così elevato di morti in Venezuela. Non è stata data la possibilità alla stampa di presidiare e riportare notizie dai seggi elettorali, ulteriore segno di assenza di democrazia del regime in carica” ha proseguito il Presidente Antonio Tajani.“Come Presidente del Parlamento europeo, l’unica istituzione direttamente eletta dai cittadini europei, esprimo il mio totale supporto ai rappresentanti del popolo venezuelano: insieme all’Assemblea nazionale non riconosciamo questa elezione” ha proseguito il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.“E’ chiaro che il regime in carica voglia mantenere il potere. Il volere del popolo è di cambiare tale regime. E’ per questo che è necessario indire nuove elezioni democratiche ora”.Il Parlamento europeo nella sua ultima risoluzione sulla situazione in Venezuela ha chiesto di inviare una delegazione parlamentare nel paese. Consulterò i gruppi politici al Parlamento europeo su questa questione” ha concluso il Presidente del Parlamento europeo

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove norme antiriciclaggio: le novità per i pagamenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

euroFirenze. Entra in vigore da ieri 4 Luglio 2017 il decreto legislativo che aggiorna, recependo una Direttiva europea, le regole antiriciclaggio che comprendono, tra le altre cose, disposizioni e limiti relativamente ai pagamenti. Nessuna variazione alla cosiddetta “soglia del contante” ovvero il limite fissato in euro 3.000 oltre il quale i pagamenti in contante sono vietati.
Regole invariate anche per gli assegni che per importi superiori ai 1.000 euro devono emessi intestandoli ad una persona o ditta con clausola “non trasferibile”; l’emissione all’ordine “mio proprio” rimane possibile a prescindere dall’importo solo per l’incasso e non per i pagamenti.Quello che cambia sono le regole relative ai libretti di deposito, bancari e postali, che da oggi possono essere emessi solo in forma nominativa, intestati ad una determinata persona. Uno stop ai libretti al portatore, quindi, che fino ad oggi potevano circolare se di importo inferiore a 1.000 euro. Rimane vietata altresì l’emissione di libretti di risparmio in forma anonima o con intestazione fittizia.
Per i libretti al portatore attualmente in circolazione è stata aperta una finestra di tempo per l’estinzione, con scadenza 31 Dicembre 2018.Cambiano anche le sanzioni applicabili alle varie violazioni: per la soglia dei contanti e per gli assegni la sanzione varia da 3.000 a 50.000 euro, per i libretti la sanzione può variare da 250 a 500 euro per il trasferimenti di quelli al portatore, mentre per il trasferimento di quelli in forma anonima o con intestazione fittizia è in percentuale e varia dal 10 al 40% del saldo. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omaggio a Simone Veil

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

strasburgo-parlamento-europeoIl Parlamento europeo renderà omaggio a Simone Veil, primo Presidente del Parlamento eletto con suffragio diretto nel 1979, martedì a mezzogiorno a Strasburgo.Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani segnerà l’inizio dell’omaggio dell’Aula alla politica liberale francese con una dichiarazione. L’intervento del Presidente sarà seguito da un breve video e da un elogio di Guy Verhofstadt, leader del gruppo liberale, di cui Simone Veil era membro. L’inno europeo concluderà il tributo.Mercoledì, Il Presidente Tajani parteciperà, a nome dell’istituzione, al funerale che si terrà a Parigi. Simone Veil è deceduta il 30 giugno scorso. Tra il 1979 e il 1993 è stata membro del Parlamento europeo e dal 1979 al 1982 ha ricoperto la carica di Presidente. Dal 1984 al 1989 ha guidato il gruppo liberale. Nel 1981 Veil ha vinto il Premio Charlemagne, un premio che onora i contributi dei singoli individui all’unità europea.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo 3 -6 luglio 2017. Dibattito sul Consiglio europeo del 22 e 23 giugno e preparazione del G20 con i Presidenti Tusk e Juncker I deputati esamineranno le conclusioni del Consiglio europeo di giugno e discuteranno i temi del prossimo G20, con i Presidenti di Consiglio e Commissione
Le priorità della Presidenza estone del Consiglio saranno discusse con il Primo ministro Jüri Ratas Il Primo ministro estone Jüri Ratas presenterà mercoledì ai deputati le priorità in vista della Presidenza del Consiglio dell’UE.
Obsolescenza programmata: proposte per prodotti più duraturi e facili da riparare
I consumatori dovrebbero essere in grado di beneficiare di prodotti duraturi e di alta qualità che possano essere riparati.
La Turchia rischia la sospensione dei colloqui di adesione all’UE. I deputati dovrebbero proporre di sospendere i colloqui d’adesione della Turchia all’UE se i cambiamenti costituzionali approvati col referendum saranno portati avanti.
In aumento le epidemie di HIV, tubercolosi ed epatite C. Le epidemie di HIV, tubercolosi ed epatite C devono essere affrontate in maniera più adeguata a livello europeo, con programmi a lungo termine.
Antiterrorismo: commissione speciale in votazione. Il Parlamento voterà per creare una nuova commissione che si occuperà di antiterrorismo.
Le multinazionali potrebbero dover rivelare quante tasse pagano e in quale paese
Le grandi multinazionali potrebbero essere costrette a fornire informazioni disponibili pubblicamente su dove e su quante tasse pagano, secondo una proposta di regolamento che sarà discussa e votata mercoledì.
Il Fondo UE per affrontare le cause della migrazione.
Come parte del Piano europeo per gli investimenti esterni, il Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile (EFSD), tenterà di mobilitare 44 miliardi di euro in investimenti privati verso Stati “fragili”, offrendo una combinazione di sovvenzioni, prestiti e garanzie finanziarie pubbliche, del valore di 3,3 miliardi di euro, per incoraggiare lavoro, crescita e stabilità, affrontando così le cause profonde della migrazione.
Nel corso di recenti negoziati sulle regole operative dell’EFSD, i deputati hanno convinto i ministri UE che il programma deve focalizzarsi su povertà, lavoro, cambiamento climatico e piccole imprese e deve aiutare solo imprese responsabili in linea con gli standard internazionale di trasparenza fiscale.Se le commissioni Affari Esteri, Sviluppo e Bilancio approveranno questo accordo il 3 luglio, la votazione in plenaria avverrà il 6 luglio a Strasburgo.
Utilizzare i 6,4 miliardi di euro non spesi per aiuti ai rifugiati
La proposta di rimborso agli Stati membri dei 6,4 miliardi di euro non spesi del bilancio UE 2016 sarà votata martedì. Secondo le regole UE, l’importo dovrebbe essere restituito ai paesi UE tramite una riduzione dei loro contributi.
Tuttavia, i deputati in un progetto di risoluzione invitano gli Stati membri a utilizzare tali fondi per fronteggiare la crisi dei rifugiati e versare tale importo sui fondi UE creati a tale proposito, come promesso. I deputati hanno espresso preoccupazione in particolare sulla mancata spesa di 4,9 miliardi di euro principalmente in fondi di coesione. Inoltre denunciano una perdita di entrate di 1,5 miliardi di euro dovuta all’impatto negativo della svalutazione della sterlina nei confronti dell’euro.
L’Arabia Saudita membro della commissione ONU per i diritti delle donne
La controversa elezione dell’Arabia Saudita come membro della Commissione ONU sullo status delle donne sarà discussa e votata in plenaria.
I deputati discuteranno con l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri Federica Mogherini l’elezione dell’Arabia Saudita alla Commissione delle Nazioni Unite sullo status delle donne (UNCSW). Il dibattito avrà luogo martedì pomeriggio mentre la votazione si svolgerà mercoledì.In una votazione segreta del 19 aprile, l’ultraconservatore Regno islamico ha ricevuto il sostegno di 47 delle 54 nazioni del Consiglio economico e sociale dell’ONU per la nomina a un mandato di quattro anni (2018-2022) nel principale organismo delle Nazioni Unite per la promozione dell’uguaglianza di genere e per i diritti delle donne.Il Global Gender Gap introdotto dal Forum economico mondiale pone l’Arabia Saudita al 141° posto su 144 Paesi. L’Arabia Saudita è l’unico Paese al mondo dove le donne non possono guidare e, inoltre, a qualsiasi età sono legalmente obbligate ad avere un tutore di sesso maschile incaricato di prendere tutte le decisioni per conto loro.Recentemente l’Arabia Saudita è stata anche rieletta al Consiglio ONU per i diritti umani.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anteprima della sessione plenaria – 12-15 giugno 2017

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 giugno 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo Cambiamento climatico: dibattito sul ritiro degli USA, votazione su nuovi limiti a emissioniMercoledì sarà discussa la decisione del Presidente americano Trump di ritirarsi dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Sempre mercoledì, il Parlamento voterà nuovi obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni per il 2030. Nuove etichette energetiche per elettrodomestici, da A a G Per indicare il livello di consumo energetico, gli elettrodomestici saranno etichettati seguendo una scala che va da A a G, piuttosto che A+/A++/A+++ come attualmente.
30 anni di Erasmus Il Parlamento europeo celebrerà il programma Erasmus+, che per 30 anni ha aiutato più di nove milioni di persone a studiare, lavorare o fare volontariato all’estero.
Ridurre il divario pensionistico di genere La diseguaglianza di genere nel lavoro e nei salari deve essere affrontata meglio, anche al fine di prevenire il divario pensionistico, che nell’UE sfiora il 40%.
Le priorità dei deputati in vista del Consiglio europeo I deputati discuteranno i temi, quali l’immigrazione, la sicurezza e la difesa, che saranno affrontati dal Consiglio europeo del 22 e 23 giugno. Anche i negoziati sulla Brexit dovrebbero far parte di questo dibattito, che si terrà mercoledì alle 9.00, con il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, e con la Presidenza maltese del Consiglio.
Le Capitali europee della cultura 2020-2033 L’elenco dei Paesi che ospiteranno le Capitali europee della cultura sarà deciso dal Parlamento martedì.
Glifosato: interrogazione alla Commissione su possibile interferenza di Monsanto L’organo esecutivo dell’UE dovrà spiegare se intende investigare sulle accuse di indebito condizionamento della Monsanto riguardo all’approvazione nell’UE della sostanza erbicida glifosato.
Europa digitale: sharing economy e ruolo delle piattaforme online Fondo europeo per gli investimenti: più fondi alle economie più bisognose.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 giugno 2017

european parliamentBruxelles. Principali temi all’ordine del giorno. Lotta all’antisemitismo nell’UE e difesa dei diritti fondamentali. I deputati discuteranno mercoledì pomeriggio con Consiglio e Commissione il recente aumento dei casi di antisemitismo in Europa. Giovedì, voteranno le priorità dell’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) per i prossimi quattro anni.
La libertà dei media nella Repubblica Ceca Il rischio di abuso di potere nei media cechi sarà discusso giovedì dai deputati e dalla Commissione.
Pacchetto mobilità: più sostenibilità e concorrenza leale nel trasporto su strada La Commissione europea presenterà, in un dibattito mercoledì pomeriggio, un “pacchetto mobilità” per aumentare la sostenibilità del trasporto su strada e migliorare la concorrenza nel settore. Europa digitale: digitalizzazione dell’industria e la società europea dei gigabit e del 5G La digitalizzazione dell’industria europea e l’installazione della connessione mobile 5G saranno discusse mercoledì. Due risoluzioni separate saranno invece votate giovedì. Riduzione dell’IVA per gli e-book I cittadini dell’UE dovrebbero pagare meno i libri elettronici, in seguito al voto del Parlamento su una proposta che consente agli Stati membri di ridurre l’IVA su tali prodotti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il presidente Juncker consulta il Parlamento europeo sulla nomina di Mariya Gabriel come commissaria responsabile per l’Economia e la società digitali

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 maggio 2017

junckerBruxelles, il Presidente Juncker ha annunciato l’intenzione di assegnare il portafoglio dell’Economia e della società digitale a Mariya Gabriel, la candidata alla carica di commissario per la Bulgaria.Il presidente Jean-Claude Juncker ha avuto oggi un colloquio con Mariya Gabriel, la candidata proposta come commissario dal governo bulgaro per sostituire l’ex membro della Commissione Kristalina Georgieva. Su tale base, il presidente Juncker ha confermato che Mariya Gabriel possiede le competenze richieste a norma dell’articolo 17, paragrafo 3, del trattato sull’Unione europea (TUE) per poter essere candidati alla carica di commissari e ha annunciato la sua intenzione di assegnarle il portafoglio per l’Economia e la società digitale.La commissaria per l’Economia e la società digitali sosterrà l’attuazione della strategia per il mercato unico digitale che la Commissione europea ha adottato nel maggio 2015 e che è alla base della revisione intermedia del 10 maggio. Essa parteciperà alla realizzazione del mercato unico digitale contribuendo a gettare le basi del futuro digitale dell’Europa incoraggiando la costituzione di reti di comunicazione su scala continentale e di servizi digitali transfrontalieri e stimolando la creazione di una moltitudine di start-up europee innovative.La lettera d’incarico inviata oggi dal presidente Juncker a Mariya Gabriel specifica in dettaglio i suoi compiti e le sue responsabilità principali in qualità di commissaria per l’Economia e la società digitali.La commissaria per l’Economia e la società digitali contribuirà alla realizzazione dei progetti diretti e coordinati dal vicepresidente Andrus Ansip, responsabile per il Mercato unico digitale, e dal vicepresidente Jyrki Katainen, responsabile per l’Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività.
Il presidente Juncker ha inoltre informato il primo ministro Borissov circa la scelta del portafoglio che intende assegnarle.
Dal punto di vista procedurale, la nuova commissaria di nazionalità bulgara è nominata dal Consiglio dell’Unione europea di comune accordo con il presidente della Commissione, previa consultazione del Parlamento europeo (articolo 246, comma 2, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea). Inoltre l’accordo quadro interistituzionale sulle relazioni tra il Parlamento europeo e la Commissione europea prevede che il presidente della Commissione “prenda seriamente in considerazione” l’esito della consultazione del Parlamento prima di accogliere la decisione del Consiglio di nominare il nuovo commissario (paragrafo 6 dell’accordo quadro).
Il presidente Juncker invierà oggi una lettera ad Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, nella quale lo informa della sua intenzione di assegnare a Mariya Gabriel il portafoglio per l’Economia e la società digitali. Copia della lettera è inviata a Joseph Muscat, primo ministro di Malta, che detiene attualmente la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea.
A partire dal momento in cui il Consiglio consulterà formalmente il Parlamento europeo, Mariya Gabriel sarà commissaria designata e godrà allora del diritto di avvalersi dei servizi pertinenti della Commissione per prepararsi allo scambio di opinioni con il Parlamento europeo. Prima della sua nomina da parte del Consiglio, di comune accordo con il presidente della Commissione, essa non parteciperà alle riunioni del collegio.
ContestoA norma dell’articolo 17, paragrafo 6, del trattato sull’Unione europea il diritto di organizzare il lavoro della Commissione è una prerogativa del Presidente. In seguito alla decisione dell’ex vicepresidente Kristalina Georgieva di dimettersi dalla Commissione europea, il 1° gennaio 2017 il commissario Günther H. Oettinger è diventato responsabile per il Bilancio e le risorse umane, mentre il presidente Juncker ha temporaneamente affidato il portafoglio de l’Economia e la società digitali al vicepresidente Andrus Ansip. Il 10 maggio il primo ministro Borissov ha comunicato al presidente Juncker l’intenzione di nominare Mariya Gabriel quale membro della Commissione europea di nazionalità bulgara.In seguito al colloquio di oggi con Mariya Gabriel e all’annuncio del presidente Juncker circa l’assegnazione del portafoglio, la procedura seguirà quanto previsto dall’articolo 246, comma 2, del TFUE e dal punto 6 dell’accordo quadro sulle relazioni tra il Parlamento europeo e la Commissione europea.Nelle prossime settimane dovrebbe avere luogo uno scambio di opinioni tra Mariya Gabriel e la commissione competente del Parlamento europeo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 maggio 2017

parlamento europeoPrincipali temi all’ordine del giorno:
Negoziati Brexit: dibattito con Tusk. I deputati discuteranno mercoledì mattina i risultati dell’ultimo Summit europeo che ha approvato le linee guida per i negoziati relativi all’uscita del Regno Unito dall’UE con il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e con la Commissione.
Il segretario generale dell’ONU António Guterres interverrà in Parlamento
Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, in carica dal gennaio scorso, terrà mercoledì a mezzogiorno un discorso in Parlamento.
Si potranno guardare film e TV online dall’estero
Le nuove regole che consentiranno ai cittadini UE con sottoscrizioni online a pagamento per film, serie TV, musica ed eventi sportivi di accedere a questi contenuti durante un soggiorno all’estero, saranno discusse mercoledì e votate giovedì.
Futuro dell’Europa: gestire la globalizzazione
In un dibattito previsto per martedì, i deputati discuteranno, a seguito delle proposte elaborate dalla Commissione, come l’UE può contrastare gli effetti negativi della globalizzazione.
Ridurre lo spreco alimentare
I deputati proporranno misure mirate a dimezzare lo spreco alimentare nell’UE, pari a 88 milioni di tonnellate di cibo all’anno, entro il 2030. Fra queste, si richiede alla Commissione di rimuovere le restrizioni esistenti sulle donazioni di alimenti e di porre fine alla confusione creata dalle etichette alimentari “da consumarsi preferibilmente entro” e “da consumarsi entro”.
Votazione sulla situazione dei diritti fondamentali in Ungheria
La situazione dei diritti fondamentali in Ungheria sarà valutata in una risoluzione in votazione mercoledì, in seguito al dibattito svolto durante la scorsa sessione plenaria.
Discussione sulla persecuzione LGBT in Cecenia
Le persecuzioni, detenzioni, sparizioni e omicidi di omosessuali in Cecenia, denunciate dai media indipendenti russi e da organizzazioni per i diritti umani, saranno discusse martedì sera.
Ricollocazione dei rifugiati: i deputati spronano i Paesi UE a onorare gli impegni presi
Il Parlamento reitererà la richiesta agli Stati membri di dare seguito agli impegni presi sulla ricollocazione dei rifugiati dall’Italia e dalla Grecia verso altri Paesi UE. La scadenza prevista dall’accordo è settembre di quest’anno.
Opzioni per porre fine alla guerra in Siria
Medio Oriente: i deputati spingono per la soluzione dei due Stati
OGM: il Parlamento chiede di vietare le importazioni di mais e cotone
La “lista nera” degli Stati a rischio di riciclaggio di denaro potrebbe essere nuovamente respinta.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Riunioni delle commissioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 maggio 2017

european parliamentBruxelles. Anti-riciclaggio. L’aggiornamento della lista nera di paesi extra-UE a rischio di ospitare pratiche di riciclaggio di denaro sarà votata in commissione Economica e Monetaria e nella commissione delle Libertà Civili. Il Parlamento a gennaio aveva respinto una precedente proposta in merito della Commissione europea, sostenendone l’inadeguatezza rispetto agli obiettivi e chiedendo l’inserimento nella lista dei territori che favoriscono la criminalità fiscale. (Mercoledì)
IVA sugli e-books.
Sempre mercoledì gli eurodeputati della commissione degli affari Economici e Monetari voteranno per chiedere agli Stati membri l’introduzione di un tasso di IVA agevolato per i libri elettronici (minimo il 5%) rispetto all’attuale tariffa standard del 15%. L’obiettivo è quello di allineare l’IVA degli e-books con quella delle pubblicazioni stampate.
Aziende di sicurezza private.
Le proposte per rafforzare la responsabilità e la sorveglianza delle 40.000 società di sicurezza privata (PSC) nell’UE, creando un elenco di coloro che sono in possesso di una fedina penale pulita ed effettuando rigorosi controlli del personale seguendo i codici di etica, saranno votate martedì in commissione per gli Affari Esteri.
I PSC impiegano 1,5 milioni di appaltatori nelle agenzie militari nazionali e civili, nonché nelle delegazioni, missioni e operazioni dell’UE. In passato, i PSC sono stati accusati di commettere violazioni dei diritti umani e persino di aver causato delle vittime. (Martedì)
Economia collaborativa.
Le opportunità e i vantaggi di un’economia condivisa, ma anche le preoccupazioni riguardanti la tassazione, la tutela dei consumatori ed i diritti dei lavoratori saranno valutati dalla commissione del Mercato Interno. I deputati voteranno su una risoluzione in risposta a una comunicazione della Commissione sull’“Agenda europea per l’economia collaborativa”, presentata nel giugno dello scorso anno. (Mercoledì)
Tunisia.
I deputati ed i membri dell’Assemblea dei rappresentanti popolari della Tunisia (ARP) si riuniranno a Bruxelles per discutere le relazioni presenti e future tra UE e Tunisia, compresi i negoziati in corso su un accordo di libero scambio, la partecipazione delle donne alla vita pubblica e la lotta contro il riciclaggio di denaro. La settimana dedicata alle relazioni con la Tunisia sarà aperta dal presidente del PE Antonio Tajani e dal presidente ARP Mohamed Ennaceur. (Da martedì a giovedì)
NATO.
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e gli eurodeputati della commissione per gli Affari Esteri e della sottocommissione della Sicurezza e della Difesa discuteranno le relazioni UE-NATO e i preparativi per il vertice NATO del 25 maggio. (Mercoledì)
House of European History.
La Casa della Storia Europea (HEH) sarà inaugurata ufficialmente il 4 maggio, con una cerimonia aperta dal presidente del PE Antonio Tajani e in presenza dell’ex presidente del PE e iniziatore della HEH Hans-Gert Pöttering insieme al professor Wlodzimierz Borodziej. L’HEH, che mira a incoraggiare i cittadini a riflettere e discutere della storia dell’Europa e dell’integrazione europea, aprirà al pubblico il 6 maggio. Una conferenza stampa con il Presidente Tajani e l’ex Presidente Pöttering si terrà giovedì alle 12.00.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente del Parlamento europeo sulla situazione in Venezuela

Posted by fidest press agency su sabato, 29 aprile 2017

venezuelaBruxelles. Il Parlamento europeo condanna fermamente la brutale oppressione esercitata dalle forze di sicurezza venezuelane e dai gruppi armati irregolari contro le proteste pacifiche in Venezuela. Circa 30 persone sono morte e molte altre sono state ferite e arrestate mentre protestavano contro il governo del presidente Nicolás Maduro.In una risoluzione adottata oggi, gli eurodeputati hanno invitato le autorità venezuelane a risolvere urgentemente la questione degli aiuti umanitari nel Paese, carente di alimenti e medicine.Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha commentato:”Da molti anni stiamo assistendo alla violenza, all’oppressione e alla fame in Venezuela che il governo locale ha imposto alla popolazione inerme. Vediamo giovani studenti uccisi per le strade mentre protestano, persone disperate in cerca di cibo, bambini che muoiono negli ospedali a causa della mancanza di medicine e gli oppositori politici che non possono candidarsi alle elezioni o che vengono mandati in prigione. Vediamo un popolo in ginocchio a causa di un regime che non rispetta la democrazia, lo stato di diritto e, allo stesso tempo, isola il paese dalle organizzazioni internazionali.Condanno con forza le continue violazioni dell’ordine democratico in Venezuela. La democrazia e il principio della separazione dei poteri devono essere salvaguardati. Sostengo l’Assemblea Nazionale nei suoi sforzi per rimanere indipendente e mantenere i suoi poteri legislativi. Un calendario elettorale che preveda elezioni libere e trasparenti è l’unica soluzione per porre fine all’attuale situazione politica. Per questo, tutti i prigionieri politici devono essere liberati immediatamente e gli oppositori devono poter partecipare a elezioni libere e imparziali.Siamo solidali con il popolo venezuelano e invitiamo tutte le organizzazioni internazionali a partecipare nel porre fine a questa crisi umanitaria e politica.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Principali temi all’ordine del giorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 aprile 2017

parlamento europeoDibattito sui diritti fondamentali in Ungheria con Orban. La situazione dei diritti fondamentali in Ungheria sarà discussa mercoledì con il Vicepresidente della Commissione Frans Timmermans e con il Primo ministro Viktor Orbán.
Dibattito sull’esito del referendum in Turchia con Mogherini. Il risultato del referendum turco del 16 aprile sarà discusso mercoledì pomeriggio con l’Alto rappresentante per gli affari esteri Federica Mogherini.
Pilastro europeo dei diritti sociali: dibattito con il commissario Marianne Thyssen. Le proposte per il pilastro europeo dei diritti sociali saranno discusse mercoledì con il commissario per l’occupazione e gli affari sociali MarianneThyssen.
Importazioni tessili: i deputati chiedono norme comunitarie per ridurre lo sfruttamento dei lavoratori In una risoluzione che sarà discussa mercoledì e votata giovedì, i deputati affermano che sono necessarie norme UE per obbligare i fornitori di tessuti e di abbigliamento a rispettare i diritti dei propri lavoratori.
Il Presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem aggiornerà i deputati sul piano di salvataggio greco Nel primo dibattito con i deputati dopo le sue dichiarazioni controverse sull’Europa meridionale, il Presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem aggiornerà i deputati sul piano di salvataggio greco.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »