Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 201

Posts Tagged ‘parlamento’

Il Parlamento europeo avvia il processo di modifica dei Trattati UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2022

In considerazione della recente serie di crisi in corso, i deputati si sono avvalsi della prerogativa di chiedere che i Trattati siano modificati sulla base delle seguenti proposte: – riformare le procedure di voto in seno al Consiglio per migliorare la capacità di azione dell’Unione europea, incluso il passaggio dall’unanimità del voto al voto a maggioranza qualificata in ambiti quali le sanzioni, le cosiddette clausole passerella e le emergenze; – adattare le competenze dell’UE, soprattutto nei settori della salute e delle minacce sanitarie transfrontaliere, nel completamento dell’unione energetica basata sull’efficienza e sulle energie rinnovabili, nella difesa e nelle politiche sociali ed economiche; – garantire la piena attuazione del Pilastro europeo dei diritti sociali e incorporare il progresso sociale, collegato a un Protocollo sul progresso sociale, nei Trattati; – rendere l’economia dell’UE più resiliente, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese e ai controlli di competitività, e promuovere investimenti incentrati sulla transizione giusta, verde e digitale; – riconoscere al Parlamento il diritto di avviare, modificare o revocare la legislazione, nonché i pieni diritti di colegislatore sul bilancio UE, e – rafforzare la procedura di tutela dei valori fondanti dell’Unione e chiarire la definizione e le conseguenze delle violazioni ( 7 TUE e Carta dei diritti fondamentali). Il testo è stato adottato con 355 voti favorevoli, 154 contrari e 48 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento. La concorrenza fa bene alle tasche degli utenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 Maggio 2022

La concorrenza fa bene alle tasche degli utenti. Se qualcuno ne vuole la prova basterebbe ricordare i costi delle telefonate con i cellulari: oggi, ogni società offre agli utenti costi e servizi in concorrenza con altre società. I costi sono scesi e la qualità è aumentata e, se non soddisfatti, si cambia. Stesso discorso vale per i treni e gli autobus di media/lunga percorrenza.Non è così con i gestori balneari e i costi maggiori si scaricheranno sul consumatore.Correva l’anno 2006, quando l’Unione europea approvò la direttiva sulla concorrenza, ovvero sulla libera circolazione dei servizi in ambito comunitario. La direttiva fu recepita nel nostro Paese nel 2010 e prevedeva l’approvazione di una legge di merito ogni anno, fatto che si è verificato solo nel 2017.Motivo? Le resistenze corporative delle categorie, dai balneari agli ambulanti, ai tassisti, etc., supportati dai partiti di riferimento. Ogni corporazione si è chiusa a riccio nella torre e i partiti fanno buona guardia agli interessi di categoria.Ora, è in discussione in Parlamento una proposta di legge sulla concorrenza, già approvata dal Consiglio dei ministri. L’approvazione dovrebbe essere scontata, perché già approvata dai ministri di diversa estrazione partitica. C’è perfino una sentenza del Consiglio di stato che ha deliberato che le concessioni balneari andranno a scadenza il 31 dicembre del 2023, inoltre ci sono in ballo i 200 miliardi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.La questione del contendere sono le concessioni balneari, considerato che tra 20 giorni ci saranno le elezioni che coinvolgeranno molti comuni rivieraschi.Chi si oppone alle liberalizzazioni sono Lega e Forza Italia. I consumatori dovranno ringraziare questi due partiti se questa estate sarà molto caro l’affitto di sedie e ombrelloni. Primo Mastrantoni, Aduc http://www.aduc.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento europeo approva nuove misure per aumentare la condivisione dati intra-UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2022

Bruxelles. L’Atto sulla governance dei dati (Data Governance Act – DGA), concordato con il Consiglio nel novembre 2021, mira ad accrescere la fiducia dei cittadini nell’intensificazione della condivisione dei dati, creare nuove norme UE sulla neutralità dei mercati dei dati, favorire il riutilizzo di alcuni dati detenuti dal settore pubblico e creare spazi europei dei dati in settori strategici.Durante i negoziati con i ministri UE, il Parlamento ha ottenuto che non ci fossero scappatoie per permettere agli operatori dei Paesi non-UE di abusare del sistema, rafforzando le disposizioni sulla fiducia e sull’accesso equo, oltre a requisiti precisi per stabilire quali servizi rientreranno nel campo di applicazione delle nuove regole.Il testo è stato approvato con 501 voti favorevoli, 12 contrari e 40 astensioni.Utilizzare i dati per sostenere la ricerca, l’assistenza sanitaria, la lotta al cambiamento climatico I deputati hanno sostenuto l’idea di sfruttare il potenziale dei dati messi a disposizione su base volontaria dagli interessati per finalità di interesse generale, come la ricerca scientifica, l’assistenza sanitaria, la lotta ai cambiamenti climatici o il miglioramento della mobilità. In aggiunta, le organizzazioni di intermediazione e quelle per l’altruismo dei dati riconosciute nell’Unione avranno una maggiore visibilità e useranno un logo comune riconoscibile in tutta l’Unione che certifichi la loro conformità al DGA. Gli enti pubblici non potranno inoltre creare diritti esclusivi di riutilizzo di alcuni dati. Il periodo di esclusiva sarà limitato a 12 mesi per i nuovi contratti, e a due anni e mezzo per quelli esistenti, così da rendere un maggior numero di dati accessibili a start-up e piccole e medie imprese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento: Di Muccio “veloce su Pnrr ma lento su legge elettorale e riforma regolamenti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2021

“Il Parlamento, con l’avvento di Draghi, è occupato ad eseguire il mandato conferito formalmente al Governo ma di fatto affidato alla specifica persona del presidente del Consiglio. La locomotiva parlamentare che va a tutto vapore quanto a provvedimenti di attuazione del ‘Piano di rinascita’ e alle misure di contrasto della pandemia appare ferma riguardo a due adempimenti specifici: regolamenti parlamentari e legge elettorale”. È quanto scrive Pietro di Muccio, direttore emerito del Senato della Repubblica, nel suo editoriale in uscita domani sul quotidiano online beemagazine.it, rivista del Gruppo The Skill.“Una legge elettorale in vigore c’è, dunque non è indispensabile intervenire, sebbene i partiti a sprazzi dicano di volerla modificare in un senso o nell’altro. L’amputazione dei deputati e dei senatori ha reso indispensabile una legge elettorale che rimetta nelle mani degli elettori la selezione dei parlamentari. Il loro ridotto numero impone un rafforzamento del legame tra elettori ed eletti per poter continuare a parlare seriamente di democrazia parlamentare conforme all’aureo principio del ‘governo rappresentativo’ – commenta Di Muccio – Più grave è l’inadempimento parlamentare concernente la riforma dei Regolamenti parlamentari, senza i quali Camera e Senato non potranno funzionare a dovere. La riluttanza dimostrata e il ritardo accumulato sono riprovevoli, poiché il buon andamento dei lavori parlamentari è interesse dei rappresentanti quanto dei rappresentati. Sarebbe perciò benefico che, all’elaborazione delle norme da parte di senatori e deputati, potessero concorrere con contributi autonomi, anche gli studiosi a vario titolo della materia”, conclude Di Muccio. (n.r. Va precisato che gli adempimenti sui regolamenti parlamentari e la legge elettorale sono più di competenza parlamentare e non del governo. In tempi in cui si lamenta, a buon diritto, l’attivismo del governo a scapito del parlamento nei casi riguardanti l’attuazione del “piano rinascita” sarebbe inopportuno trasbordare in iniziative governative di altro genere anche se le considerassimo legittime)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La causa intentata dal Parlamento europeo contro la Commissione

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 novembre 2021

Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Su richiesta del Presidente Sassoli, il servizio giuridico del Parlamento europeo ha presentato oggi alla Corte di Giustizia un ricorso contro la Commissione europea per la mancata applicazione del Regolamento sulla Condizionalità. Il Regolamento, adottato lo scorso dicembre, permette all’UE di sospendere i pagamenti del bilancio comunitario agli Stati membri in cui il rispetto dello stato di diritto è minacciato. Tuttavia, finora, la Commissione si è astenuta dal metterlo in pratica. La Commissione Affari Legali del Parlamento aveva quindi raccomandato di intraprendere un’azione legale. Il Presidente Sassoli ha detto:“Come richiesto nelle risoluzioni parlamentari, il nostro servizio giuridico ha presentato oggi alla Corte di Giustizia un ricorso contro la Commissione europea per la mancata applicazione del Regolamento sulla Condizionalità”.“Ci aspettiamo che la Commissione europea agisca in modo coerente e sia all’altezza di quanto dichiarato dalla Presidente von der Leyen durante l’ultima discussione in plenaria. Le parole devono essere seguite da fatti”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pensioni: Mura-Cantone (Pd), proposte riforma entro settembre in Parlamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2021

“Entro settembre incardineremo in Commissione le proposte di legge in materia di previdenza presentate dai gruppi: è necessario che il Parlamento discuta della riforma del sistema previdenziale in vista della prossima legge di bilancio”. Lo annunciano la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura e la deputata Carla Cantone, del Pd. “L’adeguamento della previdenza deve essere affrontato – spiegano le parlamentari dem – allargando le attuali maglie dei meccanismi di pensionamento anticipato riservato ad alcune categorie, rivalutando le pensioni medio-basse e istituendo la pensione di garanzia per i giovani con carriere discontinue”.“Ci sono crisi aziendali complesse, la categoria dei lavori usuranti e gravosi è ancora lacunosa rispetto a platea e meccanismi di uscita e poi – aggiungono Mura e Cantone – c’è il tema delle pensioni povere delle donne su cui intervenire migliorando Opzione donna e riconoscendo maternità e lavoro di cura familiare che impattano sulla capacità contributiva femminile. Quota 100 ha mostrato i suoi limiti e deve concludersi”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sassoli: Rafforzare centralità del Parlamento in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2021

Bruxelles. Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. “Ho riunito oggi tutti i deputati e le tutte le deputate che hanno partecipato alla riflessione sul futuro del parlamento e della democrazia parlamentare europea dopo l’esperienza della pandemia”. “Ho ricevuto le raccomandazioni dei gruppi di lavoro che per tre mesi hanno discusso del parlamento del futuro”.“Sì è trattato di un lavoro straordinario che, nonostante le restrizioni dovute alla pandemia, ha visto la partecipazione attiva e appassionata di tanti deputati e tante deputate, un importante scambio di esperienze”.“Questa è solo la fine del primo tempo. L’obiettivo ora è rafforzare la centralità del parlamento nel contesto istituzionale e nel rapporto con i cittadini”.“Ora porterò il frutto di questo lavoro all’attenzione degli organi di governo del parlamento europeo per una discussione e una valutazione approfondite su quali misure prendere per il parlamento del futuro”.“Il Covid ci ha aperto gli occhi ed ha cambiato il nostro modo di lavorare come parlamento. Il parlamento sa ora di cosa deve discutere”.“Dobbiamo essere fieri di noi stessi e della centralità del nostro parlamento in questa stagione difficile”.“Il parlamento deve avere tante voci e tante idee e possiamo arrivare a compromessi giusti per il buon funzionamento della nostra istituzione”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delocalizzazioni: Mura (Pd), Parlamento abbia ruolo attivo

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2021

“Siamo tutti d’accordo che non si deve più ripetere che una multinazionale possa licenziare con un whatsapp o che prenda risorse pubbliche per poi abbandonare il territorio e i lavoratori. Se siamo d’accordo su questi principi e che le delocalizzazioni selvagge debbano essere arginate attraverso una legislazione che funzioni da deterrente, credo che potremmo fare un buon lavoro anche con un ruolo attivo del Parlamento che possa intervenire a migliorare la proposta definitiva, decreto o disegno di legge”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd) intervenendo a Tgcom24 rispondendo a una domanda sulla possibilità che sulle delocalizzazioni non si intervenga per decreto, come auspicato dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro: Mura (Pd), in Parlamento portiamo blocco selettivo licenziamenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

“Ritengo ci siano le condizioni perché nel dibattito parlamentare si possa giungere a una mediazione, che potrebbe essere il blocco selettivo dei licenziamenti, proposto dal gruppo del Pd. Ci sono territori e settori produttivi che presentano alti rischi, in particolare quelli ad alto contenuto di manodopera e poco propensi all’innovazione”. Lo ha detto oggi la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura, nel corso del digital debate “Il futuro del mercato del lavoro tra innovazione, tutela e welfare” organizzato dal fondo interprofessionale Fonarcom e da Consenso Europa.Parlando degli ammortizzatori sociali, Mura ha spiegato che “l’accesso dev’essere universale per abbattere in maniera definitiva la barriera tra lavoratori garantiti e non garantiti, come autonomi e partite Iva”. “Sulle politiche attive – ha aggiunto la parlamentare dem – si tratta di inserire nel nostro ordinamento il principio della formazione a vita. Dobbiamo mettere i lavoratori in condizione di acquisire competenze e reggere la transizione passando in altri settori produttivi”. Mura ha definito “ingiusti e ipocriti gli attacchi di chi dice che i ragazzi preferiscono stare sul divano e percepire il reddito di cittadinanza piuttosto che fare gli stagionali: spesso è un lavoro sottopagato e non rispetta i minimi diritti”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento riprende i lavori a Strasburgo, un passo più vicino alla normalità

Posted by fidest press agency su sabato, 12 giugno 2021

Strasburgo.Il Parlamento è tornato a Strasburgo dopo un’assenza di 15 mesi a causa della pandemia COVID-19. Più della metà dei deputati europei (356) sono a Strasburgo per questo atteso ritorno.Gli altri deputati continuano a lavorare a distanza. Dallo scorso ottobre infatti, il Parlamento europeo ha reso possibile ai deputati di partecipare ai dibattiti dagli uffici negli Stati membri.I servizi di supporto hanno sviluppato con successo nuove capacità per il voto a distanza, il lavoro ibrido e le conferenze stampa. Un esempio è il sistema di interpretazione unico sviluppato per limitare i viaggi rischiosi del personale. Questa sessione plenaria viene interpretata in 23 lingue da Bruxelles, una prima mondiale.Negli ultimi mesi, i deputati hanno continuato a discutere e votare per garantire una risposta europea alla crisi sanitaria e alle sfide future. Negli ultimi mesi hanno adottato misure di aiuto urgenti, un piano di recupero europeo senza precedenti, un meccanismo chiaro che subordina i fondi europei al rispetto dello stato di diritto, un bilancio pluriennale orientato alle priorità future, una legge sul clima e un lavoro continuo sulle questioni climatiche, digitali e di intelligenza artificiale, e l’accordo di cooperazione post-Brexit con il Regno Unito.Per permettere questa continuità, i metodi di lavoro sono stati adattati e rimangono fino ad oggi ibridi – proprio come gli ultimi mesi, in modo che il Parlamento possa funzionare e le voci dei deputati possano essere ascoltate.Il PE, come istituzione che rappresenta direttamente i cittadini europei, è attivamente impegnato a continuare ad esercitare i suoi doveri democratici. In solidarietà, l’Istituzione ha anche sviluppato misure di sostegno locale a Strasburgo, Lussemburgo e Bruxelles. Il Parlamento è rimasto aperto, anche ai giornalisti.Come ha detto il Presidente Sassoli all’apertura della seduta: “Strasburgo è un simbolo dell’unità europea, della pace e della diversità. È in questa terra che nasce il bisogno assoluto di Europa. Oggi, Strasburgo torna a essere un simbolo di ripartenza”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parlamento rafforza i diritti dei passeggeri del trasporto ferroviario

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

Il PE ha approvato giovedì in via definitiva l’accordo con i Paesi UE sulla revisione del regolamento sui diritti dei passeggeri ferroviari. Le nuove disposizioni garantiranno itinerari alternativi e assistenza per i passeggeri in caso di ritardi o cancellazioni. Miglioreranno l’accesso e l’assistenza per le persone con mobilità ridotta e ci sarà più spazo per le biciclette nelle carrozze.Nel caso di un ritardo di oltre 60 minuti, i passeggeri avranno il diritto di scegliere tra il rimborso totale del costo del biglietto e la continuazione o il reinstradamento verso la destinazione finale senza oneri aggiuntivi e a condizioni simili. I passeggeri dovranno poter viaggiare nella stessa classe del loro biglietto originale. Se l’operatore ferroviario non comunica le opzioni disponibili al passeggero entro 100 minuti dall’orario di partenza, quest’ultimo potrà ricorrere di propria iniziativa a una forma alternativa di trasporto pubblico terrestre e l’impresa ferroviaria sarà tenuta a rimborsargli le spese del caso.Gli obblighi in materia di itinerari alternativi si applicheranno anche in casi di forza maggiore. Se necessario, dovranno essere forniti pasti e bevande e rimborsate le spese di alloggio.Il nuovo regolamento chiarirà anche il concetto di forza maggiore, che esenterebbe le compagnie ferroviarie dal risarcimento per ritardo o cancellazione. Oltre a condizioni meteorologiche estreme e catastrofi naturali, le nuove regole includono ora crisi sanitarie gravi e attacchi terroristici. Gli scioperi del personale ferroviario non saranno contemplati da questa esenzione.I viaggiatori a mobilità ridotta avranno una maggiore flessibilità nell’organizzazione del viaggio, in quanto dovranno informare l’operatore dei propri programmi di viaggio solo con 24 ore di anticipo (secondo le norme attuali devono comunicarlo con 48 ore di anticipo).Se è richiesto un accompagnatore, questo viaggerà gratuitamente. Ai viaggiatori a mobilità ridotta che utilizzano un cane da assistenza dovrà essere garantito che l’animale possa viaggiare con loro.Nell’intento di fornire una mobilità più sostenibile e alternative confortevoli, tutti i treni dovranno essere dotati di appositi spazi e rastrelliere per le biciclette, con almeno quattro posti per biciclette su ogni treno.Il testo è considerato approvato senza votazione perché’ non sono stati presentati emendamenti, secondo la procedura legislativa ordinaria in seconda lettura.La regolamentazione riveduta si applicherà in linea di principio a tutti i viaggi e servizi ferroviari internazionali e nazionali in tutta l’UE, con la possibilità per gli Stati membri di esentare i servizi ferroviari nazionali per un periodo limitato. Le norme entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Inizieranno ad applicarsi due anni dopo, ad eccezione deli obblighi relativi agli spazi per le biciclette, che saranno applicabili quattro anni dopo l’entrata in vigore del regolamento.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le proposte del Recovery Fund in Parlamento

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2021

“Le reti e l’innovazione hanno dimostrato di essere vitali nel contesto dell’emergenza pandemica: un’economia industriale avanzata non può pensare di non avere un sistema industriale ad alto tasso di innovazione – si legge nel documento presentato dall’Associazione Nazionale Giovani Innovatori alla Camera dei Deputati per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – L’opportunità del Recovery Fund rappresenta non solo un cospicuo investimento ma ad una generale riorganizzazione del sistema dell’innovazione in Italia. Fra i punti principali, l’ANGI promuove una razionalizzazione delle politiche per l’innovazione e la costituzione di un ministero con portafoglio per l’Innovazione e la Trasformazione Digitale, congiuntamente alla costituzione di una commissione parlamentare per l’Innovazione. La debolezza delle politiche per la digitalizzazione, evidenziata dal basso gradino in cui si trova l’Italia nell’indice DESI, che misura l’attuazione dell’Agenda Digitale, va superata con un cambio di paradigma. Va riformata della normativa in materia di sostegno all’impresa innovativa, facendo sì che lo Stato, come nei contesti statunitense e israeliano, sia il primo capitalista di ventura.
Continua il documento, redatto dal Comitato Scientifico dell’ANGI, in particolare Gabriele Ferrieri, Carlo Prosperi, Miro Scariot, Alessandro Verrelli e Loredana Ricci –
La crisi Covid-19 sta mettendo in evidenza la necessità di profondi interventi sul sistema scolastico, formativo e di ricerca nazionale. D’altra parte, il miglioramento del sistema di istruzione e ricerca in termini di maggiore efficacia, inclusività e competitività internazionale rappresenta un pilastro fondamentale per contrastare alcuni gap strutturali che posizionavano l’Italia come fanalino di coda nei ranking internazionali già prima della crisi e che rischiano di essere fortemente accentuati dalla recessione. Grazie al PNRR va portata avanti una forte azione volta a lenire le disuguaglianze socio-economiche nell’accesso all’istruzione terziaria, accompagnato da maggiori tutele per le categorie vulnerabili e da forti politiche di contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, incentivando percorsi alternativi di studio e professionalizzazione diversi dai percorsi standard e promuovendo politiche di contrasto al fenomeno dei cosiddetti “cervelli in fuga”.Ulteriori proposte sono state presentate per la cultura, dove l’ANGI chiede lo sviluppo di specifici incentivi volti alla digitalizzazione dei siti turistici, come il loro cablaggio con reti ad alta velocità, e, in ambito sanitario, la costituzione di una cabina di regia permanente presso la Presidenza del Consiglio, sul modello della cabina “Benessere Italia” con focus sanitario e sviluppare un sistema pubblico della sanità digitale a livello nazionale, che possa connettere tutti gli attori della filiera e renda disponibili tutti i dati sanitari del paziente agli operatori autorizzati, ai medici di base e alla medicina del territorio.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento approva definitivamente il bilancio UE 2021-2027

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 dicembre 2020

Bruxelles. Il Parlamento ha dato il suo consenso al prossimo quadro finanziario pluriennale (QFP), per far sì che il sostegno UE possa arrivare ai cittadini dall’inizio del prossimo anno.Il testo sul bilancio a lungo termine dell’UE per il periodo 2021-2027, concordato con il Consiglio il 10 novembre, è stato approvato con 548 voti favorevoli, 81contrari e 66 astensioni.L’aumento è il risultato degli sforzi negoziali del Parlamento per dare impulso a 10 programmi faro dell’UE nei prossimi sette anni, per proteggere meglio i cittadini dalla pandemia COVID-19, fornire opportunità alla prossima generazione e preservare i valori europei. Grazie a questo compromesso, in termini reali, il Parlamento europeo triplica la dotazione per EU4Health, assicura l’equivalente di un anno supplementare di finanziamento per Erasmus+ e garantisce che i finanziamenti per la ricerca continuino ad aumentare. I 15 miliardi sono ottenuti così: – 11 miliardi di euro saranno prelevati principalmente da importi corrispondenti a multe per la concorrenza (che le aziende devono pagare quando non rispettano le regole dell’UE), in linea con l’antica richiesta del Parlamento che i fondi generati dall’Unione europea rimangano nel bilancio UE. Questi 11 miliardi di euro aumenteranno gradualmente il massimale complessivo del QFP (fissato a 1.074,3 miliardi di euro ai prezzi del 2018) a 1.085,3 miliardi di euro. – 4 miliardi di euro saranno finanziati da riassegnazioni di fondi all’interno del QFP. Inoltre, l’accordo prevede che 1 miliardo di euro sarà accantonato per far fronte ad eventuali esigenze e crisi future e potrebbe anche essere aggiunto ai programmi faro.I negoziatori hanno accettato il principio secondo cui i costi a medio e lungo termine del rimborso del debito dal Recovery non devono essere coperti a scapito dei programmi di investimento del QFP, né devono tradursi in contributi molto più elevati basati sull’RNL degli Stati membri. Pertanto, i negoziatori del PE hanno elaborato una tabella di marcia per introdurre nuove risorse proprie da inserire nel bilancio dell’UE nei prossimi sette anni e far fronte così a tali costi aggiuntivi.Questa tabella di marcia fa parte dell'”Accordo interistituzionale”, un testo giuridicamente vincolante, approvato dalla Plenaria, sempre oggi, con 550 voti favorevoli, 72contrari e 73 astensioni. Oltre al contributo finanziario, fornito a partire dal 2021, basato sulla quantità di plastica non riciclata in ogni paese, la tabella di marcia include una risorsa propria basata sul sistema ETS (Emissions Trading System) a partire dal 2023, eventualmente collegata ad un meccanismo di aggiustamento delle frontiere di carbonio. Comprende anche un prelievo digitale (dal 2023), e una risorsa propria basata sulla tassa sulle transazioni finanziarie (Financial Transaction Tax-based Own Resource), nonché un contributo finanziario che il settore aziendale deve fornire o una nuova base imponibile comune per l’imposta sulle società (dal 2026).Per quanto riguarda la spesa dei fondi del NextGenerationEU, il Parlamento ha garantito l’occorrenza di incontri regolari tra le tre istituzioni per valutare l’attuazione dei fondi messi a disposizione, sulla base giuridica dell’Art. 122. Questi fondi eccezionali, forniti al di fuori del bilancio regolare per il rilancio dell’economia pesantemente colpita dalla pandemia, dovranno essere spesi in modo trasparente e il Parlamento, insieme al Consiglio, verificherà ogni scostamento dai piani nazionali precedentemente concordati.Lo strumento di ripresa si basa su un articolo del trattato UE (art. 122 del TFUE) che non prevede in principio alcun ruolo per il Parlamento europeo. I negoziatori del PE hanno quindi ottenuto una nuova procedura, instaurando un “dialogo costruttivo” tra Parlamento e Consiglio. Una volta che la Commissione avrà valutato le implicazioni di bilancio di ogni nuovo atto giuridico proposto sulla base dell’articolo 122, il dialogo tra Parlamento e Consiglio avrà inizio.Ci sarà una migliore tracciabilità per garantire che almeno il 30% dell’importo totale del bilancio dell’Unione Europea e delle spese dell’UE per la ripresa sostenga gli obiettivi di protezione del clima, e che il 7,5% della spesa annuale sia dedicata agli obiettivi di biodiversità, a partire dal 2024, e il 10% dal 2026 in poi.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Parlamento: Emendamenti per editoria

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roma. “Siamo soddisfatti dell’approvazione dell’emendamento in commissione VII sul rifinanziamento per il 2021 e per il 2022 del credito d’imposta sulla carta. Il Parlamento risponde all’appello della FIEG. Abbiamo votato a favore e sottoscritto l’emendamento di maggioranza che prevede uno stanziamento di 24 milioni, per sostenere una categoria in crisi come quella dell’editoria. Il nostro emendamento, che abbiamo poi ritirato, prevedeva, piuttosto, uno stanziamento di 30 milioni. L’editoria è in profonda crisi e la mancanza di misure straordinarie rischia di impoverire la qualità dell’informazione nazionale, causare il rischio economico per molte imprese e colpire i lavoratori del settore e di tutto l’indotto. Auspichiamo, e per questo lanciamo un appello al sottosegretario Martella, che nell’approvazione finale del testo la misura possa essere garantita e ampliato lo stanziamento complessivo per il settore dell’informazione, grazie anche ai nostri emendamenti presentati in commissione Bilancio per la proroga per l’anno 2021 del regime straordinario di forfettizzazione delle rese dei giornali ai fini IVA.”Così il capogruppo in commissione Editoria, Responsabile nazionale Innovazione di Fratelli d’Italia, deputato Federico Mollicone. carloprosperi1991@gmail.com, senatofdi@gmail.com, stampa.meloni@fratelli-italia.it,

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento vuole garantire il “diritto alla riparazione” ai consumatori UE

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2020

Bruxelles. La risoluzione non legislativa su un mercato unico più sostenibile è stata approvata, mercoledì, con 395 voti favorevoli, 94 voti contrari e 207 astensioni.I deputati invitano la Commissione ad assicurare ai consumatori il “diritto alla riparazione” rendendo le riparazioni più accessibili, sistematiche e vantaggiose, ad esempio estendendo la garanzia sulle parti di ricambio o garantendo un migliore accesso alle informazioni su riparazione e manutenzione.Esortano poi a sostenere maggiormente il mercato dei prodotti di seconda mano, incoraggiano la produzione sostenibile e chiedono misure per contrastare le pratiche volte a ridurre la durata dei prodotti. I deputati tornano a chiedere un caricabatterie universale per ridurre i rifiuti elettronici e vogliono l’etichettatura dei prodotti in base alla loro vita utile (ad esempio un contatore degli utilizzi e informazioni chiare sulla durata media di un prodotto).Per incoraggiare scelte sostenibili da parte delle imprese e dei consumatori, il Parlamento insiste su appalti pubblici più sostenibili e su marketing e pubblicità responsabili. Nella pubblicità, ad esempio, sarebbe opportuno applicare criteri comuni per definire l’eco-compatibilità dei prodotti, in maniera simile a quanto avviene con la certificazione del marchio di qualità ecologica. La risoluzione invita anche a rafforzare il ruolo del marchio Ecolabel-UE, in modo da diffonderne l’utilizzo nel settore e sensibilizzare i consumatori.Il testo approvato presenta infine nuove regole per la gestione dei rifiuti e la rimozione degli ostacoli giuridici che impediscono la riparazione, la rivendita e il riutilizzo dei prodotti, a beneficio peraltro del mercato delle materie prime secondarie.Il relatore David Cormand (Verdi/ALE, FR), ha dichiarato: “È giunto il momento di utilizzare gli obiettivi del Green Deal come fondamento di un mercato unico che promuova la concezione di prodotti e servizi durevoli. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo bisogno di una serie completa di regole che agevolino decisioni chiare e semplici anziché modifiche tecniche che mancano di coraggio politico e che confondono sia i consumatori che le imprese. Con l’adozione di questa relazione, il Parlamento europeo ha inviato un messaggio chiaro: etichettatura obbligatoria armonizzata che indichi la durabilità e lotta all’obsolescenza precoce a livello europeo sono le vie da seguire”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Legge di Bilancio è pronta per approdare in Parlamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

Ci sono buone notizie per cittadini, famiglie e imprese. Proseguiamo, infatti, sulla strada di riduzione della pressione fiscale e contributiva, come il 100% di esonero per chi assume giovani e donne, creiamo fondi per l’impresa femminile, per le imprese creative, e rendiamo strutturale la decontribuzione del 30% al Sud.Interveniamo, nuovamente, con un pacchetto di norme per favorire la liquidità e la ricapitalizzazione delle imprese, rifinanziando anche il Fondo di garanzia per le PMI e prorogando una serie di misure a sostegno delle micro, piccole e medie imprese.Istituiamo un Fondo da 4 miliardi a favore delle attività produttive maggiormente colpite dall’emergenza Covid e uno per le politiche attive del lavoro, estendiamo il Contratto di espansione interprofessionale, proroghiamo Opzione Donna e l’APE Sociale.Incrementiamo i fondi per il “Reddito di Cittadinanza”, senza del quale oggi avremmo 3,5 milioni di poveri in più. Interveniamo per riconoscere e valorizzare il ruolo strategico del personale infermieristico e della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria del SSN.C’è anche un pacchetto di norme per gli enti locali, a partire dallo stanziamento di risorse in favore degli enti in difficoltà finanziaria. Incrementiamo poi quelle per il trasporto scolastico e il Fondo di solidarietà comunale, per il miglioramento dei servizi sociali e il potenziamento degli asili nido.Questi sono solo alcuni dei provvedimenti di una Legge di Bilancio che, durante l’iter parlamentare, e grazie al confronto con i colleghi di maggioranza e opposizione, sono certa potremo ulteriormente migliorare.Una cosa però è molto importante, questa Manovra, molto di più delle precedenti, va collocata all’interno di un quadro d’insieme. Di cui, in questo caso, fanno parte i provvedimenti economici già adottati, e che adotteremo, per contrastare la crisi derivante dal Covid-19, e quello che sarà il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza.Mentre tuteliamo la salute, ogni azione è strutturata per sostenere l’economia e mettere le basi per far ripartire il Paese”. Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

UE4Health: Parlamento pronto a negoziare il nuovo programma UE sulla salute

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

Sostenere la digitalizzazione del sistema sanitario con un sistema europeo di cartelle cliniche elettroniche. È necessario un programma UE per la salute ambizioso, per colmare le lacune emerse col COVID-19 e garantire che i sistemi sanitari nazionali possano gestire le future minacce alla salute.Venerdì, il Parlamento ha approvato la sua posizione negoziale sulla proposta della Commissione di potenziare le azioni dell’Unione nel settore sanitario grazie al cosiddetto “Programma UE per la salute” (EU4Health).Il testo è stato approvato con 615 voti favorevoli, 34 contrari e 39 astensioni. Il COVID-19 ha messo in luce l’urgente necessità di un programma dell’UE per preparare i sistemi sanitari europei alle future emergenze e per far sì che l’Unione resti la regione più sana del mondo. Secondo il Parlamento, ciò non sarebbe stato possibile se il bilancio del programma fosse stato ridotto a 1,7 miliardi di euro, come proposto dai Paesi UE. Nel recente compromesso sul bilancio a lungo termine dell’UE, i deputati sono riusciti a convincerli a triplicare il budget (5,1 miliardi di euro). Il programma UE per la salute mira a preparare meglio l’Unione ad affrontare importanti minacce sanitarie transfrontaliere e a incrementare la resilienza dei sistemi sanitari nazionali. L’Unione dovrebbe così essere pronta ad affrontare non solo le future epidemie, ma anche le sfide a lungo termine quali l’invecchiamento della popolazione e le diseguaglianze in termini di salute.I deputati intendono intensificare la cooperazione a livello europeo e rafforzare la risposta alle crisi sanitarie sostenendo la creazione di un Meccanismo europeo di risposta sanitaria. Dovrebbe inoltre essere istituito un portale di comunicazione per il pubblico per condividere le informazioni accuratamente controllate, inviare segnalazioni ai cittadini europei e lottare contro la disinformazione. Infine, il Parlamento ritiene opportuno rafforzare i mandati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA).Sono numerosi i punti deboli emersi nei sistemi sanitari nazionali in seguito alla crisi del COVID-19, fra cui la dipendenza da paesi terzi per garantire la fornitura di farmaci, dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale. Il programma dovrebbe pertanto sostenere lo sviluppo di un sistema europeo di monitoraggio, rendicontazione e notifica per le carenze di farmaci, dispositivi medici, vaccini, strumenti di diagnostica e altri prodotti sanitari. Così facendo si eviterebbe una frammentazione del mercato unico e si garantirebbe la disponibilità di tali prodotti a un prezzo accessibile, limitando al contempo la dipendenza dai paesi terzi.Al fine di conseguire gli obiettivi del programma, nella risoluzione si propone di dedicare maggior spazio alla prevenzione delle malattie concentrandosi sui rischi per la salute, inclusi i danni derivanti dal consumo di alcol e dall’uso del tabacco, il potenziamento dei sistemi sanitari e la digitalizzazione del sistema sanitario, con la creazione di un sistema europeo di cartelle cliniche elettroniche. I deputati intendono inoltre rafforzare l’accesso alla salute sessuale e riproduttiva e ai relativi diritti e la lotta contro il cancro. Per assicurare un’attuazione efficace del programma, i deputati propongono di istituire un gruppo direttivo indipendente composto da attori della sanità pubblica.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La Legge di Bilancio sia presentata al Parlamento il prima possibile”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

“Nella riunione convocata dal Presidente della Camera con tutti i Presidenti di commissione ho manifestato, credo a ragione, le mie preoccupazioni sul ritardo della presentazione al parlamento della legge di Bilancio. Tutto può essere immaginato meno che la limitazione del confronto tra le forze parlamentari, il dibattito e le decisioni del Parlamento sulle questioni fondamentali di cui certamente si occuperà la legge di Bilancio. Comprendo naturalmente la particolarità e la straordinarietà del momento che stiamo vivendo, ma ritengo necessario che la legge di Bilancio sia presentata il prima possibile in una forma asciutta ed essenziale. Per questo penso che il Governo e soprattutto i Ministri, debbano rapidamente chiudere il confronto e concentrarsi sulle questioni fondamentali, evitando il proliferare di disposizioni di ogni tipo. Non mancherà, nel dibattito parlamentare, l’occasione di approfondire tematiche particolari e dare risposte alle molte esigenze.” E’ quanto dichiarato dal presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati Fabio Melilli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mario Tassone: ridiamo centralità al Parlamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

Dopo anni di campagne demolitrici del centro politico, molti di coloro che ne teorizzavano la fine oggi progettano l’occupazione di un’area mediana. Il Centro non è per costoro più un fardello improponibile, la causa dei mali della repubblica. Le supponenze di ieri scompaiono e le riflessioni non sono più liquidatorie. Il Centro non può essere considerato, lo abbiamo sempre detto, un dato geometrico ma l’architrave del sistema di garanzie dei diritti, di libertà e di democrazia. Chi nel 1993-94 ha pensato, attraverso una riforma elettorale, di assicurare stabilità ed efficienza ha dovuto fare i conti con frammentazioni, confusioni e approssimazioni nella gestione. I partiti sono stati sostituiti da uno indecente proliferare di tribù’ con i propri capi senza visione di crescita complessiva mentre i fenomeni di corruzione non sono diminuiti ma aumentati. Si recupera il Centro non attraverso “conteggi” di convenienza, ma correggendo errori e ridando senso alla politica da tempo rimossa assieme alle istituzioni di democrazia rappresentativa. Bisogna ridare centralità al Parlamento da tempo sotto attacco da populismi che inseguono il nulla in un crogiolo di odii, di slogan che sono l’antitesi dei progetti e della ragione. Si ricredono quanti pensavano che i protagonisti di una stagione, come la D.C., era un “mondo” scomparso. Il Centro è un dato culturale, di equilibrio, di ricerca di soluzioni. Chiudiamo, quindi, la parentesi apertesi il 1994.Il contributo dei cristiani democratici sarà indispensabile per riempire di contenuti i tanti vuoti e per eliminare le tante tribù attraverso una ritrovata partecipazione popolare. Coloro che si richiamano alla tradizione del popolarismo Cristiano sociale, debbono trovare il filo unificante. Se prevarranno i sedicenti detentori di verità e gli egoismi sarà l’eclissi definitiva di una storia e di una speranza da molti coltivata con umiltà e spirito di servizio.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anteprima della sessione del 19-23 ottobre 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

Bruxelles. Voto sul futuro della politica agricola dell’UE. Il Parlamento discuterà e voterà le proposte per rendere la politica agricola più sostenibile, resistente e flessibile, così da poter continuare a garantire la sicurezza alimentare nell’UE. Le proposte del Parlamento sulla futura normativa sui servizi digitali Le richieste dei deputati sulle modalità di regolamentazione dei servizi digitali, che includono le piattaforme e il commercio online, saranno discusse lunedì e votate martedì, Intelligenza artificiale: Il PE getta le basi per le prime regole UE I deputati adotteranno una serie di proposte per regolamentare l’Intelligenza Artificiale (IA), al fine di promuovere innovazione, standard etici e fiducia nella tecnologia. La Commissione europea presenta il suo programma di lavoro per il 2021 I deputati discuteranno il programma di lavoro della Commissione per il 2021 che verrà presentato martedì alle 15.00. Il Presidente Sassoli annuncia il vincitore del Premio Sacharov 2020 Giovedì, la Conferenza dei Presidenti (il Presidente del PE Sassoli e i Presidenti dei gruppi politici) deciderà il vincitore del Premio Sacharov 2020 per la libertà di pensiero. Vertice UE: relazioni UE-Regno Unito e lotta al COVID-19 al centro del dibattito Mercoledì, il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, presenterà e discuterà in Plenaria i risultati del Vertice UE del 15-16 ottobre. La risposta all’attuale crisi deve aumentare la resilienza futura dell’UE, COVID-19 e istruzione: l’UE deve contribuire a colmare il gap digitale, COVID-19: mitigare le conseguenze sociali ed economiche della crisi, L’UE ha bisogno di una revisione delle sue relazioni con la Bielorussia. I deputati discutono la brutalità della polizia negli Stati membri, Dibattito in Plenaria sugli Stati membri che vendono passaporti UE

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »