Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘pastrengo’

Visita del Comandante Generale Gen. C.A. Giovanni NISTRI, al Comando Interregionale Carabinieri “Pastrengo”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 gennaio 2018

Giovanni-NistriAll’incontro con il personale hanno partecipato militari delle Legioni Lombardia, Piemonte V.A., Liguria, della Rappresentanza Militare e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.
Nella prolusione, il Generale C.A. Giovanni NISTRI ha sottolineato come la figura del Carabiniere, da quasi 200 anni, costituisce un sicuro punto di riferimento per la popolazione, soprattutto nei momenti più delicati. Ha espresso il suo compiacimento più vivo ai Reparti per gli eccellenti risultati, ha sottolineato il determinante ruolo svolto in tale contesto dalle Stazioni dell’Arma, fondamentali per rendere più incisivo il controllo del territorio. Ha evidenziato l’efficacia del lavoro svolto dai Comandanti e dai militari delle Stazioni nel quotidiano lavoro a contatto con i cittadini che, nei presidi dell’Arma, trovano un riferimento costante per qualsiasi problema.
Personalmente ho riflettuto sul recente discorso di commiato del Generale C.A. Tullio Del Sette. Un Comandante Generale che si è messo al servizio dell’Arma e che ha ritenuto opportuno sottolineare, in quella circostanza, il fondamentale ruolo della Rappresentanza Militare chiamata ad operare: “come Legge prevede e funzionalità richiedono”. Una riflessione scaturita dal fatto che oggi, a Milano, il Comandante Generale Gen. C.A. Giovanni Nistri ha incontrato il personale dell’Interregionale “Pastrengo”, soffermadosi poi solamente con i Comandanti Provinciali.Certamente il CO.CE.R. CC è l’organismo affiancato al Comandante Generale, l’unico organismo deputato a “confrontarsi” al livello centrale tuttavia, nel recente passato, anche i CoIR ed i CoBaR si erano abituati ed hanno sempre ottenuto uno spazio di “interlocuzione” anche con i Comandanti Generali che si sono succeduti in visita a Milano.”nel governo del personale” affermava il Generale D. Ugo Zottin, “l’esempio costituisce lo stimolo imitativo per i dipendenti, i quali mutuano dall’impegno del loro Comandante il comportamento da assumere per l’assolvimento dei propri doveri”Ed ecco, forse, si può già immaginare un ambito più marginale e incerto per la “Rappresentanza Militare” ?Solo il tempo potrà dare risposte, testimoniando se ci troviamo davanti ad una evoluzione oppure ad una involuzione che riguarda anche il confronto con i Comandanti affiancati o, più in generale, con i Comandanti Provinciali e di Compagnia con i quali è necessaria una dialettica improntata ad un reciproco arricchimento per conseguire gli auspicati riflessi positivi sulla “Vita nell’Arma”.
Verificare la propria capacità di ricezione ed analisi delle situazioni di disagio, sono convinto, è ancora un doveroso esercizio di alta responsabilità propria di ogni comandante che abbia lo sguardo rivolto al futuro, verso traguardi compatibili con le moderne concezioni dei diritti dei Carabinieri.
Anche il Gen.le C.A. Giovanni NISTRI, nel Suo discorso di insediamento aveva sottolineato la necessità di essere animati da “unità di intenti” e, credo si rivolgesse anche alla Rappresentanza Militare, a ciascun delegato, quando ha detto che i Carabinieri “meritano di essere ascoltati”. Ma la “Rappresentanza Militare” vive e trova il Suo motivo di esistere grazie, anzitutto, alle risposte e/o motivazioni ad ogni eventuale mancato accoglimento o accoglimento parziale di quanto rappresentato e/o deliberato.Le mie osservazioni, condizionate forse da “intemperie emozionali”, potrebbero sembrare affrettate e non corrette. Lo spero vivamente perchè continuo a conservare l’auspicio che in futuro vi sia un sempre maggiore coinvolgimento di tutta la “Rappresentanza Militare” nelle decisioni che, a qualunque livello, riguardano il “benessere del personale” nell’interesse stesso dell’Istituzione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito dell’associazione Pastrengo

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 ottobre 2009

L’on.le CiocchettI interroga il ministro della difesa per sapere – premesso che: il comma 3 dell’articolo 8 della legge 11 luglio 1978, n. 382, subordinando la costituzione di associazioni o circoli fra militari al preventivo assenso del Ministro della difesa, implicitamente dà la conferma della titolarità di tale diritto in capo ai militari in servizio; l’Associazione Carabinieri in servizio «Pastrengo» con sede legale in Padova (Pordenone), è stata costituita nell’anno 1999, secondo quanto previsto dalle norme che regolano il diritto militare. L’Associazione, infatti, sulla base di un parere favorevole del Ministro della difesa in data 4 settembre 1999 si costituiva con atto pubblico in data 26 ottobre 1999 repertorio n. 23073, Racc. 15113 della dottoressa Anna Maria Siciliano, notaio in Palermo, atto con il quale veniva recepito il primo testo di Statuto associativo; il successivo 9 dicembre 2005 con decreto del Ministro della difesa pro tempore veniva approvato lo statuto definitivo. Il 3 agosto del 2007, il Ministro della difesa, con proprio decreto revocava l’assenso alla costituzione dell’Associazione Pastrengo, ex articolo 8 della legge 11 luglio 1978, n. 382, su richiesta del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri sulla base di una presunta deriva sindacale, tra l’altro mai dimostrata, nelle sedi preposte; l’Associazione in questione ha iscritto più di ventimila carabinieri a dimostrazione dell’enorme sostegno e seguito che il sodalizio possedeva dentro l’Arma; a seguito di tale revoca i carabinieri non hanno più un’associazione riconosciuta dove potersi riunire e confrontare, atteso che l’Associazione Nazionale Carabinieri, per i noti limiti statutari previsti nei confronti degli iscritti che sono ancora in servizio (non hanno diritto al voto e non possono candidarsi ad una qualsiasi delle cariche associative previste dallo statuto) non riunisce i requisiti minimi di democrazia e rappresentatività se il ministro  intenda rivedere la sua posizione nei confronti dell’Associazione Carabinieri in servizio «Pastrengo» per restituirgli quella legittimità necessaria a continuare ad operare dentro l’Arma.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ online su GrNet.it. convegno associazione Carabinieri

Posted by fidest press agency su domenica, 17 maggio 2009

Come hanno ripetutamente detto i relatori che si sono avvicendati durante il convegno, le gerarchie militari hanno tentato (invano) di bloccare l’iniziativa della Pastrengo in tutti i modi, e di questo ve ne abbiamo già parlato, ma quello che ci sembra importante è che adesso tutti coloro che vi avrebbero voluto partecipare e non lo hanno fatto perchè “sensibilizzati” dai rispettivi comandanti, hanno da oggi la possibilità di seguire integralmente il convegno su GrNet.it.  GrNet.it è generalmente parca di elogi verso manifestazioni che coinvolgono a vario titolo i militari ma questo convegno è forse l’avvenimento più importante dagli anni 70 in poi, quando venne approvata la legge 382/78 mediante la quale nasceva la cosiddetta Rappresentanza Militare che nel corso degli anni ha sempre più manifestato la propria inadeguatezza e scarsa incisività nel rappresentare le istanze dei cittadini in uniforme. I contributi audio-video sono pubblicati nello stesso ordine con il quale si sono susseguiti. Gli interventi in lingua inglese hanno il supporto della traduzione.  (Giuseppe Paradiso in sintesi)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »