Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘patenti’

Sollecitare l’implementazione dell’Accordo sulle patenti tra Italia e Canada

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2017

fucsia-nissoli-fitzgeraldL’on. Fucsia Nissoli FitzGerald, con una lettera indirizzata al Ministro degli Affari esteri, Angelino Alfano, ha sollecitato la necessità di procedere alla stipula di intese tra l’Italia e le singole Province del Canada in conformità all’Accordo firmato tra i due Paesi nel 2015. In particolare l’on. Nissoli, raccogliendo le esigenze espresse dagli italiani residenti in Alberta, ha chiesto che si avvii al più presto il negoziato con questa Provincia canadese, secondo principi chiari di reciprocità.
“Il problema della conversioni delle patenti di guida è molto sentito dai nostri connazionali che vivono in Canada, esso tocca la quotidianità della vita di ciascuno e non vedo il motivo perché non si possa procedere al mutuo riconoscimento delle patenti di guida tra due Paesi amici, tanto più che proprio oggi il Parlamento europeo ha ratificato l’Accordo di libero scambio (CETA) tra l’Ue ed il Canada”.
“Convinta di questo – ha precisato l’on. Nissoli – ho deciso di porre il problema al Ministro Alfano affinché possa essere affrontato con decisione al più presto”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Multe e patente a punti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2011

Con la circolare prot. nr. 300/ A/7157/11/109/16 del 5 settembre 2011 il Ministero dell’interno ha fornito nuovi importanti chiarimenti sull’obbligo di comunicazione dei dati del conducente ex art- 126-bis, c. 2, del codice della strada in pendenza di ricorso giurisdizionale o amministrativo avverso la violazione principale.
La circolare del Ministero che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riporta sottilinea che “Riguardo alle perplessità di ordine giuridico, al di là delle diverse interpretazioni emerse in ambito giurisprudenziale, questa Direzione, nell’ambito dei poteri di coordinamento attribuiti al Ministero dell’Interno dall’articolo 11, comma 3, del C.d.S., ha ritenuto che non possa configurarsi un’omissione di collaborazione da parte del cittadino qualora questi comunichi all’organo di Polizia di aver proposto ricorso e che di per se ciò costituisca un giustificato e documentato motivo di omissione dell’indicazione delle generalità del conducente”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patente a punti e sanzioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 maggio 2011

Importante ordinanza della Cassazione in tema di patente a punti ed omessa comunicazione dei dati del conducente, quella emessa il 20 maggio 2011, che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale del “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori nonché fondatore dello “Sportello dei Diritti” riporta. Secondo la seconda sezione civile della Suprema Corte, infatti, se la notifica del verbale per la contestazione principale avviene oltre il termine massimo previsto dalla data della infrazione, che come è noto è stato ridotto a 90 giorni, l’amministrazione procedente non può poi pretendere che il pagamento della sanzione successiva in caso di omessa comunicazione dei dati del conducente del veicolo individuato nella prima rilevazione. Questo anche se l’infrazione relativa all’omessa comunicazione è sempre oggetto di verbale diverso da quello riguardante la violazione principale. Come è noto, infatti, il Codice della Strada prevede un termine perentorio per la contestazione delle violazioni del codice della strada che è individuato dall’articolo 201 Cds e stabilito in novanta giorni e quindi la notifica tardiva del verbale rende tardiva la contestazione. Peraltro, per alcune sanzioni specifiche è previsto l’obbligo per il proprietario del veicolo di comunicare entro sessanta giorni dalla notifica, il soggetto che si trovava materialmente alla guida. In caso di omessa comunicazione è stabilita un’altra multa. Gli ermellini, hanno però sottolineato che la pretesa dell’ente accertatore, non può estendersi indeterminatamente: nel caso in cui la notifica della violazione principale sia avvenuta fuori oltre il termine indicato, il verbale per la mancata indicazione dei dati del trasgressore deve essere dichiarata illegittima. In virtù di un principio logico, oltreché giuridico, infatti, non si può pretendere che il proprietario del veicolo a distanza di molto tempo dall’infrazione contestata conservi il ricordo preciso di chi fosse alla guida dell’auto multata. Ma la Suprema Corte si spinge oltre è stabilisce che non è necessario che il primo verbale, pure notificato tardivamente, non sia stato poi opposto. Può, quindi, essere impugnato autonomamente il verbale della sanzione successiva di cui all’articolo 126 Cds bis. Secondo i giudici di piazza Cavour, infatti, le due violazioni sono vincolate l’una all’altra e la notifica in ritardo del primo verbale rende illegittima la seconda sanzione.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incidenti stradali in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 2 maggio 2010

<<Incredulo e sconcertato per gli emendamenti che al Senato stanno di fatto affossando i provvedimenti sulla sicurezza stradale. Il problema sostanziale e che in Italia molti non si sono ancora resi conto che siamo di fronte ad un problema serio da non sottovalutare>>. È quanto afferma Carmelo Lentino, Portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani. <<Si gioca con la vita delle persone come se si giocasse con quella dei bambolotti. È intollerabile pensare che il nostro Parlamento – prosegue il Portavoce della campagna – introduca deroghe alla circolazione per le patenti sospese, come ad esempio prevede l’emendamento proposto dalla Lega Nord e approvato ieri al Senato, consentendo a chi si è visto sospendere il permesso di guida di poter comunque utilizzare l’auto per 3 ore al giorno>>. <<È ovvio che il problema – aggiunge Lentino – non si risolve esclusivamente con la repressione, ma dovrebbe essere altrettanto ovvio che – soprattutto quando registriamo l’aumento degli incidenti del 6% durante il giorno, del 28% durante la notte e del 18% in autostrada – l’impegno per contrastare questa quotidiana “guerra civile” deve essere coordinato e massiccio, su più fronti che vanno dalla formazione all’aumento dei controlli>>. <<Si rende sempre più indispensabile la costituzione di un Organismo di coordinamento e controllo – conclude il Portavoce di BastaUnAttimo – che abbia poteri speciali in materia e che favorisca la collaborazione tra tutti gli enti, le organizzazioni e gli operatori coinvolti in materia>>.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »