Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘patrimoni’

Master universitario di primo livello in Gestione integrata e valorizzazione dei patrimoni immobiliari e urbani

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

la sapienzaRoma Una borsa di studio del valore di 1.950 euro verrà assegnata da Sogeea SpA per frequentare la quattordicesima edizione del master universitario di primo livello in Gestione integrata e valorizzazione dei patrimoni immobiliari e urbani – Asset, property, facility & energy management, organizzato dalla facoltà di Ingegneria Civile e Industriale della Sapienza Università di Roma. La partecipazione è aperta ai laureati in Ingegneria, Architettura, Urbanistica, Economia e Commercio, Giurisprudenza e Informatica.
Per avanzare la propria candidatura, entro e non oltre il 9 gennaio 2017 va inviata una mail all’indirizzo formazione@sogeea.it allegando: curriculum vitae sottoscritto e con l’autorizzazione al trattamento dei dati; Cud o autocertificazione dei redditi percepiti negli ultimi due anni. L’assegnazione avverrà in base a una graduatoria stilata prendendo in considerazione titolo di studio e votazione, esperienze specifiche, situazione economico-finanziaria.«Crediamo fermamente nel valore della formazione delle nuove generazioni, a maggior ragione quando la fonte è così prestigiosa e autorevole – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea –. Soprattutto in una congiuntura tanto delicata come quella vissuta dal nostro Paese, non deve mai mancare un supporto concreto a quei giovani che intendono fare esperienze preziose in vista di uno sbocco professionale. Per questo cerchiamo sempre di dare un piccolo ma significativo contributo».
Il corso, in programma dal 28 febbraio al 30 novembre 2017, darà diritto a 60 crediti formativi universitari e sarà articolato in 1.500 ore di impegno complessivo, di cui almeno 300 ore dedicate all’attività di didattica frontale e 100 ore per la prova finale. Il restante tempo sarà impiegato per stage, seminari e convegni.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sigilli all’arco della Zisa a Palermo

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2010

Palermo. L’altro Ieri mattina a l’arco della Zisa è stato sottoposto a vincolo dai Beni Culturali perché ad alto rischio di crollo. Sono intervenuti gli agenti del Nucleo di tutela del patrimonio artistico della polizia municipale, dopo che sempre per rischio di cedimenti è stata sequestrata anche la chiesa della Gancia. Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti Roberto Soldà interviene sulla questione: “le bellezze storiche e culturali lasciate in eredità dai nostri predecessori costituiscono dei patrimoni da tutelare, anche quando purtroppo le risorse dello Stato sono poche o insufficienti. Vanno portati avanti in maniera continua e non discontinua, gli interventi adeguati ordinari e in egual modo quelli straordinari nel caso in cui la situazione lo necessiti”.  La condizione del complesso monumentale è alquanto disastrata poiché i conci di tufo che compongono l’arcata si sono quasi del tutto staccati dalla costruzione compromettendo così la stabilità dell’arco. Il numero due del movimento guidato da Antonello de Pierro prosegue sulla scia dell’avvenimento commentando: “fatti come questo che accadevano ieri a Pompei, ed oggi si ripetono a Palermo, mostrano lo stato di estremo disagio in cui versa lo Stato italiano. Siamo arrivati alla fine, non si può andare oltre bisogna intervenire in maniera seria per tutelare un patrimonio che rappresenta la nostra bellezza, il fiore all’occhiello del nostro Paese”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’illusione delle parole

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 giugno 2010

Di Rosario Amico Roxas La manovra finanziaria progettata da questo governo, per una nazione che se la passa meglio delle altre, che non ha problemi presenti, né futuri, con una economia in netta ripresa, esportazioni aumentate, evasione fiscale sotto controllo, ha tutti i crismi di una ulteriore illusione proveniente dalle apparenze che si sostituiscono alla realtà. L’abusato slogan di “non mettere le mani nelle tasche degli italiani”, ne rappresenta la sintesi più evidente e più ipocrita.Secondo la logica di questo governo, le mani nelle tasche degli italiani si mettono solo aumentando le imposte dirette, che il governo non intende aumentare per non colpire i grandi patrimoni che garantiscono continuità al governo; grandi patrimoni già ampiamente premiati con lo scudo fiscale che ha reso anonimi tutti quei capitali frutto di evasioni, estorsioni, pizzi, malaffare, traffico di armi e droghe, tangenti, truffe, scalate e amenità varie. Ma servono quattrini, perché la verità è ben diversa dalle illusioni esaltate; servono quattrini per mantenere a galla questa barca che fa acqua da tutte le parti, e fornire l’illusione  di un benessere che però è riservato ai pochi della casta. Ecco che viene legiferata una manovra che si aggiunge a tutte le altre indirizzate  a colpire sempre i soliti  a reddito fisso. Comuni, province, regioni hanno mano libera per costringere i cittadini a mettere le mani nelle proprie tasche per ottenere quei servizi, già ampiamente pagati, ma diventati inefficaci, stante la sottrazione dei finanziamenti. Si chiamano “privatizzazioni” e sono quelle manovre affidate a gruppi di potere che pretendono, in forza di legge, di farci pagare anche l’aria che respiriamo. Privatizzati i parcheggi con le strisce blu; privatizzata la riscossione di balzelli vari al fine di poter elargire l’agio sempre ai soliti gruppi di potere occulto; minacciata privatizzazione dell’acqua, dei rifornimenti all’esercito, dei servizi pubblici…. Tutto ciò si aggiunge al regalo dell’Alitalia ad una cordata di eroici imprenditori…. con quattrini pubblici. L’aumento esponenziale delle tasse indirette, che paghiamo tutti nella medesima dimensione, è lo strumento principe di disuguaglianza sociale, perché serve solo a impoverire i poveri e dilatare le fortune  esistenti. La prova sta nella enorme differenza esistente tra la produzione da lavoro  e la commercializzazione industrializzata; si tratta di un passaggio di valuta che costringe il lavoro a non essere retribuito, mentre esalta i rendimenti di quanti hanno posto a disposizione del mercato solamente  servizi ausiliari che non generano lavoro anzi ne bloccano lo sviluppo, portando al fallimento le piccole aziende artigianali, a gestione familiare, che una volta rappresentavano l’ossatura principale dell’economia e furono i maggiori attori del miracolo economico degli anno ’60. Ora è progettato un miracolo economico inverso: al termine di questa crisi, che non finirà mai, ma ci diranno che è finita, ritroveremo l’85%  del patrimonio nazionale nelle mani del 15% della popolazione, che renderà controllabile e ricattabile  l’economia, mentre grandi capitali prenderanno la via delle isole felici, in attesa del prossimo condono. E’ la strada tortuosa, nascosta da panorami di carta, che conduce alla rivolta popolare. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »