Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘patronato’

Giorgio Novello nominato membro del Comitato di Patronato della Associazione Mondiale di Esperanto

Posted by fidest press agency su martedì, 25 luglio 2017

esperantoGiorgio Novello, nato nel 1960 a Venezia, e’ attualmente ambasciatore d’Italia in Norvegia ed Islanda. Dopo gli studi universitari di diritto nell’universitá di Padova, incominciò a lavorare nel sevizio diplomatico italiano nel 1986 e durante 15 anni fu a Roma, in Nigeria, in Gran Bretagna ed in Germania. Nello stesso tempo studiò a Parigi e Londra e ricevette la laurea in economia dall’universitá di Londra nel 1994. Dal 2002 al 2006 ha lavorato come Primo Consigliere della Missione Permanente dell’Italia presso l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa a Vienna. Nel 2004 fu insignito dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nello stesso anno si laureò in storia economica presso la Scuola Superiore di Economia di Londra. Dal 2006, Novello è stato presso il Ministero degli Affari Esteri come responsabile delle Istituzioni Finanziarie Internazionali e dal 2008 come consigliere del Ministro per lo Sviluppo Economico. Per un periodo ha anche insegnato Relazioni Internazionali all’università di Tieste di cui era parte anche la lingua internazionale esperanto. “Ministro plenipotenziario” dal 2009 e’ stato nominato ambasciatore nel 2013. L’ambasciatore Novello ha studiato l’esperanto nel 1974 “grazie al meraviglioso libro di Alessandro Bausani sulle lingue pianificate”, ed ha aderito al gruppo esperantista di Padova. Ha partecipato ad esami a Venezia ed a Londra, dove è stato attivo nel movimento per l’esperanto londinese. Dal 2004 al 2006 è stato vice rappresentante dell’Associazione Esperantista Mondiale presso le Nazioni Unite a Vienna. Interessato agli aspetti politici dell’interinguistica e della pianificazione linguistica è stato membro della Gesellschaft für Interlinguistik (Associazione per l’interlinguistica) tedesca, ha scritto saggi sull’esperanto e l’interlinguistica in riviste italiane ed ha fatto conferenze in molti luoghi sull’esperanto, ad esempio all’università di Parma nel 2015.Novello è il secondo italiano in questo comitato di esperantisti importanti garanti del movimento mondiale. Il comitato in tutto ha solo sei membri. L’altro è Giuliano Turone, giudice emerito della Suprema Corte di Cassazione, per molti anni giudice istruttore, che ha condotto inchieste a largo raggio in materia di criminalità organizzata e criminalità economica. Negli anni Novanta ha fatto parte del primo staff di magistrati della Procura nazionale antimafia. Ha collaborato con il Consiglio d’Europa (contribuendo tra l’altro alla redazione della Convenzione di Strasburgo del 1990 sul riciclaggio) e con le Nazioni Unite, tra l’altro svolgendo attività di pubblico ministero presso il Tribunale penale internazionale dell’Aja per l’ex-Jugoslavia.La Federazione Esperantista Italiana, http://www.esperanto.it, che coordina l’attivita’ di informazione e di insegnamento dell’esperanto in Italia, è fiera di avere tra i suoi membri Giorgio Novello e Giuliano Turone. (foto: esperanto)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Australia: Attività patronato

Posted by fidest press agency su martedì, 2 luglio 2013

Nello Stato del Victoria, nel Sudest Australia e cioè a Melbourne, è terminata la missione di lavoro in Australia del Vice Presidente dell’ ITAL UIL Mario Castellengo, accompagnato dalla responsabile dell’Area Internazionale del patronato, Anna Ginanneschi. Anche in quest’ultima tappa, oltre ai consueti incontri istituzionali con le autorità ed i sindacati locali, si è tenuto un corso di aggiornamento per gli operatori ed i collaboratori della sede regionale di Melbourne, di quello zonale di Oakleigh e dei tredici sportelli periferici operanti nello Stato del Victoria.A conclusione di questo vero e proprio tour de force australiano, Mario Castellengo ha affermato che “dopo questa lunga serie di corsi di aggiornamento che ha coinvolto tutto il personale addetto alla rete di sedi che il patronato ha in questo grande Paese, la Comunità italiana potrà avvalersi di una migliore tutela ed assistenza per tutti i bisogni e ha in campo previdenziale, sociali e fiscale”.Ma nei suoi numerosi contatti con la Comunità italiana delle varie città australiane il Vice Presidente del patronato ha potuto anche verificare “l’esasperazione dei pensionati italiani per gli innumerevoli adempimenti burocratici a cui sono chiamati continuamente come, per esempio, la certificazione dell’esistenza in vita, la dichiarazione dei redditi con la compilazione dei formulari Red-Est, le richieste di restituzione di eventuali indebiti per le quattordicesime mensilità ed i CUD che non vengono più spediti per posta dall’INPS. Tutto questo, poi, per degli importi pensionistici irrisori”. Quello che, peraltro, ha dato “grande soddisfazione” al Vice Presidente dell’ITAL UIL è stato “l’unanime riconoscimento delle varie Comunità italiane, contattate in questo suo lungo viaggio australiano, del ruolo indispensabile svolto dai patronati per tutti questi loro bisogni che, a loro dire, difficilmente potrebbero essere soddisfatti dalla rete consolare italiana”. Ed a tale proposito Mario Castellengo cita con piacere un’affermazione di un anziano emigrato calabrese di Sidney per il quale “il patronato se non ci fosse andrebbe inventato, altrimenti sarebbe un dramma per gli emigrati!”.
Proprio per queste considerazioni il Vice Presidente del patronato ITAL UIL registra con stupore che il vice ministro degli Affari Esteri italiano, Bruno Archi, nella sua relazione alla recente assemblea plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, nell’elencare le problematiche degli emigrati italiani in materia pensionistica, non abbia mai citato la parola patronato”. Forse, conclude amaramente Mario Castellengo, “non sarebbe male se, ogni tanto, il Vice Ministro Archi e quanti dimenticano l’importante ruolo svolto dai patronati ne frequentassero le sale d’attesa per capire cosa significhino queste strutture per gli emigrati. Oppure che l’uno e gli altri si mettessero nei panni di coloro che all’estero si rivolgono quotidianamente a questi uffici che, spesso, sono per gli emigrati gli unici punti di riferimento di prossimità a cui rivolgersi e non solo per le questioni inerenti le pensioni ma anche per ogni altro loro bisogno come, per esempio, per quelle fiscali come il pagamento dell’IMU per i proprietari di un bene immobile in Italia. Un problema quest’ultimo che, in questo periodo, sta angosciando tantissime famiglie emigrate”.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova riforma pensioni

Posted by fidest press agency su domenica, 27 Maggio 2012

Roma. Il consigliere comunale di Roma del Pdl Fabrizio Santori mi ha inviato un messaggio informandomi che ha indetto per il 28 maggio alle 16 presso la Sala Protomoteca del Campidoglio una giornata seminariale per trattare il sistema pensionistico anche alla luce del recente decreto “Salva Italia” varato dal governo Monti. Punto focale della discussione, mi pare di capire, sarà il ruolo assegnato agli istituti di patronato e “più in particolare alla luce del fatto che soprattutto l’Inpdap ha radicalmente cambiato le sue funzioni e la sua struttura utilizzando sempre di più il mezzo informatico e telematico e coinvolgendo i patronati nella sua fase di innovazione prevedendo la stampa e la rettifica delle posizioni previdenziali e la trasmissione telematica delle domande di pensione.”
Argomenti di sicuro interesse che, tuttavia, non alleviano il “vulnus” inferto dal Governo con la riforma delle pensioni e il conseguente blocco degli aggiornamenti delle pensioni al costo della vita e il conseguente aumento dell’addizionale irpef dei comuni che di fatto hanno ridotto le rendite di un buon 10% mentre rincara il carrello della spesa per oltre il 4%, le tariffe della luce e del gas per il 15% complessivo e l’Imu di fatto tende a ridurre del 50% le tredicesime dei pensionati e, per chi non ha casa di proprietà, si troverà a pagare un aumento delle locazioni in maniera sensibile.
In questo momento di crisi, per quanto depressi, i pensionati hanno dimostrato di avere un grande senso dello Stato ma quest’ultimo ha dimostrato di non voler ricambiare l’impegno che pure si è assunto solennemente all’atto del suo insediamento indicando le sue linee guida con “rigore, equità e crescita”.
Il segretario dell’Aduc Primo Mastrantoni ha, in proposito, ben reso il concetto scrivendo: “In questo Bel Paese, però, ognuno ha inzuppato il biscotto nel cappuccino delle proprie convenienze. Lo hanno fatto le imprese quando ricevevano contributi che a nulla servivano, lo ha fatto la classe politica che si è attribuita privilegi, lo ha fatto la burocrazia che si è ritagliata ruoli di discrezionalità divenuti vessazioni, lo hanno fatto le categorie professionali, chiusi nella torre corporativa a difesa dei propri interessi. Ognuno ha guardato al proprio “particulare” (come direbbe il Guicciardini), al tornaconto personale, spesso procedendo come un carro armato sui diritti degli altri. Non pensiamo che l’uomo sia buono di natura ma riteniamo che le regole una volta scritte vanno fatte rispettare”.
A questo punto mi pare che i pensionati alla fine si sono ritrovati ad essere “cornuti e mazziati”, come si dice a Napoli, mentre gli altri si trovano alla finestra a godersi lo spettacolo.
La circostanza mi ha spinto, a scrivere a Monti, che conosco bene, affinchè a tutti i detentori di un reddito da lavoro o di pensione almeno si riconoscessero alcune detrazioni fiscali come ad esempio per i figli o i nipoti a carico se disoccupati, per una quota forfettaria sulle spese alimentari, sul fitto delle abitazioni, sulle spese per servizi: idraulici, elettricisti, condominiali, ecc. Gli ho lasciato capire, anche se non ve ne era bisogno, che le pezze giustificative per talune detrazioni avrebbero permesso un controllo incrociato con le dichiarazioni dei redditi di chi avesse prestato dei servizi ai contribuenti. Da mesi attendo che quelle che sono diventate, nel frattempo, quindici lettere abbiano almeno una risposta. Allora mi sono rivolto, cogliendo al volo la nomina di due esponenti del Partito Pensionati di Carlo Fatuzzo (l’on.le Lino Miserotti e il senatore Giacinto Boldrini, eletti nelle liste del Pdl, per essere da essi supportato in qualche modo. Ma dato il silenzio che è seguito, sin ad ora, lascio al giudizio di chi mi legge di trarne le dovute considerazioni.
Ora mi affido a Santori se non altro per farmi capire se il Pdl è il partito che dopo aver predicato bene continui a razzolare male o cerca di rinsavirsi. Non me ne voglia ma sono amareggiato. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consulta medico legale

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2011

Roma 13 luglio 2011, Hotel Palatino si svolgerà la Consulta medico legale del Patronato Ital Uil. Per una giornata i medici di patronato, i legali, i segretari delle strutture del sindacato Uil e gli operatori si riuniranno all’Hotel Palatino per discutere di nuove strategie e nuovi interventi per l’assistenza e tutela dei cittadini. “L’Ital Uil tiene tanto alle problematiche dei danni alla salute dei cittadini – ha affermato Gilberto De Santis, Presidente dell’Ital – e la riunione della Consulta dei medici legali è il primo appuntamento di un impegno rinnovato e innovativo al tempo stesso”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

7° Bilancio sociale del Patronato Ital Uil

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2011

Roma 12 luglio, presso l’Hotel Palatino, la presentazione del 7° Bilancio sociale del Patronato Ital Uil. Previsto tra gli altri l’intervento della professoressa Giovanna Gavana, dell’ Università degli Studi dell’Insubria. “La crisi del settimo anno è superata – ha detto il Presidente dell’Ital, Gilberto De Santis – nonostante l’impegno particolare che comporta la stesura, ma ancora di più la verifica degli obiettivi che ne derivano, dal Bilancio Sociale ci avviamo a preparare l’8° Bilancio Sociale dell’Ital: uno strumento per migliorare concretamente innovando costantemente”. Durante la presentazione del Bilancio sociale 2010 verrà distribuita ai partecipanti una copia della pubblicazione dal titolo “Volgersi al nuovo.7° Bilancio Sociale Ital Uil”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andare oltre il patronato tradizionale

Posted by fidest press agency su martedì, 28 settembre 2010

Francoforte. Questo è  il messaggio scaturito dal corso di formazione di due giorni organizzato dal patronato ITAL-UIL a Francoforte. Con un intenso dibattito si è  confrontata la Presidenza Nazionale con diversi coordinatori delle regioni italiane maggiormente coinvolte dai flussi migratori e 70 dirigenti della struttura europea provenienti, oltre che dalla Germania anche da Belgio, Francia, Gran Bretagna, Principato del Liechtenstein, Spagna e Svizzera. Andare oltre il patronato tradizionale poiché all’estero già da tempo gli utenti non sono più solo coloro che necessitano di tutela e assistenza in campo previdenziale. Infatti per ogni persona che, trovandosi fuori dai confini nazionali, incontra problemi di qualsiasi genere è più facile raggiungere un ufficio di patronato che una sede consolare. Questo oggi più che mai a causa delle frequenti ristrutturazioni subite ultimamente dalla rete consolare italiana con chiusure di sedi e riduzione di personale. In quest’ottica il Vice Presidente Mario Castellengo ha annunciato che in futuro l’organizzazione, in collaborazione con la UIM, sarà in grado di ampliare i propri servizi anche alle giovani generazioni di Italiani nel mondo offrendo loro, da un lato, la possibilità di accedere a programmi interculturali grazie ad una convenzione stipulata con la COINED (una ONG che opera a livello mondiale) e, dall’altro, la possibilità di accedere a corsi di formazione a distanza anche a livello universitario.  Il Presidente Gilberto De Santis, in questo suo primo incontro all’estero, ha voluto ringraziare tutti gli operatori per il loro proficuo impegno a sostegno delle nostre comunità. Ha inoltre annunciato un piano di ristrutturazione e di sviluppo dell’organizzazione anche all’estero per far fronte alle nuove esigenze di tutela e di servizi che hanno gli Italiani all’estero.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Memorie d’inciampo a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

Roma 26 gennaio 2010, ore 11.00 via San Francesco di Sales, 5 Casa della Memoria e della Storia presentazione di Memorie d’inciampo a Roma a cura di Adachiara Zevi organizzata dagli Incontri Internazionali d’Arte sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Per la prima volta in Italia l’artista tedesco Günter Demnig posizionerà a Roma, il 28 gennaio 2010, in occasione della Giornata della Memoria,  30 Stolpersteine (pietre d’inciampo) in sei MUNICIPI: I Municipio, Centro Storico; II Municipio, Flaminio;  VI Municipio, Quadraro; IX Municipio, Appio Tuscolano; XVI Municipio, Monteverde; XVII Municipio, Prati) per ricordare deportati razziali, politici e militari. Intervengono: Aldo Pavia, Liliana Picciotto, Abramo Rossi, Patrizia Salvetti, Piero Terracina, il Presidente di un Municipio, Adachiara Zevi. Modera: Annabella Gioia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La filiera del legno

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2009

Notevole successo ha riscosso lo stand collettivo delle aziende della filiera foresta-legno del Friuli Venezia Giulia all’edizione 2009 del Salone internazionale dell’edilizia (Saie) svoltasi recentemente a Bologna. Lo stand, patrocinato dalla Regione in  collaborazione con Confindustria di Tolmezzo e LegnoServizi e con la presenza di una decina di piccole imprese regionali del comparto legno (ben inserito tra i 1.530 espositori dell’edizione 2009), ha messo in mostra i prodotti di alcune tra le più note aziende del settore attive nella montagna friulana: Patt/Gruppo Fantoni di Osoppo,  Stratex di Sutrio, Legnolandia di Forni di Sopra, Fratelli De Infanti di Ravascletto e Diemme Legno di Pontebba, in una vetrina di riconosciuto valore.  Il contesto ha suscitato tra i numerosi visitatori un riscontro ampiamente positivo non solo per il design dello spazio espositivo e l’accoglienza riservata agli ospiti, ma soprattutto per i contenuti tecnici proposti dalle aziende espositrici. Per l’occasione sono stati appositamente realizzati e distribuiti circa 2.000 opuscoli informativi per la promozione delle aziende operanti nel settore e sono state presentate alcune iniziative legate alla certificazione forestale PEFC tra le quali ha riscosso notevole interesse la birra artigianale aromatizzata prodotta a Forni di Sopra, il primo prodotto forestale non legnoso certificato a livello regionale, che rappresenta uno tra i più interessanti strumenti di sensibilizzazione sul tema della corretta gestione ambientale. Durante i quattro giorni di svolgimento del Salone, l’attenzione dei numerosi visitatori si è indirizzata soprattutto verso l’approccio sostenibile proposto per le costruzioni in legno massiccio e lamellare nell’ottica di un utilizzo consapevole del materiale forestale e l’impiego di specie autoctone e di provenienza locale in alternativa a materiali di origine non certificata. È risultata assai gradita anche la presentazione di tipo “collettivo” che ha messo in luce il funzionamento dell’intera filiera foresta-legno regionale e le varie iniziative di valorizzazione di una risorsa rinnovabile quale il legno, che sta trovando sempre più spazio tra i materiali impiegati in edilizia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »