Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘patti smith’

“Patti Smith: La forza della parola”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 febbraio 2021

Lutti e gravi perdite hanno scandito la sua vita, lei in cambio non si è mai risparmiata e ha contribuito a cambiare il potere della parola declinandola in musica e poesia, grido e contestazione. New York e Parigi hanno accolto Patti Smith, l’hanno accudita e nutrita, restituendo al mondo un’artista in grado di ricordarci che «people have the power»; un merito che va condiviso però con tutte le persone che sono entrate nella sua vita, anche se molte di loro in maniera indiretta attraverso opere o lasciti. Patti Smith non sarebbe stata la stessa senza i versi di Rimbaud, senza quel suo personale rapporto con Dio, senza il Chelsea Hotel e la St. Mark’s Church in the Bowery, senza la relazione simbiotica con Robert Mapplethorpe, senza gli amici della Beat Generation o senza l’amore di Fred “Sonic” Smith perché la sua arte non può prescindere dall’esperienza vissuta, sempre forte della convinzione che «paths that cross will cross again». Una vita poliedrica, la sua, fatta di avvenimenti che ti segnano, per questo la sua produzione spazia dalla musica alla letteratura, dalla fotografia ai reading; il medium che si adegua alle necessità espressive dell’artista e viceversa in un nesso osmotico.PATRIZIA DE ROSSI è nata a Roma, dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Nel 2020 con Diarkos ha pubblicato il suo terzo libro su Luciano Ligabue, Re Start, per celebrare i trent’anni di carriera dell’artista emiliano. In precedenza su di lui aveva scritto Certe notti sogno Elvis (1995), primo in assoluto sul Liga, con prefazione dello stesso, e Quante cose che non sai di me. Le 7 anime di Ligabue (2011). Nel 2015 pubblica Autostop Generation, aneddoti e interviste a personaggi che hanno raccontato una filosofia degli anni Settanta. Nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one, un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss e su come queste siano cambiate nel corso degli anni, rimanendo sempre una costante imprescindibile e fondamentale. Nel 2012 scrive Gianna Nannini Fiore di Ninfea, excursus critico tra rock e tradizione, musica e arte nella vita dell’artista senese. Nel 2005 – in collaborazione con Ermanno Labianca – pubblica su Ben Harper, Arriverà una luce. Dal 2006 è direttore responsabile di «Hitmania Magazine», periodico di musica, spettacolo e culture giovanili.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Patti Smith. La forza della parola” di Patrizia De Rossi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2021

Lutti e gravi perdite hanno scandito la sua vita, lei in cambio non si è mai risparmiata e ha contribuito a cambiare il potere della parola declinandola in musica e poesia, grido e contestazione. New York e Parigi hanno accolto Patti Smith, l’hanno accudita e nutrita, restituendo al mondo un’artista in grado di ricordarci che «people have the power»; un merito che va condiviso però con tutte le persone che sono entrate nella sua vita, anche se molte di loro in maniera indiretta attraverso opere o lasciti. Patti Smith non sarebbe stata la stessa senza i versi di Rimbaud, senza quel suo personale rapporto con Dio, senza il Chelsea Hotel e la St. Mark’s Church in the Bowery, senza la relazione simbiotica con Robert Mapplethorpe, senza gli amici della Beat Generation o senza l’amore di Fred “Sonic” Smith perché la sua arte non può prescindere dall’esperienza vissuta, sempre forte della convinzione che «paths that cross will cross again». Una vita poliedrica, la sua, fatta di avvenimenti che ti segnano, per questo la sua produzione spazia dalla musica alla letteratura, dalla fotografia ai reading; il medium che si adegua alle necessità espressive dell’artista e viceversa in un nesso osmotico.
PATRIZIA DE ROSSI è nata a Roma, dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Nel 2020 con Diarkos ha pubblicato il suo terzo libro su Luciano Ligabue, Re Start, per celebrare i trent’anni di carriera dell’artista emiliano. In precedenza su di lui aveva scritto Certe notti sogno Elvis (1995), primo in assoluto sul Liga, con prefazione dello stesso, e Quante cose che non sai di me. Le 7 anime di Ligabue (2011). Nel 2015 pubblica Autostop Generation, aneddoti e interviste a personaggi che hanno raccontato una filosofia degli anni Settanta. Nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one, un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss e su come queste siano cambiate nel corso degli anni, rimanendo sempre una costante imprescindibile e fondamentale. Nel 2012 scrive Gianna Nannini Fiore di Ninfea, excursus critico tra rock e tradizione, musica e arte nella vita dell’artista senese. Nel 2005 – in collaborazione con Ermanno Labianca – pubblica su Ben Harper, Arriverà una luce. Dal 2006 è direttore responsabile di «Hitmania Magazine», periodico di musica, spettacolo e culture giovanili.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro “Patti Smith tra poesia americana e letteratura mondiale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 giugno 2017

parma universitàParma venerdì 9 giugno alle ore 18 all’Auditorium di Palazzo del Governatore si terrà la conferenza “Patti Smith tra poesia americana e letteratura mondiale”, con Diego Saglia, Docente di Letteratura Inglese all’Università di Parma, e Franco Nasi, Docente di Letteratura Anglo-Americana all’Università di Modena e Reggio Emilia. L’incontro, a due voci, metterà a fuoco la scrittura letteraria e, in particolare, poetica di Patti Smith in relazione ad alcune delle sue opere più recenti (Just Kids, M Train e Auguries of Innocence); contemporaneamente, offrirà alcuni affondi nel panorama poetico dell’America degli anni Sessanta e Settanta con particolare attenzione, fra le altre, a figure cruciali per la Smith come Gregory Corso, Lawrence Ferlinghetti e Allen Ginsberg.
Diego Saglia insegna Letteratura Inglese all’Università di Parma, dove si occupa di letteratura e cultura dalla prima modernità alla contemporaneità. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente l’epoca romantica. È autore di numerosi studi in lingua inglese e italiana, tra cui Lord Byron e le maschere della scrittura (2009) e Leggere Austen (2016).
Franco Nasi, traduttore e saggista, insegna Teorie della traduzione e Letteratura Anglo-Americana all’Università di Modena e Reggio Emilia. Si è occupato in particolare di estetica del romanticismo, di teoria della traduzione e di poesia contemporanea. Fra le sue pubblicazioni più recenti Traduzioni estreme (2015), Translator’s Blues (2015) e, con Angela Albanese, L’artefice aggiunto. Riflessioni sulla traduzione in Italia 1900-1975 (2015).Per l’occasione si ricorda al pubblico che, venerdì 9 giugno, le mostre di Palazzo del Governatore saranno aperte fino alle ore 21 (Info e Biglietteria 0521/218035).
Il ciclo di incontri si concluderà giovedì 15 giugno (ore 18) con l’appuntamento “Because the night – Racconti rock” con Claudia Bonadonna, autrice di volumi dedicati al mondo della musica, e Luca de Gennaro, disc jockey, conduttore radiofonico, manager televisivo e giornalista musicale. Gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »