Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘pattuglia’

Herat: scontro a fuoco in operazione controllo territorio

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

Herat, Attacco complesso ad una pattuglia italiana nei pressi di Shindand alle ore 00.15. Al termine di un Observation Point, nella fase di rientro verso la FOB “Shaft” una pattuglia della Task Force Centre ha subito un attacco complesso. Ad una esplosione di quello che può ritenersi uno IED hanno fatto seguito colpi diretti di arma da fuoco. La reazione del personale ha posto fine all’ingaggio mettendo in fuga gli assalitori. L’esplosione ha sbalzato il “rallista” fuori dal mezzo. Il militare, cosciente, accusa lievi traumi. Non si registrano ulteriori feriti. Il mezzo investito dall’esplosione, un VTLM Lince, ha riportando danni materiali sostanziali. Un primo intervento è stato effettuato da un’analoga pattuglia presente nei pressi e successivamente la quick reaction force partita dalla FOB “Shaft” sede del comando, e un recovering team hanno recuperato l’equipaggio ed il Lince coinvolto. Le operazioni di recupero hanno visto la partecipazione anche di una quick reaction air statunitense e di un UAV, aereo a pilotaggio remoto. La pattuglia si inserisce nelle attività dell’operazione “Bear 5” che il 5° reggimento alpini e le forze di sicurezza afgane stanno svolgendo da alcuni giorni nelle zone limitrofe a Shindand. Operazione che già ieri aveva raggiunto un notevole risultato con l’arresto del Mullah Basir un insurgent locale responsabile, in passato, di azioni terroristiche.L’operazione, scattata alle prime luci dell’alba del 24 febbraio, ha visto gli uomini del 5° alpini e la polizia afgana impegnati in attività dicordon and search. Supportati da una preparazione d’intelligence, gli uomini della TF Centre sono riusciti a individuare il soggetto in un minuscolo villaggio di poche case nella zona Est del distretto dove è stato arrestato. Diversi erano stati i precedenti, infruttuosi, tentativi di cattura. Richiesta dall’autorità politica di Shindand, l’operazione ha portato all’arresto di altri 8 sospettati ed al sequestro di diverse armi e munizioni. La “Bear 5” segue di pochi giorni la gemella “Bear 4” che, con la stessa modalità di lavoro congiunto sul terreno tra la polizia e i militari italiani, aveva già conseguito il ragguardevole risultato di individuazione ed arresto di 7 insurgent in un’area periferica della zona di operazione degli alpini del 5°. Un connubio particolarmente efficace quello che si è venuto a formare tra le forze della coalizione e la controparte afgana nell’area di Shindand. Lavoro “shohna ba shohna” (spalla a spalla) che ha portato, nel solo mese di febbraio, all’arresto di una ventina di insorti nell’area.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si assottiglia la pattuglia Idv in Parlamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2010

«Prima, nel 2008, il senatore IDV Sergio De Gregorio corresponsabile, con la sua defezione, dell’inizio della fine del governo Prodi. Oggi, nel 2010, i deputati IDV, Domenico Scilipoti e Antonio Razzi, che –  a quanto si legge in queste ore – hanno detto sì alle sirene del calciomercato di parlamentari con cui il governo cerca di garantirsi la sopravvivenza.  Pare proprio che negli snodi cruciali delle vita politica del Paese il ventre molle dell’opposizione a Berlusconi sia rappresentato dal partito di Antonio Di Pietro. Il quale – anziché passare le sue giornate, come ha fatto negli ultimi mesi, a lanciare a mezzo stampa ‘lezioni di opposizione’ al PD – farebbe meglio la prossima volta a selezionare con minore approssimazione i componenti  delle sue liste elettorali. Rispetti, Di Pietro, un grande partito come il PD, oggi perno della costruzione dell’alternativa a Berlusconi, e impari che fare opposizione significa prima di tutto non lasciare all’avversario i numeri decisivi per restare pervicacemente al potere. Cedere circa l’8% – 2 su 24 – della propria forza al nemico è evidentemente sintomo di incapacità di gestione del proprio  gruppo».  Così si esprime Guglielmo Vaccaro in un commento pubblicato sul web magazine di TrecentoSessanta, l’Associazione di Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera aperta a Pierluigi Bersani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2010

Mi corre obbligo riconoscere una grave infrazione al codice della strada commessa da alcuni parlamentari del PD e non impedita dal segretario del partito. Praticamente cosa è accaduto? Bruno Tabacci ha, regolarmente e correttamente, messo la freccia per superare  e andare avanti, ma una pattuglia di parlamentari PD  in prova generale per ben altri tentativi di sorpasso,  probabilmente sotto il vigile sguardo dei “cassieri” del cavaliere, ha creato un ingorgo, ottenendo di non andare aventi e impedire ad  altri di farlo.  Si tratta dei medesimi personaggi sui quali conta il cavaliere per rimanere dentro la botte di ferro delle protezioni ad personam. In questo modo si perde credibilità e si disorientano  quegli elettori che nutrono speranze nel PD. Cosa vogliono ottenere oltre le prebende cavalleresche ?  Credono alle promesse di rielezione nelle fila del PdL (o come c… si chiamerà il nuovo parto della fantasia cavalleresca)?  Ma se non riuscirà che a far rieleggere il 50%  degli attuali parlamentari in forza…! Con le mezze misure e con il bicchiere mezzo pieno non si va da nessuna parte e si disorientano gli elettori che non sanno dove andare, o meglio, vanno e andremo dalla parte di Tabacci. (Rosario Amico Roxas) (n.r. Tabacci rappresenta la “vecchia guardia”. Ma non credo che possa essere un punto di riferimento oggi dove altre qualità sono richieste e altre attese sono riposte. Uomini e donne appartenenti alle nuove generazioni ve ne sono tanti in tutto l’arco dello schieramento politico. Basta offrire loro l’occasione che sino ad oggi non abbiamo loro offerto proprio perché continuiamo a guardare dietro e non avanti)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

61° edizione del giro aereo internazionale di Sicilia

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

E’ stata vinta dall’equipaggio formato dai piloti Gatto e Monastra. Si è classificata seconda la coppia Gucciardo-Biondo, seguita dal duo Surace-Surace. Oltre tremila spettatori sono accorsi a Boccadifalco per seguire le due giornate del 61° giro aereo di Sicilia, ammirando le spettacolari esibizioni dei piloti acrobatici, dei velivoli civili e militari e dei modelli radiocomandati. La performance che ha entusiasmato maggiormente il pubblico è stata quella della pattuglia Blue Voltige, le cui evoluzioni nel cielo hanno incantato tutti. I battesimi dell’aria non hanno mancato di regalare un’esperienza emozionante ai fortunati che sono stati estratti o hanno risposto correttamente ai quiz sulla storia dell’aviazione per vincere l’opportunità di un volo gratuito. Grande soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento è stata espressa sia dal presidente dell’Aeroclub Beppe Albanese di Palermo, Giuseppe Lo Cicero, sia dal direttore del giro, Gianni Di Fede.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto anticrisi

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2009

“Il decreto legge 1 luglio 2009 n. 78, c.d. “decreto anticrisi”, ha sì restituito giustizia ai poliziotti – come fortemente preteso dal COISP – per quanto riguarda le assurde penalizzazioni introdotte dall’art. 71 del decreto Brunetta relativamente alle assenze per malattia, ma ha anche stabilito, all’art. 24 comma 74 che il “concorso delle Forze armate nel controllo del territorio, può essere prorogato, a decorrere dal 4 agosto 2009, per due ulteriori semestri per un contingente di militari incrementato  con  ulteriori  1.250  unità,  interamente destinate a servizi di perlustrazione e pattuglia in concorso e congiuntamente alle Forze di polizia”. Ha previsto poi, al successivo comma 75, che “al personale delle Forze di polizia impiegato per il periodo di cui al comma 74 nei servizi di  perlustrazione e pattuglia di cui all’articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge 23 maggio 2008, n. 92, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 luglio 2008, n. 125, è attribuita un’indennità di importo analogo a quella onnicomprensiva, di cui al comma 74 del presente articolo, corrisposta al personale delle Forze armate. Quando non è prevista la corresponsione dell’indennità di ordine pubblico, l’indennità di cui al periodo precedente è attribuita anche al personale delle Forze di polizia impiegato nei servizi di vigilanza a siti e obiettivi sensibili svolti congiuntamente al personale delle Forze armate, ovvero in forma dinamica dedicati a più obiettivi vigilati dal medesimo personale”. Ebbene, seppure in sede di tavolo per la definizione della c.d. coda contrattuale (parte economica 2006-2007), sottoscritta il 18 marzo u.s., il Governo si era “formalmente impegnato” a sanare le sperequazioni di trattamento economico in atto tra il personale delle Forze Armate impiegate nell’operazione (di pura facciata!!!) denominata “città sicure” ed il personale della Polizia di Stato che era costretto a condurre i primi a passeggio per le città, tale impegno del governo si è concretizzato nell’ennesimo scherno nei confronti dei poliziotti visto che è stata assicurata uniformità di trattamento solamente a decorrere dal 4 agosto 2009, dimenticandosi dei trascorsi mesi in cui centinaia di colleghi sono stati economicamente mortificati, e dimenticandosi di prevedere analogo trattamento economico per tutti i Poliziotti che giornalmente, su una Volante, una pattuglia della Stradale, un’auto civetta, etc…, garantiscono medesima vigilanza e controllo del territorio … anzi la garantiscono in misura sicuramente più professionale ed efficace dei militari a passeggio, sia che essi siano 4.000 che tutti e centomila!Noi non siamo come i militari, e non solo non accettiamo di vedere i nostri colleghi che svolgono servizio su strada venire pagati meno di chi è chiamato a mostrare una divisa e garantire solo immagine, ma neppure accettiamo più di essere pagati al pari di chi, i militari dell’esercito, della marina e dell’aeronautica, non svolgono in Patria le nostre funzioni nemmeno lontanamente!” (La Segreteria Nazionale del COISP)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »