Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘pazienti oncologici’

Pazienti oncologici: umanizzare i percorsi di cura

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Rapporto con il medico, organizzazione dei percorsi di cura, esigenza di informazione e ascolto: sono questi i temi sui quali si concentrano le centinaia di suggerimenti raccolti fino ad oggi sulla piattaforma online di iAMGENIUS, l’iniziativa con l’obiettivo di umanizzare i percorsi di cura dando spazio alla viva voce dei pazienti e creando sinergie tra le loro idee e il talento di giovani creativi. La raccolta dei suggerimenti continua: per i pazienti c’è tempo fino al 30 settembre per inserire le loro proposte collegandosi al sito http://www.iamgenius.it. “Cosa potrebbe aiutarti nella tua vita quotidiana?” è la domanda alla quale rispondere, indicando gli ostacoli o i problemi che si incontrano lungo il percorso di cura e che potrebbero essere rimossi o semplificati. Dall’informazione sulla patologia, alla comunicazione con il medico, dal supporto psicologico all’orientamento nelle strutture, dal rapporto con i familiari alle tematiche legate al mondo del lavoro: questi sono gli aspetti della vita quotidiana sui quali lavorare per umanizzare i percorsi di cura e migliorare la qualità di vita.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ansia e depressione nei pazienti oncologici

Posted by fidest press agency su martedì, 17 luglio 2018

I disturbi dell’umore sono quelli prevalenti con un impatto negativo sulla qualità della vita del paziente oncologico. In generale, un numero crescente di persone preferisce utilizzare preparati a base di erbe per alleviare i diversi sintomi preferendole ai farmaci convenzionali che spesso sono vissuti come latori di maggiori effetti collaterali.
La recentissima revisione sistematica in questione (Yeung et al, 2018) da parte di alcuni membri del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York (centro di riferimento negli USA per la “Integrative Medicine”) ha preso in considerazione farmaci a base di singole erbe (estratti vegetali) con l’intenzione di valutare la letteratura e comprendere quali possano essere punto di partenza per ulteriori e più approfonditi studi in pazienti affetti da cancro.Sono stati inclusi database PubMed, Allied e Complementary Medicine, Embase e Cochrane, selezionando solo studi randomizzati controllati in un periodo compreso tra il 1996 ed il 2016, escludendo erbe con potenziali possibilità di interazioni con i trattamenti antitumorali (ad esempio iperico). Cento articoli che hanno coinvolto 38 piante hanno soddisfatto i criteri della ricerca.
Tra le erbe più studiate (>6 studi randomizzati controllati ciascuna), lavanda, passiflora e zafferano hanno dimostrato benefici paragonabili agli ansiolitici e agli antidepressivi standard. Anche cimicifuga, camomilla ed agnocasto sono promettenti in tal senso.Ansia o sintomi depressivi sono stati misurati in tutti gli studi, ma non sempre come end-point primari. Complessivamente il 45% degli studi ha riportato risultati positivi con un minor numero di effetti avversi rispetto ai farmaci convenzionali che tuttavia, nella comparazione, mostrano maggior potenza. Sulla base dei dati disponibili, cimicifuga, camomilla, agnocasto, lavanda, passiflora e zafferano appaiono utili per mitigare l’ansia o la depressione con profili di rischio-beneficio favorevoli rispetto ai trattamenti standard.Appare evidente come sia necessario prevedere ed implementare trials clinici di maggior ampiezza ed accuratezza con estratti standardizzati e affrontare il tema delle interazioni con i farmaci. E per il paziente oncologico questo appare ancor più cogente. Ad oggi le conoscenze mostrano come alcuni di questi possano essere ritenuti sicuri ed efficaci anche nella pratica clinica Francesco Sivelli CERFIT, AOU Careggi, Firenze (fonte: Fisioterapia33 da Yeung KS et al. Herbal medicine for depression and anxiety: Asystematicreview with assessment of potential psycho-oncologic relevance. Phytother Res.2018 May;32(5):865-891)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Pazienti oncologici

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Mag 2011

Bergamo. Laboratori di lettura ad alta voce, meditazione e corsi di trucco. È entrato nel vivo in questi giorni “Tempo Prezioso”, un progetto di animazione per i pazienti del Dipartimento di Onco-ematologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo, con l’obiettivo di coinvolgerli in attività ludiche, ricreative e artistiche. Promotrice del progetto l’associazione culturale Artigiani del Tempo, che ha potuto contare sul prezioso contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca e sulla donazione lasciata da Carla Comana Bonaldi, benefattrice dell’ospedale, scomparsa tre anni fa dopo una lunga malattia. Prima di morire la signora Bonaldi aveva affidato a suo nipote,Fabio Comana, regista e fondatore della compagnia teatrale Erbamil, il compito di offrire ai pazienti la possibilità di vivere esperienze positive anche nel tempo trascorso in reparto, tra visite mediche e terapie.
Il laboratorio di lettura ad alta voce, condotto dallo stesso Fabio Comana, intende insegnare a pazienti e familiari alcune semplici tecniche di lettura ad alta voce per riscoprire il piacere di allietare le ore vuote senza doversi chiudersi nella solitudine di un libro. Sarà invece Ida Pezzini, maestra di Yoga ed esperta di meditazione, a condurre il laboratorio dedicato a questa particolare tecnica di concentrazione capace di sviluppare il potenziale energetico racchiuso in ciascuno di noi. Il laboratorio di Trucco sarà condotto da Laura Busetti, esperta di maquillage, che insegnerà alle pazienti alcune semplici tecniche per valorizzare il proprio aspetto esteriore e sentirsi sempre belle e sicure di sé.
Tutti gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno nel tardo pomeriggio nella sala d’aspetto del day-hospital del reparto di Oncologia degli Ospedali Riuniti (Ingresso 12), ma non si esclude la possibilità di usufruire di spazi esterni all’ospedale per godere anche della vita attiva della città. Per informazioni e prenotazioni consultare il sito http://www.artitempo.org.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Asl dell’Aquila: trattamenti per i pazienti oncologici

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 aprile 2009

Potranno rivolgersi all’Ospedale di Chieti i pazienti che avrebbero dovuto iniziare i trattamenti di radioterapia nell’Ospedale dell’Aquila. I direttori delle unità operative di Radioterapia del capoluogo di regione, il professor Vincenzo Tombolini, e del Policlinico teatino, Giampiero Ausili Cèfaro, si sono incontrati ieri all’Aquila e, d’intesa con le rispettive Direzioni generali, hanno definito un piano che gia’ da martedi’ prossimo garantirà a tutti i pazienti oncologici le prestazioni necessarie. L’équipe del professor Tombolini provvederà a completare direttamente all’Aquila le sedute per coloro che hanno già trattamenti in corso; la Radioterapia di Chieti prenderà in carico i pazienti per i quali è già stata impostata la terapia, ma che non hanno ancora cominciato le sedute. Tutta la relativa documentazione – comprese le cartelle cliniche – è già stata trasferita al Policlinico di Chieti, dove il reparto del professor Ausili Cèfaro ha avvisato i primi tre pazienti. Per garantire la continuità del servizio da martedì è stato attivato un turno aggiuntivo pomeridiano. Tombolini e Ausili Cèfaro hanno avviato contatti anche con la Radioterapia di Pescara.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sempre più tumori curati in Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2009

Benché fra le singole nazioni europee permangano ampie differenze nella sopravvivenza ai tumori, i dati europei complessivi dimostrano che il numero di pazienti oncologici da considerarsi pienamente guariti è in costante aumento. Nonostante il fatto che i tassi di sopravvivenza siano inferiori a quelli degli USA, inoltre, l’assistenza oncologica europea è da considerarsi assolutamente all’altezza di quella oltreoceano. Queste tendenze suggeriscono un genuino progresso nel controllo dei tumori. L’ampia variabilità dei tassi di cura fra le singole nazioni dipende in qualche misura dalla variazione delle frequenze dei diversi tumori da una regione all’altra: si tratta dunque anche di un indicatore delle variazioni nel controllo dei tumori sul territorio europeo, in quanto il fenomeno riflette il progresso in ambito diagnostico e terapeutico, ma anche il successo nella prevenzione dei tumori maggiormente letali. (Eur J Cancer online 2009, pubblicato l’1/4)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »