Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Posts Tagged ‘pe’

Un nuovo regolamento interno per un PE più trasparente ed efficiente

Posted by fidest press agency su domenica, 3 febbraio 2019

Bruxelles Le principali modifiche al regolamento del Parlamento adottate giovedì riguardano le norme di comportamento dei deputati (comprese le regole sulla trasparenza e le misure per prevenire le molestie psicologiche e sessuali), le interrogazioni parlamentari al Consiglio dei ministri dell’UE e alla Commissione europea e le condizioni da rispettare per costituire un gruppo politico.Il regolamento modificato è stato approvato con 496 voti favorevoli, 114 contrari e 33 astensioni. Era necessaria la maggioranza assoluta dei deputati.
Gli attori chiave del processo legislativo, ovvero i relatori, i relatori ombra e i presidenti di commissione, dovranno pubblicare online, per ogni relazione legislativa, tutte le riunioni programmate con i lobbisti che rientrano nell’ambito di applicazione del registro per la trasparenza. Gli altri deputati sono comunque incoraggiati a fare lo stesso.
Inoltre, il sito web del Parlamento dovrà essere aggiornato dal punto di vista tecnico per consentire ai deputati di pubblicare le informazioni sull’utilizzo dell’indennità per le spese generali.Le nuove norme prevedono che i deputati debbano astenersi da:
· “comportamenti scorretti” (ad esempio, esporre striscioni nelle sedute plenarie)
· “linguaggio offensivo” (ad esempio, un linguaggio diffamatorio, l’incitamento all’odio e l’incitamento alla discriminazione) e
· molestie psicologiche o sessuali.
Il codice di condotta del Parlamento sarà ora integrato al regolamento e i deputati dovranno impegnarsi a rispettarlo con una dichiarazione scritta. Qualora un deputato si rifiutasse di firmare tale dichiarazione, non potrà essere eletto a una carica in seno al Parlamento o ai suoi organi, né essere nominato relatore, far parte di una delegazione ufficiale o partecipare ai negoziati interistituzionali (triloghi). Una violazione di tali norme da parte di un deputato potrà portare a sanzioni.
Secondo i trattati, “i partiti politici a livello europeo contribuiscono a formare una coscienza politica europea e ad esprimere la volontà dei cittadini dell’Unione”. Un’organizzazione deve soddisfare condizioni specifiche per potersi qualificare come partito politico europeo o fondazione europea. Secondo le nuove regole, un gruppo di almeno cinquanta cittadini può presentare una richiesta motivata al Parlamento europeo per chiedere all’autorità per i partiti politici e le fondazioni europee di verificare se un determinato partito o fondazione politica europea soddisfi tali requisiti.La riforma comprende anche delle misure sulle interrogazioni parlamentari, in particolare al Consiglio UE e alla Commissione europea, le consultazioni delle commissioni parlamentari sulle informazioni riservate, le regole sulle commissioni permanenti, la votazione degli emendamenti e gli intergruppi parlamentari.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasferimento agenzia EMA: missione conoscitiva del PE ad Amsterdam

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 febbraio 2018

Una delegazione della commissione ambiente e sanità pubblica del Parlamento europeo organizzerà giovedì una missione conoscitiva ad Amsterdam, sede del trasferimento post Brexit dell’EMA.
La delegazione sarà guidata dal relatore sulla ricollocazione, Giovanni La Via (PPE, IT). I deputati visiteranno la sede temporanea e la futura sede dell’EMA e discuteranno il trasferimento con Guido Rasi, direttore esecutivo dell’agenzia, e Hugo de Jonge, ministro della salute olandese. Il Presidente della delegazione, Giovanni La Via, ha dichiarato: “La nostra priorità è una transizione agevole nell’interesse dei cittadini europei. Lo staff dell’EMA deve essere in grado di portare avanti i suoi compiti senza interruzioni, ed è ciò che speriamo di sentire da loro”.
“Il Parlamento, in quanto co-legislatore, voterà la delocalizzazione e le sue implicazioni sul bilancio. Dobbiamo perciò avere accesso da soli alle informazioni. Così andremo, vedremo e discuteremo i dettagli “, ha aggiunto.“Vogliamo informazioni di prima mano sullo stato di avanzamento del processo di doppio trasferimento e sullo sviluppo del progetto edilizio, così come pianificato e senza interruzioni. Sono infatti entrambe condizioni essenziali per garantire l’efficienza e la continuità operativa dell’EMA, e ciò rappresenta il nostro interesse fondamentale”, ha concluso.
La delegazione terrà un punto stampa presso il centro d’informazione Zuidas (Amsterdam World Trade Center, primo piano, Strawinskylaan 1, 1077 XW Amsterdam) alle 16.30 per presentare le sue prime osservazioni.Questa missione conoscitiva ha l’obiettivo di fornire un contributo rilevante alla discussione sulla proposta legislativa in corso, in vista della votazione della commissione ENVI, prevista per il 12 marzo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cina: il PE ribadisce la necessità di proteggere l’industria europea da importazioni oggetto di dumping

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 maggio 2016

shanghai-chinaStrasburgo 12 maggio Parlamento europeo. Se la Cina non soddisferà i cinque criteri stabiliti dall’UE per qualificarsi come un’economia di mercato, l’Unione dovrebbe continuare a imporre dazi anti-dumping e anti-sovvenzioni sulle importazioni oggetto di dumping dopo il dicembre 2016. Lo dovrebbero chiedere i deputati in un progetto di risoluzione che sarà votato giovedì.Nel testo si nota tuttavia che anche l’UE deve rispettare le regole dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e riconoscere la Cina come un partner commerciale strategico.La Commissione europea ha appena concluso una consultazione pubblica sull’impatto del possibile riconoscimento della Cina come un’economia di mercato. I risultati sono in fase di elaborazione e saranno pubblicati nel mese di giugno.Con questa risoluzione, il Parlamento vuole mandare un segnale per la prossima riunione del Consiglio UE commercio, prevista il 13 maggio.
Quando la Cina ha aderito all’Organizzazione mondiale del commercio, nel 2001, i membri dell’OMC hanno riconosciuto che non aveva ancora completato la transizione verso lo stato di economia di mercato. La Cina ha pertanto accettato che gli altri membri dell’OMC potessero applicare misure non caratteristiche di un’economia di mercato alle sue esportazioni. In pratica, questo spesso ha significato dazi anti-dumping più elevati.La Cina sostiene però che, secondo il protocollo di adesione all’OMC del 2001, dovrà essere riconosciuta automaticamente come un’economia di mercato da parte degli altri membri dell’OMC dall’11 dicembre 2016.
Tuttavia, la Cina attualmente soddisfa soltanto uno dei cinque criteri tecnici dell’UE per ottenere il riconoscimento di “economia di mercato”. La Cina è soggetta a circa l’80% delle indagini anti-dumping e anti-sovvenzioni dell’UE e, considerata la sua grande capacità di produzione industriale, nel settore vi è una diffusa preoccupazione.
I deputati hanno chiesto in passato un piano compatibile con OMC e misure di mitigazione per proteggere le imprese dell’UE contro le importazioni cinesi oggetto di dumping, sottolineando il potenziale danno per l’occupazione e l’industria comunitarie. Tuttavia, hanno anche denunciato il rischio di una minaccia di guerra commerciale da parte della Cina, che potrebbe imporre misure di ritorsione contro le imprese dell’UE che operano sul suo territorio.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il PE approva stanziamenti extra per 69,6 milioni di euro per aiutare a fronteggiare l’immigrazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2015

parlamento europeoLe tre agenzie che si occupano della gestione dei flussi migratori verso l’UE e due fondi UE per le politiche di migrazione otterranno, per quest’anno, extra 69,6 milioni di euro per personale supplementare e altre spese, dopo che martedì il Parlamento ha approvato la proposta della Commissione. Il Parlamento, sulla scia delle tragedie dello scorso aprile che sono costate la vita a circa 1.200 migranti, aveva richiesto fondi più cospicui.Il Parlamento ha preso atto che anche questo aumento del finanziamento e del personale potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le esigenze reali della gestione dei flussi migratori nel bacino del Mediterraneo, per non parlare della possibile futura migrazione dall’Ucraina.L’aumento del bilancio di 75,7 milioni di euro in impegni e di 69,6 milioni di euro in pagamenti sarà finanziato in gran parte con i fondi precedentemente previsti per il sistema di navigazione satellitare europeo Galileo, che gli eurodeputati desiderano ricostituire nel 2016.In seguito all’approvazione del Parlamento, l’agenzia per il controllo delle frontiere FRONTEX riceverà 26,8 milioni, triplicando così i fondi disponibili per le operazioni Triton e Poseidon.L’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo e l’Ufficio europeo di polizia (Europol) saranno dotati di più personale, mentre le due principali fonti di finanziamento legate all’immigrazione – il fondo per l’asilo e l’integrazione degli stranieri (AMIF) e il fondo per gli affari interni (ISF) – riceveranno ulteriori stanziamenti di impegno pari a 57 milioni di euro (45,6 milioni in stanziamenti di pagamento) e 5 milioni di euro (4 milioni di euro in stanziamenti di pagamento) rispettivamente.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Delegazione del PE a Tunisi

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Il Parlamento europeo invierà una delegazione composta da 12 deputati in Tunisia dal 3 al 6 febbraio che incontrerà rappresentanti del nuovo governo provvisorio e della società civile. La delegazione sarà guidata da José Ignacio Salafranca (PPE, ES) e da Pier Antonio Panzeri (S&D, IT), che presiede la delegazione del PE per le relazioni con il Maghreb. Anche l’italiano Mario Mauro (PPE) prenderà parte alla missione.Il Parlamento adotterà una risoluzione sulla situazione in Egitto durante la prossima sessione plenaria a Strasburgo del 14-17 febbraio.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »