Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘peacekeeping’

Peacekeeping and Fundamental Rights: Responsibilities of the UN.

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Milano Martedì 29 maggio ore 18.00, ISPI – Palazzo Clerici, Via Clerici 5 la Fondazione Internazionale Balzan organizza una tavola rotonda sul tema del diritto internazionale. Ospite principale sarà Rosalyn Higgins, Premio Balzan 2007 per il diritto internazionale dopo il 1945 e prima donna ad essere stata Presidente della Corte internazionale di Giustizia dell’Aja.
Di somma rilevanza storica e urgente attualità, il tema sarà svolto, insieme alla giurista britannica, da alcuni dei suoi maggiori esperti: Sergio Romano (diplomatico e storico), Marco Pedrazzi (Università di Milano) e Fausto Pocar (giurista, già Presidente del Tribunale penale internazionale per la ex-Jugoslavia). Il presidente della Fondazione Balzan Enrico Decleva introdurrà l’incontro.Durante la tavola rotonda sarà anche illustrato il trattato di diritto internazionale Oppenheim’s International Law – United Nations appena pubblicato da Oxford University press, curato da Rosalyn Higgins con i giovani giuristi Philippa Webb, Dapo Akande, Sandesh Sivakumaran (presenti alla discussione) e James Sloan. Opera autorevole e completa della pratica giuridica delle Nazioni Unite, realizzata grazie alla metà del Premio Balzan di R. Higgins destinata ai progetti di ricerca, rappresenta uno studio completamente nuovo, ma in diretta continuità con le edizioni dello storico e fondamentale trattato di diritto internazionale di L.F.L Oppenheim.
Dame Rosalyn Higgins è stata Giudice alla Corte Internazionale di Giustizia all’Aja dal 1995 e Presidente dal 2006 al 2009, già professoressa di diritto internazionale all’Università del Kent a Canterbury e alla University of London (London School of Economics), membro della UN Human Rights Committee (1984-1995). Fra le sue onorificenze figurano l’ordine del Dame Commander of the British Empire (1995), il Chevalier d’Ordre des Palmes Académiques (1988) e il Premio Balzan che le fu attribuito nel 2007 “per i suoi fondamentali contributi allo sviluppo del diritto internazionale a partire dalla Seconda Guerra Mondiale, sia come scienziata che come giudice e presidente di tribunale; per i suoi libri, raccolte di documenti, articoli e decisioni giuridiche chiari e precisi, ragionevoli e costruttivi, e allo stesso tempo innovativi e impegnati nella difesa dello stato di diritto e dei diritti umani; per il suo ruolo guida nel rafforzamento e nell’affermazione del diritto internazionale moderno”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Afghanistan: «Di Pietro vive in un mondo alla rovescia»

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 febbraio 2011

L’on. Gianni Vernetti in merito al dibattito alla Camera dei Deputati sulla proposta dell’Italia dei Valori sul ritiro del nostro contingente ha dichiarato quanto segue:  «Proporre come fa l’on. Di Pietro e il gruppo di Italia dei Valori, il ritiro del contingente italiano dall’Afghanistan rappresenta una scelta unilaterale contro l’Europa e contro la Nato». «Siamo in Afghanistan – ha proseguito il deputato di Alleanza per l’Italia e già sottosegretario agli Esteri – in seguito alla risoluzione 1386 delle Nazioni Unite del 20 dicembre 2001 che costituì la forza multinazionale “Isaf” con il compito di contrastare il terrorismo internazionale, cacciare il regime talebano, sostenere il nascente stato democratico, per permettere lo sviluppo economico dell’Afghanistan». «Richiedendo il ritiro del nostro contingente l’on.Di Pietro – conclude l’on. Vernetti – dimostra di vivere in un “mondo alla rovescia” nel quale si capovolge la realtà: le forze di peacekeeping diventano “occupanti”, il sostegno alla democrazia afghana diventa sostegno ai “signori della guerra” e via dicendo. Come farà il PD ha conciliare le proprie posizioni in politica estera con l’alleato Di Pietro?». La mozione del Nuovo Polo, con l’on. Gianni Vernetti (API) primo firmatario insieme a Ferdinando Adornato (UDC) e Benedetto Della Vedova (FLI), chiede al Governo:   – di promuovere con forza il processo di afghanizzazione della sicurezza dell’area, aumentando le risorse disponibili all’addestramento dell’esercito e della polizia locale, al fine di accelerare il trasferimento dei compiti di controllo del territorio.  – di assumere iniziative volte a stanziare adeguate risorse finanziarie, sia destinate direttamente alla popolazione, sia dirette ad incentivare le attività di cooperazione civile presenti in loco, rilanciando nuove strategie atte ad affrontare con efficacia il problema dell’oppio, e a garantire la protezione dei civili, anche attraverso la soddisfazione dei loro diritti primari, quali l’educazione, la salute, l’accesso all’acqua e al cibo.  – di adottare ogni iniziativa utile volta a sostenere un processo di dialogo tra tutte le componenti politiche della società afghana che accettino di partecipare al processo democratico, abbandonare la violenza ed avviare così un serio percorso di riconciliazione con tutte le componenti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Peacekeeping: un approccio tutto italiano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 dicembre 2009

La Joint Task Force Lebanon, costituita su base Brigata aeromobile “Friuli” dal 6 novembre di quest’anno, a Tibnin, comanda il Settore Ovest di UNIFIL, competente per il sud del Libano, dal fiume Litani alla Blu Line. Ne abbiamo seguito le attività, nel corso di una settimana in cui vento e pioggia, alternandosi a rari momenti di sole e cielo azzurro, hanno caratterizzato il tipico clima instabile autunnale del Libano. Stabile e funzionante è invece l’organizzazione e lo svolgersi delle operazioni diurne e notturne del contingente italiano, che, sotto l’egida di Unifil, collabora con la LAF (Forza Armata Libanese) cooperando allo scopo di mantenere la pace nel Paese e con le istituzioni civili, nelle attività Cimic (Civilian Military Cooperation). La missione di peacekeeping italiana, Leonte 7, vede impegnate numerose task force, indispensabili per il funzionamento stesso dell’organizzazione. Continua la lettura: http://www.cybernaua.it/news/reportage.php?idnews=1937

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »