Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘pellegrino’

Papa Francesco: pellegrino nelle periferie di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

“Francesco è in senso tecnico un rivoluzionario, uno che rovescia i paradigmi, cambia le prospettive, ribalta le mentalità e tra le tante rivoluzioni una è proprio questa: per lui la periferia è il centro, centro e periferia coincidono”. È quanto scrive Andrea Monda, direttore de L’Osservatore Romano, nella Prefazione al libro di Giovanni Tridente, Pellegrino di periferia. Le visite di Papa Francesco alle parrocchie romane, in uscita in questi giorni per le edizioni Amazon.“Il cuore di un popolo lo s’incontra, lo si tocca andando in periferia, frequentando il margine del territorio, l’area degli ‘scarti’ – aggiunge Monda –. Il suo è lo stesso approccio del medico che la prima cosa che fa incontrando il paziente per conoscere le sue condizioni è sentire il polso, cioè la periferia, per capire come va il cuore”.
L’ultimo lavoro realizzato da Giovanni Tridente – che insegna giornalismo d’opinione presso la Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce ed è corrispondente in Italia della rivista spagnola PALABRA –, prende spunto dalle prime parole pronunciate da Papa Francesco sei anni fa, dalla Loggia della Basilica Vaticana la sera del 13 marzo 2013. In quell’occasione, il Pontefice appena eletto irruppe con quel poco canonico “buonasera” rivolgendosi alla “comunità diocesana di Roma”, che finalmente ri-aveva il suo Vescovo. E chiese al “popolo” di benedirlo, per incominciare insieme il cammino.Un cammino che si è poi concretizzato negli anni attraverso le visite alle parrocchie della Diocesi, una ventina quelle realizzate finora, che Tridente ha in parte analizzato nei dettagli, tracciando quello che a suo dire può essere definito un vero e proprio “apostolato della periferia”. Infatti, soffermandosi su quelle compiute a partire dal 2017 – subito dopo il Giubileo della Misericordia –, partendo dalla periferia nord di Guidonia, passando per Ponte di Nona, Ottavia, Casal Bernocchi, Ponte Mammolo, Corviale, Tor de’ Schiavi, Labaro e fino all’ultima di pochi giorni fa a San Giulio a Monteverde, Tridente evidenzia come il Papa abbia voluto portarsi in territori dove molta gente vive spesso ai margini e le parrocchie sono l’unica realtà che prova a far fronte nei limiti del possibile a tante esigenze.L’idea del pellegrinaggio è data poi dalla frequenza con cui il Vescovo di Roma penetra nei territori più periferici della sua Diocesi; se si rappresentasse graficamente su una mappa il tragitto compiuto dal Papa ipoteticamente a piedi partendo dalla Città del Vaticano, verrebbe fuori – considerando le ultime 9 visite analizzate – un percorso di ben 178 chilometri, per una durata calcolata da Google Maps di 37 ore di cammino.Il libro di Tridente mette quindi in evidenza, soprattutto nelle conclusioni, i temi forti di questo apostolato cittadino e periferico del Vescovo di Roma, che è stato possibile trarre dai discorsi che il Papa ha pronunciato nei diversi incontri con le specifiche realtà di ciascuna comunità – bambini, ragazzi, famiglie, anziani, malati, poveri, volontari. Su tutti risaltano la condanna delle “chiacchiere” – un vero e proprio “atto terroristico” secondo Francesco, che ha stigmatizzato quasi in ogni visita –, l’esigenza della “preghiera vicendevole”, l’urgenza della “testimonianza esemplare” e della “gioia” che porta “pace”, ma anche un amore testimoniale fatto di “ascolto”, l’apprezzamento della vita in ogni sua fase e la predilezione per la “mamma di tutti”, Maria, la Madonna.“Il Papa sa che il dialogo, altro suo tema forte, non si fa tanto con le parole, ma facendo qualcosa insieme, condividendo un’esperienza operosa, concreta. È quello che il Vescovo Francesco sta facendo dal 13 marzo 2013 camminando insieme al suo popolo, il popolo della Diocesi di Roma”, conclude Andrea Monda nella sua Prefazione.
Pellegrino di periferia. Le visite di Papa Francesco alle parrocchie romane Autore: Giovanni Tridente Editore: Amazon Pagine: 96 Prezzo: 10,30 € (Ebook 3,99 €)

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diario di un pellegrino – Vangelo e Zen

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 giugno 2018

Milano Domenica 10 giugno 2018 – ore 16 Chiesa di Sant’Alessandro – Piazza Sant’Alessandro Renato Corti, Vescovo Cardinale; Jiso Forzani, Monaco dello Zen e Autore della prefazione del libro; Luciano Mazzocchi, Sacerdote missionario e Autore del libro.Luciano Mazzocchi, Missionario Saveriano, ha vissuto tra il 1963 e il 1982 in Giappone. Rientrato in Italia, si è dedicato alla formazione dei giovani missionari e alla promozione del dialogo interreligioso nelle Chiese locali. Nel 1994, con Jisō Forzani, monaco e missionario dello Zen, dà inizio, a Galgagnano (LO), alla “Stella del Mattino”, laboratorio di dialogo tra Vangelo e Zen. Un confronto di alcuni anni con la Congregazione per la Dottrina della Fede si conclude con l’approvazione dell’allora prefetto cardinale Joseph Ratzinger (1999). Dal 2005 al 2014 è cappellano della comunità cattolica giapponese della diocesi di Milano. Nel 2008, con alcuni amici, fonda l’Associazione “Vangelo e Zen” (Desio – MB). È autore di diversi libri. Con Paoline ha pubblicato Delle onde e del mare. L’avventura di un cristiano in dialogo con lo Zen (20143) e Pensieri di vita. Ascoltando il creato (20162).
Ora torna in libreria con il volume Passi, in cui presenta meditazioni ispirate da alcuni avvenimenti di questi ultimi anni. Si tratta di testi brevi, che prendono spunto narrativo, spesso, dalla cronaca di episodi di vita quotidiana vissuta o da riflessioni personali dell’autore, a volte, dalle letture dell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Gli argomenti sono i più diversificati e trovano unità nello sguardo di fede con cui vengono considerati, in dialogo costante, secondo la formazione dell’autore, tra Vangelo e Zen. Qualche titolo illuminante: Il giovane senza dimora, L’amore non è protagonismo, Le mani sporche di Dio, La compostezza zen, L’Io credente, l’Io non credente, Poporoya.Scrive l’autore nell’introduzione: “In queste pagine evoco riflessioni e meditazioni che alcuni avvenimenti di questi ultimi anni, dal 2009 a oggi, hanno suscitato nella mia coscienza. La coscienza di una persona è ovviamente limitata; tuttavia è solo nel limite della propria coscienza che prende forma il qualcosa che ciascuno di noi può offrire, di veramente suo, all’immenso cammino dell’universo. Ogni giorno mi siedo in zazen, la meditazione secondo la tradizione dello Zen, come atto di comunione con il fondo calmo che soggiace nelle cose che si agitano in superficie. Ogni giorno celebro l’eucaristia e, nutrito da quel pane e irrorato da quel vino, sperimento la presenza di Dio che nutre l’universo affamato e assetato. Avrei potuto riordinare queste annotazioni suddividendole secondo un filo logico; ma ho scelto di seguire la successione cronologica. Il tempo contiene una logica più reale che non quella elaborata dalla mente umana. Al benevolo lettore di questa raccolta di note, un invito: se trova una frase che ritiene utile per il suo cammino di vita, la lasci macerare nei giorni che passano. Quando tutto sarà dimenticato, quella frase sarà diventata energia della sua vita”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Papa a Madrid

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 agosto 2011

Benedetto XVI

Image by pablocanateam via Flickr

«Da Madrid le parole di Benedetto XVI risuonano come un monito a sostenere e incoraggiare i giovani per tutti coloro che hanno delle responsabilità educative e istituzionali a vari livelli». Così Gianluigi De Palo, Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale che si trova a Madrid per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù. Partito in pellegrinaggio con circa 7 mila giovani della Diocesi di Roma, insieme alla sua famiglia, De Palo accoglie l’intervento del Santo Padre come pellegrino e come amministratore. «In questo momento di grande crisi internazionale non possiamo negare le paure e le ansie delle giovani generazioni. Il futuro, un lavoro degno, la precarietà, le dipendenze. Gli argomenti trattati da Benedetto XVI arrivando a Madrid racchiudono le preoccupazioni dei nostri giovani, anche degli oltre settemila arrivati sin qui da Roma. Sono convinto che, come afferma anche il Santo Padre, la crisi occidentale ha delle radici culturali ed antropologiche. Per questo, a Roma, stiamo provando a responsabilizzare i giovani rendendoli protagonisti del proprio presente e futuro, offrendo loro gli strumenti utili per mettersi al servizio della città e innalzando il livello delle proposte educative. Lo dimostrano anche i bandi recentemente pubblicati: un investimento di oltre un milione di euro per le politiche giovanili, che non è solo un segnale di attenzione economica, che in questo tempo di crisi e di tagli non è poco, ma anche, e soprattutto, di incoraggiamento per valorizzare la loro creatività e il loro spirito di servizio». «Proprio l’altra sera ho assistito alle manifestazioni di dissenso e contestazione degli “indignados” in Plaza del Sol. Sono convinto che questa Giornata Mondiale della Gioventù dimostrerà ai giovani spagnoli e a quelli di tutto il mondo che un altro futuro è possibile, che oltre all’indignazione c’è un altro modo di dire le cose e di testimoniare l’energia, l’entusiasmo e i propri sogni. Madrid e il mondo, in questi giorni, stanno scoprendo che i giovani hanno molto da dare e da dire. E lo possono fare con il sorriso sulle labbra. Finalmente, dal popolo delle Gmg una contestazione del sì, perché le cose possono migliorare solo se prima cambiamo il nostro cuore e se l’altro non è visto solamente come un nemico».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cammino e il pellegrino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

Roma 15 giugno 2011 – ore 19.00 – Libreria Fandango Incontro – Via dei Prefetti 22 Il cammino e il pellegrino Romanzo Gladis Alicia Pereyra. Sul finire del Duecento, in una Fiorenza industriosa e violenta, quattro adolescenti intraprendono la rischiosa avventura di diventare adulti Intervengono:
Dott. Marco Ferrazzoli Giornalista – Poeta – Saggista – Capo Ufficio stampa del CNR
Dott. Giuseppe Novero Giornalista – Saggista – Dirigente Rete Mediaset
Reading Valeria De Angelis Attrice
“Ho scelto la fine del tredicesimo secolo per ambientare “Il cammino e il pellegrino” perché ritengo sia un secolo di preparazione alla rinascita o chissà sarebbe più giusto dire alla nascita della modernità. Non ritengo il mio un romanzo storico, nonostante abbia frugato, per ben cinque anni, fra le pieghe della storia fiorentina al tempo di Dante con il proposito di assemblare, come un puzzle, la quotidianità delle mie creature, oltre che per tentare di ricostruire le vicende del Comune. La mia ricerca non è stata scevra da un certo rigore e sono persino arrivata a illudermi di poter ricreare quello spirito, quell’atmosfera, che ancora si sente vibrare nei versi del Cavalcanti o tra le mura di S. Giovanni. Assai presto, però, l’illusione si è dileguata e ho capito che quella vibrazione non è immutabile e si trasforma a secondo di chi la percepisce. Forse per questo ho deciso di scrivere il libro al presente , per rilevare l’inafferrabilità del passato che rende approssimativa ogni ricostruzione storica per rigorosa che sia stata la ricerca.” (Gladis Alicia Pereyra)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Io e le sue cure

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Parma 25 febbraio, a partire dalle ore 10, presso l’Aula K4 (via D’Azeglio 85), si terrà il workshop “L’Io e le sue cure. Harry G. Frankfurt e la Filosofia Pratica”, promosso dal Dipartimento di Filosofia dell’Ateneo, da SFI – Sezione di Parma, da “La Società degli individui” e da “La Ginestra – Associazione culturale per un individualismo solidale”. L’evento avrà inizio con i saluti della Prof.ssa Beatrice Centi, Direttore del Dipartimento di Filosofia. Moderatori dell’incontro saranno il Prof. Ferruccio Andolfi e il Prof. Italo Testa, del Dipartimento di Filosofia.  Parteciperanno in qualità di relatori il Prof. Eugenio Lecaldano, il Prof. Luca Fonnesu, il Prof. Volker Kaul, il Prof. Lorenzo Greco, il Prof. Alessandro Ferrara, il Prof. Marco Santambrogio, il Prof. Sergio Filippo Magni, il Prof. Domenico Mancuso e il Prof. Gianfranco Pellegrino.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »