Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Posts Tagged ‘pendolari’

“Estate infernale per i pendolari lombardi”

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Per i pendolari lombardi anche questa Estate, come le precedenti, è stata un inferno tra soppressioni e riduzioni di corse, ritardi, impianti di condizionamento guasti, disservizi sulle linee ferroviarie.Nel merito, il Consigliere regionale M5S Nicola Di Marco ha oggi depositato un’interrogazione che da un lato chiede all’Assessore regionale ai trasporti di intervenire, dall’altro chiede conto di quali azioni siano state intraprese per sanare criticità del trasporto ferroviario che si trascinano da anni.Di Marco dichiara: “E’ da diversi anni, anche grazie all’azione sempre puntuale e incisiva dell’ex Consigliera, oggi Deputata, Iolanda Nanni, che come Movimento denunciamo una serie di disservizi e criticità nella mobilità ferroviaria, ma la risposta della Giunta è sempre la stessa: Regione Lombardia, a fine anno, chiederà il pagamento delle penali previste dal Contratto di servizio con Trenord. Esigere le penali è sacrosanto, a fronte del venir meno degli impegni previsti dal Contratto stesso, ma non basta. Perché una volta che le penali sono state pagate, se non si interviene nella gestione aziendale per sanare le criticità, i disservizi si ripresenteranno immutati l’anno successivo. Per questo motivo l’interrogazione a mia prima firma, depositata oggi, sollecita l’Assessore a Infrastrutture e Trasporti a mettere in campo azioni tempestive che non si limitino a esigere penali a fronte di disservizi, ma che vadano alla radice per evitare che i disservizi continuino in futuro.In particolare, l’interrogazione evidenzia una serie di criticità, a partire dal fatto che, per mancanza di investimenti, il parco rotabile della Lombardia è il più vecchio d’Italia (età media 21 anni), situazione all’origine di frequenti e numerosi disagi per l’utenza derivanti da guasti, dilatazione dei tempi di fermo materiale, dilatazione dei costi di manutenzione, ritardi, carenza dei pezzi di ricambio.Chiediamo inoltre all’Assessore quali siano le cause dei malfunzionamenti agli impianti di climatizzazione che creano situazioni difficilmente tollerabili sia ai viaggiatori sia ai lavoratori Trenord. Altro quesito: a che punto di attuazione sia il piano straordinario di acquisto di nuove carrozze e materiale rotabile inaugurato da Regione nel 2017. Infine, in merito al fenomeno carrozze-carri bestiame, chiediamo se sia rispettato il Contratto di servizio fra Regione e Trenord riguardo alla composizione e affollamento delle corse circolanti, cioè il rapporto effettivo fra viaggiatori e posti a sedere garantito da Trenord rispetto a quanto previsto dal Contratto.Di fronte all’immobilismo della Giunta, che ben poco fa oltre ad applicare le penali, come MoVimento continueremo il nostro fiato sul collo della maggioranza di governo affinché si attivi con azioni incisive e mirate per risolvere i tanti problemi quotidiani vissuti da pendolari e viaggiatori sul sistema ferroviario lombardo”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trenord: treni più moderni e linee sicure per un progetto integrato di trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 luglio 2018

“Finalmente l’attenzione del Governo si è focalizzata sul problema del trasporto regionale. La nostra linea è chiara,dobbiamo avere servizi uniti e governati dal territorio. Proprio per questo chiederemo al Ministero di aumentare gli investimenti in Trenord, garantendo treni più moderni e linee sicure. Il Presidente Fontana si apra a tutte le possibili ipotesi sul tavolo per risolvere i disagi dei pendolari, senza creare inutili scissioni interne. È il momento di unire le forze, integrando veramente il servizio di trasporto pubblico e migliorando la vita dei pendolari lombardi. Se Trenord inizierà davvero a funzionare un progetto di integrazione societaria e di servizi con Atm non sarà poi così lontana dalla realtà”, così Dario Violi, consigliere regionale del M5S Lombardia, sulle parole di Fontana su Trenord.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trenord: Pendolari abbandonati, vessati e multati: ora basta! Incontro urgente con Assessore Terzi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 Mag 2018

“Per il caso del Novara-Milano rimasto fermo per due ore sulla linea, i cui passeggeri sono scesi dal treno esasperati, si può quasi parlare di ‘istigazione a delinquere’ da parte di Trenord, oltre che di mancato soccorso: i viaggiatori, prigionieri di carrozze con finestrini sigillati, non potevano fare altro che scendere dal treno. Ovviamente non avalliamo il fatto che alcuni di essi si siano indebitamente incamminati sulla massicciata, ma occorre capire lo stato d’animo e prendere atto che siano stati abbandonati senza nemmeno ricevere adeguato soccorso.Se il personale di bordo ha aperto le porte del treno lo avrà fatto a ragion veduta: il treno era guasto ed evidentemente anche l’impianto di condizionamento era mal funzionante e il sovraffollamento era tale da causare malori fisici. E’ vergognoso che Trenord metta a rischio l’incolumità e la salute dei passeggeri e che questi, oltre a subire continui disagi, disservizi e vessazioni, debbano anche incorrere a sanzioni.Siamo alle porte di Milano e il trasporto pubblico, a forza di tagli al personale, alla manutenzione e all’infrastruttura, è da Quarto Mondo dove gli unici a pagare sono i viaggiatori. Chiediamo all’Assessore Terzi un incontro urgente e l’immediata convocazione della Conferenza Regionale TPL per la nomina dei nuovi rappresentati, perché, in vista della nomina del nuovo Amministratore Delegato, ci spieghi che cosa intende fare per evitare che Trenord continui a maltrattare i suoi “clienti” prestando un servizio inadeguato, così Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia”, così Simone Verni, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inferno sui treni lombardi. M5S interroga Maroni: “TRENORD non rispetta il contratto di servizio!”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 luglio 2017

regione lombardia“Il mese di giugno 2017 è stato un inferno per migliaia di pendolari tra soppressioni, ritardi infiniti e carrozze senza aria condizionata. E’ stata una disfatta epocale dove si è toccato il fondo con i passeggeri costretti a scendere dai treni sulla massicciata in piena campagna e a camminare a piedi sui binari fino alla stazione, proteste per l’assenza di refrigerazione nelle carrozze e tratte senza convogli per ore e ore. Non c’è una sola linea ferroviaria che si salvi!” Per il trasporto pubblico in Lombardia è allarme rosso e le responsabilità hanno nomi e cognomi, dato che in questa legislatura, ogni estate, si ripetono gli stessi errori da parte di TRENORD e la Giunta Maroni resta impassibile. E’ evidente che non c’è programmazione e non si provvede alle pre-manutenzioni estive”, così la consigliera regionale Iolanda Nanni, che ha depositato un’interrogazione (in allegato) alla Commissione regionale trasporti e chiesto un’audizione urgente dell’amministratore delegato di TRENORD e del Responsabile RFI e FerrovieNord per la rete infrastrutturale lombarda e dell’Assessore Sorte.
Le due azioni del M5S danno voce anche alle proteste delle decine di Comitati Pendolari che fioccano da settimane in Regione senza che nessuno si decida seriamente a dare risposte e intervenire con soluzioni rapide.
“E’ di oggi – prosegue Nanni – la dura lettera dei Rappresentanti dei Viaggiatori lombardi della Conferenza del TPL che protestano per i pesanti disagi e disservizi subiti. Ho tradotto le loro richieste in un’interrogazione in cui chiediamo l’applicazione delle penali del Contratto di Servizio a TRENORD che evidentemente non lo ha rispettato e interventi radicali per il miglioramento delle condizioni di viaggio degli utenti lombardi. L’Assessore Sorte, di Forza Italia, meriterebbe un monumento all’incapacità e all’inerzia. Del suo piano di investimenti straordinari annunciato a febbraio 2017 non c’è nemmeno l’ombra”, conclude Nanni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma lido: si viaggia in “carri bestiame”

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 giugno 2017

roma-lido“Il livello di esasperazione per gli utenti della Roma-Lido ha raggiunto davvero punte elevate in queste ultime settimane e in particolare negli ultimi giorni. I pendolari che usano questo servizio, se si può chiamare così, per spostarsi dal litorale in città viaggiano in vagoni più simili a un carro bestiame che a quelli di una moderna ferrovia. Alcuni cittadini ci hanno scritto lamentando la partenza di convogli ogni mezzora, riportando le giustificazioni ricevute dagli addetti delle stazioni alle loro lamentele, ovvero mancanza di personale o assenza di treni. In entrambi i casi, motivazioni del genere sono irricevibili, e qualunque sia stata la causa, il risultato ottenuto è stato quelli di convogli sovraffollati, al cui interno non esisteva nemmeno lo spazio fisico per spostarsi. Una sorta di deportazione intollerabile, in cui per altro non ci sono i requisiti minimi di sicurezza per gli utenti, la cui incolumità è messa a repentaglio. In queste condizioni, che ricordano quelle in cui si viaggia in alcune ferrovie dell’India, non sappiamo nemmeno come si possa permettere a un treno di circolare. Abbiamo già denunciato i responsabili di questo disastro, il presidente Zingaretti e l’assessore alla Mobilità Civita, incapaci di rendere normale un servizio che, se funzionasse, alleggerirebbe il traffico automobilistico dal mare verso Roma e viceversa, e non farebbe sentire cittadini di serie b le migliaia di persone che ogni giorno devono subire questo insulto alla propria dignità. Allo stesso tempo, è giunto il momento di inchiodare alle proprie responsabilità il Comune di Roma e l’amministrazione Raggi. A quasi un anno di distanza dalla sua elezione a sindaco, non è stato risolto nemmeno uno dei problemi della mobilità romana, tanto meno sul litorale dove non si riescono nemmeno a sincronizzare le partenze dei bus, ad esempio la linea 03 che collega la stazione di Acilia all’hinterland, costringendo i pendolari a ulteriori interminabili attese. Per non parlare dell’assurdo provvedimento di abbassare a 30 km/h la velocità massima sulla Cristoforo Colombo a causa di buche e radici degli alberi, trasformando quest’arteria in un fiume di macchine in coda ogni giorno. Una dimostrazione di incapacità amministrativa senza precedenti che sta creando solo disagi ai cittadini e ai pendolari”. E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: Carenza personale sanitario

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 Mag 2017

_pendolari“Siamo a fianco dei lavoratori della Sanità lombarda che hanno proclamato lo stato di agitazione. La riforma sanitaria di Maroni sta creando gravi problemi nel riassetto; alla disparità di trattamento economico tra i lavoratori dello stesso livello si aggiunge la carenza di organico, le ore di straordinario non pagate e l’utilizzo di personale precario in modo strutturale”, lo dice la consigliera regionale del M5S Lombardia Paola Macchi.
“Da questo punto di vista richiamiamo l’attenzione delle Aziende sanitarie al rispetto degli accordi sindacali e invitiamo Regione Lombardia ad una ricognizione per valutare e quantificare la carenza di personale nella Sanità lombarda e a mettere in campo iniziative utili a risolvere urgentemente i problemi che impattano sui lavoratori e sull’offerta sanitaria ai cittadini”, conclude Macchi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scandali sovraregionali: le distorsioni tariffarie per i pendolari

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 marzo 2017

ferrovieDopo i positivi incontri con la Commissione Infrastrutture, Mobilità e territorio del Coord delle Regioni il 22 febbraio e con Trenitalia il 28 febbraio, le Associazioni dei Consumatori avevano ricevuto rassicurazioni che il termine del 31 marzo sarebbe stato rispettato per procedere ad un accordo con la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e con l’impresa ferroviaria per il superamento dell’attuale meccanismo di calcolo delle tariffe sovraregionali, un algoritmo che fa spendere fino al 33% in più del dovuto ad abbonati e viaggiatori, contestualmente all’individuazione di un sistema risarcitorio per gli abbonati che dal 2008 in poi hanno pagato importi tariffari maggiorati rispetto a quanto dovuto.Le scriventi AA CC chiedono alle Regioni e a Trenitalia di rispettare quella data per superare l’algoritmo che ha prodotto le distorsioni tariffarie e rendere operativo un metodo di calcolo equo e proporzionale ai km percorsi WCENTER 0CIVABFDBZ -  civitavecchia 2per gli importi di abbonamenti e biglietti sovraregionli.Parimenti si attendono, per gli importi indebitamente pagati dal 2008 ad oggi, una risposta concreta sterilizzando eventuali aumenti delle tariffe regionali per un periodo congruo e un bonus a chi presenta abbonamenti annuali o mensili sovraregionali contratti nel periodo 2008-2017.La data del 31 marzo si avvicina e, con essa, la necessità che il lungo tempo concesso all’impresa ferroviaria e alle Regioni per superare un sistema tariffario distorsivo che arriva a far pagare anche oltre 300 euro all’anno più del dovuto agli abbonati che utilizzano i treni sovraregionali sia finito.Le Associazioni dei Consumatori ripongono ancora fiducia nella possibilità in un accordo e si attendono che Regioni e Trenitalia rispettino la parola data, nel contempo invitano pendolari e viaggiatori a conservare tutti i titoli di viaggio sovraregionali a tutela dei loro diritti.Furio Truzzi, Presidente di Assoutenti, ed Enrico Pallavicini, Responsabile nazionale Comitati Pendolari Federati, invitano i viaggiatori a iscriversi al Registro dei Risarcimenti a tutela dei loro diritti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ferrovie – Garofalo (Ap): “Aumenti ingiustificati e inaccettabili”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 gennaio 2017

ferrovie“Dover pagare il treno il 35% in più per andare al lavoro è un dazio inaccettabile, soprattutto in un momento come questo”, lo dichiara l’onorevole Vincenzo Garofalo (Ap) vicepresidente della commissione Trasporti della Camera. “Sinceramente non si capisce – continua Garofalo – la ratio di questi aumenti dopo che si è deciso di puntare strategicamente sull’Alta velocità, realizzata con importanti investimenti dello Stato. Questo aumento contraddice anche la volontà dichiarata, per motivi ambientali e di salute pubblica, di incentivare l’uso del mezzo collettivo e disincentivare quello dell’automobile. Il primo strumento per raggiungere questo obiettivo, oltre all’efficienza dei collegamenti, è la politica tariffaria. Diventa difficile spiegare ai pendolari italiani giusti investimenti di Ferrovie dello Stato e le lungimiranti acquisizioni anche all’estero se queste si accompagnano con aumenti tariffari che lasciano il sospetto che siano fatte a carico e a danno degli utenti. Credo – conclude l’onorevole Garofalo – che Trenitalia sia ancora in tempo per riconsiderare gli aumenti degli abbonamenti per i pendolari”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Treni AV Milano/Brescia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2016

treno“I pendolari della Milano Brescia, sotto l’albero di Natale si troveranno un regalino di almeno 600 euro all’anno in più, rispetto a quello che pagano ora, per spostarsi in treno. E ne avranno da ringraziare l’Assessore regionale di Forza Italia Sorte e il Presidente della Lombardia Maroni per questo capolavoro. E’ una debacle ed è sorprendente che l’Assessore non abbia mosso un dito per difendere chi lavora e che viene a Milano a sgobbare anche per ottocento euro al mese.
Oltre al danno la beffa: è vergognoso che Sorte, oggi in Commissione regionale Infrastrutture, abbia fatto un grande spot a Frecciarossa dichiarando che l’offerta è addirittura interessante e che si farà garante dell’integrazione con i servizi su Milano. Con quali tempi non è dato sapere. Lo spieghi a chi non potrà più permettersi il costoso abbonamento e a chi si troverà un servizio regionale peggiorato in termini di affollamento. Il M5S ha avuto oggi la conferma che le politiche regionali in campo trasporti sono orientate solo ad investire nell’alta velocità e sulle grandi autostrade: saranno tempi bui per il servizio ferroviario regionale che viene progressivamente ridotto. Di questo passo, grazie a questo governo regionale, fare il pendolare sarà un lusso che si potranno concedere in pochi”, così Iolanda Nanni, capogruppo del M5S Lombardia sull’arrivo dei Freccia Rossa sulla tratta Milano-Brescia e sull’ipotesi di rincaro per i pendolari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pendolari linea ferroviaria Pinerolo-Torre Pellice

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2012

I pendolari hanno messo in evidenza le difficoltà che stanno subendo e che sono legate alla sospensione del servizio ferroviario. Oggi veniamo a scoprire che la linea è stata soppressa dalla Regione Piemonte in accordo con Trenitalia, sacrificata sotto la bandiera del risparmio economico. Nella risposta a un nostro question time, ci era stato detto che la linea era stata dismessa a causa di lavori di manutenzione sul materiale rotabile sottostante e il trasporto era assicurato da un servizio sostitutivo su gomma ad opera della Provincia. Il nostro allarme, ribadito in più occasioni, tuttavia era alto perché lo stesso Assessore aveva confermato che Regione e Trenitalia stavano studiando una riprogrammazione delle tratte a livello regionale. Ieri Moretti ha annunciato un investimento sul trasporto pendolari. Oggi invece abbiamo la certezza che queste linee ferroviare verranno sostituite da mezzi su gomma con la conseguenza di un aumento del traffico su strada, una riduzione della sicurezza del pendolare, un aumento dello smog ambientale ed un ovvio disagio dei pendolari che sono soprattutto lavoratori che per anni hanno dovuto subire disagi a causa di un servizio a singhiozzo. La Regione, protagonista di questa dannosa rivoluzione, ora ci dica come intende assicurare un reale controllo del servizio a tutela dei cittadini. (Monica Cerutti, Sinistra Ecologia Libertà)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrovie, pendolari e presidi medici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2012

“Ho presentato un’Interrogazione al Ministro dei Trasporti per sapere quali sono le iniziative concrete che il Ministero intende intraprendere per garantire servizi sanitari e di sicurezza essenziali per evitare che si ripetano scene di panico e di forti preoccupazioni per tutti i pendolari che utilizzano regolarmente i Freccia Rossa nel collegamento tra Torino e Roma e viceversa. L’introduzione dei Freccia Rossa ha indubbiamente accelerato e modernizzato i collegamenti ferroviari nel nostro Paese con indubbie ricadute positive per i cittadini pendolari. L’aumento delle corse, anche se accompagnate ancora da costanti e permanenti ritardi e scarsa assistenza e pulizia sui vagoni, ha favorito indubbiamente un maggior utilizzo di questi treni. Tuttavia resta inevaso un elemento centrale che deve essere affrontato e risolto. E cioè, nelle lunghe gallerie che i Freccia Rossa percorrono e attraversano nella tratta Torino-Roma, qual è la sicurezza per i viaggiatori messa in campo dai vertici di Trenitalia? E, soprattutto, quale è il sistema di aerazione previsto e di assistenza medico sanitaria – in caso di guasti o di fermate improvvise dei treni, già puntualmente accaduti – a difesa dei cittadini?”. (On. Giorgio MERLO Deputato PD Piemonte)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano industriale Atac

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

Roma. «Il piano industriale approvato ieri dal Consiglio di Amministrazione di Atac S.p.A. segue le delibere 30 e 35 approvate dall’Assemblea Capitolina e costituisce un ulteriore passo in avanti verso il rilancio dell’azienda. Con le misure adottate si permetterà ai cittadini romani, ai pendolari e ai turisti di usufruire di un servizio del trasporto pubblico di linea di maggiore qualità. La flotta dei mezzi di superficie sarà ammodernata e redistribuita, anche grazie ai benefici apportati dall’apertura delle nuove linee della Metropolitana che incrementeranno di oltre il 50% l’attuale rete. La lotta all’evasione del pagamento del biglietto si accompagnerà all’introduzione di nuovi mezzi a basso impatto ambientale, all’eliminazione delle barriere architettoniche al restyling di 11 stazioni della Metro, a nuovi interventi in tema di sicurezza e allo sviluppo del sistema del custode care. Va sottolineato, poi, che la nuova politica tariffaria lascerà invariate le quote degli abbonamenti delle fasce socialmente deboli, che costituiscono il 60% del totale nel trasporto pubblico di linea romano». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I pedaggi sul gra di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

«È inutile che Castelli si arrampichi sugli specchi. Il parlamento si è già espresso su questo tema, quando a giugno ha approvato in Aula l’ordine del giorno a prima firma della deputata del Pdl Barbara Saltamartini. Questo odg esclude i pedaggi su tratte stradali interessate da traffico prevalentemente urbano e con caratteristiche pendolari, come i collegamenti al GRA e la Roma Fiumicino. Tale decisione deve essere rispettata dal Governo. Ribadisco che sul Grande raccordo anulare non ci sarà nessun pedaggio» Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Universitari pendolari

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 giugno 2011

La Sesta indagine Eurostudent, realizzata dalla fondazione Rui, sotto la direzione di Giovanni Finocchietti, in collaborazione con il Miur ha esaminato le condizioni di vita e di studio degli universitari italiani per l’anno accademico 2008/2009. Dall’indagine è emerso che sei studenti su dieci non ricevono aiuti economici, mentre la metà “sopravvive” restando a casa e lavorando. Lo studente fuori sede è diventato pendolare e dedica maggior tempo allo studio, rispetto al passato, perché la laurea è ancora considerata come veicolo di mobilità sociale.
Annalisa Martino, responsabile per la Scuola e l’Istruzione dell’Italia dei Diritti, ha così commentato i risultati dello studio: “Purtroppo questa non è una novità già da qualche anno. E’solo l’inizio di diseguaglianze sociali che caratterizzano sempre più la nostra società, a meno che non si verifichi una controtendenza. Negli anni ’70 numerose università, sull’onda delle rivolte del ’68, permettevano anche a chi aveva un basso reddito di accedere al diritto allo studio e con sostegni anche da parte dello Stato, prime fra tutte l’università in Calabria.
L’obiettivo del governo – continua la Martino – è chiaro: creare una società diseguale in cui solo a pochi, i figli dei figli, si dà la possibilità di occupare cariche e posti di un certo spessore e importanza. Spero vivamente in un cambiamento”.

Posted in Università/University, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gra: «i romani non pagheranno»

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 dicembre 2010

«La sinistra si rassegni ad abbandonare le facili strumentalizzazioni. I romani non pagheranno il Gra». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.  «Inoltre, per quanto riguarda i pendolari – spiega Alemanno –  l’ordine del giorno presentato dal senatore Ranucci oggi è una fotocopia di quello già approvato alla Camera a fine settembre, nel quale i parlamentari del Pdl hanno chiesto che i pendolari siano esentati dai pedaggi su tutto il Gra e su alcuni tratti autostradali. Una volta approvati da un ramo del Parlamento, gli ordini del giorno diventano esecutivi per il Governo». «Infine, è stato avviato un tavolo di confronto interistituzionale con l’Anas e il ministero dei Trasporti che si è già riunito e che servirà per mettere a punto le proposte e le iniziative da mettere in campo» conclude Alemanno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piemonte: ferrovie su un binario morto

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

Con la scelta di cancellare le gare indette dalla Giunta Bresso, il governo regionale del Piemonte si piega, di fatto, al diktat del monopolista Trenitalia, e fa compiere a tutto il sistema e alle sue prospettive di ammodernamento un salto all’indietro di oltre un anno. Un anno perso a demolire la concorrenza, senza peraltro avere neppure concluso un nuovo contratto con l’attuale gestore.
A questa scelta miope e dannosa per i pendolari, si aggiungono le dichiarazioni del Presidente Cota, che anche in questo caso dimostra una conoscenza assai superficiale degli argomenti di cui parla. Il programma di gare per lotti, varato dalla precedente amministrazione, prevedeva infatti la progressiva messa a gara di tutto il servizio ferroviario regionale.  Il primo lotto bandito (e ora annullato da Cota) non riguardava solo la Torino-Milano, ma anche i due interi bacini del nord-est (Vercelli, Biella, Novara, Vco) e del sud-est (Asti e Alessandria), mentre era previsto entro il 2010 l’avvio della gara per il bacino del sud-ovest (Cuneo). L’unico bacino su cui ancora non era stata stabilita la data di messa a gara era quello relativo al lotto metropolitano. Per una ragione molto semplice: era impossibile definire, anche a causa della latitanza del Governo sui finanziamenti promessi per la realizzazione del servizio ferroviario metropolitano, la consistenza esatta dei servizi da mettere a gara per un arco di tempo assai lungo (dodici anni).  Inoltre, nel bando di gara già pubblicato, era previsto l’obbligo per i concorrenti interessati alla linea Torino-Milano di presentare un’offerta valida anche per almeno uno dei due lotti bacinali; e insieme a ciò un meccanismo di contribuzione pubblica che, in pratica, quasi azzerava l’intervento della Regione sulla To-Mi, concentrando risorse assai più consistenti sui bacini meno attrattivi. Insomma, un meccanismo molto ben equilibrato e giudicato assai efficace da illustri esperti di economia dei trasporti, quali il professor Marco Ponti.  Ed è quantomeno sbalorditivo che Cota, nel presentare le ragioni della sua scelta, manifesti una così scarsa conoscenza dell’argomento. Più informata e puntuale, invece, la posizione dell’Assessore Bonino, che ha pubblicamente ammesso le difficoltà insorte, per la mancata  concessione da parte di Fs delle aree di deposito e manutenzione. Spia evidente di un atteggiamento ostruzionistico del monopolista, che alla fine ha avuto la meglio.  Una scelta a danno degli utenti, ammantata di promesse che, puntualmente, non saranno mantenute (basta vedere le condizioni penose del servizio nelle Regioni che hanno sottoscritto più di un anno fa gli accordi con Trenitalia). E indorata da qualche pillolina, quale l’annunciato ripristino della carta “tutto treno”, che consentirà di ai pendolari di viaggiare su Eurostarcity e Intercity ormai quasi inesistenti.  E a danno degli stessi ferrovieri occupati nel trasporto regionale, imprigionati in un meccanismo che, dietro l’apparente tutela di qualche beneficio consolidato, saranno i primi a pagare la progressiva dequalificazione del servizio nel quale sono impegnati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pendolari piemontesi penalizzati

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2010

Dichiarazione dell’On. Mario Lovelli (Pd) “Non è accettabile che siano soltanto i pendolari a pagare le inefficienze dei servizi ferroviari gestiti con contratto di servizio pubblico e che vengano continuamente posti in essere degli ostacoli all’avvio di una vera concorrenza sui binari”: lo dichiara l’On. Mario Lovelli, deputato piemontese del PD. “Anche la tormentata vicenda del nuovo servizio sulla tratta Torino-Milano gestito da Arenaways è un ulteriore esempio, da una parte, di una legislazione nazionale che negli ultimi due anni ha sostanzialmente favorito il monopolio sulla rete ferroviaria, dall’altra, di un comportamento da parte del Governo e, nel nostro caso della Regione Piemonte, che impedisce a nuovi operatori ferroviari privati di poter offrire un servizio più moderno e competitivo ai cittadini piemontesi”.  “Per questo ho presentato un’interrogazione al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti chiedendo spiegazioni sulla decisione assunta da URSF (Ufficio per la regolarizzazione dei servizi ferroviari) circa il divieto di effettuare fermate intermedie da parte di Arenaways sulla tratta Torino-Milano e sull’‘anello’ che interessa anche Novi Ligure e Alessandria in grado di fornire un’offerta alternativa per gli utenti.  Il Ministro dovrà anche dare una risposta alla mia precedente interrogazione con cui avevo sollevato la questione della abolizione della carta Tutto Treno Piemonte da parte di Trenitalia motivata dalla mancata sottoscrizione di un nuovo Contratto di servizio per il trasporto ferroviario regionale su cui la Giunta Cota è bloccata dall’inizio del suo mandato”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pendolari appiedati: Regionale Brindisi – Taranto

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

Ancora disagi per i pendolari che quotidianamente fanno affidamento sul treno regionale Brindisi – Taranto. Sono studenti, professori e lavoratori, per lo più abbonati, provenienti da Lecce, che in molti casi proseguono per Bari. Ieri mattina, infatti, i passeggeri in attesa del treno delle 7,20 alla stazione di Latiano (BR) non sono stati ammessi in vettura dal personale di bordo, in quanto i soli 145 posti erano tutti occupati.  “Le problematiche e i disservizi creati da Trenitalia attraverso l’uso del cosiddetto Minuetto sono ormai quotidiane – nota Vincenzo Anelli, viceresponsabile regionale per la Puglia dell’Italia dei Diritti –. Quello che colpisce maggiormente è che i cittadini devono subire disagi anche a prescindere dai prezzi dei biglietti, dato che anche i Frecciarossa e similari iniziano a registrare ritardi” L’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro rivolge pertanto un invito agli enti locali, gestori della tratta in convenzione con Trenitalia e alla stessa società ferroviaria: “Ci chiediamo se si intenda continuare sulla strada dei tagli, iniziata già da qualche tempo con la cancellazione o il declassamento degli Eurostar dalla Puglia per Roma e Milano, e se quello dei trasporti – continua Anelli – sia da considerarsi un business ormai da privatizzare e da assegnare ai tanti ‘capitani d’industria’, leggi Luca di Montezemolo, o devono rimanere un servizio pubblico”. A tal proposito la posizione di Anelli è chiara: ”La pubblica fornitura del servizio è fuori discussione e quindi, in quanto tale, vorremmo sapere quali interventi gli enti locali e i nostri eletti intendono fare su Trenitalia per pretendere un radicale cambiamento di gestione ed un trattamento adeguato dell’utenza, che attende risposte immediate e concrete”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I pedaggi voluti dal governo

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

“Questo Governo, ancora una volta, gabba i cittadini facendo pagare loro per la seconda volta la tassa sui raccordi ed autostrade. La prima, con i sovra-pedaggi del passato, serviti per costruire autostrade e raccordi, e la seconda con il nuovo balzello introdotto oggi, per continuare ad usarle. Un vero colpo basso inflitto a famiglie e pendolari da chi, come Berlusconi, giurava e spergiurava che non avrebbe mai messo le mani in tasca ai cittadini” lo dichiarano in una nota i deputati di IdV Antonio Borghesi e Carlo Monai, commentando l’approvazione del decreto sui trasporti, che autorizza l’Anas ad introdurre nuovi pedaggi su 1300 chilometri di autostrade e raccordi. “Il governo, invece di affrontare in maniera concreta la crisi del settore trasporti, introduce una nuova tassa, inaccettabile e incostituzionale, che colpirà  i pendolari e le famiglie italiane. Ecco il vero volto di questo Governo, forte con i deboli e debole con i forti” concludono Borghesi e Monai.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pedaggi stradali

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

Se è giusto che chi utilizza i servizi li paghi – dichiara Pietro Giordano, Segretario nazionale Adiconsum – è profondamente ingiusto che i pendolari subiscano un’ulteriore tassazione occulta attraverso il pagamento delle tratte stradali limitrofe alle città, come il Grande Raccordo Anulare di Roma. Adiconsum chiede con forza che le amministrazioni locali intervengano per correggere questa abnorme assurdità contenuta nel DL trasporti. Adiconsum – continua Giordano – è convinta che sia possibile trovare soluzioni, ad es. con una viacard gratuita, per tutti quei pendolari che dimostrano la necessità della percorrenza causa lavoro delle tratte stradali in prossimità dei centri urbani. Altra cosa – conclude Giordano – è pagare i pedaggi per rendere dignitosi e sicure tratte autostradali come la Salerno-Reggio Calabria o la Catania-Palermo, la cui costruzione e manutenzione sono state fino ad ora finanziate anche con risorse fiscali prelevate dalle pensioni e dalle buste paga di consumatori che mai le hanno percorse, a vantaggio di chi, invece, come il trasporto su gomma, le ha utilizzate gratuitamente.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »