Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘penitenziaria’

Misure per Polizia Penitenziaria, 10 giugno presidio a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 giugno 2021

Roma La Polizia Penitenziaria ha bisogno di assunzioni, di contrasto alle aggressioni e del rinnovo di un contratto che dia risposte non solo economiche ma anche in tema di diritti e tutele per il personale. Per rivendicare queste ragioni la Fp Cgil promuove per giovedì 10 giugno a Roma nei pressi del Ministero della Giustizia in via Arenula un presidio nazionale di protesta dalle ore 11 alle ore 13.“Da mesi – osserva la Fp Cgil – stiamo chiedendo un intervento della ministra della Giustizia Cartabia che possa portare un minimo di sollievo al personale di Polizia Penitenziaria, che continua a lavorare in condizioni al limite della sopportabilità umana, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Una situazione, già critica prima dell’inizio della pandemia, diventata insostenibile: mancano circa 5.000 Poliziotti Penitenziari nella dotazione organica del Corpo e ogni anno vanno in pensione circa 1.300 unità, questo significa che nei prossimi due anni servono almeno 7.000 assunzioni. Anche perché a questa carenza si sono aggiunte, da un anno a questa parte, le assenze dovute al contagio e alle misure di isolamento, con la conseguenza che un poliziotto è costretto a coprire più posti di servizio nello stesso turno e a lavorare fino a 16 ore al giorno, senza poter fruire dei diritti soggettivi”.Inoltre, prosegue ancora il sindacato, “ogni giorno si ha notizia di aggressioni nei confronti del personale, in un crescendo continuo che desta forte preoccupazione. Questo significa che c’è un evidente problema nell’attuale organizzazione del lavoro. Anche su questo tema abbiamo avanzato le nostre proposte senza ricevere alcun riscontro. Questa drammatica situazione genera forte stress nei Poliziotti Penitenziari, con un aumento anche dei casi di burn out. Se a tutto questo aggiungiamo che il personale è ancora in attesa del rinnovo del contratto di lavoro, per cui abbiamo chiesto un ulteriore stanziamento di risorse, e della possibilità di poter aderire a fondi di previdenza complementare, risulta evidente il motivo per cui abbiamo deciso di portare la protesta davanti al dicastero cui è preposta la Ministra Cartabia”. Per queste ragioni, quindi, la Fp Cgil, dopo dopo aver manifestato davanti a molti istituti penitenziari del nostro Paese, porta la protesta davanti al Ministero della Giustizia il prossimo 10 giugno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carceri: La polizia penitenziaria non gioca con i telefonini

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2020

“Riteniamo essere gravi le affermazioni del procuratore Gratteri sulla Polizia Penitenziaria, auspichiamo una giusta rettifica”. Così la Fp Cgil Polizia Penitenziaria in merito alle parole del procuratore capo di Catanzaro, pronunciate ieri su La7 ospite di ‘Otto e mezzo’, relativamente al posizionamento di inibitori di cellulari nelle carceri che, secondo Gratteri, ‘provocherebbe la rivolta della Polizia Penitenziaria perché, invece di controllare cosa succede nelle carceri, non potrebbero più giocare con i telefonini’.“Pur riconoscendo e apprezzando lo spessore istituzionale del magistrato – afferma il coordinatore Nazionale Fp Cgil Polizia Penitenziaria, Stefano Branchi -, non condividiamo assolutamente quanto da lui dichiarato. Si tratta di affermazioni gravi e lesive dell’immagine del corpo di Polizia Penitenziaria, per il nobile e orgoglioso lavoro quotidiano di donne e uomini al servizio dello Stato. I nostri poliziotti penitenziari e le nostre poliziotte penitenziarie garantiscono sicurezza, svolgono attività preventiva, repressiva, di osservazione e trattamento, allo stesso tempo salvano vite umane, in condizioni lavorative sempre più difficili e articolate, specie in questo periodo emergenziale e preoccupante. Certamente non ‘giocando al cellulare’, strumento, tra l’altro, non consentito neanche per uso personale durante il servizio. Auspichiamo e chiediamo una giusta rettifica, così da poter evidenziare meritata nitidezza alla Polizia Penitenziaria”, conclude.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La polizia penitenziaria entra a far parte della Dia

Posted by fidest press agency su sabato, 12 settembre 2020

“A breve saranno impiegate le prime 7 unità, delle 20 previste, appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, presso la Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo con compiti di analisi. È una prima buona notizia, ma assolutamente insufficiente per dispiegare il contributo effettivo che la Polizia Penitenziaria potrebbe offrire, di concerto con le altre Forze di Polizia, alla lotta alla criminalità organizzata.” A dichiararlo è Aldo Di Giacomo, Segretario Generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP.: “Un passo davvero importante ed efficace sarebbe invece l’impiego di quelle 60 unità di Polizia Penitenziaria nella DIA, previsto anni or sono e inspiegabilmente ridimensionato a 7 unità, con lo ‘zampino’ di alcuni Dirigenti del DAP ancora in servizio.” “Solo l’impiego della Polizia Penitenziaria presso le varie sezioni investigative della DIA, potrebbe permettere la ‘chiusura del cerchiò tra le varie Forze di Polizia. Negli ultimi anni – prosegue Di Giacomo – sono stati unanimi gli apprezzamenti della Magistratura antimafia e dei vari Reparti Speciali delle altre Forze di Polizia, nei confronti del contributo di informazioni dato dalle donne e dagli uomini della Polizia Penitenziaria.” “Il dispiegamento delle aliquote di polizia penitenziaria in forza alla DIA dovrebbe essere effettuato al più presto nei rispettivi centri operativi in cui gravitano istituti penitenziari con reparti detentivi Alta Sicurezza e 41-bis, in maniera tale da garantire il collegamento delle investigazioni tra il territorio e i penitenziari”. “Ad oggi, rimane inspiegabile, se non sospetto, che una tale soluzione sia stata prima boicottata ed ora non sia stata più menzionata né dal Governo, né dagli altri realmente interessati allo smantellamento delle mafie”. “Nei prossimi giorni, come SPP, presenteremo al Ministro della Giustizia e a quello dell’Interno, una serie di proposte per rendere più efficace il compito della Polizia Penitenziaria nella lotta alla criminalità organizzata”. http://www.sindacatospp.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizia penitenziaria e riforme

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 dicembre 2019

“Bonafede è molto bravo con le chiacchiere. Ma gli agenti della Polizia Penitenziaria sono stanchi delle prese in giro di M5S e Pd”. Lo dichiara il Questore della Camera Edmondo Cirielli (FdI) rispondendo alle dichiarazioni del ministro della giustizia: “Sostiene che gli agenti penitenziari non sono di serie B. Bene. Allora – aggiunge Cirielli – lo dimostri con concretezza e serietà: aumenti l’organico, migliori le condizioni economiche e sociali dei componenti del Corpo e vari una riforma complessiva che ridefinisca le funzioni e le competenze tra i dirigenti della Polizia Penitenziaria e i direttori delle carceri. E, contemporaneamente, dia la possibilità di fare carriera agli agenti di custodia in modo che possano diventare dirigenti trasferendo maggiori poteri al comandante di Polizia Penitenziaria”. Infine, il parlamentare di Fratelli d’Italia rilancia una sua storica proposta: “Bonafede sospenda la vigilanza dinamica, il cosiddetto regime delle celle aperte, introdotto dal Governo dei suoi alleati del Pd, che rappresenta la principale causa della scarsa sicurezza all’interno dei penitenziari italiani. La cancellazione della vigilanza dinamica sarebbe un primo passo verso una seria riforma dell’ordinamento penitenziaria che dovrà porre al centro la sicurezza degli agenti che, ogni giorno, subiscono minacce e violenze dai detenuti. Il ministro della giustizia passi dalle parole ai fatti” conclude Cirielli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fratelli d’Italia si schiera a favore della polizia penitenziaria

Posted by fidest press agency su sabato, 26 ottobre 2019

“Pieno supporto alle iniziative di protesta del Sappe. Il ministro della giustizia Alfonso Bonafede rispettino gli agenti della Polizia Penitenziaria e ascolti le loro richieste”. Lo dichiara il Questore della Camera Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia) che si schiera al fianco di dirigenti e funzionari del primo Sindacato del Corpo, i quali sono pronti a scendere in piazza contro il nuovo provvedimento di riordino delle carriere che, tra i vari punti, prevede anche la rinomina dei dirigenti del Corpo non come vice questori e questori penitenziari, bensì con la definizione di “intendenti”. Il parlamentare di FdI condivide la posizione espressa dal Sappe, secondo cui il nuovo riordino delle carriere con le altre Forze di Polizia “deve assicurare uno sviluppo qualificato del personale verso i ruoli apicali” e che, dunque, si deve arrivare alla nomina di un “comandante della Polizia Penitenziaria che sia espressione del medesimo Corpo e della magistratura. Non mancano di certo – aggiunge Cirielli – le persone giuste per ricoprire tale incarico”. Infine la stoccata al Governo: “Con questi provvedimenti Pd e M5S continuano a mortificare i nostri uomini in divisa che ogni giorno, in strada e nelle carceri, rischiano la vita al servizio dello Stato. Bonafede si fermi. In caso contrario – conclude Cirielli – sarò in piazza al fianco degli agenti della Polizia Penitenziaria”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »