Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘percepire’

Una friulana a Bruxelles

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 dicembre 2010

La cervignanese Elisa Briga, è una dei quattro laureati regionali vincitori di una borsa di studio, che nel prossimo biennio, partiranno per uno stage a Bruxelles. Infatti, Elisa farà la sua esperienza di sei mesi nella sede di collegamento europeo della Regione Friuli Venezia Giulia, grazie a una borsa di studio (mille euro al mese), messa a disposizione dalla Bcc CrediFriuli e dalla Federazione delle Bcc del Fvg. «E’ la conferma – commenta il presidente di CrediFriuli, Luciano Sartoretti – dell’intenzione della nostra banca di puntare sui giovani con questo e altri progetti che li aiutino a percepire, declinandolo in modo moderno, il valore aggiunto del fare le cose assieme insito nella tradizione della cooperazione».  L’esperienza della dottoressa Briga (classe 1985, laureata a pieni voti in Scienze internazionali e diplomatiche presso l’Università di Trieste), si inserisce nel solco della convenzione esistente in proposito tra Regione e circuito delle 15 Bcc del Friuli Venezia Giulia. Dal 2006, questo accordo di alto livello ha consentito finora a 8 giovani laureati (clienti, soci o figli di soci delle Bcc), di fare un’esperienza utile a trovare lavoro a Bruxelles e dintorni senza difficoltà.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meteo allerta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2010

Nel week end del 10-11 Luglio un nuova ondata di caldo africano colpirà la Penisola. Questa l’allerta degli esperti di 3bmeteo con particolare interesse per il nord. Ancora una volta saranno infatti le regioni centro settentrionali ad essere più penalizzate, con punte massime che in pianura potranno raggiungere i 37°C. La giornata più calda sarà quella di Domenica, soprattutto su interne toscane, Nord Ovest, Lombardia e Veneto. A rendere ancor più pesante la situazione ci si metterà anche l’afa, attesa su livelli moderati in ValPadana e lungo le aree costiere. L’alto tasso di umidità potrebbe far percepire temperature massime anche di 42-43°C! Ma che differenza c’è tra temperatura reale e percepita? “Un elevato tasso di umidità” spiega Giulio Betti metereologo di 3bmeteo “fa percepire al corpo umano una temperatura superiore a quella reale, questo perché un contenuto maggiore di vapore acqueo nell’aria riduce l’evaporazione dell’acqua contenuta nel sudore, processo fondamentale per il regolamento termico del corpo. Ad esempio 31°C con il 78% di umidità vengono percepiti come 41°C”.  Col termine anticiclone Africano si intende un’area di alta pressione alimentata da masse d’aria secca e molto calda di estrazione desertica. L’alta pressione delle Azzorre, invece, è alimentata da correnti di matrice oceanica. A volte i due anticicloni si ‘saldano’ dando luogo ad un’entità ibrida capace di esaltare le caratteristiche negative di entrambi: è il caso del prossimo fine settimana, quando masse d’aria relativamente umida di origine ‘azzorriana’ renderanno più pesanti gli effetti delle correnti sahariane in risalita dal Nord Africa.  Ma come possiamo difenderci dal mix micidiale tra umidità e caldo? La prima ‘arma’ è l’alimentazione: mangiare tanta frutta e verdura evitando cibi grassi e cercando di non eccedere coi carboidrati, bere molta acqua anche quando non si ha sete. Evitare cibi caldi. Indossare vestiti di colore chiaro, preferibilmente di lino o cotone e non troppo aderenti. Evitare la fase giornaliera critica, ovvero quella tra le 12 e le 18. L’attività sportiva, specie aerobica, dovrebbe essere concentrata nelle prime ore del mattino o in tarda serata.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una lettera che non parla di politica

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 giugno 2009

“Caro direttore un mio caro amico, direttore d’orchestra, mi scrive: “La musica (come tutta la grande Arte) apre spiragli su Dio, naturalmente come intuizione. Se lei ascolta, per esempio, gli ultimi quartetti di Beethoven o gran parte della produzione di Mozart scoprirà stupefacenti orizzonti nei quali traspare una luce sconosciuta a tutte le speculazioni dell’intelletto. L’uomo, a quanto ne sappiamo unico nel Creato, è dotato di questa possibilità….Al termine di ogni concerto sento irrefrenabile il bisogno di ringraziare, non so chi, ma è una sensazione purificatrice”. Insomma, sembrerebbe che il mio caro amico, in qualche modo, e in momenti particolari, faccia “esperienza di Dio”. Ed io, che non posseggo gli strumenti per percepire in quella musica ciò che intuisce il mio amico; io, che non ho questa possibilità, penso che se è vero quanto lui afferma, allora questa è un’altra delle grandi ingiustizie presenti in questo povero mondo. E l’ingiustizia mi appare ancor più grande se penso che la maggior parte dell’umanità (o quasi tutta?) è esclusa da questa meravigliosa esperienza. Se poi penso a creature innocenti che nascono soffrendo e muoiono soffrendo, e magari nella loro breve esistenza non hanno neppure sentito parlare di Dio, allora non posso fare a meno di ritenere che quella del caro amico altro non sia che mera illusione. Altrimenti l’ingiustizia sarebbe incommensurabile. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »