Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 335

Posts Tagged ‘percorso’

Percorso di riforma della Pac

Posted by fidest press agency su martedì, 17 novembre 2020

“Vedo con positività il percorso di riforma della PAC come approvato dal Parlamento europeo lo scorso 23 ottobre e che si concluderà con l’approvazione definitiva dei regolamenti entro il prossimo giugno. Tra le altre, le condizionalità rafforzate e l’ecoschema sono alcune delle misure tese al raggiungimento degli obiettivi che l’Unione europea si è posta con il Green Deal. La vera sfida per l’Italia resta comunque il Piano strategico nazionale: in questa nuova programmazione, infatti, Bruxelles ha stabilito la cornice entro la quale ciascuno Stato Membro dovrà declinare la propria politica agricola nazionale. È il confronto con tutti gli stakeholder ad essere determinante, pertanto, per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo posti e che possiamo ottenere solo assieme”. A dichiararlo è Giuseppe L’Abbate, Sottosegretario alle Politiche Agricole durante il webinar organizzato da Legambiente “Agroecologia Circolare dal campo alla tavola – dalla nuova PAC al Next Generation EU: una svolta radicale verso il Green Deal”. Ricordando la necessità di declinare la sostenibilità sia nel contesto ambientale che in quello economico e sociale, altrimenti si rischia l’abbandono dei campi con effetti ben più deleteri di quelli che si cercano di mitigare con le nuove politiche comunitarie, il Sottosegretario L’Abbate ha invitato a “guardare il quadro complessivo delle misure che l’Italia e il Ministero delle Politiche Agricole, in particolare, stanno mettendo in atto con il Next Generation Eu. Gli investimenti in innovazione, infatti – ha aggiunto L’Abbate – ci permetteranno di raggiungere proprio quegli obiettivi ambiziosi che ci siamo posti come Paese e come Europa. Senza dimenticare, poi, l’importante lavoro sui Sistemi di Qualità Nazionale che punta alla sostenibilità: già in stato avanzato quello vitivinicolo e del benessere animale, a cui intendiamo aggiungere i settori ortofrutticolo e dell’olio d’oliva”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Percorso multidisciplinare di approfondimento e studio di tematiche scientifiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 ottobre 2020

Fondazione Prada ha intrapreso dal 2018 un percorso multidisciplinare di approfondimento e studio di tematiche scientifiche. Da queste riflessioni nasce “Human Brains”, un programma di mostre, convegni, incontri pubblici e attività editoriali previsto tra novembre 2020 e novembre 2022.Il progetto è il risultato di una complessa ricerca sviluppata in collaborazione con un comitato scientifico, presieduto dal Professor Giancarlo Comi e costituito da ricercatori, medici, psicologi, linguisti, filosofi, divulgatori e curatori come Jubin Abutalebi, Massimo Cacciari, Alessandro Del Maschio, Viviana Kasam, Udo Kittelmann, Andrea Moro e Daniela Perani.La prima fase di “Human Brains” è rappresentata dal convegno online dal titolo “Culture and Consciousness” che si terrà dal 9 al 13 novembre 2020 su una piattaforma interattiva, collegata al sito web di Fondazione Prada. Il convegno sarà strutturato in cinque discussioni quotidiane focalizzate sullo studio della coscienza nell’ambito delle neuroscienze.Ogni appuntamento prevede il confronto tra due studiosi coordinato da uno o più moderatori. http://fondazioneprada.org/

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo percorso in “Physics for Technologies and Innovation”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2020

Travagliato (BS)Antares Vision, multinazionale italiana leader mondiale nei sistemi d’ispezione, nelle soluzioni di tracciatura e nella gestione intelligente dei dati, rinnova il proprio sostegno alle future generazioni di professionisti attraverso la promozione, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, dell’insegnamento in Machine Learning (fortemente voluto per l’anno accademico 2019/2020 e riproposto nel secondo trimestre di quest’anno) nel corso di laurea triennale in Matematica (curriculum di Informatica) e attraverso il sostegno al nuovo percorso in “Physics for Technologies and Innovation” della laurea magistrale in Fisica, attivo nella facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali.Il supporto alla formazione qualificata è coerente con l’investimento di tutto il gruppo Antares Vision nelle competenze di intelligenza Artificiale, anche grazie al recente accordo di partecipazione con l’azienda bergamasca Orobix, leader nei servizi di questa innovativa tecnologia.In particolare, il percorso di studi di Fisica per la Tecnologia e l’innovazione è erogato in lingua inglese ed è costruito su solide conoscenze di tipo scientifico/tecnologico nel campo della fisica e un’ampia scelta di corsi nelle discipline di Innovation Management e Data Science. “Il corso – come ricordano i Prof. Claudio Giannetti, Fausto Borgonovi e Luigi Sangaletti – è sostenuto da un network di aziende e società, coinvolte nel programma e che offriranno spunti formativi, nonché daranno la possibilità di svolgere stage e tesi di laurea su argomenti di ricerca, ma calati nella realtà produttiva. Le competenze di questi professionisti sono, infatti, preziose per le imprese: fisici e matematici rappresentano figure imprescindibili per lo sviluppo dei futuri sistemi che governeranno i processi produttivi e che già oggi incidono in maniera forte sulle scelte aziendali”. “In un’epoca di profonda trasformazione digitale dove l’intelligenza artificiale gioca un ruolo fondamentale, si può provare a riassumere un termine così abusato in una formula: il risultato di Big Data + Machine Learning – dichiara Alberto Albertini, Technology Scouting & Innovation Center Director di Antares Vision –. L’effetto combinato dell’apprendimento automatico tipico delle macchine per l’analisi di dati, immagini, esempi, testi, ecc., unito all’elevata capacità di calcolo, ha offerto negli ultimi anni grandi opportunità di progresso. Questa quantità impressionante di dati, oggi raccolti e disponibili, deve però essere compresa, gestita e trasformata per migliorare e automatizzare, ove possibile, i processi produttivi e aziendali. Unificare e gestire enormi quantità di dati con la massima sicurezza e flessibilità sarà la chiave per alimentare la prossima generazione di applicazioni, con una vera e propria rivoluzione che digitalizzerà e automatizzerà una straordinaria serie di operazioni”. http://www.antaresvision.com,

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Continua il percorso di internazionalizzazione di Gi Group

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2020

Gi Group, la prima multinazionale italiana del lavoro, firma, dopo il recente sbarco negli States e il rilancio in Spagna, altre due operazioni internazionali: Work Service, la più grande società polacca specializzata in servizi HR, e Kelly Services Brazil (KSB), il ramo brasiliano della multinazionale americana quotata in Borsa. Continuano così le operazioni di espansione all’estero del Gruppo guidato da Stefano Colli-Lanzi, che consolida ulteriormente la sua presenza in due Paesi chiave per il business, dove già operava con diversi marchi. Questo anche grazie ai risultati storici raggiunti nel 2019: 2,6 miliardi di euro di giro d’affari globale e 71,7 milioni di Ebitda, + 19,4% rispetto al 2018.
“Entrambe le operazioni sono state finalizzate ad agosto, a pochi giorni dallo sbarco negli Stati Uniti, e ci consentono di accrescere il nostro posizionamento e la nostra competitività globali. L’acquisizione della maggioranza di Work Service ci permette di consolidare la nostra presenza nell’area dell’Europa Centrale, dove già operiamo con i marchi Gi Group, Grafton e Wyser. Stesso discorso per l’acquisizione di Kelly Services Brazil, il ramo brasiliano staffing della multinazionale americana Kelly, con cui rafforziamo la nostra presenza e ci consolidiamo in un Paese come il Brasile, l’economia più importante del Sud America. Queste operazioni sono la dimostrazione che il Gruppo è completamente focalizzato sulla fase di rebound post pandemia. Inoltre, sono del tutto coerenti con l’obiettivo di medio termine di raggiungere, entro il 2023, i 6 miliardi di Euro di fatturato. Ritengo inoltre che il nostro ruolo di intermediari del lavoro, se correttamente interpretato, saprà dare un impulso decisivo alla ripartenza nei mercati dove siamo presenti, rispondendo ai bisogni di aziende e persone” commenta Stefano Colli-Lanzi, CEO di Gi Group.Gi Group è la 6° agenzia per il lavoro in Europa e tra le prime 20 staffing companies a livello mondiale. Oggi, opera direttamente in 29 Paesi e in 57 attraverso partnership.
Il Gruppo italiano rafforza così la sua presenza già consistente nell’area Est Europa dove nel 2019 ha fatto registrare un fatturato di 190 milioni di Euro. Gi Group è stata seguita in qualità di advisor legale internazionale da Baker McKenzie con il supporto dei propri Global Legal Department, M&A e Global Finance Department, di Deloitte e di Core S.p.z.o.o. Advisor di Work Service invece Blackwood Capital Group, PwC Advisory e Mrowiec Fiałek & Partners Law Firm.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un percorso di autenticità per il futuro dei giovani

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

“Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro”. In queste parole di Papa Giovanni Paolo II, rivolte ai giovani e sempre attuali, c’è lo spirito del percorso di Eccellenza Umana che si è concluso all’Università Europea di Roma.L’iniziativa, che fa parte delle attività sviluppate dall’Ufficio di Formazione Integrale, è giunta alla sua decima edizione. Come sempre ha accompagnato i ragazzi in un cammino alla scoperta di se stessi, per donare autenticità alla propria esistenza.
Quest’anno l’esperienza di Eccellenza Umana ha avuto un significato ancora più profondo, essendosi svolta nel periodo dell’emergenza sanitaria. La seconda parte del percorso, infatti, si è tenuta in videoconferenza. I giovani l’hanno vissuta come un’occasione di respiro e di apertura verso il mondo in un periodo difficile di isolamento, come un vero punto di riferimento settimanale nel quale affrontare le difficoltà legate al lockdown, scoprendo e potenziando le proprie risorse interiori e relazionali.
Gli incontri sono stati tenuti da tre docenti di Psicologia: i professori Massimo Marchisio, Paolo Musso e Alessandro Spampinato. Ognuno ha toccato il tema della relazionalità da diversi punti di vista: la relazione con noi stessi, il rapporto con gli altri in un piccolo gruppo (ad esempio la famiglia o gli amici) e la relazione nei grandi gruppi.“Abbiamo cercato di aiutare i giovani a sviluppare relazioni autentiche”, spiega il dott. Giovanni Intra Sidola, responsabile dell’area di Eccellenza dell’Ufficio di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma. “Siamo in un’epoca di grandi comunicazioni. Le nuove tecnologie ci permettono di entrare in contatto facilmente con persone in ogni parte del mondo. Ma qual è la qualità delle nostre relazioni? In quale modo comunichiamo con gli altri? I nostri professori hanno riflettuto con i ragazzi su questi ed altri temi, in un periodo in cui la paura del virus rischia di compromettere seriamente i rapporti con gli altri”.“La parola Eccellenza, per un giovane che frequenta l’università, non significa semplicemente raggiungere un alto rendimento accademico”, continua Giovanni Intra Sidola. “L’Eccellenza umana è un cammino che può portare lo studente a dare il meglio di sé, una volta scoperti, compresi e accettati i propri limiti e le proprie risorse, i propri difetti e le proprie potenzialità, già espresse o meno, con una grande spinta al superamento dei limiti e al miglioramento delle potenzialità.La complessità della persona, nonché la sua unicità e irripetibilità, implica che uno studente possa avere gli strumenti per eccellere nell’ambito umano, in quello sociale, in quello spirituale o in quello accademico. Pertanto lo studente deve essere guardato nella totalità della sua persona. Deve essere aiutato a guardare se stesso nel suo insieme, per portare alla luce le sue migliori caratteristiche, in qualsiasi ambito esse risiedano, cercando di confrontarsi con i propri limiti e i propri difetti”.“Essere eccellenti non vuol dire essere privi di difetti o non conoscere l’esperienza del fallimento”, ricorda Giovanni Intra Sidola. “Non è eccellente chi non sbaglia mai; è eccellente chi si rialza ogni volta dopo aver sbagliato, apprendendo dai propri errori; è eccellente chi non fa del perfezionismo e dell’ansia da performance un criterio assoluto; è eccellente chi raggiunge un buon equilibrio (sempre dinamico) fra le dimensioni della propria vita, non chi è orientato esclusivamente al successo ad ogni costo. È eccellente chi non rinuncia alla propria umanità per raggiungere una sterile e falsa perfezione, in una dimensione non individualistica, ma comunitaria”.L’Ufficio di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma ringrazia i professori Marchisio, Musso e Spampinato per il costante impegno, profuso con grande professionalità in questo Programma da ormai dieci anni, per la creatività mostrata di fronte alle improvvise nuove esigenze didattiche imposte dal medium telematico e per la profonda umanità con cui sanno sempre coinvolgere gli studenti in questo percorso di conoscenza e crescita personale e professionale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Percorso di formazione cristiana dell’associazione cattolica romana MEIC

Posted by fidest press agency su martedì, 2 giugno 2020

Giovedì 04 Giugno 2020 dalle ore 21.00, in modalità on-line sulla piattaforma zoom, proseguirà il percorso di formazione cristiana dell’associazione cattolica romana MEIC Sant’Ivo alla Sapienza, in collaborazione con la sezione di Roma dell’Associazione “Città dell’Uomo” sul tema “CHANGE – Prepararsi al cambiamento nel mondo del lavoro”. Interverranno Pietro Ichino e Vito Gioia.
L’iniziativa si inquadra all’interno dell’offerta formativa del MEIC dell’anno 2019-2020 fatta di: Cineforum sulle relazioni affettive, percorso culturale “Storie: incontri di Letteratura” e scuola socio politica “Don Lorenzo Milani”. Maggiori informazioni alla pagina http://www.facebook.com/meicroma
Pietro Ichino e Vito Gioia, sono stati coinvolti per intervenire giovedì 04 Giugno, sul tema del cambiamento nel mondo del lavoro. Si partirà da un’analisi della situazione attuale del mondo del lavoro, per leggere tra le righe delle statistiche e dei media, se c’è lavoro, che lavoro c’è e come va procacciato. E questo per almeno due ideali fasce di lavoratori: neolaureati e dipendenti in cerca di atri spazi. Quindi si affronterà il tema del cambiamento nel mondo del lavoro, cercando di meglio identificare i fattori che lo hanno determinato in particolare negli ultimi 20 anni tra riforme legislative, cambiamenti culturali e innovazioni tecnologiche. In questo contesto, non si può non toccare lo sconvolgimento alla vita di tutti i lavoratori causato dalla pandemia, per cercare di capire come questo fenomeno cambia gli orizzonti del sistema della ricerca e della domanda del lavoro. Per arrivare al tema principale, di come prepararsi al cambiamento, affinchè non sia causa di arretramento ma sia generatore di successo, e questo sia per i dipendenti, che per le aziende.
Pietro Ichino, avvocato, Prof. Ordinario di Diritto del Lavoro all’Università Statale di Milano, giornalista, sindacalista, parlamentare per 3 legislature. E’ attivo nei temi della legislazione e delle politiche del lavoro da 50 anni, e per le sue posizioni simili a quelle di Marco Biagi e Massimo D’Antona, vive sotto scorta per le minacce delle Brigate Rosse. E’ autore di numerose pubblicazioni, di cui nell’ultima “L’intelligenza del Lavoro” (Rizzoli, 2020) paventa un mercato del lavoro dove sia il lavoratore a selezionare l’azienda che meglio valorizza le sue competenze.
Vito Gioia, con studi in Economia e Commercio e Master Ashridge Management College (UK) e Loyola University of Chicago, ha operato nelle Relazioni Pubbliche, nell’Auditing e nel Management Consulting. Da oltre 20 anni esercita con successo la professione di cacciatore di teste ed oggi è a capo di Ward Howell International, , una delle maggiori organizzazioni italiane e mondiali di Executive Search. Ha pubblicato “Italian Manager”, “Come farsi cacciare dai cacciatori di teste”, “Il colloquio di lavoro”, “È facile trovare un lavoro se hai voglia di lavorare”, “Smile manager”, “La ricerca di Top manager”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Percorso di Formazione Cristiana: “Profeti di Pace”

Posted by fidest press agency su martedì, 19 maggio 2020

Venerdì 22 Maggio 2020 dalle ore 21.00, in modalità on-line sulla piattaforma zoom, proseguirà il percorso di formazione cristiana dell’associazione cattolica romana MEIC Sant’Ivo alla Sapienza, sul tema Profeti di Pace con l’intervengo di Andrea Monda, diretto de “L’Osservatore Romano”. Il percorso “profeti di pace” vuole formare i partecipanti alla vocazione profetica del cristiano in modo pacifico. Chi è il profeta di pace? E’ colui che rimanda il contenuto divisivo della profezia seminando pace in chiunque incontra, ma al contempo è capace di rimanere fedele alle sue idee, fino al sacrificio estremo se necessario. L’obbiettivo è coniugare la pace con gli altri senza rinunciare alle istanze della propria coscienza. Il ciclo, inaugurato da p. Emidio Alessandrini, ofm, ha visto protagonisti don Luigi Maria Epicoco, p. Maurizio Botta, la dott.ssa Michela Pensavalli, p. Ottavio De Bertolis s.j., Marco Guzzi, si inquadra all’interno dell’offerta formativa del MEIC dell’anno 2019-2020 fatta di: Cineforum sulle relazioni affettive, percorso culturale “Storie: incontri di Letteratura” e scuola socio politica “Don Lorenzo Milani”. Maggiori informazioni alla pagina http://www.facebook.com/meicroma
Andrea Monda, interviene venerdì 22 Maggio, sul tema della Narrazione, tema centrale della 54° Giornata delle Comunicazioni Sociali, indetta da Papa Francesco per domenica 24 Maggio. Papa Francesco nel suo messaggio dello scorso 24 gennaio 2020 invita a coltivare storie buone: storie che aiutino a superare ogni avversità ed ogni difficoltà, storie che ci rimandino al bello di noi stessi e per cui siamo stati creati. Il Papa invita a discernere nella confusione dei messaggi che ci investono quelli che ci conducono alla verità di noi stessi, da quelli che ci sviano. Andrea Monda spiegherà come il filo della narrazione è il legame tra i fatti ed il vissuto, come la narrazione della storia che raccontiamo segna noi stessi quasi più di come l’abbiamo vissuta, determinando la nostra memoria ed le nostre azioni successive. Il linguaggio, fattore generante del vissuto, sarà il nucleo dell’intervento di Andrea Monda, che vedrà la collaborazione dell’Attrice Veronica Maria Genovese, che dispenserà pillole di humor, per alleggerire la serata e far provare come le storie comiche, se ben congeniate, possono determinare un vissuto sano e far riflettere. L’incrocio tra un attore comico ed un relatore di eccezione è il primo esperimento del MEIC Sant’Ivo alla Sapienza, che si propone in futuro di avvalersi della comicità come ulteriore strumento di riflessione. Andrea Monda, laureato in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma e in Scienze Religiose presso la Pontificia Università Gregoriana. Insegnante di Religione, giornalista e autore radio-televisivo, ha collaborato con diverse testate mediatiche di rilievo nazionale e università, nell’ambito della animazione culturale e della formazione. Dal 2009 è presidente dell’Associazione “Bomba Carta” e dal 18 dicembre 2018 è direttore de L’Osservatore Romano, quotidiano della Santa Sede. Veronica Maria Genovese ha conseguito il Diploma di Attrice Teatrale presso l’Accademia di formazione professionale Engim San Paolo, Roma e si è perfezionata presso l’Actor Studio. Ha recitato in teatro, cinema e televisione anche con Massimo Ranieri e Riccardo Milani. E’ risultata vincitrice di numerosi riconoscimenti, fra cui il Premio della Giuria al concorso Ariston Comic Selfie 2017. Alcune performance comiche brevi, ma significative, sono pubblicate sul suo canale youtube. L’incontro è gratuito e da tutti accessibile in via telematica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Udir responsabilmente ha iniziato un percorso formativo sulla sicurezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 maggio 2020

Ha attivato un primo webinar con i massimi esperti nazionali sulla sicurezza, a cui seguiranno altri, col preciso intento di fare quanto prescritto dalle norme in vigore e da quelle che Ministro e Istituzioni adotteranno nel futuro, ma soprattutto volto ad assicurare le utenze scolastiche che verrà fatto ogni utile sforzo per fare delle scuole luoghi sicuri e praticabili.Lo scudo penale si impone come atto dovuto e di necessità nei confronti dei dd.ss. in ragione delle tante incognite perduranti nelle dinamiche di diffusione del Covid-19 a cui neppure la ricerca e l’arte medica riesce univocamente a dare risposte e soluzioni. L’ultimo scenario nel quale i presidi di Udir si vorrebbero trovare è quello di doversi difendere di fronte a ipotesi di contagio, magari avvenuti fuori dalle scuole, di incerta individuazione e dei quali magari verrebbero chiamati a rispondere penalmente e patrimonialmente.I dirigenti scolastici e perciò le scuole del nostro Paese in questa fase difficile hanno dimostrato una tensione etica e professionale straordinaria con il tempestivo attivarsi di tutte le modalità possibili per raggiungere gli allievi nelle loro case, attraverso i sussidi informatici realizzando un livello di notevole efficienza nella didattica a distanza. Tutto questo ha avuto alti costi umani e professionali vissuti sulla pelle di tutti gli operatori della scuola: non si può, per esempio, tacere sulla grande generosità dei docenti che mai come in questo momento hanno sentito il dovere di non interrompere le comunicazioni con i loro allievi, non si sono posti intempestivi quesiti di natura sindacali e sono rimasti educanti e rassicuranti di fronte al loro pc.I dd.ss. vogliono continuare in questa difficile sfida e continuare l’impegno che questo tempo e questa condizione richiedono, ma nella chiarezza e nella univocità delle direttive governative e ministeriali, prefigurando il pericolo che senza l’adeguata tutela penale legislativa il loro impegno futuro possa trasformarsi in un incubo persecutorio da cui difendersi a mani nude, come spesso accaduto in passato.La gestione della sicurezza nelle scuole passa attraverso un netto abbassamento degli allievi per classe, mentre è sotto gli occhi di tutti che le direttive ministeriali in corso per la formazione degli organici prevedono al solito classi sovraffollate, le cosiddette classi pollaio. A contrario e per una decisiva gestione del rischio di contagio chiediamo: che il numero degli allievi per classe diminuisca sensibilmente (massimo 20 alunni); che il numero minimo per gli accorpamenti delle Istituzioni Scolastiche scenda a un minimo di 500 alunni per tutti gli ordini scolastici; che vengano destinate alla scuola risorse aggiuntive per la dotazione di strumentazioni informatiche in funzione didattica; che vengano previsti interventi strutturali sugli edifici finalizzati alla prevenzione dei rischi di infezione da Covid-19; che vengano assicurate sufficienti risorse per le indispensabili disinfestazioni e sanificazioni degli ambienti scolastici; che venga assicurato dal primo settembre la presenza del pieno organico docente e Ata per fare fronte alle inderogabili misure aggiuntive in termini di recupero e di gestione della formazione relativa all’anno scolastico 2020/21.La scuola non si è mai fermata e non vuole fermarsi, ma la scuola deve assumere, nella coscienza di chi ha ruoli di responsabilità nel nostro Paese, un ruolo di maggiore cura e preoccupazione. I dd.ss. rimangono al loro posto, portano su di loro le responsabilità che questa fase implica in termini di novità e di complessità, ma non sono disponibili a diventare i parafulmini su cui scaricare tensioni sociali magari sorte fuori dalla scuola.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, al via il 6 maggio percorso per test sierologici

Posted by fidest press agency su domenica, 3 maggio 2020

Prenderà il via il 6 maggio il percorso, coordinato dall’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma Capitale (Ipa), finalizzato a somministrare i test sierologici ad alcune fasce di dipendenti capitolini. I test, in modalità da sangue capillare, verranno effettuati progressivamente agli agenti della Polizia Locale e agli operatori presso gli sportelli aperti al pubblico, come per esempio gli ufficiali di Anagrafe e di Stato civile.Il percorso potrà eventualmente venire integrato tramite un intervento della Regione Lazio.Lo riferisce, in una nota, il Campidoglio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Percorso di formazione cristiana

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Roma Venerdì 28 Febbraio 2020 dalle ore 21.00 presso la basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini (Piazza dell’Oro 4) proseguirà il percorso di formazione cristiana dell’associazione cattolica romana MEIC Sant’Ivo alla Sapienza, sul tema Profeti di Pace con l’intervento del Sac. Luigi Maria Epicoco, sul tema “Pace a voi!” Il percorso “profeti di pace” vuole formare i partecipanti alla vocazione profetica del cristiano in modo pacifico. Chi è il profeta di pace? E’ colui che rimanda il contenuto divisivo della profezia seminando pace in chiunque incontra, ma al contempo è capace di rimanere fedele alle sue idee, fino al sacrificio estremo se necessario. L’obbiettivo è coniugare la pace con gli altri senza rinunciare alle istanze della propria coscienza. Il ciclo, che ha già visto diversi protagonisti della scena romana, p. Emidio Alessandrini ofm, il prof. Marco Guzzi, p. Maurizio Botta C.O., p. Ottavio de Bertolis s.j., prosegue con don Luigi Maria Epicoco, e si inquadra all’interno dell’offerta formativa del MEIC dell’anno 2019-2020 fatta di: Cineforum sulle relazioni affettive, percorso culturale “Storie: inconti di Letteratura” e scuola socio politica “Don Lorenzo Milani”. Maggiorni informazioni alla pagina http://www.facebook.com/meicroma.
Don Luigi Maria Epicoco (Mesagne, 21 ottobre 1980) è un presbitero della diocesi di L’Aquila. Insegna filosofia alla Pontificia Università Lateranense e all’ISSR Fides et ratio dell’Aquila di cui è anche Preside. Responsabile dell’Ufficio Cultura e della Pastorale Universitaria. Ha fondato e guidato la Parrocchia Universitaria (2008-2019). Nei suoi studi e nel suo ministero si occupa di formazione e spiritualità cristiana. Ha al suo attivo molte pubblicazioni tradotte anche in inglese, francese, spagnolo, portoghese, coreano.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sorriso e pianto sembrano caratterizzare il percorso dell’uomo

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 gennaio 2020

Tragedia e commedia lo attraversano, ma appaiono, nel loro insieme, un gioco ora piacevole ed ora perverso, ora dolce ed ora amaro. Ed il tutto si compie lungo un breve tragitto quanto può esserlo un segmento posto lungo una retta della quale non si conosce la provenienza ed il luogo dove si dirige. Posso solo aggiungere che le mie letture mi hanno portato alla convinzione che esistono due mondi di cui uno compenetra l’altro. Il primo è senza tempo ed il secondo è il frutto di un pensiero che si sofferma creando il tempo. Il primo non ha bisogno della luce per vedere ed il secondo appaga con la vista la debolezza del suo ideare speculativo e fa del sole la sua luce.Tra i due momenti vi è un sottile legame che potremmo definire poco poeticamente “micro-buco-nero”. Al di qua vi è la creazione della materia, il tempo e la luce e al di là il suo annichilimento ed il silenzio dell’eternità. Chiederci, a questo punto, se al di là della vita vi è un’altra vita è un non senso: l’eternità è vita e non vita in ugual misura e non è una contraddizione nei termini. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

JPMorgan e Fondazione Et labora insieme per inserire i giovani nel mondo del lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 novembre 2019

Bergamo. Il nuovo percorso Vivaio dei mestieri viene presentato sabato 23 novembre alle ore 10 presso la sala Galmozzi del Comune di Bergamo in via Tasso 4: interverranno, per Fondazione Et Labora Massimiliano Marcellini, William Di Marco e Roberta Bergamaschi, rispettivamente Presidente, Direttore Generale e coordinatrice del progetto, Francesco Guidi, Managing Director di JP Morgan Italia, Brunella Reverberi, Dirigente Unità Operativa Sistema educativo e Diritto allo studio della Dir. Generale Istruzione Formazione Lavoro di Regione Lombardia e Sergio Gandi, vicesindaco del Comune di Bergamo. Oltre quattrocento giovani inseriti nel mondo del lavoro attraverso un percorso di orientamento e riqualificazione, seicentonovanta aziende coinvolte, di cui 217 hanno accolto almeno un apprendista: sono i risultati del progetto We Build Job, realizzato dalla bergamasca Fondazione Et Labora con il sostegno di JPMorgan Chase Foundation e finalizzato a promuovere l’apprendistato duale quale modalità prioritaria e vincente di inserimento lavorativo per i giovani. I ragazzi coinvolti appartengono alla cosiddetta generazione “neet”, che identifica le persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione.Il progetto ha anche contribuito alla realizzazione della prima scuola in Italia interamente dedicata all’apprendistato, UPPRENDO, in cui già dal secondo anno è previsto l’ingresso nel mondo del lavoro.Grazie al successo dell’attività, JPMorgan Chase Foundation ha deciso di contribuire anche al secondo progetto presentato dalla Fondazione Et Labora e chiamato il Vivaio dei mestieri. Il nuovo progetto è un’evoluzione del precedente e sarà focalizzato sul rapporto con le scuole e con le famiglie, interlocutori fondamentali per far conoscere l’apprendistato duale.
Et Labora nasce per rispondere alla necessità di realizzarsi presente in ogni individuo. Promuove una “buona” occupazione, con l’obiettivo di orientare chi lo desidera alla scoperta delle proprie capacità e potenzialità occupa dell’inserimento e del reinserimento lavorativo e accompagna aziende e imprenditori nella definizione e ricerca delle figure professionali più adatte alle loro esigenze. Contribuisce a garantire la permanenza in azienda attraverso la formazione continua del personale, dando risposte efficaci alle richieste del mondo del lavoro, sempre in continua evoluzione. Offre a giovani e adulti gli strumenti necessari per esprimere le proprie capacità, al fine di realizzarsi a livello professionale e, di conseguenza, anche a livello personale.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Percorso di Formazione Cristiana: “Profeti di Pace”

Posted by fidest press agency su domenica, 3 novembre 2019

Venerdì 08.11.2019 h. 21:00-22:30 San Giovan Battista dei Fiorentini, Piazza dell’Oro 4, Interviene: Prof. Marco Guzzi. Introduce e modera: Antonio Mangiola, presidente Meic Sant’Ivo alla Sapienza percorso sul tema Profeti di Pace con l’intervento di Marco Guzzi, fondatore dei gruppi DARSI PACE, http://www.darsipace.it.
Il percorso “profeti di pace” vuole formare i partecipanti alla vocazione profetica del cristiano in modo pacifico. Chi è il profeta di pace? E’ colui che rimanda il contenuto divisivo della profezia seminando pace in chiunque incontra, ma al contempo è capace di rimanere fedele alle sue idee, fino al sacrificio estremo se necessario. L’obbiettivo è coniugare la pace con gli altri senza rinunciare alle istanze della propria coscienza. Il ciclo, inaugurato da p. Emidio Alessandrini, ofm, proseguirà con don Luigi Maria Epicoco, p. Ottavio de Bertolis sj, p. Maurizio Botta ed i proff. Tonino Cantelmi e Andrea Monda, si inquadra all’interno dell’offerta formativa del MEIC dell’anno 2019-2020 fatta di: Cineforum sulle relazioni affettive, percorso culturale “Storie: inconti di Letteratura” e scuola socio politica “Don Lorenzo Milani”.
Marco Guzzi interviene venerdì 8 novembre per condividere la sua esperienza personale di cristiano laico, che lo ha portato alla fondazione 20 anni fa, dei gruppi Darsi Pace, un Movimento Culturale che si esprime attraverso gruppi di liberazione interiore, in cui la fede cristiana viene rilanciata come esperienza concreta e costante di nuova nascita: scioglimento dell’io ego-centrato, dominato dalla paura e dall’odio, ed emersione di un nuovo io spirituale, più libero e più felice. I gruppi, che propongono un cammino di guarigione interiore di 3 anni, con un incontro al mese circa, integrano tre livelli conoscitivi e formativi ordinariamente separati tra di loro: l’elemento culturale, l’elemento psicologico, e l’elemento spirituale. http://www.darsipace.it L’incontro verterà sul racconto a cuore aperto, di come Marco Guzzi (1955), poeta e filosofo, sposato con tre figli, laureato in Giurisprudenza (1977) e in Filosofia (1980), da sempre impegnato nell’animazione culturale, sia arrivato all’elaborazione ed allo sviluppo del percorso Darsi Pace, che ha festeggiato il 20° anniversario con Simone Cristicchi il 3 di ottobre u.s., dinnanzi a 600 persone, aiutando tantissime persone dal 1999 a trovare un maggiore equilibrio con se stessi e con gli altri. http://www.facebook.com/meicroma

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ridisegnare insieme Il Percorso Terapeutico Dei Pazienti Con Mieloma Multiplo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 settembre 2019

Dall’assistenza domiciliare al servizio di trasporto in ospedale fino al sostegno psicologico. Si tratta del programma “Ridisegnare insieme Il Percorso Terapeutico Dei Pazienti Con Mieloma Multiplo” realizzato da AIL – Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma ONLUS – in collaborazione con Amgen. L’intento è quello di supportare il paziente durante l’intero percorso terapeutico, offrendo servizi concreti e gratuiti che possano favorire una migliore qualità di vita e una maggiore aderenza terapeutica.
Dolore, disabilità e talvolta gravi infezioni sono, infatti, solo alcune delle complicanze e delle difficoltà che il mieloma multiplo, un tumore del sangue che colpisce prevalentemente gli over 65, impone alle persone che ne sono affette, complicando ulteriormente l’accesso alle cure neoplastiche fornite in ospedale.Il programma, partito a giugno 2018, ha coinvolto 19 centri pubblici di 9 città italiane, da Milano a Palermo, a beneficio di 170 pazienti con MM facendo registrare numeri interessanti: più di 65.000 i chilometri percorsi finora per accompagnare i pazienti dal loro domicilio all’ospedale così da sottoporsi alle cure necessarie. Una distanza enorme che va oltre il giro del mondo. Inoltre, ad oggi, con quasi 2.200 ore dedicate sono state effettuate quasi 2.300 prestazioni.
Non solo trasporto. L’iniziativa fa tappa anche presso le abitazioni dei pazienti attraverso il servizio di assistenza domiciliare: in questo caso, i pazienti con mieloma multiplo ricevono le terapie direttamente presso casa propria, ottenendo evidenti benefici nel quotidiano.Parte integrante del percorso terapeutico è, infatti, la relazione umana. Un servizio, quello offerto alla persona con MM, che va oltre il farmaco e che prende in carico il paziente nella sua globalità: un supporto psicologico e sociale è offerto costantemente dai volontari AIL che affiancano i pazienti e i caregiver in tutte le fasi della cura.La collaborazione AIL-Amgen inoltre ha consentito l’avvio del progetto nella città di Palermo con un ambulatorio dedicato alle persone affette da mieloma multiplo: qui i pazienti vengono accolti da figure specializzate per prime visite, controlli e consulti, assicurando un monitoraggio costante della malattia e garantendo, dunque, il miglior percorso terapeutico. Rilevanti anche i numeri registrati dall’ambulatorio palermitano che ha erogato ben 956 prestazioni terapeutiche a beneficio di 73 pazienti affetti da Mieloma Multiplo.
Grazie al programma per Ridisegnare insieme Il Percorso Terapeutico Dei Pazienti Con Mieloma Multiplo, l’Unità di Cure Domiciliari e Palliative della UOC di Ematologia dell’Azienda Policlinico Umberto I di Roma è stata la prima struttura ospedaliera a erogare, tra le diverse attività di sostegno e cura per i pazienti ematologici, prestazioni a domicilio di infusioni parenterali di farmaci ospedalieri antiblastici per pazienti con Mieloma Multiplo.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il carcere e la speranza: un percorso di vita nuova

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 aprile 2019

Roma giovedì 11 aprile 2019, alle 14.30, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) incontro “Il carcere e la speranza: un percorso di vita nuova” organizzato dall’Ufficio Formazione Integrale dello stesso ateneo in collaborazione con la Società di San Vincenzo De Paoli. Dopo il saluto di Padre Gonzalo Monzon LC, Direttore dell’Ufficio Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma, interverranno: Antonio Gianfico, Presidente nazionale della Società di San Vincenzo De Paoli e Claudio Messina, Delegato nazionale Carceri della Società di San Vincenzo De Paoli. Verrà presentata anche la testimonianza della vittima di malagiustizia Roberto Giannoni che ha conosciuto il carcere da innocente. Trarrà le conclusioni Carlo Climati, Direttore del Laboratorio “Non sei un nemico!” dell’Università Europea di Roma.
Con 850.000 soci e 1.500.000 volontari in 155 Paesi del mondo, una rappresentanza presso le Organizzazione delle Nazioni Unite di Ginevra, la Società di San Vincenzo De Paoli è una delle associazioni più vaste e radicate sul territorio. Fondata a Parigi nel 1833 dal Beato Federico Ozanam insieme ad un gruppo di giovani studenti della Sorbona, cattolica ma laica, l’organizzazione ha come scopo principale quello di aiutare le persone più sfortunate: i bisognosi, gli ammalati, gli anziani soli, chiunque si trovi in difficoltà.
“Povertà tra le povertà – afferma Antonio Gianfico – il carcere rappresenta un impegno di carità tra i più difficili e coinvolgenti”. “L’aiuto dei volontari – prosegue il Presidente – non si riduce ad una visita fine a se stessa, ma coinvolge il detenuto in un percorso di recupero e prevenzione. Ed è questo che offre la Società di San Vincenzo De Paoli: non solo un sostegno materiale, ma soprattutto attenzione umana, amicizia, aiuto a redimersi, a ritrovare se stesso e un giusto ruolo nella società”. L’Associazione si preoccupa anche della cura delle famiglie che hanno congiunti in carcere, accompagnandole in un cammino di educazione alla legalità per scongiurare il fatto che i figli possano ricadere negli stessi errori dei propri genitori.Nell’occasione verrà anche presentato il Premio Carlo Castelli per la solidarietà, concorso letterario riservato ai reclusi delle carceri italiane, organizzato dalla Società di San Vincenzo De Paoli in collaborazione con il Ministero della Giustizia ed il patrocinio di Camera e Senato.“Un bell’incontro che vuole presentare – conclude il Presidente della San Vincenzo – il ruolo del volontariato come attenzione al prossimo secondo i valori e gli insegnamenti del Vangelo”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“È QUI. Un percorso fra luoghi, persone e arte”

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 marzo 2019

Forlì. E’ in programma dal 30 marzo al 9 giugno 2019 presso la Fondazione Dino Zoli di Forlì. Ricerca artistica, attenzione ai giovani e sguardo rivolto al sociale il Gruppo Dino Zoli di Forlì si fa ancora una volta promotore di iniziative tese a valorizzare il rapporto tra arte, nuove generazioni e impresa. Il collettore è la Fondazione Dino Zoli, punto di riferimento culturale per il gruppo societario, che nel 2018 ha lanciato il programma “Who’s next” per sostenere e promuovere la creatività emergente.
Dino Zoli Textile, Fondazione Dino Zoli e Accademia di Belle Arti di Bologna, in collaborazione con l’Istituzione Bologna Musei / Musei Civici d’Arte Antica e con il patrocinio del Comune di Forlì, presentano un progetto dedicato all’abitare che abbraccerà arte e design, immaginario e memoria.
In esposizione, 29 sedute originali, nate dall’incontro tra gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, i ragazzi delle cooperative sociali “La Fraternità” (all’interno del Progetto Recooper) e “Arca di Noè” di Bologna e i tessuti della Dino Zoli Textile.
A partire dai racconti dei ragazzi delle cooperative sociali, fatti di parole, ma anche di immagini e suoni, gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, nell’ambito del Corso di Decorazione per l’Architettura, hanno realizzato diversi pattern tessili, stampati su tessuti Dino Zoli Textile. L’archivio dei segni e il patrimonio orale raccolti durante gli incontri sono stati rielaborati graficamente dagli studenti in stampe tessili dalle nuove narrazioni.La collezione “Jointly”, presentata in anteprima presso il Museo Civico Medievale di Bologna in occasione della XIV Giornata del Contemporaneo e prodotta in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (2018), sarà oggetto di un allestimento completamente rinnovato per garantire al visitatore un’esperienza immersiva ed emozionale. La mostra, che sarà inaugurata sabato 30 marzo alle ore 18.00, sarà visitabile fino al 9 giugno 2019, da martedì a giovedì ore 9.30-12.30, da venerdì a domenica ore 9.30-12.30 e 16.00-19.00, chiuso lunedì e festivi. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un percorso di studi “STEM”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 settembre 2018

Milano Bip – Business Integration Partners e MIP Politecnico di Milano hanno sviluppato #BipBootCamp, una prestigiosa business school per completare la preparazione accademica su temi in ambito economics & finance, marketing, management e trasformazione digitale e rivolta a neolaureati che intendono intraprendere una carriera nella consulenza direzionale, pur non avendo alle spalle un percorso di studi ‘STEM’ (Science, Technology, Engineering & Mathematics).
Uno dei punti di forza di #BipBootCamp, oltre alla ormai consolidata collaborazione tra due partner di prestigio quali Bip e MIP, sarà la metodologia Smart Learing utilizzata.
Si tratta di un innovativo approccio che coniuga diverse modalità di apprendimento e fruizione dei contenuti (aula, online ed esercitazioni pratiche) e volto a massimizzare l’efficacia della formazione e a rendere i partecipanti pronti ad affrontare le sfide della consulenza.
La metodologia didattica si caratterizza per una forte connotazione esperienziale, l’analisi di case study reali e lavori di gruppo volti a facilitare l’apprendimento e a calarsi il più possibile nel ruolo di consulente. Una tutorship digitale permetterà inoltre agli studenti una costante interazione con la Faculty MIP e di condividere commenti e spunti di riflessione con la community online.
Il percorso prevede 24 ore di formazione digitale, con accesso alla piattaforma da qualsiasi device, verifica dello stato di avanzamento e una tutorship per supportare il processo di apprendimento. Nel corso di ulteriori 12 giornate di formazione intensiva, per una durata di 2 settimane, gli studenti si eserciteranno su casi studio, esercitazioni pratiche e lavori di gruppo per massimizzare l’interazione tra la parte pratica e la parte teorica e avranno l’opportunità di ascoltare le testimonianze di alcuni consulenti esperti di Bip.
“Il #BipBootCamp rappresenta per noi l’ennesimo traguardo raggiunto, frutto della preziosa collaborazione con il MIP – commenta Carlo Capè, Amministratore Delegato di Bip – Business Integration Partners -. Le competenze specialistiche della faculty accademica del MIP e la conoscenza del mondo aziendale di Bip ci hanno permesso di realizzare la perfetta risposta sia a brillanti neolaureati che intendono ampliare le proprie competenze e arricchire il proprio CV, sia all’attuale mercato del lavoro in rapidissima evoluzione che richiede una preparazione in materie ‘STEM’”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pazienti oncologici: umanizzare i percorsi di cura

Posted by fidest press agency su domenica, 9 settembre 2018

Rapporto con il medico, organizzazione dei percorsi di cura, esigenza di informazione e ascolto: sono questi i temi sui quali si concentrano le centinaia di suggerimenti raccolti fino ad oggi sulla piattaforma online di iAMGENIUS, l’iniziativa con l’obiettivo di umanizzare i percorsi di cura dando spazio alla viva voce dei pazienti e creando sinergie tra le loro idee e il talento di giovani creativi. La raccolta dei suggerimenti continua: per i pazienti c’è tempo fino al 30 settembre per inserire le loro proposte collegandosi al sito http://www.iamgenius.it. “Cosa potrebbe aiutarti nella tua vita quotidiana?” è la domanda alla quale rispondere, indicando gli ostacoli o i problemi che si incontrano lungo il percorso di cura e che potrebbero essere rimossi o semplificati. Dall’informazione sulla patologia, alla comunicazione con il medico, dal supporto psicologico all’orientamento nelle strutture, dal rapporto con i familiari alle tematiche legate al mondo del lavoro: questi sono gli aspetti della vita quotidiana sui quali lavorare per umanizzare i percorsi di cura e migliorare la qualità di vita.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo percorso della GDD FASHION WEEK è cominciato

Posted by fidest press agency su sabato, 21 luglio 2018

Sindaco Mario Pizzino e assessore Concetta Veltri.jpgAMANTEA (Cs) Che sia l’inizio di una straordinaria avventura. In una gremita piazza Commercio, cuore economico di Amantea, gli organizzatoti della kermesse hanno mostrato agli amministratori dei comuni coinvolti nelle varie attività, alla stampa e agli addetti ai lavori i punti di forza di un programma generato per valorizzare non solo il made in Italy e l’arte sartoriale, ma soprattutto il territorio.
L’incontro si è aperto con un’analisi dettagliata e completa della nuova linea grafica. «Un omaggio – hanno spiegato Laura Viola e Viviana Lorelli, la prima laureata all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, la seconda alla Rome University of Fine Arts – alla genialità di Mimmo Rotella. Abbiamo scelto di “lacerare” il passato per costruire il futuro. I manifesti strappati e riutilizzati non rappresentano la fine, ma l’avvio di un nuovo divenire da decifrare, comprendere e costruire». Anche i premi che verranno attribuiti ai personaggi del jet set internazionale che parteciperanno alla kermesse seguono la stessa ispirazione. Si tratta di vere e proprie opere d’arte realizzate da un giovanissimo scultore nepetino: Antonio Reda, anch’egli appena laureatosi presso l’Accademia di Carrara. Nel mood seguito l’autore ha importato, in chiave tridimensionale, il concetto dell’artista calabrese. A ricevere questo ambito riconoscimento l’amministrazione comunale di Amantea, rappresentata dal sindaco Mario scultore Antonio RedaPizzino, dall’assessore al turismo Concetta Veltri e da quello all’urbanistica Luca Ferraro. Presenti Daniela Zicarelli del comune di San Pietro, ed una delegazione del comune di Lago, composta da Ilaria De Pascale, Annalisa Iuliano e Alessandro Cherubini. I due centri collinari accoglieranno le serate del 31 luglio e dell’1 agosto.
Ovviamente non poteva mancare la grande moda. Le creazioni di Tiziana Pansino e Carmelo Mazzuca hanno incantato. Negli outfit portati in passerella si sono riscontrati i valori della GDD FASHION WEEK: stile, sperimentazione, ricerca e cura del dettaglio. Ad arricchire la bellezza degli abiti le acconciature del maestro Pino Cerra, una conferma che illumina il contest, ed il trucco di Antonella Morelli. Un plauso anche alle new models: Aurora Valente, Vittoria Posteraro, Giulia Munno, Francesca Brusco e Jessica Veltri, guidate splendidamente da Fabiola Redavide e Alessia Cantafio. Sempre accattivante il défilé proposto da Vision Ottica Muto che ha proposto una selezione dedicata al sole ed all’estate.
Ma la scelta di piazza Commercio non è stata casuale. In questo luogo, simbolo della quotidianità amanteana si affaccia anche lo storico Bar Caruso che, di concerto con l’organizzazione, ha generato un gelato tutto nuovo a base di cannella, arancia e fondente di Modica. Un gusto estremamente innovativo, battezzato GDD FASHION WEEK, che rimarrà in catalogo fino al prossimo 20 agosto. Una “limited edition” per rendere omaggio all’estro e alla fantasia. Sullo sfondo il bianco ed il rosato delle cantine iGreco.
«Quest’anno – ha spiegato la coordinatrice organizzativa Martina Fucà – abbiamo corso il rischio di far calare il sipario su un evento che ha il merito di valorizzare il talento in tutte le sue forme. Con testardaggine siamo riusciti a rimettere tutto in piedi, ma serve ora il sostegno del pubblico. Tanti gli appuntamenti in calendario che meritano di essere vissuti. Il 27 luglio a partire dalle 19.30, saremo presenti al Tipiko, il restaurant a chilometro zero, per un aperitivo decisamente alla moda; il 31 luglio, alle 21.15 sarà il comune di San Pietro ad accogliere la serata di riflessione “Dalla parte delle donne”; l’1 agosto saremo a Lago per la “Serata di Anteprima”. Il Gala di chiusura si terrà giovedì 2 agosto alle ore 21.15 presso il Parco della Grotta di Amantea. E a seguire la closing night al Papagayo di Falerna Marina». (by dott. Ernesto Pastore con copyright foto)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, terminato percorso partecipato di ascolto per la riforma dei servizi educativi e scolastici

Posted by fidest press agency su sabato, 7 luglio 2018

E’ terminato RomaAscoltaRoma: verso il Regolamento 0-6’, il percorso partecipato aperto alla cittadinanza per la riforma dei servizi educativi e scolastici di Roma Capitale. Prende ora il via il lavoro di analisi ed elaborazione delle proposte e dei contenuti emersi nel corso degli incontri, iniziati lo scorso 22 novembre con un seminario in Campidoglio e poi proseguiti con quattro appuntamenti che hanno coinvolto tutti i Municipi, ripartiti in base alla vicinanza territoriale secondo i quadranti della città.“Abbiamo riportato il tema del diritto all’educazione al centro del dibattito pubblico, costruendo quei luoghi permanenti dedicati alla riflessione che per troppo tempo sono mancati alla nostra città. La pluralità e le peculiarità dei bisogni richiedono anche l’adozione di attività sperimentali che garantiscano l’innovazione”, spiega l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre.“Per questo l’ascolto è uno strumento di lavoro fondamentale, che ci ha consentito di raccogliere il contributo di tutti i soggetti coinvolti. Ora inizia la fase della stesura, che ci porrà dinanzi una sfida complessa ma stimolante: produrre una sintesi completa ed efficace. Valorizzeremo il coordinamento costante tra gli assessori municipali su cui abbiamo impostato tutto il percorso e istituiremo un apposito comitato scientifico che traccerà le linee guida”, aggiunge.Nel corso dell’ultimo incontro presso il Liceo Seneca in via Francesco Albergotti 35 si sono alternati, come in tutti gli altri appuntamenti, gli interventi di consiglieri, assessori, direttori socio-educativi, Poses, funzionari educativi, educatori, insegnanti, genitori e cittadini.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »