Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘perdono’

Le scuse del Pd al governo francese

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

«Da parlamentare della Repubblica e da italiana sono profondamente indignata e schifata per la lettera che il Pd ha inviato all’ambasciatore francese per chiedergli umilmente perdono delle azioni del Governo italiano. Mi chiedo: per cosa chiedete scusa? Ricordate che un partito francese abbia mai chiesto scusa all’Italia e agli italiani quando Macron ci ha definito “vomitevoli”, “cinici” e “irresponsabili”? Nessuno ci ha mai chiesto scusa per le azioni predatorie che la Francia ha fatto in questi anni a casa nostra e per la guerra in Libia fatta contro gli interessi italiani per difendere quelli francesi. Nessuno ci ha mai chiesto scusa perché nelle altre Nazioni i partiti, quando si trovano di fronte a una difficoltà, si schierano a difesa del loro popolo. Non è una questione di maggioranza e opposizione: è questione di essere dei patrioti o di essere dei traditori. Noi in Italia abbiamo, invece, un Pd che è fatto di traditori: lo sapevamo già, ne abbiamo avuto la conferma ed è un problema che ci sia un partito che dice apertamente che è pronto a schierarsi contro lo Stato italiano. Spero che il Presidente Mattarella voglia fare una telefonata a questi esponenti del Pd per ricordare loro che rappresentano gli italiani, non i francesi».Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in un video pubblicato su Facebook.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solennità del Perdono di Assisi 2018

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 luglio 2018

Assisi Domenica 29 Luglio alle ore 21.00, “GLORIOSUS FRANCISCUS”, spettacolo di chiusura di Universo Assisi 2018. Michele Placido e Anonima Frottolisti in un viaggio attraverso musica e letteratura dedicato a San Francesco. Un percorso originale che muove dalle fonti manoscritte medievali e arriva alle opere a stampa rinascimentali, restituendo un’immagine antica e al contempo universale. Michele Placido è attore, autore e regista teatrale e televisivo. Esordisce a teatro ne “L’Orlando Furioso” di Luca Ronconi. Resta famosa la sua interpretazione del Commissario Cattani nel televisivo “La Piovra”. Come regista vanta una lunga serie di titoli premiati in molti festival internazionali. Ingresso libero, previa prenotazione (http://universoassisi.it/tickets/).
Lunedì 30 Luglio alle ore 21.00, torna ad Assisi, dopo la straordinaria esecuzione del 2017 presso il Sagrato della Cattedrale di San Rufino, il M° Leonardo Quadrini con la GRANDE ORCHESTRA SINFONICA RUSSA IN CONCERTO. Ad accompagnarli, questa volta, Fra Alessandro (tenore) oltre a Felicia Bongiovanni (soprano), Mauro Trombetta (baritono) e Giorgia Gazzola (mezzosoprano), il Coro Lirico di Craiova e quattro cori umbri che si alterneranno in un’ emozionante programma all’insegna della grande musica classica ed operistica: il Coro della Pace, il Coro Naharti della Valnerina, il Coro Musica Antiqua, il Coro Edi Toni. Il M° Quadrini, pianista accompagnatore del celebre soprano Katia Ricciarelli, direttore artistico dal 2005 del Teatro dell’Opera e Operetta “Elena Teodorini” di Craiova (Romania), direttore artistico di decine di festival e centinaia di concerti in Italia e all’Estero, ha collaborato con artisti fra i quali Enzo Garinei, Elio Pandolfi, Moni Avadia, Giancarlo Giannini, Lucio Dalla, Antonella Ruggiero, Ron, Mariella Nava, Sergio Cammariere.
La Porziuncola, custodita dalla maestosa Basilica Papale dedicata alla Madonna degli Angeli, dedica la serata di Martedì 31 Luglio (ore 21.00) proprio alla Vergine Maria attraverso un tributo in versi e musica dal titolo IN VIAGGIO CON MARIA, regia di Riccardo Leonelli. Un percorso poetico e musicale dedicato alla figura di Maria che si sviluppa attraverso i secoli, la musica e i versi di grandi poeti, da Jacopone da Todi ad Alda Merini, per comprendere come la figura della madre di Cristo sia stata centrale nel mondo letterario europeo non solo cristiano ma anche laico, scuotendo i cuori e le coscienze di generazioni di scrittori e compositori. La voce recitante è di Riccardo Leonelli, attore teatrale, cinematografico e televisivo apparso recentemente fra i protagonisti di fiction Rai come Il Paradiso delle Signore e Luisa Spagnoli, accompagnato da Francesco Falcioni (tastiera), Matteo Ceccarelli (violino) e dal tenore Frate Alessandro della Basilica di Santa Maria degli Angeli, che omaggerà la performance con la sua straordinaria partecipazione.
Giovedì 2 Agosto alle ore 21.00, il tradizionale CONCERTO DEL PERDONO, organizzato dalla Pro Loco di S. Maria degli Angeli, è affidato alla Banda Musicale del Corpo della Gendarmeria. Dirigono i maestri Dirett. Magg. Cimini Giuseppe e Vice Dirett. Cap. Iannilli Stefano. La banda, costituita nel 2007, per decisione del Comandante del Corpo della Gendarmeria, con il benestare dell’Em.mo Cardinale Presidente del Governatorato, si compone di circa 100 elementi, tutti volontari, diplomati in Conservatorio, di elevatissima professionalità e profonda vocazione musicale, provenienti dalle diverse bande militari italiane.
A conclusione degli eventi legati alle celebrazioni del Perdono, Venerdì 3 Agosto alle ore 21.00, la compagnia Rondine Balletto di Assisi, in co-produzione con il Teatro Stabile dell’Umbria presentano la prima nazionale di LE DUE VIE, balletto in atto unico che vedrà come madrina e padrino d’eccezione due danzatori noti al grande pubblico della televisione e del teatro, quali Anbeta Toromani e Alessandro Macario. In scena con loro l’attore umbro Rodolfo Mantovani e sei splendidi danzatori: Silvia Accardo, Davide Bastioni, Valerio Polverari, Lara Angela Rocco, Pietro Valente e Serena Vitali. Le coreografie di Valerio Polverari ed i testi di Padre Giuseppe Renda sostanziano il cammino di ogni essere umano che solo nella riconciliazione con sè stesso e con il Padre può dare senso e pace alla propria esistenza. Il Balletto di Assisi nasce con il preciso intento di essere ambasciatore nel mondo dello “Spirito di Assisi” attraverso il linguaggio universale della danza, ispirando ed ospitando coreografi e danzatori provenienti da tutto il mondo.Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Celebrazione di chiusura del Giubileo del Perdono

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 luglio 2017

Perdono assisiAssisi. Si terrà alle ore 11.00 del 2 agosto 2017, presieduta da S. Em. Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, in diretta da Padre Pio TV (presente sul digitale terrestre nazionale al canale 145 e sulla piattaforma gratuita Tivùsat al canale 445), con diffusione mondiale grazie all’emittente Maria Vision Italia. Altra particolarità di quest’anno, ad evidenziare il legame di tutta la Famiglia francescana con una festa nata dalla geniale intuizione del comune Fondatore, Francesco d’Assisi, sarà il Triduo di preparazione predicato dai Ministri generali dei tre Ordini maschili (per i Frati Minori Cappuccini presiederà il Vicario generale). Questa condivisione si pone in perfetta continuità con il cammino intrapreso e fin’ora culminato nel Capitolo generalissimo celebrato insieme dalle Famiglie francescane.
Alle ore 11.00 del 1° agosto p. Michael A. Perry, Ministro generale dei Frati Minori, presiederà la solenne celebrazione eucaristica che terminerà con la Processione di “Apertura del Perdono”: così detta perché da quel momento, cioè dalle 12 del 1 agosto, fino alle ore 24 del 2 agosto l’Indulgenza plenaria concessa alla Porziuncola quotidianamente si estende a tutte le chiese parrocchiali sparse nel mondo, e anche a tutte le chiese francescane.
Nel pomeriggio i Primi Vespri saranno presieduti, al termine del pellegrinaggio della Diocesi di Assisi, dal Vescovo S.E. Mons. Domenico Sorrentino. Seguirà, come di consueto, l’offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi Stefania Proietti. La Veglia di preghiera serale, con processione aux flambeaux, sarà guidata da S.E. Mons. José Rodriguez Carballo, Segretario della Congregazione degli Istituti di Vita Consacrata.
porziuncola assisiIl 2 agosto sarà un giorno di grande festa: celebrazioni eucaristiche quasi ad ogni ora, tra cui quelle presiedute dal Card. Parolin, dal Vescovo Sorrentino e da p. Claudio Durighetto, Ministro provinciale dei Frati Minori dell’Umbria. L’arrivo di migliaia di giovani della XXXVII Marcia francescana “Un passo oltre”, che insieme a frati e suore giungeranno in Porziuncola per gioire della Misericordia del Padre. Un concerto, in serata, della Banda della Gendarmeria Vaticana a cui seguirà uno spettacolo pirotecnico in piazza Porziuncola. Naturalmente poi c’è la festa di chi riceve il Perdono: decine e decine di confessori accoglieranno senza sosta tutti coloro che vorranno permettere a Dio di fare ancora qualcosa di nuovo nella loro vita.Oltre alle celebrazioni in Basilica, il cui programma dettagliato è disponibile sul sito http://www.assisiofm.it, sono previste anche le seguenti iniziative:
Martedì 1 agosto 2017 – ore 16.40
ORA DI SPIRITUALITÀ su Radio Maria, in diretta dal Santuario della Porziuncola
Mercoledì 2 agosto 2017 – ore 14.30
ARRIVO DELLA XXXVII MARCIA FRANCESCANA “UN PASSO OLTRE”
Mercoledì 2 agosto 2017 – ore 20.00
Concerto della banda della Gendarmeria Vaticana, piazza Porziuncola
Mercoledì 2 agosto 2017 – ore 22.00
SPETTACOLO PIROTECNICO, piazza Porziuncola
23 luglio – 15 settembre 2017
A DUE A DUE, Kenosis e Perdono
Museo della Porziuncola
Mostra di arte contemporanea di Arturo Casanova e Rossella Vasta, a cura di Barbara Rose
(Inaugurazione 23 luglio 2017, ore 17.30)
Padre Pio TV, oltre alla diretta della celebrazione eucaristica, con cui si chiuderà l’VIII Centenario del Perdono di Assisi, seguirà tutti i momenti principali dando la possibilità, anche a chi non potrà esserci di persona, di sentirsi un po’ più vicini ad Assisi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I GIUBILEI – La strada del perdono”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

vaticanoRAI 1 – sabato 31 Dicembre ore 15.05 “I GIUBILEI – La strada del perdono” Il documentario I Giubilei – La strada del perdono, prodotto dal Centro Televisivo Vaticano e da Officina della Comunicazione, racconta le tappe principali dell’appena concluso Giubileo straordinario della Misericordia , intrecciando la narrazione con alcuni affondi storici sui Giubilei del passato. “Il Giubileo indetto da Papa Francesco ha segnato l’avvio di un deciso coinvolgimento della chiesa cattolica diffusa in ogni angolo della terra a lasciarsi attrarre dalla misericordia di Dio Padre. La struttura gestita da S. E. Mons Fisichella ha puntellato l’anno di incontri e giornate speciali che han tutte indicato lo statuto proprio del manifestarsi di Dio: nei poveri, negli ultimi e nei sofferenti”. Queste le parole di Mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede.Si ripercorrono così le tappe principali della storia del Giubileo, un evento che, dal 1300, si ripete nel percorso della storia della Chiesa e quindi nella storia dell’umanità. Un documentario appassionante e dal linguaggio narrativo e tecnico moderno, che nasce da un montaggio che intreccia i preziosi materiali di repertorio degli archivi del CTV e dell’Istituto Luce, uniti a suggestive immagini del Giubileo appena terminato. albero-natale-vaticanoAlcune tavole di animazione grafica realizzate ad hoc illustrano e sostengono il racconto dei primi giubilei della storia. Non si tratta di una mera narrazione storica del susseguirsi dei Giubilei, è piuttosto un continuo intrecciarsi tra presente e passato, che affida il flusso della narrazione alle diverse tematiche affrontate. Molte sono le occasioni di apertura storico/culturale che i diversi Giubilei possono offrire: viene raccontato come la storia abbia influenzato i Giubilei, e come essi stessi abbiano influenzato non solo la storia ma anche la letteratura, l’architettura, la musica e addirittura la viabilità in Europa. Insomma una storia di sacro e profano che ha fatto da cornice ai grandi movimenti dei pellegrini all’interno dei un territorio che si mutava e plasmava nel flusso della storia. Le interviste ad alcuni esperti permettono di approfondire i contenuti da una pluralità di punti di vista disciplinari che facilitano gli affondi tematici sui diversi aspetti che caratterizzano la storia dei Giubilei.Nello specifico il Card. Angelo Comastri, Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, dall’atrio della Basilica di San Pietro ci conduce alla scoperta dei significati della porta Santa e del valore di invito alla preghiera legato all’evento giubilare, il prof. Sandro Barbagallo dei Musei Vaticani ci parla del cambiamento dei fenomeni artistici legati agli anni santi e ci descrive alcuni aneddoti ad essi collegati, il prof. Angelo Bianchi dell’Università Cattolica di Milano ci contestualizza i giubilei nella storia esplicitando il rapporto di reciprocità tra la loro storia e la Storia universale, il saggista e giornalista Marco Roncalli, ci presenta il senso dei giubilei all’interno della vicenda Cristiana, la prof.ssa Carmelina Canta, sociologa, analizza di giubilei evidenziandone le specifiche ricadute sul sociale. Infine il prof. Alberto Melloni traccia alcune linee guida nell’interpretazione degli eventi giubilari.“Come sempre – conclude Mons. Dario Edoardo Viganò, – in campo l’idea di un gruppo il lavoro attorno ad un progetto: il Ctv con Officina della Comunicazione, Rai Uno con cui ci si è confrontati circa l’utile opportunità che il servizio pubblico possa mettere in onda, a fine evento, una trasmissione di tale valore”.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Speciale rivista S.Francesco sul perdono di Assisi

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 agosto 2016

assisi1Assisi. Ad 800 anni dall’indulgenza della Porziuncola concessa al Santo di Assisi da Papa Onorio III la rivista san Francesco dedica 64 pagine, in edizione speciale, al Perdono di Assisi: la storia, i pensieri, i gesti e gli sguardi di misericordia di Francesco.
Il mensile riporta il commento ai testi delle fonti francescane, di autorevoli firme del mondo della cultura nazionale ed internazionale. “Santo Padre, piaccia alla vostra santità concedermi, non anni, ma anime” queste le parole di san Francesco riportate dal Diploma di Teobaldo, commentato da Cardini e Rusconi, che segnano l’inizio dell’indulgenza. La Lettera ad un Ministro: “che non ci sia alcun frate al mondo, che abbia peccato, quanto è possibile peccare, che, dopo aver visto i tuoi occhi, non se ne torni via senza il tuo perdono”, che è uno dei testi più significati di Francesco sul Perdono, spiegato da autorevoli firme del francescanesimo e dall’Arcivescovo di Palermo, Mons. Corrado Lorefice.Nella esclusiva rivista dei Frati di Assisi vengono riportate anche le sensazioni di Eraldo Affinati “La grande maggioranza di noi è come il figlio di Bernardone prima del cambiamento:avanziamo a tentoni, nel buio fitto. Siamo ‘nei peccati’. Andiamo a sbattere”; Aldo Nove: “Con “timore e tremore” e dunque con compartecipe sottomissione Francesco si è fatto prendere dal Padre fino a perdersi in Lui, al limite di quanto noi possiamo comprendere”; e Oliviero Toscani che lamenta una “prematura” nascita di Francesco: “Purtroppo Francesco è nato troppo in anticipo”. Ma anche Ben Moussa che invoca una preghiera per l’umanità e lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco: “Ogni solitudine è un plurale nell’incontro col prossimo si dischiude la strada della misericordia”.Il mensile si apre con l’editoriale del direttore, padre Enzo Fortunato, che citando Manzoni ricorda che “Dio perdona tante cose per un’opera di Misericordia”; e con le parole dei custodi, padre Mauro Gambetti, della Basilica di San Francesco, e padre Rosario Gugliotta, di Santa Maria degli Angeli.Per maggiori informazioni su come riceverla e scaricare la versione digitale visitate il sito http://www.sanfrancesco.org.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Se si perdonano le infedeltà coniugali

Posted by fidest press agency su sabato, 18 dicembre 2010

In merito all’odierna pronuncia della Corte di Cassazione sul caso della moglie infedele di Lecce perdonata dal marito per i sei anni successivi al tradimento l’avv. Gian Ettore Gassani, presidente nazionale Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani, dice: “La Suprema Corte di Cassazione con sentenza numero 25560 ha confermato il principio che laddove un coniuge perdoni o tolleri i tradimenti dell’altro, le infedeltà non possono più essere oggetto di addebito in un giudizio di separazione. In buona sostanza nel nostro Paese vige il principio, oramai consolidato da almeno cinque anni, secondo cui le infedeltà coniugali possono essere sanzionate soltanto a patto che esse costituiscano la  causa principale della crisi del matrimonio. Ciò significa che, in caso di ‘corna’ subite, il perdono nei confronti del traditore ha sicuramente riflessi processuali e non soltanto morali.  In Italia le infedeltà coniugali sono sempre più frequenti anche se esse si collocano soltanto al secondo posto tra le cause classiche della fine del matrimonio. La prima ragione della crisi che porta la coppia in Tribunale è la stanchezza del rapporto, la cosiddetta ‘routine’, la noia di stare insieme. Al secondo posto si collocano le infedeltà coniugali che sono fondamentalmente connesse alla prima causa. Su 100 infedeltà coniugali 55 volte sono gli uomini a tradire, nelle restanti volte le donne: ciò significa che anche sul piano delle infedeltà coniugali i due sessi tendono a somigliarsi. Tuttavia non sempre le infedeltà sono sanzionate in sede giudiziaria, specie quando esse non risultano essere la causa scatenante della crisi ma soltanto la conseguenza di essa. Gli italiani sicuramente stanno cambiando nel modo di interpretare il matrimonio ed i doveri che discendono da esso. Basti pensare che il 60% delle infedeltà coniugali si consuma nell’ambiente di lavoro mentre proliferano i club privè e gli incontri extraconiugali favoriti dai social network. Morale: il perdono di un tradimento è un’arma a doppio taglio: da una parte può salvare il matrimonio ma dall’altra può pregiudicare un processo”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

“Vittorio Bachelet: il seme buono”

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 Mag 2010

Orsogna 28 maggio, alle ore 17.30 nel Teatro Camillo De Nardis, un convegno dal titolo «Vittorio Bachelet: il seme buono. La presenza dei cattolici nella vita sociale e politica». All’incontro parteciperà il figlio di Bachelet, Giovanni, oggi deputato e ordinario di Struttura della Materia all’Università La Sapienza di Roma. Resta scolpita nella memoria la forza delle sue parole ai funerali del padre: «Vogliamo pregare anche per quelli che hanno colpito il mio papà – disse durante il rito funebre – perché, senza nulla togliere alla giustizia che deve trionfare, sulle nostre bocche ci sia sempre il perdono e mai la vendetta, sempre la vita e mai la richiesta della morte degli altri».convegno a 30 anni dalla morte del giurista ucciso dalle Brigate Rosse
Il paese di origine della moglie di Bachelet ne ricorda l’impegno sociale e politico.
Venerdì pomeriggio sarà presente anche il figlio Giovanni. A trent’anni da quel giorno così angoscioso, l’Azione cattolica italiana della Parrocchia San Nicola di Bari e il Comune di Orsogna hanno organizzato per  Al convegno, moderato da Giulio Saraceni, delegato regionale e consigliere nazionale dell’Azione cattolica italiana, sarà presente anche Mario Di Costanzo, direttore dell’Ufficio laicato della Diocesi di Napoli, già consigliere nazionale dell’Azione cattolica italiana. Il saluto della comunità di Orsogna sarà portato dal sindaco, Alessandro D’Alessandro. All’ingresso del Teatro sarà allestita una mostra sulla figura di Vittorio Bachelet, realizzata dalla Presidenza nazionale dell’Azione cattolica italiana.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Museo dell’Ara Pacis

Posted by fidest press agency su martedì, 20 aprile 2010

Mercoledì 21 aprile Lungotevere in Augusta, angolo via Tomacelli
•    9.30 – Avvio dell’Iniziativa Ara Pacis e istituzione del Consiglio per la Dignità, il Perdono e la Riconciliazione dedicato alla dimensione umana della pace.
•    11.30 – Presentazione del Consiglio per la Dignità, il Perdono e la Riconciliazione al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.
L’iniziativa mette Roma, in particolare l’ara Pacis Augustea, al centro di un articolato progetto: l’istituzione di un Consiglio universale permanente per la Dignità, il Perdono e la Riconciliazione, dedicato alla dimensione umana della pace. Il Consiglio assisterà Governi, Istituzioni e Comunità apportando un contributo di natura etica, morale, culturale e pedagogica, garantendo che il rispetto, la comprensione e il dialogo siano parte costitutiva dei processi di pace.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Aquila: Un anno dopo riscrivo la mia lettera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

Lettera al direttore. Caro direttore, il 14 aprile dell’anno passato pubblicaste questa mia lettera: “Pensieri la sera tardi di venerdì santo in una tenda da campo. Sono venuti in tanti gli uomini politici.  Sono venuti a consolarci, a portarci aiuto, a farci le condoglianze. Molti si sono commossi; qualcuno ha persino pianto. Lacrime di commozione, non di pentimento. Non sono venuti, infatti, a chiedere perdono; non sono venuti a scusarsi, ché nulla hanno da rimproverarsi: il terremoto non l’hanno provocato loro, e gli edifici che sono crollati non l’hanno costruiti loro. I politici innocenti sono venuti a consolarci a portarci aiuto e a farci promesse. Tante promesse. Ci restituiranno l’amata e bella città, le amate case e le belle chiese e le belle strade. Ma chi potrà mai restituirmi il mio adorato bel figlio?”. M’illudevo. L’amata e bella città, con le amate case e le belle chiese e le belle strade, è ancora un ammasso di macerie. Ce la restituiranno mai? (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’oblio dei cristiani

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

Il primo oblio, secondo Alain Besançon, per i cristiani è virtuoso e si radica nella fede. Sono e si sentono peccatori. Il peccato è immanente nella loro natura tanto ab origine della vita quanto dopo, in conseguenza di azioni individuali, che essi procedono dalla croce di Cristo, ovvero da una storia in cui tutti gli uomini insieme hanno fatto il massimo male concepibile, mettendo a morte l’innocente, il verbo di Dio incarnato, e che tuttavia, grazie a quella stessa croce, essi sono stati perdonati, sebbene siano soggetti a peccare ancora e sempre. Per questa ragione i cristiani si aspettano sempre sia il peccato sia il perdono. E’ il loro senso virtuoso della Fede. Il secondo tipo di oblio non è virtuoso. Il perdono vale unicamente se è chiesto a Dio e alla vittima. Se queste condizioni non sono rispettate è probabile che il perdono unilaterale è nullo. Pensiamo alla straordinaria amnistia che ha goduto il crimine comunista. Si tratta di un oblio della giustizia e delle complicità di cui si avvale. Questo vale anche per l’oblio giudaico del comunismo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »