Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘performance’

Segnali positivi dai dati sulle performance economiche del comparto della ristorazione

Posted by fidest press agency su domenica, 4 settembre 2022

Nel corso del II trimestre di quest’anno ha fatto registrare una crescita in termini di fatturato del +67,9 rispetto al 2021 e del +9,8% rispetto al 2019. “Si tratta certamente di un buon risultato che, pur tenendo conto del fatto che nello stesso periodo dello scorso anno erano ancora in vigore limitazioni parziali dell’attività, testimonia un progressivo ritorno alla normalità. – si legge in una nota del Centro Studi di Fipe-Confcommercio, la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi – Tuttavia, nonostante i riscontri siano positivi sia per il II trimestre che per il I – che pure aveva fatto registrare una crescita importante –, pesano sulla valutazione complessiva alcune situazioni molto delicate e di difficile risoluzione, quali la dinamica inflazionistica, una politica monetaria meno espansiva e il persistere della difficile situazione geopolitica”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agroalimentare: Buona la performance del primario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 aprile 2022

Si conferma buona la performance economica anche nel IV trimestre 2021, con un aumento del PIL sia nei confronti del trimestre precedente (+0,6%) sia a livello tendenziale (+6,2%), dovuto alla crescita del valore aggiunto di industria (1,1%) e dei servizi (0,4%). Ciò è legato alla domanda interna con la crescita dei consumi finali nazionali (+0,2%) e degli investimenti fissi lordi (+2,8%). È quanto emerge dalla fotografia scattata nel quarto trimestre del 2021 da CREAgritrend, il bollettino trimestrale messo a punto dal CREA, con il suo Centro di Ricerca Politiche e Bioeconomia. Rispetto allo stesso periodo del 2020, fra ottobre e dicembre 2021, si è verificato un aumento sia dell’indice della pro­duzione che di quello del fatturato: per l’industria alimentare rispettivamente +6,7% (con picco a novembre) e +13% nel complesso (e +18% sui mercati esteri); per l’industria delle bevande rispettivamente +16% (con un picco di 23,5 % a novembre) e +19% nel complesso (e +15% sui mercati esteri).Le esportazioni agroalimentari nel IV trimestre 2021 hanno superato i 13,75 miliardi di euro e, rispetto allo stesso periodo del 2020, crescono del +11,2% , confermando l’ottimo andamento rilevato nel trimestre precedente, in particolare verso la Spagna i Paesi Bassi, il Belgio e la Polonia. In aumento anche le importazioni (+24,5% rispetto al medesimo trimestre 2020 e del +14% rispetto al trimestre precedente), con la Francia come principale fornitore. I prodotti maggiormente esportati sono stati i vini, i derivati dei cereali e i prodotti lattiero-caseari. Sul fronte delle importazioni si segnala la crescita di oltre il 30% di cereali e “oli e grassi” e del comparto ittico (+21,6%) e di prodotti non alimentari (+87,5%).Sentiment analysis 2021: sulla base dei dati raccolti su twitter dal 13 dicembre 2021 e il 21 marzo 2022, emerge una lieve flessione (-1%) del clima di fiducia nei confronti del settore, probabilmente legata sia alla vasta diffusione della variante omicron in tutta Europa sia allo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina con ripercussioni immediate sulle economie di tutti i paesi. Emerge, in ogni caso, una prevalenza dei giudizi positivi e molto positivi (66%) rispetto ai negativi e molto nega­tivi (32%).Impatto covid nel biennio 2020-2021: l’impatto è stato eterogeneo, con poche oscillazione del valore aggiunto del settore agricolo, mentre l’agroalimentare nell’ultimo trimestre 2021 ancora non è riuscito ad assorbirne l’onda d’urto. L’industria alimentare ha tenuto durante l’intero biennio 2020-21, ad eccezione dei mesi del lockdown. Luci ed ombre per quanto riguarda gli scambi con l’estero con la drastica riduzione di alcuni comparti mentre altri, come pasta e conserve di pomodoro, in netta crescita delle vendite. Più instabile il settore delle bevande, con un andamento negativo nei mesi di chiusura delle attività e la ripresa negli ultimi mesi del 2020 e tutto il 2021.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

2021 in 5 chart e uno sguardo ottimista sul 2022

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2022

A cura di Roberto Rossignoli, Portfolio Manager Moneyfarm Il 2021 sarà ricordato come un anno di forte crescita e ripresa, con i mercati azionari che hanno fatto registrare una delle performance migliori degli ultimi anni. La ripresa si è concretizzata in molti settori dell’economia, trainata da una domanda molto forte, quasi surriscaldata. Nonostante la variante Delta e il lockdown dei primi mesi dell’anno, le rapide campagne di vaccinazione hanno permesso all’economia globale di ripartire.I fondamentali azionari sono stati la più grande sorpresa dell’anno. Il recupero dei margini e l’aumento delle vendite sono stati rapidi e, nonostante le valutazioni stabili, gli indici azionari nel complesso si sono apprezzati. La seconda metà dell’anno ha visto un po’ più di volatilità rispetto alla prima, per colpa soprattutto della variante Omicron, che è causa di incertezza, ma i principali mercati come Stati Uniti, Europa e Giappone hanno fatto registrare una forte crescita. L’obbligazionario ha sofferto nella prima parte dell’anno, a causa dell’aumento sia dei tassi reali che delle aspettative di inflazione. In seguito abbiamo assistito a una situazione per lo più stagnante, con i tassi che non si muovevano in modo significativo e la curva che si appiattiva mentre la politica monetaria diventava più aggressiva. Nella seconda metà dell’anno l’inflazione è diventata un tema caldo. All’inizio si pensava si trattasse di un fenomeno transitorio, frutto di un’illusione ottica dovuta all’effetto base condizionato dalla depressione dei prezzi durante i mesi del lockdown. Rimanendo per un momento sul tema dell’inflazione, il grafico successivo mostra il sentimento intorno a potenziali aumenti dei tassi. Dalla crescita economica positiva, all’inflazione transitoria, all’inflazione non transitoria, si nota come la narrativa dominante nelle diverse fasi del 2021 abbia influito sulle aspettative di rialzo dei tassi. La crescita, soprattutto quella delle aziende quotate, è stata veloce e migliore di quanto la maggior parte delle persone si aspettasse. I bilanci delle famiglie sono, in media, più sani di quanto non siano stati negli ultimi 20 anni. I tassi di partecipazione al lavoro globale hanno raggiunto il punto più basso dagli anni Settanta. I salari stanno aumentando per alcune categorie a basso reddito, ma la catena di approvvigionamento sta balbettando. L’espansione monetaria e fiscale ha raggiunto livelli senza precedenti, colpendo alla base le teorie e le prassi economiche che fino a pochi anni fa erano considerate mainstream. I governi hanno continuato ad adottare misure di stimolo drastiche e radicali, dopo le azioni senza precedenti intraprese nel 2020. Per ora, sono le Banche Centrali ad aver pagato il conto. Come si vede, l’espansione dei bilanci della Banca Centrale è andata di pari passo con l’aumento del debito pubblico. Questo, ovviamente, crea uno squilibrio, ora che i banchieri centrali si trovano a dover invertire la politica monetaria. La situazione resta ancora più incerta per i Paesi in via di sviluppo. La diffusione dei vaccini è stata molto diseguale. L’Europa e il Nord America sono stati rapidi nel vaccinare porzioni significative della loro popolazione, avendo acquistato milioni di dosi sin da subito. Il grafico seguente mostra il divario tra i tassi di vaccinazione nei Paesi in base al loro reddito mediano. Un PIL più elevato, in generale, corrisponde a tassi di vaccinazione più elevati: il 2022 dovrà essere l’anno in cui la campagna vaccinale dovrà fare il salto di qualità anche per ridurre il rischio di nuove variabili. La seconda variabile da considerare è l’inflazione. I colli di bottiglia nelle catene di approvvigionamento globali, il rincaro dei prezzi delle materie prime, nonché la domanda galoppante a seguito di un calo importante nel 2020 hanno portato ad un aumento esorbitante dei prezzi. Per il 2022 i mercati si aspettano un principio di normalizzazione dell’inflazione e livelli più in linea con i target di lungo termine delle Banche Centrali. Un 2022 caratterizzato da forte inflazione non solo potrebbe minare la gradualità del percorso di politica monetaria, ma potrebbe deteriorare il potere di acquisto delle famiglie, portando le aziende a doversi fare carico dell’aumento dei prezzi diminuendo la marginalità aziendale. Ciò dipenderà in gran parte da quale sarà il driver inflazionistico. Il nostro caso base rimane quello di una graduale riduzione del tasso di inflazione. Abbiamo infatti già visto un miglioramento sul fronte dell’approvvigionamento globale e riteniamo che alcuni strascichi dei lockdown del 2020, che nel 2021 hanno portato alla mancanza di un’offerta capace di supportare la domanda, possano venire smorzati. La terza variabile è la politica monetaria delle principali Banche Centrali internazionali, che verrà sicuramente influenzata dai driver descritti sopra. Le aspettative dei mercati sono per una riduzione dell’acquisto di titoli e due o tre rialzi dei tassi da parte della Fed, mentre in Europa il rialzo dei tassi dovrebbe avvenire solo nel 2023. Ci aspettiamo che, a meno di sorprese inflattive, tale percorso possa supportare le valutazioni dell’azionario ed essere poco invasivo nei confronti dell’obbligazionario. (abstract by http://www.moneyfarm.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Divergenze emergenti: la Cina affossa le performance?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2021

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer Moneyfarm. L’estate volge al termine e l’attenzione degli investitori è focalizzata sui mesi che ci separano dalla fine dell’anno per capire se saranno in continuità con un inizio stellare o se, in qualche modo, la rincorsa dei mercati è destinata a rallentare o, addirittura, a cambiare traiettoria. Sul fronte azionario i paesi emergenti (linea nera) dopo un inizio anno promettente – a metà febbraio avevano fatto segnare un +12% – hanno sottoperformato i mercati sviluppati (linea viola) facendo registrare una performance negativa nel mese di agosto. La situazione cinese ha influito negativamente sul comparto. Si veda in blu il dettaglio della performance degli emergenti esclusa la Cina, più in linea con le performance azionarie generali. La domanda da porsi è se i recenti cali abbiano aperto delle possibilità lato valutazioni. I prezzi sono relativamente bassi in questo momento e ciò potrebbe rappresentare un’opportunità: da un lato l’investitore deve valutare se lo sconto è tale da compensare l’effetto dell’incertezza politica sul contesto di mercato e, dall’altro, se i fondamentali e la crescita delle aziende potrebbero essere compromessi.Stiamo vivendo una fase di transizione dell’economia globale, per certi versi unica: da una parte una ripresa molto forte ma diseguale, dall’altra la pandemia, che continua ad avere strascichi nonostante il rallentamento delle restrizioni. Questa situazione porta l’economia globale ad avere delle peculiarità che, ci sentiamo di dire, difficilmente si sono presentate tutte insieme in passato e che danno l’idea di trovarsi in un contesto in cui la globalizzazione si è inceppata. Carenza di camionisti, traffico marittimo in tilt, mancanza di semiconduttori, chiusure localizzate in Asia dovute alla variante Delta, tariffe per i container alle stelle sono gli indizi che i canali del commercio globale stanno attraversando un periodo turbolento. Tutti questi fattori si traducono in prezzi più alti per i consumatori finali, un effetto che dovrebbe rivelarsi temporaneo secondo le banche centrali. Il mercato del lavoro rimane per ora il mistero economico più affascinante degli ultimi mesi. Anche nei paesi dove i sussidi sociali si sono esauriti, la carenza di manodopera continua a esercitare pressioni al ribasso sull’offerta, limitando in qualche modo la ripresa economica. Si guardi, a titolo di esempio, alla curva della partecipazione al mercato del lavoro negli Stati Uniti che è rimasta sostanzialmente piatta negli ultimi mesi.Ecco, quindi, che vediamo gli inventari delle imprese ai minimi, i prezzi alla produzione salire e l’outlook economico farsi più incerto. Se rimane indubbia la ripresa forte della domanda, è ora l’offerta ad essere impreparata, e questo apre ulteriori spunti di riflessione sull’inflazione. Per il momento prevale l’ottimismo. L’idea è che con il normalizzarsi del mercato del lavoro e con il procedere delle campagne vaccinali anche in Asia, i nodi inizieranno a sciogliersi e la crescita economica rimarrà sostenuta anche nel 2022. I colli di bottiglia che sono alla base dell’aumento dei prezzi di molti beni hanno poco a che fare con la politica monetaria: aumentare i tassi di interesse non aiuterebbe a risolvere queste situazioni e pertanto non sarebbe in questo momento una scelta politica efficace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ilenia Caleo: Performance, materia, affetti. Una cartografia femminista

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Come i corpi sono politici oggi? Il volume indaga quanta potenza creativa esprimono i corpi che la teoria politica non riconosce e quanta politica c’è nelle pratiche performative di cui gli studi teatrali non riescono da dare conto. All’incrocio tra i femminismi che hanno ricollocato il corpo, la sessualità, il desiderio al centro del politico e le arti performative che mettono al mondo altre corporeità, multiformi, assemblate, postumane, si vanno generando nozioni comuni per un vocabolario del presente. Corpi umani e non umani, organico e inorganico, animato e inanimato, materia agente, ecosistemi, anatomie politiche, queerness, oggetti e iperoggetti, entanglement quantistici, forze e intensità, disidentificazione, transcorporeità: u na s erie d i t urbolenze che segnano la forza espressiva dei corpi e della materia in una direzione non-antropocentrica e che sono oggi al centro dell’agenda politica e teorica. Attorno a questi nuclei la scena contemporanea compone nuove estetiche, domande e drammaturgie, ponendosi come una forma autonoma di pensiero. Attraverso una modalità cartografica, Performance, Materia e Affetti sono affrontati nelle epistemologie, nelle ontologie e nelle politiche, aprendo a un panorama più vasto anche nel dibattito italiano. Un approccio femminista neomaterialista che fornisce una lettura della performatività come teoria dell’agire per corpi umani e non umani. PP: 228 PREZZO: 20,00€ Bulzoni editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La buona performance di BB Biotech

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2021

Nel 2020 BB Biotech ha conseguito una buona performance in un contesto di mercato volatile. Il settore delle biotecnologie ha compiuto passi significativi, distinguendosi nel suo ruolo di apripista nel superamento della pandemia da SARS-CoV-2 grazie a vaccini mRNA e anticorpi terapeutici già approvati. Nel solo quarto trimestre il portafoglio di BB Biotech ha conseguito una performance del 20.6% in CHF, 20.4% in EUR e 25.5% in USD – pari a un utile netto di CHF 665 milioni. Analogamente, il prezzo dell’azione della Società è cresciuto del 10.9% in CHF e del 9.0% in EUR. Considerando l’intero anno, il rendimento totale dell’azione è stato del 19.3% in CHF e del 18.1% in EUR, leggermente al di sotto della performance del portafoglio pari al 24.3% in CHF, 24.8% in EUR e 35.9% in USD. L’utile netto conseguito da BB Biotech nell’esercizio 2020 è stato pari a CHF 691 milioni.
Negli ultimi tre mesi del 2020 BB Biotech ha chiuso quattro posizioni e aggiunto tre nuove partecipazioni al proprio portafoglio in Mersana, Biogen e Beam Therapeutics. In linea con la politica in materia di dividendi seguita negli scorsi anni, il Consiglio di Amministrazione proporrà all’Assemblea generale in calendario per il 18 marzo 2021 la distribuzione di un dividendo ordinario di CHF 3.60 per azione, pari a un rendimento del 5% sulla base del prezzo di chiusura medio delle azioni BB Biotech a dicembre 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le misure di performance e qualità per la gestione degli adulti con scompenso cardiaco

Posted by fidest press agency su martedì, 24 novembre 2020

«Per la prima volta le misure di performance dello scompenso cardiaco si concentrano non solo sull’uso di farmaci raccomandati dalle linee guida a qualsiasi dose, ma sull’utilizzo di dosi che sono evidence-based e raccomandate dalle linee guida purché siano ben tollerate» ha affermato Gregg C. Fonarow, vicepresidente del writing committee. «Il set di misure ora include la valutazione dei pazienti trattati con dosi di farmaci al 50% o più della dose target in assenza di controindicazioni o intolleranza documentata» ha continuato.L’aggiornamento, pubblicato su Journal of the American College of Cardiology e che segue il set di misure del 2011 e quindi precedente l’approvazione del 2015 del farmaco ARNI (Angiotensin Receptor Neprilysin Inhibitor) sacubitril/valsartan, include 2 misure di qualità, 1 strutturale e 7 nuove misure di performance che provengono dalle raccomandazioni più forti delle linee guida 2017 ACC/AHA/Heart Failure Society of American Heart Failure. Oltre a queste linee guida, il writing committee ha esaminato le misurazioni di performance esistenti. «Queste strategie di gestione, test diagnostici, farmaci e dispositivi con le prove più forti e il più alto livello di raccomandazioni delle linee guida sono state ulteriormente prese in considerazione per l’inclusione nel set di misure di performance» ha spiegato Fonarow aggiungendo che le misure sono state sottoposte a peer rewiev e all’approvazione delle organizzazioni rappresentate. Una misura del 2011 è stata ritirata (valutazione della frazione di eiezione ventricolare sinistra per pazienti ricoverati) e 3 sono state riviste. Per Fonarow, che ha evidenziato diverse necessità per la ricerca futura, per le misure ci si dovrà concentrare sull’uso di inibitori del cotrasportatore di sodio glucosio di tipo 2 per lo scompenso cardiaco anche nei pazienti senza diabete (non incluso adesso poiché le linee guida ACC/AHA sullo scompenso cardiaco non erano ancora aggiornate). «Se queste misure di performance dello scompenso cardiaco ACC/AHA fossero applicate in tutti gli ambienti in cui i pazienti con la patologia vengono curati negli Stati Uniti e si raggiungesse una conformità ottimale ed equa di ciascuna di queste misure, potrebbero essere salvate oltre 100.000 vite all’anno» ha spiegato Fonarow, che ha concluso sottolineando il bisogno urgente di misurare e migliorare la qualità dell’assistenza per lo scompenso cardiaco. (fonte: Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

M&A, prima performance globale positiva in tre anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 ottobre 2020

Il mercato globale dell’M&A ha registrato la sua prima performance positiva in tre anni per numero di operazioni concluse, nonostante l’impatto della pandemia da COVID-19, rivela Willis Towers Watson. Sulla base dell’andamento dei titoli azionari, gli ultimi risultati del Quarterly Deal Performance Monitor (QDPM) di Willis Towers Watson, gestito in collaborazione con la Business School (ex Cass), mostrano che gli acquirenti hanno sovraperformato dell’1,5% l’Indice mondiale MSCI[1] nel terzo trimestre del 2020. Si tratta della prima performance positiva degli acquirenti dal terzo trimestre del 2017 (+0,7%). Tuttavia, i volumi delle transazioni sono al loro livello più basso da oltre un decennio (dal terzo trimestre 2009), con appena 121 transazioni concluse negli ultimi tre mesi. L’impatto economico in corso e l’incertezza causata dalla pandemia globale hanno continuato a scoraggiare il completamento delle operazioni a livello globale. Andrea Scaffidi, Head of Retirement di Willis Towers Watson in Italia, ha dichiarato, ha dichiarato: “È troppo presto per interpretare la serie di accordi annunciati negli ultimi mesi come un segno di ripresa per il mercato dell’M&A. La nostra analisi sugli accordi conclusi e sulle loro prestazioni invoca una risposta più cauta. Con il volume delle operazioni concluse degli ultimi dieci anni e il risultato delle operazioni nordamericane ai minimi storici, a causa della perdurante pandemia e dell’incertezza economica e politica, gli acquirenti devono essere coraggiosi e cauti al tempo stesso.” I principali risultati dei dati di QDPM includono: Acquirenti europei resistenti – Gli acquirenti in Europa attualmente sono il 20,4% sopra il loro indice regionale, con 30 offerte concluse nel terzo trimestre È la prima volta in due anni che l’Europa registra quattro trimestri consecutivi di performance positiva. Performance M&A del Nord America ai minimi storici – I mediatori del Nord America hanno avuto la peggiore performance trimestrale dai tempi del lancio dell’Indice QDPM nel 2008. Hanno sottoperformato significativamente il loro indice regionale ell’8,6%, con 52 operazioni completate nel terzo trimestre, e hanno completato il numero più basso di operazioni congiunte dal 2009 (alla pari con il secondo trimestre 2020). L’Asia-Pacifico mantiene un trend positivo – La regione continua la performance positiva registrata nel primo semestre del 2020, superando l’indice con una performance del 4,4%, con 35 operazioni chiuse nel terzo trimestre del 2020. Per la prima volta dal 2017, gli acquirenti dell’Asia-Pacifico hanno ottenuto due trimestri consecutivi di performance positiva.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Smart working: misurare le performance per un miglioramento efficace

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2020

Milano. A causa dell’emergenza sanitaria in cui tutto il Paese si è ritrovato, lo smart working è stata una delle principali soluzioni che ha consentito a molte organizzazioni di continuare a fornire i propri servizi mantenendo la loro continuità operativa (business continuity) durante i mesi di lockdown. Nonostante questa modalità di lavoro fosse presente già da diverso tempo, emerge come fino a prima dell’emergenza non fosse perfettamente riconosciuta e conosciuta, in termini di modalità di fruizione ed esecuzione.Per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali lo smart working (o Lavoro Agile) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e da un’organizzazione del lavoro definita per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.Già prima dell’emergenza da Covid-19 lo smart working mostrava un trend in significativa crescita nel nostro paese che Osservatori.net stimava nel 2018 in circa 480.000 smart worker fino ad arrivare ai 570.000 del 2019 (+18,7%).Lo smart working deve essere considerato un modello organizzativo che può portare vantaggi in termini di produttività e di raggiungimento degli obiettivi per le aziende e di qualità di vita per chi lo pratica. Il nuovo concetto su cui si fonda è un diverso approccio all’organizzazione del lavoro, basato principalmente su un importante cambiamento culturale; una flessibilità rispetto ad orari e luoghi di lavoro; una dotazione di strumenti tecnologici e nuovi spazi fisici. L’emergenza sanitaria ha messo in luce come questo strumento, definito dalla legge 81 del 22 maggio 2017, sia in realtà un’ottima soluzione per gestire la continuità operativa. Tuttavia, le soluzioni attuate in questo periodo, non permettono di usufruire dell’attivazione di tutti i principi e delle leve su cui si basa la nuova organizzazione del lavoro, venendo meno anche i benefici che derivano dall’applicazione dello smart working. Tali benefici possono essere, ad esempio, la riduzione dei costi di trasferta, la riprogettazione (riduzione) degli spazi di lavoro, una maggiore qualità del servizio in termini di tecnologia e innovazione, la soddisfazione dei dipendenti che riescono a bilanciare meglio il rapporto tra vita professionale e vita privata. E, infine, un altro importante elemento è il minore impatto ambientale: minori spostamenti significano minori emissioni di CO2.Le aziende che hanno approcciato lo smart working in quest’ultimo periodo desideravano, in primis, di avere chiarimenti in merito a questa nuova modalità di lavoro. È quanto emerge dalle parole di Sabrina Bruschi, Business Unit Manager della divisione Business Assurance di TÜV Italia, che a questo proposito afferma: “Negli scorsi mesi ci sono pervenute diverse richieste da parte di differenti interlocutori che chiedevano di comprendere meglio in cosa consistesse realmente lo smart working, le modalità per verificare lo stato di avanzamento delle attività, come attuare il controllo dei processi e come verificare il raggiungimento degli obiettivi dell’anno in corso, seppure con gli evidenti ritardi dovuti alla situazione contingente e con le risorse a casa”. Se da un lato vanno tenuti in considerazione i dubbi delle aziende, che si sono ritrovate a dover riprogettare le attività con una differente modalità organizzativa, dall’altro sono un punto fondamentale anche le considerazioni dei dipendenti, che si sono dovuti confrontare con nuove regole, spesso completamente sconosciute o non comunicate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia migliora la propria performance di riciclo delle pavimentazioni stradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 febbraio 2020

E’ passata in 4 anni dal 20% (2014) al 25% (2018) del recupero di fresato, ma rimane indietro rispetto ai principali paesi europei (la media è del 60%). Burocrazia, complesso e non uniforme regime delle autorizzazioni e pregiudizio frenano lo sviluppo del riciclo. Ogni anno il totale recupero delle pavimentazioni stradali rimosse potrebbe portare a un risparmio di materie prime pari a 1.200 mln di euro, senza contare la riduzione di emissioni inquinanti equivalenti a quelle generate da 3 raffinerie di medie dimensioni e all’inquinamento prodotto dalla circolazione continua di 330.000 autocarri sul territorio nazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“XMAS Performance Night Out”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Rome 19.12.2019 h 19,00 Via Liguria 20 XMAS Performance Night Out Concert, Performance. Istituto Svizzero is pleased to present “XMAS Performance Night Out”, a three-day touring festival in Venice, Milan, and Rome (16.12.2019 Venice (Palazzo Trevisan degli Ulivi), 17.12.2019 Milan (Fondazione ICA MILANO)18.12.2019 Rome (Istituto Svizzero, Roma). Following previous years’ success of “XMAS Market Music Festival”, this year we decided to give a different twist to our Xmas mood by inviting Swiss and Italian performers and live-act musicians.This special evening will feature performances by Jacopo Miliani, Marie-Caroline Hominal, Nils Amadeus Lange and Lumpex.
Marie-Caroline Hominal received her Dance education at Janet Held Studio in Montreux, the Schweizerische Balletberufschule in Zurich and at the Rambert School of Ballet and Contemporary Dance in London. During this last period she was a member of the National Youth Dance Company. Her practice includes video, songwriting, music, choreography, and performance. She has collaborated with François Chaignaud, with whom she created Duchesses (2009), Clive Jenkins, Cristian Vogel, and visual artists Kim Boninsegni, David Hominal and Delphine Coindet. She has developed miniature one-to-one performances such as Hôtel Oloffson (2013) and Le Triomphe de la Renommée (2013), as well as full length performances such as Ballet (2014), Patricia Poses by the Pop Machine (2011) and the live concert performance Silver (2013). As a dancer she has worked with the Tanztheater Basel, Irène Tassembedo, Blanca Li, Gisèle Vienne, Gilles Jobin, La Ribot, and Marco Berrettini. She was a guest performer for Human Writes by William Forsythe and B.O.B. by Dick Wong. Since 2008, she has been showing her work, in both theaters and galleries, among other cities, Basel, Belgrade, Berlin, Beirut, Bilbao, Bogotá, Bruxelles, Chicago, Dresde, Genève, Los Angeles, New York City, Paris, Rome, San Francisco, Santa Cruz, Santiago de Chile, Varsovie, Wroclaw, Zagreb, and Zürich.
Nils Amadeus Lange works as a performer, artist and choreographer in Zurich. After completing his drama studies at Hochschule der Künste Bern, he began withdrawing from theatre, shifting his focus to more abstract forms of expression, dance and performance history while studying the Scenic Arts Practice Master’s program that he completed at Hochschule der Künste Bern, too. Lange “uses his body as a weapon, with which he pierces through the audience’s heads, in order to sub-sequently dissect memories of conventions, role models and gender stereotypes from their brains.” Recent years have seen the emergence of not only his own work, but also various collaborations. Among other works, the online series and stage piece body and freedom was developed in collaboration with Florentina Holzinger, Vincent Riebeek, Annina Machaz and Manuel Scheiwiller, and premiered at Tanzhaus Zürich.
Rafal Skoczek is a polish multidisciplinary artist and under the name of Lumpex he has been DJing, exploring and decomposing various experimental music genres as Techno, Ambient, Hardcore, Noise, Jungle, Musique Concrete, and Black Metal, with releases on Forbidden Planet, Kashev Tapes, BRKN and a new E.P. coming out on the Zurich based Gentrified Underground Label.
Jacopo Miliani lives and works in Milan. Miliani is currently teaching ‘Role of Creativity and Design’ at Istituto Marangoni in Florence and ‘Practice and theory of performance’ at Accademia di Belle Arti di Verona. He participated in the program ‘Exhibition as Medium’ through the Vision Forum platform at Linköpings Universitet. He is one of the founding members of OuUnPO, a research group composed of artists, curators, and researchers who together look at the boundaries of performance by appropriating and stretching the language of workshops, seminars, and meetings. He has attended several workshops and residencies with artists from different generations, including Joan Jonas, the Otolith Group, Peter Friedl, and Cesare Pietroiusti. He has collaborated with different performers including Jacopo Jenna, Antonio Torres, DivaD, Benjamin Milan, Mathieu LaDurée, Eve Stainton, and Carima Neusser. His projects have featured professionals from various disciplines including the filmmaker Dario Argento, the fashion designers Boboutic, and the music producer Jean–Louis Hutha. He is the founder of an independent publishing project that focuses on homosexuality and language: Self Pleasure Publishing.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ThousandEyes Introduces Collective View of Global Internet Performance

Posted by fidest press agency su domenica, 17 novembre 2019

ThousandEyes, the Internet and Cloud Intelligence company, today unveiled Internet Insights(™), the only collectively powered view of global Internet performance. Internet Insights(™) analyzes common points across billions of service delivery paths in real-time to identify where business-impacting Internet outages are occurring. These insights enable enterprises and service providers to immediately see issues that directly or indirectly impact their users, accurately measure their scope, accelerate the remediation process and confidently communicate what’s causing service issues to their customers and employees.“Whenever a customer is having an issue with our service, even if we can definitively say the issue isn’t in our code or in our direct Internet service delivery path, it’s still our problem because it’s affecting our customer’s experience,” said David Mann, technology officer at a global education company. “That’s why it’s important to be able to see beyond our own service delivery paths and gain intelligence from the collective view of what’s happening on the global Internet, so we can help our customers pinpoint where the issue is, even when it’s not ours. We would never be able to do that without a collective intelligence solution like Internet Insights.” “Being able to look beyond our own view of the Internet to instantly verify if the issue is unique to us, or if it’s a larger issue impacting others is incredibly useful information to have when an application performance issue is impacting our customers or employees,” said Oleg Onatzevitch, vice president in the enterprise network services group at one of the largest multinational investment banks. “That data allows me to immediately escalate the conversation with the service provider that’s causing the issue because I can show them it’s not just us, but their issue is impacting several other major businesses too. It helps them effectively prioritize issue remediation, and it helps us be able to confidently communicate what’s going on to our customers, which is a win-win for everyone.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TTP Ventus Introduces New High-performance Micropumps for Medical and Life Science Markets

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 novembre 2019

TTP Ventus Ltd, a manufacturer of high-performance, silent micropumps for medical and life science markets, has announced the introduction of a range of new pumps that extend performance, delivering higher flow rates, higher pressures, and longer lifetimes. This opens up new product innovation possibilities for applications including microfluidics research, medical diagnostics, therapeutic devices and wearables.Among the pumps to be displayed at COMPAMED, the new HP Series has been designed for applications requiring high pressure, with the first model delivering in excess of 800 mBar, doubling what was available with previous models. The ability to generate such high pressures from a small, controllable, and non-pulsatile pump opens up exciting opportunities in microfluidics, particularly in so-called pressure-driven-flow or air-over-liquid systems. By moving the pump close to where the pressure or vacuum is needed, system complexity and size can be reduced significantly.The new LT Series was developed for applications requiring long lifetimes, typically 5,000 hours or more. These models offer increased pneumatic performance combined with long lifetime. TTP Ventus plans to extend pump lifetime even further in the near future, and expects to announce its first 10,000-hour pump in 2020. In addition to these offerings, TTP Ventus has extended its BL and XP Series with four additional pumps. These provide increased flow rates of up to 2.1 litres per minute, enabling faster inflation with blood pressure cuffs or therapeutic cushions for example. The new pumps maintain the small size and silent operation of existing models, enabling discrete, wearable products which were not previously possible. Their increased efficiency is valuable for battery-powered products, while precise controllability means that components such as proportional valves can be made redundant.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deliver Comprehensive Performance Assessment for Credit Unions

Posted by fidest press agency su sabato, 19 ottobre 2019

FI Navigator Corporation and Sievewright & Associates have expanded their agreement to provide credit unions with the most comprehensive performance assessment solution available. FIN Advisor instantly generates a complete consultative assessment of your credit union’s profit, growth, risk, and member offering generating primary opportunity themes, specific strengths/opportunities and even custom solution category recommendations.Commenting on the expanded collaboration, credit union movement thought-leader and Sievewright & Associates founder, Mark Sievewright said, “FIN Advisor will automate the ability of credit unions to assess performance, manage risk and drive digital transformation. The rapid digital transformation of financial services requires credit unions to prioritize their investments to continue to thrive in a rapidly changing environment”.FI Navigator’s CEO and founder, Steve Cotton, said, “Credit union executives understand the critical importance of pinpointing performance and product offering opportunities and allocating limited resources where they deliver the biggest member benefit. We’re privileged to expand our relationship with Sievewright & Associates to help credit unions continue their leadership in financial services.” As a way to share the combined insights of both organizations with industry executives, they will be hosting a joint webinar entitled “Driving Credit Union Performance in the Digital Age,” on Nov. 6, 2019 at 1 PM ET. Credit union executives can register here to attend.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Philips provides update on its financial performance in Q3 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

Amsterdam, the Netherlands – Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA), a global leader in health technology, today provided an update on the third quarter 2019 financial results for the Group, which will be reported on October 28, 2019.
Group sales for the quarter are expected to amount to approximately EUR 4.7 billion, reflecting a strong 6% comparable sales growth with all businesses contributing. Comparable order intake growth in the quarter is expected to be flat on the back of strong 11% growth in the third quarter of 2018.Group Adjusted EBITA for the quarter is expected to be around EUR 583 million, or 12.4% of sales, compared to 13.2% in Q3 2018. The continued Adjusted EBITA margin improvement of the Diagnosis & Treatment and Personal Health businesses was more than offset by a 4.5 percentage point decline in the Adjusted EBITA margin of the Connected Care businesses (to 11.3% of sales), and a shortfall of around EUR 20 million of license income in the segment Other.
Philips has delivered three consecutive years of at least 100 basis points annual Adjusted EBITA improvements. Given the overall significant headwinds and the underperformance of the Connected Care businesses, we expect that the full year 2019 Adjusted EBITA margin improvement for the Group will be 10 to 20 basis points. For 2020, we expect to deliver a 4-6% comparable sales growth and an Adjusted EBITA margin improvement of around 100 basis points.”
Net income from continuing operations is expected to amount to approximately EUR 210 million in the quarter, which will include a charge of EUR 78 million related to a goodwill impairment in Connected Care.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cloudflare Grows Network and Launches Performance and Cryptography Solutions in Q2

Posted by fidest press agency su domenica, 14 luglio 2019

Cloudflare, a leading Internet security, performance, and reliability company, today announced that it protects and optimizes more than 18 million Internet properties as of the second quarter of 2019, an increase of more than two million from last quarter. This is made possible through Cloudflare’s global network, which spans more than 180 cities in 80 countries and counts approximately ten percent of the Fortune 1,000 as paying customers.Cloudflare announced a number of partnerships in the second quarter of 2019. Tencent Cloud, one of the world’s leading providers of cloud computing and Internet value-added services, joined the Bandwidth Alliance. Now, joint customers of Cloudflare and Tencent Cloud pay zero data transfer fees for all traffic between their networks outside of China. Cloudflare also partnered with analytics platforms such as Chronicle Security, Datadog, Elastic, Looker, Splunk, and Sumo Logic to enhance Internet performance and security analytics. Shared customers can now view security events and traffic trends from any of their Internet properties while combining Cloudflare logs with other data sources.Cloudflare also celebrated the fifth anniversary of Project Galileo in June, an initiative that equips politically and artistically important organizations and journalists with powerful tools to defend themselves against attacks that would otherwise censor their work, at no cost. The Project protects nearly 600 vulnerable groups and works with 28 partner organizations.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gianluca Brogna presenta John Cascone

Posted by fidest press agency su martedì, 19 marzo 2019

Roma Giovedì 21 marzo 2019 ore 19.00 AlbumArte, via Flaminia 122 Gianluca Brogna presenta John Cascone per il terzo dei cinque appuntamenti della nuova serie di AlbumArte VideoArtForum, rassegna di proiezioni di film e video d’artista. Ingresso gratuito.
Dopo la proiezione seguirà un dibattito aperto al pubblico in sala. I video di John Cascone verranno proiettati nuovamente, in loop, nei giorni venerdì 22 e sabato 23 marzo, dalle 15.00 alle 19.00.Artista visivo le cui pratiche, negli ultimi anni, sono orientate prettamente sui linguaggi della performance, John Cascone impiega il video come strumento di documentazione delle sue ricerche concettuali. L’immagine viene utilizzata come mezzo per raccontare una ricognizione indirizzata principalmente alla reificazione dell’immateriale. Il “lessico” con il quale costruisce le sue immagini è affine agli strumenti di ricerca delle scienze sociologiche e demo-etno-antropologiche ovvero la risultante di una indagine che mette in relazione le comunità e i gruppi con questioni riguardanti il linguaggio, l’identità e la memoria. Durante la conversazione con Gianluca Brogna l’artista mostrerà alcuni lavori video raccontando le tappe della sua ricerca.
Il progetto AlbumArte VideoArtForum – iniziato nel 2016 e diretto da Cristina Cobianchi con il coordinamento di Valentina Fiore – ha presentato artisti e curatori italiani e internazionali e conferma l’interesse di AlbumArte per la videoarte, medium espressivo del quale si è occupato fin dagli esordi (2011) in Italia e all’estero, continuando a definire l’indagine in questo ambito come una delle caratteristiche più specifiche del suo percorso di ricerca.www.albumarte.org

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Performance e Installazione di Paola Marzano

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma Domenica 17 marzo 2019 alle ore 17.00 il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, Area Incontri Via Nizza 138 ospita presso l’Area Incontri Pre-Scelta, Performance e Installazione di Paola Marzano. Il progetto è stato condiviso e sostenuto dall’Archeologa e Storica dell’Arte Maria Arcidiacono che si è espressa in merito: “Pre-Scelta è un progetto inedito nato dalla riflessione su una tematica che ha origini antichissime e che continua ad essere attuale nella società globalizzata: il matrimonio forzato e quello combinato, indistinguibili l’uno dall’altro, se non in termini giuridici.Una pratica che colpisce maggiormente le donne, attraversa geografie e classi sociali e sopravvive nella cultura occidentale, basti pensare che tra il 2000 e il 2010 si sono registrati negli Stati Uniti circa 250mila matrimoni precoci: non c’è una legge che impedisca alle minorenni di sposarsi e per molte di esse la prima notte di nozze equivale a uno stupro (dati Unchained at last).Ancora oggi, secondo l’Onu, vi sono oltre 700 milioni di spose bambine in tutto il mondo e 41mila matrimoni forzati al giorno. Il problema riguarda anche le immigrate di seconda generazione nel nostro Paese: adolescenti e giovani donne appartenenti alle comunità bengalesi, indiane, pachistane, turche, marocchine e albanesi; in ragione di ciò, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ha recentemente proposto di introdurre in Italia il reato di matrimonio forzato.A questo costume, che può essere considerato come un fenomeno di nuovo schiavismo, si affianca il sottile persistere di un’ottica che vuole la donna caricata da presunti obblighi: le si richiede di essere sposata o almeno convivente e, soprattutto, di diventare madre.Il tema della violenza maschile sulla donna era stato già in parte affrontato da Paola Marzano nel suo lavoro del 2014, Il Linguaggio Segreto di un Gesto, ispirato ad un capolavoro dell’arte etrusca del VI secolo a.C., il celebre Sarcofago degli Sposi.Una riflessione sulla distanza, non solo cronologica, tra la nostra cronaca attuale, con i suoi troppo frequenti femminicidi (93 in Italia nel 2018, circa due donne uccise ogni settimana) e la civiltà degli Etruschi, dove inaspettatamente si trovano prassi non coercitive verso la donna sposata. Il matrimonio, testimoniato in particolare da alcuni reperti archeologici, sembrerebbe contratto liberamente, tra individui di pari dignità; la donna etrusca godeva di libertà inconcepibili nel mondo romano, dove il pater familias esercitava la propria autorità e aveva il diritto di revocare l’assenso al matrimonio e richiamare la figlia a casa.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le performance del mercato immobiliare di Roma e Milano

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 marzo 2019

Registrano risultati molto diversi fra loro. Secondo il focus di Immobiliare.it sui quartieri delle due metropoli, tutte le zone del capoluogo meneghino sono coinvolte dal trend di aumento dei prezzi, mentre nella Capitale, durante l’ultimo anno, in una zona su tre i valori risultano ancora in stallo o addirittura in calo.Dati alla mano, una casa vista Duomo batte per valore un’abitazione con affaccio sul Colosseo: all’ombra della Madonnina la spesa media al metro quadro da mettere in conto è di 9.184 euro mentre al centro di Roma la cifra si ferma a 7.865 euro/mq.I quartieri che, rispetto a un anno fa, hanno visto crescere maggiormente i prezzi degli immobili sono stati Città Studi a Milano (+20%, con una media di quasi 5.000 euro al metro quadro) e Colli Albani-Appio Latino a Roma (+13%, con prezzi medi di poco superiori a 4.000 euro).Di contro, nel capoluogo lombardo la zona con i valori immobiliari più bassi è quella periferica di Baggio-Bisceglie-Olmi, dove il costo medio al metro quadro è pari a 2.286 euro. A Roma, invece, l’area più economica in cui comprare casa è quella di Lunghezza-Castelverde (1.680 euro/mq).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lauree STEM: performance universitarie, esiti occupazionali e gender gap

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 febbraio 2019

Oggi l’attenzione è focalizzata sui laureati STEM, che afferiscono in particolare ai percorsi disciplinari di: ingegneria, geo-biologico, architettura, scientifico e chimico-farmaceutico. L’analisi è di tipo comparativo: le performance universitarie e gli esiti occupazionali dei laureati STEM sono confrontate con quelle dei percorsi non STEM e vengono osservate ponendo l’attenzione sulle principali differenze per genere e per gruppo disciplinare.
Il Rapporto 2018 sul Profilo ha coinvolto oltre 73.000 laureati di primo e secondo livello (magistrali biennali e magistrali a ciclo unico) che hanno conseguito nell’anno 2017 un titolo universitario in un percorso STEM. I laureati STEM del 2017 costituiscono il 26,5% dei laureati dell’intero anno solare (circa 276 mila).I dati sul Profilo mettono in evidenza la diversa composizione per genere: tra i laureati STEM è più elevata infatti la componente maschile, che raggiunge il 59,0%, mentre tra i laureati non STEM prevalgono le donne (sono quasi due su tre). Tra i laureati STEM la componente maschile è elevata in particolare tra i gruppi ingegneria (74,0%) e scientifico (68,4%), mentre si osserva un’inversione di tendenza nei gruppi geo-biologico, chimico-farmaceutico e architettura, dove sono le donne ad avere un’incidenza maggiore.
Per l’analisi degli esiti occupazionali si è ritenuto opportuno concentrarsi sui laureati di secondo livello a cinque anni dal conseguimento del titolo: ciò per consentire un’analisi comparativamente più adeguata. Infatti, i laureati di primo livello proseguono in larga parte (58,6%) la formazione iscrivendosi alla laurea magistrale; tra i laureati di secondo livello, analogamente, è diverso l’impegno in attività formative post-laurea, frequentemente necessarie all’avvio della carriera libero-professionale.
Il Rapporto sulla Condizione Occupazionale ha riguardato oltre 30.600 laureati STEM di secondo livello (magistrali biennali e magistrali a ciclo unico) del 2012, intervistati nel 2017 a cinque anni dal titolo.
In generale i laureati provenienti da percorsi STEM evidenziano buone performance alla prova del mercato del lavoro. Tuttavia esistono profonde differenze a livello di genere che vedono le donne risentire di un più contenuto tasso di occupazione e retribuzioni inferiori rispetto agli uomini.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »