Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘periferia’

Segni di periferia

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 settembre 2019

E’ stata presentata a Milano SEGNI DI PERIFERIE, installazione multimediale realizzata dal collettivo RACCONTAMI per WeWorld Onlus, organizzazione italiana indipendente che lavora in 29 Paesi, tra cui l’Italia, per promuovere progetti di Cooperazione allo Sviluppo e Aiuto Umanitario di elevato impatto, garantendo i diritti di donne, bambini e comunità locali. L’installazione girerà nelle scuole partner di progetto per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di divenire protagonisti delle proprie storie per cambiarne il finale.
La presentazione di SEGNI DI PERIFERIE è stata l’occasione per promuovere un dibattito e una riflessione più ampia sul tema periferie e adolescenti attraverso interventi di figure di spicco di varie discipline: Gabriele Rabaiotti, Assessore Politiche Sociali e Abitative Comune di Milano, Alessandro Volpi, Vice responsabile d.to Advocacy e Programmi Italia WeWorld Onlus, Gianni Biondillo, scrittore e Serena Girani, Architetto Arup Group.
SEGNI DI PERIFERIE si inserisce nel progetto nazionale R.E.A.C.T. – Reti per educare gli adolescenti attraverso la comunità e il territorio, lanciato da WeWorld per contrastare la povertà educativa e favorire inclusione e benessere dei ragazzi che vivono in contesti difficili. Selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, REACT è attivo da settembre 2018 in Piemonte, Lombardia, Lazio, Campania, Sicilia, Sardegna, regioni nelle quali sono stati individuati 10 quartieri periferici caratterizzati da situazioni critiche di disagio socioeconomico.
Il progetto coinvolge 3200 ragazzi, 1700 famiglie vulnerabili e 690 insegnanti, con un modello innovativo per rafforzare gli adolescenti più vulnerabili e potenziare i soggetti (insegnanti, operatori sociali, famiglie, volontari) che rappresentano la comunità educante. Nei Centri del progetto REACT adolescenti e famiglie trovano spazi che offrono diverse opportunità: formazione di competenze personali attraverso attività innovative e percorsi di orientamento, supporto allo studio, percorsi di supporto a genitori e famiglie vulnerabili attraverso counseling e formazione su competenze genitoriali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Commissione parlamentare visita a San Basilio Roma per lavoro sul degrado delle periferie

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 dicembre 2016

periferiaLa Commissione d’inchiesta della Camera dei deputati sullo stato della sicurezza e del degrado delle città e delle loro periferie ha visitato il Quartiere di San Basilio a Roma incontrando tra gli altri: le operatrici dei Progetti Frequenza200, contro la povertà educativa e Spazi Donna di WeWorld per l’orientamento e lo sviluppo delle donne, il parroco Don Stefano, rappresentanti del IV Municipio, dirigenti dei Commissariati di zona e le associazioni impegnate nel territorio, come il centro culturale Aldo Fabrizi.
La Commissione, istituita nel luglio scorso, comprende 20 deputati di tutti i principali partiti tra cui: Andrea Causin, Roberto Morassut, Antonio Misiani, Milena Santerini. Ha come compito principale la verifica dello stato del degrado e del disagio delle città e delle loro periferie, con particolare riguardo alle implicazioni socio-economiche e di sicurezza, attraverso l’esame di una serie di fattori: struttura urbanistica e composizione sociale dei quartieri periferici; realtà produttive, disoccupazione (in particolare femminile e giovanile); forme di povertà, marginalità e di esclusione sociale; istruzione e offerta formativa; presenza di migranti.
Dopo il varo del Fondo per la povertà educativa che nei prossimi mesi sosterrà “interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori”, l’attività della Commissione è un segnale importante per le aree del nostro paese che più risentono dei fenomeni di esclusione sociale, degrado e insicurezza alimentati dalla crescente povertà e amplificati da contesti urbani mal progettati.
Nelle periferie delle grandi città italiane, che spesso costituiscono un modello negativo di progettazione urbana, bambini e donne soffrono di gravi forme di esclusione, derivanti non solo dalla mancanza di mezzi economici, ma da una condizione di isolamento, assenza di opportunità di incontro e relazione sociale, che sfociano spesso nella violenza domestica e nella criminalità.
Ma le periferie non sono solo territori ad “alta densità di disagio”, possono essere anche luoghi in cui coltivare progetti audaci di riconnessione, o come dice Renzo Piano, di “rammendo urbano”. E’ possibile creare “presidi ad alta intensità educativa e sociale”.
Come a San Basilio, dove WeWorld – Organizzazione Non Governativa che si occupa di difendere i diritti di donne e bambini in Italia e nel sud Del Mondo – è presente da alcuni anni con due interventi sperimentali e innovativi per contrastare la dispersione scolastica e prevenire la violenza e favorire l’inclusione socio-economica delle donne. “Progetti analoghi sono attivi in altre aree urbane e sono possibili grazie alla presenza nel nostro paese di una infrastruttura sociale che, sebbene bistrattata dai tagli al welfare, ancora è in grado di progettare e garantire servizi in grado di impattare in modo positivo sulle vita quotidiana di quanti vivono in contesti di oggettiva difficoltà”. Dichiara Stefano Piziali, Responsabile Advocacy e programma Italia di WeWorld.
A San Basilio WeWorld opera in collaborazione con Cemea del Mezzogiorno e Be Free occupandosi, in collaborazione con le scuole e altre associazioni del territorio, per garantire alcuni servizi essenziali (istruzione, assistenza sociale, supporto psicologico), ma anche luoghi di progettazione sociale. Lavorare con donne e bambini qui è ancora più importante perché sono proprio loro a risentire maggiormente sia della povertà economica sia di condizioni di diseguaglianza ed esclusione. Tuttavia, è proprio qui dove a volte sembra mancare la speranza, che le persone possiedono risorse inaspettate per valorizzare i propri contesti di vita, rendendo i quartieri luoghi più inclusivi, attraverso la riprogettazione di micro spazi urbani, la riconnessione degli spazi personali e sociali di vita, la valorizzazione delle proprie competenze. (periferia)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: bilgietti a due euro e posti riservati ai giovani in periferia

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2012

Roma «Invito i giovani al teatro, per avere delle occasioni di riflessione e dare un senso alla vita: mi rivolgo soprattutto a quanti pensano che la propria non ne abbia». Lo dichiara l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, che si celebra oggi su iniziativa dell’Unesco.È il teatro dunque la nuova modalità scelta dall’Assessore De Palo per incontrare i giovani, dopo il successo del tour nelle periferie ‘Se non tu, chi?’, delle scorse settimane. L’occasione è data dalla rassegna ‘I Teatri del Sacro – Posti riservati a giovani in ricerca’ ideata e organizzata dalla Federgat con il sostegno dell’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale e dell’Acec e con il contributo del Teatro di Roma. La Capitale ospiterà 14 spettacoli in 7 spazi di periferia (Teatro Tor Bella Monaca, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Centrale Preneste Teatro, Sala Cantieri Scalzi, Basilica di San Saba, Basilica di Santo Stefano Rotondo, Sala della Comunità Santa Silvia) per due mesi, in una serie di appuntamenti da domani, 28 marzo al 26 maggio, al costo ridotto di 2 € per gli under 30. «Non sarà una semplice rassegna teatrale ma un’occasione di libero e aperto confronto intorno ai temi del sacro, per far emergere le istanze che toccano da vicino le inquietudini e le speranze dell’uomo contemporaneo, e che suscitano l’interesse di credenti e non credenti, con una particolare attenzione alle nuove generazioni», spiega De Palo. Il progetto inoltre intende valorizzare il ruolo dello spettatore come soggetto attivo della visione, grazie al laboratorio gratuito per il pubblico “Visioni e Condivisioni”, tenuto da Giorgio Testa, del Centro Teatro Educazione dell’ ETI, ora diventato ‘La Casa dello Spettatore’. «Tutto educa e tutto contribuisce ad educare, e questa dei ‘Teatri del Sacro’ è solo la prima rassegna teatrale che proponiamo ai nostri giovani. Da maggio infatti, partiranno una serie di spettacoli ad opera di giovani compagnie, riservati in special modo ai giovani, che potranno assistervi gratuitamente. Questo progetto rientra nell’obiettivo che ci siamo prefissati: proporre una nuova Movida romana, per dire ai giovani che è possibile divertirsi e passare una bella serata anche senza sballarsi. Da qui, il nuovo bando per il reperimento di proposte riguardanti il tema “Riprendiamoci la notte”, che abbiamo lanciato ieri».Per consultare il programma de ‘I Teatri del Sacro’: http://blog.iteatridelsacro.it

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le mattine dieci alle quattro

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 maggio 2011

Roma dal 10 al 29 Maggio 2011 torna in scena al Teatro della Cometa Via del Teatro Marcello, 4 “Le mattine dieci alle quattro” Scritto e diretto da Luca De Bei Con Federica Bern – Riccardo Bocci – Alessandro Casula Scene: Francesco Ghisu – Costumi: Sandra Cardini Luci: Alessandro Carletti Suono: Marco Schiavoni Collaboratore alla regia: Alessandra Paoletti Assistente alla regia: Sandra Conti A Roma ogni mattina, alla stessa ora dell’alba, due ragazzi e una ragazza aspettano l’autobus che dalla periferia li porterà ai loro lavori in “nero”, pericolosi e sottopagati. I due ragazzi, uno italiano l’altro straniero, lavorano in un cantiere edile. La ragazza, italiana, fa le pulizie. La loro realtà è fatta di levatacce, di turni massacranti, di tentativi di fuga dal quotidiano nello stordimento dell’alcool, della droga o della musica di una discoteca. Ma è fatta anche di aspirazioni, di sogni, della voglia di una vita migliore e, soprattutto, di un disperato bisogno d’amore. Le “mattine dieci alle quattro”, oltre aver vinto il Premio Golden Graal per la regia 2010, è stato anche finalista al premio “Enrico Maria Salerno per la drammaturgia” 2007. Inoltre nel 2009 è stato finalista al Premio Riccione per il teatro. Nel 2010, la casa editrice Titivillus, ha pubblicato il libro dal titolo omonimo. Lo spettacolo, è patrocinato dall’ Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico “Dopo il successo dell’anno scorso alla Sala Uno torna a maggio a Roma “Le mattine dieci alle quattro” nella stagione del Teatro Della Cometa, e questo è per me motivo di particolare soddisfazione. Lo spettacolo ha vinto qualche mese fa il Premio Golden Graal per la regia 2010 a testimonianza del fatto che il pubblico giovane ha particolarmente apprezzato il nostro lavoro. Il premio infatti è aggiudicato dalle scuole di teatro, cinema, e musica di tutta Italia. Significa, io credo, che al di là del coinvolgimento emotivo della storia d’amore raccontata, il tema del precariato, del lavoro nero e delle morti sul lavoro è sembrato ai giovani quanto mai attuale, urgente, importante. Ed è con rinnovato senso di responsabilità e di impegno che io, gli attori, e la compagnia tutta ci apprestiamo a riportare in scena la storia di William e Ciranda, due ragazzi sfruttati e sottopagati e del loro amico Stefan, un immigrato rumeno che con loro condivide le difficoltà di inserirsi in una società ostile e maldisposta a riconoscere anche quelli che sono i più elementari diritti dei lavoratori, italiani e non”. (Luca De Bei)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La periferia si mette in mostra”

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2011

Con i giovani scrittori e poeti, tra i 18 e i 35 anni, che hanno partecipato al relativo Concorso Letterario di Poesia e Narrativa indetto dall’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di valorizzare e incoraggiare la capacità creativa dei giovani, sostenendone l’inserimento nel mondo delle arti e delle professioni, nell’ambito dei Piani Locali Giovani – Città Metropolitane, promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani. Alla cerimonia di premiazione presso l’Aula Magna del Liceo Farnesina di Roma erano presenti l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e Giovani di Roma CapitaleGianluigi De Palo, il Direttore del Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici Giovanni Williams, l’Assessore alle Attività e Servizi Culturali, Sport, Politiche Scolastiche del Municipio Roma XX Marco Perina, e gli autori delle opere finaliste: per le opere di Narrativa, Sara Galeotti con “Quando sono nato anche il cielo era nero”, Filippo Bizzaglia con “Roma non è qui”, Maria Chiara Orsini con “Cerbiatto (un palo della luce)”; per la Poesia, Barbara Perisse con “Angolazione”, Gabriele Maria Mattei con “Centocelle”, Carla Vincenti con“Goccia a goccia”. Presenti anche i membri della giuria che hanno valutato le opere: Simonetta Bartolini, scrittrice, giornalista e critico letterario, Presidente di giuria; Luca Stanchieri, scrittore, psicologo, coach, Presidente dell’AICP – Associazione Italiana Coach Professionisti;Michelangelo La Neve, sceneggiatore, scrittore e fumettista; Costanza Melani, scrittrice, giornalista e autrice di programmi televisivi, e oltre un centinaio di studenti delle V classi dell’Istituto ospite. L’evento è stato coordinato e presentato da Emanuela Mazza, scrittrice, coach e trainer. Agli autori delle opere vincitrici sono stati assegnati premi in denaro: ai primi classificata per ciascuna categoria, € 1.500,00, ai secondi classificati € 500,00, e ai terzi classificati € 250,00. (de palo)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il federalismo è un imbroglio?

Posted by fidest press agency su sabato, 8 gennaio 2011

Dichiarazione del Segretario di Radicali Italiani Mario Staderini “Il federalismo rischia di rivelarsi l’ennesimo imbroglio dei partiti ai danni dei cittadini, spostando solamente la sede della spartizione partitocratica dal centro alla periferia. Per evitare che questo accada, è necessario che al federalismo si accompagni una grande riforma americana delle istituzioni, a partire dal sistema elettorale”, ha dichiarato Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani, nel corso dei lavori del Comitato Nazionale riunito da oggi a domenica nella sede di Via di TorreArgentina. “Le opposizioni – ha aggiunto – dovrebbero esigere una riforma in senso maggioritario, in particolare il Pd che già nel 2008 l’aveva promessa ai propri elettori. Non si può mantenere un parlamento di nominati, né credere di governare con l’appoggio di pochi deputati disposti a cambiare casacca un giorno sì e l’altro no”. “Noi Radicali continueremo, attraverso la ricerca di dialogo e confronto a tutto campo, a batterci per una riforma dello Stato, come unica soluzione per invertire la tendenza sessantennale che ha spinto il nostro Paese sull’orlo del collasso democratico”, ha concluso Staderini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Big Society: lo sviluppo riparte dalla società

Posted by fidest press agency su domenica, 31 ottobre 2010

Meno Stato più Società. E’ lo slogan della Big Society, l’interessante esperimento politico internazionale che mira a ridisegnare i confini fra pubblico e privato. In Inghilterra ha ispirato il programma di Cameron. La Big Society prevede una delega di responsabilità dal centro alla periferia e dalla pubblica amministrazione ai corpi intermedi della società, rilanciando con forza e concretezza il principio di sussidiarietà. Scuola, sanità, servizi sociali saranno il primo e più importante terreno di questa doppia rivoluzione che dà protagonismo ai territori nello sviluppo economico.
Se ne occupa Bari Economica, il bimestrale  della Camera di Commercio di Bari sul n. 4/2010 sfogliabile on line (http://issuu.com/bari_economica/docs/be4_2010) e in formato pdf sul sito  dell’ente camerale barese (http://www.ba.camcom.it/camcom/be4_2010.pdfE), con un’intervista al prof. Maurizio Ferrera – editorialista del Corriere della Sera e de “lavoceinfo” –  a cura di Antonio Barile. Gli altri articoli fanno il punto sulla riforma federale dello Stato (Cosimo Cafagna), su quella delle Camere di Commercio (Giuseppe Lorusso), su Basilea 3 (Franco Lella), sull’ambiente (Valentina Venticelli, Francesco Pasculli), sulla Politica agricola comunitaria (Franco Catapano) e hanno per filo conduttore una innovativa visione della società e del mercato in cui la fiducia (Rocco D’Ambrosio) e la legalità (Antonio Laudati) sono la guida per una nuova etica  degli affari.
Restando in tema dei territori protagonisti dello sviluppo il Fotoracconto “Tipici di Natura”, curato da Chicca Maralfa, caporedattore di Bari Economica con le foto di Cosmo Laera, è dedicato alle esclusive eccellenze gastronomiche baresi, con 11 storie ed altrettanti protagonisti.
E’ il prof. Maurizio Ferrera ad illustrare la nuova visione politica della Big Society: <<I territori  dovrebbero tornare ad essere i protagonisti dello sviluppo economico tramite una completa ri-organizzazione del sistema creditizio e degli incentivi pubblici al fine di  promuovere, fra l’altro, la “ricapitalizzazione dei poveri” e di sostenere i piccoli produttori locali contro il big business e i vari monopoli pubblici e privati. Le risorse locali dovrebbero essere usate primariamente per le esigenze di crescita del  territorio, scoraggiando ogni forma di impiego speculativo. La partecipazione agli utili delle imprese dovrebbe essere potenziata, così come ogni forma di iniziativa economica diretta da parte di cooperative di lavoratori. L’obiettivo generale di queste proposte (e di molte altre, la lista è lunga) è chiaro: promuovere un capitalismo incentrato sulla società piuttosto che sul binomio stato-mercato. Un capitalismo sostenuto da valori e legami comunitari e disciplinato da una morale civica basata sulla tradizione>>.Temi che da anni vedono impegnato il mondo delle associazioni di categoria a sostegno delle produzioni locali, anche nelle grandi catene distributive. Temi che tirano in ballo le Camere di Commercio, non solo con riguardo alle funzioni di tutela di interesse generale delle imprese che la legge attribuisce loro, ma anche per il riconoscimento di enti pubblici dotati di autonomia funzionale (D.Lgs. 25 febbraio 2010, n. 23) e cioè enti rappresentativi “esponenziali” di formazioni sociali parte di una comunità più ampia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bravi ragazzi

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 aprile 2010

Roma 24 aprile 2010 ore 21.00  Teatro Tor Bella Monaca  – via Bruno Cirino, Bravi ragazzi scritto e diretto da Angelo Longoni con Lorenzo De Angelis, Riccardo Francia, Valerio Morigi, Edoardo Persia  scene Leonardo Conte e Alessandra Panconi  aiuto regia Marco Maria della Vecchia  Quattro giovani di un’anonima periferia urbana  consumati dalla rabbia e dal sentimento di rivalsa  verso una società indifferente al crescendo di intolleranza e ingiustizia  Tragedia, rabbia, solitudine e nessun sogno per “quattro bravi ragazzi” capaci di tradurre in violenza il malessere e il disagio di un’esistenza vacua e priva di significato. A raccontarlo l’autore e regista, anche di film Tv come “Caravaggio”, Angelo Longoni che, sul palcoscenico del Teatro Tor Bella Monaca  porta in scena “Bravi Ragazzi”, uno spettacolo spiazzante, disarmante, duro e dal forte impatto emotivo, che ha già vinto la rassegna di Ennio Coltorti Schermo/scena 2008. Biglietti: intero 10€ – ridotti 5€ – per i bambini fino a 11 anni 2€  http://www.teatrotobellamonaca.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tre uomini e un babà

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

D'Alessandro- Paduano- CannavacciuoloRoma dal 22 settembre al 11 ottobre 2009  Teatro De’  Servi via del Mortaro 22 (angolo via del Tritone) Scritto e diretto da Roberto D’Alessandro  Con  Gianni Cannavacciuolo  Roberto D’Alessandro Nicola Paduano Andrea Carpiceci  con la partecipazione di  Franca Abategiovanni  I quadri in scena sono di Antonio Carrano, Stefania Foresi, Achille Quadrini  I Picari tornano a visitare l’universo degli uomini separati con figli e problemi economici. Gianni, Roberto e Nicola sono tre amici che vivono in uno stesso appartamento alla periferia di Roma messa a disposizione dal comune data la grave crisi economica e considerate le condizioni di indigenza in cui versano sempre più spesso gli uomini separati che devono passare gli alimenti alle ex mogli e ai figli. Sullo stesso pianerottolo vive Maria, la portiera/guardiana preposta a controllare che nell’appartamento non ci dorma nessun’altro, follemente innamorata di Gianni. A complicare la situazione arriva Luca, figlio di Gianni. Così mentre si consuma il dramma della perdita dell’affidamento dei figli da parte di Roberto, si osserva la complessa situazione di Gianni, padre gay, che si trova a fronteggiare la reazione del figlio ad una tale notizia, seguiamo Nicola nelle sue volute notturne, partecipiamo per Maria alla conquista insensata di un cuore gay.  Uno spaccato sugli uomini in apparenza molto fragili, vessati dalle mogli e dalle leggi che in materia di affidamenti è quasi sempre dalla parte delle mamme. Questi uomini in realtà mostrano tutta la confusione di un’epoca, che li vuole belli ma rudi, forti ma delicati, romantici ma focosi, uomini che vivono sempre più la paternità  in  modo emotivo, sempre meno disposti a rinunciare all’affetto dei figli per i quali tuttavia comprendono ancora in modo classico il senso della dedizione, del sacrificio. “Tre uomini e un babà”  è una commedia in agro-dolce, dove la comicità si alterna alla disperazione, dove il dramma è sotteso ai personaggi ed alla situazione, tuttavia sempre con occhio ironico e distaccato, che è  l’unico modo per poter vedere la realtà e non restarne schiacciati. Dunque uno spettacolo che fa divertire, fa riflettere e fa commuovere, tre obiettivi con cui cerco di contraddistinguere il mio teatro, tre qualità irrinunciabili per poter raccontare l’umanità  nella sua appassionante, disperante, divertente, profonda realtà. (Roberto D’Alessandro) http://www.robertodalessandro.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra mercato della piccola e media editoria

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2009

Roma 26 giugno – 5 luglio 2009 a partire dalle 17,30, Villa dei Gordiani (Via Prenestina/angolo Largo Irpinia)  L’iniziativa vuole favorire l’incontro tra il pubblico e il mondo della piccola e media editoria. La manifestazione prevede l’allestimento di un villaggio composto da una grande libreria, dalle associazioni culturali che operano nel VI Municipio, e da spazi pubblici attrezzati dedicati agli incontri e alle presentazioni di libri e autori, veri protagonisti della manifestazione. “Io leggo!” si conferma come l’occasione giusta per avvicinare la “periferia” alla lettura e come un momento centrale nell’estate romana capace di rivolgersi a un pubblico ampio ed eterogeneo per età e interessi culturali. Grazie alla posizione di Villa dei Gordiani (popolatissima periferia est romana tra Centocelle e il Pigneto) e al richiamo cittadino che si è guadagnata nelle precedenti edizioni, Io Leggo! offre anche per il IV anno una programmazione ricca di eventi. La contaminazione tra la letteratura e le altre arti performative determina cosi’, come sempre, il temperamento della manifestazione.  Le tre serate di musica, vedono un comune denominatore nei suoni delle tradizioni popolari:  dei Balcani (Balkan Summer Night @ Io Leggo: NeMa PrObLeMa! Orchestar TuRBobalcaNkle ZmErjaZZ);  del Salento con il ritorno nella capitale di CICILEU, Festival itinerante Lecce-Milano-Roma (CICILEU@IOLEGGO! Culture, suoni e danze dal salento. In concerto ALLA BUA + SENZATERRA);  della Sardegna, in quest’ultimo caso con una particolare formula evolutiva che vede protagonista la cultura hip hop (DJ GRUFF, il dj più rappresentativo del panorama italiano incontra i MENHIR, il suono e il colore dell’hip hop nuorese).  Una serata di cinema proposta e curata dal Tekfestival, con la selezione del programma della sua ottava ed ultima edizione che è stata ospitata nel Nuovo Cinema L’Aquila al Pigneto a maggio.  E sei serate di teatro firmate Padiglione Ludwig, con il Festival teatrale del Pigneto, forte degli ottimi riscontri della precedente edizione, che ritorna a Villa Gordiani per il secondo anno consecutivo.  Ogni giorno a partire dalle ore 19.00, spetta al PONENTINO TRIO (storia, cultura, tradizione, parole e parolacce della Roma di ieri, di oggi e di… domani, con un repertorio basato sulle poesie dei poeti romani della tradizione e dei nostri contemporanei) il compito di introdurci il programma quotidiano delle presentazioni degli editori e lo fa proponendoci un originale aperitivo-lettura del programma.  Le dieci giornate di Io leggo! iniziano nel tardo pomeriggio e continuano fino a notte fonda per offrire negli spazi allestiti del Palco Pasolini e del Palco Calvino incontri con gli autori, con gli editori, performance e reading.  Ogni sera cibo e drink a cura di: METAVERSO music club & SHAKTY

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »