Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘perla’

“Se la donna investitrice è una perla rara ma anche un modello aspirazionale per la crescita del Paese”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 marzo 2021

A cura di Antonella Massari, Segretario Generale AIPB – Associazione Italiana Private Banking. “Le donne sostengono l’altra metà del cielo”, recita l’antico proverbio cinese. Un cielo assai grigio quello femminile in questo nostro nuovo millennio che invoca sostenibilità e inclusione ma deve fare i conti con retaggi culturali stratificati e con una crisi economica e sociale post pandemica.
Sono lieta di apprendere che anche nel programma di governo “la mobilitazione di tutte le energie del Paese nel suo rilancio non può prescindere dal coinvolgimento delle donne” e che il governo Draghi abbia intenzione di impegnarsi in questa direzione.Ma resta il fatto che, come giustamente l’ha definita Linda Laura Sabbadini, presidente dell’engagement group Women20 al G20 nell’audizione parlamentare a inizio febbraio, si tratti di un’emergenza nazionale. Nel 2020, a causa del Covid che ha colpito duramente alcuni settori dell’industria, sono stati persi 444mila posti di lavoro, di questi 312mila erano donne, facendo sprofondare il tasso di occupazione femminile, che già era tra i più bassi in Europa, al 48,6% (ISTAT 2020) contro il tasso medio europeo del 62,4%. Solo nel mese di dicembre le donne che hanno perso il lavoro sono state 99mila su un totale di 101mila nuovi disoccupati. Di questi il 60% è giovane, cioè ha un’età inferiore ai 34 anni.Se partiamo dal presupposto che la metà del Paese è donna, è evidente che marginalizzarla dal lavoro, dai processi decisionali, dalle sedi del potere, sia controproducente e dannoso per tutti: il cielo non si può dividere. Oggi meno del 10% di tutti i dirigenti e quadri occupati in aziende italiane è donna. Ed è chiaro come anche nel nostro settore sia necessario valorizzare il ruolo femminile.Secondo le nostre rilevazioni, il Private Banking gestisce quasi 1/3 del risparmio delle famiglie italiane, di cui circa 300 miliardi di euro fanno riferimento a donne, decisori finanziari individuali o capofamiglia che gestiscono il patrimonio finanziario familiare. Una cifra considerevole e sorprendente per chi è abituato a pensare che la gestione dei grandi patrimoni sia riservata a capofamiglia di genere maschile. Si tratta del 10% della ricchezza finanziaria privata complessiva del nostro Paese, se consideriamo solo il segmento servito dal Private Banking la percentuale sale al 35%. In un mondo in cui le donne sono fortemente sottorappresentate in tutti i settori, esse rappresentano un terzo del patrimonio gestito dal settore del private banking: addirittura più di quanto siano le masse servite dal private banking riconducibili al segmento di “imprenditori”, che pesa invece per il 20%. Questo peso considerevole delle donne nella detenzione dei patrimoni privati italiani inserisce il Private Banking tra i settori chiamati a riflettere sulla questione femminile.
Se la piena partecipazione delle donne al mercato del lavoro farebbe aumentare il Pil globale di 28 trilioni di dollari (McKinsey) gli effetti di politiche e scelte positive per aumentare l’occupazione femminile potrebbe avere effetti estremamente più rilevanti di politiche attive generiche. Più donne al lavoro, più donne in posti chiave, con ruoli professionali di responsabilità andrebbe naturalmente ad aumentare anche il peso delle donne che investono in economia reale, con effetti a cascata su tutto il sistema. Le nostre analisi ci dicono, che se il rilancio dell’economia può trovare nel risparmio privato un valido sostegno, l’investitore donna può dare un contributo assai rilevante, va protetto e reso più rappresentativo. Come industria abbiamo il dovere di conoscere e servire al meglio i profili della clientela femminile, così come hanno imparato a farlo il settore della moda e della grande distribuzione.
L’obiettivo dovrebbe essere perseguito prendendo in considerazione svariati aspetti della realtà italiana che fanno, ad esempio, capo a ministeri differenti. Mi riferisco in primis a quello del Lavoro, dello Sviluppo Economico, dell’Istruzione e Università, dell’Economia e naturalmente delle Pari Opportunità, un approccio olistico che implica una visione strategica e con un punto di sintesi al più alto livello. Un progetto con obiettivi precisi, misurabili e con momenti di verifica anche ravvicinati per non trovarci tra alcuni anni al punto di partenza. Ricordo che l’Agenda di Lisbona prevedeva un tasso di occupazione femminile nell’Unione Europea oltre il 60% nel 2010.
Le azioni per farlo sono pratiche e culturali. Nel discorso programmatico il presidente Draghi si è espresso chiaramente “Una vera parità di genere non significa un farisaico rispetto delle quote rose: richiede che siano garantite parità di condizioni competitive tra genere”: non possiamo che essere d’accordo ad auspicare che gli effetti pratici delle linee guida indicate dal Governo siano rapidi incisivi e duraturi. Ma servono norme positive per superare gli stigmi e i limiti di accesso al mercato del lavoro e alla carriera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Comunità Sant’Egidio: una perla all’occhiello del mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Quanti comunicato nel corso del 2020, da gennaio ad oggi, abbiamo ricevuto dall’ufficio stampa della Comunità? Tantissimi perché grandissimi sono stati i suoi impegni nel mondo in favore della pace e della fraternità fra i popoli. Ora ci chiediamo se non è necessario risvegliare non solo le coscienze di chi ci governa ma anche quelle degli amministrati nel renderli consapevoli che in passato sicuramente abbiamo fatto poco a sostegno di uno dei due diritti fondamentali che dovrebbero guidare le nostre coscienze e il nostro agire in concreto. Il primo si sa è il diritto alla vita ma subito dopo viene l’altro che è il diritto a vivere. In questo caso abbiamo mostrato tutti i nostri limiti allorché milioni di bambini continuano a morire nel mondo per mancanza di un’assistenza sanitaria carente e per fame, che vi siano anche nelle città e nelle comunità dell’opulenza dei senza tetto e dei barboni che muoiono di fame e di freddo, che ci imbattiamo in milioni di migranti che fuggono da guerre e carestie, che tantissimi sono coloro che elemosinano un lavoro e se lo hanno continuano a vivere in miseria e poi vi sono i pensionati, i nuovi paria della società dei consumi. Tutti questi e molti altri ancora cosa mai potranno fare dover essere entrati nel mondo dei vivi se li ricacciamo indietro il giorno dopo privandoli della vita? (R.A.)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una perla scalfita: la Basilica di S. Lorenzo al Verano

Posted by fidest press agency su sabato, 25 luglio 2020

Roma. Qualche giorno fa ho avuto modo di visitare la Basilica di S. Lorenzo al Verano e di trarne, al tempo stesso, un confronto con una pubblicazione che illustra ciò che è stata e continua ad essere nel cuore dei romani e della cristianità tutta.
La Basilica come si sa fu visitata da Pio XII in seguito al bombardamento di Roma da parte degli alleati il 19 luglio 1943. In tale infausto evento l’atrio della basilica fu completamente distrutto ma riedificato, negli anni successivi, con una sottoscrizione pubblica promossa dal quotidiano romano “Il Tempo”.
Mentre mi aggiravo all’interno della basilica confuso tra un gruppo di turisti ho potuto notare i guasti provocati dal tempo e la carenza di un’adeguata manutenzione straordinaria.
I frati che l’abitano nell’annesso convento vivono in povertà e i loro parrocchiani si sono ridotti a poche famiglie. Eppure le messe che sono officiate sono seguite da molte persone e spesso il rito è accompagnato da un coro al suono dell’organo.
Si dice che i lavori che potrebbero essere avviati, per restituire dignità al luogo dove questa basilica è stata eretta per onorare la sepoltura di S. Lorenzo che attestò la propria fede con la morte e il supplizio, dovrebbero essere sostenuti dal Ministero dei beni culturali. Si dice, in proposito che non ci sia peggior sordo di chi non voglia sentire. “Oculos habent et non vident; aures habent et non audiunt; facti sunt sicut equus et mulus quibus non est intellectus.” (redazionale)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ICA lancia una nuova perla, unica in Europa: il laboratorio Lifelab

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 giugno 2017

Lifelab-TechCivitanova. La tecnologia, la conoscenza e la ricerca a disposizione del cliente. ICA Group, azienda marchigiana leader a livello europeo nella produzione e commercializzazione di vernici a base d’acqua per legno, ha realizzato il nuovo laboratorio dal nome Lifelab, uno spazio innovativo, al momento unico in tutta Europa dedicato ai clienti, ai designer e ai progettisti.L’azienda della famiglia Paniccia, con circa 10mila clienti in tutto il mondo ha creato questo luogo altamente tecnologico, dove poter trovare ispirazione sul prodotto che si vuole realizzare e vederlo finito, effettuando insieme al personale ICA i test applicativi necessari per raggiungere i risultati desiderati. In questo modo, il cliente può toccare con mano la lavorazione e la resa del prodotto finale.Lifelab è la conferma di quanto la società civitanovese investa in ricerca e sviluppo, elementi che, unitamente alla formazione e all’aggiornamento, l’ha portata ai vertici mondiali e ad Lifelab-Tech1essere un punto di riferimento per la produzione di vernici per legno a base di acqua. Non è un caso che proprio pochi giorni fa, un proprio prodotto, chiamato Iridea Bio, ha vinto il prestigioso Interzum Award: Intelligent Material & Design 2017, nella categoria “High Product Quality”, premio internazionale riconosciuto per l’alta qualità di questa vernice a base acqua realizzata con materiali rinnovabili.Con il nuovo laboratorio, che comprende i più moderni impianti di verniciatura, sarà possibile valutare sia le performance dei prodotti che il risultato estetico. Lifelab è un concentrato di creatività e soluzioni per l’interior design, uno spazio dove il cliente può visionare colori ed effetti di tendenza e toccare con mano materiali e forme diverse. Fino ad oggi questo livello di coinvolgimento non era mai stato possibile e i risultati sono già tangibili. Presso la sede ICA di Civitanova Marche accorrono clienti da tutto il mondo e negli ultimi 6 mesi nel Lifelab sono state registrate le visite di 320 aziende, di cui 90 straniere, venute appositamente per usufruire dei servizi collegati al laboratorio o per partecipare a corsi di formazione sull’utilizzo dei prodotti di ultima generazione. (foto: Lifelab-Tech)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Perla, la Santa, la Regina, la Strega

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

perlaRoma (Testaccio) via Nicola Zabaglia 42 dal 27 ottobre all’8 novembre da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 18.00 Perla, la Santa, la Regina, la Strega è una trilogia che mette di fronte allo spettatore tre personaggi femminili, omicide “per istinto di sopravvivenza”. Si chiamano Perla, tutte e tre, nome che evoca la bellezza, la rarità, l’essere prezioso, ma che, contemporaneamente, richiama la resistenza di una materia forte, solida. Queste donne sfilano nell’aula di un tribunale, le troviamo a giudizio accusate di aver commesso un delitto. Hanno ucciso chi ha agito per impedire la realizzazione dei loro obiettivi, o meglio delle loro vocazioni: la realizzazione di loro stesse.
Ma il vero crimine, che si oppone loro, è di aver travalicato lo “specifico femminile”, di aver occupato una posizione di supremazia in feudi tradizionalmente maschili: l’amministrazione del rapporto con il trascendente, il potere politico, il sapere scientifico. Eppure nessuna di loro prova sensi di colpa (sentimento femminile per eccellenza).Al pubblico l’onere del giudizio.
L’allestimento dello spettacolo è itinerante, il pubblico si muove tra le sale del teatro guidato da figure oniriche. Lo spettacolo è sganciato da riferimenti spazio-temporali netti, per questa ragione il terzo monologo, più facilmente riconducibile a un contesto preciso, è scritto in una lingua di invenzione, una lingua onomatopeica e intuitiva. (foto: perla)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sydney: perla australiana

Posted by fidest press agency su martedì, 16 settembre 2014

Sydney, perla australianaNon si può non rimanere impressionati da una città come Sydney. Costruita sulle rive del Port Jackson, perché non cominciare la visita dalla sua maestosa baia, dalle acque verde intenso, ricca di insenature, di spiagge e parchi in riva al mare. La baia di Sydney è talmente famosa che in pochi sanno che si tratta di un parco nazionale, il Sydney Harbour National Park creato nel 1975 al fine di tutelare i tratti di bush che orlano il porto, ma anche per garantire agli abitanti un vero e proprio “polmone verde” urbano. Al suo interno annovera un ecosistema nel quale vivono molte specie di uccelli e animali, sentieri escursionistici, punti panoramici, ma anche alcuni siti storici ed archeologici, come gli anfratti decorati da antiche incisioni rupestri realizzate dagli aborigeni.Nelle zone circostanti si estendono brughiere, boschi e foreste di eucalipto, con percorsi che consentono una facile esplorazione oltre alle numerose crociere panoramiche che permettono di ammirare le residenze affacciate sulla baia, parchi nazionali e le isole Shark, Clark, Rodd e Goat. Costantemente attraversata da traghetti, yacht e barche a vele, la baia divide Sydney in una parte settentrionale e una meridionale, collegate tra di loro dall’Harbour Bridge e dall’Harbour Tunnel, ed è immediatamente riconoscibile grazie a monumenti simbolo come l’Opera House e il Circular Quay. Non dimentichiamo, infine, che molti degli eventi più popolari della città si svolgono nel Sydney Harbour National Park, dall’Australia Day alla reg ata Sydney-Hobart nel giorno di Santo Stefano. A Capodanno, dal Sydney Harbour Bridge, si può ammirare in cielo uno dei più splendidi spettacoli di fuochi d’artificio al mondo. ( fonte www.toassociati.org)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »