Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Posts Tagged ‘personali’

Riservatezza dati personali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2018

Dal 25 maggio prossimo entrerà in vigore il Regolamento europeo di valutazione dell’impatto sulla riservatezza dei dati personali (GDPR) (1), che riguarda tutti gli individui all’interno dell’Unione europea. Il GDPR sostituirà la direttiva sulla protezione dei dati del 1995.
Il Regolamento si applica se i controllori dei dati hanno sede nell’UE, o fuori UE se raccolgono o trattano dati personali di individui situati all’interno dell’UE. Il Regolamento prevede un’armonizzazione delle norme sulla protezione dei dati in tutta l’UE, rendendone più chiari i termini e modalità.
In particolare, per i dati sensibili, il consenso deve essere esplicito; lo stesso dicasi per il consenso a decisioni basate su trattamenti automatizzati.
L’argomento della tutela della riservatezza è arrivato agli onori della cronaca in questi giorni per l’uso, che ne sarebbe stato fatto, a fini elettorali: la profilazione avrebbe consentito l’invio di note a milioni di elettori per orientarne il consenso. Comunque, i campi di utilizzo dei profili dei cittadini sono ampi. Attenzione, quindi, a dare il consenso al trattamento dei propri dati. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I deputati inaspriscono le norme per proteggere i dati personali

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 marzo 2014

VolturnoGolf01I deputati hanno approvato garanzie più efficaci sui trasferimenti di dati personali ai paesi non UE, in una riforma delle leggi UE sulla protezione dei dati personali approvata mercoledì. Le nuove regole mirano a dare alle persone il pieno controllo sui loro dati personali e, allo stesso tempo, a facilitare la circolazione di dati delle imprese all’interno dell’UE. I deputati vogliono anche aumentare le ammende inflitte alle imprese che infrangono le regole fino a 100 milioni di euro o il 5% del fatturato mondiale.Le nuove regole aggiornano la legislazione europea in vigore, adottata 19 anni fa, sulla protezione dei dati personali per far fronte alle sfide poste dalle nuove tecnologie e dalla crescente tendenza a utilizzare dati personali per la sicurezza.”Ho un messaggio chiaro al Consiglio: ogni ulteriore rinvio sarebbe irresponsabile. I cittadini europei si aspettano da noi di procedere all’adozione di una forte regolamentazione sulla protezione dei dati in tutta l’UE. Se ci sono alcuni Stati membri che non vogliono concludere dopo due anni di negoziati, la maggioranza dovrebbe andare avanti senza di loro”, ha spiegato il relatore per il regolamento generale della protezione dati Jan Philipp Albrecht (Verdi/ALE, DE).””Permettetemi di esprimere la mia insoddisfazione e frustrazione per il fatto che è il Consiglio, o almeno alcuni Stati membri, la ragione per cui non saremo in grado di raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati, vale a dire approvare la riforma del pacchetto protezione dati entro la fine del mandato di questo Parlamento”, ha affermato il relatore per la direttiva sulla protezione dei dati personali per la sicurezza, Dimitrios Droutsas (S&D, EL).”

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In guerra al ritmo del bunga-bunga

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 maggio 2011

E’ il momento delle scelte politiche che non possono essere condizionate dai sondaggi, come è consuetudine di questo governo. Non discuto la scelta di partecipare ai bombardamenti, scaturita dopo la telefonata-ultimatum di Obama, metto in discussione la credibilità di questo presidente del consiglio che naviga a vista, secondo gli umori che più favoriscono i suoi personali interessi. Ora, evidentemente, gli interessi di Berlusconi coincidono con l’esigenza di non urtare il capo della casa Bianca, per cui rinnega quanto detto fino a ieri e scende a patti per mantenersi in sella. Berlusconi è l’ultima persona in grado di pilotare la nazione in un frangente nel quale necessitano decisioni, anche impopolari se necessarie; le scelte del capo del governo sono, invece, suggerite dalla paura fottuta di perdere le imminenti elezioni, cosa che sarebbe favorita ove scontentasse i desiderata USA. Non si può mandare l’aviazione a bombardare una nazione fino a ieri indicata come “esempio di democrazia”, al ritmo del bunga-bunga. Ognuno deve seguire le proprie tendenze specifiche, senza improvvisazioni che non gli competono: non si può transitare dalle cene porno alle decisioni politiche, dall’amicizia con annesso baciamano ai bombardamenti delle postazioni militari, da Ruby e Noemi al tavolo internazionale di crisi, a meno che non si accetti il ruolo passivo del buffone di corte. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storie personali di fine anno

Posted by fidest press agency su sabato, 25 dicembre 2010

Editoriale. Un altro anno sta per concludersi. Come di consueto si fa un bilancio di quanto è stato fatto o è rimasto incompiuto. Di come avremmo voluto che fosse e le cose che sono andate storte un po’ per colpa nostra e un po’ per gli altri. In primo luogo pensiamo alla famiglia, ai rapporti con i nostri cari e poi, via via, ai parenti, agli amici, ai vicini di casa, ecc. Ma non finisce qui. Subentrano altri aspetti altrettanto importanti come il lavoro, la salute, la nostra situazione finanziaria, i conflitti generazionali, quelli della politica e via di questo passo. E sono tutte circostanze che in un certo senso attraversano la vita delle persone e non necessariamente sono direttamente dipendenti da esse. Pensiamo alle calamità naturali. Alla morte. Alla fine di questo percorso, tra luci e ombre, il tutto si confonde temporalmente in maniera diciamo poco cronologica. Sia perché nel corso dell’anno i disagi verificatesi in un certo mese possono essersi risolti in quello successivo oppure affiorano di più eventi che ci hanno maggiormente influenzato mettendo in ombra gli altri meno importanti.
Ma tutto questo sembra, man mano che ci avviciniamo al giro di boa dell’anno, perdere consistenza al confronto di una speranza che ci lega al futuro e del come vorremmo che sia a dispetto della realtà che in ogni caso ne convoglierà gli eventi. Vorremmo essere gli artefici del nostro tempo e del nostro avvenire e talvolta ci riusciamo.
Ma ciò che più conta sta nel renderci consapevoli che la nostra forza non deriva dal nostro avere ma dal nostro essere, dai valori che esprimiamo e di cui dobbiamo restare fedeli checché ci accada. Sono i temi che rendono possibile il nostro vivere in società, nel confronto con i nostri simili, con gli elementi della natura che, in alcuni casi, ci compenetra.
Se riusciamo ad essere noi stessi, a dare agli altri il meglio delle nostre potenzialità, potremmo dire che la nostra missione sulla terra ha avuto una ragione, che si è compiuto un disegno e che l’esecuzione è stata degna del nostro essere uomini o donne in cerca di una verità mai doma. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militari e libertà personali

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

Su iniziativa del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) il deputato radicale Matteo Mecacci ha presentato alla Commissione diritti umani dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE una Risoluzione sui diritti dei Militari. La Commissione riunita oggi (9 luglio 2010) ad Oslo, ha approvato il testo, impegnando i Paesi Membri a garantire il rispetto di alcuni diritti fondamentali delle persone che prestano il loro servizio nelle forze armate. In particolare, la risoluzione chiede a tutti i paesi dell’OSCE di promuovere in modo effettivo l’esercizio della libertà di associazione e di espressione rimuovendo gli ostacoli posti ai componenti delle forze armate.
“Non è la prima volta che l’OSCE richiama il governo Italiano sul tema del godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali da parte dei membri delle forze armate nel contesto del loro lavoro e servizio. – dichiara Luca Marco Comellini, segretario del Pdm – Continuare ad ignorare le autorevoli Risoluzioni dell’OSCE è un chiaro segnale della regressione del concetto di “democrazia compiuta” che è in atto nel nostro Paese, in particolare nei confronti dei cittadini in divisa.  Il Ministro della difesa, La Russa, adesso non potrà più venirci a raccontare le “sue” verità sui diritti di cui godono i militari, e non gli servirà nemmeno autorizzare una nuova strumentale conferenza stampa dei Cocer – conclude Comellini – per evitare che l’Italia sia considerata come il Myanmar o il  Turkmenistan a cui “World Audit” attribuisce i primi posti nella graduatoria dei Paesi meno democratici del mondo”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Privacy tra i banchi di scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2010

Nelle scuole, di ogni ordine e grado, vengono trattate giornalmente numerose informazioni sugli studenti e sulle loro famiglie, sui loro problemi sanitari o di disagio sociale, sulle abitudini alimentari. A volte può bastare una lettera contenente dati sensibili (quelli più delicati) su un minorenne, o un tabellone scolastico con riferimenti indiretti sulle condizioni di salute degli studenti, per violare anche involontariamente la riservatezza, la dignità di una persona. Al tempo stesso, “la privacy” è stata talvolta utilizzata in maniera impropria, per non rendere pubbliche determinate informazioni, come i risultati scolastici e quelli degli esami. Con un vademecum dal titolo “La Privacy tra i banchi di scuola”, realizzato dal Garante per la protezione dei dati personali si intende offrire un contributo a favore di una comunità scolastica che possa promuovere il rispetto reciproco e tutelare il diritto degli studenti alla riservatezza. Informazioni sugli studenti, riprese audio e video, trattamento dei dati, diritto di accesso, sono alcuni dei punti trattati nel vademecum, che raccoglie in un unico documento indicazioni generali tratte da provvedimenti, pareri e note del Garante in tema di privacy a scuola. Scritta con un linguaggio volutamente semplice e meno tecnico possibile, la guida intende offrire un primo contributo a presidi, insegnanti, operatori scolastici, ma anche a genitori e studenti, per approfondire i temi legati alla privacy.

Posted in Diritti/Human rights, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due personali: Elad Lassry e Josh Smith

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 maggio 2010

Milano 19 maggio Via Ventura, 5 Galleria Massimo De Carlo inaugura due personali di Elad Lassry e Josh Smith. I due giovani artisti, nati rispettivamente nel 1977 a Tel Aviv e nel 1976 nel Tennessee (USA), arrivano per la prima volta in Italia. Elad Lassry espone oltre dieci lavori fotografici e il video Untitled (Passacaglia), mentre Josh Smith presenta una nuova serie di tele e collage.   Elad Lassry vede la fotografia come strumento asservito alle volontà dell’artista, eliminando in un sol colpo la dialettica fra mezzo e messaggio. Nei suoi lavori riproduce in maniera dettagliata, quasi maniacale, animali, oggetti, ambienti e persone in lavori di piccole dimensioni, di cui esalta la brillantezza dei toni, le luci e le ombre, in un perfetto equilibrio tecnico, formale e compositivo.  Nel film Untitled (Passacaglia), presentato lo scorso febbraio alla Kunsthalle di Zurigo in occasione della sua prima personale europea, l’artista riprende il New York City Ballet durante l’esecuzione di una coreografia sulla Passacaglia, una forma musicale di origine spagnola. Come nei lavori fotografici, anche qui nulla è lasciato al caso: i vestiti e i passi dei ballerini, l’opera Tall Portuguese Woman del 1916 di Robert Delaunay, che fa da sfondo, il posizionamento e i movimenti della macchina da presa, l’assenza dell’audio focalizzano l’attenzione non tanto sui singoli elementi ma sulla natura della percezione visiva e sul rapporto che si instaura fra “il soggetto che vede” e “l’oggetto che è visto”.(personali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »