Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘pet’

KLM ricicla le bottiglie in PET

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 ottobre 2019

Amsterdam. KLM Royal Dutch Airlines è la prima compagnia aerea al mondo a riciclare le bottiglie in PET per produrre strumenti per la riparazione e la manutenzione dei suoi aerei. Le bottiglie vuote vengono raccolte alla fine di ogni volo e trasformate in filamenti, materiale utilizzato nelle stampanti 3D. Questo processo significa che una bottiglia d’acqua vuota può finire come parte di un’apparecchiatura stampata in 3D ed utilizzata per la manutenzione degli aerei.
KLM Engineering & Maintenance utilizza da tempo le stampanti 3D per accelerare i processi di riparazione e manutenzione. Ad esempio, sono stati sviluppate speciali protezioni per garantire che i fori dei cerchioni non vengano verniciati durante la verniciatura delle ruote dei Boeing 737 e il nastro protettivo utilizzato durante la manutenzione delle pale della turbina è stato sostituito da una protezione stampata in 3D.
Attualmente KLM Engineering & Maintenance utilizza ogni giorno circa 1,5 kg di filamenti di alta qualità. Poiché KLM ora fornisce a bordo bottiglie in PET, il costo di questo filamento è sceso da 60 a soli 17 euro al chilo. Grazie alla collaborazione con l’azienda di riciclaggio Morssinkhof Rymoplast e il produttore di filamenti Reflow, KLM è ora in grado non solo di essere innovativa nell’uso della stampa 3D, ma di completare l`intero ciclo della plastica.
L’obiettivo di KLM è ridurre i rifiuti a bordo del 50% entro il 2030 rispetto al 2011 ed aumentare la percentuale di rifiuti riciclati. Nel 2018, il totale dei rifiuti è stato ridotto del 9%, ed è stato riciclato il 28% del totale dei rifiuti raccolti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova PET/CT per la Medicina nucleare

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 ottobre 2019

E’ stata inaugurata nella Medicina nucleare del Papa Giovanni XXIII, alla presenza dell’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, una strumentazione PET/CT evoluta, che consente scansioni veloci, ad alta risoluzione e una gestione avanzata del movimento, unendo così alte performance diagnostiche alla massima tutela della sicurezza e del comfort del paziente.
La PET è una tecnologia diagnostica presente all’Ospedale di Bergamo fin dal 2002. Unisce PET (dall’inglese Positron Emission Tomography, cioè Tomografia ad Emissione di Positroni, che dà informazioni sul metabolismo cellulare di organi ed apparati) e CT(dall’inglese Computed Tomography, cioè Tomografia Computerizzata, meglio nota come TC o Tac). L’apparecchiatura permette l’acquisizione contemporanea e la successiva fusione di entrambe le tipologie di immagini. La nuova apparecchiatura inaugurata oggi sostituisce la precedente già in uso agli allora Ospedali Riuniti di Bergamo e trasferita nel reparto di Medicina Nucleare del Papa Giovanni XXIII all’inizio del 2013. I lavori per l’installazione della nuova PET/CT sono iniziati nel maggio di quest’anno e sono durati circa un mese. Ad oggi sono già stati eseguiti più di 1.200 esami.
Come per tutti gli esami di Medicina nucleare anche la nuova PET/CT prevede l’iniezione per via endovenosa di un radiofarmaco, che tende a concentrarsi in modo specifico nella sede (o nelle sedi) dove vi è un patologico incremento del metabolismo cellulare emettendo “radiazioni” chiamate positroni. L’apparecchiatura rileva le radiazioni e le trasforma in immagini, che con la nuova PET/CT sono così accurate da poter valutare lesioni anche di pochi millimetri.
“La nuova apparecchiatura, oltre a fornire ai clinici immagini di elevata risoluzione, garantisce al paziente maggiore comfort, grazie alla riduzione della durata dell’esame, e anche minori rischi perché richiede una somministrazione ridotta di radiofarmaco – ha spiegato Stefano De Crescenzo, direttore della Fisica sanitaria del Papa Giovanni XXIII -. Mentre gli scanner PET/CT convenzionali effettuano gli esami spostando sequenzialmente il lettino su posizioni predefinite, la tecnologia della nuova apparecchiatura consente la scansione per mezzo di un movimento continuo del lettino. Questo rende l’esame più confortevole, riduce la dose da radiazioni erogate dalla TC e consente di personalizzare i protocolli d’esame, la velocità e la durata della scansione in relazione alle necessità cliniche del singolo paziente, all’organo e alla patologia da studiare. Il miglioramento della qualità della diagnosi e della sicurezza del paziente è ottenuto quotidianamente grazie ad un approccio multidisciplinare alla gestione del processo diagnostico cui l’apparecchiatura è dedicata”. La nuova PET/CT ha un valore di quasi 2 milioni di Euro, investimenti coperti con fondi messi a disposizione da Regione Lombardia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pubblicato il più grande studio sulla Pet per l’amiloide

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2016

ospedale bresciaBrescia. Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha fatto grandi passi in avanti verso la comprensione dei meccanismi fisiopatologici dell’Alzheimer e verso la scoperta di una cura. Segnali incoraggianti dalla ricerca indicano che una cura efficace per l’Alzheimer potrebbe non essere troppo lontana. Alla luce di questa prospettiva, oggi è ancora più rilevante l’importanza della diagnosi precoce: riconoscere la malattia appena le prime alterazioni sono rilevabili. Ciò permette di intercettare i pazienti prima che la malattia abbia causato danni cerebrali e cognitivi irreversibili, e quindi di indirizzarli da subito verso i trattamenti più appropriati. La diagnosi precoce è possibile anche grazie al neuroimaging, cioè tecniche ed esami che servono a studiare in vivo il cervello delle persone che lamentano problemi cognitivi. Nello specifico, la PET per l’amiloide consente di valutare la quantità di proteina beta amiloide cerebrale. Tuttavia si tratta di un esame relativamente nuovo e, di conseguenza, ancora poco diffuso nella pratica clinica. Pertanto, attualmente, è difficile dire se e come la PET per l’amiloide possa essere utile per medici e pazienti.
Il 31 ottobre sono stati pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Neurology (una delle più prestigiose in questo settore della medicina) i risultati dello studio INDIA-FBP (“INcremental DIAgnostic value of amyloid-PET with 18F-Florbetapir”). Tale studio è stato il primo condotto interamente in Italia con uno dei nuovi traccianti per l’amiloide ed ha come obiettivo la valutazione dell’utilità clinica della PET per l’amiloide. Lo studio ha coinvolto 228 pazienti con sospetto diagnostico di malattia di Alzheimer, che si sono sottoposti alla PET per l’amiloide in aggiunta al loro normale percorso diagnostico. I risultati mostrano che la PET per l’amiloide ha avuto complessivamente un impatto significativo sui pazienti: il referto dell’esame ha guidato i medici verso la formulazione di una diagnosi più precisa e di un piano terapeutico più appropriato. Il coinvolgimento di un numero così grande di pazienti è stato possibile grazie alla collaborazione di 18 ospedali presenti in Lombardia, nelle province di Brescia, Cremona, Bergamo e Mantova. Il progetto è stato coordinato dal Laboratorio di Neuroimaging ed Epidemiologia Alzheimer (IRCCS Fatebenefratelli di Brescia) guidato dal professor Giovanni B. Frisoni e dall’Unità di Neurologia (Università degli Studi di Brescia e Spedali Civili) del professor Alessandro Padovani. Si tratta, ad oggi, del più grande studio sull’utilità clinica della PET per l’amiloide, valutato concretamente su casi reali, mai pubblicato nella letteratura scientifica.
Sebbene sia ancora necessaria un’accurata valutazione del rapporto costi/benefici, tali risultati suggeriscono che la PET per l’amiloide può essere uno strumento d’aiuto per una diagnosi precoce precisa e tempestiva e, in futuro, potrebbe essere in grado di indirizzare verso un trattamento farmacologico adeguato.
IRCCS Fatebenefratelli è finanziato dal Ministero della Salute ed è l’unico in Italia la cui missione sia rivolta specificamente alla malattia di Alzheimer. Nel 1991 è stato il primo centro nazionale a sviluppare, grazie a un progetto sperimentale della regione Lombardia, paradigmi innovativi di diagnosi e cura della malattia di Alzheimer e delle altre malattie dell’anziano che colpiscono memoria e capacità intellettive. Alla missione per la malattia di Alzheimer unisce quella di cura e studio delle malattie psichiatriche dell’età giovanile e adulta quali schizofrenia e depressione.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva: Pet passion 3

Posted by fidest press agency su domenica, 10 maggio 2015

pet passionRoma Mercoledi 13 maggio ore 18.00 Galleria Stefano Simmi via dei Soldati 27 si inaugura la collettiva d’arte PET PASSION 3 mostra dedicata al mondo dei pets. Saranno esposte 30 opere tra sculture, pastelli,e olio di diversi artisti provenienti da tutte le parti del mondo … Un modo per ringraziare i nostri amici a 4 zampe per il loro amore incondizionato che ci donano per tutta la loro vita …un modo per renderli immortali … splendidi sguardi umidi pieni di amore, che sembrano seguirci. E come si suole dice in Inghilterra quando piove …. che piovono cani e gatti …
Gli artisti: Katya Andreeva-Giorgio Bartoli-Anita Bezrukova-Luana Celli-Antonio Diana-Daniela Del Basso-Gordon Faggetter-Marco Garatti-Barbara Genesi-Claudio Giuli-Franco Morelli-Stefania Nicolini-Marina Novelli-Maria Grazia Spinetti-Leonardo Tizi- (foto: pet passion)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pet Obesity Concerns Prompt Better Pet Insurance Checks

Posted by fidest press agency su sabato, 28 aprile 2012

London, (PRNewswire) The rise in pet obesity in the UK has concerned many responsible pet owners. Obese pets could lead to special veterinary care and expensive bills. To minimise the cost of vet care, many pet owners are visiting price comparison sites, such as comparethemarket.com, to find a good deal on pet insurance.
Veterinary charity PDSA warns that pet obesity, particularly in dogs, could become an epidemic* causing them to create the Pet Fit Club. It estimates that over one in three dogs in the UK are overweight or obese, leading to increased risk of serious health conditions and lower life expectancy. For owners who are concerned about their pet’s weight, the charity recommends seeking advice from their vets.Pet insurance is important for many owners, enabling them to give their pets the care that they need. With so many different levels and types of cover, it can be confusing to shop for the right insurance policy. This is why many pet owners are turning to price comparison websites to help them choose the right policy for their needs and avoid paying more than they need.Andrew Stocks, Director at comparethemarket.com said: “The right pet insurance can really help owners afford the best care for their pets, particularly if they are seeking ongoing vet care to tackle a weight problem. comparethemarket.com can help owners to find the right level of cover to suit their needs. By comparing policies and providers from across the market, pet owners can shop around and potentially save money through lower premiums.”Specialising in more than just pet insurance, comparethemarket.com provides customers with an easy way to find the right deal on a wide range of insurance and financial products including car insurance, home insurance, van insurance, bike insurance, life insurance, credit cards and loans. It also offers comparisons for a range of household utilities including electricity, gas, phone, broadband and digital TV.
comparethemarket.com was launched in 2006 and has grown rapidly over the past six years to become one of the UK’s leading price comparison websites. comparethemarket.com provides customers with an easy way to make the right choice for them on a wide range of products including motor, home, life, travel and pet insurance as well as utilities and money products such as, credit cards and loans.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »