Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘piano casa’

Alemanno incontra i movimenti

Posted by fidest press agency su martedì, 15 febbraio 2011

Roma 17/2/2011 alle ore 15.30, il sindaco di, Gianni Alemanno, e gli assessori al Patrimonio e all’Urbanistica, Alfredo Antoniozzi e Marco Corsini, incontreranno in Campidoglio i Movimenti di lotta per la casa. La riunione servirà per affrontare, in vista degli Stati Generali del 22 e 23 febbraio, i problemi relativi alla questione abitativa a Roma e quelli legati al piano casa. Lo rende noto l’Ufficio stampa del Campidoglio.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano casa del Lazio

Posted by fidest press agency su domenica, 3 ottobre 2010

“Il  Piano  casa  presentato dalla  Presidente  della  Regione Lazio Polverini e dall’assessore Ciocchetti è il   peggiore d’Italia.Istituzionalizza  il ‘fai  da  te’  edilizio e urbanistico, senza collegare   i premi di cubatura all’obbligo del miglioramento energetico del patrimonio abitativo, che è una delle principali urgenze italiane”. Lo  dichiara  il  senatore  del  Partito  democratico  Roberto  Della Seta, capogruppo in Commissione Ambiente. “In  particolare per Roma – prosegue Della Seta – queste norme rischiano di abbassare  ulteriormente  la  qualità  architettonica  e  urbanistica della città,  portando la deregulation fino alle zone immediatamente adiacenti il centro storico.
La  destra  che  governa  il  Lazio  conferma  una  visione arretrata delle esigenze  di  sviluppo  del territorio,  mentre  questo  piano casa lascia irrisolta la principale causa del disagio abitativo, ovvero l’assenza di un mercato  degli  affitti  alla  portata  delle fasce sociali meno abbienti”,
conclude Della Seta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: Tortosa cauto sul Piano Casa

Posted by fidest press agency su sabato, 17 luglio 2010

“Per ora mi sembra soltanto uno dei tanti annunci eclatanti nel perfetto stile del centrodestra, al quale evidentemente anche Ciocchetti si è adeguato. La questione è molto delicata, anche perché si tratterebbe di interpretare una legge governativa precedentemente bocciata. Capisco che per alcuni può sembrare un’iniziativa interessante volta anche a risolvere l’emergenza abitativa, ma al momento non c’è nulla di concreto”. Lo dice Oscar Tortosa, vicesegretario regionale dell’Italia dei Valori, commentando il nuovo Piano Casa annunciato dall’assessore all’Urbanistica, Luciano Ciocchetti, che prevede: percentuali più elevate di cubature, anche nel centro storico, interventi per i condomini e non solo per le ville, semplice presentazione della Dia (Denuncia d’inizio attività), edificabilità anche nelle zone agricole, soppressione di alcuni vincoli, tra i quali quello antisismico che riguarderà solo la parte ampliata e non più l’intero edificio. L’esponente laziale del partito fondato da Antonio Di Pietro, in merito alla possibilità di apportare  modifiche negli stabili del centro storico, osserva che “è obbligatorio non deturpare le città, specie la Capitale nelle sue aree più prestigiose e di importanza culturale”. Poi precisa caustico: “Mi auguro solo che questo progetto non diventi una grossa speculazione edilizia per agevolare gli interessi di qualche amico della cricca”. Infine, Tortosa indica la necessità di “aspettare che venga presentata una proposta seria e sostanziosa da valutare doverosamente con le accortezze e le riflessioni più attente”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano casa a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2010

E’ stata approvata dal Consiglio comunale di Roma la delibera  n. 173 con la quale si autorizza l’acquisto di 80 alloggi nel Municipio XVI da destinare ad edilizia residenziale pubblica. Gli immobili, frutto di un accordo di programma del  bando del 2002 per il cambio di destinazione d’uso, verranno acquistati ad un prezzo di circa 2643 euro al metro quadro. “Questa delibera – dichiara Alfredo Antoniozzi, assessore al Patrimonio e Politiche abitative, rappresenta il concreto avvio del piano casa e chiude un capitolo  dell’emergenza abitativa rimasto in stallo da troppo tempo.” “Sono  molto soddisfatto  – sottolinea Antoniozzi –  anche del lavoro svolto insieme agli uffici che ha permesso l’abbattimento del costo iniziale di 3400 euro al metro quadro. Nel corso del 2010 il reperimento e la consegna di parecchie centinaia di appartamenti, confermerà  che  il Piano casa, approvato la scorsa settimana, è in grado di offrire risposte immediate e tangibili  al grave disagio alloggiativo della Capitale”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Piano casa e impiantistica

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

Il mercato dell’impiantistica è pronto a ripartire grazie anche alla spinta fornita dal piano-casa, che in queste settimane sta conoscendo le versioni definitive su base regionale. Lo rivela una stima elaborata da Nomisma in vista di MCE – Mostra Convegno Expocomfort, in programma dal 23 al 27 marzo prossimi a fieramilano (Rho). Partendo da uno studio generale dell’Ance sul mercato immobiliare, Nomisma ha calcolato in 2,5 miliardi di euro le ricadute positive che si produrranno in un triennio tra impianti di riscaldamento, arredo bagno e componentistica.   Una boccata d’ossigeno per rilanciare il settore, che nel 2008 ha sofferto le conseguenze della recessione, ma che negli ultimi mesi aveva già registrare i primi spiragli di ripresa. In particolare, la ricerca stima interventi per 216.255 milioni di euro già nell’anno in corso, con una netta prevalenza degli ampliamenti (su 40.881 unità abitative) rispetto alle demolizioni e successive ricostruzioni con premio di cubatura (dovrebbero interessare 790 immobili). Ma il vero boom arriverà tra il 2011 e il 2012, con una coda nel 2013 fino al raggiungimento della spesa di oltre 2,5 mld di Euro.  Tutti gli aggiornamenti di MCE sono consultabili on-line su http://www.mcexpocomfort.it dove nella speciale sezione “News delle Aziende” è possibile trovare anche una panoramica sulle anticipazioni di prodotto presenti in fiera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano casa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

“Concordo pienamente con il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani sulla necessità di affrontare i problemi della locazione e dell’affitto sociale. – ha dichiarato il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo FATUZZO – Tante famiglie e single hanno seri problemi, nono solo per acquistare, ma anche per pagare l’affitto di alloggi a prezzi di mercato, è una vera a e propria emergenza di carattere sociale che deve essere considerata fra le priorità del governo. È semplicemente assurdo – ha rimarcato FATUZZO – che pensionati e lavoratori che non raggiungono i 1.000 euro al mese debbano poi spendere oltre la metà di queste, già insufficienti, risorse economiche per l’affitto. È da troppo tempo  – ha proseguito il leader del Partito Pensionati – che in Italia non si vara un serio piano di “alloggi popolari”, a prezzi contenuti, capaci di soddisfare la fame di case di chi vive in condizioni precarie e che sogna un alloggio a basso costo, come pure di tanti giovani, che non si sposano per l’impossibilità economica di affittare un alloggio.  Sono necessarie risposte urgenti – ha sottolineato FATUZZO – non solo per quanto riguarda i capoluoghi di provincia ma, in percentuale, in tutti i Comuni italiani.   Indubbiamente positivo l’impegno del presidente Berlusconi su questo fronte ed il Partito Pensionati – ha concluso FATUZZO – si augura che nuovi insediamenti urbanistici siano prontamente realizzati proprio per rispondere alla “fame di case” che vi è nel Paese”. (n.r. l’on.le Fatuzzo ha messo il dito sulla piaga. Il caro alloggi è un aspetto che incide negativamente non solo sulle modeste pensioni ma tende a colpire anche le famiglie monoreddito e, purtroppo le centinaia di migliaia di nuovi disoccupati. E’ un dramma sociale di proporzioni enormi e che il governo dovrebbe farsene carico da subito)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano casa – Celori (Pdl)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

«Ci auguriamo che la Regione Lazio non assuma una posizione preconcetta rispetto al decreto governativo sul Piano Casa, ancora in discussione e dunque aperto al confronto. L’obiettivo del provvedimento è quello di rilanciare l’economia  salvaguardando l’ambiente». E’ quanto dichiara Luigi Celori, consigliere del Pdl, componente della Commissione Urbanistica  alla Regione Lazio dove oggi si è discusso di Piano Casa.«Rivendico con orgoglio – continua Celori – di essere stato il primo in Regione Lazio ad aver fatto approvare nella passata legislatura  provvedimenti che riguardano la bioedilizia, come il solare termico e dispositivi per il risparmio idrico. Il decreto del Governo, prevedendo demolizioni e costruzioni, con l’aumento delle cubature fino al 35% se si utilizzano tecniche costruttive ecocompatibili, va proprio in questa direzione». «Siamo disponibili a discutere, – conclude Celori –  tenendo comunque presente che il decreto contiene tutte le garanzie necessarie affinché le aree di pregio e vincolate non siano compromesse. Speriamo che non prevalga come al solito la politica dei no e dei veti incrociati di un certo pseudo-ambientalismo che si salda con la sinistra radicale. Nel Lazio non essendo presente la grande industria, l’edilizia costituisce il volano maggiore per l’occupazione. Sarebbe sciocco far perdere a nostri concittadini questa grande occasione».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rilancio dell’economia attraverso le costruzioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

“Bene aver portato il bonus volumetrico comunque al 35% (“Abbattere per Ricostruire”) ed averlo legato all’energia rinnovabile ed al risparmio di risorse idriche e potabili. Va però sottolineato anche il riferimento alla efficienza energetica.” Finco (Federazione di Confindustria che rappresenta le Industrie ed i Sistemi per le Costruzioni e Manutenzioni edili e stradali) commenta così la bozza di Decreto relativa al Piano Casa. “Bene aver tolto la limitazione temporale della “Sostituzione Urbana” al Patrimonio più vecchio di 20 anni. Bene aver delimitato e precisato i confini della possibilità di ampliamento del 20% con riferimento alle distanze, alla data entro la quale è possibile presentare la domanda, alle normative tecniche, sismiche, al diritto dei Terzi, alle limitazioni delle aree demaniali, dei parchi naturali ed archeologici, nazionali, regionali ed interregionali e l’aver posto il limite complessivo comunque in 300 metri cubi. Bene la responsabilizzazione dei professionisti. Bene la procedura di silenzio – assenso da parte della Sopraintendenza ridotta da 120 a 30 giorni (forse 60 sarebbe giusta via di mezzo), nonché le possibilità di quest’ultima e dei Comuni di porre vincoli in relazione a particolari aree e tipologie costruttive. Bene il divieto di cumulo tra di loro degli interventi di demolizione e ricostruzione del patrimonio Edilizio con quelli di ampliamento dell’esistente, con controllo da parte dei Comuni, attraverso appositi elenchi, affinché non vengano superate le percentuali di “premio” volumetrico attraverso interventi successivi. Bene infine l’abbattimento del 50% dei contributi di costruzione in caso di prima abitazione.”A questo punto per Finco non resta che auspicare un’applicazione quanto più possibile rapida ed uniforme a livello nazionale del decreto con un indirizzo incisivo, a livello centrale, poiché se così non fosse avremmo un effetto negativo dell’assetto federalista del Paese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Mantovani (PdL): “Dall’Europa una lezione”

Posted by fidest press agency su sabato, 21 marzo 2009

“L’Europa, con la sua concretezza, guarda con fiducia ed interesse al Piano Casa del Governo Berlusconi”. Così commenta Mario Mantovani, Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture con delega alle politiche abitative e all’edilizia statale, oggi Senatore e dal 1999 al 2008 europarlamentare.    “Da giorni la sinistra italiana, di fronte al progetto di rilancio dell’edilizia abitativa promosso dal nostro Esecutivo a favore delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese, ha messo in campo le consuete e sterili dichiarazioni demagogiche, frutto di un’opposizione lontana dai problemi della gente e guidata solo dall’ostilità nei confronti di Silvio Berlusconi. L’Europa invece –continua Mantovani- che è alla ricerca di strategie per fronteggiare gli effetti negativi della crisi, ha saputo cogliere le importanti novità contenute nel progetto del Governo”. “Sono certo che nei prossimi giorni, anche attraverso il dialogo con gli Enti locali, si individuerà il percorso opportuno –conclude Mantovani- per arrivare all’approvazione dei provvedimenti legislativi sul Piano Casa e sul rilancio dell’edilizia, consolidando il ruolo dell’Italia nel contesto europeo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premiati i vincitori del bando “AAAarchitetticercasi”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 marzo 2009

Le cooperative di abitazione rivendicano un ruolo di primo piano nella realizzazione del Piano Casa del Governo. Lo ha detto a Milano Alessandro Maggioni, presidente regionale di Federabitazione-Confcooperative, alla cerimonia di premiazione dei vincitori del bando per architetti “under 35” lanciato l’anno scorso,  alla presenza  di Mario Mantovani, Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti con delega alle Politiche abitative. Federabitazione si presenta all’appuntamento del Piano Casa forte dei risultati ottenuti in questi anni: nella sola Lombardia le circa 600 cooperative aderenti hanno consegnato infatti una media di circa 2.000 appartamenti ogni anno ad altrettante famiglie, dando quindi una risposta concreta al bisogno di case “eque” per diverse fasce di cittadini.In questa prospettiva le cooperative sono pronte a mettere in discussione se stesse e il proprio “modus operandi”, per sperimentare nuove forme per l’abitare e nuovi linguaggi, e per coniugare ancora meglio qualità con bassi costi. Va in questa direzione il concorso d’idee “AAAarchitetticercasi” lanciato un anno fa tra i giovani architetti per il progetto di un intervento residenziale a Milano. “Una scommessa vinta”, ha detto Alessandro Maggioni, presentando i progetti vincitori e quelli selezionati dalla giuria internazionale. “L’interesse dei giovani architetti è confermato dai numeri: in tre mesi il sito http://www.architetticercasi.eu ha registrato oltre 6.000 visite; 1.200 persone hanno scaricato il testo integrale del bando; 69 sono stati infine i progetti presentati al concorso. Quest’anno il bando sarà replicato e ampliato: con l’edizione 2009 di AAAarchitetticercasi, che stiamo definendo anche insieme a EuroMilano e ad Alcab, cercheremo di essere ancora più incisivi e cooperativi”. I progetti vincitori sono ora al centro di una mostra all’Urban Center, in Galleria Vittorio Emanuele II. Inaugurata alle 18, resterà aperta al pubblico (da lunedì a venerdì, orario 10 – 18) fino al 26 marzo prossimo. “Se la battaglia del Governo – ha commentato Maggioni – è per valorizzare le nostre eccellenze universitarie, tagliando i rami secchi e irrorando gli alberi non ancora disseccati della formazione universitaria, scardinando i feudali privilegi di talune baronie, saremo al suo fianco. Sapendo che l’università è, anche per Confcooperative, un’enorme miniera di risorse, umane, intellettuali e creative.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano Casa

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2009

Confindustria-Finco saluta con soddisfazione il nuovo accordo. “Siamo soddisfatti. Finalmente, dopo anni di sforzi per promuovere la Sostituzione Urbana e dopo le nostre lettere ufficiali al Presidente del Consiglio Berlusconi ed ai Ministri competenti, vediamo prendere forma il Piano Casa, un accordo indispensabile per l’economia del Paese.”  Commenta così gli ultimi sviluppi della trattativa Rossella Rodelli Giavarini, Presidente di Finco, la Federazione di Confindustria che rappresenta Industrie, Prodotti, Impianti e Servizi per le Costruzioni. “Da molti anni sosteniamo la necessità di implementare il progetto di “rottamazione urbana” – Abbattere per Ricostruire – un piano strategico di riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano” prosegue la Presidente Giavarini. “Si tratta di un percorso ad ampio raggio che verte su una sinergia tra edilizia pubblica e privata, responsabilizzate da una “regia pubblica” di coordinamento. Il progetto “Abbattere per Ricostruire”, che oggi finalmente inizia a trovare concretizzazione, è la risposta alle pressanti esigenze economiche, politiche, sociali ed ambientali (considerando il territorio come risorsa limitata) evidenziatesi negli ultimi anni nei nostri contesti urbani”. “Non possiamo che concordare con l’opinione del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che punta sul Piano Casa per il suo efficace effetto anticrisi e prende atto delle potenzialità, come settore trainante, del grande comparto delle Costruzioni.” Ribadendo la costante disponibilità a ricoprire il ruolo di interlocutore per estendere e coordinare i progetti per il rinnovo urbano e l’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare italiano attraverso la demolizione e la sostituzione, la Presidente Giavarini specifica i possibili ambiti di intervento – “ Sei  sono i principali casi di contesti territoriali nei quali, in linea di massima, si ritiene necessario applicare in misura consistente la sostituzione edilizia: i tessuti urbani degradati caratterizzati da elevato disagio sociale, i quartieri e complessi di edilizia residenziale pubblica, i quartieri di edilizia residenziale privata con elevata obsolescenza, i tessuti abusivi non consolidati, con disordine urbanistico e carenza grave di servizi, i tessuti urbani funzionalmente  dimessi, le aree esposte a rischi idrogeologici.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »