Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 137

Posts Tagged ‘piattaforma’

La Commissione europea lancia la piattaforma visionaria 3D “Dai voce alla tua visione” durante l’Anno europeo dei giovani 2022

Posted by fidest press agency su martedì, 10 Maggio 2022

Quando la Presidente Ursula von der Leyen ha annunciato che il 2022 sarebbe stato l’Anno europeo dei giovani, ha auspicato da parte dell’Europa un attento ascolto dei giovani europei per plasmare al meglio il futuro dell’Unione in base alla loro visione. La Commissione europea ha quindi lanciato una nuovissima piattaforma digitale 3D “Dai voce alla tua visione” come elemento centrale dell’Anno europeo dei giovani: una piattaforma interattiva in cui i giovani europei possono registrare il loro messaggio personale e unico. L’obiettivo di “Dai voce alla tua visione” è quello di consentire ai giovani europei provenienti da ogni contesto e angolo del continente di esprimere la propria visione di futuro, dalle questioni che riguardano l’occupazione, l’inclusione, la pace e la sicurezza, al cambiamento climatico, all’istruzione, alla salute mentale e altro ancora. Sulla scia della pandemia globale e di fronte alla guerra di aggressione contro l’Ucraina, le voci dei giovani stanno diventando sempre più importanti. Per questo “Dai voce alla tua visione” si presenta come uno spazio interattivo e all’avanguardia di voci che consente letteralmente alle persone di attivare e registrare il proprio messaggio personale e di esprimere le proprie opinioni e idee sugli argomenti che ritengono più rilevanti.  La piattaforma è stata sviluppata per accogliere qualsiasi messaggio, in tutte le lingue ufficiali dell’UE (oltre a norvegese, turco, serbo, macedone del nord e islandese). Una volta aggiunta, ogni voce genera la propria onda 3D unica che interagisce con tutte le altre registrazioni sulla piattaforma e consente a tutti di ascoltare qualsiasi voce, in qualsiasi lingua e su qualsiasi dispositivo in ogni momento. Secondo Mariya Gabriel, Commissario europeo per la gioventù, “‘Dai voce alla tua visione’ si caratterizza per uno spirito di co-creazione giovane, ricco di significato, dinamico e aperto, concretizzatosi durante l’Anno dei giovani. Un’iniziativa che dà ai giovani europei l’opportunità di farsi conoscere, comunicare e condividere le proprie preoccupazioni e idee sul futuro. ’Dai voce alla tua visione’ non sarebbe potuta arrivare in un momento più significativo per tutti i giovani, non solo in quanto cittadini europei, ma anche come membri di una società che ora più che mai vive tempi difficili”. Riguardo all’importanza dell’Anno europeo dei giovani 2022, il Commissario Gabriel ha aggiunto: “Chiediamo a tutti i giovani di partecipare e impegnarsi ora. Le loro voci sono un elemento essenziale del cammino dell’Europa verso la crescita, la conoscenza, l’innovazione, le opportunità e le soluzioni migliori e più rilevanti per i giovani. Ascolteremo attentamente e ci impegneremo affinché le politiche per i giovani possano realizzarsi in spazi più aperti e collaborativi e tutte le voci vengano ascoltate e considerate quest’anno e negli anni a venire”. Nell’ambito della campagna “Anno europeo dei giovani”, gli Stati membri contribuiscono a promuovere a livello nazionale e locale l’impegno dei giovani in molte attività diverse. In Italia sono già state organizzate oltre 200 attività nell’ambito dell’Anno europeo dei giovani, e secondo il Consigliere Marco De Giorgi, Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei ministri e coordinatore nazionale dell’Anno europeo dei giovani in Italia, ne saranno previste molte altre nei prossimi mesi. Alcuni esempi possono essere: l’evento lancio che si è tenuto a Roma il 24 marzo; la selezione di 46 giovani, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, nominati Ambasciatori dell’Anno europeo dei giovani; il Forum sull’educazione dei giovani ai diritti umani e alla cittadinanza democratica in Europa (Torino, 10-14 aprile) e il Neet Working tour, campagna informativa itinerante rivolta ai giovani inattivi. La nuova piattaforma “Dai voce alla tua visione” si inserirà in queste attività e sarà anche un elemento centrale dell’Eredità dell’Anno europeo dei giovani dopo il 2022, con le voci dei giovani come motore del cambiamento e co-sviluppatore della politica futura. L’Anno europeo dei giovani 2022 è stato lanciato dalla Commissione europea come “un anno dedicato alla valorizzazione di coloro che si sono tanto sacrificati per gli altri”, come annunciato dalla Presidente von der Leyen nel discorso sullo stato dell’Unione nel 2021. Si tratta quindi di un anno completamente dedicato ai giovani, che mira a valorizzarli, incoraggiarli e arricchirli con nuove opportunità e nuovi modi di partecipare e assumere un ruolo di cittadinanza attiva nella società. L’obiettivo generale dell’Anno europeo dei giovani è incoraggiare tutti i giovani a far sentire la propria voce e a partecipare condividendo la loro visione sui temi chiave1dell’anno e le loro speranze per il futuro dell’Europa. Inoltre, l’Anno mira a fornire visibilità e promuovere i valori europei, diffondendo messaggi di solidarietà tra il pubblico giovanile e sostenendo l’Ucraina attraverso ogni tipo di attività. Ciò si traduce in una molteplicità di iniziative nazionali e locali – più di 1.650 iniziative in tutta Europa sono già state caricate sul sito Web dell’Anno europeo dei giovani – che riuniscono i giovani per partecipare all’anno in modo concreto e rilevante. Maggiori informazioni su https://giovani2030.it/anno-europeo-della-gioventu-2022/ e Cos’è l’Anno europeo dei giovani? Portale europeo per i giovani (europa.eu/index_it)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima piattaforma digitale gratuita per l’orientamento professionale

Posted by fidest press agency su martedì, 3 Maggio 2022

Alla presenza di Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione oggi a Trieste Rosy Russo, fondatrice di Parole O_Stili presenta ufficialmente MiAssumo, la prima piattaforma educativa e di gaming gratuita per gli studenti dagli 11 ai 26 anni, progettata e curata da Spaziouau. Nata dall’esperienza di Parole O_Stili, MiAssumo ha tra le altre cose l’obiettivo di colmare la carenza formativa nelle scuole italiane e rispondere al mancato incontro tra offerta e domanda di lavoro: che pesa oggi 1,5% del PIL nazionale.La presentazione inaugura la due giorni della quinta edizione del Festival della comunicazione non ostile, “Di Testa, di Pancia e di Cuore”, dedicata al tema delle “scelte”, quelle che ogni giorno facciamo nella nostra vita privata e professionale (paroleostili.it/quinta-edizione-2022).Nata dall’esperienza di Parole O_Stili, che in 5 anni ha coinvolto oltre 1 milioni di studenti e 250 mila insegnanti, MiAssumo si rivolge ai giovani dagli 11 ai 26 anni con l’obiettivo di aiutarli a crescere, sia come persone che come professionisti, così da potersi affacciare più facilmente al mondo del lavoro. Gli alunni saranno coinvolti in un percorso pluriennale di formazione, strutturato con attività di classe, a gruppi o singole per poter riconoscere le proprie competenze e attitudini e orientarsi al meglio nel percorso di studi e professionale. IQUII è il Digital Platform Provider di MiAssumo. In Italia, quasi un 1 istituto su 2 (48%) non ha fatto orientamento ai ragazzi e nel 50% dei casi lo ha organizzato secondo i classici incontri offline, ovvero con docenti universitari o in momenti come fiere, saloni o open day. Grazie a MiAssumo, i ragazzi avranno la possibilità di calarsi nei panni di tantissimi personaggi storici e di altrettanti professionisti moderni, rispondendo a quesiti come: “Cosa avrebbe fatto Napoleone se avesse usato Whatsapp e Google Maps durante la battaglia di Waterloo?”. Oppure quali sarebbero state le domande che da giornalista avresti fatto a Liliana Segre dopo gli insulti ricevuti per il vaccino?”. Attraverso MiAssumo, con l’aiuto di particolari meccanismi di gaming i ragazzi potranno iniziare da subito a generare il proprio curriculum grazie a un’intelligenza artificiale addestrata “ad hoc” e ispirata da solidi principi etici. MiAssumo si posiziona, infatti, come la prima piattaforma capace di rispondere anche a una importante carenza di persone qualificate nel campo dei servizi informatici e di comunicazione (ICT). Nel 2020, in Italia, meno del 40% di chi lavora nel settore ICT era in possesso di un titolo di studio universitario, contro il 66% della media Europea. Questo a causa della mancanza di skils mismatch e di persone con lauree STEM, che nel nostro Paese sono solo l’1,5% del totale contro il 2% medio in Europa (2.7% Francia, 2.5% Regno Unito).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La piattaforma digital che pone al centro della cura e dell’assistenza il paziente con tumore del sangue

Posted by fidest press agency su domenica, 9 gennaio 2022

È nata GIMEMA-ALLIANCE (alliance.gimema.it) la prima piattaforma che digitalizza, grazie a sofisticate tecnologie, l’assistenza sanitaria per i pazienti ematologici in Italia, in grado di garantire una comunicazione tempestiva e sicura tra il medico e il paziente. La continuità assistenziale è un fattore molto importante per i pazienti affetti da tumore del sangue. I sistemi digitali sanitari, in particolare la telemedicina, hanno dimostrato durante la pandemia Covid-19 di essere un alleato prezioso per i medici e per i pazienti.ALLIANCE è un prezioso e originale strumento ideato e realizzato da Fondazione GIMEMA –Franco Mandelli ONLUS, in collaborazione con la società accademica ESD (Evaluation Software Development), e il suo processo di sviluppo è stato di recente pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale JMIR Research Protocols. Il sistema è già attivo e punta a diffondersi sul territorio nazionale, i servizi della piattaforma sono disponibili su internet 24 ore su 24. L’adesione alla piattaforma da parte del paziente avviene su proposta dell’ematologo curante. Una volta iscritto, il paziente riceve le sue credenziali e può accedere nella sua area personale ogni volta che lo desidera e da qualsiasi dispositivo.Come muterà l’assistenza per i pazienti ematologici con le tecnologie digitali? Quale potrà essere l’utilizzo della piattaforma ALLIANCE nelle cure domiciliari e nell’assistenza ai pazienti affetti da tumore del sangue? Di tutto questo e molto altro si è parlato al meeting “La centralità del paziente nell’era della Digital Health – GIMEMA-ALLIANCE Platform”, un incontro aperto a medici e pazienti durante il quale gli esperti, anche internazionali, insieme ai rappresentanti di associazioni dei pazienti (ricordiamo AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma) hanno fatto il punto sul ruolo della tecnologia digitale nel migliorare significativamente l’assistenza ai pazienti affetti da tumori del sangue. La piattaforma ALLIANCE consiste di due portali web comunicanti tra di loro: un portale dedicato ai pazienti (alliance.gimema.it) e un portale dedicato ai medici, ad uso esclusivo dei centri ematologici designati dal direttore del centro aderente, che vi accedono attraverso un link specifico con username e password personali (physician-alliance.gimema.it). Tutti i pazienti che rispettano i criteri di inclusione, dopo aver firmato un consenso informato, possono essere registrati sul portale del medico che ne fa richiesta e che fornisce al paziente le rispettive credenziali.A oggi, la piattaforma ALLIANCE- è attiva in oltre 20 centri ematologici italiani e ha permesso a circa 80 ematologi di monitorare più di 400 pazienti affetti da un tumore del sangue. Un risultato reso possibile grazie al grande impegno di tutti i Centri GIMEMA coinvolti e di un grande team multidisciplinare di persone altamente qualificate nel settore. Nel corso dell’incontro sono state presentate le funzionalità aggiuntive della piattaforma digitale, tra cui una App che il paziente può facilmente scaricare su Apple Store o su Google Play.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piattaforma di Supply Chain Finance

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2021

Partnership tra Crédit Agricole Italia e il Gruppo Grendi, storica realtà operante nel trasporto marittimo e costiero di merci che aderisce alla piattaforma di Supply Chain Finance della Banca, attivando il servizio di Dynamic Discounting.“L’innovativa visione di filiera è incentrata sul sostegno e lo sviluppo delle filiere produttive del “Made in Italy”, afferma il Responsabile Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole Italia Marco Perocchi. La partnership con i capifiliera e l’instaurazione di una relazione estesa a tutto l’ecosistema vuole valorizzare l’appartenenza dei fornitori alla Filiera stessa. Con Impatto Impresa, vogliamo portare benefici lungo l’intera catena del valore, favorendo una crescita virtuosa della filiera, anche attraverso un programma di sostenibilità finanziaria con validazione ISO di Bureau Veritas”.“L’adesione alla piattaforma di Supply Chain Finance di Crédit Agricole Italia, afferma Costanza Musso, Amministratore delegato di M.A Grendi dal 1828, rientra nella logica strategica del nostro Gruppo di attenzione a tutte le componenti della catena di valore, a partire dai fornitori. Con questa iniziativa mettiamo a loro disposizione, in particolare a piccoli autotrasportatori e cooperative, un servizio che consente di scontare le fatture di anticipo alle condizioni riservate al nostro Gruppo. È una declinazione concreta di che cosa vuol dire per noi essere una società benefit e di aggiungere agli obiettivi economici la ricerca di un impatto positivo per i nostri stakeholders”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima piattaforma di mobilità ad integrare le previsioni meteo

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2021

FREE NOW, la piattaforma di multi-mobilità leader in Europa, annuncia l’integrazione in app delle informazioni meteorologiche locali. Grazie a questa integrazione, FREE NOW potrà offrire ai propri utenti raccomandazioni personalizzate e smart, consigliando l’opzione di viaggio più adeguata in base alle previsioni meteo.Il progetto pilota ha preso il via in Germania grazie alla collaborazione con l’European Mobility Data Space e il Servizio Meteorologico Nazionale tedesco e l’integrazione sarà presto disponibile entro la fine dell’anno anche negli altri Paesi dove sono presenti i servizi FREE NOW; In l’Italia l’arrivo è previsto a settembre.L’obiettivo è fornire agli utenti consigli e indicazioni personalizzate circa l’opzione di mobilità più adatta in base al meteo locale, al fine di migliorare la loro esperienza di mobilità. Ad esempio gli scooter elettrici Cooltra e i monopattini elettrici Voi Technology, sono più adatti in caso di tempo soleggiato, mentre i taxi e il car sharing sono preferibili in caso di tempo piovoso. Sulla base dei dati meteo, FREE NOW potrà fornire quindi ai suoi utenti raccomandazioni molto specifiche del mezzo da preferire per spostarsi da A a B.A livello tecnologico, l’integrazione permette all’app FREE NOW di ricevere dati in tempo reale sulle condizioni climatiche in base alla posizione dell’utente. Ad esempio, se le previsioni prevedono pioggia e l’utente clicca sulla sezione dedicata alle due ruote, l’app invierà automaticamente un messaggio informando l’utente che le previsioni del tempo non sono ideali per noleggiare uno scooter. L’app suggerirà quindi di richiedere un taxi o di utilizzare il servizio di car sharing. ln contrario, in caso di tempo soleggiato, l’app consiglierà di considerare la possibilità di utilizzare un servizio di micro mobilità a minor impatto ambientale nel caso in cui l’utente stia per richiedere un taxi.Per FREE NOW questo è solo il primo passo di una strategia più ampia di integrazione di smart data in app al fine di rendere il servizio sempre più ricco e personalizzato. L’app ha, infatti, il potenziale per offrire inoltre sempre più informazioni personalizzate come gli avvisi sul traffico o informazioni sulla destinazione selezionata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuova piattaforma multicanale per la comunicazione business via mobile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 giugno 2021

Il Gruppo Commify, leader in Europa in soluzioni di messaggistica istantanea per il business, lancia in Italia la piattaforma Esendex, una suite all’avanguardia completa di strumenti e soluzioni personalizzate multicanale per creare conversazioni efficaci via mobile, in ogni ambito di business.Il lancio si colloca in un anno che, in Italia, ha visto crescere ulteriormente l’utilizzo dello smartphone (2020: +4,5% rispetto all’anno precedente) portando la comunicazione tramite mobile sempre più al centro delle strategie di aziende e organizzazioni di ogni dimensione e settore.In occasione del lancio in Italia di Esendex, l’azienda ha inoltre diffuso i risultati di una recente ricerca svolta in collaborazione con PWC su un campione di 4.300 aziende in Europa, UK e Asia Pacific.L’analisi evidenzia che la messaggistica via mobile è sempre più utilizzata dalle imprese, soprattutto in Italia: le aziende che dichiarano di utilizzare servizi di messaggistica istantanea sono ben il 52% del campione, con una prevalenza tra quelle con più di 250 dipendenti (62%) rispetto alle pmi (45%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fattibilità di una piattaforma in grado di diagnosticare il cancro del colon retto

Posted by fidest press agency su martedì, 25 Maggio 2021

Il Centro di ricerca del Parco scientifico e tecnologico di Pula (Ca) gestito dal socio unico Sardegna Ricerche, insieme alla società Ennova Research hanno recentemente sottoscritto un accordo di collaborazione per sviluppare congiuntamente progetti di ricerca e promuovere applicazioni nel campo dell’energia e ambiente, ICT e scienze della vita. Complementarietà e sinergia di CRS4 e Ennova Research riguarderanno in particolare le applicazioni e l’uso di tecnologie abilitanti relative alla sanità, all’intelligenza artificiale, al cloud computing, ai big data e al calcolo parallelo, alla domotica, alle smart city e all’Internet delle cose (IoT).Il primo progetto che da avvio a questa collaborazione, finanziato dell’Azienda ospedaliera-universitaria di Cagliari (AOU), è lo studio di fattibilità di una piattaforma che, a partire da immagini ecografiche e attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale, aiuti i medici a diagnosticare più facilmente il tumore al colon retto, patologia particolarmente invalidante, con un alto tasso di mortalità se non individuata per tempo.L’attività in corso tra CRS4 e Ennova Research rientra all’interno di un appalto pre-commerciale di ricerca e sviluppo bandito dall’AOU di Cagliari, al quale sono stati ammessi anche altri 4 soggetti. Superata la prima fase di studio sulla fattibilità di uno strumento a supporto della diagnosi medica, tutti gli ammessi concorreranno alle fasi successive per la realizzazione e la sperimentazione della piattaforma.Giacomo Cao, amministratore unico del CRS4 sottolinea: “Questa collaborazione si inserisce nell’ambito di tutte quelle attività che il Centro porta avanti da tempo nel settore della salute digitale, che rappresenta, a sua volta, un’importante frontiera di ricerca e sviluppo a livello regionale, nazionale e internazionale”.“La partnership tra CRS4 e Ennova Research è una combinazione fortissima”, dice Raffaele Andreace, amministratore delegato di Ennova Research. “Ennova Research ha un dna improntato alla ricerca e sviluppo, per portare sul mercato soluzioni innovative, human-driven e tech-driven con metodologie industriali. La profonda esperienza del CRS4 nel settore della salute digitale ci permetterà di concepire, progettare e realizzare la prossima generazione di prodotti e piattaforme digitali per la sanitá. Lavorando come una sola squadra, sbloccheremo il pieno potenziale delle tecnologie abilitanti in tali ambiti a vantaggio di tutti, inclusi certamente i nostri clienti e partner”. By CRS4

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 1600 anni della nascita di Venezia

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 marzo 2021

Venezia – Mestre M9 Edu, il dipartimento educativo di M9 – Museo del ’900, celebra presentando Climate Hero, nuovo progetto di edutainment di M9 Edu. Lo speciale compleanno, che identifica nel 25 marzo del 421 il giorno di fondazione della Città di Venezia, è l’appuntamento ideale per presentare a tutti gli appassionati di gaming il nuovo laboratorio creativo di M9 Edu. Invitati a rispettare e proteggere l’ambiente, soprattutto per le future generazioni, i giocatori impareranno a vivere responsabilmente. Sviluppato sulla piattaforma Minecraft, in collaborazione con Maker Camp, partner tecnologico, il nuovo gioco vedrà protagonista un eroe moderno. Un paladino della sostenibilità che accetta la sfida per sensibilizzare grandi e bambini sui temi del Semestre Green di M9 – appena presentato nell’ambito della mostra temporanea Foresta M9 – e dei più importati tra i 17 obiettivi, lanciati dall’ONU nel 2015, inseriti nell’Agenda 2030. Dopo il successo del laboratorio M9 Edu Craft e del contest M9 Urban Landscape, Climate Hero vede, quindi, da un lato Minecraft ricordare la millenaria storia dell’iconica città invidiata dal mondo intero, con la precisa riproduzione mappale della laguna veneziana. Dall’altro Maker Camp, specializzato nell’utilizzo educativo di Minecraft all’interno della scuola italiana e nei musei che, in collaborazione con M9 – Museo del ’900, annuncia la messa online di questo nuovo avvincente gioco scaricabile gratuitamente. Insegnare a vivere consapevolmente e parlare ai ragazzi per farli riflettere su temi complessi quali quelli legati ai cambiamenti climatici senza precludere la caratteristica del gioco, attraverso “mondi” sorprendenti, è la mission di Climate Hero. Si va dallo sviluppo sostenibile – dove i giocatori sono impegnati a coltivare orti urbani, o creare filiere corte e reti economiche solidali – al servizio di sicurezza e controllo urbano per multare automobilisti che usano auto inquinanti, fino alle gondole veneziane con un pronto servizio di “gondola sharing”. Il giocatore di Climate Hero diviene protagonista di azioni a energia pulita: una serie di turbine eoliche, che sfruttano i venti provenienti dal mare, e file di pannelli solari, pronti a intercettare i raggi solari, condurranno i gamer a un epico finale tutto da scoprire. «Climate Hero è il risultato di un percorso che è partito tre anni fa, quando M9 ha deciso di sperimentare percorsi didattici utilizzando la piattaforma videoludica Minecraft Education Edition. Una piattaforma versatile che consente di lavorare trasversalmente su diverse discipline, dalla matematica alla storia dall’educazione civica all’arte», spiega il Direttore scientifico di M9 – Museo del ’900 Luca Molinari. «È stato ricostruito fedelmente tutto il Polo M9. Da qui è nata l’idea di costruire un percorso didattico permanente che abbiamo chiamato M9 Edu Craft. Il giocatore all’interno del distretto virtuale trova prove da compiere a difficoltà graduale su temi legati a M9 e ai programmi curricolari scolastici. La naturale evoluzione di questo percorso è stato il lancio del contest M9 Urban Landscape, alla sua terza edizione incorso in questo momento. Nel 2020 il contest ha visto la partecipazione di 700 scuole, più di 14.500 ragazzi tra territorio nazionale e internazionale. Siamo consapevoli del potere educativo di questo mezzo e del fatto che attraverso il gaming possiamo raggiungere una comunità ampia che va oltre la proposta scolastica. La sfida che ci siamo posti con Climate Hero è quella di raggiungere più ragazzi possibili, soprattutto quella fascia di giovani che faticano ad avvicinarsi alle proposte e ai percorsi culturali di scuole, musei e centri culturali». Una vocazione sociale, questa di M9 Edu, che risuona da sempre nelle corde del museo e che in Climate Hero trova una nuova cassa di risonanza per parlare ai giovani, non solo attraverso le istituzioni scolastiche. A oggi Climate Hero – sviluppato da Marco Vigelini di Maker Camp – conta oltre 20.000 download. Il gioco è totalmente gratuito. Per scaricarlo al link: http://bit.ly/mcvenezia1600 è necessario possedere la licenza Minecraft per Smartphone\PC\Console.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova piattaforma operativa intelligente dedicata al mondo retail

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2021

Basata sull’expertise di Sensormatic Solutions nel settore e su un solido ecosistema di partner tecnologici, Sensormatic IQ – questo il nome della piattaforma – garantisce agli esercenti l’accesso a soluzioni avanzate per connettere persone, prodotti e dati in modi nuovi e innovativi. In particolare, la piattaforma aperta e flessibile di Sensormatic IQ può integrare insight provenienti da dispositivi quali POS, sensori, EAS, EAS, RFID, Computer Vision e altro ancora, capaci di fornire modelli predittivi e prescrittivi di intelligenza artificiale per supportare l’operatività nei settori retail, dall’alimentare all’abbigliamento, fino ai centri commerciali. Sensormatic IQ integra l’intero portfolio di soluzioni Sensormatic Solutions, l’esercente e i dati di terze parti insieme a tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale (IA) e il machine learning (ML), per offrire una visibilità senza precedenti sulle operazioni e sugli insight dei consumatori. Tale combinazione porta a risultati prescrittivi, basati sui dati che creano valore e opportunità di crescita per i retailer che vuole proiettarsi nel futuro.In un periodo in cui il settore del retail sta attraversando cambiamenti significativi, Sensormatic IQ aiuta gli esercenti a migliorare sia i propri risultati, sia il valore del brand:
Promuovendo la trasformazione digitale all’interno del mercato retail in evoluzione
Accelerando l’integrazione tra soluzioni nuove ed esistenti e set di dati
Abilitando l’innovazione digitale attraverso una piattaforma sicura, scalabile e gestita a livello di impresa
Aumentando il valore grazie a nuovi insight e risultati derivati dai complessi flussi di dati
Semplificando l’operatività delle diverse funzioni del retailer
Per saperne di più su come Sensormatic IQ può rivoluzionare l’approccio analitico nel mondo retail, ci presentiamo virtualmente al Retail’s Big Show (NRF) 2021, in data 12-14 gennaio, 19 gennaio, 21-22 gennaio via http://www.sensormatic.com. Inoltre, è possibile visitare la Sensormatic Innovation Experience.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piattaforma per tracciare la diffusione delle varianti del genoma del virus Covid-19

Posted by fidest press agency su sabato, 26 dicembre 2020

“L’obiettivo del portale – dichiara Matteo Pallocca – è quello di scremare rapidamente tra le centinaia di migliaia di sequenze virali generate e le mutazioni rilevate sulla proteina virale Spike, quelle di maggiore interesse per l’interazione con i recettori e gli anticorpi umani, e che possono impattare sul funzionamento dei vaccini in via di approvazione” Il portale COVID-Miner è l’oggetto di un lavoro in corso di pubblicazione sulla rivista internazionale Journal of Translational Medicine. Qui è descritta già la cosiddetta “variante inglese” diventata molto famosa negli ultimi giorni. Questa contiene due mutazioni principali sulla proteina Spike: in particolare una piccola delezione di pochi aminoacidi (delta 69-70) e una mutazione (N501Y) nel sito di contatto del virus con il recettore umano. Di fatto non sarebbe da definire propriamente variante inglese perché, come viene descritto nel lavoro, è stata riscontrata per la prima volta negli Stati Uniti in Aprile e poi in Australia a Giugno, per poi diffondersi maggiormente nel Regno Unito e in Sud Africa. La pubblicazione che descrive il COVID-Miner contiene già le caratteristiche di questa variante, associata ad una scarsissima frequenza (0.4%), anche se presenti in ceppi diversi del virus. Nei mesi scorsi abbiamo visto molte varianti diffondersi e diventare dominanti. Un esempio è la variante D614G, presente in più del 90% dei virus in circolazione. Attualmente ci sono evidenze circa la crescita della variante inglese nel Regno Unito, tuttavia è ancora difficile determinare se tale crescita sia dovuta a una sua maggiore infettività, oppure sia piuttosto da attribuire alla grande mobilità degli abitanti nell’affollata area metropolitana di Londra. Anche sulla maggiore trasmissibilità nei confronti delle fasce più giovani della popolazione gli epidemiologi dell’OMS sono ancora cauti nelle loro dichiarazioni. L’apprensione riguardo alla possibilità che i vaccini appena approvati non abbiano effetto su questa nuova variante è comprensibile. Tuttavia, esiste un ragionevole ottimismo al riguardo, giustificato dal meccanismo d’azione dei vaccini stessi. Se è vero infatti che il vaccino induce una risposta anticorpale verso la proteina Spike classica (cioè non mutata) è altrettanto vero che il “repertorio di anticorpi” prodotto dal corpo umano in seguito all’inoculazione del vaccino contiene migliaia di piccole variazioni che, per ragioni evolutive, sono in grado di riconoscere anche le variazioni della proteina Spike originaria. L’espressione “variante inglese” non è legata dunque al luogo d’origine della mutazione, tuttavia è entrata nell’uso perché dal Regno Unito è giunto finora il maggior numero di rilevazioni. Questa disparità è plausibilmente originata dal più alto numero di sequenziamenti e tracciamenti avvenuti: basti pensare che attualmente nel portale internazionale di riferimento per le sequenze virali (GISAID) sono depositate circa 80.000 sequenze provenienti dalla Gran Bretagna e meno di 1.000 dall’Italia, su un totale di 200.000 sequenze circa. Questa differenza nella raccolta dei dati potrebbe aver originato nei media e nell’opinione pubblica un resolution bias, ossia la tendenza a dare maggior risalto a un evento semplicemente perché maggiormente rilevato.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una piattaforma virtuosa per promuovere il made in Sicily

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

“Il commercio interno ha subito una brusca frenata a causa delle misure dettate dalla pandemia mondiale da covid-19. Il commercio digitale ha invece ripreso in maniera molto forte la sua crescita constatando l’incremento di vendite sulle principali piattaforme digitali di e-commerce gestite all’estero.” Con queste premesse il deputato regionale Antonio Catalfamo ha presentato la sua idea di “Amazon regionale” ossia una piattaforma di e-commerce virtuoso dove i costi di gestione e promozione sono a carico della Regione.“Con questo ddl vorremmo bypassare quei limiti in termini di costi che i grandi distributori online hanno, in alcuni casi fino al 20% sulla vendita. Noi proponiamo, con questo disegno di legge, una piattaforma virtuosa dove il commerciante, artigiano o imprenditore siciliano non deve pagare nulla. Ciò che vende intasca. La Regione mette la struttura a disposizione e si sobbarca i costi di gestione e promozione sul web nei mercati internazionali. Credo che un sito web dove comprare prodotti made in Sicily certificati dalla stessa Regione Siciliana sia una opportunità per il mercato stesso che ormai predilige sempre di più l’approccio multicanale e di qualità.”“Il commercio digitale è una risorsa preziosa che non va demonizzata ma anzi incalzata e sfruttata – prosegue il deputato – L’obiettivo è digitalizzare la nostra offerta commerciale senza mortificare le attività coinvolte, gravando su di sé i costi di ingresso e di gestione oltre che di promozione del marchio siglato. Una iniziativa che vuole venire incontro alle nuove esigenze del mercato facendo meglio incontrare le nostre ricchezze commerciali con un’utenza sempre più abituata all’e-commerce multicanale.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova piattaforma di Telemedicina della Sir

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Parte il progetto di telemedicina reumatologica iARPlus. Non si tratta di una semplice cartella clinica elettronica ma di una nuova piattaforma informatizzata, interoperabile e in grado di facilitare i contatti tra malato, il medico di medicina generale e lo specialista reumatologo. Già in 40 centri della Penisola sono operativi degli “Ambulatori Virtuali Reumatologici” che presentano modelli e percorsi comuni e condivisi per evitare disparità nei servizi erogati. L’obiettivo è implementarli nel più breve tempo possibile e l’iniziativa nasce dall’esigenza di far fronte alle emergenze sanitarie imposte dalla pandemia. E’ promossa dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR) con il supporto incondizionato dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR). iARPlus viene presentata oggi durante la seconda giornata del 57° Congresso Nazionale della Società Scientifica. La piattaforma è usufruibile per i pazienti colpiti dalle patologie più gravi come artrite reumatoide, artrite psoriasica o spondilite anchilosante. On line sono presenti schede per raccogliere tutti i dati anagrafici, esami di laboratorio, esiti diagnostici, tipologia di trattamento in atto, aderenza e comorbidità. Il paziente potrà compilare, sempre on line, delle schede di autovalutazione sull’attività della malattia. Queste ultime sono integrate in un sistema di allarme che avvisa in tempo reale il reumatologo. Lo specialista potrà poi valutare se sia necessario o meno convocare l’assistito in ospedale per controlli più approfonditi in presenza. “Questo nuovo progetto di telemedicina è uno strumento fondamentale in questo momento molto delicato – afferma Luigi Sinigaglia, Presidente Nazionale della SIR -. Da quando l’indice dei contagi è bruscamente aumentato in tutto il Paese stiamo assistendo alla riconversione di reparti di reumatologia in strutture sanitarie per l’assistenza ai pazienti colpiti da Covid. Stiamo affrontando settimane complicate ed è ormai necessario, e a volte anche imprescindibile, utilizzare nuovi mezzi telematici moderni”. “Il nostro auspicio è passare dai 40 attualmente operativi a tutti i centri di reumatologia per implementare il prima possibile su tutto il territorio italiano questi servizi – sottolinea Roberto Gerli, Presidente Eletto SIR -. E’ un primo progetto pilota che dovrà ora aprirsi a collaborazioni con altre associazioni mediche e di pazienti. Si tratta di una necessità che va al di là dell’emergenza legata all’attuale pandemia in quanto le nuove tecnologie rappresentano un modello assistenziale innovativo e sempre più incentrato sul cittadino. La telemedicina può contribuire e favorire una profonda riorganizzazione dell’assistenza sanitaria reumatologica e soprattutto facilitare l’accesso alle prestazioni sanitarie in tutta la Penisola”. Dal congresso nazionale della SIR arriva anche un appello alle istituzioni affinché legiferino quanto prima sulla telemedicina. “Solo alcune Regioni hanno definito regole e tariffe precise per l’erogazione di servizi sanitari attraverso l’utilizzo di strumenti digitali – aggiunge Fausto Salaffi, Consigliere Nazionale SIR -. Fino a quando le televisite non saranno equiparate a livello burocratico-amministrativo a quelle ambulatoriali sarà difficile avviare in Italia progetti in grado di rispondere alle nuove sfide. Come Società Scientifica ci stiamo impegnando per garantire l’assistenza anche da remoto ai nostri pazienti. E’ però fondamentale che anche le autorità sanitarie, sia locali che nazionali, sostengano la comunità medica con interventi legislativi specifici”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

American Express lancia la piattaforma “Business For Business”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

Le aziende italiane, in particolare le piccole medie imprese, sono state fortemente impattate dalla pandemia Covid-19, e in uno scenario di grande complessità devono affrontare nuove sfide ed un processo di evoluzione importante rispetto agli schemi precedenti: per questo American Express Global Commercial Services, specializzata nel supporto alle aziende attraverso prodotti di pagamento per gestire le spese di viaggio d’affari e le spese aziendali quotidiane, ha deciso di lanciare la piattaforma “Business For Business” B4B (https://b4b.smart-business.it/) con l’obiettivo di sviluppare un ecosistema tra la clientela business e il network degli esercenti Amex, per generare traffico e mettere a disposizione delle offerte dedicate, consentendo lo sviluppo reciproco di business.L’abilitazione di nuove sinergie di business tra il network merchant e i clienti aziendali favorisce la creazione di una “community delle PMI” che metta a fattor comune la rete di esercenti e le pmi clienti, facendo leva sul modello di business peculiare di American Express. Attraverso il close loop, un modello di business chiuso, il network di Amex può infatti offrire alle piccole medie imprese un valore aggiunto, abilitando sinergie ed aprendo nuove opportunità di business con offerte che coprono diversi settori tra cui trasporti, logistica, telecomunicazioni e assicurazioni, supportando i Cardmember Business di Amex nello sviluppo del business.La piattaforma B4B, lanciata ad ottobre, include già oltre mille esercenti del circuito Amex, che hanno la possibilità di inserire offerte specifiche per il target business a cui il portale è rivolto, oltre che presentare e pubblicizzare i propri prodotti e servizi ad una rete qualificata di imprenditori. Gli utenti possono esplorare i servizi per categoria, con la possibilità di venire a conoscenza di nuovi potenziali partner e attivare così sinergie e collaborazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccino Pfizer: “Mancano ancora un piano di distribuzione e una piattaforma europea per studi e valutazione efficacia vaccini”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2020

“Dopo l’annuncio Pfizer è ancora più urgente dotarsi di un piano per la distribuzione del vaccino per quando ci sarà. Sarebbe anche fondamentale una piattaforma europea per condividere i dati sull’efficacia del vaccino stesso, come proposto dal Presidente dell’EMA, Guido Rasi”. Così Marco Cappato sul tema del Vaccino Pfizer, efficace al 90%. La proposta di Guido Rasi fa parte di un pacchetto di proposte raccolte dall’Associazione Luca Coscioni, attiva a livello internazionale a tutela del Diritto alla Scienza e alla Salute. Riguarda, infatti, la necessità di implementare strategie di coordinamento per fornire ai vari Paesi europei una cornice comune entro cui affrontare l’emergenza, da ora fino al momento in cui sarà disponibile il vaccino.“Bisogna proporre all’Unione europea interventi urgenti per superare la frammentazione della ricerca, che ha causato ritardi di mesi nella ricerca sulle terapie contro il SARS-Cov-2 – sostiene Rasi – . Serve una piattaforma virtuale organizzata per gli studi clinici in Europa e una rete di valutazione rapida dell’efficacia dei vaccini nell’uso della popolazione: “con una cifra minima di 10/12 milioni si può mettere in piedi una piattaforma di coordinamento per vedere subito nel mondo reale in poche settimane come i vaccini si stanno comportando per poter perfezionare le campagne vaccinali nei vari Paesi.”“A ciò si aggiunga che i Paesi membri non stanno ancora mettendo in atto le stesse politiche di test, regole di quarantena, indicazioni per i viaggi e app per il tracciamento dei contatti. Occorre un’iniziativa forte del nostro Governo in sede di UE su questi aspetti” conclude il Direttore EMA.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’UE deve regolamentare le piattaforme online

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2020

Parlamento europeo. I deputati hanno approvato ieri due relazioni d’iniziativa legislativa distinte, in cui si chiede alla Commissione di risolvere le attuali lacune normative relative all’ambiente online, nel suo pacchetto di legge sui servizi digitali (DSA, Digital Services Act) che sarà presentato a dicembre. Le attuali norme UE sui servizi digitali sono rimaste sostanzialmente invariate dall’adozione della direttiva e-commerce adottata venti anni fa. Grazie al DSA, l’Unione europea intende plasmare l’economia digitale europea e definire le norme a livello mondiale, come successo con la protezione dei dati. Tutti i fornitori di servizi digitali operanti da paesi terzi saranno tenuti a rispettare le norme sui servizi digitali, allorché i loro servizi si rivolgono anche a consumatori o utenti all’interno dell’UE.I deputati chiedono di istituire un meccanismo di “notifica e azione” vincolante, affinché gli utenti possano notificare agli intermediari contenuti o attività potenzialmente illeciti. Ciò aiuterà gli intermediari a reagire rapidamente ed essere più trasparenti in relazione alle azioni adottate nei confronti di contenuti potenzialmente illeciti. Gli utenti devono poter presentare ricorso tramite un organismo nazionale di risoluzione delle controversie, si legge nel testo. Il Parlamento chiede che venga fatta una precisa distinzione tra contenuto illecito e contenuto nocivo (il regime di responsabilità giuridica dovrebbe riguardare il “contenuto illecito”, solo secondo quanto definito dal diritto comunitario o nazionale). Le piattaforme dovrebbero evitare di introdurre filtri sui contenuti caricati o alcuna forma di controllo dei contenuti ex ante, per i contenuti nocivi o illeciti. La decisione finale sulla natura lecita o meno dei contenuti dovrebbe essere presa da un organo giuridico indipendente e non da aziende private. I contenuti nocivi, l’incitamento all’odio e la disinformazione dovrebbero essere contrastati attraverso un obbligo di maggiore trasparenza e grazie all’alfabetizzazione mediatica e digitale.Il Parlamento afferma che il principio che “ciò che è illegale offline lo è anche online”, così come la protezione dei consumatori e la sicurezza degli utenti, dovrebbero diventare i principi guida della normativa sui servizi digitali.I servizi e le piattaforme di intermediazione online devono migliorare la loro capacità di individuare e rimuovere le dichiarazioni false e contrastare gli operatori commerciali disonesti, ad esempio chi vende falsi dispositivi medici o prodotti pericolosi, come accaduto durante la pandemia di COVID-19.I deputati chiedono anche l’introduzione di un nuovo principio “conosci il tuo cliente” (Know Your Business Customer), che prevede che le piattaforme controllino e blocchino le società fraudolente che utilizzano i loro servizi per vendere prodotti e contenuti illegali e non sicuri.Inoltre, devono essere presentate delle norme specifiche per prevenire i fallimenti del mercato (anziché limitarsi a porvi rimedio) causati dalle grandi piattaforme, al fine di aprire i mercati a nuovi attori, tra cui PMI e start-up.Maggiori informazioni sulle richieste presentate dalla commissione per il mercato interno, e sostenute in Aula con 571 voti favorevoli, 26 contrari e 94 astensioni, sono disponibili qui e qui.I deputati vogliono garantire agli utenti un maggiore controllo sul contenuto cui sono esposti online, consentendo loro di disattivare la selezione automatica dei contenuti, e renderli meno dipendenti dagli algoritmi. La pubblicità mirata deve essere regolamentata in modo più severo a favore di forme di pubblicità meno invasive e contestualizzate che richiedono quantità minori di dati e non dipendono da una precedente interazione degli utenti con i contenuti. Si invita inotre la Commissione a valutare le opzioni per regolamentare la pubblicità mirata, compresa un’eliminazione graduale che sfoci in un divieto. La legge DSA dovrebbe prevedere, ove possibile, il diritto di usare i servizi digitali in modo anonimo. Infine, al fine di garantire il rispetto delle nuove regole, la Commissione dovrebbe valutare la possibilità di istituire un’entità europea incaricata del monitoraggio e di irrogare sanzioni.Maggiori dettagli sulla richiesta della commissione giuridica, approvata dalla Plenaria con 637 voti favorevoli, 26 contrari e 28 astensioni, sono disponibili qui e qui. In una terza risoluzione non legislativa, presentata dalla commissione per le libertà civili, e incentrata sulle questioni relative ai diritti fondamentali, si invitano i fornitori di servizi digitali a ritirare i contenuti dalla rete in modo “diligente, proporzionato e non discriminatorio” al fine di salvaguardare la libertà di espressione e di informazione, nonché la privacy e la protezione dei dati personali.I deputati sottolineano inoltre la natura problematica del “micro-targeting” basato su caratteristiche che espongono vulnerabilità fisiche o psicologiche, in quanto diffonde incitamento all’odio e disinformazione, e chiedono trasparenza in merito alle politiche di monetizzazione delle piattaforme online. La risoluzione è stata adottata con 566 voti favorevoli, 45 contrari e 80 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’aggiunta della piattaforma di customer engagement Emarsys alla nostra tecnologia leader

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2020

SAP S/4HANA®, alle nostre soluzioni per l’Experience Management e a Qualtrics apre nuove possibilità per i nostri clienti che sono uniche nel mercato”, ha affermato Christian Klein, CEO di SAP. “Il successo delle aziende in tutto il mondo dipende oggi dalla loro capacità di offrire un viaggio avvincente ai clienti e di soddisfare le loro specifiche aspettative. Per fare questo, i dati del front-office devono essere integrati con le funzionalità di back-office e con il feedback dei singoli clienti. Una volta conclusa l’acquisizione, SAP consentirà alle aziende di collegare ogni parte delle loro attività al cliente, inclusi i dati sull’esperienza. Forniremo un portafoglio per una strategia di “commerce anywhere” che renderà possibili esperienze di commercio digitale iper personalizzate su tutti i canali e in qualsiasi momento”.Emarsys è una piattaforma innovativa di marketing basata sul cloud e di semplice utilizzo, completamente integrata. Permette alle aziende di offrire interazioni con i clienti veramente personali attraverso e-mail, dispositivi mobili, social, SMS e web su larga scala. Emarsys è stata fondata da Josef Ahorner, presidente del consiglio di sorveglianza, Hagai Hartman e Daniel Harari a Vienna, Austria. Oggi Emarsys ha oltre 1.500 clienti in tutto il mondo e più di 800 dipendenti in 13 uffici tra cui Londra, Berlino, Sydney e Budapest, oltre a una sede negli Stati Uniti a Indianapolis. Le operazioni della società entreranno a far parte della business unit SAP Customer Experience. La transazione dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2020, previa approvazione normativa. Il prezzo di acquisto e altri termini della transazione non sono divulgati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giunti Scuola lancia la nuova piattaforma digitale giuntiscuola.it IO+

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2020

Nel complesso tema della didattica digitale e delle nuove sfide poste alla scuola negli ultimi anni, e ancora di più dopo la pandemia, Giunti Scuola, società del gruppo Giunti da sempre in prima fila sul fronte dell’innovazione nell’editoria scolastica, ha risposto con un profondo rinnovamento della propria offerta digitale. Durante il convegno “Star bene a scuola”, che si è tenuto online sabato 3 ottobre, ha presentato il nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it IO+: una piattaforma completamente ridisegnata che offre a docenti, educatori e formatori contenuti di qualità e mette a disposizione dei docenti il patrimonio di letteratura su didattica e pedagogia delle storiche riviste e un numero importante di nuovi “oggetti digitali”.Sono circa 35mila gli strumenti per la didattica – lezioni, articoli, file multimediali – a disposizione sul nuovo ambiente digitale, una repository innovativa e unica nel panorama dell’editoria scolastica. Il progetto nasce dalla volontà di far fronte alle esigenze dei docenti di oggi, ma anche dei genitori e degli alunni, incoraggiando l’interazione e la personalizzazione dei contenuti perché ciascun appartenente alla “comunità educante” possa costruire un’esperienza digitale del tutto aderente alle proprie necessità. Il nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it IO+ va in questa direzione, capace di intercettare e sviluppare le esigenze di cambiamento tecnologico già in atto da anni nella scuola e sempre più evidenti e urgenti con i recenti avvenimenti. In forma di fruizione libera o in forma di abbonamento con il servizio IO+ l’ambiente digitale offre un supporto valido per la Didattica Digitale Integrata, prevista di recente nel Piano scolastico del MIUR, che chiede ai docenti l’utilizzo di strumenti digitali per una didattica più flessibile e integrata. Giuntiscuola.it IO+ mette a disposizione questi strumenti con un format intuitivo, personalizzabile, inedito per affiancare i docenti in quella che si configura come una sfida epocale a livello pedagogico e tecnologico. Cuore del nuovo ambiente digitale sono le lezioni, un pacchetto con tutto l’occorrente per spiegare in maniera esaustiva e varia un argomento, e gli articoli, contributi degli autori di Giunti, con la novità per gli utenti di poter proporre un contenuto originale e diventare essi stessi autori. Gli strumenti sono schede didattiche, testi e risorse multimediali e interattive da fruire o, anche scaricare. La vera innovazione di giuntiscuola.it IO+ sono le raccolte, materiali diversificati collezionabili in un’unica playlist di contenuti, navigabile e condivisibile con tutti gli utenti Giunti Scuola. Una risposta questa al bisogno dei docenti di sviluppare relazioni, di trovare uno spazio adatto, anche fuori dalla scuola, per confrontarsi su buone pratiche ed esperienze e sentirsi parte di una community.www.giuntiscuola.it

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piattaforma ottimizzata per l’origination di credito retail

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2020

Bucarest (Romania) e Bologna. Gruppo Société Générale, uno dei leader sul mercato bancario rumeno, parte di Société Générale, uno dei principali Gruppi nei servizi finanziari in Europa, ha lanciato insieme a CRIF una piattaforma ottimizzata per l’origination di credito retail al fine di migliorare la customer experience dei propri clienti e ridurre le tempistiche di erogazione. L’obiettivo principale di BRD è aumentare le erogazioni, implementando un processo semplificato e mirando a diventare un punto di riferimento riconosciuto nel settore bancario e centrato sul cliente. CRIF è stata selezionata come partner strategico per l’implementazione di un’applicazione end-to-end per privati e piccole imprese, dall’engagement fino all’erogazione. La piattaforma, sviluppata e personalizzata da CRIF, consente a BRD di gestire il proprio processo di origination del prestito, supportando gli obiettivi di business attraverso un approccio flessibile e scalabile grazie all’utilizzo di una suite di soluzioni a supporto delle decisioni, strategie di rischio e processi facilmente configurabili dagli utenti aziendali. L’applicazione end-to-end di CRIF è rivolta all’intero portafoglio di clienti e prodotti di BRD, sia secured sia unsecured, e supporta tutte le tipologie di credito (nuovi, rinnovi, rifinanziamenti, ristrutturazioni, ecc). Tre i fattori principali che hanno sancito il successo della soluzione di CRIF. Innanzitutto l’integrazione online con tutti i principali fornitori di informazioni nel mercato rumeno (Credit Bureau, ANAF, ecc). In secondo luogo le funzionalità multilingua, scalabili in più Paesi, con oltre 30 punti di integrazione online all’interno dei diversi processi di lavoro. Infine, la possibilità per tutti gli operatori di BRD di avere il pieno controllo di tutte le strategie decisionali del credito senza fare ricorso all’IT: authorization path, controllo di affidabilità – DTI, decisioning, cross-selling e upselling, Risk-Based Pricing, ecc. Grazie alla partnership con CRIF, BRD ha raggiunto un elevato standard di servizio, migliorando le performance di vendita e la soddisfazione dei propri clienti, riducendo anche i tempi di approvazione. L’efficienza e la performance dei processi di credito consentirà l’ottimizzazione delle risorse e dei rischi operativi e determinerà lo sviluppo di un processo di credito unico e centralizzato per supportare la crescita dei finanziamenti erogati. Nello specifico, BRD ha migliorato la gestione del rischio affidandosi ad un’architettura e a una piattaforma solide (SOA) integrata con una piattaforma di sottoscrizione all’avanguardia, beneficiando di una maggiore efficienza dei costi IT e riducendo il time to market per la creazione di nuovi prodotti, la modifica delle strategie di credito e i cambiamenti nei processi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima edizione del Forum delle Frontiere e decima riunione della piattaforma dei GECT

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2020

Il 9 e 10 novembre 2020 la Missione operativa transfrontaliera (MOT) ospiterà a Parigi la prima edizione di un evento dedicato alle frontiere, il Borders Forum, e la decima riunione annuale della piattaforma dei GECT, in collaborazione con il Comitato europeo delle regioni e la Commissione europea. Il forum, a cui parteciperanno rappresentanti di spicco di istituzioni a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, tra i quali la commissaria europea Elisa Ferreira, il Presidente del CdR Apostolos Tzitzikostas e ministri di Francia, Germania, Italia, Ungheria, Lussemburgo e Polonia, è organizzato sotto l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron.La crisi della Covid-19 ha riproposto la questione delle frontiere all’attenzione del dibattito politico nel momento in cui le frontiere interne europee sono state bruscamente chiuse a causa della pandemia. Le ripercussioni sulle regioni frontaliere sono state enormi, visto che i territori transfrontalieri rappresentano il 40% circa dell’Europa e oltre 2 milioni di europei attraversano ogni giorno una frontiera per recarsi al lavoro.Il forum punta a creare un luogo di discussione che funga da forte cassa di risonanza a livello politico per dar voce alle esigenze dei territori transfrontalieri. Il forum riunirà attori locali, nazionali ed europei coinvolti nella cooperazione transfrontaliera e riaffermerà la loro ambizione comune e il loro ruolo all’interno del dibattito politico, oltre a consolidare un’alleanza transfrontaliera europea dei cittadini. L’evento si svolge in un momento in cui l’Europa celebra il 30º anniversario dei suoi programmi di cooperazione Interreg, i 10 anni della piattaforma dei GECT e l’attuazione del trattato di Aquisgrana, un accordo bilaterale tra Francia e Germania per una più stretta cooperazione e integrazione.www.bordersforum.eu

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parmalat: una nuova piattaforma e-commerce B2C per la spesa online progettata da Deliverti

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

Parmalat, azienda leader in Italia nel mercato del latte, apre al mondo dell’e-commerce e sceglie Deliverti per il lancio del suo shop online ufficiale.Deliverti, società del gruppo Ad Maiora, attiva nella gestione in full outsourcing di progetti di ecommerce, fondata da Fabio Scalet e Giulio Cupini nel 2016, si è occupata della realizzazione dell’infrastruttura digitale di http://shop.parmalat.itDeliverti ha supportato Parmalat in tutte le fasi di realizzazione del progetto: dall’implementazione dei processi logistici e distributivi alla gestione degli aspetti post-vendita con il proprio customer care dedicato, all’integrazione del front end in partnership con Diennea.Questa scelta strategica trova riscontro nel particolare momento positivo per il settore degli acquisti online nell’era Coronavirus e in vista di un cambiamento generalizzato delle abitudini di acquisto degli utenti.La situazione attuale in materia di commercio digitale del settore dell’alimentare ha subìto un’impennata senza precedenti. Le statistiche Netcomm affermano che il settore food & beverage ha incrementato la richiesta di acquisti digital del 130% tra gennaio e maggio 2020.Questo particolare scenario con cui il settore del commercio si deve confrontare ha consolidato di più le certezze per la realizzazione di un progetto di e-commerce, con obiettivi di incremento ambiziosi nel breve periodo.Oggetto della collaborazione tra le due realtà è un portale user friendly, attento alle esigenze e all’esperienza di navigazione, per offrire uno shop dove poter acquistare i prodotti a marchio Parmalat in modo veloce e sicuro. Per ricreare il negozio virtuale “perfetto” sono state effettuate analisi sul mercato per valutare le preferenze dei consumatori: da qui l’idea di progettare sezioni dedicate a special box dei prodotti più richiesti e suggerimenti di acquisto sulla base delle referenze più vendute.A rendere ancora più fluido e affidabile il processo d’acquisto sono stati previsti dei sistemi di pagamento certificati. Proprio sul tema dei pagamenti Parmalat ha richiesto un focus di attenzione maggiore per garantire a tutti i suoi clienti online un percorso di acquisto sicuro e in linea con le policy di mercato.Parmalat, in accordo con Deliverti, ha deciso di incrementare le possibilità di contatto con i consumatori aprendosi alle vendite digitali e ampliando le nuove prospettive di fatturato offerte dall’online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »