Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘piattaforme’

Anti terrorismo: piattaforme web avranno un’ora per rimuovere contenuti terroristici

Posted by fidest press agency su sabato, 20 aprile 2019

Nessun obbligo di monitoraggio per le piattaforme online, né uso obbligatorio dei filtri. Sanzioni fino al 4% del fatturato in caso di violazioni persistenti. Salvaguardie per la libertà di parola e di stampa, Per combattere la radicalizzazione e contribuire alla sicurezza, le piattaforme web dovrebbero rimuovere i contenuti terroristici entro un’ora dall’ordine dell’autorità competente.Con 308 voti favorevoli, 204 contrari e 70 astensioni, il Parlamento ha approvato mercoledì una proposta legislativa per contrastare l’uso improprio dei servizi di hosting su Internet a fini terroristici. Le imprese che sistematicamente e persistentemente non rispettano la legge potrebbero essere sanzionate con una multa fino al 4% del loro fatturato globale.La votazione chiude la prima lettura. Il neoeletto Parlamento europeo sarà incaricato di negoziare con il Consiglio dei ministri la forma definitiva della legislazione.Una società internet che ospita i contenuti caricati dagli utenti (come Facebook o YouTube) e che offre i propri servizi nell’UE, qualora riceva un ordine di rimozione dall’autorità nazionale competente, disporrà di un’ora per rimuovere i contenuti o disabilitare l’accesso ad essi in tutti gli Stati membri UE. Tuttavia, le società non saranno obbligate a monitorare le informazioni che trasmettono o memorizzano, né dovranno rintracciare attivamente le prove che indichino un’attività illegale.Per aiutare le piattaforme più piccole, i deputati hanno deciso che, se una società non ha mai ricevuto un ordine di rimozione, l’autorità competente deve contattarla almeno 12 ore prima di emettere il primo ordine di rimozione dei contenuti ospitati e fornire le informazioni sulle procedure e le scadenze.Se un’impresa è stata oggetto di un numero considerevole di ordini di rimozione, le autorità possono chiedere misure specifiche supplementari (ad esempio, comunicazioni regolari con le autorità o aumento del personale). I deputati della commissione parlamentare per le libertà civili hanno convenuto di non imporre né l’obbligo di monitoraggio dei contenuti caricati né l’uso di strumenti automatici.Obiettivo della legislazione è qualsiasi materiale – testo, immagini, registrazioni sonore o video – che “incita, incoraggia o appoggia la commissione di reati di terrorismo, impartisce istruzioni finalizzate alla commissione di tali reati o promuove la partecipazione nelle attività di un gruppo terroristico,”, nonché i contenuti che forniscono indicazioni su come fabbricare e utilizzare esplosivi, armi da fuoco e altre armi a fini terroristici.Secondo i deputati, i contenuti diffusi a fini educativi, giornalistici o di ricerca dovrebbero essere tutelati. Inoltre, l’espressione di opinioni polemiche o controverse su questioni politiche sensibili non deve essere considerata come contenuto terroristico.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove regole per i media audiovisivi e le piattaforme video

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Il Parlamento ha dato il via libera definitivo all’aggiornamento delle norme UE sui media audiovisivi. Il testo è già stato concordato con i Ministri UE. Dopo la votazione finale su questo accordo, la legislazione rivista si applicherà alle emittenti radio e TV, alle piattaforme di video on demand (ad esempio Netflix, Amazon Video, Google Play, iTunes), a quelle di condivisione di video, come YouTube o Facebook, nonché allo streaming in diretta.
I media audiovisivi dovranno predisporre misure adeguate a combattere i contenuti che incitano alla violenza, all’odio e al terrorismo, mentre la violenza gratuita e la pornografia saranno soggette a limiti ancora più severi.La legislazione non prevede un sistema di filtri al momento del caricamento di contenuti, ma, su richiesta del Parlamento, le piattaforme dovranno creare un meccanismo trasparente e facile da usare per consentire agli utenti di segnalare i contenuti. Inoltre, i siti di condivisione video dovranno garantire una risposta rapida a tali segnalazioni da parte degli utenti.
La nuova legge UE introduce norme in materia di pubblicità e di product placement nei programmi televisivi per bambini e nei contenuti disponibili sulle piattaforme di video on demand. I deputati, durante i negoziati con i ministri, sono riusciti a inserire un meccanismo di protezione dei dati personali dei minori per garantire che i loro dati raccolti dai media audiovisivi non siano trattati per uso commerciale, per la profilazione o la pubblicità mirata.
30% di contenuti europei nei cataloghi delle piattaforme online. Al fine di sostenere la diversità culturale del settore audiovisivo europeo, i deputati hanno approvato una norma che prevede che il 30% dei contenuti dei cataloghi delle piattaforme di video on demand dovrà essere europeo.Tali piattaforme dovranno inoltre contribuire allo sviluppo delle produzioni audiovisive europee, investendo direttamente nei contenuti o contribuendo ai fondi nazionali. Il livello di contributo in ciascun paese dovrà essere proporzionale alle entrate nel paese in questione (lo Stato membro in cui sono stabilite le piattaforme o in quello a cui i contenuti sono destinati, interamente o principalmente).In base alla nuova normativa, la pubblicità potrà occupare al massimo il 20% del tempo di trasmissione giornaliera tra le 6.00 e le 18.00, con la possibilità per l’emittente di adattare la propria offerta pubblicitaria. È stata inoltre prevista una finestra di prime time tra le 18:00 e le 0:00, con un nuovo limite del 20% del tempo di trasmissione.La legislazione comprende infine anche disposizioni che riguardano l’accessibilità, l’integrità del segnale di un’emittente, il rafforzamento delle autorità di regolamentazione e la promozione delle competenze dei media.La risoluzione legislativa è stata approvata con 452 voti a favore, 132 contrari e 65 astensioni. L’accordo deve ancora essere formalmente approvato dal Consiglio dei ministri dell’UE prima che la legge possa entrare in vigore. Gli Stati membri dispongono di 21 mesi dalla sua entrata in vigore per recepire le nuove norme nella legislazione nazionale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piattaforme online: lotta alle fake news, protezione della privacy e sostegno alla concorrenza leale

Posted by fidest press agency su domenica, 18 giugno 2017

sanità-digitaleBruxelles. Parlamento europeo. Secondo il testo approvato giovedì dai deputati, le normative esistenti che si applicano alle piattaforme online devono essere aggiornate all’era digitale. Per rafforzare la protezione dei consumatori e della privacy e, allo stesso tempo, sviluppare il potenziale delle piattaforme online, i deputati vogliono che la Commissione:
· investighi sui possibili errori e abusi di algoritmi che possono portare a discriminazione, concorrenza sleale o violazioni della privacy;
· provveda a sviluppare linee guida per far rispettare le norme in materia di responsabilità;
· proponga un trattamento paritario tra servizi online e offline;
· definisca e chiarisca ulteriormente le procedure di notifica e di rimozione per i contenuti e i materiali illegali;
· analizzi la possibilità di un’ulteriore legislazione per limitare la disseminazione e la diffusione di contenuti falsi.
Le stesse piattaforme online dovranno prendere alcune misure per assicurare il rispetto della privacy degli utenti e informazioni accurate, per:
· combattere materiali e contenuti illegali con misure di co-regolamentazione e autoregolamentazione (come il tracciamento dei trasgressori recidivi e la moderazione delle pagine web che possono avere contenuti inappropriati o illegali);
· contrastare la diffusione delle fake news, fornendo agli utenti degli strumenti per riconoscere le notizie false;
· informare precisamente gli utenti su quali dati personali vengono raccolti e sul loro utilizzo;
· assicurare l’anonimato qualora i dati personali siano raccolti da terze parti;
· offrire ai consumatori termini e condizioni chiari, comprensivi e corretti, presentati in maniera “user-friendly” ed evitando terminologia complessa. La risoluzione è stata approvata con 393 voti a favore, 146 contrari e 74 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MicroStrategy presenta MicroStrategy 10.6™

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 gennaio 2017

tysons-corner-virginiaTYSONS CORNER, Virginia (Stati Uniti), MicroStrategy® Incorporated (Nasdaq: MSTR), leader mondiale nella fornitura di piattaforme software aziendali, ha annunciato oggi l’uscita al pubblico di MicroStrategy 10.6, l’ultima funzione per la piattaforma aziendale MicroStrategy 10™. Questo aggiornamento prevede nuove opzioni nella distribuzione di dashboard con interattività offline e introduce un motore di esportazione che migliora la formattazione e la consegna di dashboard personalizzate agli utenti finali all’interno dell’azienda. Questa nuova funzione inoltre aggiunge una certificazione per nuove fonti di dati e offre nuove capacità di visualizzazione mappe per MicroStrategy Web™ e MicroStrategy Mobile™. L’uscita di MicroStrategy 10.6 segue il recente comunicato aziendale che annunciava la possibilità per chiunque di scaricare gratuitamente MicroStrategy Desktop™.“Migliaia di utenti stanno provando MicroStrategy Desktop per la prima volta, in più con la capacità di accesso, visualizzazione e analisi di un’ampia gamma di dati, esistono infinite possibilità di trasformazione dei risultati aziendali”, ha affermato Michael J. Saylor, Amministratore delegato di MicroStrategy Incorporated. “Attualmente le organizzazioni possono sfruttare MicroStrategy 10.6 per pianificare e distribuire dashboard personalizzate a utenti MicroStrategy Desktop, consentendo a ogni utente di prendere decisioni aziendali proattive in base ai dati in suo possesso”.
MicroStrategy 10.6 fornisce un motore di esportazione aggiornato con nuove capacità che migliorano la possibilità di condividere le dashboard in formato PDF. Il nuovo motore di esportazione è un micro-servizio separato che viene installato insieme a MicroStrategy Server, fornendo ai clienti MicroStrategy opzioni di distribuzione flessibili e una maggiore stabilità del prodotto.
Questa nuova funzione consente agli utenti MicroStrategy Web di generare file PDF formattati con supporto per mappe, D3 e altre visualizzazioni personalizzate, contenitori HTML e contenuto HTML-tag. Le capacità di impaginazione intelligente permettono di trasferire il contenuto delle dashboard all’interno del PDF in pagine separate, rendendo estremamente facile la realizzazione di report con grandi griglie che mostrino chiaramente linee e colonne in maniera altamente formattata. Tra gli altri vantaggi figura il supporto per dashboard con molteplici fogli e pannelli, segnalibri PDF per un’organizzazione migliorata e una navigazione facile oltre a immagini incorporate.
Fondata nel 1989, MicroStrategy (Nasdaq: MSTR) è un leader mondiale nella fornitura di piattaforme software aziendali. La missione dell’azienda è fornire ai clienti aziendali una piattaforma software di prim’ordine a livello mondiale e dei servizi di esperienza che permettano di utilizzare applicazioni di intelligence uniche.

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enorme regalo per le aziende concessionarie delle piattaforme

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2016

piattaforma1«Il mancato raggiungimento del quorum al referendum sulle cosiddette trivellazioni in mare si traduce in un enorme regalo per le aziende concessionarie delle piattaforme. In pratica si ritrovano automaticamente in mano un contratto a tempo indeterminato per sfruttare i giacimenti, senza che alla scadenza degli accordi in essere ci si possa sedere intorno a un tavolo per valutare la situazione che si è venuta a creare, sia dal punto di vista ambientale che sotto il profilo dell’opportunità economica. Si è scelto di cedere la sovranità su intere zone dei nostri mari a dei privati fino a quando farà loro comodo: una decisione che per il futuro può delinearsi come un precedente estremamente pericoloso ».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA. «Spiace davvero che sia prevalso l’astensionismo anche su una questione che investe direttamente la salute degli italiani e il patrimonio del nostro Paese. Da cittadino, prima ancora che da tecnico, rimango perplesso osservando che parte della nostra classe dirigente esulta perché la maggioranza non si è recata alle urne: non si può considerare l’esercizio del diritto di voto come un intralcio alla propria attività o invocare la mobilitazione popolare solo quando fa comodo. Anche perché il risultato è che la situazione di opacità che circonda l’estrazione in mare di idrocarburi viene di fatto perpetuata: la carenza di studi indipendenti e puntuali sull’impatto ambientale provocato da tali attività è cronica. Almeno su questo il Governo cerchi di correre ai ripari, anche per rispettare gli oltre 13 milioni di italiani che al referendum hanno votato sì».

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5 piattaforme petrolifere nel Mediterraneo

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2010

Per novecento milioni di dollari la BP, azienda che ha provocato la “marea nera” nel Golfo del Messico, ha ottenuto dalla Libia il diritto di effettuare perforazioni per cercare nuovi giacimenti di petrolio nel Golfo della Sirte. Le operazioni off-shore avverranno a 1700 metri di profondità, 200 in più rispetto al Golfo del Messico. “In caso di incidente,” dichiara il Gruppo EveryOne, attraverso i suoi co-presidenti Malini, Pegoraro e Picciau, “si diffonderà nel Mediterraneo una macchia dagli effetti devastanti, che già nello spazio di un mese comprometterà per sempre gli equilibri ecologici e ambientali dei nostri mari”. La BP smentisce queste affermazioni, spiegando che farà tesoro dell’esperienza americana e che sono in corso studi per identificare sistemi efficaci per chiudere eventuali falle. “E’ solo un’illusione,” prosegue EveryOne, organizzazione per i diritti umani che da anni si occupa anche di tematiche ambientali, “perché possono verificarsi decine di incidenti diversi e a quelle profondità non vi sarà il tempo di rimediare. Non a caso, la Russia ha dovuto ricorrere a esplosioni nucleari per tappare falle a profondità assai minori. Nel Golfo della Sirte neanche quel sistema estremo sarebbe sufficiente”.
Il Gruppo EveryOne rivolge un appello al Commissario per l’Ambiente dell’Unione europea Stavros Dimas e al Segretario generale delle Nazioni Unite  Ban Ki-moon: “Bisogna superare gli interessi economici e fermare questo progetto irresponsabile, che potrebbe causare una tragedia ecologica e sanitaria di proporzioni bibliche. La ricostruzione da noi effettuata al computer mostra come in soli trenta giorni, pur attuando operazioni di tamponamento di un’eventuale falla, una fuoriuscita ridurrebbe i nostri mari, compromettendo i delicati cicli biologici vita e rendendo impossibile la presenza umana in molte zone costiere”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’impegno del Miur

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

Pavia  15 giugno 2010 ore 14.30 Aula Foscolo – Università di Pavia  Dott. Mario Alì  Direttore Generale per l’Internazionalizzazione della Ricerca – MIUR interverrà sul tema  “L’impegno del MIUR nella ricerca internazionale:  Programmi Quadro, Piattaforme tecnologiche, Joint Programming”  Presiede il Prof. Cesare Balduini  Pro-Rettore alla Ricerca  – Università degli Studi di Pavia  Il Direttore della Ricerca del MIUR, Mario Alì, incontra i ricercatori dell’Università di Pavia.L’incontro con il dott. Alì avrà per tema  “L’impegno del MIUR nella ricerca internazionale: Programmi Quadro, Piattaforme tecnologiche, Joint Programming” e sarà presieduto dal Pro-Rettore alla Ricerca dell’Università degli Studi di Pavia, prof. Cesare Balduini.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tecnologia robotica

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 giugno 2010

iRobot, azienda leader nella messa a punto di soluzioni basate su tecnologia robotica, tra cui il famoso robot aspirapolvere Roomba e il lavapavimenti Scooba, ha annunciato che per raccogliere dati sullo stato delle acque oceaniche del Golfo del Messico gli esperti hanno deciso di avvalersi di Seaglider, un veicolo sottomarino a locomozione automatizzata (UUV) da essa prodotto. Le informazioni così ottenute verranno utilizzate per monitorare la marea nera causata dalla recente esplosione della piattaforma petrolifera Deepwater.  Seaglider è in grado di eseguire misurazioni tridimensionali sulla temperatura, la salinità e le altre proprietà delle acque oceaniche fino a 1.000 metri di profondità. I ricercatori, disponendo di dati riguardanti livelli non facilmente esaminabili tramite piattaforme di superficie tradizionali o altri tipi di veicoli UUV, potranno rilevare la presenza di petrolio e i relativi spostamenti nelle aree affette. Nello specifico, l’équipe che opera nel Golfo del Messico ha utilizzato Seaglider per localizzare e controllare le grosse macchie di petrolio che si presume siano disperse a circa 700 metri di profondità. Seaglider è in grado di funzionare senza interruzioni per 10 mesi. I dati potranno essere trasmessi per via satellitare diverse volte al giorno e raggiungere qualsiasi dispositivo con connessione a Internet, in ogni parte del mondo.
iRobot Seaglider è un veicolo UUV in grado di immergersi in profondità  senza collegamento e di eseguire missioni della durata di diversi mesi coprendo distanze di migliaia di chilometri. La capacità di supportare operazioni particolarmente lunghe è dovuta all’implementazione di una tecnologia per spostamenti in acqua che sfrutta le variazioni della spinta idrostatica anziché i tradizionali sistemi ad elica. Inoltre, poiché questa piattaforma non ha bisogno di essere manovrata da nave né di essere recuperata per la raccolta dei dati, risulta vantaggiosa anche dal punto di vista economico. Su scala mondiale, le unità Seaglider distribuite finora sono più di 120. Tra i clienti interessati, si annoverano la Marina statunitense, enti statali e gruppi di ricerca.
Azienda americana fondata nel 1990 dai migliori esperti di robotica del Massachusetts Institute of Technology, è oggi leader mondiale nella robotica mobile, riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo per la qualità, la raffinata tecnologia, l’affidabilità ma soprattutto per la grande efficacia e la semplicità di utilizzo di tutti i suoi prodotti. iRobot ha concepito e prodotto robot all’avanguardia per diverse applicazioni industriali, scientifiche e militari, nelle quali  ha ottenuto grandi successi: ma negli ultimi anni ha deciso di mettere a frutto il proprio know-how per migliorare e rendere più semplice anche la vita di ogni giorno!

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritti Tv calcio

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Adiconsum impugna davanti al Tar del Lazio la delibera dell’Antitrust del 18 Gennaio 2010 con la quale sono stati accettati  gli impegni presentati dalla Lega Calcio. Nel Luglio scorso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva aperto un procedimento istruttorio contestando alla Lega Calcio l’illecito antitrust di abuso di posizione dominante in relazione alle modalità di assegnazione dei diritti audiovisivi del campionato di Serie A 2010-2012. L’Autorità infatti osservava che “le modalità di formazione dei pacchetti concretamente assunte dalla Lega Calcio risultano in contrasto con i principi posti a tutela della concorrenza, in quanto inidonee a garantire lo svolgimento di una procedura effettivamente competitiva e suscettibili di condizionare l’allocazione dei diritti ai principali operatori, ostacolando l’ingresso e la crescita di altri soggetti. (…) D’altro canto, il minor grado di concorrenza tra gli operatori della pay tv risulta idoneo a produrre effetti negativi sui consumatori, conducendo a prezzi di fruizione dei contenuti televisivi potenzialmente più elevati e a una inferiore varietà e qualità dell’offerta”. Secondo Adiconsum gli impegni proposti dalla Lega e accettati da Catricalà non determinano alcuna modifica al mercato, che continua ad essere caratterizzato da un’inesistente concorrenza all’interno delle singole piattaforme e tra le stesse piattaforme, favorendo l’attuale monopolio di SKY sulla piattaforma satellitare e impedendo di fatto l’accesso nel mercato di nuovi operatori.   Ora la decisone passa al TAR: nell’udienza del prossimo 14 aprile si discuterà sul merito della questione e cioè se gli impegni presentati dalla Lega Calcio siano realmente idonei a garantire procedure competitive per la cessione dei diritti audiovisivi del Campionato di Serie A consentendo l’ingresso nel mercato di nuovi operatori ed impedendo la permanenza di situazioni di monopolio o di quasi monopolio all’interno delle distinte piattaforme, nonché incoraggiando la concorrenza tra le piattaforme.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piattaforme petrolifere

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 dicembre 2009

Serviva un durissimo intervento del coordinatore regionale di Italia Dei Valori – Puglia on. Pierfelice Zazzera, a denunciare quello che ci sembra essere l’ennesimo tentativo di scempio in materia ambientale di questo governo del profitto di pochi a danno della salute e dell’ambiente di tutti. Ed infatti, con un comunicato stampa di giovedì 03 dicembre la popolazione pugliese veniva a conoscenza per via indiretta dell’autorizzazione nei confronti della società inglese Northern Petroleum ltd da parte del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro per i Beni e le attività culturali con decreto il 15/10/2009 ad avviare le perforazioni per la ricerca di petrolio a 25Km ad est di Monopoli e in caso positivo l’insediamento di una piattaforma petrolifera offshore.  Il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori Giovanni D’Agata, ed IDV della provincia di Lecce, esprimono dunque una fortissima preoccupazione per i gravissimi rischi per l’ambiente, per la salute e per il turismo, conseguenti alla possibilità d’installazione di piattaforme per l’estrazione del petrolio in tutto il Canale d’Otranto, poiché già nel lontano 1993 l’ENI aveva parlato dell’esistenza di una grande riserva di idrocarburi proprio davanti alle coste del Salento. Per queste ragioni, temendo l’avvio di una nuova stagione di scempi ambientali alla ricerca dell’oro nero davanti alle coste della stupenda terra di Puglia, anche il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori Giovanni D’Agata, ed IDV della provincia di Lecce si uniscono alla protesta dell’on. Pieferlice Zazzera ed annunciano sin da ora barricate, se questo Governo dovesse proseguire nell’intento, visto che questa regione ha già dato tanto e tanto dà in termini di produzione energetica e di sfruttamento del territorio a tali fini, mentre pare si dimentichi che le Nostre più grandi fonti di produzione potrebbero essere il sole ed il vento.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Per fronteggiare l’emergenza terremoto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2009

Anche le nuove piattaforme pensate per le aziende e i professionisti come Viadeo possono risultare molto utili perché mettono in contatto anche persone che non si conoscono per fare volontariato, raccogliere fondi o beni di prima necessità. Con questo concreto obiettivo sociale é nata la partnership tra Viadeo Italia e la Fondazione La Stampa – Specchio dei Tempi che da tempo promuove singole iniziative sociali o fornisce assistenza a intere popolazioni in tutto il mondo. Si invitano, pertanto, i 300mila iscritti in Italia a partecipare all’iniziativa di solidarietà promossa dalla Fondazione della Stampa anche perché circa 2.500 persone della comunità virtuale lavorano proprio in Abruzzo. Oltre 640mila euro sono già entrati nelle casse della Stampa Specchio dei Tempi in meno di quattro giorni. Tanti i versamenti via bonifico, tramite conto corrente oppure agli sportelli ma tantissimi sono stati anche le donazioni telematiche con la carta di credito. Come è possibile leggere sul sito del quotidiano torinese c’è chi ha versato da Shanghai, da Buenos Aires o dal Sud Africa.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »