Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘piccole’

La felicità nelle grandi e piccole cose

Posted by fidest press agency su martedì, 31 agosto 2021

L’anima è superiore al corpo e secondo il lume della ragione la sua felicità o infelicità non ha motivo di dipendenza. Ma l’esperienza ci insegna che noi dobbiamo anche sopportare che ci taglino un braccio senza dolore.Gli stoici seguendo le false idee della loro filosofia chimerica, s’immaginano di essere saggi e felici e che occorra solo pensare alla virtù e all’indipendenza per diventare felici e indipendenti. Il buon senso e l’esperienza ci dicono, invece, che il miglior modo per non dolerci per una puntura è di non pungersi. Gli stoici invece dicono: “Pungete e io con la forza della mia anima e l’aiuto della mia filosofia mi separerò dal mio corpo in modo da non sentire il dolore della puntura.” In questo modo si ritiene che il dolore non fosse un male tant’è che dall’espressione del suo viso e dal contegno impassibili di tutto il resto del suo corpo la sua filosofia lo rende invulnerabile. Se affrontiamo il tema da un altro punto di vista ritengo che un grande contributo alla comune felicità è dato da tutto ciò che non è solo maggiormente utile, ma semplicemente utile. In proposito Malebranche così argomentava: “Come mai avviene che uomini ragionevoli si dedicano tanto fortemente alla scienza astronomica e accettano, per contro, errori grossolani al riguardo della verità sui corpi sublunari? È così che gli uomini si lasciano abbagliare da una falsa idea di grandezza che li lusinga e li agita e tanto che la loro immaginazione ne resta colpita. L’effetto è tale che la ragione ne rimane accecata.”Ma questa può considerarsi felicità se ad esempio ci ingolfiamo in studi inutili? Direi, piuttosto, che la felicità è nella conoscenza anche se il campo di osservazione appare a molti solo uno spreco di tempo. Felice è, a mio avviso, colui che non vive dell’opinione altrui e non segue chi nega l’importanza delle scienze poco importanti perché è consapevole che la conoscenza dell’uomo è grande solo se non si pone dei limiti. Nessuna scienza astratta è vana se da essa si sa cogliere l’essenza della vita. Un quadro, un marmo, un libro sono veramente apprezzabili se manifestano energie che non conoscevamo o che ancora non avevamo messo in azione. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 2021 visto dall’universo delle piccole società globali

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2021

A cura di Scott Woods, Portfolio Manager di Columbia Threadneedle Investments. Una delle gioie più grandi di investire nelle società più piccole è la possibilità di incrociare realtà interessanti di cui molti ignorano l’esistenza.Scopriamo costantemente nuovi concetti appassionanti, che analizziamo insieme ai nostri team regionali dedicati alle società di minori dimensioni, e ne abbiamo acquistate alcune nell’ultimo trimestre. JTOWER fornisce infrastrutture condivise di comunicazione mobile in Giappone alle varie reti mobili del paese. Dopo alcuni mesi di ricerca sulla società, abbiamo constatato con piacere che rispettava i nostri criteri di orientamento alla crescita di qualità nel lungo periodo. Una delle cose interessanti che abbiamo scoperto è che in Giappone non esistono aziende affermate di torri cellulari. Si tratta di aziende che si conformano bene alla nostra idea di vantaggio competitivo sostenibile grazie a barriere di ingresso relativamente elevate, un alto tasso di progresso tecnologico e relazioni integrate con la clientela. Queste sono le ragioni alla base delle nostre posizioni su Cellnex e INWIT in Europa. Ma in Giappone, sono gli operatori mobili che da sempre si occupano di costruire le loro torri per cercare di differenziarsi sul mercato in termini di copertura di rete mobile. Questo utilizzo del capitale non è particolarmente prudente e genera molte ridondanze.Con la diffusione del 5G, che richiede una maggiore densità di torri rispetto al 4G, il governo giapponese ha imposto una migliore efficienza nel segmento delle torri. L’attività tradizionale di JTOWER riguarda la fornitura di infrastrutture condivise per le comunicazioni mobili in grandi edifici, come le stazioni ferroviarie. Ma i grandi sviluppi settoriali in atto hanno spinto la società a cercare di potenziare la sua rete di torri, con il sostegno della società di telecomunicazioni NTT, che ha acquisito una partecipazione nel suo capitale azionario. I tempi non sono ancora maturi ma l’opportunità di creare una rete di torri principale in Giappone e di convertirla in un’elevata redditività del capitale nel tempo è estremamente interessante: calza a pennello con la nostra filosofia d’investimento.Un altro esempio è Simpson Manufacturing, che produce connettori strutturali usati nelle abitazioni con telaio in legno negli Stati Uniti. Abbiamo aperto questa posizione all’inizio del 2021 e, secondo noi, Simpson è una perla rara ancora in attesa di essere scoperta dal mercato: domina nel proprio segmento di nicchia – ha conquistato più del 70% della quota di mercato[1] – ma con una copertura analitica molto debole. I suoi prodotti sono decisivi per l’integrità strutturale di una casa e spesso sono approvati da agenzie di valutazione secondo il codice edilizio, il che rappresenta una rigorosa barriera all’ingresso.Altro elemento importante riguarda il costo di questi connettori: circa 1000 dollari USA, contro il costo medio complessivo della costruzione di un’abitazione, che si aggira sui 450.000 dollari. Un costruttore non ha un grande interesse a passare a qualcosa che potrebbe anche costare il 25% in meno ma che gli imporrebbe di modificare i progetti di costruzione pur continuando a garantire l’aderenza al codice edilizio, soprattutto se si parla di un elemento dal costo relativamente basso ma critico per l’integrità strutturale della casa in costruzione.Una combinazione di forte fedeltà al marchio (la società lavora a stretto contatto con architetti e ingegneri per assicurare che i suoi prodotti vengano specificamente integrati nei progetti di costruzione), focus progettuale e servizio al cliente ha consentito alla società di guadagnarsi una solida posizione competitiva in questa nicchia di mercato, che le è valsa un consistente potere di determinazione del prezzo. Una delle cose che cerco nelle aziende di elevata qualità è la capacità di aumentare i prezzi in contesti inflazionistici e di conservarli in tempi di deflazione: e questo è esattamente ciò che fa Simpson.In un portafoglio relativamente concentrato composto dalle idee migliori è inevitabile che alcune posizioni debbano essere vendute. A volte ciò avviene perché scorgiamo un deterioramento in termini di competitività della società, o per via della valutazione, o semplicemente perché la società è cresciuta oltre una soglia limite di 10 miliardi di dollari e ha raggiunto il suo target di prezzo. Nordson è un esempio di quest’ultimo caso. Abbiamo detenuto la società dal 2018. Nordson produce apparecchiature di erogazione di adesivi e, come Simpson, presentava una scarsa copertura analitica, dominava il suo segmento di nicchia e vantava una buona capacità di determinazione del prezzo. La società ha superato la soglia di 10 miliardi di dollari USA l’anno scorso e raggiunto il nostro target di prezzo nel 1° trimestre. A questo punto abbiamo deciso di vendere la posizione.Il 1° trimestre è stato un altro periodo frenetico in termini di accesso alle società. Il lavoro da casa ha fatto sì che molte più aziende proponessero riunioni, vista la semplicità e la convenienza di poterle tenere virtualmente senza la necessità di viaggiare. Ho presenziato a circa 50 meeting in varie aree geografiche e in vari settori, dai negozi finlandesi di cibo per animali ai raffinati marchi del vino. Uno degli incontri più interessanti è stato quella con il nuovo CEO di Ritchie Brothers Auctioneers, la grande società di vendita all’asta di attrezzature industriali di seconda mano nel mondo. Una sorta di Sotheby’s o Christie’s, solo con gli escavatori al posto dei quadri di Picasso. Da questa riunione ho appreso con interesse l’intenzione della società di migliorare il suo utilizzo dei dati. Chiaramente, dopo anni di attività di vendita di attrezzature industriali usate, la società ha creato un database impareggiabile, e ora sta cercando il modo di monetizzarlo.Nel 2° trimestre, non cambierà molto per noi. I mercati si sono un po’ agitati ultimamente, con l’ottimismo suscitato dalle riaperture e le aspettative di inflazione che hanno determinato rotazioni di stile e settoriali. Ma noi rimaniamo concentrati sul lungo periodo: deteniamo le 70-90 società con i vantaggi competitivi più consistenti e sostenibili che riusciamo a trovare.Il riferimento a specifiche azioni o obbligazioni non deve essere considerato una sollecitazione all’acquisto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Andrés Barba: Le Mani piccole

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2020

collana Oceani, trad. di Pino Cacucci, pp. 164, euro 17 La nave di Teseo Dopo il successo di Repubblica luminosa, accolto anche in Italia con grande ammirazione della critica e dei lettori, con questo romanzo scritto in ipnotica prosa lirica, Andrés Barba si conferma uno dei grandi narratori del mondo dell’infanzia. “Andrés Barba non ha bisogno di presentazioni. Ha creato un universo narrativo perfetto e ha una dimestichezza strabiliante per uno scrittore della sua età.” Mario Vargas Llosa Suo padre è morto sul colpo, sua madre più tardi, in ospedale. Marina ha imparato a pronunciare in modo piatto e senza emozione il suo nome, il nome della sua bambola (sempre Marina), la sua età (sette) e il modo in cui i suoi genitori hanno perso la vita in un incidente d’auto. Ora Marina vive nell’orfanotrofio con le altre bambine, ma non è come le altre bambine. È allo stesso tempo una reietta e un oggetto di fascino. Nel curioso, iperreale, febbrilmente serio mondo dell’infanzia, Marina e le ragazze giocano a giochi di desiderio e guerra. I rituali quotidiani della ricreazione, dell’ora di pranzo e dell’ora di andare a letto sono tinti di orrore; e l’orrore è lambito dalle fiamme oscure dell’amore. Quando Marina presenta la sua bambola alle compagne, mette in moto una catena di eventi da cui non può esserci liberazione. in libreria dal 19 novembre.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Una squadra di professionisti per fare il check up aziendale alle piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2020

Lo sarà per quelle colpite dalla crisi legata all’emergenza covid 19. L’Associazione Prodeitalia schiera le sue migliori competenze per aiutare le imprese a capire da dover ripartire quando l’emergenza sarà finita. Si chiama Protocollo Bridge il progetto che potrà durare fino a 18 mesi e che servirà a verificare l’equilibrio complessivo prima e durante l’attuale crisi coronavirus delle imprese, con l’obiettivo di classificare lo “stato di salute” e le probabilità di riattivarsi e tornare, nel tempo, ad una gestione più agile e sostenibile.<> afferma il presidente dell’Associazione Prodeitalia Giorgio Bergo.Stando all’analisi della situazione attuale fatta dall’Associazione Prodeitalia (da tempo impegnata sul fronte del Sovraindebitamento e della Crisi d’Impresa) le piccole e medie imprese si trovano ad avere a che fare con problematiche quali: mantenimento delle risorse produttive prima fra tutte i dipendenti, la gestione dei fornitori, in particolare quelli strategici come le banche, la conseguente riorganizzazione gestionale, economico e finanziaria, la gestione dell’invenduto e la cura dei propri clienti, la riorganizzazione degli spazi e la loro sanificazione e molto altro ancora<> conclude il presidente dell’Associazione Prodeitalia Giorgio Bergo.Lo scopo del Protocollo è aiutare le aziende a ragionare sul futuro, per organizzarsi al meglio tanto da non farsi trovare impreparate rispetto alle prime riaperture ovvero quando rimarranno in vigore distanze sociali e misure di sicurezza a tutela di lavoratori e terzi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Miss Italia: con il solo Televoto penalizzate le concorrenti delle regioni più piccole

Posted by fidest press agency su domenica, 1 settembre 2019

Sarà lo strumento del televoto, distribuito in quattro fasi di selezione e una finale, a decidere quale concorrente, tra le 80 in gara, sarà la vincitrice di “Miss Italia 2019”, la cui serata finale andrà in onda venerdì 6 settembre su Raiuno. Un meccanismo che sta provocando un’alzata di scudi nelle regioni più piccole e meno abitate, le cui concorrenti rischiano di venire estromesse già nelle prime fasi di selezione proprio perché supportate da un bacino potenziale di consensi quantitativamente più povero.A manifestare perplessità sul meccanismo adottato ed ormai abbastanza oliato è “Forche Caudine”, la storica associazione di rappresentanza dei molisani sparsi per il mondo. Non a caso proprio le tre regioni con meno residenti, cioè Valle d’Aosta, Molise e Basilicata, sono quelle che non hanno mai avuto una vincitrice negli ottant’anni di storia della manifestazione. Mentre regioni più grandi – Sicilia, Lazio, Lombardia e Veneto – hanno dato i natali a ben 37 miss complessive sulle 80 totali.Gabriele Di Nucci, segretario del sodalizio che ha oltre trent’anni di storia, conta oltre duemila associati e ha sede centrale a Roma, parla con cognizione di causa, avendo lavorato in passato proprio per il popolare concorso della famiglia Mirigliani.
“Nelle ottanta edizioni del concorso sono proprio le regioni più piccole a mancare nel palmares, non certo per penuria di concorrenti, ma, specie negli ultimi decenni, per il discutibile meccanismo del televoto, che quest’anno muove 0,51 centesimi di euro per ogni voto espresso – spiega. “L’impostazione della manifestazione è fortemente territoriale, con le varie miss regionali che approdano alla selezione finale. Per questo una parte rilevante degli imponenti flussi di voti telefonici premia una candidata del proprio territorio. Spesso a livello locale si organizzano vere e proprie reti per sostenere una ‘bellezza’ locale ed ovviamente i numeri dei residenti fanno la differenza – racconta Di Nucci.
Il peso del televoto è sempre rilevante, in genere affiancato a quello di una giuria tecnica. L’invito a modificare il meccanismo, che l’associazione “Forche Caudine” rivolge ai promotori del concorso, è legato ad un articolo specifico del regolamento, dove è scritto che “produzione e Rai si riservano comunque la facoltà di modificare per insindacabili esigenze editoriali la modalità delle prove… variando il numero, la struttura, il meccanismo e le modalità di votazione e dandone idonea e preventiva comunicazione al pubblico”. Affiancare al televoto meccanismi compensativi potrebbe garantire pari opportunità a tutte le concorrenti. Molisane comprese.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove tasse su piccole imprese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 agosto 2013

“Con il decreto Fare il Governo ha messo le nostre piccole e piccolissime imprese davanti ad una scelta mostruosa e difficile: pagare la robin tax e non rinnovare i contratti ai lavoratori o chiudere” lo afferma in una nota Franco Ferrari Aggradi, Presidente di Assopetroli Assoenergia che rappresenta e tutela le oltre mille imprese del settore della commercializzazione dei carburanti e dei servizi e prodotti energetici che stima che l’80% dei propri Associati, rientrando nei nuovi parametri di applicazione della norma, si troveranno a dover pagare, dal prossimo anno, un 6,5 % di IRES aggiuntiva (robin tax) sui redditi. Subendo quindi un aumento, rispetto a tutte le altre attività produttive, del 24% della tassazione IRES. “La tassazione introdotta dal DL Fare è una vessazione di Stato – prosegue Ferrari Aggradi – perché il Governo delle larghe intese, che si dimostra incapace di mettere seriamente mano alla spesa pubblica, trova più facile scaricare il peso come sempre sulle imprese private tassandole. Le nostre imprese sono allo stremo e non possono più sopportare nuove tasse senza subirne pesanti conseguenze in termini di tenuta. Il PdL in primis con il Segretario Alfano aveva promesso battaglia sul punto per evitare nuove tasse sulle imprese. Il PD invece dovrebbe sapere che non è il momento di tassare le imprese senza minare i livelli occupazionali. Eppure nel tradire tutte le promesse fatte si colpiscono ancora una volta le aziende private di piccole dimensioni che, bene che gli vada e se non saranno costrette a chiudere, saranno costrette quasi sicuramente a compiere la scelta dolorosissima di non rinnovare i contratti di lavoro in scadenza, perché con quei soldi dovranno pagare una tassa ingiusta, anacronistica e discriminatoria (nuovo limite di applicazione 300.000 euro di reddito imponibile e 3.000.000 di fatturato che portano ad una imposta di 19.500 euro). Per soli 75 milioni di euro all’anno – precisa Ferrari Aggradi – tanto è il gettito che porterà questa nuova tassazione sulle imprese, PDL e PD tradiscono i piccoli imprenditori ignorando le indicazioni date loro da Assopetroli Assoenergia che aveva indicato anche una copertura finanziaria alla norma per non far mancare il gettito, ricercandola nel medesimo settore produttivo attraverso una impercettibile riduzione di appena due millesimi di euro delle agevolazioni già concesse per talune tipologie di prodotti energetici ma salvaguardando le zone climatiche svantaggiate e le attività produttive, quali quelle agricole. Ora il Governo e le forze politiche che lo sostengono dovranno assumersi la responsabilità delle loro azioni non solo nei confronti delle aziende tartassate ma soprattutto nei confronti di quei lavoratori che inevitabilmente vedranno a rischio il posto di lavoro. Il Governo nei confronti delle nostre imprese e dei nostri lavoratori per ora ha fallito. Ne prendiamo atto – conclude Ferrari Aggradi – e confidiamo in un ripensamento da parte di quella buona politica cui guardiamo con rinnovato favore.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più potere alle piccole imprese

Posted by fidest press agency su sabato, 12 Maggio 2012

Il Parlamento desidera che la strategia commerciale dell’UE si concentri sul sostegno per le piccole e medie imprese (PMI), che in alcuni paesi forniscono addirittura il 30% dei posti di lavoro e sono, secondo il relatore, “cruciali per lo smantellamento delle oligarchie come attori chiave”.Il Parlamento chiede alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo di indirizzare gli investimenti verso le piccole e medie imprese, e alla Banca europea per gli investimenti di fornire alle PMI programmi di microcredito e di controgaranzia. I deputati auspicano incentivi per registrare l’elevato numero d’imprese operanti sul mercato nero, l’agevolazione della circolazione di uomini e donne d’affari attraverso le frontiere e il sostegno per la diversificazione del commercio.Propongono anche l’istituzione da parte degli Stati membri di programmi Erasmus e Da Vinci Euromed per gli studenti in visita, e l’apertura di camere di commercio europee insieme ai paesi partner.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondo per le piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2012

Lo Studio Legale Hogan Lovells e GEM Group, fondo internazionale che gestisce diversi veicoli di investimento, hanno tenuto un seminario presso la sede di Borsa Italiana dove si è discusso dei “Nuovi strumenti di patrimonializzazione per le società di capitali”. Durante gli interventi, che sono stati introdotti da Borsa Italiana in un contesto di sviluppo e supporto alla crescita delle aziende italiane, GEM ha illustrato, attraverso gli interventi di Glauco Verdoia, Partner del Desk Italiano e Chris Brown, Managing Director del Gruppo con base a New York, le proprie attività in oltre 50 paesi nel mondo nel corso del ventennio di attività, nei quali sono stati conclusi 320 equity deals. Sono stati inoltre presentati i contratti con cui GEM Group si affaccia sul mercato nazionale ed internazionale proponendo alle società quotate e in pre-IPO aumenti di capitale riservati ed altre forme alternative di investimento. GEM ha anche annunciato di essere in trattativa con un primario Istituto Bancario Italiano per la creazione di un Fondo di Private Equity dedicato alle SME Italiane con target massimo di 20 milioni per equity investment. L’avv. Roberto Culicchi, responsabile del settore Equity Capital Markets di Hogan Lovells ha illustrato e sottolineato l’importanza dell’informativa al mercato ed alle autorità competenti relativamente alle operazioni di aumento di capitale riservato, illustrando le tempistiche e le procedure richieste. Ha infine concluso il seminario Deloitte che ha tracciato l’attuale scenario economico confermando così l’importanza che ricopre la possibilità di poter scegliere degli strumenti di investimento flessibili che possano dare nuova linfa alle imprese italiane, anche da parte di investimenti stranieri. Il Desk italiano di GEM è pure impegnato nello sviluppo di attività di Equity Capital Markets in Vietnam, con la collaborazione di EuroVietnam Consulting & Trade Promotion Agency e Global Partners Asset Management, per la proposta di contratti di Equity Credit Line alle società quotate al mercato borsistico vietnamita che conta circa 700 imprese con una capitalizzazione di oltre 30 miliardi di USD.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quelle piccole manie

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 aprile 2012

Albavilla (Co) 13 aprile, presso la Sala Civica, si parlerà di “Quelle piccole manie” che riempiono la vita di molte persone. Il seminario aprirà alle ore 21.00 con un intervento del prof. Giampaolo Perna dal titolo “Martellati da quel pensiero”. A seguire, il dott. Paolo Cavedini, vice direttore scientifico del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche di Villa San Benedetto Menni, proporrà un intervento su “Bloccare le ossessioni”. «I familiari sono pesantemente colpiti da questo disturbo in quanto spesso cono costretti a entrare nel teatrino dei riti e delle manie — evidenzia il dott. Cavedini — talvolta addirittura in maniera quasi aggressiva anche se la maggior parte delle volte è il dispiacere nel vedere il proprio caro soffrire che innesca il teatrino familiare delle manie». Il terzo intervento previsto è quello della dott.ssa Monica Piccinni, psicoterapeuta cognitivo comportamentale presso il CEDANS a Milano che parlerà di come “Vincere le compulsioni”. «L’applicazione di strategie comportamentali create proprio per questo disturbo permettono fin dalla prime sedute di riprendere il controllo della situazione — sottolinea la dott.ssa Piccinni — ma è fondamentale la costanza e persistenza dell’impegno di paziente e familiare per raggiungere un risultato stabile».Le fila dell’incontro saranno tirate dal prof. Perna che evidenzia «Il disturbo ossessivo compulsivo è una condizione grave, molto disturbante ma curabile. Oggi esistono cure farmacologiche con sostanze che modulano la serotonina che combinate con una psicoterapia cognitivo comportamentale possono ridare alla persona la libertà di pensare e comportarsi liberamente. Anche tecniche di riabilitazione cognitiva aiutano a riprendere la padronanza delle proprie abilità decisionali spesso deficitarie. Nei casi resistenti alla cura, sono a disposizione tecniche somatiche, come la stimolazione cerebrale profonda capaci di migliorare nettamente la situazione». Gli interventi dei relatori saranno intervallati dalle domande del pubblico presente in sala. Al termine dei lavori, il pubblico potrà partecipare attivamente a una discussione sul tema.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanziamenti a piccole e medie imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 settembre 2011

1 GByte IBM MicroDrive.

Image via Wikipedia

IBM ha comunicato  un impegno di finanziamento da 1 miliardo di dollari, nell’arco dei prossimi 18 mesi, per aiutare le piccole e medie imprese a sfruttare soluzioni avanzate nelle aree della business analytics e del cloud computing. Questa iniziativa intende stimolare l’innovazione e guidare la crescita economica, rendendo più accessibile il credito alle piccole e medie imprese, con approvazioni rapide in meno di 60 secondi, tramite la IBM Global Financing. Attualmente uno dei principali limiti che ostacolano il successo delle PMI è la mancanza di fondi per investimenti . La U.S. Small Business Administration (SBA) riferisce che ben oltre il 50 per cento delle piccole imprese fallisce entro i primi cinque anni per mancanza di capitale. E’ anche evidente che il mercato delle piccole e medie imprese è sempre più strategico per la ripresa economica mondiale perchè è responsabile di circa il 65 per cento del PIL globale, rappresenta più del 90 per cento di tutte le imprese e occupa più del 90 della forza lavoro mondiale L’annuncio di oggi è una risposta concreta all’urgente necessità di capitale e si propone di dare le basi e le risorse giuste per sostenere le PMI in questo momento economico, eliminando molte delle barriere rappresentate dai costi dell’investimento che ostacolano la crescita della loro attività. IBM Global Financing offre soluzioni di leasing e finanziamenti semplici e flessibili, che includono anche offerte di finanziamento a 12 mesi a tasso zero *, per consentire di acquisire immediatamente la tecnologia e i servizi necessari per avviare la trasformazione del business, con una più efficace gestione del proprio flusso di cassa.
Le nuove offerte comprendono le soluzioni avanzate delle società recentemente acquisite da IBM come Cast Iron, BigFix, SPSS, Netezza e Cognos. I clienti potranno ora sfruttare queste nuove tecnologie, senza anticipo di denaro e con comodi pagamenti mensili o trimestrali. Inoltre, potranno trarne vantaggi immediati perchè le soluzioni possono essere pienamente operative nel giro di due-tre giorni, con un risparmio di costi e tempo fino al 50 per cento. Secondo AMI Partners, le PMI negli Stati Uniti spenderanno più di 49 miliardi di dollari in servizi cloud nel 2015, quasi il doppio rispetto alle dimensioni del mercato attuale. Le nuove soluzioni IBM aiuteranno le PMI ad utilizzare velocemente una piattaforma cloud e a sollevare i propri dipendenti dalle preoccupazioni per l’IT e dai costi significativi ad essa associati. In una recente indagine di IBM sul mercato delle medie imprese condotta su 650 CIO, metà degli intervistati intende investire nel cloud nei prossimi cinque anni: un aumento del 50 per cento della domanda di cloud computing rispetto all’ultimo studio sui CIO del 2009. Le soluzioni cloud possono infatti aiutare le PMI ad automatizzare l’infrastruttura IT, consentendo al personale di dedicarsi a progetti strategici vitali per il business.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità nelle piccole isole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Pantelleria 25 settembre, alla presenza del Ministro della Salute, Ferruccio Fazio e dell’Assessore alla Sanità della Regione Sicilia, Massimo Russo si tiene il  congresso  ANSPI. Si svolge non a caso  a Pantelleria, la più grande delle isole satellite della Sicilia, a meno di 100 km dalle coste tunisine, e possiede non solo caratteristiche uniche, ma è anche il luogo in cui si sta realizzando una nuova riorganizzazione dei modelli e di offerta di servizi sanitari, in questo caso gestiti dall’ASP “Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani”, che nasce dal Piano Sanitario e di contenimento e riqualificazione del Sistema Sanitario della Regione Sicilia.Tuttavia – osserva l’assessore regionale siciliano Scirè – il progetto di riorganizzazione, avviato a Pantelleria, è anche parte di un piano più ampio, che progressivamente coinvolgerà le modalità di erogazione dei servizi sanitari in tutte le piccole isole degli arcipelaghi italiani, come previsto dai diversi progetti regionali in coerenza con il Piano di programmazione sanitario nazionale. Progetti, che comunque – continua Scirè – devono, pur venendo incontro alle esigenze di contenimento della spesa, garantire gli standard della continuità assistenziale agli abitanti isolani, evitando penalizzazioni e disagi.  In questo contesto – aggiunge Scirè – il Piano regionale siciliano rappresenta sicuramente un modello, cui ne possono, però, essere affiancati di altri, più inerenti con le esigenze assistenziali e sanitarie del resto degli arcipelaghi italiani e che possono consentire il corretto processo di rivisitazione dell’attuale offerta ospedaliera, con l’obiettivo di migliorare l’offerta di servizi e il superamento dell’iniqua discriminazione, che da sempre caratterizza i cittadini delle piccole isole nella fruizione del diritto alla salute, come sancito dalla Costituzione.  Per questa ragione – conclude Scirè – il focus centrale del Congresso sarà proprio quello di individuare soluzioni e modelli organizzativi, tali da permettere il superamento delle attuali criticità e il raggiungimento di un’ottimale offerta dei servizi sia per i residenti che per la popolazione turistica, senza dimenticare che le Piccole isole siciliane e italiane devono essere e rimanere centri naturali di salute e di benessere”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lombardia e Molise a Miss Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

“Nel periodo in cui vanno di moda le ‘stangone’,  le piccoline non disperano”: la prova è data dalla Miss Miluna Cielo Venezia 1270 Lombardia Eliana Cartella, n. 18,  alta 1.65 m, con capelli biondi e occhi azzurri.   La mano stretta di un’amica e lo sguardo fiero di chi mi ama, questa è stata la mia vittoria”. Sono i versi di una poesia dettata dalla commozione di Daniela Roncaletti, n. 32,  Miss Sasch Modella Domani Lombardia, lunghi capelli castani ricci e occhi azzurri.
La n.42 Miss Lombardia Giulia Vittoria Palazzi è un’aspirante cantautrice (infatti ha già scritto 12 brani e seguito per tre anni corsi di canto e di tecnica vocale).
Ilary Bucci, n.25, Miss Molise, confida molto nel concorso: “Mi aspetto che  Miss Italia mi faccia crescere e rafforzi ancora di più la mia personalità”.
La n.38 Tezeta Abraham, Miss Valleverde Ragazza in Gambissime Molise, è l’unica nata all’estero, in Etiopia, ma vive a Roma.
Immacolata Pirone è Miss Rocchetta Bellezza Molise, in gara con il n.19, nata a  Torre del Greco (NA), ma residente ad Ercolano. (18, miss7722, miss7726)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oneri amministrativi e piccole imprese

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 marzo 2010

Le piccole imprese potrebbero essere esentate dall’obbligo di redigere conti annuali. E’ quanto sostiene il Parlamento in merito alla proposta di revisione della direttiva sulle norme contabili applicabili alle ‘microentità’. Spetterebbe a ogni Stato membro concedere tali esenzioni, tenendo presente l’impatto che avrebbe la direttiva. Le piccole imprese mantengono comunque l’obbligo di tenere un registro delle loro operazioni commerciali e della situazione finanziaria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »