Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘pietro bardoscia’

“No al condono o scenderemo in piazza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 ottobre 2011

In questi giorni, la nostra associazione è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di e.mail inviate dai nostri associati e da molti cittadini, indignati per l’ipotesi di un possibile condono, che rappresenta una misura ”iniqua e non risolutiva”, oltre ad essere una beffa nei confronti dei tanti cittadini onesti che pagano puntualmente le tasse, nonostante siano stati massacrati dalle ultime manovre governative. Inoltre il condono – continua il Segretario Nazionale dell’Associazione Assotutela.net Pietro Bardoscia – e’ una misura una tantum che non inciderebbe in modo concreto ne’ sulla riduzione del debito pubblico ne’ sul reperimento di risorse da destinare alla crescita. In merito a questo ultimo tema, costatiamo un Governo ormai allo sbando, bacchettato dalla Corte dei Conti sulla legge delega in materia fiscale e assistenziale che a quanto sembra è affidata a mezzi di copertura incerti, circoscritti e superati dagli eventi, oltre a soffrire di genericità e indeterminatezza. Per questo riteniamo doveroso da parte nostra scendere in piazza qualora dovesse passare questo condono “salva evasori”, mentre siamo favorevoli all’ idea di un prelievo dell’ 1% sulle baby pensioni e ad una minipatrimoniale del 5 per mille.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

I “giochi” contabili di Equitalia

Posted by fidest press agency su domenica, 7 agosto 2011

La nostra associazione da tempo si pone al fianco dei tanti cittadini che stanno avendo non poche difficoltà e problemi con Equitalia, per questo abbiamo deciso in questo lungo comunicato di informare i cittadini e i mass media sui problemi che maggiormente si riscontrato ponendo dubbi e interrogativi su alcuni modi di procedere della stessa azienda. Lo dicono in una nota il Presidente ed il Segretario Nazionale di Assotutela.net Michel Emi Maritato e Pietro Bardoscia. Equitalia con le sue Società affiliate, in termine bancario chiamate “sorelle”, sparse sul territorio Nazionale, concede anche rateizzazioni , qualora fossero richieste dai cittadini, per importi che nel 90 % dei casi ed oltre, riguardano semplici episodi di morosità, i quali, data la congiuntura economica del Paese, tenderanno ad aumentare e che andrebbero trattati con la dovuta attenzione da un qualunque ufficio interno alla Società per il recupero dei crediti . Dal punto di vista del tecnico, il modus operandi in questi casi è che Equitalia e le sue sorelle concedono queste rateazioni come se stessero concedendo dei finanziamenti personali con ammortamento alla francese, che non è previsto da alcuna legge italiana; ci risulta che si applichi una automatica capitalizzazione degli interessi allo scadere di ogni mese, per cui, ad esempio il tasso nominale del 10,000% all’anno ( Inps ad esempio), diventa Tasso Annuo Effettivo del 10,47131 % . Altra anomalia nella rateazione è che queste società, a quanto ci risulta, pretende un pagamento iniziale immediato per concedere la rateazione, costituito da una somma calcolata su un debito almeno raddoppiato rispetto a quello comunicato con documentazione inviata dall’ufficio preposto. Altra cosa da correggere è l’anomalia consistente nello spedire quasi abitualmente la risposta di concessione con 6/8 mesi di ritardo, mentre la “ratona” iniziale dovrebbe essere costituita dall’ammontare degli interessi di mora maturati sul debito, dalla data della sua formazione finale alla data della concessione della reateazione. In questo modo – prosegue Maritato – il contribuente in difficoltà che avesse ottenuto “la grazia” di poter effettuare il pagamento ad esempio di 10.000 euro circa, in 72 rate da 250,00 euro, cifra che può ritenersi sopportabile per diverse famiglie, si trova poi la sorpresina di dover versare in unica soluzione come prima rata un importo pari a 2.500,00 euro. Tale meccanismo, visto da un punto di vista meramente contabile, tecnico, ha delle conseguenze non di poco conto, niente affatto casuali, che sfuggono al normale cittadino:
Aumento dell ‘ ISC ( Indice Sintetico di Costo), che rispecchia la stessa formula per il calcolo del TEG di cui al punto C3) delle Disposizioni della Banca d’Italia rivolte al solo Settore del Credito in data 22 maggio 2009, emesse ai sensi dell’articolo 2 della legge 7.3. 1966,n 108, a valori di gran lunga superiori al Tasso Soglia di Usura. Anche questo ultimo particolare a chi non mastica tale materia dice poco o nulla, invece è rilevante. (Banca d’Italia ed INPS sanno perfettamente di che stiamo parlando).
Tali superamenti si allineano a livelli di ben 35/ 50 punti percentuali oltre il tasso dichiarato, senza che sia indicato il termine TAN ( tasso annuo nominale) che servirebbe ,forse, a fare capire al contribuente moroso come tale rateazione è trattata dalla Equitalia . Notate che al momento della erogazione di tale finanziamento, gli Enti Impositori (che agiscono in nome e per conto di Equitalia nel recupero crediti) per norma dovrebbero ricevere contestualmente le somme loro spettanti a saldo dei loro crediti, ma nella realtà ci risulta non avvenire; da quello che sappiamo Equitalia non eroga nulla agli Enti impositori mentre di fatto percepisce i rimborsi durante l’ammortamento, e trattiene queste cifre nelle proprie casse, libera di investire detto danaro. Come conseguenza non avendo provveduto Equitalia a rendere il dovuto agli Enti Impositori, questi non possono contabilmente azzerare i propri crediti, e quindi ci risulta che non possano procedere ad annullare la segnalazione ad Equitalia e consociate, le quali dal loro canto, nulla hanno fatto per comunicare l’avvenuto pagamento; per cui, continuando a trovarsi le vecchie segnalazioni, continuano a “tartassare” il medesimo contribuente più volte , richiedendogli le somme, magari già soddisfatte, caricate da ulteriori more. Sempre da quello che ci risulta – continuano Maritato e Bardoscia – avviene per lo più per somme di relativa entità, perchè evidentemente si conta sul fatto che il contribuente, per reagire in Commissione Tributaria o in Tribunale correrebbe il rischio di pagare cifre sproporzionate al debito, decidendo spesso di ripagare. Se tutto quello che abbiamo ora indicato, frutto di indagini, segnalazioni dei nostri associati e ricerche dei nostri tecnici, risultasse vero, chiediamo alle Istituzioni competenti di intervenire per evitare questo “stillicidio” nei confronti dei cittadini che inermi non sanno come reagire. Lo Stato dovrebbe porsi a loro difesa e non viceversa. (Ufficio Stampa Assotutela.net)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Privilegi dei Parlamentari e Consiglieri Regionali

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2011

La manovra blocca rivalutazioni delle pensioni dei ceti medio bassi è la goccia che fa traboccare il vaso; ed è per questo che la nostra associazione ha deciso di iniziare la battaglia contro i Privilegi dei Parlamentari e dei Consiglieri Regionali che godono di una Pensione d’oro (Deputati e Senatori) e di Rendite Vitalizie (i Consiglieri Regionali), dopo solo 5 anni di legislatura, rispetto ai comuni mortali che devono pagare per anni i contributi. Lo dichiara in una nota il Segretario Nazionale di Assotutela.net Pietro Bardoscia. Stiamo valutando con i nostri legali le misure migliori da adottare per abolire o ridurre concretamente questi privilegi, ma intanto stiamo cercando persone disposte a sostenere con noi questa dura e lunga battaglia. Lo abbiamo inserito sul nostro sito, abbiamo aperto l’Evento su Facebook e le adesioni di cittadini stanchi dei soprusi della “Casta” aumentano ogni giorno di più. Il livello di esasperazione ormai è al limite, e non lo diciamo solo noi, per questo citeremo le frasi riportate nelle primissime pagine da un importante quotidiano Nazionale il quale scrive: “… Prima di mettere mano a misure di questo tipo si deve avere la buona creanza di tagliare il grasso che cola dai vitalizi parlamentari ( e noi aggiungiamo le Rendite Vitalizie dei Consiglieri Regionali). … E’ sciocco, nonché pericoloso punzecchiare e sbeffeggiare i cittadini”. Questa nostra battaglia, nella quale chiediamo il contributo anche di quei politici che approvano le nostre stesse idee, terminerà solo dopo aver eliminato questa ingiustizia sociale. Temiamo comunque – conclude il Segretario Nazionale di Assotutela.net Pietro Bardoscia – che questa manovra generi una guerra tra poveri, ossia tra possessori di una pensione al di sotto dei mille euro e coloro sono in possesso di una pensione tra i 1100 e 1700 euro netti; non caschiamo in questo tranello ed unitevi ad Assotutela contro la “Casta”, inviando una e.mail a assotutela.info@gmail.com.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Disappunto al Decreto Sviluppo

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

Finora le banche erano soggette ad un limite sui tassi di interesse che potevano applicare al mutuo; il cliente poteva, nel caso avesse riscontrato un possibile tasso d’usura, rescindere il contratto, anche se da tempo, gli istituti di credito non accettavano molto volentieri questo vincolo ritenendolo leonino. Ora per effetto del Decreto Sviluppo questo limite è stato innalzato. Lo dichiarano in una nota il Presidente ed il Segretario Nazionale dell’Associazione Assotutela.net Michel Emi Maritato e Pietro Bardoscia. In sintesi – prosegue Maritato – cambia il metodo per il calcolo del tasso di usura, prevedendo che la soglia venga definita aumentando del 25% il tasso medio rilevato con l’aggiunta di un ulteriore 4%. Inoltre, la norma fisserebbe una sorta di “cap”, stabilendo un differenziale massimo tra tasso soglia e tasso medio pari all’8%; si tratta di un meccanismo che lascia poco margine con dei tassi relativamente bassi, creando alcuni problemi nell’erogazione del credito ( almeno stando a quanto comunicano alcuni istituti di credito). Questo decreto cosiddetto sviluppo, ha modificato questo parametro. La nostra Associazione Assotutela.net ritiene che tutto questo genererà per le famiglie un aumento dei costi. A nostro avviso è necessario che le modifiche alla rilevazione dei tassi soglia siano incluse nell’approvazione della legge sovraindebitamento ferma da oltre da 10 anni, oltre a chiedere la sospensione delle rate con estensione anche alle stesse dedite al credito al consumo. Per questo pensiamo – conclude Maritato – che sia giunto il momento di combattere in modo concreto l’usura sia bancaria che criminale inasprendo le pene per i trasgressori e combattendo l’anatocismo.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bardoscia:“Addio al sindacato Ugl Sanità Roma e Lazio”

Posted by fidest press agency su domenica, 31 ottobre 2010

Dichiara Bardoscia: “Dopo una lunga e sofferta riflessione annuncio il mio addio al Sindacato Ugl Sanità Lazio per aderire alla Uil Fpl di Roma. La decisione di sposare la  UIL Fpl  nasce  essenzialmente dalla  coerenza dimostrata  sino ad  oggi dai dirigenti e dai gruppi aziendali di questo sindacato mantenendo incondizionata la sua azione a favore dei lavoratori, equilibrata e responsabile, senza mai risentire di condizionamenti politici e ideologici da parte di chi, in questo o in quel momento governa o ha governato e, questo, ad ogni livello istituzionale.   A mio modesto avviso, l’eventuale appiattimento di questa o di quella Organizzazione sindacale  su situazioni ideologiche o di potere non è tollerabile in senso generale tantomeno auspicabile ai fini della tutela dei lavoratori. E’ proprio questo il disagio che da alcuni mesi ho avvertito all’interno della UGL sanità. Inoltre, aggiungo, i ripetuti scontri interni tra il sottoscritto e l’attuale Segretario Provinciale della Ugl Sanità di Roma, che non voglio qui motivare per opportunità e rispetto nei confronti di una Organizzazione per la quale non rinnego la mia lunga militanza, hanno contribuito con il tempo a  creare un muro invalicabile tra il mio e il suo modo di intendere, tra il mio e il suo modo di stare in mezzo ai lavoratori, tra il mio e il suo modo di fare sindacato. Per questo, ritenendomi  una persona libera ed indipendente che vuole porsi  a difesa dei lavoratori, senza sé e senza ma, ho deciso dopo un lungo periodo di riflessione di passare con la Uil Fpl, rinunciando, senza pentimento alcuno, ad incarichi importanti che ricoprivo nell’UGL quali quello di  Consigliere Nazionale Ugl Sanità nonchè Membro Effettivo del Collegio dei Revisori dei Conti della stessa Federazione. Ringrazio la stupenda accoglienza che mi è stata riservata da tutti i Dirigenti del sindacato UIL FPL di Roma”. (pietro bardoscia)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Fondazione Santa Lucia rischia tracollo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

Roma. Purtroppo si sta prospettando nuovamente l’ipotesi di una riduzione dell’organico della Fondazione Santa Lucia. Lo dichiarano in una nota il Dirigente Regionale Ugl Sanità Lazio Pietro Bardoscia e il Segretario Provinciale di Roma Ugl Sanità Antonio Cuozzo. All’accordo raggiunto in Prefettura nei mesi scorsi, nella quale si sospendeva la procedura di mobilità con l’impegno della Regione Lazio a trovare una soluzione sulla questione Santa Lucia,  il Decreto Commissariale n.88 del 23 Dicembre 2009 ha invece confermato i criteri generali di cui ai Decreti n. 41/09 e 56/09 firmati dall’allora Presidente Piero Marrazzo. Vogliamo ricordare – continuano Bardoscia e Cuozzo – che soprattutto il Decreto Commissariale 56 del 28 Luglio 2009 ha disconosciuto lo status e la natura di Ospedale di rilievo nazionale di Alta specializzazione per la riabilitazione neuro-motoria e di IRCSS della Fondazione. Quindi la negazione di operare quale ospedale di alta specialista cod.75, il mancato pagamento mensile delle prestazioni di riabilitazione extraospedaliere ex art.26 sospese dal dicembre 2008, la mancanza di presa d’atto da parte dell’Asl Roma C di tutte le cessioni di credito all’Inps e all’Inail effettuate dalla Fondazione Santa Lucia sono tutte cause che se non risolte presto determineranno il tracollo della Fondazione stessa. Occorre intervenire con urgenza – concludono i sindacalisti – perche in ballo c’è la vita dei lavoratori, che rischiano il posto di lavoro, e dei tanti pazienti che vengono curati al Santa Lucia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prodotti proteici

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 gennaio 2010

Guardiamo con grande soddisfazione l’evolversi positiva della questione dei prodotti aproteici. Lo dichiara in una nota  il Dirigente Regionale Ugl Sanità Lazio Pietro Bardoscia. Oltre agli ultimi avvenimenti nel Lazio, relativi al Dicembre scorso,  in cui sembra che si prevederà un capitolo di bilancio finanziato con 3 milioni di euro per il 2010 destinato all’erogazione  dei prodotti aproteici è giunta il 30 Dicembre 2009, al Forum Nazionale delle Associazioni di Nefropatici,trapiantati d’organo  e di volontariato una lettera del Ministero della Salute- dipartimento della Qualità- nella quale si evince che nello schema di d.p.c.m.  ( che deve entrare in vigore ) relativo alla nuova definizione dei livelli essenziali di assistenza è prevista la fornitura gratuita dei  prodotti dietetici a favore delle persone affette da nefropatia cronica nei limiti e con le modalità fissate dalle Regioni.  La Ugl Sanità di Roma e Lazio  – conclude Bardoscia – si dichiara soddisfatta degli ultimi risvolti positivi  susseguitosi su questo  tema cosi delicato che premiano gli sforzi della nostra organizzazione sindacale a sostegno dei tanti pazienti nefropatici che  attraverso questi prodotti ritardano il loro ingresso in dialisi, una terapia salva/vita costosissima; una settimana di dialisi  costa infatti più di un mese di fornitura di prodotti aproteici.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segnali positivi sugli aproteici

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 dicembre 2009

L’Appello lanciato dalla UGL Sanità sembra aver sortito i primi effetti positivi. Lo dichiara in una nota il dirigente Regionale Ugl Sanità Pietro Bardoscia. Sul sito dell’associazione dei Malati di Reni si evince che il Consiglio Regionale del Lazio ha dato il via libera al bilancio di previsione 2010-2012, istituendo un capitolo di bilancio finanziato con 3 milioni di euro per il 2010 destinato all’erogazione dei prodotti aproteici e confermato anche dal Presidente Commissione Permanente -Lavoro Pari Opportunità – Politiche Giovanili e Politiche Sociali Peppe Mariani. Il Capitolo è di pertinenza dell’assessorato Politiche Sociali – prosegue Bardoscia – quindi svincolato dalla spesa sanitaria.  Intanto vorrei ringraziare – prosegue Bardoscia – tutti coloro che si sono uniti al sindacato UGL Sanità, dalle agenzie di stampa, ai quotidiani, alle associazioni, ai famigliari dei soggetti colpiti da questo provvedimento, a tutti i politici sia di Centro-Destra che di Centro-Sinistra che trasversalmente sono intervenuti. Sicuramente nel mese di Gennaio ne sapremo di più per l’emanazione dell’atto che ripristina l’erogazione; per questo – conclude Bardoscia – dobbiamo ancora mantenere alti i livelli di guardia sino a quando non avremo l’assoluta certezza di aver vinto questa battaglia.(Dott.Pietro Bardoscia Dirigente Regionale Ugl Sanità)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Non ci possono essere malati di Serie A e di Serie B”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2009

Il Dott. Pietro Bardoscia Dirigente Regionale Ugl Sanità Lazio Consigliere Nazionale Ugl Sanità ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Colgo con grande piacere ed onore l’invito rivoltomi da Piero Fusaglia, direttore de “Il giornale del lazio.it”, dopo le numerose richieste di aiuto di persone che giornalmente si nutrono di Prodotti aproteici, per lanciare un appello al Commissario Guzzanti allo scopo di far riprendere l’erogazione di questi prodotti ai pazienti con insufficienza renale cronica a carico del SSN. Lo comunica in una nota il Dirigente Regionale Ugl Sanità Lazio Pietro Bardoscia. Da poco ho perso un caro amico affetto da questa grave patologia, per questo conosco bene la sofferenza di queste persone. Mi rivolgo a tutti i colleghi delle altre organizzazioni sindacali, a tutti i politici di maggioranza e opposizione della Regione Lazio e a tutti gli organi di informazione per unirsi insieme alla Ugl Sanità al fine di ottenere la revoca del Decreto U0076 del 23 Novembre 2009.  In altre Regioni, come la Liguria, hanno varato una delibera a carattere sociale (n. 74 del 30 gennaio 2009) per il rimborso dal 1° gennaio 2009 di tutte le spese sostenute e documentabili dagli assistiti che rientrano nella casistica individuata. Non ci possono essere malati di serie A e malati di serie B. Non possiamo permettere il taglio di queste risorse – prosegue Bardoscia – vitali per questi pazienti solo per ottenere un risparmio del tutto irrisorio sul bilancio sanitario regionale. Se saremo uniti, – conclude Bardoscia – evitando o isolando coloro che cercheranno di strumentalizzare la vicenda per scopi elettorali, sono convinto che ce la faremo. (foto bardoscia)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »