Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘piramide’

GameStop: una moderna piramide finanziaria?

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2021

By Mario Lettieri e Paolo Raimondi. Da un po’ di tempo si narra la favola dell’assalto dei piccoli risparmiatori e dei microinvestitori contro i big di Wall Street. Perché solo i giganti della finanza dovrebbero fare grandi profitti, si dice, e la massa di piccoli e piccolissimi investitori no? Organizzate intorno a delle piattaforme speciali di trading online, a volte con nomi seducenti, come l’app di brokeraggio Robinhood Markets Inc., milioni di persone, giovani, pensionati, lavoratori, studenti e in genere risparmiatori, avrebbero formato una falange armata e starebbero sfidando i grandi fondi, inclusi gli hedge fund speculativi. La narrazione continua. Sarebbe la vittoria della “speculazione popolare e democratica” contro quella delle elite finanziarie. E’ doveroso, comunque, ricordare che, secondo la Goldman Sachs, il commercio al dettaglio di singole azioni rappresenta già ora circa il 25% del volume complessivo del mercato azionario di Wall Street rispetto al 10% del 2019.Il racconto è nato, soprattutto, intorno a GameStop Corp., la multinazionale di videogiochi con sede in Texas. Nonostante il suo prolungato dissesto, nel mese di gennaio, all’improvviso, il suo valore di listino schizzò da 17 a 483 dollari. Un aumento di 28 volte in tre settimane! GameStop ha 47 milioni di azioni. In questo breve lasso di tempo le sue azioni hanno cambiato di mano 554 milioni di volte, più di 11 volte il totale di tutte quelle disponibili. All’inizio di febbraio, però, crollò a 50 dollari. Una chiara operazione speculativa.Investor’s Business Daily, organo specializzato sul mercato azionario, riporta che un gruppo ristretto di hedge fund e pochi altri grandi investitori avrebbero guadagnato con le loro azioni GameStop circa 16 miliardi di dollari. Analisi condivisa dal Washington Post. La dinamica è la solita: i piccoli vengono convinti a comprare le azioni facendo salire il loro valore mentre i big le vendono prima del loro crollo. Così le vendite fanno crollare il prezzo. Una parte importante di simili “giochi al massacro” sarebbe orchestrata attraverso derivati finanziari: scommesse al ribasso e allo scoperto fatte da chi già sa che il valore delle azioni crollerà. Nulla di nuovo, se non il cannibalismo tra grossi pescecani, con il crescente rischio di crisi sistemiche.
La novità è che il “giochino” altro non è che una piramide finanziaria, costruita con strumenti più sofisticati. In passato, i costruttori di piramidi finanziarie raccoglievano soldi tra piccoli risparmiatori, attratti da promesse di notevoli guadagni. Raggiunto un bel gruzzolo, i costruttori-truffatori sparivano nottetempo lasciando i malcapitati con un pugno di mosche. Adesso, invece, simili operazioni sono fatte con i nuovi strumenti tecnologici online, con gli smartphone e con le monete digitali, utilizzando piattaforme compiacenti. Però, il metodo non cambia. Negli Usa il problema è esploso, tanto che alcune agenzie governative, come la Security Exchange Commission, hanno aperto delle indagini per verificare l’eventuale manipolazione del mercato.Verifiche in tal senso stanno compiendo anche il Dipartimento del Tesoro e quello di Giustizia del governo Biden, nonché il procuratore generale di San Francisco, che ha citato in giudizio numerosi broker coinvolti. La citata app Robinhood dovrebbe affrontare dozzine di cause legali con persone che sostengono che la società avrebbe manipolato il mercato. Il Comitato per i servizi finanziari della Camera dei Deputati americana ha convocato delle udienze su questo e altri casi simili, con un focus sulle vendite allo scoperto e sulle piattaforme di trading online. Annunciando i lavori, la presidente della Commissione, Maxine Waters, ha dichiarato: “Gli hedge fund hanno una lunga storia di comportamenti predatori del tutto indifendibili. I fondi privati ​​che depredano i fondi pensione dei cittadini americani, che lavorano sodo, devono essere fermati. I fondi privati, ​​che effettuano vendite predatorie allo scoperto a scapito di altri investitori, devono essere fermati. I fondi privati ​​impegnati in strategie “da avvoltoi”, che danneggiano i lavoratori, devono essere fermati”. Ci sembra tutto un déjà vu, una riedizione del 2008 in salse diverse. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fra Mistero e Scienza: la Piramide “bioarmonica” di Solimè

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

Nel secondo secolo prima di Cristo, Antipatro di Sidone, letterato e poeta greco che visse lungamente a Roma, citato da Cicerone come sommo esempio oratorio, annoverò la Piramide di Cheope fra le “7 meraviglie” del mondo, insieme ai Giardini pensili di Babilonia, alla Statua di Zeus a Olimpia, al Tempio di Artemide ad Efeso, al Colosso di Rodi, al Mausoleo di Alicarnasso e al Faro di Alessandria d’Egitto. Mentre per le rimanenti sei “meraviglie” era solo la componente estetica a farle definire tali, la Piramide di Cheope esercitava (ed esercita) un fascino del tutto particolare, che nei tempi antichi sconfinava nel misticismo esoterico, mentre la Scienza attuale comincia a identificarne l’origine nella sua natura di “concentratore energetico”, in una visione fisico-quantistica che ormai, per dirla col Prof. Giorgio Spaggiari, rappresenta il nuovo scenario delle Scienze biomediche: la Fisica della Vita. Tutto il pianeta è del resto disseminato di costruzioni piramidali, sulla cui origine si affrontano le ipotesi più suggestive, dal continente africano (in Sudan, oltre che in Egitto) a quello americano, legate alle antiche civiltà precolombiane, dai territori europei a nord del Mar Nero (con strutture misteriose che qualcuno ha voluto collegare al mito di Atlantide) fino alla Cina: centinaia di piramidi dove erano sepolti i primi Imperatori, a testimonianza, come per i Faraoni egizi, del potere divino dei sovrani, e al tempo stesso “calendario celeste”, frutto di avanzatissime conoscenze astronomiche. Di piramidi si parla diffusamente nel numero di dicembre di “Natura docet”, nell’articolo dedicato alla “Casa bioarmonica”, voluta da Roberto Solimè per le sue produzioni fitoterapiche a Cavriago (Reggio Emilia), realizzata grazie al concorso di Tecnici e Scienziati, quali l’Ing. Franco Solia e il Tecnologo Ivano Calzoni, al fine di costruire un ambiente assolutamente unico sul piano “vibrazionale”, studiato secondo le misure auree e bonificato dalle potenziali geopatie. Le “Energie di campo” e i loro effetti sui sistemi biologici sono ormai una realtà accertata: tutti gli esseri viventi presentano un “biocampo” (HEF:Human Energy Field), che si affianca, nel mondo inanimato, ad un Campo Energo Vibrazionale (CEV), al punto che ogni oggetto “materiale” risulta caratterizzato da “vibrazioni” di varia natura (meccanica, elettrica, elettromagnetica, ottica, nucleare), potendo generare “risonanza” anche in funzione della “forma”: la struttura delle antiche piramidi era del resto quasi sicuramente legata anche a scopi bioenergetici. L’obiettivo di Solimè era ed è quello di ottimizzare l’ambiente di lavoro di ricercatori, tecnici, impiegati ed operai, e al tempo stesso di trattare i “suoi” vegetali, in ogni fase di lavorazione, con tecnologie innovative, finalizzate alla produzione di materie prime per alimenti, integratori alimentari, prodotti erboristici, aromi e cosmetici, con tecnologie di “carica” energetica e di armonizzazione vibrazionale, in perfetta coerenza con le cellule del corpo umano. Obiettivo certamente raggiunto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“E’ ora di riflettere sul reperimento dei giovani talenti”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2009

Prendendo spunto dalle recenti dichiarazioni del Segretario generale del Coni, Lello Pagnozzi, (che respinge le accuse di declino dello sport italiano mossegli dalla Gazzetta dello Sport),  Mario Pappagallo, Vice Presidente dello CSEN, (Centro Sportivo Educativo Nazionale), apre una riflessione di fondo sul problema del reperimento di nuovi talenti. Il problema è allargare la base della piramide dello sport italiano, per ampliare il bacino di giovani sportivi dal quale sarà più facile far emergere nuovi talenti.  Più che portare i ragazzi delle scuole a fare sport, occorrerebbe portare, in modo deciso, lo sport nelle scuole, con dei centri di orientamento sportivo che possano indirizzare i ragazzi verso la disciplina che è loro più congeniale. Solitamente, infatti, la scelta sportiva è legata alla casualità o alla comodità. Un ragazzo spesso si trova a praticare uno sport che non è adatto alla sua morfologia, magari per una scelta superficiale o perché una tale  struttura sportiva si trova vicino casa.  In tal modo si perdono per strada tanti potenziali campioni. C’è anche da dire che, con i tagli di bilancio, si sono drasticamente ridimensionate attività di largo respiro come i Giochi della Gioventù, che pure consentivano ai ragazzi di compiere un viaggio conoscitivo attraverso lo sport.  Le difficoltà burocratiche e gli oneri amministrativi hanno anche strangolato la nascita di piccole società private, che offrivano un terreno di coltura capillarmente espanso sul territorio nazionale. Infine, troppe volte, forse, si è registrato un atteggiamento di chiusura delle Federazioni, poco aperte alla ricezione di stimoli e iniziative estranee al loro mondo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piramide di Luce

Posted by fidest press agency su sabato, 11 luglio 2009

Pieve di Soligo (TV). Domenica 19 luglio ore 15.00 L’incontro prevede un tour a piedi del territorio (formato da bosco e prati) nel quale sono presenti, ben visibili, anche i vortici energetici che conferiscono alla zona il suo elevato livello energetico.  Visitato il territorio, un tuo interesse anche solo mentale verso la realizzazione del Progetto sarà in grado di contribuire forme-pensiero utili al livello energetico finale che la Piramide di Luce assumerà. Durante l’incontro si svolgeranno delle interessanti chiacchierate sul perché questa Piramide si differenzia (in forza e funzione) dalle altre piramidi (maya, egiziane ecc.) costruite dall’uomo. L’obiettivo è quello d’informare il partecipante dei vari aspetti energetici e spirituali della Piramide che rendono la struttura unica del suo genere nel pianeta.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »