Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘pirateria’

No alla Pirateria, Sì alla Legalità

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

Faenza dal 23 al 25 settembre Supersound a In seguito alla manifestazione “La Notte nella Rete” e soprattutto in seguito alla delibera che una volta approvata permetterà ad AgCom la possibilità di avere ampio margine di azione per esercitare il diritto d’autore, il coordinamento di etichette indipendenti italiane AudioCoop che riunisce oltre 150 marchi della discografia indies, esprime il suo disappunto nei confronti della delibera cosiddetta “ammazza internet”. La paura di avere un controllore che possa, senza passare attraverso alcun sistema giudiziario, rendere un determinato sito irraggiungibile (e di conseguenza cancellarlo) per la presenza di materiale audiovisivo protetto dal diritto d’autore è uno degli elementi sui quali Audiocoop intende sollevare una riflessione. E’ giusto rimuovere file affinchè le piattaforme per la diffusione che operano su internet rispecchino criteri di legalità e soprattutto dimostrino attenzione alla tutela degli artisti, ma il rischio (e il sospetto) è che con questo decreto si cerchi un alibi per chiudere i siti dai contenuti “scomodi”, ovviando alla necessità di una valutazione giudiziaria di un organo competente. E’ inoltre necessario che i grandi e “cari” provider, le società di telecomunicazioni e i produttori di tecnologie digitali si impegnino a versare una quota degli abbonamenti riscossi proprio all’industria culturale e musicale del nostro paese, a tutela dei contenuti che loro stessi veicolano e la cui produzione spesso non risulta tutelata. Insomma AudioCoop aderisce all’appello di autori ed editori e continua a dire No alla Pirateria e Sì alla Legalità, senza dimenticare però che il sottile confine tra tutela e censura a volte è molto labile e in questo caso sembra decisamente sorpassato ed è proprio su questo tema che AudioCoop organizzerà un dibattito a Faenza. http://www.audiocoop.it

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pirati/Palagiano (Idv): Governo per contrasto alla criminalità

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2009

“Dopo il nuovo attacco ai danni del mercantile italiano Jolly Smeraldo, credo sia arrivato il momento per le istituzioni di reagire, di intraprendere una concreta azione per tutelare gli equipaggi italiani da tali atti criminali”. Lo dichiara Antonio Palagiano, Capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione Affari sociali. “L’Italia è il Paese del continente europeo più bagnato dal mare e la sua flotta commerciale e del turismo da crociera è una tra le prime al mondo. Migliaia di cittadini italiani – continua Palagiano – lavorano come personale qualificato su petroliere, portacontainer e transatlantici. Pertanto l’Italia è, con i suoi oltre duemila passaggi annuali al largo delle coste somale, uno dei Paesi più esposti agli attacchi”. “Non possiamo affidare le vite e l’incolumità degli equipaggi italiani alle singole o sporadiche iniziative di qualche armatore previdente – prosegue il dipietrista –  è ora che il Governo italiano, che si dichiara così sensibile alla questione sicurezza,  intraprenda un’azione concreta di contrasto alle organizzazioni criminali che sottendono questo tipo di episodi, ad esempio promuovendo un’iniziativa presso l’ONU che autorizzi il contingente militare internazionale, che sorveglia una così vasta area di mare, a bloccare le navi d’appoggio e ad attaccarle per catturare i predoni”. “Questa situazione – conclude il deputato dell’Idv – è diventata drammatica ed urgente. Non è il caso di aspettare il rimpatrio dei primi morti per reagire”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Pirateria al largo della Somalia

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) critica duramente il dibattito politico attualmente in corso in Germania che ipotizza un maggiore e più duro intervento militare contro la pirateria al largo delle coste della Somalia. Secondo l’APM la “diplomazia dei cannoni” non farà altro che aumentare la spirale di violenza in corso nel paese africano e a lungo termine non contribuirà affatto a eliminare la pirateria. Solo un attivo impegno per la stabilizzazione del paese e l’effettiva riduzione della povertà e miseria della popolazione che dal 1991 subisce tutte le conseguenze della guerra e del caos in cui è sprofondato il paese possono contenere e a lungo termine eliminare la base per la pirateria.L’attuale situazione somala è lo specchio del fallimento politico europeo e statunitense nel paese africano. La politica dell’Unione Europea (UE) e degli Stati Uniti ha contribuito al rafforzamento delle frange islamiche radicali ed è responsabile della disintegrazione del paese. L’intervento militare etiope in Somalia del dicembre 2006, sostenuto dagli USA, ha di fatto rafforzato e compattato le corti islamiche. Le truppe etiopi hanno occupato la Somalia per due anni e fino al loro ritiro nel gennaio 2009 si sono rese responsabili di innumerevoli violazioni dei diritti umani. Ciò nonostante l’Europa ha puntato in Somalia su un governo di transizione sostenuto dall’Etiopia, profondamente odiato dalla popolazione locale e senza alcun potere effettivo nel paese.Inutilmente molte organizzazioni per i diritti umani chiedono da anni un radicale cambiamento nella politica europea per la Somalia. Il fallimento internazionale in Somalia mette in evidenza la completa mancanza di prospettive dell’impegno europeo in Africa occidentale. Nel caso della Somalia, l’UE ha chiesto e sostenuto troppo tardi e con troppo poca convinzione un governo di transizione allargato che includesse i rappresentanti di tutti i clan del paese. Per stabilizzare a lungo termine il paese, non bastano i soli aiuti umanitari.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »