Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘pittore’

Mostra pittore Haakoon Gullvaag

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 ottobre 2018

Roma. Martedì 30 ottobre alla Chiesa di San Lazzaro ai Lebbros (Borgo San Lazzaro, 17) vernissage alla presenza dell’Ambasciatrice Tveiten per la mostra del pittore Haakoon Gullvaag – uno dei più noti in Norvegia nonché ritrattista ufficiale dei reali Norvegesi – arriva a Roma con le sue opere: la mostra, dal titolo “The Biblical Cycle” è patrocinata dall’Ambasciata di Norvegia e si tiene nell’ambito del XVII Festival Internazionale di Arte e Musica Sacra. Il vernissage, aperto al pubblico a ingresso gratuito, vede sia la presenza straordinaria dell’artista, sia il concerto del quartetto d’archi della nota orchestra Trondheim Soloists diretto da Steinar Larsen. Sarà presente l’Ambasciatrice di Norvegia S.E. Margit Tveiten.
Visitabile fino al 4 novembre tutti i giorni dalle 17 alle 19 con ingresso gratuito, la mostra comprende una selezione delle opere di Haakoon Gullvaag dedicate al Ciclo Biblico, parte delle quali sono state realizzate nel 2017 durante una residenza di oltre un mese tra Tolfa e Civitavecchia (Rm). A seguito di quella esperienza, organizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Oslo, il pittore ha ricevuto anche la cittadinanza onoraria nella città di Tolfa. Anticipata da un evento a Civitavecchia, questa mostra di Roma apre un nuovo percorso che vedrà il pittore protagonista di alcune esposizioni nelle principali città italiane, tra il 2019 e il 2020.Dal suo esordio artistico nel 1983, Gullvaag è stato invitato ad esporre i suoi dipinti in diversi paesi tra cui Danimarca, Francia, Giordania, Polonia e ovviamente in diverse location norvegesi. La sua è una pittura surrealista, spesso dedicata al tema della spiritualità, che si accosta alla sua fama di noto e moderno ritrattista. Info sull’artista al link http://www.haakon-gullvaag.no/en-forsiden.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prorogata fino al 30 ottobre la mostra “Omaggio a Elia Volpi pittore”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Elia Volpi, La vetrina dei balocchi.jpgFirenze museo di Palazzo Davanzati via Porta rossa 13 espone disegni e dipinti inediti del “padre” del Museo della Casa Fiorentina Antica. In risposta al gradimento manifestato dal pubblico i Musei del Bargello hanno prorogato fino al 30 ottobre 2018 la mostra Omaggio a Elia Volpi pittore, visitabile nel Museo di Palazzo Davanzati.L’esposizione, allestita nella loggia d’ingresso del Palazzo in via di Porta Rossa 13 di Firenze, e la cui chiusura era prevista per l’inizio di agosto, continuerà invece ad accogliere i visitatori introducendoli alla visita del museo per il resto dell’estate e per l’inizio della stagione autunnale. Si tratta con un’originale narrazione visiva della poliedrica figura di Elia Volpi, considerato il padre del Museo di Palazzo Davanzati, presentato nella sua veste più intima e meno conosciuta di pittore.Elia Volpi è noto soprattutto quale intraprendente collezionista e antiquario cui si deve l’intuizione di restaurare l’antico Palazzo Davanzati per trasformarlo, nel 1910, in un museo privato arredato nello stile di una abitazione fiorentina tra Medioevo e Rinascimento. Nella vita di Volpi ci rimangono però alcune testimonianze di un periodo meno conosciuto: dopo la giovanile formazione presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, infatti, si cimentò anche in una personale produzione artistica figurativa.Questa fase è poco nota ma non meno importante per restituire una visione a tutto tondo di questa complessa personalità. La mostra ripercorre la sua formazione e l’attività giovanile (dai primi anni Settanta all’inizio degli anni Novanta dell’Ottocento) attraverso l’esposizione di dipinti e disegni in gran parte inediti, pervenuti al museo grazie a donazioni, e di alcune opere provenienti da collezioni private.Tra le opere in mostra: il bozzetto, affiancato alla foto d’epoca, del raffinato ventaglio dipinto per la Regina Margherita nel 1885; il fascinoso Ritratto di Pia Lori, futura moglie di Volpi, risalente al 1890 circa; il Ritratto di fanciulla del 1885, utilizzato come immagine rappresentativa della Mostra, che spicca per la grande modernità e altre suggestive tele del giovane Volpi quali la Vocazione sbagliata e La vetrina dei balocchi (1886).In esposizione anche una sezione multimediale e un video, intitolato Elia Volpi nella quiete di Villa di Celle; il filmato presentato per la prima volta, contiene riprese girate in tempi e luoghi diversi introducendoci in alcuni momenti della vita privata di Elia e della sua numerosa famiglia attorno alla fine degli anni Venti del Novecento.L’esposizione, allestita nell’atrio di Palazzo Davanzati, è stata ideata e curata da Brunella Teodori in collaborazione con Daniele Rapino con il coordinamento di Paola D’Agostino, direttore dei Musei del Bargello. La mostra sarà visitabile, negli orari di apertura del Museo, fino al 30 ottobre e arricchirà l’offerta per chi vorrà salutare l’ultima parte dell’estate e dare il benvenuto alla stagione autunnale dalle sale di questa splendida casa-museo fiorentina. (foto:Elia Volpi, La vetrina dei balocchi copyright museo davanzati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prima grande antologica dedicata al pittore ottocentesco Luigi Busi

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 gennaio 2018

Luigi BusiLuigi Busi1Bologna 25 gennaio ore 12.00 presso la Sala Savonuzzi di Palazzo d’Accursio conferenza stampa per la prima grande antologica dedicata al pittore ottocentesco LUIGI BUSI che sarà inaugurata il 27 gennaio, ore 17.30 mentre la mostra resterà aperta dal 28 gennaio al 18 marzo 2018 a Palazzo D’Accursio, a cura di Stella Ingino e dell’associazione Bologna per le arti.
Raccoglierà 60 opere provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private e sarà accompagnata da un esaustivo catalogo incentrato sulla figura dell’artista e sulla sua produzione.
Luigi Busi fu un pittore di stampo realista attivo tra la metà e la fine dell’ottocento, al tempo conosciuto Luigi Busi2Luigi Busi4e apprezzato per il virtuosiso con cui ritraeva soggetti a carattere storico e scene di vita borghese, con una particolare predilezione verso i temi familiari. La morte prematura, avvenuta all’età di soli 47 anni, stroncò una brillante carriera caratterizzata da un grande successo, che gli valse numerosi riconoscimenti ufficiali, come la nomina di Socio Onorario presso l’Accademia di Belle Arti di Milano, di Bologna e di Perugia, oltre al titolo di Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia.
L’associazione Bologna per le arti, promotrice del progetto e da anni impegnata nella riscoperta e valorizzazione della pittura di area bolognese dell’Ottocento e del Novecento dedica la sua quattordicesima mostra monografica ad un grande artista emiliano del nostro passato.
Nel corso dell’esposizione, e precisamente tra febbraio e marzo 2018, si terrà l’ottava edizione dei “Dialoghi Culturali a Palazzo d’Accursio”, un ciclo di conferenze sull’arte e le sue declinazioni tenute da studiosi e personalità del panorama culturale della città. Gli appuntamenti si terranno presso la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio. (foto: luigi busi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Landscape: la prima mostra italiana del pittore e incisore inglese Norman Ackroyd

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 Mag 2017

Norman AckroydSula SgeirFirenze Giovedì 18 Maggio Ore 10.30 (e fino al 24 giugno) Via Maggio, 64/r Cartavetra – Luogo per le Arti, ospita Landscape, la prima mostra italiana del pittore e incisore inglese Norman Ackroyd. In esposizione trentacinque capolavori dell’arte incisoria. Artista di fama internazionale, virtuoso della tecnica, capace di spaziare all’incisione alla pittura, appartiene a quella ristretta schiera di maestri dell’arte contemporanea che con estrema meticolosità, passione ed entusiasmo, partecipano a ogni fase di preparazione, elaborazione e stampa della matrice grafica e a tutti gli esiti imprevisti che il lavoro grafico comporta nel suo percorso di realizzazione. Il tema predominante in ogni sua opera è il “paesaggio”, ma non un paesaggio qualunque, bensì quello caro alle sue origini, lo Yorkshire – Ackroyd è nato a Leeds nel 1938 – e più in generale le coste, i laghi e le montagne dell’Inghilterra del Nord, del Galles e della Scozia. Ogni opera di Ackroyd rappresenta un felice connubio tra la sua sensibilità grafico-pittorica ed il suo il profondo rispetto e amore per la natura. I paesaggi da lui raffigurati, in cui vengono utilizzate le cromie del bianco e del nero secondo un sapiente gioco di variazioni, sembrano non essere stati intaccati dall’uomo, e sono così in grado di risvegliare emozioni forti e pervasive.
North RonaPresente con le opere nelle collezioni dei più importanti musei del mondo, tra gli altri: Albertina Museum di Vienna, Art Institute di Chicago, British Museum di Londra, Cleveland Museum of Art, Fogg Art Museum di Harvard, Musée d’Art et d’Histoire di Ginevra, Museum of Fine Arts di Boston, MoMa di New York, National Gallery di Washington DC, Galleria Nazionale del Canada, Galleria Nazionale della Norvegia, National Gallery of Scotland, National Gallery of South Africa, Rijksmuseum e Stedelijk di Amsterdam, The Royal Collection Windsor Castle, Tate Gallery di Londra, Utah Museum of Fine Art, e in numerose ed importanti collezioni private, Norman Ackroyd nel 1988 è stato eletto membro della Royal Academy of Arts, e nel 2000 Senior Fellow del Royal College of Art.
La mostra promossa e organizzata da Cartavetra – Luogo per le Arti, in occasione dei primi 100 anni di fondazione del British Institute of Florence, è posta sotto il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, del British Institute of Florence, del Consolato Britannico Generale a Milano e della Camera di Commercio Britannica per l’Italia, e realizzata con il contributo di Fondazione CR Firenze e di Valentina Piemonte – Fideuram Private Banker. (foto: Norman Ackroyd, Sula Sgeir, North Rona)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra del pittore ungherese Premio Munkácsy János Bozsó Paesaggi – sentimenti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2017

janos-bozsoRoma, 24 Febbraio -19 Marzo 2016 Galleria dell’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) PREVIEW STAMPA 24 febbraio 2017, ore 11.00-14.00 INAUGURAZIONE 24 febbraio 2017, ore 19.30.
La pittura di János Bozsó pittore Premio Munkácsy (1922-1998), si collega con mille fili al paesaggio ungherese, in particolare a quello della grande pianura ungherese (Alföld), quale luogo di nascita dell’artista. Il perenne desiderio di libertà del pittore sembra che abbia trovato la sua massima espressione proprio lì, tra gli orizzonti senza fine. I suoi quadri espressivi, tracciati rigorosamente a colori pieni sono innanzitutto di ispirazione emotiva e trasmettono i vari stati d’animo del loro autore. La vita e l’opera dell’artista sono determinate dalla presenza continua del contrasto tra luce ed ombra. Nelle opere del pittore appaiono regolarmente la gioia della luce del Sole che spiazza tutto, gli alberi che si dissolvono nella nebbia, l’estasi silenziosa dell’ondeggiare delle rive, la melanconia delle ombre blu minacciose. Durante i suoi viaggi in Europa, Bozsó si soffermò in circa dieci paesi, tra cui anche l’Italia, per effettuare delle ricerche circa l’atmosfera locale e l’ambientazione inconfondibile. Le opere di Bozsó oggi sono custodite sia in Ungheria sia all’estero presso musei e collezioni private. Il pubblico ha avuto modo di ammirare le sue mostre in varie parti del mondo, dagli Stati Uniti fino al Giappone. La sua collezione privata più importante, di genere folk e d’arte applicata, venne donata da lui stesso alla propria città natale, a Kecskemét. Difatti visitare la collezione Bozsó a Kecskemét resta una meta da non mancare assolutamente per tutti coloro che si recono nella città. La mostra – che comprende 50 opere di piccola e media dimensione e a cura di Pál Németh – è promossa dall’Accademia d’Ungheria in Roma, dall’Ambasciata di Ungheria Roma, dall’Asssociazione Vàrosok és Falvak e dalla Collezione Bozsó di Kecskemét.
All’inaugurazione della mostra alle 20.30 seguirà il concerto della pianista ungherese Krisztina Fejes. In programma: L.van Beethoven: Sonata n.31, op.110; F.Liszt: Aux Cyprés de la Villa d’Este, Thrénodie II.; F.Liszt: Sonetto 123 del Petrarca, I’vidi in terra angelici costumi; F.Liszt: Napoli e Venezia (Gondoliera – Canzone – Tarantella); Z.Kodály: Balli da Marosszék.Ingresso gratuito. (foto: János Bozsó)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Michelangelo Antonioni Pittore”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2016

Michelangelo Antonioni PittoreRoma presso la Galleria 28 Piazza di Pietra sino al 29 febbraio 2016. L’esposizione, curata dalla moglie del Maestro Enrica Antonioni e da Francesca Anfosso, direttore della galleria, espone e mette in vendita i quadri di Michelangelo Antonioni (Ferrara, 1912 – Roma, 2007), premio Oscar alla carriera oltre che vincitore di tutti i principali premi della cinematografia internazionale. Il finissage si svolgerà giovedì 25 febbraio alle ore 18:30. “Sono molto soddisfatta del riscontro che la mostra ha ottenuto nel corso di questi 4 mesi – spiega la titolare della galleria Francesca Anfosso – in particolare è stato interessante registrare le diverse reazioni dei visitatori di fronte a questa inattesa produzione pittorica del grande Maestro del cinema, finora sconosciuta ai più. Inoltre sono quasi concluse le trattative che porteranno questa mostra sino a New York, per raccontare così arte e cultura del nostro Paese nel maggiore centro culturale mondiale”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Michelangelo Antonioni Pittore”

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 ottobre 2015

michelangelo antonioniRoma mercoledì 28 ottobre 2015 – ore 11 Vernissage: venerdì 30 ottobre 2015 – ore 18:30 Galleria 28 Piazza di Pietra mostra “Michelangelo Antonioni Pittore”. na mostra curata dalla moglie del Maestro Enrica Antonioni e da Francesca Anfosso, direttore della galleria. In esposizione i quadri di Michelangelo Antonioni, premio Oscar alla carriera oltre che vincitore di tutti i principali premi della cinematografia internazionale. (foto: michelangelo antonioni)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La storia di Simeon Salomon

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Mag 2011

Sabato 14 maggio del magazine (Rai Tre, ore 10:00), Rai Educational dedica all’arte e alla cultura obiettivo puntato sul pittore che l’Inghilterra emarginò perché omosessuale All’angolo di una strada di Londra, nella nebbia umida e grigia di un pomeriggio qualunque, un vecchio signore vende fiammiferi. La sua testa rotonda è ormai completamente calva e una folta barba, crespa e grigiastra, gli nasconde le labbra e metà del volto. E’ visibilmente ubriaco e non sembra granché in salute. Difficile riconoscervi un ragazzo “molto slanciato, bruno, un paio di cicatrici sulle palpebre, andatura dinoccolata, naso importante”, come lui stesso si descrisse qualche tempo prima. Simeon Solomon è l’ombra di se stesso. Imparò a dipingere grazie al fratello maggiore e alla sorella Rebecca. Con il tempo divenne famoso, le sue tele venivano esposte alla Royal Academy. Girava il mondo, imparava, studiava e migliorava fino a quando un giorno la sua vita si fermò in un bagno pubblico di Londra. Era l’11 febbraio 1873: venne arrestato con l’accusa di atti osceni omosessuali e tentata sodomia. Il mondo che si era costruito, fatto di frequentazioni importanti vicine al circolo dei preraffaelliti con pittori come Dante Gabriel Rossetti o poeti come Swinburne, crollò all’istante. Al processo venne condannato, la pena commutata in cauzione, ma la fuga dall’Inghilterra che lo additò inevitabile. Una vicenda che anticipò di venti anni il processo a Oscar Wilde che sbatté in faccia alla benpensante e ottusa società inglese di fine Ottocento, certe inclinazioni innominabili; ma la vicenda di Simeon Solomon, meno noto e affermato del suo collega, finì sotto silenzio.
Nato nel 2006, Art News è il magazine settimanale di Rai Educational che si occupa di arte e cultura in onda il sabato su Rai Tre. Maria Paola Orlandini, autrice del programma con Luigi Ceccarelli e Vincenzo Sferra, conduce la trasmissione coadiuvata da esperti quali Claudio Strinati, Antonio Paolucci, Cristiana Perrella, Demetrio Paparoni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pablo Echaurren: Crhomo Sapiens

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

Roma, 18 dicembre 2010 – 13 marzo 2011 via del Corso, 320 Anteprima stampa 17 dicembre 2010 Dalle ore 11.00 alle ore 13.00 Fondazione Roma Museo, Palazzo Cipolla L’articolata esposizione attraversa gli oltre quarantanni di attività creativa dell’artista romano, evidenziandone gli aspetti tematici che lo hanno reso un personaggio così popolare in campi diversi. Si parte con l’attività fondamentale di pittore, immediatamente visibile nelle grandi e inedite tele su Roma, la sua amata città, e poi con la sala dedicata a Faenza, luogo d’ispirazione per sorprendenti ceramiche, proseguendo con una selezione dei collage legati al mondo del Futurismo, del quale è profondo conoscitore e noto collezionista, per arrivare agli interessanti lavori di grafico, autore di fumetti e illustratore per testate d’avanguardia e libri notissimi, uno per tutti, ‘Porci con le ali’.  Oltre alle riviste, diversi volumi testimoniano il rapporto diretto di Echaurren con la scrittura su temi del mondo dell’arte, anche in chiave di romanzi gialli, o con saggi su controcultura e collezionismo, o per una  ‘dissidenza enogastronomica’, fino a un divertente libro ‘diseducativo’ per i bambini.
La sezione con cui la curatrice della mostra, Nicoletta Zanella, ha scelto di concludere questa folta ed effervescente panoramica, che supera le duecento opere, è incentrata sulla natura e l’ambiente e riporta direttamente agli esordi artistici di Pablo Echaurren. Infatti, “Volevo fare l’entomologo”, opera emblematicamente posta a fine percorso, dichiara, sin dallo stesso titolo, la provenienza di una creatività spinta a catalogare e ricercare origini ed evoluzione del mondo, o meglio, della nostra umanità in quanto aspiranti homo sapiens. Catalogo edito da SKIRA a cura di Nicoletta Zanella  contributi in catalogo di Antonio  Pennacchi e Vincenzo Mollica http://www.fondazioneromamuseo.it (pablo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Gigi Morbelli e i suoi fratelli Aldo e Riccardo”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

Acqui Terme dal 18 settembre al 3 ottobre Palazzo Robellini mostra dedicata a tre artisti orsaresi nel Novecento: “Gigi Morbelli e i suoi fratelli Aldo e Riccardo”. Si tratta di una mostra davvero singolare giacché, nel medesimo ambiente, vengono accostati un pittore, un architetto e uno scrittore che in comune hanno solo il paese natale (Orsara Bormida, in provincia di Alessandria) e l’educazione familiare agli inizi del secolo scorso.  I tre fratelli erano figli del medico condotto e nipoti di una schiatta di militari, di medici e di notai, ma presero strade diverse e assolutamente originali. L’ultimo colpo di coda fu la partecipazione di Gigi all’Impresa fiumana al seguito di Gabriele d’Annunzio. Ma, una volta tornato a casa, gettò l’uniforme alle ortiche e si dedicò con furore alla pittura. Era il più grande dei tre: ciò nonostante, per una strana sorte del destino, la fortuna artistica (ed economica) gli arrise quando i fratelli erano passati a miglior vita. Merito di un’antologica alla galleria Pirra di Torino che, alla tenera età di 76 anni, lo fece balzare agli onori della cronaca. Ne approfittò per comprarsi  una casa a Imperia e trascorrere serenamente in Riviera gli ultimi anni della sua vita.
Al pittore Gigi è dedicato il cuore della mostra – con una rassegna di dipinti che va dal 1934 al 1975 – in occasione del 30esimo anniversario della sua scomparsa. Formatosi all’Accademia Albertina, operò sempre a Torino dove, per lungo tempo, fu anche docente di Figura disegnata al liceo artistico dell’Accademia. Si dimise dall’incarico per una diatriba concorsuale cui fece seguito una estenuante causa giudiziaria giacché la nobile istituzione (statale) non gli aveva mai versato i contributi pensionistici.  La mostra sarà aperta tutti i giorni da sabato 18 settembre a domenica 3 ottobre con il seguente orario: dalle 16 alle 19 nei giorni feriali; dalle 10 alle 12.30 le domeniche.(gigi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le ultime sette parole di Caravaggio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma 14-25 aprile 2010  (ore 20.30) Teatro India Via Luigi Pierantoni, 6 Le ultime sette parole  di Caravaggio  lo spettacolo scritto e diretto da Ruggero Cappuccio con Claudio Di Palma e Lello Arena.  Protagonisti de Le Ultime Sette Parole di Caravaggio, il pittore (Claudio Di Palma) e il suo servo (Lello Arena) s’incontrano, si raccontano e poi si misurano con sette insidiose e spietate “femminote” interpretate da Federica Bognetti, Stella Egitto, Ilenia Maccarrone, Giusy Mellace, Alessandra Roca, Marina Sorrenti e Ada Totaro.   scritto e diretto da Ruggero Cappuccio con Claudio Di Palma e Lello Arena  e con  Federica Bognetti – Stella Egitto – Ilenia Maccarrone Giusy Mellace – Alessandra Roca  Marina Sorrenti – Ada Totaro  musiche Paolo Vivaldiscene Nicola Rubertelli costumi Salvatore Salzano luci Franco Polichetti  Nella sua ultima play, Ruggero Cappuccio ritrae l’artista umano, il genio immortale. La sua vita raccontata manca della sicurezza delle ultime ore, della certezza d’una febbre infettiva che l’avrebbe reso prima agonizzante e poi cadavere sulla spiaggia di Porto Ercole il 18 luglio del 1610. Michelangelo Merisi è artista bifronte della spada e del pennello, delle luci e delle ombre, eterosessuale e omosessuale, amico dei cardinali e dei ladri, idolo dei principi e degli assassini che proclama l’impossibilità dell’esistenza di un mondo alto e poetico senza la conoscenza, la mortificazione e il naufragio in un mondo basso, corporeo.  Ne Le Ultime Sette Parole di Caravaggio si accende il delirio del grande artista in un dialogo disperato con sé stesso. Merisi è braccato da sette donne soprannominate “femminote”, una falange zingaresca di femmine siculo-calabre esperte di una vita criminale abbracciata per altrettanta disperazione. Incaricate dai poteri politici e religiosi di eliminare Caravaggio, le “femminote” si danno a interpretare la parte dei suoi giuda, in cambio di un silenzioso oblio sui loro reati pregressi.(caravaggio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inediti di Piero Nincheri

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

Prato, 10 ottobre 2009 via ore 18.00 Dolce de’Mazzamuti, 1  Antiche Stanze di Santa Caterina Nell’anno del decennale della morte di Piero Nincheri, venuto a mancare l’8 gennaio del 1999, l’intento della mostra “L’ossessione della forma” è quello di far conoscere l’opera grafica del pittore; non i quadri ad olio, già noti nelle prestigiose retrospettive svolte, dopo la sua morte, al Museo Marino Marini a Firenze nel 2002 e presso l’Istituto Italo Latino Americano di Roma, nel 2007; non le incisioni, esposte alla mostra a “La Soffitta” di Sesto Fiorentino nel 2005, ma i disegni.  La mostra che sarà ospite nelle Antiche Stanze di Santa Caterina dal 10 al 31 ottobre è stata organizzata dall’Associazione per la Divulgazione dell’Opera di Piero Nincheri, di cui è presidente Francesco Mariani, assieme all’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato. Curatrici due storiche dell’arte, Giulia Ballerini e Monia Nannini, con il coordinamento del Prof. Gianni Pozzi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.  Si potranno ammirare 109 disegni, dagli anni ‘60 agli anni ‘90, quasi tutti inediti perché tratti dall’Archivio Nincheri, reso accessibile dalla Famiglia, o gentilmente prestati da collezionisti privati e soci dell’Associazione; cinque provengono dal Gabinetto di Stampe e Disegni degli Uffizi. Ma non solo: verrà esposto anche un corpus, recentemente ritrovato e studiato, di 108 fotografie dell’Autore, che si serviva dell’obbiettivo quale mezzo per arrivare, attraverso il disegno, alla pittura, e una serie di 23 acquarelli, mai visti in precedenza.  Attraverso dunque un percorso inedito ed interessante, che andrà dallo studio dei grandi modelli pittorici alla riconsiderazione di questi su modelli viventi, dalla pittura antica, alla fotografia e poi al disegno, la mostra saprà restituire un ulteriore tassello mancante nel quadro generale della poliedrica opera completa di Nincheri.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sul libro Papa Pio XII e commemorazione di Fantini

Posted by fidest press agency su sabato, 23 Mag 2009

fantiniAlla presenza dell’autrice, la suora americana Madre Margherita Marchione, Professore Emerito di Lingua e Letteratura Italiana presso la Fairleigh Dickinson University di Madison, alla Camera dei Deputati, si è svolta l’importante presentazione del libro dedicato alla figura del Papa Pio XII. All’interessante conferenza, che ha visto raccolto un folto pubblico di esperti e di critici è mancata, purtroppo, la figura di uno dei più eminenti studiosi: il Maestro Irio Ottavio Fantini, spirito poliedrico, giornalista, scultore e pittore del Vaticano. Ci ha lasciato nel corso della serata prematuramente. Noto ed affermato pittore, ha realizzato ritratti ufficiali di personalità come l’ex Presidente di Malta, De Marco e di Pontefici da Giovanni XXIII fino a SS. Benedetto XVI. Un quadro di grandi dimensioni rappresentante la storia della Radio Vaticana attraverso i suoi Papi è esposto stabilmente nella Sala Marconi dell’emittente Vaticana con i ritratti di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI. Alla Specola Vaticana è presente un dipinto che, attraverso le immagini, narra la storia dell’Osservatorio. Di recente aveva completato la terza delle sei opere bibliche programmate, destinate ad arricchire il patrimonio artistico dei Musei Vaticani. Irio Ottavio Fantini ha manifestato le sue competenze nelle diverse tecniche pittoriche, nella scultura, nonché nella produzione filatelica per numerosi Stati: Stato del Vaticano, San Marino, Principato di Monaco, etc…E’ nella storia del francobollo la sua serie dedicata ai ritratti dei Papi degli Anni Santi dal 1300, che gli ha fruttato il riconoscimento per la migliore illustrazione del 2000.  In un’emissione congiunta di tre Stati ha dipinto una storia di Papa Giovanni Paolo II in ben 86 francobolli. Maestro anche per la scultura, ha modellato medaglie celebrative per grandi eventi. Padre Pio, Madre Teresa di Calcutta, San Escrivà, Giovanni Paolo II, Antonio de Curtis, “Totò”, sono alcuni dei personagi effigiati. Attivo nel campo dell’illustrazione editoriale, Fantini ha al suo attivo opere in tutto il mondo. I suoi quadri sono esposti in collezioni pubbliche e private. E’ uno dei soci fondatori dell’Associazione Amici di Totò a prescindere! – Onlus, alla quale ha dato un grande contributo. Ha realizzato il dipinto di Totò che rappresenta il logo ufficiale dell’Associazione. Domani alle ore 11.00 gli amici ed i personaggi di cultura e dello spettacolo daranno l’estremo saluto a Roma nel cimitero del Verano, presso la Chiesa Pia Unione. Si è avuto così modo di ampliare il discorso su papa Pacelli raccordandolo con uno dei suoi estimatori che è andato a raggiungerlo come messaggero di una memoria storica che vuole restituire agli eventi di un’epoca tanto travagliata e percorsa da terribili tragedie la figura di un papa che ha cercato di tutto per scongiurare il precipitare di tali eventi e lungo il loro fatale percorso si è prodigato per lenire le ferite, salvare le vite, pregare e lottare. Ora entrambi sono uniti nella santità del luogo che li ospita. A noi oggi spetta il compito di tenere sveglio il ricordo, viva la riconoscenza. (foto fantini)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »