Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 328

Posts Tagged ‘plenaria’

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

Strasburgo 12 – 15 novembre 2018 I principali temi all’ordine del giorno:
Bilancio a lungo termine: il PE fissa le priorità. I deputati adotteranno mercoledì la loro posizione negoziale sul prossimo bilancio 2021-2027, che prevedrà i fondi destinati a tutti i programmi europei.
Angela Merkel discuterà il futuro dell’Europa con i parlamentari europei. La cancelliera tedesca Angela Merkel discuterà martedì alle 15.00 il futuro dell’Europa con i deputati europei e con il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.
Modernizzare i diritti dei passeggeri ferroviari. Le proposte per l’aggiornamento delle norme europee sui diritti dei passeggeri ferroviari saranno sottoposte a votazione giovedì.
Stretta ai costi delle chiamate intra-UE da maggio 2019. Nuove norme sulle telecomunicazioni per limitare i prezzi delle chiamate intra-UE, sostenere le reti super veloci 5G e creare un sistema di allarme per le emergenze saranno votate mercoledì.
Cerimonia di consegna del Premio Lux 2018. Il Presidente del PE Antonio Tajani rivelerà il vincitore del Premio Lux 2018 mercoledì alle 12.00 nell’emiciclo di Strasburgo.
Energia: nuovi obiettivi per le rinnovabili e l’efficienza energetica. Per combattere il cambiamento climatico, i deputati voteranno martedì obiettivi vincolanti per la crescita delle energie rinnovabili (32%) e per l’efficienza energetica (32,5%).
Il Parlamento chiederà una stretta sul controllo delle esportazioni di armi.
Strategia ONU sulla migrazione: il ruolo dei Paesi dell’UE
Nuovi limiti alle emissioni di CO2 per camion e più autobus elettrici entro il 2030
I deputati chiedono norme UE per garantire i diritti delle minoranze
Adriatico: piano pluriennale per regolare le opportunità di pesca
Visti umanitari per evitare la morte dei rifugiati
Reddito minimo in Europa. Il Parlamento europeo discuterà la possibilità di introdurre un reddito minimo per tutti i cittadini dell’UE. Il dibattito, che si terrà mercoledì alle 15:00 con la Commissione europea, è stato proposto dal gruppo EFDD, di cui fanno parte i deputati europei del Movimento 5 Stelle.Nell’ottobre 2017, la Plenaria ha approvato una risoluzione dove si invitavano “tutti gli Stati membri a introdurre regimi di reddito minimo adeguati, accompagnati da misure di sostegno al reinserimento nel mondo del lavoro”. Ogni gruppo politico del PE ha la possibilità, a rotazione, di scegliere il tema del dibattito di attualità per ogni seduta plenaria. minimo per tutti i cittadini dell’UE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su domenica, 21 ottobre 2018

Strasburgo 22 – 25 ottobre 2018: Principali temi all’ordine del giorno:
Divieto d’utilizzo della plastica monouso. Il Parlamento voterà mercoledì il divieto di vendita dei prodotti in plastica monouso come piatti, posate o bastoncini cotonati, che costituiscono il 70% dei rifiuti marini.
Nuove norme per migliorare la qualità dell’acqua del rubinetto. I deputati voteranno martedì una nuova normativa per migliorare la fiducia dei consumatori nell’acqua di rubinetto, più economica e pulita per l’ambiente rispetto all’acqua in bottiglia
Facebook/Cambridge Analytica: le misure per proteggere la privacy dei cittadini. Le misure da adottare per evitare il riprodursi di violazioni della privacy come nel caso Facebook- Cambridge Analytica saranno discusse martedì e votate giovedì.
Fermare la diffusione della resistenza ai farmaci dagli animali all’uomo. La Plenaria voterà giovedì delle proposte per arginare l’uso di antibiotici nelle aziende agricole, in modo da mantenere i batteri resistenti fuori dagli alimenti.
Bilancio UE 2019: focus su giovani, investimenti per la crescita e lavoro. Mercoledì i deputati europei approveranno la loro posizione negoziale sul bilancio UE 2019, prima di avviare i negoziati con i Ministri UE. I deputati discuteranno i risultati del Consiglio europeo di ottobre. Mercoledì mattina, i deputati faranno il punto sui risultati della riunione del 17 e 18 ottobre dei leader UE con il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.
Futuro dell’Europa: dibattito con Klaus Iohannis. Il Presidente rumeno Klaus Iohannis discuterà il futuro dell’Europa con i deputati, martedì alle 10.30.
Schengen: rafforzare la sicurezza con un miglior sistema d’informazione. Il PE discuterà e voterà l’aggiornamento del Sistema d’informazione Schengen per contribuire alla lotta dell’UE contro terrorismo, criminalità transfrontaliera e migrazione irregolare. (testo completo)
Pedaggio autostradale: le tariffe devono essere basate sulla distanza. Secondo la proposta legislativa in votazione giovedì, i Paesi UE che impongono una tariffazione stradale basata sul tempo dovranno passare a quella basata sulla distanza.
Aumento della violenza neofascista in Europa: voto in Plenaria. I deputati sono preoccupati per l’aumento degli incidenti di odio e intolleranza avvenuti in tutta Europa e chiedono che l’UE reagisca contro la crescente violenza neofascista.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo ha votato il rinvio della riforma del copyright

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 luglio 2018

Strasburgo. “Bene, ottima notizia! Avevamo scritto ai parlamentari europei, denunciando come la quasi totalità dei consumatori non sapeva nulla di questa riforma e soprattutto che la direttiva poteva limitare oltre misura la facilità di accesso alle informazioni online soprattutto a discapito dei consumatori” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “In particolare gli articoli 11 e 13 rischiavano di comportare la chiusura degli aggregatori, andando paradossalmente a colpire il pluralismo e la diffusione delle notizie, nonché di obbligare le piattaforme di condivisione online ad attivare filtri preventivi, trasformandole in censori” prosegue Dona.”Ora speriamo che si riesca a trovare una strada giusta ed equilibrata per coniugare la tutela del diritto d’autore e l’informazione di qualità con la facilità di accesso alle news, salvaguardando la libertà della rete ed il diritto dei consumatori ad un’informazione libera ed accessibile” conclude Dona.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: sessione plenaria Strasburgo dal 16 al 19 aprile 2018

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Futuro dell’Europa: dibattito con il Presidente francese Emmanuel Macron. Il Presidente della Repubblica francese sarà il quarto leader europeo a discutere del futuro dell’Europa con i deputati e il Presidente della Commissione Jean-Claude Juncker. Il dibattito avrà luogo martedì mattina.Emmanuel Macron è stato Ministro dell’economia, dell’industria e del digitale da agosto 2014 ad agosto 2016. Come leader del movimento “En Marche!”, da lui fondato il 6 aprile 2016, ha vinto le elezioni presidenziali. Il 7 maggio 2017 Emmanuel Macron è stato eletto ottavo Presidente della Quinta Repubblica francese.Questo dibattito è il quarto di una serie di dibattiti sul futuro dell’Unione tra i Capi di governo dell’UE e i deputati e segue l’intervento del Primo ministro irlandese Leo Varadkar del 17 gennaio, quello del Primo ministro croato Andrej Plenkovic del 6 febbraio e quello del portoghese António Costa del 14 marzo. Il prossimo leader europeo a rivolgersi al Parlamento sarà il Primo Ministro belga Charles Michel, durante la sessione plenaria del 2 e 3 maggio, che si svolgerà a Bruxelles.
Facebook: i deputati discutono dell’uso improprio dei dati personali dei cittadini UE In seguito allo scandalo Facebook-Cambridge Analytica, i deputati discuteranno mercoledì in plenaria la protezione dei dati e la privacy dei cittadini.I deputati sottolineeranno l’importanza della protezione dei dati come difesa contro la manipolazione elettorale. Dovrebbero, inoltre, chiedere nuovamente alla direzione di Facebook di presentarsi al Parlamento europeo.Cambridge Analytica è accusata di aver ottenuto i dati Facebook di milioni di utenti senza il loro permesso per bersagliarli durante le elezioni presidenziali statunitensi del 2016. In totale, le informazioni su Facebook di circa 87 milioni di utenti, di cui 2,7 milioni nell’UE, potrebbero essere state ottenute in modo improprio. Il Presidente del Parlamento Antonio Tajani ha invitato Mark Zuckerberg, Amministratore delegato di Facebook, a presentarsi al Parlamento. La commissione per le libertà civili del Parlamento europeo ha inoltre invitato la società a chiarire la situazione e il suo impatto sulla protezione dei dati dei cittadini dell’UE.
Economia circolare: aumentare il riciclaggio e ridurre uso delle discariche La quota di rifiuti urbani da riciclare passerà dall’attuale 44% al 55% nel 2025, in seguito all’approvazione in via definitiva, mercoledì, di nuove norme UE sull’economia circolare. Migliorare la gestione dei rifiuti può portare benefici all’ambiente, al clima e alla salute, ma non solo. Questo pacchetto legislativo, composto da quattro atti, mira a promuovere la cosiddetta economia circolare.Entro il 2025 almeno il 55% dei rifiuti urbani domestici e commerciali dovrebbe essere riciclato, si legge nel testo. L’obiettivo salirà al 60% nel 2030 e al 65% nel 2035. Il 65% dei materiali di imballaggio dovrà essere riciclato entro il 2025 e il 70% entro il 2030. Vengono fissati inoltre degli obiettivi distinti per materiali di imballaggio specifici, come carta e cartone, plastica, vetro metallo e legno. Sono 497 i chili di rifiuti pro capite prodotti dall’Italia nel 2016, di cui il 27,64% è messo in discariche, il 50,55% viene riciclato o compostato e il 21,81% incenerito.La proposta di legge limita inoltre la quota di rifiuti urbani da smaltire in discarica a un massimo del 10% entro il 2035. Nel 2014, Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Olanda e Svezia non hanno inviato praticamente alcun rifiuto in discarica, mentre Cipro, Croazia, Grecia, Lettonia e Malta hanno interrato più di tre quarti dei loro rifiuti urbani.L’Italia nel 2016 ha smaltito in discarica 26,9 milioni di tonnellate di rifiuti, circa 123 chili pro capite che corrispondono al 27,64% della quota di rifiuti prodotti.Economia circolare vuol dire ridurre al minimo i rifiuti, nonché riutilizzare, riparare, mettere a nuovo e riciclare materiali e prodotti già esistenti. Il passaggio a un’economia più circolare ridurrà la pressione sull’ambiente e aumenterà competitività, innovazione e crescita, creando posti di lavoro.
Cambiamento climatico: strategie nazionali per la protezione climatica e forestale. Le emissioni di CO2 provenienti da agricoltura, trasporti, edilizia e rifiuti dovranno essere ridotte del 30% entro il 2030 e la deforestazione nell’UE dovrà essere compensata piantando nuovi alberi.Questi sono gli obiettivi delle due proposte legislative dell’UE che saranno poste in votazione finale martedì.Gli obiettivi dell’Unione devono essere tradotti in obiettivi nazionali vincolanti per quei settori che non rientrano nel sistema comunitario di scambio delle quote di emissione, ossia l’agricoltura, i trasporti, l’edilizia e i rifiuti, che insieme rappresentano circa il 60% delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE.I tagli contribuiranno a rispettare l’impegno globale dell’UE di ridurre del 40% le emissioni di gas a effetto serra in tutti i settori rispetto ai livelli del 1990, nel quadro dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.Il Parlamento voterà un’altra proposta di legge volta a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e ad aumentare il livello di emissioni assorbite dalle foreste, sempre con l’obiettivo di contrastare il cambiamento climatico.Tale legge stabilisce che i Paesi dell’UE dovranno garantire che la deforestazione sia bilanciata dalla piantagione di nuovi alberi e stabilisce misure per sviluppare il settore per rilanciarel’aumento della capacità di assorbimento di CO2 da parte di foreste, terreni coltivati e pascoli. I deputati hanno rafforzato, durate i negoziati, queste disposizioni, aggiungendo che, a partire dal 2030, gli Stati membri dovranno aumentare l’assorbimento di CO2 per superare le emissioni prodotte, in linea con gli obiettivi a lungo termine dell’UE e l’Accordo di Parigi.
Risparmio energetico nell’edilizia: voto finale su obiettivi 2050. I deputati voteranno le nuove regole per raggiungere entro il 2050 la massima efficienza energetica per gli edifici nell’UE. Con l’approvazione delle nuove regole, gli Stati membri dovranno elaborare strategie nazionali di lungo periodo per sostenere la ristrutturazione degli edifici residenziali e non residenziali. I Paesi dell’UE dovranno seguire una tabella di marcia nazionale che porti a un parco immobiliare decarbonizzato entro il 2050, comprese alcune tappe indicative per il 2030 e il 2040.Promuovere la mobilità elettrica, ridurre le emissioni. Le nuove misure prevedono anche:infrastrutture per la mobilità elettrica, incluso il cablaggio per ricaricare veicoli elettrici nei nuovi edifici non residenziali;l’obiettivo di riduzione delle emissioni nell’UE dell’80-95% un “indicatore smart” per misurare quanto un nuovo edificio sia adattabile ai bisogni dell’inquilino, riducendone il consumo energetico.La direttiva aggiornata sul rendimento energetico nell’edilizia è la prima delle otto proposte legislative contenute nel pacchetto “Energia pulita per tutti gli europei”, lanciato nel novembre 2016, su cui Parlamento e Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio lo scorso 19 dicembre. L’accordo è stato altresì approvato dai ministri degli Stati membri il 31 gennaio.
Omicidio Ján Kuciak, i deputati chiedono un’azione a tutela dei giornalisti nell’UE I deputati chiederanno giovedì di rafforzare la protezione dei giornalisti in tutta l’UE, come risposta all’omicidio di Ján Kuciak e della sua compagna Martina Kušnírová. Nel dibattito in plenaria del 14 marzo, i deputati hanno chiesto un’indagine internazionale indipendente e approfondita sul doppio omicidio per assicurare alla giustizia i responsabili. Il Parlamento europeo ha insistito sulla necessità di migliori regole, sia a livello nazionale sia a livello europeo, per garantire la sicurezza di giornalisti, blogger e informatori. La risoluzione si baserà anche sui risultati di una delegazione ad hoc di sei deputati recatisi in Slovacchia l’8 e il 9 marzo per esaminare la situazione sul campo. Il Parlamento europeo ha reso omaggio alla memoria di Kuciak e Kušnírová con un minuto di silenzio nel corso della sessione plenaria del 28 febbraio. Il Presidente Antonio Tajani ha condannato con decisione gli omicidi, sottolineando la necessità di garantire la libertà di stampa e invitando le autorità slovacche a scoprire la verità.
Prodotti biologici: nuove regole per aiutare il settore. Le nuove norme sulla certificazione e l’etichettatura dei prodotti biologici saranno discusse mercoledì e votate giovedì. Il regolamento mira a sostenere la produzione biologica nell’UE. La nuova normativa europea sulla produzione e l’etichettatura, già concordata a livello informale nel giugno 2017, migliorerà i controlli lungo tutta la catena di produzione e assicurerà che tutti i prodotti biologici importati rispettino i criteri dell’Unione. La normativa permetterà la certificazione di gruppo per i piccoli produttori, al fine di risparmiar loro tempo e denaro nella conversione al biologico. Mira inoltre ad aumentare la fornitura di sementi e animali biologici sul mercato.Per evitare la contaminazione da pesticidi chimici o fertilizzanti sintetici, gli agricoltori dovranno applicare nuove misure precauzionali oppure rischieranno di perdere la certificazione biologica per i loro prodotti. Come in passato, gli Stati membri potranno continuare a introdurre soglie specifiche per la contaminazione dei prodotti biologici rivolte ai produttori nazionali.Alle aziende agricole miste, cioè quelle che producono prodotti convenzionali e biologici, verrà concesso di continuare ad operare in questo modo, a condizione che le due attività di produzione siano chiaramente ed efficacemente separate.
Emissioni auto: nuove norme UE per evitare ulteriori frodi. Il Parlamento approverà in via definitiva nuove norme per l’omologazione delle auto nell’UE per garantire che tutte quelle in circolazione siano pulite e sicure. Nel dicembre scorso, i negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno concordato una revisione delle regole relative all’omologazione e ai controlli delle autovetture, per correggere i punti deboli delle normative che hanno consentito lo scandalo sulle emissioni. Le nuove norme saranno poste in votazione giovedì.Il regolamento rafforzerà la vigilanza europea sul sistema di omologazione delle autovetture, per garantire che le norme aggiornate siano applicate in modo uniforme ed efficace in tutta l’UE. La proposta mira a rafforzarne l’indipendenza e a prevenire i conflitti di interesse, facendo chiarezza sulle responsabilità delle autorità nazionali di omologazione, dei centri di test e degli organismi di vigilanza del mercato.Ogni paese dell’UE dovrà effettuare un numero minimo di controlli sulle autovetture ogni anno. La Commissione potrà inoltre effettuare controlli e ispezioni sui veicoli per verificarne la conformità e potrà infliggere sanzioni amministrative fino a 30.000 euro per ogni veicolo non conforme.
Antiriciclaggio: obbligo di rendere pubbliche le informazioni sui proprietari effettivi delle aziende. Per contrastare la realtà delle società fittizie, qualsiasi cittadino potrà in futuro avere accesso ai dati sui beneficiari effettivi delle imprese che operano nell’UE. La proposta fa parte di un ampio aggiornamento della direttiva antiriciclaggio, che i deputati discuteranno mercoledì, prima del voto del giorno successivo.Se i deputati daranno il loro assenso, questa sarà la prima volta che i dati sui beneficiari effettivi delle imprese saranno resi pubblici, una mossa volta a eliminare gli accordi finanziari poco chiari che si celano dietro le società fantasma. Altre misure includono una più stretta regolamentazione delle valute virtuali come i Bitcoin e la protezione degli informatori che denunciano il riciclaggio di denaro.
Partiti politici europei: nuove regole per il finanziamento. Nuove regole per garantire un utilizzo corretto del denaro pubblico nei finanziamenti ai partiti e alle fondazioni politiche europee saranno sottoposte a votazione martedì.Il regolamento proposto impedirebbe ai singoli individui di creare partiti europei, permettendone la creazione solo ai partiti nazionali. Ciò serve per impedire che singoli membri di un partito nazionale creino più di un partito europeo con lo scopo di massimizzare l’accesso ai fondi pubblici. Il Parlamento europeo dovrebbe inoltre essere in grado di recuperare gli importi indebitamente versati e le persone colpevoli di frode sarebbero tenute a rimborsare i fondi indebitamente spesi.
Allarme per la caduta dei tassi di vaccinazione nell’UE. Il calo della fiducia del pubblico nella vaccinazione sarà oggetto mercoledì di un dibattito con il Consiglio e con la Commissione. Il Parlamento adotterà una risoluzione giovedì. Il progetto di testo della commissione per l’ambiente e la salute pubblica rileva che i dati epidemiologici mostrano lacune significative sull’accettazione dei vaccini e tassi di copertura insufficienti per garantire che il pubblico sia adeguatamente protetto dalle malattie prevenibili con il vaccino.I deputati sottolineano che una maggiore trasparenza nella valutazione dei vaccini e dei loro coadiuvanti, nel finanziamento di programmi di ricerca indipendenti e dei possibili effetti collaterali dei vaccini contribuirebbe a ripristinare la fiducia nella vaccinazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caffè Europa per giornalisti e giornaliste

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2018

Roma 8 marzo 2018 10.00-11.30 Sala Mosaici Via IV Novembre 149. L’Ufficio del Parlamento europeo in Italia organizza, giovedì 8 marzo, dalle 10 alle 11.30 nella Sala Mosaici di Via IV Novembre a Roma un caffè per la stampa per illustrare gli argomenti all’ordine del giorno della prossima plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo (12-15 marzo).
Si farà innanzitutto il punto sulla questione Agenzia Europea dei Medicinali (Ema), che verrà dibattuta e votata prima in commissione Ambiente (12 marzo) e poi in plenaria (dal 13 al 15 marzo).Si parlerà poi degli altri punti in agenda, con particolare risalto al voto sul mandato negoziale del Parlamento europeo sul bilancio pluriennale dell’UE post 2020.
Verranno successivamente illustrate le opportunità, per i media partner del Parlamento europeo, di partecipare al bando per progetti in cofinanziamento per la primavera e l’autunno 2018.
Nell’occasione verrà presentato anche il progetto Qui Europa, per una maggiore informazione europea sui quotidiani locali, lanciato nelle scorse settimane dall’Ansa in collaborazione con l’Ufficio di informazione in Italia del Parlamento europeo.Infine, nella Giornata internazionale delle Donne, verrà presentato l’evento del giorno successivo alla Casa del Cinema, che vedrà come protagoniste diverse donne attive nei media e nel mondo delle nuove tecnologie, fra cui l’attivista e blogger tunisina Asma Kaouech.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Preparazioni plenaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 marzo 2017

strasburgoI gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 3-6 Aprile a Strasburgo, dove si voteranno nuove regole per rendere più sicuri i dispositivi medici, per uniformare i test ambientali e di sicurezza per la certificazione delle nuove auto, per concedere l’esenzione dal visto nella UE per i cittadini ucraini e per limitare le tariffe che le compagnie telefoniche applicano ad altri operatori per utilizzare le loro reti con l’obiettivo di abolire i costi del roaming. Il PE inoltre voterà le raccomandazioni della Commissione d’inchiesta sulle misurazioni delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) e farà un appello per evitare la deforestazione legata all’utilizzo dell’olio di palma.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Sessione plenaria straordinaria

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2016

Martin-schulzBruxelles martedì 28 giugno Sessione plenaria straordinaria. A seguito dell’esito del referendum nel Regno Unito sulla permanenza nell’UE, la Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo (il Presidente del Parlamento e i leader dei gruppi politici) ha deciso venerdì mattina di convocare una sessione plenaria straordinaria il 28 giugno alle 10.00. Nel corso della sessione, i deputati voteranno una risoluzione sull’analisi del risultato e le misure da adottare. Parteciperanno al dibattito il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, e i rappresentanti del Consiglio. La sessione plenaria straordinaria è stata annunciata venerdì mattina dal Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz.
A seguito dell’esito del referendum nel Regno Unito sulla permanenza nell’UE, la Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo (il Presidente del Parlamento e i leader dei gruppi politici) ha deciso venerdì mattina di convocare una sessione plenaria straordinaria il 28 giugno alle 10.00. Nel corso della sessione, i deputati voteranno una risoluzione sull’analisi del risultato e le misure da adottare. Parteciperanno al dibattito il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, e i rappresentanti del Consiglio.La sessione plenaria straordinaria è stata annunciata venerdì mattina dal Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripensare l’Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 3 maggio 2016

ripensare l'europaRipensare il progetto europeo è il tema che ha dominato la plenaria di chiusura del Congresso CCRE 2016 a Nicosia. I partecipanti alla tavola rotonda hanno suggerito una nuova pratica della politica locale ed europea per rinvigorire l’idea di Europa. Nelle sue osservazioni conclusive, il Vice Sindaco del Comune di Nicosia Eleni Loucaidou ha chiesto ai numerosi amministratori locali presenti in sala di proteggere “il nostro modo di vita che è in pericolo, di unire le forze per costruire concretamente la solidarietà”. Il segretario generale del CCRE, Frédéric Vallier, ha presentato il progetto di CCRE per preparare un “Libro blu” con città e regioni contenente suggerimenti per rinforzare una Unione europea in grado di affrontare le sfide attuali, tra cui radicalismo, disoccupazione, problemi ambientali o parità di genere, solo per citarne alcuni. “Nel 1945 nessuno avrebbe creduto che il progetto europeo si sarebbe avverato: non dobbiamo sottovalutare le capacità degli enti territoriali di rinvigorire l’Europa”. (foto: ripensare l’europa)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo UE-Regno Unito: vantaggio da ambo le parti con permanenza UE

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2016

parlamento europeoI leader dei principali quattro gruppi politici del Parlamento europeo hanno accolto l’accordo tra UE e Regno Unito come un’offerta al popolo britannico per rimanere nell’UE, pur sottolineando, alcuni, che si tratta di un voto “dentro o fuori”, e non di una nuova fase dei negoziati. Durante il dibattito in Plenaria sulle conclusioni del recente vertice UE, alla presenza del Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e del Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, molti deputati del Regno Unito hanno espresso opinioni a favore e contro l’appartenenza all’UE. I deputati anche hanno discusso delle risposte dei Paesi UE alla crisi dei rifugiati, chiedendo con urgenza ai governi nazionali di agire in modo coordinato e trovare una soluzione durante la riunione straordinaria del Consiglio europeo con il governo turco prevista per marzo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo del mandato della commissione speciale in materia fiscale

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2015

parlamento europeoIl lavoro della commissione speciale del Parlamento in materia fiscale continuerà con un nuovo mandato per altri sei mesi, a partire dal 2 dicembre come deciso mercoledì dalla Plenaria. Il lavoro della commissione s’incentrerà su regimi e pratiche fiscali pericolose delle aziende a livello europeo e internazionale.La risoluzione è stata approvata con 561 voti favorevoli, 56 voti contrari e 5 astensioni.
Il mandato è stato preparato dai coordinatori dei gruppi politici della prima commissione in materia fiscale e approvato all’unanimità dalla Conferenza dei Presidenti (composta dal Presidente del PE e dai leader dei gruppi politici), prima che l’intero Parlamento esprimesse il proprio sostegno.La struttura della commissione speciale in materia fiscale (TAXE II) sarà la stessa di quella che l’ha preceduta. La nuova commissione si baserà sul lavoro svolto da quella precedente, in particolare nell’affrontare le questioni irrisolte evidenziate nella sua risoluzione del 25 novembre.La commissione speciale avrà il compito, tra l’altro, di esaminare l’operato della Commissione europea in materia di aiuti di Stato e fiscalità, il rispetto da parte degli Stati membri delle normative fiscali nonché la pianificazione fiscale aggressiva da parte delle imprese.La nuova commissione monitorerà inoltre il rispetto da parte degli Stati membri e delle istituzioni UE delle raccomandazioni presentate dalla prima commissione TAXE. Inoltre, darà seguito alle raccomandazioni decise dalle istituzioni internazionali, quali l’OCSE e il G20.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Principali appuntamenti di questa settimana del Parlamento Europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2015

parlamento europeoBruxelles PLENARIA (MERCOLEDI’) Fondi UE per la Siria e l’Africa: I deputati chiederanno conto al Consiglio e alla Commissione riguardo al mancato versamento di contributi finanziari da parte degli Stati membri ai due nuovi fondi comunitari, istituiti per far fronte alla crisi siriana e per affrontare alla radice le cause dei crescenti flussi migratori dall’Africa.
Pacchetto aviazione: Possibili misure per migliorare la competitività del settore del trasporto aereo nell’UE saranno oggetto di un dibattito nel pomeriggio di Mercoledì insieme con una risoluzione che confluirà in proposte della Commissione previste per la fine dell’anno.
Legge elettorale europea: Il Parlamento voterà una futura riforma elettorale per consentire a tutti i cittadini dell’Unione europea residenti all’estero di votare alle elezioni europee. La proposta prevede inoltre soglie obbligatorie per essere eletti al Parlamento europeo, che vanno dal 3 al 5% dei voti, da applicare nei Paesi a singolo collegio elettorale o nelle circoscrizioni con più di 26 seggi. Si vuole inoltre proporre che i candidati alla carica di presidente della Commissione (“Sptizenkandidaten”) siano nominati dai partiti politici europei almeno 12 settimane prima delle elezioni. Il dibattito si è svolto il 27 ottobre.COMMISSIONI
Grecia, assistenza finanziaria: La commissione Affari Economici e Monetari discuterà del programma di aggiustamento macroeconomico per la Grecia con il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem e delMeccanismo europeo di stabilità (ESM) con l’amministratore delegato Klaus Regling. Sempre con Dijsselbloem, sarà poi discusso l’assetto istituzionale per i programmi di adeguamento macroeconomico e il ruolo dell’ ESM in generale. (Martedì)
BCE / Mario Draghi: La commissione Affari economici e Monetari discuterà, con il presidente della BCE Mario Draghi, il programma di quantitative easing e la politica sui tassi di interesse della Banca Centrale per far fronte all’attuale congiuntura con bassa inflazione. (Giovedi)
Unione energetica: La commissione Industria, Ricerca ed Energia voterà sulle sue priorità per la futura unione energetica dell’UE definite in una risoluzione che copre la sicurezza energetica e la diversificazione dell’approvvigionamento, compreso il gasdotto Nordstream, gli obiettivi in materia di efficienza energetica e la governance del sindacato energia. (Martedì)
AGENDA DEL PRESIDENTE
Il presidente Schulz parteciperà al vertice di La Valletta sulla migrazione Mercoledì e Giovedi. Il giorno prima parlerà al Parlamento di Malta e incontrerà il primo ministro maltese Joseph Muscat.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Anteprima della sessione plenaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2015

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo 26-29 ottobre 2015, Principali temi all’ordine del giorno Migrazione: dibattito sui risultati del vertice UE con Tusk e Juncker. I flussi di migranti nei Balcani, la cooperazione con la Turchia, il ricollocamento dei richiedenti asilo autorizzati a rimanere all’interno dell’UE e il rimpatrio di coloro che non lo sono, saranno tra i temi in discussione martedì mattina con il Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, durante un dibattito sulle conclusioni del Consiglio europeo del 15 ottobre e sul vertice previsto per il 25 ottobre. Pacchetti vacanze: nuovi diritti per i consumatori. Secondo il progetto di direttiva UE che sarà posto in votazione martedì, i viaggiatori che acquistano pacchetti turistici online beneficeranno delle stesse tutele di coloro che li acquistano tramite agenzie di viaggio convenzionali. I deputati hanno emendato il progetto per ampliare le tutele, fra le quali la possibilità per i viaggiatori di annullare un pacchetto qualora il prezzo, prima della partenza, dovesse aumentare di oltre l’8%. Votazione finale su neutralità della rete e abolizione delle tariffe di roaming. Con la votazione finale di martedì sul progetto legislativo del pacchetto telecomunicazioni, saranno vietate le maggiorazioni dovute al roaming nell’utilizzo dei telefoni cellulari nell’UE e saranno inoltre stabilite norme più chiare sul diritto di accesso a internet. Tale divieto entrerà in vigore dal mese di giugno 2017.
OGM: possibile bocciatura della possibilità di divieto nazionale a importazioni. Un progetto di legge comunitaria che permetterebbe a singoli Stati membri UE di limitare o vietare la vendita e l’utilizzo sul proprio territorio di alimenti o mangimi OGM, già approvati dall’UE, sarà posto in votazione mercoledì. La commissione per l’ambiente e la maggioranza dei gruppi politici raccomandano al Parlamento di respingere la proposta, poiché potrebbe dimostrarsi impraticabile e portare alla reintroduzione dei controlli alle frontiere tra Paesi in favore e Paesi contrari agli OGM.
Incoraggiare l’innovazione dei “novel food” Sarà posto in votazione mercoledì un progetto legislativo, già informalmente concordato con il Consiglio dei Ministri, che punta a incoraggiare l’innovazione alimentare attraverso una nuova e semplificata procedura per i nuovi prodotti alimentari. I deputati hanno ampliato la definizione dei “novel food” fino a includere, tra gli altri, cibo con una struttura molecolare alterata, microrganismi, funghi, alghe, cibo ottenuto da colture cellulari e tessuti, e insetti.
Qualità dell’aria: verso nuovi limiti nazionali per alcuni inquinanti
Mercoledì, sarà posta in votazione una direttiva UE per fissare i limiti nazionali alle emissioni di sei principali agenti inquinanti, inclusi il diossido di zolfo, il particolato e gli ossidi d’azoto. La direttiva mira a contrastare il problema della cattiva qualità dell’aria, che causa nell’UE circa 400 mila morti l’anno, e a risparmiare, entro il 2030, 40 miliardi di euro dai costi per l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico.Secondo il progetto della commissione ambiente, la prossima direttiva sul limite nazionale di emissioni (NEC) dovrebbe includere dei tetti massimi di mercurio (Hg) a partire dal 2020, così come i tetti proposti su biossido di zolfo (SO2), ossidi d’azoto (NOx), composti organici volatili non metanici (COVNM), metano (CH4), ammoniaca (NH3), e particolato (fino a PM2.5 micrometri), da raggiungere entro il 2020 e il 2030.
Scandalo Volkswagen: i deputati chiedono i test su strada. In una risoluzione che sarà posta in votazione martedì, il PE si esprimerà sulle manipolazioni delle emissioni di gas in seguito alle recenti rivelazioni Volkswagen. Già prima che fosse svelato il software con il quale la Volkswagen aggirava le verifiche sulle emissioni, i deputati avevano richiesto più volte che il test sulle emissioni delle automobili dovesse tener conto delle condizioni di guida reali, in modo da eliminare le differenze tra il consumo ufficiale e i valori reali.Nel corso di un dibattito tenutosi il 6 ottobre con il Commissario per il mercato interno, Elżbieta Bieńkowska, molti deputati hanno sostenuto che lo scandalo in corso mina la credibilità dell’industria automobilistica nel suo complesso e hanno chiesto alla Commissione di accelerare l’introduzione del cosiddetto “real driving emissions” test, ovvero i test su strada.
Riforma del sistema elettorale UE: principali candidati nell’UE e soglie obbligatorie Secondo il progetto d’iniziativa legislativa parlamentare che sarà posto in votazione mercoledì, i principali candidati alla presidenza della Commissione, che sono formalmente sostenuti in tutta l’UE, dovranno partecipare alle elezioni europee. Il testo aggiunge che gli stessi candidati dovranno presentarsi alle elezioni ed essere formalmente nominati almeno 12 settimane prima delle elezioni.Questa iniziativa esorta l’inserimento di soglie obbligatorie per l’assegnazione dei seggi al Parlamento europeo, che variano tra il 3% e 5%, da applicare nei Paesi con un singolo collegio elettorale o nelle circoscrizioni elettorali che hanno più di 26 seggi. I sistemi di voto elettronico, online e postale devono essere disponibili in tutti gli Stati membri dell’UE, in modo da permettere il voto a tutti i cittadini UE che vivono all’estero.
Scambio automatico d’informazioni sui regimi fiscali degli Stati membri con le multinazionali. Secondo una proposta della Commissione che sarà discussa lunedì e posta in votazione martedì, gli Stati membri dell’UE dovrebbero essere obbligati a condividere le informazioni sulle proposte di regime fiscale concesse alle multinazionali. Questa proposta, già definitivamente approvata dai ministri nazionali, è stata dettata dalle rivelazioni sul caso “Luxleaks”. La proposta della Commissione ha ricevuto un’accoglienza tiepida in sede di commissione per gli affari economici e monetari il 13 ottobre. Inoltre, l’accordo con i ministri europei delle finanze del 6 ottobre – che ha indebolito considerevolmente la proposta della Commissione – è stato descritto dai deputati come “un’occasione persa” per migliorare la trasparenza.La commissione parlamentare è stata particolarmente critica con gli Stati membri che hanno limitato il ruolo della Commissione europea, alla quale è esplicitamente vietato il trattamento delle informazioni, se non per controllarne la conformità con la direttiva. I deputati avrebbero inoltre voluto che le nuove norme fossero d’applicazione a tutte le decisioni nazionali in materia fiscale, e non solo ai “ruling preventivi transfrontalieri e agli accordi preventivi sui prezzi di trasferimento”, come concordato dagli Stati membri, in quanto anche le decisioni nazionali possono avere effetti transnazionali.
Stop al segreto bancario in Svizzera dei cittadini dell’UE Un accordo con la Svizzera, che renderebbe più difficile per i cittadini dell’UE il poter nascondere al fisco il proprio denaro nei conti bancari svizzeri, sarà discusso lunedì e posto in votazione martedì. A partire dal 2018, l’Unione europea e la Svizzera dovrebbero scambiarsi automaticamente e in maniera reciproca le informazioni inerenti ai conti bancari dei rispettivi residenti.L’Unione europea e la Svizzera hanno raggiunto un accordo nel mese di maggio 2015 sulla repressione delle frodi fiscali e dell’evasione fiscale. Lo scambio delle informazioni include non solo il reddito quale interessi e dividendi, ma anche i saldi e i proventi derivanti dalla cessione di attività finanziarie.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: SWIFT sull’accordo provvisorio

Posted by fidest press agency su sabato, 6 febbraio 2010

I deputati europei hanno l’ultima parola sull’accordo provvisorio, della durata di nove mesi e firmato dagli Stati Uniti e dai ministri dei 27 Stati membri, sul trasferimento dei dati bancari verso gli USA per la lotta contro il terrorismo. Un voto contrario del PE priverebbe l’accordo raggiunto di ogni effetto giuridico. La commissione per le libertà civili ha adottato giovedì scorso una raccomanda zione per la plenaria che suggerisce un voto contrario.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Veneto favorevole al nucleare

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

“La posizione della giunta Galan mi sembra un arretramento rispetto a un comune sentire che va diffondendosi e che considera l’atomo una scelta fuori tempo”. Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, ha espresso la sua opinione contraria alla decisione dell’esecutivo regionale veneto di sposare la politica energetica del governo Berlusconi, favorevole ad un ritorno al nucleare. Nel corso della Conferenza delle Regioni, riunita in seduta plenaria a Roma, l’assessore Flavio Silvestrini, a nome del governatore, ha votato in dissenso insieme a Lombardia e Friuli, ritenendo di non avere pregiudizi rispetto a questa tecnologia. “Il futuro fa rima con le energie rinnovabili – ha poi aggiunto l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro – e infatti in tutti i paesi più avanzati sono oggetto di rilancio. Pensiamo ai passi da gigante che hanno fatto in questo senso alcune nazioni che hanno un bassissimo tasso di insolazione e che tuttavia hanno investito sul fotovoltaico in modo massiccio e convinto. In Italia, dove abbiamo sole e vento in abbondanza, si ripropone di ritornare ad un sistema che ha un impatto sul territorio e sulla salute delle persone assai discutibile. Penso al problema delle scorie e alla pericolosità delle radiazioni, penso a Chernobyl e al referendum promosso dai Verdi a metà anni ottanta e che ha portato al decommissionamento di molti impianti. Ma evidentemente in giro ci sono troppi fedeli scudieri e sudditi di chi dall’alto propone soluzioni contrarie agli interessi dei cittadini”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I punti forti: Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2009

Strasburgo 23-26 novembre 2009  Voto finale sul “pacchetto Telecom”, incluse le garanzie sull’accesso ad Internet – I deputati europei esprimeranno il loro voto finale sulla revisione delle regole UE in materia di telecomunicazioni, che mira a rinforzare i diritti degli utenti telefonici e di Internet e migliorare la competizione fra le compagnie telefoniche europee. Le nuove regole, che avranno effetto a metà 2011, garantiranno maggiori diritti ai consumatori, l’accesso ad Internet, la protezione dei dati personali, una maggiore competizione e un più moderno utilizzo delle frequenze radio. I deputati hanno raggiunto un accordo con i ministri per le telecomunicazioni dell’UE sull’istituzione di un nuovo organismo comunitario (BEREC regulators – Body of European Regulators for Electronic Communications) formato dalle 27 autorità nazionali di regolazione.  Relatore: Catherine Trautmann (S&D, FR) Procedura: direttiva, codecisione, terza lettura Dibattito: lunedì 23 novembre Votazione: martedì 24 novembre Firma dei Presidenti di Parlamento e Consiglio: mercoledì 25 novembre
Etichettatura degli pneumatici per aiutare i consumatori a compiere una scelta informata – Tutti i nuovi pneumatici d’Europa saranno etichettati per aiutare i consumatori a scegliere quelli con il minor impatto ambientale. Dal novembre 2012, infatti, gli pneumatici avranno un’etichetta in relazione al livello di consumo di carburante, aderenza sul bagnato e rumorosità, con un sistema simile a quello già in uso per gli elettrodomestici, come ad esempio i frigoriferi. L’accordo raggiunto dai rappresentanti di Parlamento e governi UE su tale legislazione sarà dunque messo ai voti.
I deputati chiedono un accordo ambizioso a Copenaghen – I deputati inviteranno i Capi di governo dei paesi europei ad inserire nelle loro priorità il successo del prossimo Summit di dicembre sui cambiamenti climatici a Copenaghen, dando prova così della loro leadership politica. In una risoluzione, che sarà votata mercoledì, i deputati sostengono che se l´azione globale verrà ulteriormente ritardata, le prossime generazioni non saranno in grado di controllare il cambiamento climatico.
I passeggeri dovrebbero essere ricompensati nel caso di fallimento di una compagnia – I passeggeri che hanno prenotato un volo presso una compagnia aerea che fallisce, non dovrebbero essere vittime della bancarotta, ma essere ricompensati del denaro speso. I deputati, in una risoluzione presentata dai gruppi PPE, S&D, ALDE e Verdi che sarà discussa e votata mercoledì, chiederanno alla Commissione di rivedere la legislazione attuale o proporne una nuova per assicurare che i passeggeri non siano lasciati a terra, senza un alloggio o un volo per tornare a casa.
Il Parlamento adotterà la sua posizione sulla strategia di allargamento del 2009 – Il Parlamento analizzerà i progressi compiuto nell´ultimo anno dai paesi candidati a entrare nell’UE. Una risoluzione sarà votata giovedì, sulla base della strategia di allargamento del 2009 preparata dalla Commissione europea, che conduce i negoziati con i paesi candidati. Il consenso del Parlamento è necessario per approvare l’adesione di un nuovo Stato membro, che segue la lunga procedura dei negoziati con i paesi candidati.
Il Parlamento si prepara per il Trattato di Lisbona – Il Parlamento si sta preparando per i cambiamenti che saranno introdotti dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona. I deputati voteranno una serie di riforme al proprio Regolamento interno per adattarlo all’arrivo dei 18 nuovi deputati, ai nuovi e più ampi poteri legislativi e alla nuova procedura di bilancio che pongono il Parlamento ed i governi nazionali dell’UE sullo stesso piano.
Il Parlamento concederà il discarico 2007 al Consiglio – Il Parlamento dovrebbe approvare il discarico del bilancio 2007 del Consiglio. E questo in base alla raccomandazione formulata dalla commissione per il controllo dei bilanci, a seguito dell’accordo con il Consiglio sull’accesso ai documenti, alle risposte ottenute a varie interrogazioni e agli incontri organizzati con i rappresentanti del PE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voto sul Presidente della Commissione

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

I deputati europei voteranno, mercoledì, per decidere se approvare la candidatura del Presidente nominato José Manuel Barroso per un secondo mandato di cinque anni, dopo aver ascoltato, martedì, la sua dichiarazione.  Barroso ha discusso con i gruppi politici la settimana precedente alla sessione plenaria la sua agenda. Benché Barroso sia stato nominato a luglio, il Parlamento ha posticipato il voto per essere prima informato dei suoi progetti.  Commissari designati: il Parlamento voterà lunedì sulla candidatura di Algirdas Šemeta (Programmazione finanziaria e Bilancio), Karel De Gucht (Sviluppo e Aiuto umanitario) e Pawel Samecki (Politica regionale). I tre commissari designati hanno informato le commissioni parlamentari dei loro progetti ed opinioni durante la prima settimana di settembre.  Discorso del Presidente designato: martedì 15 settembre Votazione: mercoledì 16 settembre Votazioni sui commissari designati: lunedì 14 settembre

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavori parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

Dando inizio ai lavori della Plenaria, il Presidente ha ricordato che pochi giorni orsono si è festeggiato il 5° anniversario del più grande ampliamento della storia dell’UE. La riunificazione dell’Europa sulla base dei valori comuni, ha detto, ha dato più forza, varietà e ricchezza all’UE. Pöttering ha poi deplorato la condanna a 8 anni di carcere inflitta in Iran a Reza Saberi, la giornalista USA di origine iraniana accusata di spionaggio, chiedendone la liberazione immediata. Quinto anniversario dell’ampliamento UE  In occasione del 5° anniversario dell’allargamento a otto paesi dell’Est Europa, a Cipro e a Malta, Il Presidente Hans-Gert PÖTTERING ha rilevato che dopo 60 anni si è potuta completare la riunificazione dell’Europa sulla base dei valori comuni: lo Stato di diritto, la democrazia e il rispetto dei diritti umani. Ciò, ha detto, ha conferito maggiore forza, varietà e ricchezza sia ai singoli nuovi Stati membri sia all’UE nel suo insieme. Si è trattato di un successo che ha anche rafforzato il peso dell’UE sulla scena internazionale. Ha quindi auspicato che la ratifica del Trattato di Lisbona vada a buon fine affinché le istituzioni si adeguino alla nuova realtà.  Il Presidente ha poi espresso preoccupazione per la situazione di Reza Saberi, la giornalista USA di origine iraniana condannata a 8 anni di carcere per spionaggio a favore degli Stati Uniti. Ha quindi esortato le autorità iraniane a liberarla senza condizioni e rapidamente. Questa vicenda, ha aggiunto, «rispecchia la situazione democratica e dei diritti umani in Iran», che è peggiorata negli ultimi tempi nonostante gli impegni assunti a livello internazionale e gli sforzi di UE e USA per migliorare i rapporti con tale paese.  In una successiva votazione, su proposta del PPE/DE, l’Aula ha deciso di discutere di questa vicenda nell’ambito dei dibattiti sui diritti umani (al posto della situazione nelle Fiji) e di adottare una risoluzione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »