Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘politecnico milano’

Master online

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2020

Milano. L’international Flex MBA della School of Management del Politecnico di Milano è l’unico programma italiano in distance learning tra i migliori 10 al mondo e il quarto se si considerano solo le business school europee. A sancirlo è il Financial Times che oggi ha reso pubblico l’FT Online MBA 2020 Ranking relativo alle performance dei migliori Master in Business Administration fruibili a distanza.
“In un momento in cui tanto si parla della necessità di accedere da remoto alla didattica, come approccio innovativo, flessibile e inclusivo, non come risposta a un’emergenza, la School of Management del Politecnico di Milano dimostra ancora una volta di avere perseguito questa strada da tempo e con risultati eccellenti – commentano Federico Frattini e Vittorio Chiesa, di recenti nominati rispettivamente Dean e Presidente del MIP, che progetta ed eroga i master e i corsi per conto della School of Management -. La nostra offerta formativa infatti è oramai in gran parte fruibile in modalità smart learning.”.
Erogato grazie a una specifica piattaforma sviluppata in partnership con Microsoft, l’international Flex MBA è la versione full English del Flex MBA, il primo MBA in smart learning lanciato in Italia nel 2014 e divenuto il maggior successo della Scuola, con quasi 500 studenti che hanno frequentato le due aule, italiana e internazionale, ad oggi. Selezionato nel 2016 tra i più innovativi MBA al mondo da AMBA (Association of MBAs), il Flex MBA ha ottenuto per primo in Italia nel 2017 l’accreditamento EOOCS dell’EFMD, che certifica la qualità dei programmi online, e lo scorso anno si è piazzato settimo al mondo nel QS Distance/Online MBA Rankings 2019.
Più in dettaglio, l’International Flex MBA ha ottenuto ottime valutazioni nell’FT Online MBA 2020 Ranking per quanto riguarda l’altissima qualità dell’interazione online tra i colleghi di corso, la faculty e lo staff della Scuola grazie alla piattaforma progettata ad hoc per questo tipo di master, per la capacità di incidere sulle retribuzioni dei partecipanti (che in media aumentano del 40% a tre anni dal diploma) e sulla loro progressione di carriera, per l’ottimo rapporto costi-benefici, per l’alta percentuale di donne (47%) e di profili internazionali (65%) nel Board della Scuola e per le politiche di Corporate Social Responsability.
“Sono risultati straordinari – continuano Frattini e Chiesa – raggiunti grazie ai continui sforzi di miglioramento del programma e di internazionalizzazione del curriculum. Ormai è sotto gli occhi di tutti l’eccellenza del MIP Graduate School of Business nello sviluppo di soluzioni digitali a supporto dei processi di education e la validità dell’offerta formativa online, tesa a rendere ottimale la fruibilità e l’accessibilità dei contenuti senza trascurare la qualità dell’insegnamento e la personalizzazione dell’esperienza formativa”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business formerà i futuri manager uzbeki

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 settembre 2019

Milano. Da gennaio infatti partirà a Milano un master universitario di primo livello in Global Project Management, della durata di due anni, che ha l’obiettivo di offrire a giovani studenti uzbeki la formazione specialistica necessaria per gestire progetti con una visione sistemica e multidisciplinare.Il programma nasce dalla collaborazione con la RGSBM, Rebublican Graduate School of Business and Management di Tashkent, in Uzbekistan, sancita proprio a Milano nella sede del MIP con la firma dell’accordo tra Andrea Sianesi, Dean di MIP e condirettore del master, e Rustam Abduraupov, Direttore della Scuola uzbeca. Direttore del corso è invece il professor Antonio Calabrese.“Un Paese in forte crescita come l’Uzbekistan ha grande necessità di competenze che permettano di gestire con successo progetti di natura industriale, infrastrutturale e di sviluppo in genere”, spiega Sianesi. Per questo la RGSBM si è rivolta alla business school del Politecnico di Milano, che con entusiasmo ha aderito alla richiesta di formare i futuri manager euroasiatici. E non solo: a novembre sono attesi in città anche una quarantina di executive uzbeki per un corso di 6 giorni su Project and Portfolio Management che prevede tra l’altro testimonianze di top manager e responsabili della PA e visite istituzionali.“Gli studenti che concluderanno il percorso avranno come sbocco occupazionale naturale le aziende, gli enti governativi e le organizzazioni che operano per progetti in Uzbekistan – continua Sianesi -. L’acquisizione del Master infatti, insieme alla possibilità di sostenere un esame di certificazione delle competenze di project management secondo il modello IPMA (International Project Management Association), costituisce un prezioso plus per inserirsi nel mercato del lavoro uzbeko, perché il programma al momento non ha eguali nell’offerta formativa del Paese”.Il corso sarà erogato in lingua inglese e l’aula sarà formata da giovani proposti dalla Rebublican Graduate School of Business and Management di Tashkent, che si occuperà del reclutamento dei candidati, poi successivamente selezionati. Parte delle lezioni si terranno in Uzbekistan e parte in Italia e saranno costituite da sessioni frontali in aula, discussioni di casi di studio, esercitazioni, business game, simulazioni, testimonianze aziendali, cui andranno aggiunte ore di studio individuale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca Moneyfarm insieme alla School of Management del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su domenica, 28 luglio 2019

Moneyfarm, società di gestione digitale di risparmio specializzata in investimenti a medio-lungo termine, ha realizzato in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano, una analisi comparata sull’informativa sui costi e sugli oneri connessi secondo la direttiva MIFIDII prodotta da 20 fra i più importanti intermediari finanziari operanti in Italia, focalizzati su una clientela retail e ‘mass affluent’ – relativamente ai servizi di consulenza in materia di investimenti – di seguito anche “consulenza finanziaria” o “consulenza” – (offerto da tutte le case) e di gestione di portafogli – di seguito anche “gestione patrimoniale” (offerto da 16 su 20). Considerando che alla data del 30 giugno la maggior parte degli intermediari non avevano ancora provveduto alla rendicontazione “ex-post”, questa prima parte della ricerca è quindi focalizzata sulla analisi delle informative “ex-ante” fornite dal campione. La raccolta, condotta da febbraio a luglio 2019, è stata effettuata direttamente sulla rete Internet oppure attraverso richieste di contatto, senza menzionare la finalità (simulando quindi l’approccio di un normale investitore, per non condizionarne l’esito). Come previsto da MiFID II, l’informativa ex ante dovrebbe essere consegnata prima della stipula del contratto di intermediazione, in tempo utile e completa. In tal senso si è esplicitamente espressa Consob in data 28 febbraio 2019, attraverso il Richiamo di attenzione n.2/2019. Nell’analisi sono stati utilizzati i seguenti parametri di valutazione utilizzati (si veda la matrice riassuntiva in calce al comunicato):
· la disponibilità dell’informativa ex-ante sul web, a disposizione di tutti;
· la modalità di somministrazione dell’informativa a seguito del contatto da parte del potenziale cliente (cartacea, digitale, verbale);
· il formato della documentazione (su carta intestata ufficiale o no);
· il contenuto di merito delle informazioni rispetto ai costi, considerato sotto cinque aspetti: (1) l’esplicitazione delle spese ‘una tantum’, (2) delle ‘spese correnti’, (3) dei ‘costi per le operazioni’, (4), delle spese per i ‘servizi accessori’ e (5) dei ‘costi accessori’ (commissioni di performance);
· l’illustrazione degli effetti cumulativi dei costi e degli oneri sulla redditività dell’investimento (Articolo 50 par. 10 del Regolamento Delegato UE 2017/565) ad esempio attraverso simulazioni e ipotesi di scenario;
· l’indicazione dei costi non solo in percentuale ma anche in valore assoluto (Articolo 50 par. 2) sempre attraverso simulazioni e ipotesi di scenario.
I risultati relativi all’analisi dell’informativa ex ante sono significativi.
· Il 75% della documentazione relativa alla consulenza in materia di investimenti e alla gestione di portafogli non riporta la totalità delle informazioni raccomandate dalla disciplina MiFID II;
· In circa l’80% dei casi analizzati non si riscontra trasparenza dell’effetto cumulativo dei costi sulla redditività dell’investimento;
· I costi vengono esplicitati in valori assoluto nel 45% dei casi per la consulenza e solo nel 19% per la gestione di portafogli;
· Nel 60% delle richieste relative alla consulenza finanziaria la documentazione è stata consegnata solo in forma verbale, senza supporto documentale nonostante sia stato richiesto esplicitamente, mentre tale percentuale scende al 31% per la gestione patrimoniale;
· L’informativa è spesso carente rispetto ai costi per operazioni, alle spese per i servizi accessori e ai costi accessori. Le spese correnti e le spese una tantum sono più frequentemente dettagliati;
· Nella maggior parte dei casi è stato necessario recarsi direttamente presso le filiali per ottenere dai consulenti le informazioni relative ai costi applicati ai servizi offerti;
· Nonostante sia obbligo di legge fornire al cliente i costi prima di stipulare il contratto, è emersa una certa difficoltà nell’ottenerli e nell’interpretarli per via di una presentazione spesso verbale e generica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Microsoft e MIP Politecnico Milano formano consulenti junior in 8 settimane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 Maggio 2019

Un programma di formazione manageriale e tecnologica di 8 settimane per neolaureati o laureandi in facoltà tecnico-scientifiche tra i 21 e i 29 anni, un’opportunità formativa e di inquadramento professionale davvero unica che vuole integrare le conoscenze acquisite in Università con le competenze richieste oggi dal mercato in materia di innovazione digitale, così da trasformare gli allievi in professionisti junior in grado di essere direttamente inseriti dalle imprese partner di Microsoft su progetti di consulenza.
Si tratta di Microsoft Dynamics 365 Fast On-board ed è il progetto realizzato da MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, in collaborazione con Microsoft, rivolto a giovani in possesso di una laurea triennale (o in procinto di ottenere la magistrale) in Informatica, Ingegneria, Fisica, Matematica, Statistica e facoltà equivalenti, con una buona conoscenza della lingua inglese.
La partecipazione al percorso formativo è gratuita per i candidati selezionati dalle aziende poiché il costo dell’iniziativa (se si escludono gli eventuali costi di vitto e alloggio a Milano) sarà a carico delle imprese che collaborano con Microsoft e che sono protagoniste nel mondo della consulenza e della trasformazione digitale, tra cui ABS (on the web), Agic Tech, Alterna, Avanade, Capgemini, Cegeka, Concert, EY, Microsys Cluster Reply, Wuert Phoenix. Chi non venisse selezionato può comunque partecipare a proprie spese.
A conclusione del programma, dal 16 settembre al 9 novembre, chi avrà ottenuto la certificazione Microsoft Dynamics 365 sarà assunto in una delle aziende che partecipano al programma. Il corso verrà presentato lunedì 10 giugno dalle 10 alle 18 alla Microsoft House (Viale Pasubio 21 a Milano) durante un Open Day a cui parteciperanno tutti i soggetti coinvolti e si potranno avere le informazioni e i chiarimenti necessari.
Il progetto prevede un percorso misto di lezioni in aula e studio autonomo dei candidati, che utilizzeranno la piattaforma di digital learning del MIP seguiti da tutor specializzati. La prima settimana sarà unica per tutti i partecipanti e servirà ad acquisire le competenze fondamentali relative ai temi base di general management, tra cui Strategy, Organization Design & Business Process Management, Project Management, Operations & Supply Chain Management (SCM), Marketing, Finance and Sales Management. Dalla seconda partiranno tre percorsi paralleli specifici di formazione tematica in base al profilo professionale scelto: Marketing & Sales Management, Finance oppure Operations & SCM.
L’attività in aula durerà tre settimane, una erogata dal MIP e due di docenza tecnica a cura delle società di consulenza partner di Microsoft. Ne seguiranno altrettante di studio individuale per prepararsi all’esame, finalizzate all’ottenimento della certificazione Microsoft, durante le quali i candidati potranno servirsi dei contenuti della piattaforma di digital learning del MIP. In questo periodo, due volte alla settimana si potrà contare su tutor disponibili per incontri online della durata di 1 ora, così da ottenere il supporto e i chiarimenti necessari.
Il venerdì della sesta settimana si terrà l’esame di certificazione nei Training Center delle società partner, con possibilità di ri-sostenerlo il venerdì successivo qualora non lo si superi subito. Infine, per coloro che avranno ottenuto la certificazione, l’ottava settimana sarà dedicata a un Bootcamp in Microsoft House, con docenza di Microsoft, su temi verticali quali PowerBI-Power App, Iot, Machine Learning, Azure Fundamentals, M365 e Project.
“Secondo una recente indagine di IDC, il mercato italiano delle applicazioni business sta evolvendo con ritmi dinamici, registrando un tasso di crescita medio annuo del 21% sia dell’ERP su Cloud, sia del CRM su Cloud, che insieme supereranno un valore di 1 miliardo di Euro entro il 2022. Tuttavia, la carenza di professionisti con le giuste competenze potrebbe rallentare il percorso di crescita delle realtà italiane, che considerano le business application elementi cruciali per rispondere alle principali esigenze di business. È quindi fondamentale continuare a puntare sulla formazione: nell’ambito della più ampia iniziativa Ambizione Italia, Microsoft ha già coinvolto in attività di formazione online e d’aula su ERP e CRM 9.000 persone nell’ultimo semestre e s’impegna a formare nel prossimo biennio 2.000 risorse qualificate ed esperte di Sistemi Gestionali e CRM. È in questa cornice che si inserisce la nuova academy Microsoft Dynamics 365 Fast On-board, che ha l’obiettivo di preparare i giovani ai lavori del futuro”, ha commentato Claudia Angelelli, One Commercial Partner Technology Lead, di Microsoft Italia.
”Crediamo molto in questo progetto come in tutte quelle iniziative su cui ci stiamo impegnando e che sono volte a diffondere la cultura dell’innovazione digitale nel nostro Paese – commenta Federico Frattini, Associate Dean for Digital Transformation del MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business -. Come Business School di una grande Università tecnica ci proponiamo di combinare ed integrare competenze manageriali e tecnologiche progettando ed erogando programmi di formazione attraverso cui essere tra i protagonisti dell’innovazione in Italia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bloomberg Businessweek “premia” l’MBA della School of Management del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 dicembre 2018

Milano La School of Management del Politecnico di Milano fa il suo ingresso nel ranking che Bloomberg Businessweek dedica ai migliori programmi MBA full time del mondo, in maggioranza erogati da business school americane. Il Master in Business Administration della Scuola milanese risulta 19esimo tra le Università europee.Bloomberg Businessweek ha intervistato nel 2018 quasi 27.000 tra studenti MBA, alunni e reclutatori e ha chiesto loro un parere sulle esperienze vissute e sugli obiettivi raggiunti o da raggiungere: la classifica si basa infatti sulle loro risposte. I parametri presi in considerazione riguardano la qualità dell’apprendimento, il network di relazioni che si può costruire, la capacità di ciascuna Scuola di facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro e il livello salariale ottenuto.Il ranking del settimanale economico americano arriva una settimana dopo quello del Financial Times, che per il decimo anno consecutivo ha confermato il giudizio positivo sulla School of Management del Politecnico di Milano, saldamente inserita tra le prime 50 scuole europee (42esimo posto su 95) e in particolare tra le prime cinque che appartengono a Università “tecniche”, con uno specifico focus su ingegneria e tecnologia. Anche tra i cinque prodotti classificati dall’FT European Ranking figura l’MBA full time.
La School of Management è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano e dal MIP Graduate School of Business, la business school dell’Ateneo milanese. “Questa classifica internazionale è un’ulteriore conferma della validità dei programmi erogati dalla nostra Scuola. Il successo di un master ‘classico’ ma sempre richiestissimo come l’MBA full time testimonia che abbiamo intrapreso la strada giusta: oggi infatti il nostro MBA coniuga didattica esperienziale, smart learning, progetti sul campo ed ha il supporto di decine di imprese che assicurano la disponibilità di progetti per i nostri allievi che rappresentano un bacino di talenti molto appetibile per le loro attività di recruitment”, commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Dean di MIP.

Posted in Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano tra le migliori scuole di business del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 15 Maggio 2018

Milano. L’offerta formativa della School of Management del Politecnico di Milano rivolta agli executive compare ormai stabilmente tra le migliori del mondo. Il ranking 2018 del Financial Times relativo all’Executive education, pubblicato oggi, vede infatti ancora una volta in classifica la SoM, che conferma la sua vocazione fortemente internazionale e innovativa. Sono due i ranking stilati dal prestigioso quotidiano inglese. Il primo riguarda i programmi ‘custom’, cioè l’offerta formativa tagliata ‘su misura’ sulle specifiche esigenze delle aziende clienti ed erogata a manager, quadri e impiegati ad alto potenziale delle imprese stesse: la School of Management del Politecnico di Milano vi compare per l’ottavo anno consecutivo, in una “rosa” di 90 Scuole in tutto il mondo. Il secondo invece è relativo ai programmi ‘open’, cioè quelli rivolti a manager e professionisti che scelgono autonomamente il proprio percorso formativo e di crescita, costruendolo in base all’offerta Management Academy di MIP. Entrata in classifica per la prima volta lo scorso anno, la SoM compare anche nel ranking 2018 tra le migliori del mondo, cioè 80 business school selezionate. Ogni anno il Financial Times redige questi ranking utilizzando numerosi parametri, molti dei quali basati sul giudizio stesso degli executive che hanno partecipato ai corsi, oltre che dei CEO e dei Direttori HR delle aziende che hanno fruito della formazione. La collaborazione con le imprese nella progettazione delle lezioni e la capacità di supportarle anche a conclusione del percorso formativo, la preparazione del corpo docente, l’aula e la faculty fortemente internazionali, la partnership con altre scuole di business di alto livello, i metodi di insegnamento innovativi, il ritorno economico in termini di avanzamento di carriera e livello di stipendio: questi alcune delle caratteristiche più apprezzate della School of Management, che le hanno permesso nuovamente di distinguersi. “La concretezza legata alla conoscenza anche delle procedure industriali, la stretta collaborazione con le imprese, l’attenzione ai temi dell’imprenditorialità sono alcuni degli aspetti che ci caratterizzano a livello internazionale e che ci hanno fatto guadagnare la stima e l’apprezzamento sia delle aziende che dei manager – dichiarano Andrea Sianesi, Dean di MIP Politecnico di Milano, e Alessandro Perego, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale -. A questo crediamo si debba aggiungere la scelta, effettuata ormai alcuni anni fa, di permettere la fruizione dei corsi a distanza secondo il modello dello smart learning, così da consentire una migliore gestione del tempo, sentita da tutti come un problema cruciale”.“Essere in graduatoria anche con l’offerta ‘open’ dimostra inoltre come i nostri programmi Executive siano allineati alle aspettative del mercato, sempre alla ricerca di elementi formativi capaci di aprire la mente sulle nuove potenzialità date dall’evoluzione delle tecnologie e dei modelli di business. La nostra offerta ‘open’- concludono Sianesi e Perego – si concentra infatti sulla frontiera tecnologica e manageriale, arricchita di esperienza concreta e pratica”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano sale in classifica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

School of Management del Politecnico di MilanoMilano. Cresce anche quest’anno la posizione che il Financial Times attribuisce alla School of Management del Politecnico di Milano nel suo FT European ranking 2017: da ben nove anni infatti la Scuola scala la classifica delle migliori 95 business school europee stilata dal prestigioso quotidiano economico londinese, collocandosi attualmente al 41esimo posto in Europa. Lo scorso anno le Scuole prese in esame erano solo 90, ma nonostante la maggior competizione la SoM ha migliorato la sua prestazione.
Ogni anno FT redige la classifica dei migliori master MBA, degli executive MBA, dei master in management, dei corsi a catalogo e dei corsi su commessa. I parametri che determinano il posizionamento in graduatoria sono numerosi, tra questi spiccano l’opinione che gli stessi diplomati danno dei docenti e del prodotto formativo, la retribuzione o l’avanzamento di carriera che si raggiungono dopo avere frequentato il master e l’esposizione internazionale della Scuola.Presente nei ranking internazionali dal 2009, anche quest’anno la School of Management del Politecnico di Milano è in classifica con un buon numero di prodotti:
· Master Full Time MBA
· Master Executive MBA
· Master of Science in Ingegneria Gestionale
· Programmi Executive ‘su misura’ per le imprese
· Programmi Executive Open per manager e professionisti
La SoM è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, che è la business school dell’Ateneo milanese. “Siamo presenti e ben posizionati in questo ranking con corsi e master che si rivolgono sia a executive e professionisti che a neolaureati, che ad aziende, a dimostrazione che la nostra è un’offerta completa e valida a tutto tondo – commentano Alessandro Perego e Andrea Sianesi, rispettivamente Direttore del Dipartimento e Dean di MIP -. I parametri considerati nell’esprimere la valutazione, tra l’altro, riguardano le possibilità di carriera di chi esce dai nostri corsi, la buona opinione dei diplomati sui docenti e i prodotti e l’internazionalizzazione della Scuola, percorso che abbiamo intrapreso con convinzione da tempo e che si dimostra vincente anno dopo anno. La crescita nel ranking di FT è dunque una conferma non solo per noi, ma per gli studenti e per le imprese nostre clienti, che continuano ad apprezzare l’ampiezza e la qualità della nostra attività formativa”.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Innovation Award

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2016

amazonMilano Giovedì 7 luglio 2016 – ore 10:30 Aula L12 – Campus Bovisa Via La Masa, 34 cerimonia di premiazione degli Innovation Award, il concorso sviluppato in collaborazione con il Politenico di Milano, che ha coinvolto oltre 200 studenti iscritti al corso di Logistics Management nella realizzazione di progetti originali utili a ottimizzare i processi logistici di Amazon. La cerimonia vedrà la partecipazione di Alessandro Perego, Professore ordinario di Logistica e Gestione dei Sistemi Logistici e Produttivi del Politecnico di Milano; Stefano Perego, Technical Advisor di Amazon WW Operations e Luciano Belviso, fondatore e CEO di Blackshape Aircraft – start-up nata nel 2009 e oggi tra le prime cinque aziende aeronautiche italiane per capitalizzazione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su martedì, 8 dicembre 2009

Il Financial Times promuove, per la prima volta, la School of Management del Politecnico di Milano fra le migliori scuole d’Europa.  Oggi la School of Management del Politecnico di Milano è l’unica scuola italiana presente nella classifica con tre master: Executive MBA, MBA Full time, Master of Science in Ingegneria Gestionale. In particolare, l’Executive MBA si colloca al 34° posto. Commenta Gianluca Spina direttore del MIP Politecnico di Milano: “Il Financial Times premia il sistema economico del nostro Paese. Il nostro Executive MBA rappresenta la vetta più alta della formazione per la classe dirigente. Premiarlo significa riconoscere un valore a chi lo frequenta, cioè alle imprese italiane”.  Buon risultato anche per l’MBA full time, al 35° posto. Il Master of Science in Ingegneria Gestionale è al 46° posto ed è l’unico corso di laurea specialistica italiano presente in classifica.  Ogni anno il prestigioso quotidiano economico finanziario inglese redige la classifica dei master MBA, degli executive MBA, dei master in management, dei corsi a catalogo e dei corsi su commessa. I parametri che determinano il posizionamento sono l’opinione dei diplomati, la retribuzione che gli stessi diplomati conseguono dopo avere frequentato e l’esposizione internazionale della Scuola.  La School of Management del Politecnico di Milano è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, che è la business school dell’Ateneo milanese. E’ in classifica per la prima volta partendo dal 56° posto. “Il nostro obiettivo – spiega Spina – è arrivare fra le prime 20 nei prossimi 5 anni”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »