Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘politecnico’

Il Politecnico di Torino e la lotta alle discriminazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Valorizzazione della diversità e non-discriminazione: è lo stesso Codice Etico del Politecnico di Torino ad affermare i principi della dignità e del rispetto degli altri, ribadendo il diritto di tutti “a essere trattati con eguale rispetto e considerazione e a non essere discriminati in ragione di condizioni personali e sociali”. Una forte spinta all’integrazione e all’inclusione, che si ritrova anche nel Piano Strategico Polito4Impact e che ha visto l’Ateneo impegnato in numerose iniziative volte alla riduzione delle diseguaglianze e alla sensibilizzazione di tutti – studenti, docenti e personale – su queste tematiche, sempre più all’ordine del giorno anche del dibattito pubblico e politico.Per offrire un’occasione di discussione con chi di tematiche di genere e inclusione della comunità LGBTQI+, il Politecnico ha quindi proposto un momento di incontro, con la partecipazione dell’onorevole Alessandro Zan, promotore del Disegno di Legge per prevenire e contrastare la discriminazione e la violenza basate sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere o sulla disabilità. Una sensibilizzazione che l’Ateneo vuole intendere ad ampio raggio, a partire dal linguaggio inclusivo fino a porre l’accento sulla consapevolezza e sul riconoscimento della discriminazione, per mettere in luce molestie e comportamenti non rispettosi della libertà altrui. Un momento di confronto – con Alessandro Battaglia, Presidente del Coordinamento Torino Pride, Marinella Belluati, sociologa dell’Università degli Studi di Torino e Arianna Enrichens, Consigliera di Fiducia del Politecnico di Torino, moderati da Tatiana Mazali, sociologa e docente del Dipartimento Interateneo di Scienze Progetto e Politiche del Territorio – che si inserisce in un percorso che ha già dato vita a numerose azioni e iniziative: dal patrocinio al Torino Pride a partire dal 2016, fino ad ottobre del 2020 quando è stato presentato il primo Bilancio di Genere del Politecnico, che ha fotografato la situazione dal punto di vista delle pari opportunità, dell’uguaglianza di genere e delle possibilità di studio e carriera per le donne.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le iniziative del Politecnico di Torino per affrontare la complessità del nostro tempo

Posted by fidest press agency su sabato, 5 giugno 2021

È una novità nel panorama dell’università italiana il nuovo corso curriculare dal nome evocativo – Grandi Sfide – che il Politecnico di Torino proporrà per il prossimo anno accademico come formazione obbligatoria per tutti gli studenti di Ingegneria: sei “grandi sfide”, cioè sei importanti sfide della contemporaneità, ciascuna articolata in 4 direzioni diverse, per un totale di 24 corsi da circa 150 studenti ciascuno, co-insegnati da altrettante coppie di docenti, uno con impostazione tecnica e uno proveniente dal mondo delle scienze umane e sociali, con un’introduzione generale del noto filosofo della scienza Telmo Pievani. Così, per citare qualche esempio, un sociologo come Filippo Barbera accompagnerà le lezioni della professoressa dell’Ateneo Massimiliana Carello sul tema della mobilità elettrica, oppure un antropologo, come Adriano Favole, approfondirà insieme a Giuliana Mattiazzo, Vice Rettrice del Politecnico, docente e imprenditrice, il tema della transizione verde basata sullo sfruttamento di una risorsa fondamentale del nostro Paese, il mare. Il sociologo della tecnica Alvise Mattozzi, che recentemente ha preso servizio proprio al Politecnico, affiancherà il docente dell’Ateneo Marco Diana nel corso dedicato alla mobilità sostenibile. E ancora: l’ex presidente INAPP (istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche) Stefano Sacchi, scienziato politico da poco al Politecnico, presenterà il tema degli algoritmi nel loro rapporto con la democrazia insieme alla professoressa di informatica Tania Cerquitelli, mentre al vincitore del prestigioso riconoscimento della Commissione Europea ERC e Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture Francesco Laio si accompagnerà la psicologa dell’Università degli Studi di Torino Irene Ronga su un tema di attualità come “Climate crisis and cognitive bias”. Anche la filosofia entrerà a pieno titolo tra le discipline di interesse per un futuro ingegnere, con il filosofo Massimo Cuono che presenterà aspetti legati alla politica nel suo rapporto con la tecnica, insieme al Vice Rettore e co-fondatore del Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico Juan Carlos De Martin. Sono solo alcune delle proposte del catalogo di 24 insegnamenti articolati in 6 filoni tematici che coinvolgerà come corso curriculare obbligatorio circa 3.600 studenti al secondo anno di tutti i corsi di Laurea triennali in Ingegneria, a partire dall’anno accademico 2021/22. I corsi saranno aperti anche, su base volontaria, agli studenti di Design, Architettura e pianificazione Territoriale interessati, e agli studenti di filosofia dell’Università di Torino.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Galleria del Vento del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2020

E’ un luogo unico nel suo genere. Struttura dal nome semplice, quasi giocoso, questo edificio del Campus Bovisa è in realtà un enorme laboratorio, il più grande in Europa, in cui si studia l’andamento del vento intorno ai corpi dalle più svariate forme e dimensioni. Come si legge su Genio & Impresa (genioeimpresa.it), il magazine online di Assolombarda, attraversando le varie stanze della Galleria è possibile assistere a simulazioni di raffiche di varia intensità, fino a 200 chilometri orari, e la loro interazione con elicotteri, ponti ed edifici, oppure con oggetti più piccoli e comuni, come il casco di un ciclista o di uno sciatore. Una sperimentazione continua, che ha come fine ultimo la realizzazione di mezzi ed infrastrutture efficienti, prestanti e sicuri. “La Galleria è luogo di ricerca di base per gli studenti e i ricercatori del Politecnico, ma anche di ricerca applicata e di servizio verso il nostro tessuto economico”, afferma Marco Belloli, direttore scientifico della Galleria dal 2001, anno della sua nascita, e custode del laboratorio insieme al responsabile tecnico Luca Ronchi. Molte grandi, medie e piccole imprese italiane, infatti, si sono affidate proprio alla Galleria del Vento per testare l’efficacia dei prodotti, affittando l’impianto per i giorni necessari alle prove. Un vero e proprio “noleggio del vento”, che nel corso degli anni ha interessato settori di varia natura: velivoli e costruzioni in primis, ma anche impianti fotovoltaici, tracker per pannelli solari, geomembrane usate come coperture e società di ingegneria strutturale. Con un occhio di riguardo per la sostenibilità: “Lavoriamo sull’efficienza energetica degli edifici o dei velivoli con il bando Ue Clean Sky, nel settore delle energie rinnovabili e dei pannelli fotovoltaici, oppure con le grandi navi da cargo che, grazie ad una rete di vele, consumano e inquinano di meno”. Ma che aspetto ha esattamente una galleria del vento? La struttura si presenta come un gigantesco tubo all’interno del quale passa l’aria che soffia nelle camere di prova; una più grande, in cui si testano gli effetti del vento su oggetti statici, e una più piccola, in cui si provano macchine che si muovono nell’aria ferma. Un impianto che si regge su una tecnologia raffinatissima, ma che a nulla servirebbe senza il fattore umano: nella Galleria del Vento scienza e ingegneria incontrano le eccellenze del sistema produttivo e nessuno esclude l’altro. Lo conferma il direttore Belloli: “Gli artigiani che costruiscono i modelli in scala e collaborano con noi da tanti anni sono una risorsa preziosissima perché senza di loro tutti i nostri studi non sarebbero possibili”. All’esterno dell’edificio ci sono poi due cabine di comando, i modelli di alcune strutture architettoniche che hanno fatto la fama di Milano, come il quartiere City Life e il Palazzo Italia di Expo 2015, treni ad alta velocità, navi e una vera e propria “wall of fame” con le firme di tutti gli atleti che hanno utilizzato le attrezzature testate dalla Galleria. Giusto per citarne alcuni: Alex Zanardi ed Elia Viviani. Al momento alla Galleria del Vento sono tanti i progetti sul tavolo e altrettanti i sogni da realizzare. Uno su tutti? La costruzione del ponte sullo Stretto di Messina.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consorzio DAFNE conferma il suo supporto agli Osservatori del Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 maggio 2020

Il Consorzio DAFNE – Community B2B no profit costituita nel 1991, composta da Aziende Healthcare, Distributori Intermedi, Depositari e Concessionari, che abbraccia oggi l’intero ecosistema della salute, umana e animale – lavorando con tutti gli attori della filiera healthcare per sviluppare soluzioni digitali innovative a supporto dei processi e delle relazioni di business, ha deciso per il 2020 di aderire ad alcuni Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.
In particolare, il supporto di quest’anno del Consorzio DAFNE va ai seguenti sei: Agenda Digitale, Contract Logistics “Gino Marchet”, Digital B2b, Innovazione Digitale in Sanità, Smart Agrifood, Supply Chain Finance, Il Consorzio attraverso l’adesione a questi Osservatori vuole continuare a contribuire concretamente alla ricerca, rimarcando l’importanza e la necessità di tavoli di lavoro congiunti e orientati a favorire la conoscenza e la diffusione del digitale, in diversi ambiti. Con la stessa e forte convinzione che ormai oltre dieci anni fa aveva spinto il Consorzio DAFNE a promuovere insieme alle principali associazioni rappresentanti di filiera – Ediel per la filiera Elettrodomestici ed Elettronica di Consumo, GS1 Italy per la filiera Largo Consumo e Metel per la filiera del Materiale Elettrico – l’Osservatorio Digital B2b, allo scopo di riuscire a meglio comprendere le opportunità della digitalizzazione dei processi B2b e promuoverne la diffusione in Italia.
Novità di quest’anno è la specifica collaborazione con l’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” – che da quasi dieci anni studia l’evoluzione del mercato italiano dell’outsourcing delle attività logistiche e del quale Daniele Marazzi, Consigliere Delegato del Consorzio DAFNE, è membro dell’Advisory Board – nella definizione di uno stream di ricerca dedicato alla filiera Healthcare.
Consorzio DAFNE quest’anno collaborerà alla costituzione di un Healthcare Expert Group – in seno all’Osservatorio, che sarà formalizzato nelle prossime settimane e coinvolgerà rappresentanti di tutti gli attori del settore – e alla realizzazione di un’analisi per la quantificazione dei flussi logistici nella filiera healthcare.
I risultati dell’analisi, che è già stata attivata, saranno presentati in occasione del Convegno nazionale dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet”, previsto per il 10 novembre 2020, all’interno di una sessione pomeridiana dedicata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano Arch Week Marathon

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 maggio 2020

Milano Arch Week Sabato 16 maggio 2020 ore 11.00–13.00 e 15.00–19.00. E’ la settimana dedicata all’architettura, alle trasformazioni urbane e al futuro delle città con la direzione artistica di Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano, e il contributo scientifico del Politecnico di Milano e del suo Rettore Ferruccio Resta – giunge alla sua quarta edizione. La manifestazione, parte del palinsesto di YesMilano, è promossa dal Comune di Milano, dal Politecnico di Milano e da Triennale Milano, in collaborazione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.La situazione di emergenza sanitaria e le conseguenti misure adottate dai governi di tutto il mondo hanno portato a un ripensamento del formato della manifestazione. Sabato 16 maggio 2020 è in programma la Milano Arch Week Marathon, una giornata di lecture e di live che si svolgerà completamente online. La grande rilevanza dei temi che da sempre sono al centro di Milano Arch Week rispetto alle riflessioni e al dibattito pubblico in corso ha spinto le istituzioni che promuovono la manifestazione a sfruttare i canali digital per mantenere l’appuntamento di maggio. Il programma di Milano Arch Week prevede un secondo appuntamento a settembre 2020 le cui modalità di svolgimento sono in fase di definizione.In questo momento così complesso, la Milano Arch Week Marathon sarà dedicata alla città di Milano, alle sfide che sta affrontando e a quelle che dovrà affrontare nel prossimo futuro, coinvolgendo i grandi protagonisti dell’architettura internazionale che hanno progettato alcuni dei luoghi più emblematici della città negli ultimi anni. Il loro sguardo, che unisce un’esperienza su scala mondiale alla conoscenza diretta della realtà milanese, può senz’altro offrire un contributo importante al confronto in corso.I relatori internazionali che parteciperanno alla Milano Arch Week Marathon sono: Petra Blaisse (Parco Biblioteca degli Alberi); Peter Eisenman (Residenze Carlo Erba); Bjarke Ingels (la nuova CityLife, attualmente in corso di progettazione); Rem Koolhaas (Fondazione Prada); Daniel Libeskind (CityLife); Patrik Schumacher – Zaha Hadid Architects (City Life); Kazuyo Sejima – SANAA (Campus Bocconi). Questi grandi architetti racconteranno il loro rapporto con Milano, il progetto che qui hanno realizzato e proporranno spunti e riflessioni per immaginare e progettare la Milano del futuro, dopo questo profondo trauma.Verranno coinvolti anche i progettisti e gli studi selezionati per il public program dell’Urban Center, in coordinamento con l’Assessorato a Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano e con la partecipazione dell’Assessore Pierfrancesco Maran e di Lorenza Baroncelli, Direttore artistico di Triennale Milano. Suddivisi in tavoli tematici, presenteranno le loro ricerche evidenziando il contributo che possono offrire rispetto alle sfide che Milano dovrà fronteggiare nel medio-lungo periodoInoltre, una serie di interventi – coordinati da Ilaria Valente, Preside della Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle costruzioni – riguarderanno la Milano della ricostruzione del dopoguerra e vedranno coinvolti i docenti del Politecnico di Milano Giulio M. Barazzetta, Orsina Simona Pierini, Luigi Spinelli, Cino Zucchi e il fotografo Giovanni Hänninen.Fondazione G. Feltrinelli, nell’ambito della maratona del 16 maggio, darà voce ad alcuni citymaker attivi nei quartieri di Milano: realtà e soggetti impegnati in progetti che rigenerano i luoghi, curano il tessuto sociale e costruiscono o “ri-costruiscono” la città. Un’anticipazione della rassegna About a City, intitolata A human place, prevista a settembre 2020.Primo evento interamente online tra le “week” del palinsesto YesMilano, la Milano Arch Week Marathon si svolgerà il 16 maggio e sarà trasmessa sulle pagine Facebook di Milano Arch Week e Triennale Milano e sul canale YouTube di Triennale Milano.I Partner Istituzionali Eni e Lavazza e il Partner Tecnico ATM sostengono Triennale Milano anche per la Milano Arch Week Marathon.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi vertici al MIP Politecnico di Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 gennaio 2020

Il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business da gennaio ha un nuovo vertice. Il Presidente è Vittorio Chiesa, 59 anni, professore ordinario di Strategy al Politecnico di Milano, mentre è stato nominato Dean Federico Frattini, 39 anni, professore ordinario di Strategic management and Innovation nello stesso Ateneo.
Il MIP è una Business School riconosciuta e accreditata a livello internazionale che da 40 anni forma sia laureati ed executive interessati a sviluppare la propria carriera manageriale, in azienda o nella pubblica amministrazione, sia imprese che intendono innovare i profili e le competenze di manager e professional. Insieme al Dipartimento di Ingegneria Gestionale compone la School of Management del Politecnico di Milano, la cui mission è “avere un impatto sulla società attraverso la creazione e la condivisione di conoscenza nel punto di incontro tra ingegneria, management ed economia”.“La particolarità del MIP consiste nel combinare la formazione su temi di management, economia e finanza con modelli e competenze di stampo ingegneristico – conferma Vittorio Chiesa – così da formare manager capaci di gestire il business e affrontare processi decisionali con approccio analitico. Questa peculiarità, unita a una grande spinta verso l’internazionalizzazione e all’attenzione nell’innovare i formati utilizzati per erogare i corsi, ci consente di dare risposte adeguate ai profondi cambiamenti in atto nel mercato”.“Il MIP ha avviato da anni un processo di digitalizzazione che lo ha portato a lanciare con successo il primo MBA in Italia erogato in modalità smart learning – aggiunge Federico Frattini -. Questa rivoluzione oggi permea tutta la nostra offerta formativa, sia per gli individui che per le aziende, perché gli strumenti digitali consentono la massima libertà di fruizione dei contenuti educativi senza alterarne l’efficacia. Ma l’elemento tecnologico non è solo ‘forma’, è anche ‘sostanza’ dei nostri corsi, perché crediamo che oggi un buon manager debba essere prima di tutto un esperto nella gestione dell’innovazione, con grande sensibilità ai temi del digitale”.Nato nel 1979 come Master in Ingegneria della Produzione, poi trasformatosi nel 1986 in un Consorzio tra il Politecnico di Milano, varie istituzioni e aziende di spicco, oggi il MIP è una Società Consortile per azioni senza scopo di lucro in grado di integrare il know-how accademico con una forte esperienza professionale, derivata dal legame con il mondo imprenditoriale e della consulenza.Grazie allo stretto contatto con le aziende, infatti, la Scuola ha uno sguardo privilegiato sul mondo del lavoro e riesce a sviluppare programmi e servizi in linea con le esigenze del mercato. Oltre al Politecnico di Milano e Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, le imprese che ne fanno parte ad oggi sono: Ansaldo Energia, Banca Mediolanum, BIP Business Integration Partners, Bticino, Carrefour, Danieli & C. Officine Meccaniche, Edison, ENI Corporate University, Marelli Europe, Fondazione Cav. Lav. Carlo Pesenti, IBM Italia, Italgas, Italtel, Luxottica, Microsoft Italia, OTB, Pirelli & C, SIA, Snam, TIM, Vodafone, Whirlpool.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La School of Management del Politecnico di Milano sempre tra le migliori del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 1 ottobre 2019

Milano Maggiori probabilità di accedere al mondo del lavoro, ritorno sull’investimento e rapporto qualità-prezzo ottimi, grande attenzione alle diversità. Sono questi i “plus” che ancora una volta posizionano la School of Management del Politecnico di Milano tra le migliori del mondo. A sancirlo è il QS World University Rankings by Program 2020, la classifica internazionale dei master, che vede eccellere la Scuola con i master specialistici in Management, Business Analytics, Finance e Marketing e l’MBA Full Time. L’edizione 2020 appena rilasciata ha analizzato quasi 700 corsi di oltre 400 Business School e Università distribuite in più di 50 Paesi.
La School of Management del Politecnico di Milano si colloca sempre nella parte alta dei rankings. La prestazione migliore a livello globale è di nuovo quella dell’International Master in Project Management (iMPM), che ha ottenuto valutazioni superiori alla media in “Value for money”, o rapporto qualità-prezzo, “Employability”, cioè le chance che i suoi studenti hanno di accedere al mercato del lavoro e “Thought Leadership”.
Molto buona anche la performance dell’MBA Full Time, che nel ranking dedicato ai Global MBA si è classificato al 33simo posto tra i programmi europei presi in esame, risultando assai competitivo per “Employability” e “Diversity”, ossia la percentuale di donne e di stranieri sia tra gli studenti che all’interno della faculty.
“La nostra reputazione nel mondo e in Europa si mantiene salda – commenta Andrea Sianesi, Dean di MIP Politecnico di Milano – dimostrando la correttezza delle scelte che abbiamo operato, prime fra tutte il processo di internazionalizzazione e la grande attenzione alla ‘diversity’ in ogni sua forma”.
La School of Management del Politecnico di Milano – che è composta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dal MIP, la Business School dell’Ateneo milanese – è presente nelle classifiche anche con i Master in Business Analytics (BABD), in Finance (MIFRIM) e in Marketing (IM4).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

I master Executive MBA della School of Management del Politecnico di Milano tra i primi 50 nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 21 aprile 2019

Ottima reputazione presso le aziende, che si trasforma per lo studente in reali opportunità di accelerare la carriera in termini sia di posizione che di stipendio; eccellente livello del corpo docente e dell’aula; concrete politiche di pari opportunità. Sono alcuni dei fattori distintivi che hanno permesso agli Executive MBA della School of Management del Politecnico di Milano di scalare di ben 10 posizioni in un anno il QS Global EMBA Rankings 2019, attestandosi tra i primi 50 programmi al mondo.
La classifica, giunta alla sua seconda edizione, identifica infatti i 134 (erano 119 nel 2018) migliori master MBA per executive a livello globale. A livello europeo, invece, il ranking ne prende in considerazione 55 (erano 49) e su questi la Scuola sale dal 26° al 23° posto.Il QS Global EMBA Rankings 2019 valuta vari aspetti dei programmi EMBA, guardandoli con gli occhi degli studenti. Non considera solo gli effetti sulla carriera, certamente fondamentali, e la buona fama di cui gode la scuola presso gli imprenditori, ma anche la composizione della classe, in termini di diversità e di esperienza professionale.
“Guadagnare 10 posizioni in un solo anno è il segnale inequivocabile che stiamo rispondendo in maniera adeguata non solo alle esigenze dei nostri studenti executive ma anche a quelle delle aziende, che infatti hanno di noi un’opinione sempre più alta – commenta Federico Frattini, Direttore dei Programmi MBA ed Executive MBA -. Lo sforzo profuso nell’innovare i nostri prodotti, in termini di contenuti ma anche di fruibilità attraverso un uso sempre più diffuso del digital learning, si sta dunque dimostrando vincente”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurata la “Casa solare” del Politecnico in gara alla Solar Decathlon China 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 7 agosto 2018

Torino. In tre settimane hanno costruito una casa vera, pronta per essere abitata e per di più con caratteristiche di autonomia energetica e sostenibilità uniche: sono i 17 studenti di ingegneria e architettura del Politecnico di Torino che hanno lavorato insieme ai loro colleghi della South China University of Technology (SCUT) di Guangzhou per costruire la “casa solare” che competerà alla Solar Decathlon China 2018. Con la cerimonia inaugurale di oggi a Dezhou (provincia dello Shandong) si è aperto ufficialmente questo contest internazionale di Architettura nel quale competono 21 progetti delle principali scuole di architettura mondiali.
I numeri dei visitatori attesi per l’esposizione dei progetti – che si trasformerà, al termine dell’evento, in un quartiere modello – sono notevoli: circa 2 milioni di visitatori in loco e 100 milioni di contatti web previsti. Durante il mese di agosto le giornate di visita libera si alterneranno alle prove di efficienza cui gli edifici saranno sottoposti, le quali determineranno nel loro complesso – insieme ad un giudizio sulla qualità architettonica delle realizzazioni – la graduatoria finale.Si tratta di uno dei più importanti concorsi internazionali di architettura, riservato a team congiunti di docenti e studenti delle principali scuole di architettura a livello globale. Nato negli Stati Uniti d’America, ad oggi conta altre 5 edizioni parallele in Africa, Cina, Europa, America Latina/Caraibi e Medio Oriente. Il contest prevede la progettazione e la costruzione di una residenza monofamiliare innovativa ad alte prestazioni energetiche, alimentata ad energia solare, che verrà quindi sottoposta ad una serie di test di performance, che contribuiranno alla composizione della graduatoria finale.Dopo aver concluso la fase di progettazione prevista dall’organizzazione del contest e aver avviato lo scorso aprile la costruzione preliminare dell’edificio presso il Campus di SCUT a Guangzhou, il team ha quindi completato la costruzione nella sua collocazione definitiva.
Il Politecnico partecipa al contest con una squadra coordinata dai professori Mauro Berta, Michele Bonino, Orio De Paoli, Enrico Fabrizio, Francesca Frassoldati, Marco Filippi, Matteo Robiglio, Valentina Serra, Edoardo Bruno. Il progetto ha potuto contare su una numerosa presenza di sponsor tecnici e sulla collaborazione con il Consolato Generale di Canton e l’Ambasciata d’Italia in Cina.“La conclusione di questa sfida – al di là di quelli che saranno gli esiti del concorso, che mi auguro positivi – è già di per sé un risultato significativo”, commenta Mauro Berta, coordinatore del Team: “Il contest ha infatti contribuito a consolidare ulteriormente il legame di collaborazione con la South China University of Technology e, in più, unitamente ad altre occasioni di ricerca operativa che si sono concretizzate recentemente (il progetto per il Big Air di Pechino 2022 con la Tsinghua University, e la vittoria al concorso per la riqualificazione della Pearl River Piano Factory di Guangzhou con SCUT) costituisce un segno della presenza del Politecnico in Cina come aggregatore di competenze qualificate; infine, dal punto di vista didattico, questo lavoro ha costituito per gli studenti coinvolti un’esperienza straordinaria di lavoro interdisciplinare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce al Politecnico di Torino il primo Impact Campus

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

Diventa realtà il sogno dell’Ingegner Giovanni Cottino, realizzare il primo campus dedicato all’impact education, che vuole innovare il modello della formazione. L’obiettivo è generare cultura “impact” attraverso un nuovo modello formativo, per trasmettere l’importanza della sostenibilità sociale, non solo ambientale ed economica, integrandola in tutti i modelli di business, per un futuro più sostenibile.L’ingegnere, 91 anni, imprenditore e filantropo, nel 2002 ha dato vita alla Fondazione, che è oggi impegnata a sostenere e promuovere una cultura d’impresa dal chiaro impatto sociale, abbracciando educazione e innovazione in modo coerente e connesso.La Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino ha individuato nel Politecnico di Torino il partner ideale per realizzare questo progetto: una visione comune per un’iniziativa ambiziosa, il primo in Italia in questo settore. Una fondazione privata e una delle migliori università tecniche in Europa e nel mondo, fianco a fianco per creare un luogo unico, ibrido, interconnesso ed esperienziale. Sviluppare il talento, generare conoscenza, cultura e leadership attraverso attività di formazione e sperimentazioni innovative. Un percorso unico, altamente distintivo pensato per studenti, manager, organizzazioni private e istituzioni.Sede del campus sarà un’area dedicata del Politecnico di Torino, all’interno della Cittadella Politecnica, in attesa della costruzione del nuovo Learning Center. Un’alleanza dal forte valore simbolico: il Presidente si è laureato al Politecnico nel 1950, punto di partenza della sua lunga carriera imprenditoriale.“Questo è il progetto che meglio interpreta l’anima della fondazione, seguire le sue fasi e collaborare con partner solidi e riconosciuti per la sua realizzazione è per me fonte di soddisfazione – spiega Giovanni Cottino, Presidente della Fondazione –. Nel corso della mia carriera imprenditoriale ho capito i punti di forza che un manager deve avere per confrontarsi al meglio sul mercato e, in un mondo sempre più competitivo ed internazionalizzato, non possiamo trascurare una formazione completa e soprattutto gli scenari futuri in continua crescita ed evoluzione. Sono lieto di condividere questa sfida con il Politecnico di Torino e con SocialFare”.“La collaborazione tra il nostro Ateneo e la Fondazione Cottino rappresenta un esempio unico in Italia e significativo anche a livello internazionale di progettazione condivisa di spazi, programmi educativi e iniziative che potranno avere una forte ricaduta sul territorio, producendo benefici per la società e contribuendo alla creazione di posti di lavoro e alla costruzione di un ecosistema in cui formazione, ricerca e impatto sociale dialogano tra loro e si arricchiscono a vicenda”, commenta il Rettore del Politecnico Guido Saracco.Il Cottino Impact Campus mira a costruire un nuovo modello di riferimento nel settore education ed executive education, in modo verticale, esperienziale e trasformativo con un obiettivo di ampio respiro. La Fondazione Cottino ha individuato in SocialFare| Centro per l’Innovazione Sociale, nato dall’impegno della Congregazione dei Giuseppini del Murialdo, un partner strategico e verticale per l’articolazione e l’erogazione dell’offerta impact culture.Per Don Danilo Magni, Presidente SocialFare e referente Congregazione Giuseppini del Murialdo, “nel Cottino Impact Campus potremo valorizzare i prototipi educativi e formativi di inclusione e sviluppo di impresa sociale che abbiamo positivamente sperimentato in questi anni e inventarne di nuovi”.“Lavorare con la Fondazione Cottino su un tema sfidante e di visione come quello della creazione di impact culture ci rende felici e consapevoli che una tale ambizione si potrà costruire solo con un ampio coinvolgimento di attori nazionali ed internazionali”, afferma Laura Orestano, CEO di SocialFare.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Politecnico di Torino e offerte di lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 16 settembre 2017

politecnico torinoLa capacità di garantire ai propri laureati una collocazione diretta nel mondo del lavoro è da sempre uno dei plus offerti dal Politecnico di Torino: oggi la classifica internazionale Graduate Employability Rankings 2018, proposta dal prestigioso istituto britannico QS, certifica che l’Ateneo è la prima università al mondo nel garantire prospettive occupazionali ai propri laureati. L’Ateneo, infatti, si colloca al 1° posto al mondo per l’indicatore Graduate Employment Rate, uno dei cinque valutati dal ranking sull’occupabilità dei laureati, che quest’anno ha analizzato 600 università in tutto il mondo.I criteri utilizzati sono la reputazione delle università presso i datori di lavoro, le partnership realizzate con le imprese, il successo dei laureati nelle proprie carriere, la presenza delle aziende nel campus e il tasso di occupazione dei laureati a un anno dal titolo.In quest’ultimo indicatore, calcolato come rapporto tra la percentuale di occupazione dei Laureati dell’Ateneo (pari al 94%) e la media degli Atenei italiani esaminati (pari al 76.2%) il Politecnico di Torino ottiene il miglior risultato al mondo, a pari merito con il Moscow State Institute of International Relations (MGIMO University).Molto buone le prestazioni del Politecnico anche su altri due indicatori, rispetto ai quali l’Ateneo si colloca al 2° posto in Italia: Employer reputation e Employer-Student connection, che valutano rispettivamente la reputazione dell’Università presso i datori di lavoro e le opportunità offerte dalle Aziende alle Università per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro. Complessivamente, tenendo conto dei cinque indicatori utilizzati e del peso loro attribuito dal ranking, l’Ateneo si colloca tra la 121 e la 130 posizione e rientra pertanto nell’ambito del 25% delle migliori Università al mondo.“Il Politecnico di Torino ha investito molto in questi anni nella qualità della formazione, offrendo percorsi di studio impegnativi, che sanno contemperare solidi fondamenti disciplinari con un approccio trasversale e multidisciplinare. Vi sono due plus importantissimi, che valorizzano il nostro sistema formativo: da un lato partnership forti con il nostro Territorio e con grandi imprese leader nei principali ambiti industriali e dei servizi avanzati, dall’altro una politica di internazionalizzazione che consente ad un elevato numero di studenti di trascorrere significativi periodi presso prestigiose università estere ed in molti casi di conseguire titoli congiunti.
Eravamo consapevoli che la formazione dei nostri laureati fosse apprezzata dal mercato del lavoro, ma questo posizionamento ci gratifica in modo particolare perché rappresenta un grandissimo riconoscimento per il formidabile lavoro che la nostra comunità universitaria ha svolto in questi sei anni”, dichiara il Rettore Marco Gilli, che dalla Silicon Valley, dove si trova in missione, conclude: “Diventiamo sempre di più un polo di riferimento internazionale e siamo orgogliosi di contribuire, anche con questo significativo risultato, alla crescita e allo sviluppo del nostro Territorio e del nostro Paese” (Elena Foglia Franke)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giovanni Soldini al politecnico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2011

Torino Mercoledì 22 giugno – ore 14,30 Sala Consiglio di Facoltà del Politecnico di C.so Duca degli Abruzzi, 24 Come applicare conoscenze e abilità tecniche durante la navigazione? In che modo matematica e fisica sono utili se ci si trova in alto mare? E, soprattutto, come fare a salvaguardare l’ambiente, godendosi la natura, senza danneggiare gli ecosistemi? A queste e ad altre domande si cercherà di rispondere durante “Navigare: arte, tecnica, rispetto dell’ambiente”. Nonostante Il Politecnico di Torino non fornisca, all’interno dell’offerta didattica, un corso di laurea specifico in Ingegneria Navale, l’incontro ha l’obiettivo di dare spunti importanti su tematiche interdisciplinari, da sempre considerate di primaria importanza dall’Ateneo. In questo senso verranno approfonditi i temi della fisica applicata, del rispetto ambientale e delle fonti di energia rinnovabile e pulita, il tutto nell’ottica della navigazione a vela. Intervengono:
Giovanni Soldini: ecosostenibilità nella navigazione da diporto ed esperienze di un grande navigatore
Carlo Pettinelli, Anthony Massobrio, CD-adapco: simulazione numerica e sperimentazione virtuale nella definizione della forma della carena e delle vele
Paolo Maggiore, Politecnico di Torino: l’interfaccia aria – acqua e gli studi del prof. Lausetti
Marco Bianucci, CNR: utilizzo responsabile delle risorse disponibili: la barca come metafora del mondo
Gilberto Francesini, Azimut: progettazione e fabbricazione delle imbarcazioni da diporto nel rispetto dell’ecologia
Renzo Porro: l’esperienza di scrivere un libro di divulgazione tecnica sulle manovre e la conduzione delle barche a vela.
Moderatore: Fabio Pozzo, La Stampa

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torino: 5 x 1000 al politecnico

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2011

Torino 15 aprile 2011, ore 13,00 Sala Consiglio di Facoltà, Politecnico di Torino C.so Duca degli Abruzzi, 24 – Piano primo conferenza stampa su:  Gli studenti del Poli e i progetti tecnologici per il sociale   Il Politecnico di Torino propone una nuova modalità di coinvolgimento diretto della collettività nell’impiego delle risorse destinate all’Ateneo con il 5 per mille. L’iniziativa, vede Seat Pagine Gialle come media partner.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politecnico in Mostra

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Torino 26 ottobre – ore 10.00-17.00  Torino Centro Convegni dell’Unione Industriale, via Vela 17 Apriranno i lavori alle ore 10.00 Vincenzo Ilotte, presidente di AMMA, e Francesco  Profumo, Rettore del Politecnico di Torino.  “Politecnico in Mostra” è una giornata Business-To-Research in cui sarà possibile  conoscere da vicino i progetti di ricerca condotti dall’ateneo torinese: un’esposizione dell’attività di 11 Dipartimenti e 3 Laboratori del Politecnico, ciascuno presso il proprio stand, per consentire al il visitatore di avere una visione completa dell’universo  politecnico. L’ingresso è libero e l’evento è dedicato non solo agli addetti ai lavori, ma anche a chi voglia approfondire le tematiche relative alla ricerca tecnologica in Piemonte.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politecnico di Bari: contro l’aumento delle rette

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

Ieri mattina circa 200 studenti hanno occupato l’atrio del Rettorato per mostrare il proprio dissenso rispetto ad un provvedimento iniquo e assurdo. “I professori predicano bene ma razzolano male – ha esordito così Antonio Rodio Presidente di Azione Universitaria del Politecnico – ci dicono che non si possono tartassare gli studenti e poi ci presentano un piano di rientro triennale che prevede di aumentare le entrate, per le tasse universitarie, dai quasi 3 milioni attuali ai 7 milioni e mezzo, si tassassero loro. Una nostra delegazione – ha continuato Rodio -ha presentato al Rettore, prof. Nicola Costantino, un documento con 10 richieste. Fra cui l’introduzione della figura dello “studente part-time”  rivolta a tutti gli studenti lavoratori. Sono state ribadite le necessità di migliorare i servizi, che sono del tutto inesistenti. “A sostenere l’iniziativa anche il dirigente nazionale di AU, Luca Cicciomessere che ha ribadito che “Questa manovra non è condivisibile e non possono essere solo gli studenti a pagare, i docenti poi dovrebbero smettere di indicare la riforma Gelmini come il male dell’Università ” E Luciano Cavaliere dirigente nazionale della Giovane Italia attacca: “il Rettore doveva alzare la voce con il presidente Vendola quando un anno fa aprì la sua campagna elettorale stanziando 11 milioni di euro per sanare i debiti di rettori amici e baroni spreconi, debiti per lo più determinati dall’assunzione di docenti col proliferare di corsi di laurea inutili con la riforma 3+2 introdotta da l’allora min. Zecchino. In quell’occasione il Politecnico non ebbe nessun contributo e oggi il rettore pensa ad aumentare le tasse per incrementare le sue entrate del 150%? Chiedesse al presidente Vendola, tanto lui è in perenne campagna elettorale e qualche soldo lo tirerà fuori magari chiudendo qualche altro ospedale”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partnership Politecnico di Torino e Reale mutua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

Torino, 10 settembre 2010 ore 11 Palazzo Costa Carrù della Trinità Via San Francesco da Paola 17 – ang. Piazzale Valdo Fusi Presentazione e firma della convenzione La crescente necessità di tutelare l’ambiente ha spinto l’Unione Europea a introdurre principi innovativi, che hanno inciso non solo sulla legislazione ambientale, ma anche sulle modalità di produzione dei beni, di erogazione di servizi e di comunicazione con l’utenza.  La Società Reale Mutua di Assicurazioni è la prima Compagnia di assicurazioni italiana che, per dare un concreto contributo alla ricerca e alla tutela dell’ambiente, ha scelto di intraprendere il percorso di certificazione ISO14001. L’Ateneo la affiancherà nell’iter di individuazione degli adeguamenti e dei miglioramenti  organizzativi e gestionali che l’Impresa dovrà introdurre per rispondere ai parametri richiesti dalla certificazione. La Compagnia potrà così rappresentare un punto di riferimento in ambito assicurativo, ponendosi come canale di promozione per la diffusione dei sistemi di gestione ambientale fra le imprese locali (specie le PMI). Non solo ambiente: l’accordo prevede, infatti, differenti aree tematiche e di ricerca di interesse congiunto, che saranno affrontate nel periodo 2010-2015, per definire strategie capaci di rispondere alle sempre nuove esigenze del contesto economico e sociale in cui si opera. Interverranno: Luigi Lana – Direttore Generale Reale Mutua;   Francesco Profumo – Rettore del Politecnico di Torino Marco Mazzucco – Direttore Commerciale Reale Mutua;   Alberto Quaglino – referente scientifico dell’accordo

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Egitto al Politecnico. Mostra e seminario

Posted by fidest press agency su sabato, 22 maggio 2010

Torino 24 maggio 2010, ore 18,30 Cittadella Politecnica, C.so Castelfidardo, 39 Aula Magna del Politecnico. Per i giornalisti, anteprima della mostra a partire dalle 17,30 – ingresso Corso Castelfidardo n.39 (Orari mostra: dal 24 al 28 maggio 2010, ore 8.30 – 20.30) L’esposizione propone pregevoli riproduzioni dei meravigliosi astrolabi arabi i cui originali sono conservati oggi in diversi musei internazionali quali il Metropolitan di New York, il British Museum e la Biblioteca Nazionale di Parigi. La mostra ha però anche lo scopo di esaltare l’architettura della cupola islamica, frequentemente decorata con motivi geometrici talvolta a forma di stella, come metafora della volta celeste, mettendo in correlazione astronomia e architettura.  L’evento, frutto della collaborazione tra il Politecnico di Torino, l’Associazione Culturale Inturin, l’Ufficio Culturale dell’Ambasciata Egiziana in Italia, l’Ufficio Scientifico dell’Ambasciata Italiana al Cairo,  e il CULTNAT – con il contributo della Regione Piemonte e del Politecnico – verrà inaugurato in presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Araba d’Egitto, dell’Addetto Culturale dell’Ambasciata egiziana a Roma e dal Direttore del Centro per la Documentazione del Patrimonio e dell’Eredità egiziana, già Ambasciatore dell’Egitto presso l’UNESCO; saranno presenti rappresentanti istituzionali della Regione Piemonte.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »