Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘politica agricola’

No ai tagli alla Politica Agricola Comune

Posted by fidest press agency su sabato, 6 luglio 2019

“Vanno respinte le proposte di tagli alla Politica Agricola Comune, ma vanno anche discussi i criteri con cui saranno attribuite le risorse”: lo ha affermato il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Filippo Gallinella, intervenuto alla seconda giornata dell’Assemblea ANBI, a Roma. “La tutela e gestione delle risorse idriche, così come la conservazione della fertilità organica dei suoli devono essere priorità; il tutto in un’ottica di sostenibilità, che può diventare anche driver economico per il nostro Paese” ha concluso Gallinella.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni europee e politica agricola comune

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 gennaio 2019

Con l’avvicinarsi delle elezioni europee – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – sta per entrare nel vivo il dibattito sulla prossima Politica Agricola Comune, ed è bene sottolineare che nella Pac 2021 – 2027 vi saranno dei criteri diversi rispetto a quelli vigenti. Ad avere particolare incidenza, infatti, saranno soprattutto le scelte strategiche che verranno assunte internamente dai diversi Paesi dell’U.E. A tal proposito – continua Tiso – auspichiamo si dia presto il via ad un tavolo politico che permetta a tutti gli attori del mondo agricolo di esprimere le proprie idee sulla struttura della prossima Politica Agricola Comune.Come Confeuro – continua Tiso – crediamo sia necessario puntare su un’agricoltura che favorisca il connubio tra strumenti tecnologici e qualità e sostenibilità delle produzioni; ed è per questo che insistiamo sull’agricoltura 4.0 e sull’applicazione di modelli agroecologici. Il nostro auspicio è anche che a guidare questo cambio di paradigma siano gli agricoltori under 40, i quali, se agevolati e tutelati da regimi fiscali ad hoc e da modalità di assegnazioni dei terreni agricoli favorevoli, potrebbero determinare il vero valore aggiunto del primario italiano dei prossimi anni. Il mondo agricolo – conclude Tiso – attende un forte segnale di discontinuità rispetto al passato e la Pac può essere l’occasione giusta per dimostrare attenzione e interesse verso tutti gli agricoltori e non solo per una loro parte di essi.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Politica agricola comune: deputati si oppongono a tagli e “rinazionalizzazione”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 Mag 2018

Parlamento europeo. Le proposte per una nuova politica agricola più intelligente, semplice, sostenibile, ma allo stesso tempo ben finanziata e davvero “comune” saranno discusse lunedì e votate mercoledì.
Nella proposta di risoluzione, i deputati condividono con la Commissione l’idea che gli Stati membri debbano avere la possibilità di adeguare la politica agricola comune (PAC) alle loro esigenze. Respingono tuttavia ogni forma di
“rinazionalizzazione” della PAC che, a loro parere, potrebbe alterare la concorrenza nel mercato unico.La politica agricola futura dovrebbe rendere le aziende più sostenibili da un punto di vista ambientale, promuovere l’innovazione, la ricerca e le pratiche agricole intelligenti, ma soprattutto, deve permettere la sicurezza degli approvvigionamenti di prodotti alimentari di alta qualità ai cittadini dell’Unione europea. A tal fine, i deputati vogliono mantenere il bilancio della PAC almeno al livello attuale.In una risoluzione separata, che sarà discussa lunedì e votata martedì, i deputati valuteranno anche l’efficienza degli attuali strumenti della PAC per i giovani agricoltori e chiederanno un’azione per agevolare l’accesso dei giovani e dei nuovi agricoltori al credito, alla terra, ai servizi di consulenza e alla formazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La riforma della politica agricola UE deve mirare alla difesa della biodiversità

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

La preservazione della biodiversità e degli ecosistemi dovrebbe essere una delle principali priorità politiche dell’UE, afferma il Parlamento in una risoluzione approvata venerdì. Poiché l’Unione non è riuscita a raggiungere gli obiettivi 2012 sulla biodiversità, i deputati chiedono che tutte le politiche comunitarie rispettino gli impegni presi in materia di biodiversità e che i sussidi che danneggiano l’ambiente siano individuati e eliminati.I deputati citano studi recenti che indicano il constante declino della biodiversità nell’UE, una perdita che ha un alto costo in termini economici. La risoluzione, approvata con 414 a favore, 55 contrari e 64 astensioni, è la risposta alla strategia sulla biodiversità 2020, presentata dalla Commissione europea nel maggio dl 2011.”I servizi che la natura ci fornisce, acqua pulita, aria pulita, suolo fertile, cibo, non sono solo cruciali per il benessere del genere umano, ma hanno anche un valore economico astronomico. Secondo gli economisti, ogni anno si perde il 3% del PIL a causa della perdita di biodiversità. Ciò costa all’EU 450 miliardi di euro anno dopo anno. Rispetto a queste cifre, investire 5,8 miliardi di euro l’anno nel progetto Natura 2000 è un affare!” ha affermato il relatore Gerben-Jan Gerbrandy (ALDE, NL).La questione principale, sostengono i deputati, non è la nuova strategia, ma le prossime riforme delle politiche agricola e di pesca e il prossimo Quadro finanziario multi annuale.
I deputati affermano che la Politica agricola comune (PAC) non è diretta solo a garantire la sicurezza alimentare e lo sviluppo rurale, ma anche la preservazione della biodiversità. Pertanto, avendo finora fallito tale obiettivo, la PAC dovrebbe ricompensare gli agricoltori che adottano tecniche di produzione più rispettose dell’ambiente.
I pagamenti della PAC, compresi quelli previsti nel 2014, dovrebbero rispettare la protezione della biodiversità e degli ecosistemi, secondo quanto propone la risoluzione, inclusi il rispetto degli habitat degli uccelli, l’utilizzo dell’acqua e dei pesticidi.Le ispezioni in loco dovrebbero essere rafforzate per garantire il rispetto delle norme ambientali e tutti i sussidi che rischiano di provocare danni all’ambiente dovrebbe essere individuati ed eliminati entro il 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politica Agricola Comunitaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

Roma 13 luglio ore 15.00 in via Barberini 36 Presentazione alla Stampa PAC 2013: proposte concrete dai Cavalieri del Lavoro per la Politica Agricola Comunitaria Il Gruppo Agricolo e Agroindustriale dei Cavalieri del Lavoro, costituito nel 1991, riunisce oltre ottanta imprenditori di primo piano impegnati a promuovere iniziative a favore del mondo agricolo ed agroindustriale italiano. In considerazione del momento attuale, nel quale si va delineando il futuro dell’agricoltura europea, il Gruppo Agricolo e Agroindustriale dei Cavalieri del Lavoro ha inteso approfondire il tema della riforma della Politica Agricola Comunitaria per avanzare alcune proposte volte a salvaguardare e sostenere l’agricoltura e l’agroindustria del nostro Paese. Durante la presentazione verrà fornito ai partecipanti, il documento in forma integrale

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politica agricola dopo il 2013

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 giugno 2011

In vista delle proposte della Commissione sul futuro della politica agricola comune, il Parlamento presenta la sua posizione per il prossimo bilancio a lungo termine per il periodo 2014-2020. In reazione a voci sul taglio degli aiuti al secondo pilastro della PAC, i deputati hanno ripetuto il loro sostegno per assicurare adeguate risorse finanziarie anche per lo sviluppo rurale.
Se la politica agricola dell’UE mira a fornire prodotti alimentari sicuri e di alta qualità e contribuire alla protezione dell’ambiente e alle energie rinnovabili, tale politica deve essere finanziata adeguatamente, secondo gli eurodeputati, in modo da fornire agli agricoltori un incentivo all’utilizzo di tecniche moderne e ecocompatibili. I pagamenti diretti agli agricoltori dovrebbero essere più chiaramente legati alle “misure verdi” (basse emissioni di carbonio, basso consumo energetico). Un ampio sistema europeo di incentivi, finanziato dall’UE al 100%, dovrebbe essere istituito per sostenere gli agricoltori che appoggiano lo sviluppo sostenibile.
I finanziamenti agricoli dovrebbero essere distribuiti più equamente tra gli Stati membri e tra le diverse categorie di agricoltori. Il Parlamento propone che ogni paese dell’Unione Europea dovrebbe in futuro ricevere una percentuale minima della media UE dei pagamenti diretti. I deputati sono d’accordo con l’introduzione di un massimale per i pagamenti diretti per agricoltore, ma sottolineano che le nuove regole devono tener conto delle dimensioni delle aziende agricole e dei criteri oggettivi di occupazione nonché delle pratiche sostenibili.
La lotta alla speculazione per le materie prime agricole e l’estrema volatilità dei prezzi richiedono una soluzione a livello globale, secondo gli eurodeputati, in modo da garantire una maggiore stabilità per gli agricoltori e le forniture su larga scala di prodotti alimentari sicuri. Il Parlamento propone un sistema mondiale di notifica dello stato attuale delle scorte, per contrastare la speculazione selvaggia delle materie prime agricole.
Per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento di prodotti lattiero-caseari, i deputati hanno chiesto alla Commissione di monitorare il mercato lattiero-caseario per il periodo successivo al 2015. Il sistema attuale delle quote sarà soppresso nel 2014. La risoluzione non legislativa è stata approvata per alzata di mano. La Commissione presenterà il suo progetto di pacchetto legislativo alla fine dell’autunno e Parlamento e Consiglio saranno chiamati a decidere insieme sul contenuto definitivo della legislazione.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politica agricola più vicina allevatori

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2011

Integrazione economica dei produttori; burocratizzazione; sostegno del reddito agli agricoltori, applicazione delle quote latte in modo serio e senza privilegi. Sono queste le priorità per lo sviluppo del comparto latte, emerse nella riunione organizzata a Campoformido da Fedagri-Confcooperative Fvg, alla presenza dei responsabili nazionali del settore, Tommaso Mario Abrate e Angelo De Meo. In vista del 2013 è stato detto, infine, serve continuare con determinazione sulla linea della tutela delle nostre produzioni di qualità che, in Friuli Vg, è sinonimo in primis di Montasio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »