Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘politiche agricole’

Democrazia: Non bastano le riforme

Posted by fidest press agency su sabato, 26 settembre 2015

agricolturaIl dibattito di questi giorni sulle riforme inerenti all’assetto istituzionale – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – sta evidentemente spostando l’attenzione sul binario sbagliato e tralasciando invece quello principale. La democrazia infatti non si pratica solo cambiando le regole, ma con un atteggiamento inclusivo e di dialogo con tutti gli attori della cosa pubblica.
Un esempio concreto – continua Tiso – viene ancora una volta dal primario. Il settore (che pure avrebbe bisogno di riforme radicali) paga chiaramente un deficit democratico derivante dalla scarsa considerazione di numerosi soggetti radicati nel territorio ma che, sia il governo, sia il ministero per le Politiche Agricole, continuano deliberatamente ad ignorare e ad escludere dai processi decisionali.
I risultati di questi atteggiamenti – conclude Tiso – sono sotto gli occhi di tutti; soprattutto perché consentono a coloro che sono stati artefici del collasso del sistema agricolo nostrano di effettuare scelte fondamentali senza dover nemmeno giustificare i tanti fallimenti di questi anni. E’ in primo luogo questa modalità, prima ancora delle regole, a dover essere necessariamente cambiata

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Educazione alimentare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 ottobre 2011

Tomato

Image by Joost J. Bakker IJmuiden via Flickr

“Diffondere tra i giovani la conoscenza delle produzioni agroalimentari italiane di qualità ed, in particolare, di quelle a Denominazione di Origine Protetta (DOP), Indicazione Geografica Protetta (IGP) e Specialità Tradizionale Garantita (STG)”. Così Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), spiega l’obiettivo dell’opuscolo “L’importanza delle sigle DOP, IGP e STG” realizzato dall’Unione in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e che è stato spedito a 7.305 scuole medie inferiori del Paese.
“Oltre alla realizzazione dell’opuscolo -prosegue Dona- il progetto educativo ha previsto l’inserimento sul sito della nostra Unione ( http://www.consumatori.it ) di un questionario formulato sotto forma di gioco interattivo, allo scopo di verificare la conoscenza dei consumatori sull’argomento”. “Infine -conclude il Segretario generale dell’UNC- è previsto un concorso al quale gli studenti possono partecipare attraverso la realizzazione di un elaborato (slogan pubblicitario, manifesto illustrato, fumetto, gioco, cruciverba, ecc.) che attesti le loro competenze acquisite in materia al fine di indirizzarli verso scelte consapevoli che difendano anche il nostro immenso patrimonio alimentare”.
Il termine per la presentazione degli elaborati scadrà il 30 novembre 2011. Saranno assegnati 3 premi (uno per ogni anno di corso) che consisteranno in un “buono vacanza” per tre persone (viaggio e soggiorno per 2 notti) a Eurodisney – Parigi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dopo la sentenza in materia di Ogm

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

“Le sentenze non si commentano mai, ma la politica deve fare la sua parte. Le Regioni da tempo hanno espresso il loro orientamento a tutela dell’agricoltura biologica e convenzionale, e quindi libera da Ogm”. Con queste parole Susanna Cenni, deputata toscana del Pd in Commissione Agricoltura spiega la scelta di depositare un’interrogazione urgente al ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali sulla questione Ogm, a seguito delle recenti minacce di semina selvaggia di colture geneticamente modificate e della sentenza del Tar del Lazio che annulla il divieto di messa in coltura di varietà di mais transgenico, previsto dal decreto dell’ex ministro Zaia”.
“Le Regioni – continua Cenni – hanno da tempo fatto le loro scelte in modo molto chiaro, legiferando, come la Corte Costituzionale ha stabilito nel 2006, e chiedendo al Governo di attivarsi per la clausola di salvaguardia. Altrettanto netta e maggioritaria è la volontà della maggioranza dei consumatori e del mondo agricolo italiano: no a coltivazioni geneticamente modificate. Adesso, dopo la sentenza del Tar Lazio, occorre che il quadro normativo si chiarisca sul serio, è necessario che alla richiesta delle Regioni venga fornita adeguata e trasparente risposta, anche per evitare che atti estremi, provocatori ed illegittimi, come la semina clandestina di Ogm si possano ripetere”.
“Molte sono state nei mesi scorsi le interrogazioni sul tema che sono state ignorate dal Ministro Galan e che ad oggi non hanno ricevuto risposta. Adesso – conclude la deputata toscana – vogliamo sapere come il nuovo ministro intenda passare dalle dichiarazioni più volte rilasciate a favore di un’agricoltura libera da Ogm, ai fatti. Per questo chiediamo che venga a riferire in Commissione Agricoltura circa eventuali rischi concreti che l’agricoltura italiana potrebbe incontrare dopo la sentenza, e a informare sulle sue reali e fattive intenzioni, per questo ho depositato una nuova interrogazione all’attenzione del Ministro Romano”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro ministro Romano

Posted by fidest press agency su martedì, 10 Mag 2011

Milano 10 Maggio 2011 ore 17,30 Unione del Commercio, Corso Venezia 47 In vista del voto del 15 e 16 Maggio 2011, per il quale “i Popolari d’Italia Domani” si presentano in coalizione con il centro destra, in molti comuni in Italia e, in particolare, a Milano e altri comuni in Lombardia e nelle province di Mantova e Pavia, si terrà un incontro con il Segretario Nazionale e Ministro delle Politiche Agricole Sarà un’occasione per conoscere direttamente la nostra linea politica, ispirata ai valori cristiano-liberali, che già ritroviamo nel pensiero e nell’azione del Partito Popolare Europeo ( PPE), a cui il nostro Partito guarda come modello di riferimento per l’ Italia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo presidente dell’Inea

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 marzo 2011

Si è insediato in qualità di Presidente dell’INEA, Istituto Nazionale di Economia Agraria, Tiziano Zigiotto. Il neo presidente si è dichiarato onorato e ha manifestato la sua disponibilità a mettersi a servizio dell’Istituto, in continuità con il ruolo istituzionale dell’INEA di supporto al Ministero e agli enti competenti per la definizione delle politiche agricole. «È per me un grande onore – ha dichiarato il Presidente – assumere la guida di un ente prestigioso, quale l’INEA, che può vantare una storia autorevole di oltre 80 anni come protagonista della scena politica ed economica del Paese e come testimone delle fasi salienti della società in cui si è trovato ad operare». Il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’INEA è costituito, oltre al Presidente Tiziano Zigiotto, da Giorgio Zoppello, da Antonio Leoni, da Angelo Frascarelli e da Dario Stefano.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Romano nominato “Ministro” delle Politiche Agricole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Giorgio Napolitano

Image via Wikipedia

“Ma –dicono le cronache- il presidente della Repubblica non ha mancato di manifestare le sue perplessità per le “pesanti ombre giudiziarie”che gravano sull’esponente dei Reponsabili. Nonostante questo, davanti alle sempre più pressanti richieste di Iniziativa Responsabile, fondamentale per la sopravvivenza dell’esecutivo, Berlusconi ha dovuto andare avanti comunque. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha reso pubblica una nota in cui si dice che “Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano dal momento in cui gli è stata prospettata la nomina dell’onorevole Romano a ministro dell’Agricoltura, ha ritenuto necessario assumere informazioni sullo stato del procedimento a suo carico per gravi imputazioni”. “A seguito della odierna formalizzazione della proposta da parte del presidente del Consiglio, il presidente della Repubblica ha proceduto alla nomina non ravvisando impedimenti giuridico-formali che ne giustificassero un diniego. Egli ha in pari tempo auspicato che gli sviluppi del procedimento chiariscano al più presto l’effettiva posizione del ministro”. Come è noto Saverio Romano è cresciuto all’ombra di due big della Dc siciliana: Calogero Mannino, che fu un potente ministro proprio dell’Agricoltura, e l’ex governatore Salvatore “Totò” Cuffaro. Il primo entrato e uscito solo alla fine del 2008 da un lunghissimo processo per concorso esterno. Il secondo condannato definitivamente per favoreggiamento a Cosa Nostra a fine gennaio, e ora in carcere a Rebibbia per scontare una pena di sette anni. L’indagine su Romano per concorso esterno in associazione mafiosa nasce dalle dichiarazioni del pentito Francesco Campanella, secondo il quale Romano sarebbe stato votato e a disposizione dei boss di Villabate. Archiviata una prima volta nel 2005, era stata riaperta dalla Procura per il sorgere di nuovi elementi. Il giudice ha fissato per il primo aprile l’udienza in cui ascolterà le parti: il pm Nino Di Matteo e il legale dell’indagato, l’avvocato Inzerillo. Qualora lo richiedesse, potrebbe comparire davanti al gip per essere sentito lo stesso Romano. Nel corso dell’udienza il magistrato potrebbe indicare agli inquirenti di approfondire alcuni elementi dando ai pm un termine o archiviare. Per altro sul nuovo ministro pende un’altra indagine per corruzione aggravata dall’avere agevolato Cosa Nostra: ad accusarlo è Massimo Ciancimino (figlio di Vito, ex sindaco di Palermo in stretti rapporti con Provenzano) che dice di avergli pagato tangenti per 50 mila euro.Personalmente sono negativamente colpito dall’atteggiamento del Presidente Napolitano. Cosa significa esprimere perlplessità per “pesanti ombre giudiziarie” che gravano su Romano? Non glielo ha ordinato il medico di porre la sua firma in calce all’atto di nomina! Posto che l’udienza è fissata tra pochi giorni perché non attendere? Dire che non ha “ravvisato impedimenti giuridico-formali che ne giustificassero un diniego” mi pare un modo pilatesco di affrontare il problema. Forse era meglio che non dicesse nulla. In fondo per un Presidente della Repubblica che ha detto “si” a Raffaele Fitto, rinviato a giudizio per corruzione, e che ha nominato Ministro uno come Aldo Brancher, al tempo rinviato a giudizio per appropriazione indebita e ricettazione nell’ambito dello scandalo Banca Popolare di Lodi (poi è stato condannato a due anni), uno in più o in meno non poteva fare scandalo.Quanto a Berlusconi basti ricordare che il 23 dicembre, repingendo le accuse di “calciomercato” e di compravendita di parlamentari aveva aggiunto: “Non abbiamo nemmeno promesso cariche di governo. Si sono liberati posti in seguito all’uscita di Fli, ci sono 12-13 posti da assegnare ma nemmeno uno di questi posti verrà assegnato a coloro che per convinzione hanno dato supporto alla maggioranza in sostituzione di altri. Come volevasi dimostrare!” E’ quanto dichiara Antonio Borghesi parlamentare Idv

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frutta nelle scuole

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Roma 2 febbraio 2011 – ore 12 Enoteca regionale del Lazio Palatium, via Frattina 94 Interverranno: Angela Birindelli Assessore alle Politiche Agricole e valorizzazione dei prodotti locali della Regione Lazio Valeria Del Balzo Medico nutrizionista, Università di Roma “La Sapienza” Ambrogio De Ponti Presidente UNOLombardia Eleonora Iacovoni Dirigente del Ministero delle politiche agricole,alimentari e forestaliSilvia Migliaccio  Medico specialista in nutrizione umana, Università di Roma “La Sapienza” Antonio Sartor  Delegato OP KIWI SOLE
Oliviero Sorbini   Esperto di comunicazione socio istituzionale Modera il giornalista Jordan Foresi  L’incontro ha lo scopo di presentare il programma di azioni che verranno realizzate nella regione Lazio dal raggruppamento tra imprese “Benessere a colori per frutta nelle scuole L.5” aggiudicatario del bando in questa regione. Oltre ai dettagli sulla qualità dei prodotti ortofrutticoli distribuiti e sulla logistica dell’operazione, verranno illustrate le misure di accompagnamento (orti botanici, visite a fattorie locali, ecc.) dedicate agli studenti. Inoltre, verrà proiettata in anteprima una sequenza del cartone animato I colori del benessere appositamente realizzato per la campagna, con i personaggi di Pietro e Raimondo, già noti al pubblico per una fortunata serie televisiva trasmessa dalla Rai. Il programma “Frutta nelle Scuole” ha l’obiettivo di diffondere fra i bambini delle scuole primarie un adeguato consumo di frutta e verdura fresca ed è sostenuto dall’Unione Europea e dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, in collaborazione con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione e la Regione Lazio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Neo ministro politiche agricole

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 aprile 2010

L’Unci-Pesca esprime i più sentiti auguri di buon lavoro a Giancarlo Galan per la nomina a Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e auspica, in quanto rappresentante del mondo imprenditoriale cooperativo della pesca, che anche in questa veste egli saprà creare quel clima di collaborazione e di coesione essenziale al rilancio competitivo del settore agricolo e ittico, così come ha fatto durante la sua esperienza alla guida della Regione Veneto.  In particolare, l’Unci-Pesca confida che il neoministro saprà lavorare alla valorizzazione e allo sviluppo della pesca italiana, risorsa importante per il Paese, affrontando quei piccoli e grandi problemi che la attanagliano con politiche adeguate e strategie di modernizzazione, in continuità con quanto svolto fino ad ora.  L’Associazione, pertanto, dichiara la massima disponibilità a collaborare fattivamente con il neoministro per la risoluzione di tali problematiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Vincenzo Dona

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2009

Roma 26 novembre dalle ore 9,00 (Centro Congressi Montecitorio Eventi, Piazza Capranica, 101) terza edizione del “Premio Vincenzo Dona, voce dei consumatori”. E’ quanto rende noto l’Unione Nazionale Consumatori, promotrice dell’evento.  Quest’anno la giornata di convegno sarà focalizzata sul tema “La spesa alimentare tra sicurezza, qualità e convenienza” e si avvarrà del patrocinio della Presidenza del Consiglio, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero delle Politiche Agricole, del Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, della Regione Lazio e del Comune di Roma.  L’incontro, che vedrà tra gli altri la presenza del Ministro delle Politiche Agricole, alimentari e forestali Luca Zaia, del Comandante generale dei NAS Cosimo Piccinno e del Sottosegretario del Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Francesca Martini, si concluderà con la cerimonia di attribuzione dei Premi “Vincenzo Dona, voce dei consumatori 2009”, presentata da Antonio Lubrano.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

“La contraffazione alimentare è un male che colpisce il nostro mercato e che va combattuto attraverso un fitto sistema di controlli”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, esprimendo vivo apprezzamento per l’ ennesimo sequestro di alimenti contraffatti avvenuto in Toscana. “Non ci stanchiamo di ripeterlo: la salute dei consumatori -prosegue Dona- non può essere continuamente messa a repentaglio da chi agisce senza scrupoli, danneggiando anche chi produce onestamente”. “Sapere che l’attività di controllo da parte del Ministero delle Politiche Agricole risulta essere attiva ed efficace -conclude Dona- è un’ottima garanzia per la tutela dei consumatori e dei produttori onesti”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il vino italiano alla conquista della Cina

Posted by fidest press agency su sabato, 14 marzo 2009

Si affilano le armi in vista di una grande manovra di avvicinamento, prima dell’attacco finale, alla conquista del grande mercato cinese. I maggiori produttori di vini italiani doc si sono riuniti a Roma, in una cena organizzata nella splendida cornice di Palazzo Altieri, dall’Associazione Parlamentare Italia-Hong Kong, grazie all’orchestrazione di una delle sue figure di spicco, la Senatrice Cinzia Bonfrisco, e alla lobby di Sviluppo Cina, alla presenza del Ministro per le Politiche Agricole Luca Zaia, di una cospicua rappresentanza di uomini politici e delle istituzioni preposte allo sviluppo del Made in Italy. L’importanza dell’evento è stata sottolineata dalla presenza della seconda carica dello Stato, il Presidente del Senato Renato Schifani,  del suo predecessore, Senatore Franco Marini, del Presidente del Gruppo PDL del Senato Maurizio Gasparri, dell’ex Governatore della Sicilia, Sen. Salvatore Cuffaro, del Presidente di Italiani nel Mondo, Sen. Sergio De Gregorio e di una lunga lista di parlamentari e di uomini e donne di potere, a testimonianza del grande interesse attribuito al progetto, per le sue ricadute sull’economia e sul prestigio italiano nel gigantesco mercato asiatico. Il mercato cinese del vino è ancora di dimensioni modeste ma, come ogni altro settore merceologico in questo mercato di 1,4 miliardi di consumatori potenziali, è in crescita a tassi che, seppur modesti, produce parecchi milioni di nuovi consumatori ogni anno. Hong Kong, non è solo il principale mercato di prodotti di consumo in Cina, ma è soprattutto uno specchio che proietta oggi, con ragionevole precisione, le caratteristiche del futuro mercato della Cina continentale. Il mercato del vino di Hong Kong riflette oggi una posizione italiana al sesto posto dei paesi fornitori di vino, con un’irriverente quota del 3%, dietro alla Francia, l’Australia, il Regno Unito, gli USA e il Cile.  Tutto questo in una situazione di crescita vicino al 100% delle importazioni nel 2008 (208 milioni di euro), in conseguenza delle recenti manovre del governo di Hong Kong, che puntano a disegnare, per il piccolo territorio autonomo cinese, un ruolo internazionale di capitale asiatica del vino. Per fare questo il governo ha azzerato nel 2008 le imposte esistenti sulle bevande alcoliche fino a 30 gradi, dopo averle ridotte dall’ 80% al 40% nel 2007. Il vino italiano, con 8,7 milioni di euro, pur mantenendo il passo di crescita al livello di quello globale, ha ridotto ulteriormente la sua quota di mercato dal 5% nel 2007 al 3,1% nel 2008.  Secondo Sviluppo Cina, questa situazione di mercato, disastrosa per il prestigio di uno dei prodotti più nobili del nostro Paese, sarà inevitabilmente proiettata, moltiplicata per 200 – tale è la proporzione tra la popolazione di Hong Kone e quella della Cina continentale –  nell’unico mercato al mondo che registra ancora tassi di crescita superiori al 7%, se non si interviene in modo deciso e senza ulteriore indugio. L’umiliante posizione del vino italiano nella graduatoria del mercato di Hong Kong viene attribuita ad uno svantaggio rispetto ai vini francesi, per fama e storia e, rispetto a quelli del nuovo mondo, per minore aggressività ed eccessivo frazionamento di vini e produttori. A proposito di frazionamento, merita una citazione l’intervento della Senatrice Laura Bianconi che, nella sua veste di Presidente dell’Associazione Luigi Veronelli, ha rivendicato l’orgoglio della tradizione italiana del vino, che vanta oltre 300 DOC, frutto di oltre duemila anni di storia enologica, che rappresentano un patrimonio genetico e culturale che non trova riscontro in nessun altro paese del mondo. Plaudendo l’iniziativa, la Senatrice Bianconi ha sottolineato l’importanza che le attività programmate facciano perno sulla cultura del vino italiano, che merita la stessa dignità dell’arte per cui siamo famosi nel mondo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »