Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘politiche ambientali’

L’Ue deve sostenere attivamente le politiche ambientali

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 ottobre 2018

Operazioni come il blocco del diesel in pianura padana – dichiara in una nota il presidente azionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – non sono altro che palliativi rispetto all’esigenza di affrontate in modo sistemico e metodico la questione ambientale. Quel che serve, infatti, è l’adozione di misure che producano risultati concreti sin da ora pur inquadrandosi, ne contempo, in un percorso a medio-lungo termine. A tal proposito – continua Tiso – siamo assolutamente convinti dell’urgenza di politiche europee che, attraverso finanziamenti specifici, spingano verso la produzione (entro il 2022) di mezzi di trasporto unicamente ibridi ed elettrici.Per molto tempo – continua Tiso – le politiche di tutela ambientale sono state bloccate da interessi contrapposti e da veti di varia natura, e questo non ha fatto altro che favorire il proliferare di pratiche in ampio contrasto con la richiesta di salvaguardia dei territori avanzata a più riprese dai cittadini. Il nostro auspicio – conclude Tiso – è che si agisca in discontinuità con il passato e che le istituzioni internazionali e internazionali si facciano carico di questi temi inserendoli tra le priorità dei rispettivi mandati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obiettivi e politiche ambientali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

«Era lecito attendersi qualche passaggio più incisivo in tema di obiettivi e politiche ambientali dal discorso programmatico tenuto al Senato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. A lui e al nuovo Governo va ovviamente concessa un’ampia apertura di credito e bisognerà attendere i primi provvedimenti normativi per esprimere opportuni giudizi di merito. Ma a quello che si presenta costantemente come l’Esecutivo del cambiamento è giusto chiedere posizioni più nette, parole che non lascino dubbi sul fatto che la tutela dell’ambiente trovi finalmente il posto centrale che le spetta».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Veniamo da una legislatura durante la quale non si è riusciti a portare a casa una legge per il contrasto al consumo del suolo, si sono lasciati soli gli amministratori locali sul fronte dell’abusivismo e delle demolizioni, si è chiesto ai cittadini di non recarsi a votare per i referendum che riguardavano il futuro e la salute di tutti. Il contratto di Governo sottoscritto da Lega e Movimento 5 Stelle non lascia intravedere un vero cambio di passo, infarcito com’è di dichiarazioni assai vaghe e sostanzialmente prive di un supporto concreto sotto il profilo operativo e delle risorse. Forse sono troppe le differenze di approccio a certi temi da parte delle due forze di maggioranza, ma è anche possibile che il presidente Conte riesca a operare una sintesi che finirà per sorprendere tutti in positivo. A patto, ovviamente, che dimostri più coraggio rispetto ai suoi predecessori».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regolamento sulla bioedilizia

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

«Il regolamento sulla bioedilizia, che con soddisfazione è stato approvato ieri con voto unanime in Assemblea capitolina, rappresenta un elemento rivoluzionario nelle politiche ambientali della Capitale e pone la città all’avanguardia nel settore, perché introduce norme ancor più stringenti rispetto alla stessa normativa regionale e nazionale di riferimento. Grazie alla delibera, infatti, da oggi in poi per ottenere l’agibilità degli edifici diventa obbligatorio il certificato di qualificazione energetica. Si introducono inoltre parametri precisi per il risparmio energetico e delle risorse idriche, regolando l’utilizzo delle fonti rinnovabili. Tra i nuovi obblighi introdotti e validi anche in caso di ristrutturazione di interi edifici ci sono la produzione di acqua calda sanitaria da fonti di energia rinnovabile in misura non inferiore al 50% e la creazione di serbatoi idrici interrati da riutilizzare per impieghi condominiali. La nuova delibera prevede inoltre che sia gli impianti di illuminazione che riscaldamento debbano essere orientati al risparmio energetico. Per il riscaldamento, in particolare, si prevede l’obbligo di sistemi centralizzati con una gestione individuale dei consumi. Il calcolo dell’efficienza energetica dei nuovi edifici non avverrà in base alla potenza dell’impianto installato, ma alla reale produzione di energia. A vigilare sull’applicazione del regolamento, sarà una specifica commissione tecnica comunale».  Così in una nota il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo.  «Con questo provvedimento, si conferma l’impegno di Roma Capitale sul fronte della sostenibilità energetica, collocando la bioedilizia come tema cardine dell’azione amministrativa. Un intervento strategico e di sistema, orientato ai principi stabiliti dal masterplan energetico del prof. Rifkin, stimolo di crescita e sviluppo della “green economy” in città», ha concluso De Priamo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ispra

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2010

Dichiarazione dei senatori del PD Roberto Della Seta, Francesco Ferrante e Vincenzo Vita “Bene l’accordo ma ora si operi per dare certezza e continuità all’Ispra  e a chi ci lavora”. Così i senatori del Partito democratico Roberto Della Seta, Francesco  Ferrante e Vincenzo Vita commentano il protocollo di intesa sulla vertenza dei precari Ispra  siglato ieri tra il Ministero dell’Ambiente e le rappresentanze sindacali dell’Ispra.  “L’accordo – spiegano i senatori – è un primo risultato della mobilitazione messa in atto dai lavoratori dell’istituto che da mesi si battono per difendere  il loro lavoro e il futuro della ricerca ambientale in Italia. Grazie a questa prima intesa ora è possibile avviare una discussione di merito che porti rapidamente a scelte del Ministero e delle strutture direttive dell’Ispra capaci di assicurare stabilità, dignità a centinaia di ricercatori che devono essere sollevati dal continuo e ricorrente pericolo di perdere il posto di lavoro”.  “L’Italia – concludono i senatori Pd –  ha bisogno nel campo della ricerca e protezione  ambientale di una struttura pubblica solida e autorevole. Finora i lavoratori dell’Ispra si sono dimostrati più consapevoli del governo di questa necessità che è un interesse generale dell’intero Paese, l’auspicio dunque  è che il loro impegno generoso contagi anche chi tiene le redini delle politiche ambientali”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa che vogliamo: intervista a Magistro

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2009

Cristiana Zarneri intervista il Dott. Magistro, candidato al Parlamento Europeo, (circoscrizione 1 nord-ovest. M.P.A. – Terzo Polo di Centro – Democrazia Cristiana). “Dott. Magistro ma lei che Europa vuole?” E Magistro di rimando: “L’Europa che vogliamo è, prima di tutto, un’Europa unita, forte, un’Europa   non solo monetaria. Perché dico non solo  monetaria? perché dobbiamo necessariamente uscire da questa crisi epocale, da questo baratro nel quale siamo tutti sprofondati nel 2002 con l’avvento dell’euro. Questa crisi attuale va ricercata anche e soprattutto nella crisi dei valori, ma noi speriamo e vogliamo, entro un paio di anni, gridarlo fortemente che in Italia e in Europa siamo riusciti a cambiare qualcosa. Qualcosa nel modo di vivere, di pensare, di consumare; nel modo di credere che si possa, tutti quanti insieme, cambiare il futuro del nostro Paese e della nostra Europa. Le Nazioni aderenti e gli Stati membri portano avanti politiche nazionalistiche che debbono mutare. Ecco allora la nostra Europa: un’Europa delle Politiche del lavoro che significano benessere, benessere che a sua volta significa, senza ombra di dubbio, una diversa e migliore qualità di vita”. In altre parole il sogno di Magistro è quello di una Europa che “si faccia sentire” che sia “propositiva e realizzatrice” sui valori condivisi e sui grandi temi d’attualità: immigrazione, più equa distribuzione delle risorse, lotta alle logiche consumistiche, alle barbarie delle dittature e delle sistematiche violazioni dei diritti civili. e religiosi Un’Europa che si ritrovi sul sentiero della grande cultura cristiana. L’Europa di Magistro e del suo partito è quello della sicurezza, delle politiche ambientali, di una sanità di qualità, di una lotta al disagio e alla disoccupazione. Una Europa che guardi alla famiglia, alla sua unità alla sua forza e alla sua dignità e alla difesa dei suoi anelli più deboli: i giovani e gli anziani. Una Europa, per dirla con Magistro che sappia guardare al futuro e sappia da oggi mostrarne le premesse con coraggio e determinazione.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »