Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘polizze’

Polizze cyber bullismo: un mercato da oltre 100 milioni di euro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

cyber bullismo, revenge porn, stalking online, minacce e insulti sui social network, ma anche furto di dati personali e frodi informatiche; i pericoli connessi all’uso di internet sono molteplici e non sorprende che le compagnie assicurative stiano mettendo a punto polizze dedicate alla protezione dei cittadini, contribuendo a creare un mercato potenziale che, secondo le stime di Facile.it, in Italia potrebbe valere più di 100 milioni di euro l’anno.Si tratta di prodotti assicurativi dal costo contenuto, che varia mediamente tra i 24 e i 40 euro l’anno, ancora poco diffusi in Italia ma dalle grandi potenzialità se si pensa che, secondo dati diffusi di recente, nel 2017 sono stati 16 milioni i cittadini che hanno avuto problemi con il cyber crimine.Dal supporto tecnico e legale a quello psicologico, dalla tutela dell’identità digitale al recupero dei dati persi; ecco come funzionano le polizze cyber risk, cosa coprono e, anche, cosa non coprono.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le polizze di tutela legale

Posted by fidest press agency su domenica, 20 Mag 2018

Rimborsano il costo di periti e avvocati in eventuali cause giudiziarie, sono sempre più richieste dagli italiani: tra il 2000 e il 2017, infatti, la raccolta premi di queste assicurazioni è più che triplicata passando da 126 a 417 milioni di euro. DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale e leader di mercato, organizza un tour che in 2 mesi toccherà 20 piazze italiane per spiegare ai cittadini cosa sono e quali vantaggi si possono trarre da queste assicurazioni che potrebbero ridurre fino al 30% il forte contezioso civile che ingolfa il nostro Paese.
Si parte il 20 maggio da Cagliari, in piazza Giuseppe Garibaldi, dove DAS coinvolgerà i cittadini in una serie di attività ludiche organizzate per grandi e piccini. Sarà possibile mettersi alla prova misurando la propria forza nel far valere i propri diritti attraverso prove di abilità e quiz interattivi. Tutti i partecipanti ai giochi riceveranno il “Libro dei Diritti”, un opuscolo che offre utili consigli su come affrontare le possibili controversie che possono capitare nella vita di ogni giorno (in auto, nel condominio, nel tempo libero, ecc.).
In alcuni Paesi europei – fanno sapere da DAS – le assicurazioni di tutela legale sono una realtà molto più consolidata e hanno un mercato più ampio di quello italiano. Nel 2016 gli svizzeri hanno speso mediamente più degli altri (64,40 euro pro capite), seguiti da austriaci (62,49 euro) e tedeschi (46,59 euro). Al quarto posto il Belgio (45,95 euro), dove si è speso poco più che in Lussemburgo (42,25) e Olanda (40,17), mentre decisamente più staccata è la Francia (19,25). In Italia, dove questa copertura è venduta prevalentemente in abbinamento alla RCA Auto, il premio pro capite è di soli 6,78 euro. A mostrare maggiore interesse verso questo tipo di polizze sono gli abitanti dell’Alto Adige, più affini alla cultura tedesca. In Germania quasi una famiglia su due (40%) ha sottoscritto una polizza di tutela legale, con una raccolta premi lordi di 3,48 miliardi di euro nel 2016, quasi la metà dell’intero mercato europeo (43,97%) e il triplo della Francia (1,11 miliardi), che è seconda con una quota del 14,76%.
“Anche le piccole e medie imprese italiane – spiega ancora Roberto Grasso – possono beneficiare delle assicurazioni di tutela legale. Le nostre aziende sono quotidianamente esposte a rischi di natura legale, sia in ambito penale e amministrativo, ad esempio per presunte violazioni collegate alle normative vigenti, sia in ambito civile. Esistono polizze personalizzate per target specifici: per l’artigiano, per le figure apicali d’azienda, per i liberi professionisti, per l’impresa agricola o quella edile, per gli alberghi, per il condominio, per la scuola piuttosto che per le associazioni”.
Si potrà seguire il DAS on Tour 2018 “Tutelati senza stress” sui social della compagnia e accedere al portale dedicato all’evento, accessibile tramite il sito http://www.das.it, per giocare con DAS e scaricare il “Libro dei Diritti”.
A quella di Cagliari, seguiranno le tappe di Palermo (24 e 25 maggio), Catania (27 e 28 maggio), Bari (31 maggio e 1 giugno) e altre 16 piazze italiane. Il tour si concluderà a Verona, città in cui ha sede la Direzione Generale di DAS.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizze: Per favore, potreste rispettare la legge?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 marzo 2017

Banca d'ItaliaFirenze. Quando si estingue in anticipo un qualsiasi finanziamento, dai mutui ai prestiti personali ecc., si ha diritto alla restituzione della quota-parte non goduta dei premi assicurativi unici anticipati che si sono pagati all’inizio. Dal 2012 la restituzione è prevista per legge, ma anche in precedenza la Cassazione si era sempre espressa a favore della restituzione. La Banca d’Italia si è accorta che molto spesso le banche non restituiscono al debitore quanto spetta, nonostante il fatto che debbano farlo senza nemmeno che il cliente lo richieda.La Banca d’Italia ha quindi chiesto all’Abi (l’Associazione Bancaria Italiana) di “sensibilizzare” le banche sul tema, invitandole ad erogare il dovuto. L’Abi ha scritto agli istituti per evidenziare quanto richiesto dalla Vigilanza, invitando quindi ad attenersi alla norma.Insomma, esiste una legge da rispettare e loro “sensibilizzano”. Immaginiamo il testo: “Scusate l’intrusione, ci rendiamo conto che avete sempre tanto da fare, ma dato che la legge prevede di rimborsare la quota-parte di premio assicurativo, sempre la cosa non vi provochi troppa fatica o disturbo, potreste ricordarvi di rispettarla?” (fonte Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizze: il caso Raggi ci aiuta a comprendere meglio. Ecco di che cosa stiamo parlando

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 febbraio 2017

bancaGrazie allo pseudo scandalo venuto alla ribalta con il caso polizza intestata alla Raggi, prendiamo spunto per dare qualche delucidazione sulle polizze.Le polizze vita come forma di investimento possono comportare vantaggi fiscali per chi la stipula e viene venduta perfino all’ufficio postale sotto casa, in ciò differisce dalla classica polizza vita – caso morte che ha invece la finalità di garantire un capitale al beneficiario superstite nel caso di premorienza della persona, sulla cui vita è stipulata l’assicurazione. Dell’investimento fatto con tale polizza può disporre solo il contraente, che può riscuotere l’investimento anche prima della scadenza. Il beneficiario (in caso di morte del contraente), se non viene avvisato dal contraente non ha modo di venire a conoscenza della polizza e, in caso di vita del contraente, non ha alcun diritto e per tale ragione non viene neanche informato se il contraente riscuote l’investimento alla scadenza o prima di questa; il beneficiario non viene avvisato dalla banca neppure dell’esistenza della polizza, che nella generalità dei casi mai riscuoterà. Il diritto non si trasmette iure hereditatis, quindi è necessario indicare un beneficiario, che potrebbe coincidere con l’erede, ma potrebbe essere chiunque scelga il contraente. E’ proprio il tipo di contratto che necessita della designazione di uno o più beneficiari. Il tipo di polizza in questione, essendo finalizzato ad un investimento, non comporta necessariamente che il beneficiario incassi prima o poi un indennizzo, come avviene invece per le polizze vita tradizionali con il solo caso morte, anzi nella normalità dei casi il beneficiario non riscuote mai alcunché, perché la polizza ha essenzialmente la funzione di permettere al contraente di effettuare un investimento, che poi verrà riscosso dallo stesso contraente. Normalmente, ma non obbligatoriamente si designano moglie o figli, ma quando non si sceglie questa opzione è normale designare altri parenti o persone a cui comunque si è legati, amici o enti di beneficenza.
Doveroso fare informazione dato che negli ultimi giorni è stato detto di tutto. Il problema delle polizze vita non riscosse, perché il beneficiario ignora di esserlo, è di tale ampiezza che nel 2012 è dovuto intervenire il legislatore portando per tali polizze la prescrizione da 2 a 10 anni, art. 2952 c.c, per cui mentre per tutte le altre polizze il diritto dell’assicurato si prescrive in 2 anni, per le polizze vita il diritto del beneficiario si prescrive in 10 anni, per contenere il fenomeno per cui le compagnie si incameravano l’indennizzo non reclamato. A tal riguardo, tutt’oggi mettiamo molti milioni di euro in un fondo coperto dalle sanzioni Antitrust, che servono proprio ad indennizzare coloro che non sono riusciti a riscuotere le polizze entro i termini previsti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia record europeo di scatole nere grazie alle “agevolazioni” delle polizze

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 febbraio 2017

incidenti stradali-2In Italia è boom di polizze assicurative dotate di scatola nera. Sono circa 4,5 milioni gli italiani (dati Corriere Economia) che ritengono questo tipo di assicurazione vantaggiosa. Un numero impressionante se si confronta il dato con gli altri paesi europei, dove in media non si superano le 20 mila unità. Ma qual è il segreto di questo successo? Il consumatore è davvero tutelato? La black box è un dispositivo satellitare dotato di un geo-localizzatore e di un accelerometro in grado di registrare tutti i movimenti del veicolo e lo stile di guida del conducente, quindi, almeno sulla carta, consentirebbe, in caso di sinistro, di aiutare a ricostruire le modalità di accadimento del sinistro stesso.Tuttavia secondo A.N.E.I.S. (Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale), l’installazione della scatola nera sul veicolo rappresenta una vera e propria “invasione della privacy” di cui evidentemente gli assicurati non comprendono la portata.”In grave pericolo è la tutela della riservatezza e della privacy personale – spiega il Presidente A.N.E.I.S., Giovanni Polato – in quanto i dati registrati dalla “scatola nera”, possono essere divulgati senza il consenso del proprietario del veicolo.Non solo. La gestione e la “vendita” di tutti questi dati (così come già accade per i social network FACEBOOK o TWITTER o altri) è destinata a diventare una nuova area di business per le imprese di assicurazione, senza alcun vantaggio per gli assicurati.Infine, giova ricordare che in caso di danneggiamento della scatola stessa, l’assicurato deve rimborsarne il costo all’assicurazione, così come a suo carico sono i costi di disinstallazione in caso di vendita del veicolo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assicurazione viaggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2015

viaggiatoriItaliani con la valigia in mano, sempre più pronti a partire ma con la cautela di una polizza che garantisca protezione e tranquillità. Si avvicina il periodo vacanziero per eccellenza e, in base all’acquisto di polizze per il viaggio, Europ Assistance, la Compagnia di Assistenza del Gruppo Generali, segnala verso quali destinazioni vengono acquistate più polizze anche in confronto allo stesso periodo dello scorso anno.A influenzare la speciale classifica è evidentemente il timore – in caso di necessità – di affrontare costi altissimi della sanità privata o malfunzionamenti della sanità pubblica locale. Timore che, grazie alla sottoscrizione di una polizza viaggi, che garantisce assistenza sanitaria h24 e copertura delle spese mediche in caso di infortunio o malattia viene superato.
Infatti, ben il 22% degli Italiani, in leggero aumento rispetto al dato dello scorso anno che si aggirava intorno al 20%, stipula una polizza per un viaggio negli Stati Uniti d’America dove, si sa, a causa di una gestione della Sanità completamente affidata ai privati, anche un piccolo problema di carattere sanitario può generare un considerevole esborso di denaro.Mentre evidentemente la crisi greca genera più di qualche dubbio che la vacanza in terra Ellenica – a cui comunque non si rinuncia nonostante l’attuale crisi finanziaria – possa essere rovinata da disservizi o mancanze. Se confrontato con lo stesso periodo del 2014 sono infatti più che raddoppiate le polizze viaggio stipulate dagli italiani portando la percentuale sul totale dal 3,16 al 7,94% e facendo della Grecia il secondo Paese al mondo per assicurazioni in viaggio stipulate online con Europ Assistance.A perdere il secondo posto in classifica scendendo in terza posizione tra i Paesi verso cui ci si assicura di più è la Thailandia, luogo dai paesaggi mozzafiato ma del quale evidentemente si diffida, soprattutto per la qualità delle sue strutture sanitarie.Dall’analisi fatta sembra dunque che a preoccupare i viaggiatori italiani siano più i potenziali costi o le inefficienze dei vari sistemi sanitari locali che gli altri possibili imprevisti in viaggio.D’altra parte il Barometro Vacanze 2015 Ipsos-Europ Assistance aveva già evidenziato come la maggior preoccupazione, per più di un Italiano su due (53%), sia proprio un problema di salute durante il viaggio per sé o per un familiare.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumenti Rc auto? Come difendersi

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

La giunta della Provincia di Milano ha deliberato l’aumento dell’addizionale sulle assicurazioni Rc Auto dal 12,5 al 16%. La decisione deve essere ratificata dal consiglio e dovrebbe scattare nell’ultimo trimestre dell’anno, con un rincaro calcolabile tra i 12 e i 15 euro l’anno. Poche ore prima stessa decisione, all’unanimità, per la Provincia di Arezzo. Francisco Garcia, AD di Chiarezza.it, il comparatore online che fornisce un efficace strumento di confronto tra polizze assicurative, evidenzia come in periodi economici come quello attuale, i price comparison rivestano un ruolo ancora più importante e di supporto nella scelta della polizza più idonea e conveniente.
“Ancora aumenti, dunque, per l’RC Auto in Italia che rimane sempre il fanalino di coda in Europa per i prezzi dell’assicurazione auto, con premi anche doppi rispetto ad altri Paesi. Se il consiglio della Provincia di Milano dovesse ratificare questa decisione, come è immaginabile, questo comporterebbe ulteriori sacrifici per i consumatori – e da qui l’esigenza di risparmiare, anche su un prodotto obbligatorio come l’RC Auto. Il confronto di assicurazioni online è la soluzione più vantaggiosa per risparmiare sulla polizza auto: Chiarezza.it è il comparatore di polizze online che permette compilando un solo questionario di confrontare preventivi di tante compagnie, e scegliere la polizza più conveniente per le proprie esigenze”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sna e il caro polizze

Posted by fidest press agency su sabato, 8 gennaio 2011

IL Sindacato Nazionale Agenti di assicurazione valuta positivamente le dichiarazioni rilasciate dal Ministro dello Sviluppo Economico riguardanti la volontà del Governo di intervenire fattivamente affinché le tariffe Rcauto, ormai fuori controllo, vengano ribassate drasticamente. D’altro canto, lo Sna sta richiamando da tempo gli organismi preposti al controllo del mercato all’urgenza di adottare i provvedimenti necessari alla tutela degli interessi dei consumatori italiani che hanno subito nel 2010 un aumento del premio medio di poco inferiore al 20%.
Il combinato disposto dei tre fattori costituiti:
•    dall’ostruzionismo posto in atto dalle compagnie alla diffusione del plurimandato, con il conseguente consolidamento del legame tra le reti agenziali e le rispettive mandanti;
•    dalla forte concentrazione della raccolta assicurativa, basti pensare che le prime 5 compagnie incassano il 70% dei premi assicurativi;
•    dalle partecipazioni societarie incrociate e dalla moltiplicazione di incarichi  a manager che siedono negli organismi direttivi di imprese che dovrebbero essere tra loro concorrenti;
•    contribuisce fortemente a generare l’andamento al rialzo delle tariffe.
«In questa condizione di concorrenza imperfetta – ha aggiunto Metti – è illusorio pensare che nuovi players internazionali scelgano di sparigliare le carte penetrando nel nostro mercato, ancorato alle scelte delle poche imprese che attualmente lo controllano».
L’analisi che ha indotto il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ad intervenire con determinatezza – ha concluso Metti – viene quindi accolta con favore dalla rappresentanza della categoria agenziale, anche se prima di esprimere un giudizio complessivo sull’intero impianto dei provvedimenti futuri, sarà necessario conoscere nei dettagli le modalità e gli strumenti che si intendono utilizzare per centrare l’obiettivo

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze mutui

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Con una sentenza basata esclusivamente su formalismi giuridici, il Tar del Lazio ha accolto il ricorso dell’Abi contro l’art. 52 del Regolamento 35 dell’Isvap sulle polizze mutui, annullandolo. L’intento del Regolamento era quello di porre fine all’evidente conflitto di interessi delle banche erogatrici sia del finanziamento sia della polizza assicurativa relativa, trattenendo provvigioni fino all’83% dell’intero importo pagato dal consumatore. Una sentenza quella del Tar del Lazio – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – che mette a rischio il diritto del consumatore di scegliere la polizza più conveniente per il proprio mutuo con significativi risparmi. Banche e finanziarie dimenticano che il Regolamento varato dall’Isvap è stato prodotto nell’ambito degli obblighi di vigilanza sugli intermediari assicurativi, riconosciuti dal Codice delle Assicurazioni. Adiconsum sollecita l’Isvap a mettere in campo nuove iniziative a tutela dei mutuatari che si apprestano a richiedere una polizza assicurativa per il mutuo casa. Adiconsum chiede, inoltre, all’Abi di mantenere gli impegni assunti a suo tempo con l’Isvap.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rincari polizze Rc auto

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 ottobre 2010

i prezzi delle polizze RC auto nel 2010 hanno registrato un aumento medio nazionale del 25%, con punte del 50% al Sud. Il profilo dell’assicurato più colpito è lo stesso ovunque: giovane fino a 28 anni, neopatentato o meno. A rivelare il trend sono le 19mila tariffe pubblicate nel Libretto Rosso delle assicurazioni, realizzato da Quattroruote in collaborazione con Assicurazione.it.
Proprio il noto comparatore online del mercato RC Auto spiega come l’utilizzo di strumenti imparziali, quali appunto i comparatori di prezzi, possa garantire un risparmio anche di 500€ sulla polizza auto. Non è necessariamente vero, infatti, che l’unica soluzione sia una legge che elimini l’obbligo della RC auto, come sostiene Carlo Rienzi, Presidente del CODACONS, e che i consumatori siano degli spettatori passivi di questa situazione. I dati a disposizione di Assicurazione.it mostrano, in realtà, che ogni mese sono oltre 200.000 gli automobilisti italiani che confrontano i preventivi online di diverse compagnie assicurative prima di acquistare la propria polizza. Questo dato è incoraggiante perché significa che sempre più consumatori stanno modificando i propri comportamenti e adottano un approccio diretto al mondo delle assicurazioni e che oggi chiunque può esercitare forme di risparmio sull’RC Auto con pochi semplici click.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze assicurative sui mutui

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

La rivolta delle banche e finanziarie contro le regole date dall’Isvap per il collocamento delle polizze sui mutui nasconde un’indole speculativa che ripropone il volto nascosto di chi eroga questo servizio. Un volto fatto di Cirio, Parmalat, Banca 121, banche islandesi, Lehman, teso esclusivamente a considerare il consumatore come uno “straccio da strizzare fino all’ultima goccia”. Le banche e le finanziarie vorrebbero collocare un prodotto che garantisce esclusivamente loro stesse, ma pretendono di trattenere provvigioni fino all’ 83% dell’intero importo pagato dal consumatore! Non convinte dell’operato dell’Istituto di vigilanza ISVAP, esse pretendono ora che il TAR del Lazio annulli il regolamento per continuare ad introitare quasi un miliardo di euro di sole commissioni. Banche e finanziarie dimenticano che il Regolamento varato dall’ISVAP è stato prodotto nell’ambito degli obblighi di vigilanza sugli intermediari assicurativi, banche comprese, riconosciuti  dal Codice delle Assicurazioni. Esse dimenticano la moral suasion condotta dalla stessa Isvap con ABI che non ha trovato alcuna attenzione da parte delle banche. Dimenticano che nel collocare tali prodotti esiste un evidente conflitto di interessi.  Per ogni violazione che dovesse verificarsi, Adiconsum è pronta a supportare i consumatori per far valere il libero diritto di scelta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tasse e polizze assicurative

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

Parte la raccolta firme a sostegno della petizione promossa dall’Unione Europea Assicuratori per l’armonizzazione a livello europeo dell’imposizione fiscale sulle polizze assicurative. Tutti i cittadini potranno firmare nelle 400 agenzie dell’Associazione, presenti sull’intero territorio nazionale. In Italia la tassazione sulle polizze è tra le più alte d’Europa e questo scoraggia il ricorso alle coperture, in un paese già ampiamente sottoassicurato. Una situazione che non riguarda solo il ramo Rc Auto, ma anche i rami Incendio, Rc Generale e Merci trasportate, penalizzando la competitività del nostro paese e ostacolando la sottoscrizione di polizze sulle calamità naturali.
Nel 2009 infatti, il solo ramo Incendio ed Elementi Naturali ha incassato premi per 2,3 miliardi di euro, pari complessivamente a un gettito fiscale di oltre 500 milioni di euro. L’introduzione di forme di esenzione, deducibilità o un semplice adeguamento ai paesi più evoluti, libererebbe importanti risorse per incentivare le coperture sulla calamità naturali, alle quali il nostro territorio è fortemente esposto. Per questo l’Unione Europea Assicuratori fa appello alle istituzioni perché venga adeguata l’imposizione alle medie europee nei Rami Rc Auto, Rc Generale e Merci Trasportate, introducendo al tempo stesso forme di esenzione per i Rami Incendio ed Elementi Naturali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze vita dormienti

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

Sono di serie A quelli che, investendo sul mercato finanziario, sono rimasti vittime di frodi finanziarie e hanno sofferto un danno ingiusto non altrimenti risarcito, i quali, a norma di legge, hanno diritto ad essere indennizzati da un fondo statale all’uopo costituito. In proposito, nulla da eccepire: specialmente in questi tempi di finanza virtuale, di borse volatili, una maggiore tutela dei risparmiatori non è certo un fatto negativo. Questo fondo viene finanziato con i cosiddetti “conti dormienti”, cioè i conti di fatto abbandonati presso le banche e gli altri intermediari finanziari ed assicurativi, non reclamati dai titolari perché deceduti senza eredi o per altri motivi. E fin qui, ancora nulla da eccepire: si tratta di somme di denaro abbandonate, cose di nessuno che è giusto utilizzare per il bene comune invece che lasciarle nella libera disponibilità delle Banche.
Di là  dell’aspetto giuridico, che suscita notevoli perplessità, v’è da dire che la questione è criticabile sotto il profilo morale e dell’opportunità, proprio perché la normativa che è stata emanata al riguardo non tutela i risparmiatori di serie B, non imponendo, rispetto i conti dormienti, un accertamento del loro effettivo abbandono, del loro essere res nullius, ma, in maniera grossolana ed approssimativa, fa arraffare allo Stato tutto ciò che è arraffabile, scippando letteralmente dei risparmiatori per risarcirne altri. Italia dei valori ritiene che tutto questo non possa avvenire, e se ciò è  frutto di un errore del legislatore, questo errore deve essere corretto, ma se invece è frutto di una precisa intenzione politica, questa intenzione deve essere combattuta. Italia dei valori annuncia pertanto una iniziativa dei propri parlamentari, che a breve presenteranno una interrogazione parlamentare per chiarire se il Governo abbia intenzione di intervenire per sanare queste palesi ingiustizie, e formuleranno una proposta di Legge che elimini questo obbrobrio.
Nel frattempo, Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, e lo Sportello dei diritti presso la sede provinciale di Italia dei valori tuteleranno tutti i risparmiatori truffati da questa iniqua normativa, avviando le opportune iniziative, anche giudiziarie, ed invita, pertanto, tutti i titolari di polizze vita dormienti a rivolgersi allo Sportello per ricevere le opportune informazioni.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Rca: polizze sempre più care

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2010

Occorre ridurre in modo significativo le tariffe. L’Italia resta un Paese anomalo nel settore assicurativo. Anomalo per il costo dell’Rc auto doppio rispetto a Francia, Spagna e Germania. Anomalo rispetto agli aumenti che anche secondo l’Isvap in Italia sono tre volte rispetto all’Europa. Anomalo rispetto ai mancati interventi del Parlamento per contrastare le crescenti illegalità che potrebbero ridurre in modo significativo le tariffe. Anomalo rispetto all’esigenza di garantire in tutto il territorio centri di liquidazione danni e che invece vengono chiusi, soprattutto nelle aree del Mezzogiorno. Molti sono i provvedimenti presi dall’Isvap per riportare trasparenza nel settore. Per i consumatori occorrono tuttavia ulteriori sforzi per rendere le polizze vita più trasparenti e soprattutto per contrastare nel settore Rc auto il crescente fenomeno dei contrassegni falsi che hanno portato ad un forte aumento dell’intervento del Fondo vittime della strada. Adiconsum chiede al Governo di aprire un tavolo per esaminare tutti i possibili interventi che possono incidere nel contenere o ridurre le tariffe Rc auto.
La stessa Ania in un suo documento afferma la possibilità di riduzione del 38% delle attuali tariffe Rc auto a fronte di interventi di contrasto alle frodi, di una normativa sulle microlesioni, sul risarcimento delle lesioni gravi e sul funzionamento del bonus-malus.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rincari RC auto?

Posted by fidest press agency su martedì, 18 Mag 2010

I prezzi delle polizze RC auto continuano a salire e l’Antitrust apre un’indagine conoscitiva per ricostruire il reale andamento di prezzi e costi del settore. Nonostante l’introduzione, da ormai tre anni, del risarcimento diretto, i consumatori sembrano non averne tratto vantaggio.  Secondo Alberto Genovese, CEO di Assicurazione.it, “i comparatori di prezzo sono strumenti utili e imparziali, capaci di aiutare a garantire chiarezza e trasparenza e la Commissione Europea lo ha recentemente confermato affidando proprio ad Assicurazione.it il modulo sulla trasparenza nei confronti dei consumatori allo European Consumer Summit 2010 di Bruxelles. Quello che manca, spesso, è la forza di cambiare comportamenti radicati e prendere in mano una situazione che si percepisce e difficile da gestire autonomamente, da un’indagine che abbiamo recentemente condotto, ad esempio, molti italiani non approfittano delle agevolazioni introdotte dal decreto Bersani: nonostante il 75% sappia di poter ottenere la classe di merito del convivente, per esempio, solo il 7,5% ne approfitta. Insomma, risparmiare sull’assicurazione auto oggi è possibile, specialmente tramite i comparatori online” In momenti di mercato tanto delicati, il supporto di strumenti come Assicurazione.it diventa fondamentale per avere una visibilità a 360° delle offerte proposte dalle diverse compagnie. E i numeri sembrano proprio confermare questa tendenza, basti pensare che sono più di 1,5 milioni gli italiani che confrontano i preventivi online prima di acquistare la propria polizza risparmiando fino a 500 euro per ciascuna polizza.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Polizze dormienti

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Fabrizio Premuti, Adiconsum Lazio «La legge sulle polizze dormienti è iniqua e vessatoria per i risparmiatori italiani. Siamo a un nuovo 6 per mille, ancora una volta una legge dello Stato permette quella che è una vera e propria appropriazione del risparmio degli italiani. Oggi siamo qui a chiedere al Governo di ritornare sui suoi passi e siamo già a disposizione di tutti i consumatori che vogliono tutelarsi da una  legge vergognosa». Come vi sentireste se dopo 2 anni dalla morte di un vostro parente scopriste una polizza assicurativa che non conoscevate e, al momento della riscossione, scopriste che quei soldi sono stati presi dallo Stato? La legge n. 166 del 27/10/2008 art. 3 comma 2, una leggina sconosciuta ai più, assurdamente retroattiva di 5 anni, sta avendo effetti perversi sui risparmi di molti italiani che vedono così svanire, senza un vero motivo se non quello dell’appropriazione di Stato, i risparmi dei cari scomparsi. Adiconsum Lazio è ora a Montecitorio a manifestare contro questa legge iniqua e vessatoria ed è a disposizione dei risparmiatori che vogliono semplicemente vedersi corrispondere quello che è di loro proprietà.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze assicurative: bene il servizio Isvap on-line

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 giugno 2009

“Bene l’iniziativa attuata dall’Isvap che aiuta il consumatore ad orientarsi sulla scelta della polizza Rc auto più adatta e conveniente. Uno strumento in più che garantisce maggior trasparenza e orientamento economico.” E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori. “Acquistare una polizza assicurativa -prosegue Dona- così come selezionare una compagnia, necessità di chiara informazione e massima possibilità di scelta al fine di evitare cattive sorprese soprattutto per quanto riguarda i costi”. “Siamo a favore di una chiarezza informativa sempre più incisiva a favore degli utenti -conclude Dona-  ma auspichiamo soprattutto che la liberalizzazione nel mondo delle assicurazioni non si fermi solo a questo, ma che introduca una reale apertura del mercato e che blocchi così aumenti ingiustificati delle tariffe”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze: salutiamo i prezzi bassi

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 Mag 2009

Modificata la Bersani, reintrodotta la poliennalità delle polizze danni. Mentre prima c’erano vantaggi di flessibilità, grazie all’annualità delle polizze, ora, con l’emendamento al disegno di legge Bersani approvato per il momento al senato, il consumatore dovrà scegliere la propria polizza per 5 anni con la possibilità di svincolarsi solo nel caso di pagamento della penale. Un altro segno di corporativismo, come sottolinea il Presidente di Primoconsumo, l’ Avv. Marco Polizzi: “Per quale motivo il consumatore dovrebbe legarsi per cinque anni alla stessa polizza assicurativa, non prendendo in considerazione eventuali polizze concorrenti? Continuando a restringere la concorrenza si andrà sempre più verso una chiusura netta del mercato”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Comparazione delle tariffe assicurative auto e moto

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 Mag 2009

E’ possibile farlo con l’ausilio di 6sicuro. Dall’anno del suo avvio, estate del 2000, 6sicuro ha permesso agli italiani di risparmiare oltre 52,6 milioni di euro (52.591.890* per l’esattezza) sulle polizze assicurative auto. Un primato, che in tempi di crisi finanziaria e maggiore sensibilità delle famiglie italiane verso il risparmio e il controllo dei budget di spesa, è di massima attualità.  Infatti, su http://www.6sicuro.it, nato per volontà del Gruppo Assiteca, è possibile sia comparare gratuitamente le tariffe assicurative auto e moto di compagnie tradizionali e dirette, con una copertura del 64% del mercato complessivo, sia procedere all’acquisto.  Le visite al sito sono nell’ordine delle 100.000 al mese, circa 1.700 i preventivi calcolati ogni giorno, oltre 370.000 i preventivi registrati dal 2000 ad oggi, per un totale di più di 5 milioni di visitatori unici in questi 9 anni. E da un sondaggio condotto sugli utenti registrati risulta che il servizio è apprezzato: il 97% lo trova utile e il 74% considera molto competitivo il prezzo della polizza individuato. Dai dati statistici elaborati dal sito emerge, inoltre, che tra la tariffa più economica e quella meno conveniente confrontate possono esserci mediamente differenze tra il 60 e il 100%, con punte che possono sfiorare anche il 200%.  6sicuro, società del Gruppo Assiteca, è nata nel luglio 2000 con l’obiettivo di mettere a disposizione degli utenti uno strumento di semplice utilizzo per poter comparare, scegliere e acquistare online la polizza RC auto/moto o RC + Incendio e Furto.  Dopo aver compilato un semplice questionario, 6sicuro seleziona le 5 polizze più economiche fra quelle comparate. L’utente può personalizzare il preventivo aggiungendo garanzie accessorie come l’incendio e furto o i cristalli, salvarlo per modificarlo successivamente oppure concludere l’acquisto direttamente online o presso uno dei 18 uffici Assiteca presenti nelle principali città.  Grazie all’accordo di 6sicuro con la Motorizzazione Civile, è ora possibile recuperare alcuni dati relativi all’automezzo e al proprietario del veicolo semplicemente inserendo la targa e il codice fiscale del possessore del mezzo.
Il Gruppo Assiteca, costituito a Milano nel 1982 per iniziativa di alcuni professionisti del settore, è attualmente una delle principali società di brokeraggio assicurativo in Italia: 340 milioni di Euro di premi intermediati a giugno 2008, 35.20 milioni di Euro di commissioni, 325 dipendenti, 18 sedi in tutta Italia.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizze CNP Unicredit Vita

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

Adiconsum avvia azione inibitoria. La necessità di presentare tale azione deriva dal comportamento di chiusura di Unicredit nel riconoscere la restituzione, a scadenza, del capitale investito dal consumatore, in relazione a polizze definite a capitale garantito. Adiconsum, pertanto, ha deciso di avviare un’azione inibitoria nei confronti di UniCredit,, a tutela degli interessi collettivi di tutti i sottoscrittori di polizza vita Cnp Unicredit Vita. Adiconsum invita, pertanto, tutti i consumatori interessati, ad aderire all’azione. L’adesione è Gratuita! I moduli per l’adesione sono scaricabili dal sito http://www.adiconsum.it <http://www.adiconsum.it&gt;

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »