Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘polo universitario’

L’Università di Torino presenta il nuovo Polo universitario

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2020

Sorgerà nella ex sede del quotidiano La Stampa, tra via Marenco e via Correggio a Torino (immagini in allegato). Si tratta di un progetto di recupero funzionale dell’edificio che ha ospitato dal 1968 al 2012 la redazione e gli uffici dello storico quotidiano torinese.Il Polo nascente ospiterà aule per la didattica per una capienza totale di 3.185 studenti e l’area espositiva e i laboratori dell’ASTUT, l’Archivio Scientifico e Tecnologico dell’Università di Torino, parte integrante del Sistema Museale di Ateneo, che trasferirà qui la sua sede, attualmente situata presso l’ex Manifattura Tabacchi in corso Regio Parco.Il nuovo Polo universitario di UniTo è un ulteriore tassello in un’area già ad alta densità universitaria con i dipartimenti di Chimica, Fisica, Farmacia e Scienze della Terra, quello di Medicina-Città della Salute e, poco più distante, quello di Biotecnologie in via Nizza.In una superficie di 3.255 metri quadrati, al piano terra si troveranno cinque aule con una capienza complessiva di 1.250 posti e un punto ristoro. Al primo piano, in una superficie di 3.175 metri quadrati, saranno ospitate altre 4 aule per una capienza di 1.120 posti. Al secondo piano, in una superficie di 2.787 metri quadrati, ci saranno cinque aule per una capienza di 815 posti, oltre a un’ampia area studio. Nei due piani interrati avrà, invece, sede l’ASTUT con i laboratori di grandi e piccole apparecchiature e un’ampia area espositiva.Il cronoprogramma prevede la consegna dei diversi lotti da ottobre 2020 a luglio 2021. Il piano terra a fine ottobre 2020, il piano primo a fine gennaio 2021, il secondo piano a marzo 2021, l’area ASTUT (interrati) a luglio 2021.
«La nascita di un nuovo Polo universitario a Torino è una buona notizia da tanti punti di vista», dichiara il Rettore di UniTo Stefano Geuna. «Il Campus di via Marenco rafforzerà il radicamento dell’Università nel tessuto urbano complessivo della città. In questo senso, il Polo nascente negli ex spazi de “La Stampa” sarà complementare a quello costituito dal complesso “Aldo Moro” e dal Campus “Luigi Einaudi”. Via Marenco risolverà, principalmente, le complessità dei corsi di laurea scientifici: Medicina, Scienze della Natura, ma anche Scienze Motorie. Per una didattica di qualità occorrono spazi adeguati, nei quali la formazione non sia soltanto occasione per il trasferimento di conoscenze e competenze, ma anche una completa esperienza da vivere. Le sedi che abbiamo in mente per UniTo non sono semplicemente aule, ma spazi di socialità, luoghi di scambio culturale e di relazione, zone per la condivisione e l’immaginazione. Questo nuovo spazio rappresenta un passo avanti concreto verso il progetto di Torino Città Universitaria. Trovare finalmente una collocazione di prestigio alla straordinaria collezione dell’Archivio Scientifico e Tecnologico dell’Università di Torino (ASTUT) significa restituire alla collettività un inestimabile capitale culturale, aprendo le porte di un nuovo Museo che racconti quanto l’Ateneo torinese sia stato importante per la storia della scienza e della tecnologia del nostro Paese».

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nascerà a Parma il “Polo Universitario Penitenziario (PUP)”

Posted by fidest press agency su sabato, 8 dicembre 2018

E’ l’oggetto dell’accordo tra Università e Istituti Penitenziari di Parma. Il PUP è un contesto di studio istituito al fine di agevolare l’accesso dei detenuti ai corsi universitari e rimuovere gli ostacoli che ne possono rallentare il percorso di studi. Quello di Parma sarà il primo Polo Universitario Penitenziario ad accogliere detenuti in regime di alta sicurezza (1 e 3): sarà organizzata una vera e propria “Sezione Universitaria”, che ospiterà detenuti iscritti all’Università di Parma con spazi detentivi idonei allo studio.Sono intervenuti alla presentazione dell’accordo il Rettore Paolo Andrei, il Vice Capo Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria Cons. Riccardo Turrini Vita, il Provveditore dell’Amministrazione penitenziaria per Emilia Romagna e Marche Gloria Manzelli, il Direttore degli Istituti Penitenziari di Parma Carlo Berdini, il Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna Antonietta Fiorillo, la Delegata del Rettore per i rapporti tra Università e carcere Vincenza Pellegrino, la docente di Diritto Costituzionale dell’Ateneo Veronica Valenti e Annalisa Andreetti, Responsabile amministrativa dell’Ateneo per le attività negli Istituti Penitenziari.
Il PUP di Parma si inserisce all’interno della rete dei 27 Poli già esistenti in altri atenei italiani che, seguendo l’esempio dell’Università di Torino, negli anni hanno avviato progetti analoghi per garantire il diritto allo studio universitario a studenti detenuti e oggi sono riuniti in una Conferenza nazionale (la Conferenza Nazionale dei Delegati dei Rettori per i Poli Universitari Penitenziari – CNUPP), istituita presso la CRUI. La specificità del Polo Universitario di Parma è quella di accogliere studenti detenuti in regime di alta sicurezza, presentandosi quindi come una sfida particolare nel panorama nazionale.Oltre agli esami, alle sedute di laurea e agli incontri con i docenti, all’interno dell’Istituto Penitenziario si terranno incontri di orientamento e brevi cicli di lezioni in presenza di studenti detenuti e non, sempre nel pieno rispetto delle condizioni che permettano la sorveglianza. Per accompagnare gli studenti-detenuti nel percorso di studio e assisterli nell’espletamento di tutte le attività connesse alla carriera universitaria, è infine prevista la presenza di tutor, studenti iscritti all’Università alle lauree magistrali o a Corsi di Dottorato.L’Università di Parma ha individuato quale referente docente del polo universitario la prof.ssa Vincenza Pellegrino e quale referente amministrativo del progetto la dott.ssa Annalisa Andreetti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incontro con il ministro Barbara Lezzi

Posted by fidest press agency su sabato, 27 ottobre 2018

Trapani. L’Associazione “V Ateneo – Università del Mediterraneo” di Trapani torna ad occuparsi di Università e lo fa con un importante incontro a Palazzo Chigi, a Roma, con il Ministro per il Sud, Barbara Lezzi. L’associazione ha illustrato al Ministro un progetto per il potenziamento del ruolo del Polo Universitario di Trapani. Presenti all’incontro il presidente dell’associazione Orazio Mistretta, accompagnato da Floriana Carlino, componente dell’Associazione e rappresentante dell’Ordine dei Commercialisti, Antonino Sparla, consigliere dell’Ordine dei Medici di Trapani e Filippo De Vincenzi, dirigente scolastico dell’ Istituto d’istruzione superiore Liceo “Fardella-Ximenes” di Trapani. “L’ incontro è stato reso possibile grazie all’intervento del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vincenzo Santangelo, che ha voluto dare una concreta dimostrazione di attenzione verso un progetto che riguarda il territorio trapanese” – così afferma Orazio Mistretta. Importante, nel corso dell’incontro, la testimonianza di un giovane trapanese, Vito Genna, ricercatore in materia di Genetica a Barcellona, che ha condotto una ricerca sul territorio nazionale sui temi dello spostamento degli studenti da Sud a Nord e sulla fuga dei cervelli.“E’ una direzione di marcia importante, vogliamo mettere in campo strategie per implementare l’offerta formativa del Polo universitario con nuove facoltà e con Master di livello. Questo è un primo passo. L’obiettivo è quello di creare fermento culturale, consentire di restare sul territorio d’origine alle giovani menti brillanti e, anche, attrarre studenti di altre regioni. Parlare di università sul territorio non significa soltanto crescita culturale ma anche sociale, significa sviluppo economico, dei servizi connessi, dell’indotto: significa rilanciare il nostro territorio” – così continua Orazio Mistretta, presidente dell’Associazione “V Ateneo – Università del Mediterraneo”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si vuole creare un polo universitario musicale a Palermo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 ottobre 2016

polo-musicaleIl rinnovo di una conquista, con l’obiettivo di creare un polo universitario musicale a Palermo. Si conferma per il terzo anno consecutivo il rapporto tra il Cfm, Centro di formazione musicale, di via Montepellegrino 151 a Palermo e il Polisa-Umsi, Università della musica e dello spettacolo internazionale.L’obiettivo è formare i giovani aspiranti musicisti dal punto di vista artistico, ma anche organizzativo, per una visione a 360 gradi del mercato dell’entertaiment. Per questo Cfm è accreditata per il percorso accademico dal politecnico “Scientia et ars”, al fine del conseguimento della laurea triennale e biennale in Musica, spettacolo, scienza e tecnologia.
Ma questo non basta ancora. «Il nostro obiettivo – dicono i responsabili del Centro di Formazione musicale – è creare a Palermo il primo polo universitario di formazione universitaria legato al mondo della musica».
L’Umsi ha infatti stipulato nel febbraio 2013 una convenzione con il Polisa (Politecnico Internazionale Scientia et Ars) di Vibo Valentia, avente come attività principale l’Alta formazione Universitaria, attraverso la quale sono stati definiti percorsi formativi congiunti sugli insegnamenti per i quali il Polisa è abilitato a riconoscere crediti formativi e a rilasciare, congiuntamente con il Conservatorio di Vibo Valentia, i Diplomi accademici di primo e secondo livello (Laurea triennale e Laurea specialistica) in “Musica, Spettacolo, Scienza e Tecnologie del suono”: i primi con indirizzo scientifico-tecnologico e artistico musicale, i secondi con indirizzo scientifico-tecnologico e esecutivo-orchestrale.A differenza dei Conservatori, dove si possono studiare solo strumenti classici tradizionali, il percorso Umsi-Polisa permette agli studenti di specializzarsi anche in strumenti moderni (chitarra elettrica, batteria, basso elettrico, tastiere) e, unica laurea in Italia, canto moderno. Inoltre, alle materie artistico-musicali viene affiancato lo studio di discipline scientifico-tecnologiche: legislazione dello spettacolo, economia aziendale, inglese, pre e post produzione in 3D per il cinema e la televisione, olofonia, ingegneria del suono e lighting design. Il laureato Polisa sarà, pertanto, un musicista, tecnico del suono, tecnico video e impresario.Possono iscriversi ai corsi accademici di primo livello tutti gli studenti in possesso di un diploma di scuola superiore; sono ammessi ai corsi di secondo livello coloro che hanno già conseguito una laurea triennale, un diploma di primo livello o un diploma di conservatorio.
Tutto questo il Centro di Formazione musicale lo vorrebbe portare anche a Palermo, dando così possibilità a centinaia di famiglie con figli, che vorrebbero dedicare la vita alla musica come professione, di risparmiare migliaia di euro che andrebbero via in caso di trasferimento per motivi di studi in altre città. Il Cfm è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Per iscriversi ai corsi basta telefonare allo 091 54 10 54 (foto: polo musicale)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Potenziamento del ruolo del Polo Universitario di Caltanissetta

Posted by fidest press agency su domenica, 22 gennaio 2012

La Giovane Italia della Provincia di Caltanissetta, rappresentata in Consiglio Comunale del Capoluogo dal Coordinatore Provinciale e Capogruppo del PDL, Oscar Aiello, torna ad occuparsi dell’Università, chiedendo a gran voce di puntare al potenziamento del ruolo del Polo Universitario di Caltanissetta nei confronti di tutto il territorio provinciale.“Adesso – dichiara Oscar Aiello – è passato circa un anno da quando il Sindaco Campisi ha provveduto a rinnovare i rappresentati del Comune di Caltanissetta in seno al Consorzio Universitario e non si capisce il perché, ad oggi, l’Asp e la Camera di Commercio non abbiano anche loro provveduto, determinando così una condizione di difficile prorogatio degli organismi statuari con la conseguenza, e loro eventuale responsabilità, che il Consorzio sta proseguendo nelle proprie funzioni nell’alveo delle linee programmatiche e progettuali che erano state definite nel contesto del triennio precedente alla dimissioni del Presidente Prof. Carta, avvenute nel Giugno 2009.In questo modo – ribadisce il Consigliere Aiello – , e per responsabilità che si potrebbero probabilmente attribuire ai soci inadempienti, si sta verificando una forma di marginalizzazione della realtà territoriale della Provincia di Caltanissetta rispetto al sistema universitario regionale.Occorre invece – suggerisce il Capogruppo del PDL – potenziale il ruolo del Polo Universitario di Caltanissetta nei confronti del territorio nisseno, ma per far ciò il Sindaco Campisi non può continuare ad essere lasciato solo da parte degli altri soci. Occorre anche il loro interessamento affinchè si possa arrivare alla definitiva adozione del nuovo Statuto del Consorzio in modo tale che si realizzi il pieno coinvolgimento dei Soci, l’ampliamento degli stessi e soprattutto la rimodulazione del piano finanziario di partecipazione al Consorzio, da anni infatti le quote contributive dei Soci maggioritari sono rimaste le stesse e ciò determina un ridimensionamento delle sue attività.Sarebbe infatti opportuno – continua Oscar Aiello – incrementare la quota di partecipazione annuale dei singoli soci per poter avere un Polo Universitario di qualità che sappia rispondere alle aspettative dei numerosi giovani, non solo della Provincia nissena, che hanno deciso di investire culturalmente ed anche economicamente a Caltanissetta e che in futuro potrebbero continuare a farlo.Oltre che su Caltanissetta – continua a suggerire il Capogruppo del PDL – dove un maggior e serio interesse del’ASP sarebbe determinante per istituire sul Capoluogo il Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche, che potenzierebbe insieme a Medicina e Scienze Biologiche il settore della professione sanitaria, bisognerebbe riconoscere il giusto valore all’adesione al Consorzio del Comune di Gela prendendo seriamente in considerazione la possibilità, per il rilancio anche del territorio gelese, della localizzazione del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica presso la città di Gela.Purtroppo – conclude Aiello – il fatto che il discorso Università a Caltanissetta sia diventato un tabù, anche per alcuni politici impegnati solo a parlare di mozione di sfiducia, fa pensare che probabilmente non ci si vuole interessare di questo importante problema per evitare che alla fine sia il Sindaco Michele Campisi ad incassare il risultato del potenziamento del progetto universitario nisseno”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Potenzialità e opportunità per il Terzo Settore

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Colle Val d’Elsa (Siena) 15-19 Dicembre Polo Universitario  ForTeS – Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore, con la partnership dell’Amministrazione Provinciale di Siena, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e del Cesvot – Centro Servizi per il Volontariato della Toscana, propone dal 15 al 19 dicembre 2010 la Winter School, un corso residenziale sul tema “Risorse plurali. Potenzialità e opportunità per il terzo settore”. Il corso, riservato a 45 fra dirigenti e quadri delle organizzazioni di terzo settore, si svolgerà presso il Polo universitario di Colle Val D’Elsa (Siena) e vedrà l’alternarsi di lezioni, discussioni, lavori di gruppo e occasioni di socialità.  I docenti e i facilitatori, che rappresentano alcune fra le più significative realtà italiane ed europee del Terzo Settore e delle Università, discuteranno con i partecipanti tematiche quali l’innovazione, la partecipazione, la comunità territoriale, lasciando ampio spazio all’analisi di case studies esemplari. L’obiettivo della Winter School è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che esplori la pluralità delle risorse potenzialmente disponibili: dalla comunità territoriale all’innovazione organizzativa e gestionale, dalle nuove risorse finanziarie a quelle culturali, dai processi democratici e partecipativi al sistema politico, il percorso interdisciplinare promuove un confronto fra esperienze, pratiche e teorie nella prospettiva di costruire una comunità di pratiche sulle risorse per il terzo settore. Per partecipare, è necessario inviare il proprio curriculum e una scheda motivazionale che spieghi l’interesse verso la Winter School. Non potranno partecipare più di due persone per organizzazione.L’iscrizione è gratuita, l’alloggio e il vitto sono a carico dei partecipanti.Termine per la presentazione della domanda: 5 dicembre 2010. http://www.fondazionefortes.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea della federazione delle Bcc

Posted by fidest press agency su sabato, 12 giugno 2010

Gorizia Sabato 12 giugno Ore 9.30 Polo Universitario, Via Alviano 18 L’Assemblea prevede la partecipazione di presidenti, consiglieri di amministrazione e dirigenti della 15 Bcc del Friuli Venezia Giulia, di alcune Federazioni regionali, oltre agli esponenti di vertice del Credito Cooperativo italiano e di Confcooperative Fvg e rappresenta un momento significativo di bilanci, verifiche e divulgazione delle attività svolte dalle Bcc sul territorio, nel 2009. All’Assemblea, hanno garantito la loro presenza: l’assessore regionale alle finanze, Alessandra Savino; il presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta; il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli; il direttore del Polo Universitario di Gorizia, Piergiorgio Gabassi; il presidente di Confcooperative Fvg, Franco Bosio; Giorgio Fracalossi, presidente di Cassa Centrale Banca; Giulio Magagni, presidente di Iccrea Holding e Alessandro Azzi, presidente nazionale della Federazione delle Bcc.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »