Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Posts Tagged ‘povertà educativa’

Scuola: Save the Children, povertà educativa vera emergenza silenziosa

Posted by fidest press agency su sabato, 13 luglio 2019

“I nuovi dati diffusi oggi dall’Invalsi confermano che nel nostro Paese la povertà educativa è una vera emergenza silenziosa che mina alle radici il futuro di moltissimi bambini e bambine e che quindi non può e non deve più essere ignorata”, ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children – l’Organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro – commentando quanto emerso dal Rapporto sulle prove Invalsi 2019 presentate oggi alla Camera. “I divari territoriali che colpiscono i minori sono intollerabili ed è gravissimo che già dalle scuole primarie si consolidino le diseguaglianze che bloccano sul nascere la possibilità, per i più piccoli, di far fiorire i propri talenti e le proprie capacità. Purtroppo la rete dei servizi socio-educativi, ad oggi, fa ancora troppo poco per colmare queste distanze, anzi le accentua, visto che nelle zone del Paese dove la povertà educativa è più forte mancano i servizi per la prima infanzia, il tempo pieno a scuola ed altre opportunità di crescita indispensabili per il futuro dei bambini e degli adolescenti. È dunque fondamentale che il contrasto alla povertà educativa sia posto in cima alla lista delle priorità del governo se non vogliamo che nel nostro Paese il futuro delle nuove generazioni venga cancellato”, ha concluso Raffaela Milano.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNICEF/povertà educativa

Posted by fidest press agency su domenica, 31 marzo 2019

Proseguono le attività del progetto ‘Lost in education’ rivolto a 4.500 ragazzi e ragazze, 900 famiglie, 600 docenti e 255 attori sociali per il contrasto alla povertà educativa minorile. Il progetto, sostenuto da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che vede l’UNICEF Italia come capofila in collaborazione con Arciragazzi (Nazionale, Sicilia, Liguria, Lazio, Lombardia, Taranto) e con ARCI Liguria, sarà realizzato in 20 scuole secondarie di primo e secondo grado (13 Istituti Comprensivi e 7 Scuole Superiori) di 7 regioni in Italia (Lazio, Lombardia, Sicilia, Puglia, Liguria, Sardegna, Friuli Venezia Giulia) e ha l’obiettivo di rendere questi ragazzi e ragazze, insieme con i loro genitori e insegnanti, consapevoli del cambiamento che possono operare nella società diventando essi stessi “pontieri” tra scuole e altri attori della comunità educante.
La povertà educativa lede il diritto dei bambini e dei ragazzi ad avere una educazione di qualità: la realizzazione delle piene potenzialità dei minorenni è un “bene comune” e ne sono tutti responsabili. Si tratta di lavorare perché la comunità diventi educante, partendo dalle risorse di un luogo, sia in termini di servizi disponibili che di capitale sociale e umano.
In questi giorni a Roma, si svolge il workshop per docenti e operatori “Costruire comunità educanti, insieme!”, introdotto dal Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo e dal Coordinatore delle attività istituzionali dell’Impresa sociale Con i Bambini, Alessandro Martina, alla presenza di Camillo Cantelli, Presidente nazionale Arciragazzi.. In questa occasione viene lanciata una video animazione per spiegare ai ragazzi e alle ragazze l’importanza del loro ruolo per costruire insieme ai loro genitori, insegnanti e attori sociali, comunità più inclusive e eque.Nel corso del progetto, inoltre, saranno attivati 7 tavoli di partecipazione attiva (1 per regione) per valorizzare il capitale educativo emerso nella comunità con la prima azione di mappatura; si procederà ad attivare laboratori misti di studenti, docenti, famiglie e attori della comunità con la finalità di costruire ambienti sicuri in cui i ragazzi possano sviluppare le proprie capacità e avviare percorsi territoriali di co-progettazione verso una comunità che si attesta come educante.
Le scuole inserite nel progetto sono: I.C. M. Novaro Imperia; I.C. Taggia; I. I. S. ” E. Ruffini; D. Aicardi” Taggia; I. C. “Andrea Doria” Vallecrosia; I.C. “Roccagorga- Maenza” Latina; I.I.S. “San Benedetto” Latina; I.C. “Novara di Sicilia” Messina; I.I.S. “Il Tagliamento” Spilimbergo; I.C. “Uruguay” Roma; I.I.S. “N. Pellegrini” Sassari; I.C. “Acanfora Dante” Taranto; I.C. ” C. G. Viola” Taranto; I.T.C. ” G. Garibaldi” Marsala; I.C. ” Sturzo-Sappusi” Marsala; I.C. ” L.Pirandello” Mazara del Vallo; I.C. ” Su Planu” Selargius; I.S. ” Einaudi-Casaregis-Galilei” Genova; I.C. Arenzano; I.C. Busalla – Mignanego.
Il progetto, della durata di 38 mesi, è tra i 17 progetti multiregionali approvati da Con i Bambini – impresa sociale cui è affidata l’operatività del Fondo per il contrasto alla povertà educativa – attraverso il Bando Adolescenza (11-17 anni). La valutazione di impatto del progetto sarà realizzata dall’ Università degli Studi di Sassari – Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali (Laboratorio FOIST per le Politiche Sociali e i Processi Formativi).

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »