Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘precedenza’

Manovra con tassa di soggiorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 Mag 2010

“Se la manovra inserisce per Roma Capitale la tassa di soggiorno per il turismo, mi sembra chiaro che ci troviamo di fronte a una sorta di frenesia arraffa-denaro da parte del governo che contraddice quanto sostenuto in precedenza e che non guarda minimamente agli interessi veri del Paese”. Lo dichiara il senatore Filippo Bubbico, capogruppo PD in Commissione Industria, Commercio e Turismo. “È di due giorni fa, – spiega Bubbico – la dichiarazione del ministro Gelmini di ritardare l’inizio delle scuole per favorire il turismo delle famiglie. Ora, nella principale meta turistica d’Italia, una famiglia tipo di quattro persone, per tre notti nella Capitale in un albergo confortevole verrebbe a spendere fra i 100 e i 120 euro in più. Se passa la tassa di soggiorno a Roma, le scuole potranno essere aperte anche a dicembre, ma gli alberghi romani resteranno vuoti”. “La tassa di soggiorno – conclude il parlamentare PD – sarebbe dunque la dimostrazione che dietro la manovra c’è solo l’idea di far cassa, ad ogni costo, senza nessuna considerazione sull’impatto che le misure introdotte potrebbero avere sul Paese. Il turismo è una risorsa essenziale e Roma, il più grande museo a cielo aperto del mondo, è il cuore turistico dell’Italia. Perché vogliamo affossare il turismo a Roma?”.”Se la manovra inserisce per Roma Capitale la tassa di soggiorno per il turismo, mi sembra chiaro che ci troviamo di fronte a una sorta di frenesia arraffa-denaro da parte del governo che contraddice quanto sostenuto in precedenza e che non guarda minimamente agli interessi veri del Paese”. Lo dichiara il senatore Filippo Bubbico, capogruppo PD in Commissione Industria, Commercio e Turismo.  “È di due giorni fa, – spiega Bubbico – la dichiarazione del ministro Gelmini di ritardare l’inizio delle scuole per favorire il turismo delle famiglie. Ora, nella principale meta turistica d’Italia, una famiglia tipo di quattro persone, per tre notti nella Capitale in un albergo confortevole verrebbe a spendere fra i 100 e i 120 euro in più. Se passa la tassa di soggiorno a Roma, le scuole potranno essere aperte anche a dicembre, ma gli alberghi romani resteranno vuoti”.  “La tassa di soggiorno – conclude il parlamentare PD – sarebbe dunque la dimostrazione che dietro la manovra c’è solo l’idea di far cassa, ad ogni costo, senza nessuna considerazione sull’impatto che le misure introdotte potrebbero avere sul Paese. Il turismo è una risorsa essenziale e Roma, il più grande museo a cielo aperto del mondo, è il cuore turistico dell’Italia. Perché vogliamo affossare il turismo a Roma?”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo presidente Ibm

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Nicola Ciniero, amministratore delegato di IBM Italia dal maggio 2009, ha assunto anche l’incarico di presidente della società, subentrando a Luciano Martucci che lascia l’azienda dopo 40 anni per concentrarsi su attività in ambito associativo e perseguire nuovi interessi di business.  Nicola Ciniero aveva ricoperto il ruolo di general manager sales a partire dal gennaio 2008, coronando un percorso sviluppato soprattutto in ambito Information Technology con esperienze per la stessa IBM e, in precedenza, per Hewlett Packard, Nixdorf Computer, Zenith Data Systems, Digital Equipment e Compaq, quest’ultima guidata in veste di amministratore delegato per tre anni. (Nicola ciniero)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rosario Amico Roxas e la sua interfaccia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2009

Rosario Amico Roxas per chi non lo conosce ha sviluppato un’intensa corrispondenza con i suoi 654 indirizzi della sua rubrica. A costoro, ovviamente, ha anche inviato le sue note sul “Cristianesimo di Ratzinger”. Il riscontro avuto è andato oltre l’ambito dei suoi consueti interlocutori. Lo dimostrano le numerose e-mail che gli sono pervenute e per talune Rosario ritiene meritino una risposta. Il motivo ricorrente è che si riconosce in quelle tre note “un carattere “provocatorio”, ma di una provocazione costruttiva”. Riteniamo un utile contributo informativo riproporre anche ai nostri lettori alcuni passi delle sue precisazioni sul tema che ha trattato in precedenza e di cui abbiamo dato una nostra informativa e stimolato la replica del nostro “Simplicio”: “La distinzione tra fede e adesione ad una religione, è antropologica e culturale, non metafisica; tra fede e religione emerge l’indispensabile relativismo che riconosce a tutti pari dignità. Il cristianesimo è adesione all’insegnamento di Cristo, non certo alla spettacolarizzazione formale che ci è offerta, come quella funzione del battesimo in mondo visione dell’apostata Magdi Allam, o quell’ampolloso funerale offerto alla salma del criminale Pinochet, o in quel mausoleo all’interno della cripta della basilica di Sant’Apollinare a Roma, per il bandito De Pedis, …. e potemmo continuare molto a lungo. Ho avuto contatti con tribù animiste dell’Africa centrale, ricavando e rilevando un’etica che molte religioni dovrebbero imitare; un’etica naturale che esalta il Dio Universale che ha forgiato l’uomo a Sua immagine e somiglianza”. E’ evidente, quindi, per Rosario che questo pontefice nutre il timore “che emerga altrove un’etica che in questo cristianesimo e che la negazione del soggettivismo si trasformi in esaltazione dell’individualismo, ma per pochi,  riproponendo l’antica e blasfema affermazione che la Grazia sarebbe di competenza dei più fortunati e dei più meritevoli di carpire i doni del pianeta, mentre per gli altri, tutti gli altri, rimane il posto degli iloti a riprova del loro essere privi della Grazia”. La prova, per Rosario, l’abbiamo avuta proprio in questi “tristissimi giorni”. E ancora: “Si appresta a decollare l’avanspettacolo del G8” e la messa a nudo di quella politica negatrice del diritto dei più bisognosi. E l’impressione che ne trae Rosario è che al di qua e di là delle due sponde del Tevere vi sia alla base una convergenza d’interessi e che entrambi cercano di darsi un sostegno giocando sulle parole mentre nei fatti il governo, ha drasticamente tagliato i fondi da destinare alla solidarietà planetaria, per investire somme incredibili a sostegno di politiche di convenienza e di dipendenza ai poteri forti e la chiesa si chiude acriticamente a riccio intorno alla figura del suo vicario supportandolo con severi richiami dottrinali sul “dono dell’infallibilità”. A questo punto, osserva Rosario, “ Si comprende bene come  in questo marasma non ci sia più  posto per la Fede se non nel più intimo delle coscienze; proprio quella coscienza che rimane il solo filo di Arianna che potrà condurci fuori da questo labirinto dove, scientemente ci hanno voluto cacciare, per condurci all’obbedienza cieca ed assoluta, ovviamente acritica, verso quei “capi” che impongono le loro scelte al gregge che dovrebbe solo belare, possibilmente a comando”.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »