Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Posts Tagged ‘prelievi’

Una tassa per i prelievi bancomat?

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 giugno 2020

“Invece di pensare ad abbattere la burocrazia e a togliere tutti gli odiosi obblighi che rallentano la nostra economia, i tecnocrati di Conte studiano soluzioni per eliminare il contante dalla circolazione. Quasi come avesse eseguito i consigli di Romano Prodi, la task force di Vittorio Colao propone di tassare i prelievi al bancomat! È ora di mandare a casa l’armata brancaleone pentapiddina e tutti i tecnocrati al loro seguito, all’Italia serve subito un Governo forte che abbia come obiettivo principale quello di restituire al cittadino la libertà di fare impresa e di decidere come, quando e dove spendere i propri soldi senza che lo Stato spione stia lì a controllare e tassare per conto delle banche ogni singola transazione”. È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CUP e Centro prelievi a numero chiuso con l’app.

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2020

Nuove modalità di accesso al Centro prelievi e al Centro unico prenotazioni. Percorsi dedicati, accesso a numero chiuso e un’app per chiusure di molti servizi sono le modalità per consentire una prima ripresa dell’attività ordinaria, in questi ultimi due mesi sospesa per l’emergenza legata alla pandemia da Coronavirus; ripresa che deve avvenire in modo da mantenere le distanze di sicurezza e limitare la presenza contemporanea di più utenti in un luogo chiuso.Di seguito le regole che gli utenti devono rispettare per la sicurezza propria e altrui:
prima di uscire di casa misurare la temperatura corporea e non uscire se superiore a 37,5°
uscire di casa con mascherina come da indicazioni nazionali
l’accesso in ospedale sarà consentito unicamente all’utente, ad eccezione di un genitore per i minori e un accompagnatore per i disabili;
le visite ai degenti restano sospese fino a nuova indicazione;
l’accesso ai servizi a numero chiuso potrà avvenire solo prenotando attraverso l’app SolariQ. già disponibile gratuitamente sulle piattaforme iOS, Android e Windows phone.Le sole eccezioni riguardano:
• spermiogramma, pap test, tamponi cervico-vaginali, Intradermoreazione alla tubercolina sec. Mantoux che vanno prenotati solo al Call center regionale (tel. 800.638638)
• visita/colloquio per test genetici (cariotipo, fibrosi cistica, microdelezione del cromosoma Y, X fragile, mutazione fattore II, mutazione fattore V, mutazione MTHFR, CGH array, test per talassemia ed emoglobinopatie, test per emocromatosi) che vanno prenotati solo telefonicamente al Centro Prelievi (tel. 035.267 4062 il lunedì e il giovedì dalle 10.30 alle 12)
La pre-accettazione è sospesa per tutte le prestazioni, ad eccezione dei prelievi domiciliari che vanno necessariamente pre-accettati da lunedì a venerdì dalle 11 alle 14.30 al Centro prelievi.
Per chi avesse necessità di avere contenitori particolari per raccolta campioni (es. urine delle 24 ore, esami citologici, tamponi…), questi saranno forniti dalle 11 alle 14.30, mostrando semplicemente l’impegnativa. L’utente dovrà poi prendere appuntamento con l’app.I campioni istologici/citologici o colturali, prelevati nei reparti ospedalieri, potranno essere consegnati direttamente senza appuntamento dalle 7 alle 14.30.La chiusura resta anticipata alle 14.30 e l’apertura confermata alle 7.- spermiogramma, pap test, tamponi cervico-vaginali, intradermoreazione
Prenotazioni visite ed esami: chi è in possesso di un’impegnativa con priorità U (urgente), B (breve, entro 10 giorni) e D (differibile, entro 30/60 giorni a seconda della tipologia) può prenotare al CUP centrale dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16;
Tutte le altre prescrizioni senza priorità (P, cioè programmabili) dovranno essere prenotate attraverso il Call Center Regionale al numero 800.638.638, via web attraverso il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico, nelle Farmacie aderenti o con APP Salutile Prenotazioni.
Accettazione ambulatoriale: chi deve eseguire una visita o un esame deve recarsi, seguendo le indicazioni dei punti “triage” allestiti in hospital street dalle 7 alle 19, da lunedì a venerdì al CUP centrale, da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 15.30 ai CUP di torre.
Accettazione ricoveri: il servizio è aperto da lunedì a venerdì dalle 6:30 alle 16:30 al CUP centrale secondo le indicazioni fornite dai reparti di ricovero.
Richiesta cartelle cliniche e documentazione sanitaria e ritiro referti: per accedere al servizio sarà necessario prenotare un appuntamento tramite APP SOLARIQ. Dal menu dell’app si potrà scegliere alla voce ASST Papa Giovanni XXIII la voce cartelle cliniche o ritiro referti e seguire le indicazioni. L’utilizzo dell’app è intuitivo: scegliendo ad esempio la voce cartelle cliniche nella schermata successiva in basso basta cliccare su Prenota servizio per vedersi proporre una data e una fascia oraria.
Richiesta PIN GASS carta regionale servizi: per accedere al servizio sarà necessario prenotare un appuntamento tramite APP SOLARIQ; il servizio è aperto da lunedì a venerdì dalle 11 alle 15.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prelievi irrigui in Veneto e nel resto d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 3 maggio 2020

Si aggrava la situazione nei campi veneti: dopo settimane climaticamente miti, le colture hanno anticipato il ciclo vegetativo, ma le loro necessità irrigue non possono essere adeguatamente soddisfatte a causa di concessioni per prelievi idrici, inadeguate alla condizione di siccità, che si sta registrando quest’anno, pregiudicando i raccolti.“È necessario che la Regione del Veneto riveda sollecitamente la modulazione delle derivazioni irrigue per far fronte alle criticità in atto, conseguenza dei cambiamenti climatici – chiede Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – In questo periodo, infatti, c’è disponibilità d’acqua nei fiumi, grazie allo scioglimento delle nevi in alta quota ed i bacini montani del Veneto sono mediamente all’80% della loro capacità d’invaso. E’ un paradosso: i campi hanno sete ma, a causa di rigidità burocratiche, stiamo perdendo molta acqua dolce che, non potendo essere prelevata, dai fiumi va direttamente a mare.” Il caso più eclatante è quello del canale L.E.B. – Lessinio Euganeo Berico, la principale asta irrigua veneta, che deriva acqua dal fiume Adige e la distribuisce su un territorio di oltre 350.000 ettari tra le province di Verona, Vicenza, Padova e Venezia.“Il Consorzio irriguo L.E.B. – spiega Andrea Crestani, Direttore di ANBI Veneto – sta prelevando, in questi giorni, 21 metri cubi d’acqua al secondo e ad inizio Maggio potrà aumentare la derivazione fino a 25 metri cubi, ma è sempre troppo poco rispetto alle attuali necessità irrigue. In questo inizio di primavera, il bisogno d’acqua nelle campagne è pari a quello di Giugno-Luglio, quando la concessione di derivazione del Consorzio L.E.B. arriva a 34 metri cubi al secondo; stiamo dunque prelevando 13 metri cubi d’acqua in meno, rispetto a quanto previsto in un’analoga situazione, seppur in un periodo diverso dell’anno. L’acqua nell’Adige c’è, ma non possiamo prelevarne a sufficienza.”Secondo i dati dell’Osservatorio ANBI sullo Stato delle Risorse Idriche, è lo scioglimento delle nevi a caratterizzare l’attuale situazione idrica nel Nord Italia; a beneficiarne sono soprattutto i grandi laghi: pur rimanendo sotto la media stagionale sono in ripresa il lago Maggiore (55,1% di riempimento) ed il lago di Como (36,5%), mentre il lago d’Iseo, dopo mesi di sofferenza idrica, è al 66,4% della capacità d’invaso, sopra la media stagionale così come il lago di Garda (82,9% di riempimento).Di riflesso ne beneficia anche il fiume Po che, lasciato il Piemonte e dopo centinaia di chilometri in deficit rispetto allo scorso anno, torna in media al rilevamento di Pontelagoscuro verso il delta. Analogamente sono in ripresa idrica i fiumi piemontesi Dora Baltea, Tanaro e Stura di Lanzo.“E’ una ricchezza però che, in assenza di bacini di stoccaggio, defluirà rapidamente verso il mare; sono risorse, che rischiamo di rimpiangere di fronte a mesi, che si preannunciano idricamente complicati – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – È auspicabile che i gestori idroelettrici dei laghi alpini invasino ora più acqua possibile da rilasciare, però, in caso di bisogno a valle.”Cresce intanto la preoccupazione per la situazione dei fiumi in Emilia Romagna: sotto le medie mensili, ad eccezione di Panaro, nel modenese e Nure, nel piacentino; nelle stesse province, altresì, Secchia e Taro hanno raggiunto il minimo storico.Sono, invece, le piogge ad aver lenito il grave deficit idrico, che si registra in Puglia e Basilicata, dove continuano a mancare rispettivamente 109 e 88 milioni di metri cubi negli invasi; a beneficiare delle precipitazioni sono stati soprattutto i bacini di Occhitto e Pertusillo (il suo livello è ora addirittura superiore all’anno scorso).Resta largamente deficitaria la situazione idrica in Calabria e Sicilia (-62 milioni di metri cubi circa negli invasi dell’isola), mentre si conferma confortante l’accumulo idrico nei bacini della Sardegna, così come nell’Italia Centrale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cura Italia: Unc, no alle commissioni sui prelievi bancomat

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2020

“Chiediamo che siano abolite le commissioni per i prelievi bancomat effettuati presso lo sportello Atm di un’altra banca” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Non è giusto che con le limitazioni agli spostamenti, chi non ha la fortuna di avere una filiale della propria banca nel proprio paese, sia costretto a pagare una commissione. Una misura che è già antiquata e assurda, in un mondo in cui dovremmo incentivare la moneta elettronica, ma che ora diventa una beffa. Chiediamo che questa misura sia inserita nel Cura Italia e che, in ogni caso, l’Abi si faccia promotrice di questa iniziativa” prosegue Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: Azzerare le commissioni sui prelievi

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2020

I Piani Industriali di taluni gruppi bancari hanno previsto la chiusura di numerosi sportelli sia in diversi paesi di provincia, che nelle grandi città. Ciò ha determinato che i consumatori che necessitano di prelevare – afferma Danilo Galvagni vice presidente Nazionale di Adiconsum – essendo impossibilitati dal DPCM 22 marzo 2020 allo spostarsi in comuni limitrofi, sono costretti a prelevare ai bancomat di altre banche, caricandosi delle commissioni pari a € 2/3.Per questo Adiconsum ha lanciato la proposta al sistema bancario di azzerare, almeno in questo periodo di emergenza sanitaria, le commissioni sui prelievi.” Ad oggi, solo INTESA SANPAOLO ha accolto il nostro appello – rilancia Carlo Piarulli Responsabile nazionale credito Adiconsum – ed ha messo in campo le procedure necessarie per azzerare, fino al 31 luglio 2020, le commissioni di prelievo da ATM di altre banche dei loro clienti titolari di carte di debito appartenenti alle filiali chiuse nel mese di marzo in comuni dove non sono presenti altre filiali.Intesa Sanpaolo ha inoltre deciso di prorogare fino al 31 luglio anche gli azzeramenti delle commissioni di prelievo autorizzati, sui clienti delle filiali chiuse lo scorso dicembre, oltre a verificare la possibilità tecnica di recuperare ed eventualmente stornare in automatico gli addebiti effettuati.Pur nella consapevolezza del costo minimale di tale azione, l’auspicio – conclude Galvagni – è che anche il resto del sistema dimostri analoga sensibilità in un momento di criticità come l’attuale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giochi: prelievo record dello Stato

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2016

slot machinesDieci miliardi allo Stato su 18,5 miliardi di incasso netto. Un primato assoluto che fa segnare una crescita – secondo l’elaborazione Agipronews – del 24% rispetto agli 8 miliardi incassati dall’erario nel 2015. Conti alla mano, ci troviamo di fronte a un incremento di due miliardi ‘secchi’. Il prelievo di 10 miliardi destinati all’erario, rispetto ai 18,5 incassati dagli operatori, portano ad una aliquota reale del 54,5%. In sostanza, ogni 10 euro, 5,5 finiscono nella cassaforte statale. La voce che più contribuisce al gettito, pari al 58%, è quella degli apparecchi da intrattenimento (Slot e Videolottery), che versano complessivamente allo Stato 5 miliardi e 850 milioni di euro, dei quali, 4,6 provenienti dalle sole slot machine (+36% rispetto al 2015). Tale incremento è dovuto soprattutto ai provvedimenti del governo Renzi, in particolare al sensibile aumento della tassazione previsto dalla Legge di Stabilità del 2016 e in vigore dal 1° gennaio scorso: dal 13%, il prelievo erariale è passato al 17,5% degli incassi. Discorso analogo, ma in forma più attenuata, per le Videolottery, che versano allo Stato 1250 milioni (+13%) in virtù di un prelievo passato dal 5% al 5,5%. Tra le voci cardine del prelievo statale, spiccano il Gioco del Lotto con 1760 milioni e il Gratta e Vinci (1375), mentre dal Superenalotto arriva quasi mezzo miliardo di euro: 477 milioni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore alla prostata, biopsia mirata con fusion imaging

Posted by fidest press agency su martedì, 31 marzo 2015

Prostata urinary_bladderDa un mix di immagini provenienti da Risonanza Magnetica ed ecografia nasce la “biopsia per fusione”, tecnica che permette di guidare la biopsia del tumore alla prostata riuscendo ad indagare zone sospette. La “biopsia per fusione”, utilizzata con successo in Humanitas dall’équipe di Urologia guidata dal prof. Giorgio Guazzoni, consente di mirare in maniera estremamente precisa le zone evidenziate dalla Risonanza Magnetica, trasferendovi le informazioni acquisite sull’immagine ecografica. Il risultato è una mappa tridimensionale che guida la biopsia, utile a ricostruire nel dettaglio la localizzazione e il volume del tumore.Cosa cambia rispetto al passato? In casi selezionati o dubbi (ad esempio pazienti con precedente biopsia negativa ma con indicatori di rischio di tumore) questa tecnica permette di effettuare un campionamento mirato, evitando biopsie multiple. Rispetto ai dodici prelievi compiuti in media dal chirurgo, la “fusion imaging” consente di ridurre i prelievi e soprattutto di mirare con altissima precisione il punto esatto in cui si trova e cresce il tumore.“La biopsia per fusione – spiega il prof. Giorgio Guazzoni, responsabile dell’Unità Operativa di Urologia di Humanitas e docente di Humanitas University – aumenta la precisione ed evita di dover pungere più volte la stessa zona, poiché permette di mirare al bersaglio indicato dalla Risonanza Magnetica fuso con l’ecografo. L’accoppiamento delle due immagini, frutto della tecnologia, può determinare un aumento delle percentuali di detection rate (meno tumori passano inosservati), e una riduzione del numero dei prelievi (solo quelli davvero necessari vengono effettuati). Si tratta di un’esperienza innovativa, unica in Lombardia, molto importante se consideriamo che il carcinoma prostatico è il tumore più diffuso negli uomini”.
Il prof. Giorgio Guazzoni è uno dei maggiori esperti a livello nazionale e internazionale nell’utilizzo clinico di nuove tecnologie, fra cui il robot Da Vinci, nell’ambito delle malattie dell’apparato urogenitale.In Humanitas da dicembre 2014 dopo 20 anni di attività presso l’ospedale S. Raffaele, il prof. Guazzoni affianca all’attività clinica un’intensa attività di ricerca. I suoi interessi spaziano dai trattamenti mininvasivi laparoscopici e robot-assistiti alla terapia focale, dallo studio di markers biochimici e genetici nella diagnosi al follow-up delle principali patologie tumorali.È membro dell’American Urological Association, dell’European Association of Urology, della Società Italiana di Urologia e della Società Italiana di Endourologia.Sul fronte della ricerca, il prof. Guazzoni ha condotto un importante studio sui surreni che lo ha portato a realizzare, primo in Europa, una surrenectomia, operazione chirurgica che consiste nell’asportazione di uno o entrambi i surreni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Verso un ospedale “Dematerializzato”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

Roma nell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata  l’innovazione procedurale, con l’utilizzo dell’informatica, consente al cittadino sia nel “percorso attivo” che nel “percorso passivo” di evitare di muoversi da casa, di abbattere i tempi morti, di contribuire a ridurre fisicamente le file.  In altri termini, il sistema Internet può essere utilizzato dal cittadino o dal suo medico per consultare i referti degli esami di analisi chimiche, cliniche, microbiologiche.  Oltre 715.549 esami di laboratorio, pertanto, sono già stati letti dai cittadini che si sono recati nel 2008, senza necessità di prenotazione, al “Centro prelievi” dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata (sito in Via di San Giovanni in Laterano, 155) e 2.221.441 esami possono essere letti direttamente dai medici delle Unità operative del Complesso ospedaliero e dai medici di famiglia dei pazienti che sono stati ricoverati sempre nel 2008.  Il sistema, pertanto, andrà a regime dal 1 agosto p.v. dopo un anno di esperienza.  Immaginate quanta carta non viene più consumata, immaginate quanti alberi vengono salvati, immaginate quante tonnellate di rifiuti non vengono più “consumati”, immaginate quanti soldi (per acquisto carta, ecc.) a lungo andare saranno risparmiati…!  Un nuovo Laboratorio di Analisi chimico, cliniche, microbiologiche, inaugurato il 28 luglio 2008, che ha guardato al futuro e che, comunicando all’interno del Complesso ospedaliero (per le richieste e le risposte di esami in tempo reale) mediante il digitale, abbatte anche i tempi d’attesa nella risposta. Da un lato notevoli vantaggi per il paziente – cittadino, dall’altro vantaggi per i reparti e per i medici ospedalieri e di famiglia con la storia chimico-clinica del paziente e dall’altra ancora vantaggi per l’ambiente (carta, trasporto, CO2).  Un Laboratorio che non ha nulla da invidiare ai più informatizzati d’Italia.  Il San Giovanni – Addolorata, l”Ospedale Donna”, premiato con “3 bollini rosa” da O.N.DA. (Osservatorio Nazionale della Donna), consegue un altro positivo risultato di modernizzazione.  “L’ammodernamento voluto non solo sul piano strutturale, con l’umanizzazione dei reparti, dalla Regione Lazio e dal suo Presidente – dichiara Luigi D’Elia, Direttore Generale del Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata – fa un ulteriore passo avanti verso quel futuro che garantisca ai cittadini ed alla società una qualità di vita migliore”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »