Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Posts Tagged ‘premio’

“Annunciati i quattro vincitori italiani del Premio Cittadino europeo 2018”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 giugno 2018

Sono la Fondazione bresciana Assistenza Psicolabili ONLUS, la dott.ssa Paola Scagnelli, il sacerdote don Virginio Colmegna e il prof. Antonio Silvio Calò i quattro vincitori italiani del Premio Cittadino europeo 2018. Per questa undicesima edizione del premio, sono cinquanta gli individui, le associazioni e le organizzazioni dei ventotto Stati membri ad aver ricevuto il riconoscimento a livello dell’intera UE. I vincitori saranno premiati il 9 ottobre 2018 a Bruxelles, mentre la premiazione nazionale dei quattro italiani prescelti avverrà nel mese di settembre.
La giuria, presieduta dalla cancelliera Sylvie Guillaume (S&D, FR) e composta dai vice presidenti del Parlamento europeo Dimitrios Papadimoulis (GUE/NGL, GR), Lívia Járóka (PPE, HU), Pavel Telička (ALDE, CZ) e Zdzisław Krasnodębski (ECR, PL), nonché dagli ex presidenti dell’Europarlamento Hans Gert Pöettering ed Enrique Baron Crespo, dal presidente del Forum civico europeo Jean Marc Roirant e dal presidente del Forum europeo della gioventù Luis Alvarado Martinez. Dal 2008, il Premio del Cittadino del Parlamento europeo è assegnato a singoli o a gruppi, organizzazioni e associazioni che si sono distinti per rafforzare l’integrazione europea e il dialogo tra i popoli, mettendo in pratica i valori della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Ogni candidato deve essere proposto e presentato da almeno un eurodeputato.
I vincitori italiani:
Sostiene e promuove il Centro abilitativo per minori Francesco Faroni, rivolto a ragazzi e bambini autistici. Oggi in questo centro sono seguiti novanta minori a partire dall’età di due anni, a titolo completamente gratuito. Vengono sperimentati moduli di trattamento intensivi secondo gli standard delle più avanzate ricerche scientifiche internazionali.
La dott.ssa Paola Scagnelli è primario di radiologia dell’ospedale di Lodi. Durante i suoi periodi di ferie svolge il suo operato di medico a Tabora (Tanzania) presso una casa famiglia gestita dalle suore della Provvidenza per l’infanzia abbandonata. La casa famiglia si occupa di bambini albini che altrimenti, vivendo al di fuori della struttura, rischierebbero di essere venduti o uccisi per il biancore della loro pelle.
Don Virginio Colmegna. Ex direttore della Caritas Lombardia, è attivo sin dagli anni Ottanta come fondatore di comunità di accoglienza nel campo della sofferenza psichica e dei minori. Si è anche contraddistinto per un forte impegno a favore del reinserimento lavorativo dei detenuti, in particolare con progetti nel carcere milanese di Opera.Nel 2006 è stato nominato dal sindaco di Milano membro dell’Advisory Board del comitato strategico per affiancare l’amministrazione nell’affrontare i problemi della città. Il 4 dicembre 2014, l’Università degli Studi di Milano, durante la cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico, gli ha conferito una laurea honoris causa in Comunicazione pubblica e d’impresa.
Il prof. Antonio Silvio Calò, insegnante di storia e filosofia al liceo Canova di Treviso, da giugno del 2015 ospita nella sua abitazione sei immigrati africani. In seguito ai tragici eventi di Lampedusa del 2015 in cui centinaia di migranti persero la vita nel disperato tentativo di raggiungere la costa italiana, il prof. Calò, insieme alla sua famiglia, da semplice cittadino, si rese disponibile con la Prefettura ad accogliere presso la sua abitazione alcuni dei sopravvissuti del naufragio.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LXII Premio Basilio Cascella 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 24 aprile 2018

Ortona (CH) Abruzzo Lab – Via Giudea 114 dal 25 aprile al 27 maggio 2018 Orari: dal lunedì al sabato ore 17-20; domenica ore 11-13 e 17-20. A cura di: Associazione Culturale Atlantide. Tema del LXII Premio Basilio Cascella 2017: la Ribellione. Torna il Premio Basilio Cascella, dal 1955 uno dei Premi d’Arte tra i più prestigiosi d’Italia. In esposizione opere fotografiche e pittoriche di più di 30 talenti delle arti visive, finalisti della LXII edizione 2018 e sarà ospitata nella sede dell’Associazione Abruzzo Lab, comunità regionale di confronto sui temi della cultura, dell’innovazione, dello sviluppo sostenibile, dell’uguaglianza e del merito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Germania, prestigioso premio ai rapper antisemiti

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2018

In Germania è scoppiata la polemica dopo l’assegnazione del prestigioso premio musicale Echo Awards a due rapper, la cui canzone fa un esplicito riferimento ad Auschwitz e alla Shoah.
“Il mio corpo scolpito meglio di un detenuto di Auschwitz” e “faccio di nuovo l’Olocausto, arrivo con le molotov” sono le frasi incriminate all’interno del testo di “0815”, il brano cantato da Kollegah e Farid Bang, che sabato scorso a Berlino è stato premiato come miglior album dell’anno e come canzone di “maggior successo” nella categoria hiphop e urban music.
Durante la cerimonia di assegnazione del premio, la decisione della giuria ha provocato proteste e fischi nel pubblico, indignato per la vincita del riconoscimento musicale per una canzone oltraggiosa, visualizzata sul web ben 30 milioni di volte.Proteste a cui ha fatto seguito la decisione di due famosi musicisti tedeschi, Klaus Voormann e il quartetto di musica barocca degli Notos, che hanno restituito alla giuria gli Echo Awards ricevuti in passato.Sulla canzone dei due rapper, uno tedesco e l’altro di origine marocchina, è intervenuto il vicepresidente del Comitato di Auschwitz, Christoph Heubner, che ha affermato:“È stata una manifestazione spettrale, uno dopo deve staccare come da un incubo. Dopo l’eclatante fallimento del consiglio etico dell’organizzazione, che ha di fatto reso possibile l’arrivo dei premi l’Echo è moralmente morto stecchito. E resta da chiedersi cosa sia consentito in Germania”.Come mai gli organizzatori hanno permesso che due rapper protagonisti di brani antisemiti abbiano potuto partecipare agli Echo Awards?Come è stato possibile che una canzone che calpesta la memoria di Auschwitz e della Shoah possa vincere un prestigioso premio? Come può un paese come la Germania, capostipite del nazismo colpevole della morte di milioni di persone, permettere tutto questo? (fonte: Progetto Dreyfus)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CREA vince premio della Royal Entomological Society

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2018

A vincere è stato lo studio A European monitoring protocol for the stag beetle, a saproxylic flagship species, pubblicato nel 2016 sulla rivista Insect Conservation and Diversity (https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/icad.12194) che vede tra gli autori i ricercatori CREA Alessandro Campanaro, Marco Bardiani, Ilaria Toni, Agnese Zauli, Stefano Chiari.
Protagonista della pubblicazione è il cervo volante, specie-bandiera fra gli insetti saproxilici, (cioè legati dal punto di vista biologico alla presenza di alberi vetusti e legno morto), perfetta sentinella verde in grado di indicare boschi con un elevato grado di naturalità, tanto da rientrare nelle specie di insetti protette ai sensi della Direttiva Habitat , il cuore della politica comunitaria in materia di tutela della biodiversità, che prevede ogni 6 anni un rapporto sullo stato di conservazione di habitat e specie protette in Europa.Per la prima volta, grazie ad una collaborazione con ricercatori di 8 paesi europei e ad una sperimentazione effettuata per 3 mesi su 29 siti di monitoraggio, viene proposto un metodo di monitoraggio condiviso su scala sovranazionale, in grado di fornire risultati confrontabili sulla stato di salute delle popolazioni di questo coleottero.L’articolo è frutto del lavoro di ricercatori impegnati da diversi anni nello sviluppo di protocolli di monitoraggio per le specie di insetti protette ai sensi della Direttiva Habitat, in collaborazione con il Centro Nazionale Biodiversità Forestale “Bosco Fontana” Carabinieri. “Si tratta di un importante risultato per la conoscenza approfondita di questa specie, ma soprattutto per la conservazione della natura – afferma Salvatore Parlato, presidente CREA – con importanti ricadute pratiche, visto che tale protocollo permetterà inoltre di adempiere al meglio le misure previste dalla Direttiva Habitat”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Invito al matrimonio si aggiudica il Premio del Pubblico al Middle East Now

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

Un altro grande successo di critica e di pubblico per Wajib – Invito al matrimonio. Già vincitore al Festival Internazionale del Cinema di Dubai come Miglior Film e Miglior Attore, ieri il film si è aggiudicato il Premio del Pubblico al Middle East Now Festival di Firenze, di cui è stato anche il film di apertura. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, in Palestina, il film – diretto dalla pluripremiata regista palestinese di When I saw you, Annemarie Jacir, e interpretato da due straordinari attori, Mohammed e Saleh Bakri, padre e figlio sullo schermo e nella vita – evidenzia le criticità e le difficoltà del vivere in una terra martoriata, in cui pragmatismo e idealismo non sempre riescono a convivere. Il titolo Wajib, che tradotto in italiano significa “dovere”, fa riferimento alla tradizione palestinese secondo la quale il padre e i fratelli della sposa hanno il dovere sociale di consegnare personalmente gli inviti di matrimonio. Un gesto solenne e culturalmente importante che dà vita a un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione.Il film, che ha ottenuto anche il Premio ISPEC (Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017, sarà distribuito da Satine Film a partire dal 24 aprile 2018.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vinto a Caltanissetta Il premio più alto al mondo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

E’ un 6 da 130.195.242,12 milioni di euro. E’ la quinta vincita più alta mai realizzata in vent’anni di storia del SuperEnalotto. SuperEnalotto ha assegnato ieri sera il premio più alto al mondo La vincita record, la quinta più alta mai assegnata in 20 anni di storia, con un 6 da 130,2 milioni di euro, è stata registrata a Caltanissetta presso il punto vendita TOTOCALCIO SUPERENALOTTO EDICOLA TOTIP TRIS UNO situato in via Vitaliano Brancati 15. La vincita è stata realizzata con una schedina 2 pannelli. La sestina vincente è stata: 12,23,39,54,72,73 – Jolly 53 – SuperStar 75
Il sei mancava dall’1 agosto 2017 quando è stato Caorle (VE) ad aggiudicarsi il Jackpot del SuperEnalotto da 77,7 milioni di euro. Con quella di ieri sera sono 119 le vincite con punti 6 realizzate in vent’anni di storia dalla nascita del SuperEnalotto.Il Jackpot più alto mai assegnato, conseguito il 30 ottobre 2010 per un valore di ben € 177.729.043,16 fu vinto grazie a un sistema di 70 quote – del valore di oltre 2,5 milioni di euro ciascuna – assegnate in 33 comuni d’Italia. Di queste 70 quote, 25 furono giocate a Sperlonga in provincia di Latina.Il secondo Jackpot del valore di € 163.538.706,00 – nonché la vincita SuperEnalotto più alta mai assegnata ad un’unica persona – è stata realizzato a Vibo Valentia il 27 ottobre 2016.Sul terzo gradino del podio si colloca la vincita di Bagnone – un comune italiano di poco più di 1.800 abitanti della provincia di Massa-Carrara – del 22 agosto 2009. Un fortunato vincitore si aggiudicò il Jackpot del valore di € 147.807.299,08.Al quarto posto, il 9 febbraio 2010, furono centrate due vincite con punti 6. Emilia Romagna e Toscana si divisero il Jackpot da € 139.022.314,64.

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quinta edizione del Premio CONI Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2018

Roma Martedì 10 aprile alle 10.30 si terrà la quinta edizione del Premio CONI Lazio, tradizionale vetrina delle realtà e delle eccellenze sportive, espressione del nostro territorio. L’evento vedrà sfilare i protagonisti del 2017, secondo il giudizio della Commissione giudicante, scelti tra atleti, tecnici, dirigenti e società sportive.Nella Sala Tevere della Presidenza della Regione Lazio, partner dell’iniziativa, alla presenza dei massimi esponenti delle istituzioni e dello sport regionale, verranno consegnati i premi a coloro che si sono particolarmente distinti nel corso della passata stagione.Tuffarsi nell’impegno di una nuova edizione del Premio CONI Lazio è sempre una scoperta – scrive il Presidente del Coni Lazio Riccardo Viola in una nota – e le sorprese che il panorama sportivo del nostro territorio ci regala ogni volta, con le sue eccellenze in così tante discipline diverse, sono motivo di soddisfazione e di orgoglio.
Offrire a tutte queste realtà il palcoscenico istituzionale della Regione è una scelta condivisa con il Presidente Zingaretti e una tradizione che accompagna il Premio fin dalla prima edizione del 2013. Si tratta del risultato di uno stretto rapporto di collaborazione che si rinnova e che nel corso del 2017 ha preso la forma di un protocollo d’intesa con al centro la promozione dello sport a vari livelli: dal sociale, alla scuola, allo sport per tutti, seguendo un unico fil rouge, per un totale di oltre 40 appuntamenti disseminati in tutte le province.
Sono quattordici i riconoscimenti decisi da una Commissione di giornalisti di settore e destinati al mondo sportivo del Lazio. Come in passato, a decretarne l’assegnazione sono i risultati ottenuti, ma non di meno la valenza sociale del messaggio, l’attività di promozione sul territorio, il fair play sportivo, la passione e l’impegno. Alle categorie tradizionali, in questa edizione si aggiungono il Premo del Ricordo per onorare la memoria di Giorgio d’Arpino; il Premio Speciale del Comitato Lazio che quest’anno va al Gruppo Cinofilo Salvamento della Federazione Nuoto; il Premio Speciale Sport & Simpatia assegnato al poliedrico Max Giusti e il Premio Sport e Coraggio dedicato alla vicenda sportiva e umana di Giovanni Bertini.Una delle caratteristiche del Premio CONI Lazio, oltre a puntare i fari su quelle realtà che generalmente non godono della ribalta mediatica, è rappresentata dalla sua attenzione soprattutto verso i giovani.
Una specificità mantenuta anche in questa V edizione, che vede tra i premiati due campioni del mondo come la schermitrice Camilla Mancini e il velista quattordicenne Marco Gradoni insieme a Brando Caruso, punta di diamante dello sci nautico azzurro e al canottiere Gabriele D’Alfonsi, erede della tradizione remiera pontina, a soli 17 anni bronzo iridato junior nel quattro di coppia. Il Premio incontrerà Massimo Barrovecchio, uno dei più stimati arbitri del pugilato a livello internazionale e Kimberly Boccia, prima donna giudice internazionale di taekwondo. Carlo Varalda, il medico e ricercatore della federazione pesi che ha preparato le olimpiadi vittoriose di Arianna Fontana e dello short track azzurro e Vincenzo Santopadre, allevatore di talenti tennistici e alla guida tecnica dell’Aniene, vincitrice del campionato a squadre 2017. Farà incursioni nel triathlon e nel rugby grazie a due dirigenti che molto si sono spesi nella Capitale a favore delle loro discipline come Marco Comotto e Alberto Emett. Si sintonizzerà su due società sportive che tengono alta la bandiera della pallavolo e del tennis tavolo come la Scarabeo GCF Roma e l’ASD GS CRAL Comune di Roma. Darà voce al coraggio di un lottatore come Giovanni Bertini, difensore giallorosso all’epoca di Liedholm, al quale due anni fa è stata diagnosticata la SLA e ricorderà Giorgio d’Arpino, uomo di sport a 360° che ha legato il suo nome a quello della Polisportiva Lazio, dal calcio degli esordi alla pallavolo, guidata fino alla fine. Il riconoscimento speciale del Comitato vivrà della simpatia e della tenerezza dei cani che formano l’Unità di Salvamento della F.I.N., mentre quello dedicato a “Cosimo Impronta”, tradizionalmente dedicato al mondo CONI, quest’anno verrà assegnato a Giuseppe Coccari e Carlo Tranquilli, due dirigenti di grande esperienza in rappresentanza di Federazioni mai premiate prima, ma fondamentali con il loro lavoro, come i cronometristi e i medici sportivi. Il tutto nella migliore tradizione di una cerimonia che vuole rappresentare, una volta di più, tutte le discipline sportive.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assegnato il primo Premio Barocco Inedito

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

La Fondazione 1563 ha assegnato il primo Premio Barocco Inedito al palermitano Enrico Gullo, dottorando di ricerca in storia delle Arti e dello Spettacolo presso l’Università di Pisa. Il concorso, riservato agli umanisti under 35, è nato nel 2017 per valorizzare la migliore ricerca originale e inedita in lingua italiana dedicata alla cronologia che va dal primo Seicento alla seconda metà del Settecento. Lo studio vincitore è intitolato “Agostino Scilla. Frammenti di un discorso pittorico” e tratta del pittore e filosofo naturale messinese (1629-1700), cercando di mostrare come la sua identità possa considerarsi strategia di autopromozione efficace nei contesti in cui l’artista operava: Roma e Messina.
Il volume sarà pubblicato nella collana dei Quaderni delle Borse e dei Premi della Fondazione 1563 da Olschki editore.La seconda edizione del Bando Barocco Inedito sarà pubblicata a maggio 2018.La Fondazione 1563 gestisce e valorizza l’Archivio Storico della Compagnia di San Paolo e sostiene un articolato programma di ricerca sul Barocco, anche attraverso un bando annuale per borse di alti studi rivolto giovani ricercatori umanisti. La pubblicazione digitale dell’imponente materiale storico rappresenta una delle attività più recenti e di ampio richiamo internazionale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Herta Müller vince il Premio Autore Straniero

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2018

Torino Domenica 13 maggio, ore 17, Sala Azzurra La scrittrice tedesca, nata in Romania, Herta Müller, premio Nobel per la Letteratura 2009, sarà al Salone Internazionale del Libro di Torino e dialogherà con Andrea Bajani per un incontro aperto al pubblico (ore 17), in Sala Azzurra, in occasione del conferimento del Premio Letterario Internazionale Mondello, sezione Autore Straniero.Il riconoscimento, giunto alla sua quarantaquattresima edizione, è promosso dalla Fondazione Sicilia insieme con il Salone Internazionale del Libro – Torino e la Fondazione Andrea Biondo e con la collaborazione del Goethe-Institut Turin e della Frankfurter Buchmesse, per la sezione Autore Straniero di quest’anno.In qualità di giudice monocratico, Andrea Bajani è stato chiamato per identificare l’autore straniero riferimento fondamentale non solo per la sua personale carriera di scrittore ma anche per il contributo al mondo letterario internazionale. Una scelta in libertà e autonomia, che il Premio Mondello ha affidato allo scrittore italiano che così motiva il premio: “Scrivere vuol dire prima di tutto voler bene a una lingua, affidarle tutto, fidarsi a tal punto dell’alfabeto da consegnargli ciò che di più caro si ha al mondo. Quella di Herta Müller sta senza dubbio tra le esperienze stilistiche più imprescindibili del Novecento. Divisa tra la lingua romena e la lingua tedesca, tra la tenerezza e la fiducia dell’infanzia e la spietata durezza, al contrario, della dittatura, la letteratura di Herta Müller ha raccontato come pochi altri hanno fatto le contraddizioni del Ventesimo Secolo. Come tutti i grandi scrittori, però, travalica gli steccati del tempo: le anime indurite che Müller ha raccontato sono le stesse che ogni giorno, nel Duemila inoltrato, ci pongono domande a cui non sappiamo rispondere. La sua lingua scolpita continua a raccontarle, con impietosa, struggente poesia”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio “Contro il Terrorismo”

Posted by fidest press agency su domenica, 28 gennaio 2018

Portrait of Antonio TajaniIl Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, riceverà lunedì a Siviglia il premio “Contro il Terrorismo” alla memoria di Alberto Jiménez-Becerril, consigliere comunale della capitale andalusa, assassinato brutalmente 20 anni fa dal gruppo dei separatisti baschi dell’ETA. La Fondazione contro il Terrorismo “Alberto Jiménez-Becerril” ha votato all’unanimità Antonio Tajani, su proposta della sua Presidente, l’eurodeputata spagnola Teresa Jiménez-Becerril (PPE), sorella della vittima. Come si legge nella nota diffusa, la scelta è avvenuta “in considerazione della sensibilità e impegno dimostrati per la difesa del diritto dei nostri cittadini a vivere in uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia, per la condanna di tutti gli atti terroristici e per la solidarietà mostrata alle vittime e a tutti coloro che subiscono violazioni dei diritti umani”.
La cerimonia di premiazione – giunta alla sua quarta edizione – si terrà lunedì, alle ore 13.00, nella Sala “Colombo” del Comune di Siviglia. Sarà preceduta da una serie di iniziative che marcheranno il 20esimo anniversario del duplice assassinio dell’esponente del Partito Popolare, Alberto Jimenez -Becerril, e sua moglie Ascensión García Ortiz, avvenuto il 30 gennaio 1998. Un fatto di cronaca che sconvolse, non solo la città di Siviglia, ma la Spagna intera.“Sono onorato dalla decisione della Fondazione contro il Terrorismo di Siviglia”, ha commentato Tajani. “I nostri cittadini ci chiedono, prima di tutto, di garantire la loro sicurezza. Il Parlamento europeo è in prima linea nella lotta al terrorismo” – ha aggiunto Tajani – “Dallo scorso settembre, abbiamo creato una commissione speciale, incaricata di identificare le misure necessarie per rendere più efficacie la cooperazione tra forze di polizia, magistratura e autorità anti-terrorismo. Inoltre, nell’ottobre scorso, abbiamo approvato la creazione di una Procura europea anti-frode che, mi auguro, possa in futuro, estendere i propri compiti e poteri anche nelle attività anti-terrorismo”.
Il Premio contro il Terrorismo “Alberto Jiménez-Becerril” viene conferito dall’omonima Fondazione alle persone o istituzioni che si sono distinte per il loro impegno nella lotta al terrorismo e nella difesa delle vittime, cosi come nella tutela dei valori di libertà, giustizia, dignità e convivenza pacifica.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio per la Poesia d’Autore in musica dedicato a Giovanni Pascoli

Posted by fidest press agency su domenica, 28 gennaio 2018

CASA PASCOLI COLORI_784_15414Il Premio intende valorizzare la nuova e significativa scena di cantautori e cantautrici presenti in Italia e a tenere viva la memoria di Giovanni Pascoli tra i giovani autori di testi e musiche della nuova canzone italiana.L’iniziativa nasce da una idea del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, coordinato da Giordano Sangiorgi, in collaborazione con il Comune di San Mauro Pascoli, grazie all’impegno della Sindaca Luciana Garbuglia, e con Sammauroindustria presieduta da Miro Gori. La forza espressiva del poeta romagnolo è testimoniata da personaggi come Paolo Conte, che anni fa ha dichiarato: “Ho amato Hemingway, Simenon, ma soprattutto Pascoli. Quando facevo il militare a Cosenza e poi a Pisa, i commilitoni copiavano le lettere d’amore alle fidanzate da un libretto che a sua volta copiava spudoratamente le rime e i ritmi di Pascoli”. L’attrice Mariangela Gualtieri, da parte sua, ha ricordato l’incontro con Pascoli per un suo spettacolo con queste parole: “ho ripreso le poesie più note, quelle che tutti abbiamo cantilenato a scuola, quelle che portiamo in noi come micce inesplose, e tento, col mio dar voce, di liberare l’esplosivo ad alto potenziale di questi versi. Queste poesie sono musica e più di altre, nella resa orale, diventano davvero la meraviglia che sono: meglio si apprezza il musicista geniale che ha cantato ogni centimetro di questa terra, ogni più piccola e insignificante presenza, aprendoci gli occhi, aprendoci il cuore. Ridestandoci.”
Le parole di questi due grandi artisti internazionali sono un perfetto viatico per l’avvio della prima edizione del ‘Premio Pascoli per la musica’ che invita tutti i cantautori e cantautrici dai 18 ai 40 anni provenienti da tutta Italia a partecipare inviando un proprio brano inedito entro il 30 aprile 2018. L’iscrizione è gratuita. La finale si terrà in una data tra fine luglio e inizio agosto e coinvolgerà i finalisti selezionati da una apposita commissione chiedendo loro di presentare un brano inedito live dedicato a una poesia di Giovanni Pascoli o a una tematica di ispirazione prettamente pascoliana. Nella stessa serata sarà assegnato ad un artista di rilievo un Premio alla Carriera dedicato a Pascoli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio 2017 “Asilo Mariuccia”

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 novembre 2017

porta nuova milanoMilano Lunedì 4 dicembre, in occasione del 115° anniversario di nascita della Fondazione Asilo Mariuccia di Milano, si terrà alle ore 17.30 presso la sala degli affreschi della Società Umanitaria di Milano (via San Barnaba, 48) una cerimonia durante la quale verrà conferito il Premio 2017 “Asilo Mariuccia” (“Il Sorriso”, una statuetta di bronzo realizzata dalla scultrice Stefania Scarnati) al Prefetto di Milano, Luciana Lamorgese, per il suo significativo impegno per la collettività e nella gestione dell’accoglienza.Nell’occasione, la Fondazione Asilo Mariuccia ratificherà anche il proprio gemellaggio con la Fondazione Don Gnocchi, in occasione del 115° anniversario della nascita del beato don Carlo Gnocchi e dello storico Ente milanese. Le due fondazioni collaboreranno inoltre per creare sinergie e progetti concreti di aiuto alle categorie più deboli e bisognose. Saranno presenti il presidente della Fondazione Asilo Mariuccia, gen. Camillo de Milato, e il presidente della Fondazione Don Gnocchi, don Vincenzo Barbante, oltre a Gustavo Adolfo Cioppa, Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia; Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali e Servizi per la salute del Comune di Milano; Cristina Tajani, assessore alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano. La serata sarà presentata da Giusy Laganà.«Nel suo 115° anno di vita – dichiara il Presidente dell’Asilo Mariuccia, Camillo De Milato -, l’Asilo Mariuccia consolida la sua opera di ente socio assistenziale con vocazione alla formazione: accogliamo per dare speranza e un futuro concreto alle nostre assistite, che trovano risposta immediata al bisogno di una casa e subito dopo iniziamo a costruire un percorso di assistenza psicologica e sanitaria, e di accompagnamento al lavoro, partendo proprio dalla loro formazione. Io, il Consiglio di Amministrazione e tutto il personale dell’Asilo Mariuccia, crediamo infatti che non vi sia dignità senza lavoro e che aiutare concretamente le mamme a ritrovare questa dignità, contribuisca a restituire loro fiducia nel futuro. E in questo siamo confortati anche dall’ultimo successo: lo scorso anno abbiamo inaugurato una nuova casa accoglienza che si è già consolidata come realtà di eccellenza». «Questo 115° anniversario, di particolare importanza nella storia di due enti radicati nel cuore dei milanesi e non solo – afferma don Vincenzo Barbante, presidente della Fondazione Don Gnocchi –, non può essere che di buon auspicio al gemellaggio che andremo a sancire. La mission delle due Fondazioni ha molti tratti e valori comuni, magari diversi i modi per realizzarla, ma con un unico scopo: salvaguardare la dignità, la salute, la vita delle persone che soffrono, le più fragili, attraverso l’assistenza, la cura, la riabilitazione, utilizzando anche le soluzioni più innovative che la ricerca scientifica, molto sviluppata nei nostri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di Milano e Firenze, ci offre. Da quasi 70 anni, infatti, la Fondazione Don Gnocchi risponde ai bisogni delle persone in difficoltà che a noi si rivolgono (circa 10mila al giorno nei 28 Centri e altrettanti ambulatori oggi attivi nel Paese), coniugando ricerca scientifica e innovazione tecnologica con i valori di solidarietà e prossimità, fedele all’insegnamento e al lascito del nostro beato fondatore don Gnocchi».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via il premio “Rating di legalità nella Pubblica amministrazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

rating di legalitàRoma martedì 21 novembre, alle ore 11,30, presso la sala stampa della Camera dei deputati in via della Missione 4 parte il premio nazionale “Rating di legalità nella Pubblica amministrazione”. La prima edizione dell’iniziativa, organizzata dall’associazione Italian Digital Revolution (www.aidr.it) in collaborazione con i propri partner, verrà illustrata nel dettaglio in una conferenza stampa.
Il riconoscimento, realizzato dagli studenti del liceo artistico “Silvio Lopiano” di Cetraro (Cosenza), ha l’obiettivo di stimolare le pubbliche amministrazioni a migliorare i propri processi attraverso l’utilizzo delle tecnologie per favorire la trasparenza, combattere la corruzione e coinvolgere sempre più i cittadini, e verrà assegnato annualmente alle prime quindici PA centrali e locali che, attraverso il controllo di un software dedicato e realizzato da un partner dell’Aidr, risponderanno ai requisiti richiesti dal regolamento del premio. Tale motore di ricerca infatti interrogherà i siti web delle pubbliche amministrazioni e incrociando i dati con quelli resi disponibili dall’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) assegnerà a ciascuna di esse un tasso percentuale di copertura informativa, ovvero quante delle informazioni previste dalle normative in termini di trasparenza le PA rendono pubbliche e accessibili ai cittadini.
All’incontro con la stampa, moderato dalla giornalista e conduttrice del Tg2 Rai Maria Antonietta Spadorcia, interverranno Cosimo Ferri, magistrato e sottosegretario alla Giustizia; Mauro Nicastri, presidente di Italian Digital Revolution; Massimo La Camera, ceo di Tecnoter; Gianluca Maria Esposito, direttore della Scuola in anticorruzione e appalti nella pubblica amministrazione dell’Università di Salerno; Francesco Verbaro, esperto PA e presidente di Formatemp; Laura Strano, responsabile Osservatorio anticorruzione e trasparenza dell’Aidr; Isabella Mori, componente della direzione nazionale di Cittadinanzattiva per le politiche nazionali su trasparenza e corruzione; Vincenzo Mongillo, professore di diritto penale presso l’Università di Roma Unitelma Sapienza; Carlo De Masi, presidente di Adiconsum e Roberto Morello, dirigente medico ospedaliero. (foto: rating di legalità)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trentesima edizione del Premio Charlot

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 novembre 2017

CharlotCharlot1Ginevra. Inizia con un importante riconoscimento, sicuramente il più importante ricevuto in questi tre decenni, in cui la manifestazione ideata e curata da Claudio Tortora, si è dedicata alla ricerca di giovani talenti della comicità e a premiare le eccellenze italiane del mondo del teatro, del cinema, della televisione ecc… Infatti sabato 4 novembre il patron Claudio Tortora è volato fino a Ginevra dove ad attenderlo c’era Eugene Chaplin, figlio del grande Charlie. Con lui, Tortora, si è recato prima sulla tomba del “Vagabondo” per un momento di preghiera e poi nell’ex residenza di Charlie Chaplin ora divenuta Museo, (inaugurato la scorsa primavera in occasione del quarantennale della sua dipartita) per donare la statuetta di Charlot2ceramica del Premio Charlot, quella che ogni estate viene consegnata come Premio ai vincitori delle categorie cinema, teatro, libri, televisione, ecc…. “E’ stato un momento di grande soddisfazione. – ha commentato Claudio Tortora – L’accoglienza ricevuta dalla famiglia Chaplin è stata straordinaria. Un riconoscimento, questo che abbiamo avuto, che premia più di tutto un cammino di trent’anni. Una grande organizzazione quella del Museo. Un vero esempio di come si tutela e si promuove un’immagine internazionale, come quella di Chaplin. Esorbitante il numero di visitatori da tutto il mondo. In questo l’Italia ha tantissimo da imparare perché di storie da raccontare, di personaggi, ma ancor più di beni architettonici, musei, monumenti e quant’altro, noi ne abbiamo tantissimi. Se chi è addetto alla promozione di tutto questo, decidesse di andare a vedere come si fa, Vevey vicino a Ginevra, non è poi tanto distante. Trent’anni di Premio Charlot sono ora nel museo di Charlie Chaplin, ma ancor più in quella che era la sua casa ora diventata museo, il castello di Manoir de Ban sur Corsier come si fa a non emozionarsi?” (foto: Charlot)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Vittorio Parisi Premio Internazionale per l’Ecologia Umana

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 ottobre 2017

Duomo_e_Battistero_di_ParmaParma Sabato 21 ottobre Vittorio Parisi, già Professore Ordinario di Zoologia all’Università di Parma, riceverà al Teatro degli Arrischianti di Sarteano il Premio Internazionale per l’Ecologia Umana, nel corso della manifestazione “Le Terre e il Cielo dell’Abbazia di Spineto”.
Vittorio Parisi, oggi in pensione, vanta una carriera di primo livello nella ricerca ecologica ed evoluzionistica; un’attività che ha sempre portato avanti con rara competenza e con spirito da autentico conservazionista. I suoi studi sulla biodiversità e sulla plasticità fenotipica delle faune edafiche, e i suoi lavori sull’evoluzione morfologica e comportamentale di animali vertebrati e invertebrati sono documentati da una ricca produzione scientifica. In questo quadro spicca la messa a punto dell’Indice di Qualità Biologica dei Suoli (QBS) (una procedura di facile impiego oggi adottata in alcuni paesi europei, in Nord-America, in Cina e in India), utile a determinare lo stato di integrità dei terreni di una notevole varietà di ambienti naturali e antropizzati.
Il grande studioso ha coltivato anche la dimensione sociale e formativa del suo ruolo accademico: nei consessi di specialisti come nelle aule universitarie non ha mai fatto mistero di una particolare sensibilità nei confronti della natura, riscontrabile nel suo impegno a profondere negli studenti e nei giovani ricercatori una cultura attenta al miglioramento del rapporto tra uomo e altri animali e, più in generale, tra uomo e ambiente. Vittorio Parisi rappresenta una figura di primo piano non solo per la comunità scientifica ma anche per la cittadinanza di Parma, che ha avuto l’opportunità di apprezzare gli alti livelli del dibattito scientifico e culturale a cui negli anni Ottanta seppe riportare il Museo di Storia Naturale dell’Università di Parma.Il Premio Internazionale per l’Ecologia Umana rende dunque onore alla carriera di un vero uomo di scienza e al tempo stesso costituisce motivo di orgoglio per l’intero Ateneo di Parma, che in Parisi ha avuto uno dei più raffinati studiosi di scienze della vita del panorama accademico nazionale.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vincitori del Premio del cittadino europeo 2017

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 ottobre 2017

europaBruxelles. Cittadini e organizzazioni di tutta Europa si sono riuniti al Parlamento europeo per la cerimonia di consegna del premio che celebra l’impegno e i valori europei.Il Premio del cittadino europeo è assegnato ogni anno a progetti e iniziative che contribuiscono alla cooperazione europea e alla promozione di valori comuni. Dopo aver ricevuto le medaglie d’onore nel corso delle cerimonie nazionali nei rispettivi paesi, l’11 ottobre 2017 i vincitori si sono riuniti a Bruxelles per l’evento centrale di premiazione.Secondo la presidente della giuria del Premio, Sylvie Guillaume, vicepresidente del Parlamento e eurodeputata francese del gruppo dell’Alleanza progressista dei Socialisti e Democratici, “il Parlamento europeo è qui per puntare il riflettore sul successo di questi progetti. I nostri cittadini hanno una voce, e il Premio del cittadino europeo è la prova che la stiamo ascoltando”.
I vincitori di quest’anno includono 49 cittadini e organizzazioni di 26 paesi dell’Unione Europea. Tra questi anche Don Gino Rigoldi, la Fondazione Opera Immacolata Concezione, i Pescatori siciliani di Mazara del Vallo e #Vorreiprendereiltreno ONLUS.Chi sono i vincitori del Premio cittadino europeo 2017 per l’Italia:
Don Gino Rigoldi è cappellano dell’Istituto Penale per Minorenni “Cesare Beccaria” di Milano dal 1972. Ha realizzato progetti educativi e di reinserimento sociale sia in carcere che nelle periferie, dedicando tutta la sua opera a giovani in difficoltà.
Fondazione OIC ONLUS da oltre 60 anni accoglie persone anziane e fragili in 13 residenze tra Veneto e Lombardia, assistendo 2.300 ospiti con 1.700 dipendenti di oltre 30 nazionalità diverse.
I pescatori di Mazara del Vallo hanno salvato negli ultimi anni migliaia di migranti, dando l’allarme alla Marina Militare, dando assistenza ai naufraghi con i loro pescherecci, fornendo abiti e pasti.
#Vorreiprendereiltreno nasce nel 2014 come campagna di sensibilizzazione per la difesa dei diritti dei disabili, promossa dallo studente e giornalista Iacopo Melio. Il suo obbiettivo è trattare con leggerezza tematiche legate alla disabilità, promuovendo una cultura volta all’inclusione e all’accessibilità.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I finalisti del premio Sacharov per la libertà di pensiero 2017

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 ottobre 2017

parlamento europeoEcco chi sono i finalisti dell’edizione 2017 del premio Sacharov per la libertà di pensiero. Il vincitore sarà annunciato il 26 ottobre dalla Conferenza dei Presidenti formata dal Presidente del Parlamento europeo e dai leader dei gruppi politici, selezionerà il vincitore tra i tre finalisti. Il premio, che consiste in un attestato e in un premio in denaro di 50 000 euro, sarà consegnato durante una cerimonia di premiazione al Parlamento europeo a Strasburgo il prossimo 13 dicembre.
Aura Lolita Chavez Ixcaquic, un’attivista per i diritti umani in Guatemala. Fa parte del Consiglio delle popolazioni Ki’che (CPK), un’organizzazione che si batte per la salvaguardia delle risorse naturali e dei diritti umani contro l’espansione delle industrie minerarie, del legno, idroelettriche e agricole nel territorio. Lei e la sua associazione sono state oggetto di minacce.
L’opposizione democratica in Venezuela: l’Assemblea nazionale (Julio Borges) e tutti i prigionieri politici nella lista del Foro Penal Venezolano, rappresentati da Leopoldo López, Antonio Ledezma, Daniel Ceballos, Yon Goicoechea, Lorent Saleh, Alfredo Ramos e Andrea González. La situazione in Venezuela è andata seriamente peggiorando sia per la democrazia che per i diritti umani e l’economia, in un clima di crescente instabilità politica e sociale. I prigionieri politici e l’opposizione democratica venezuelani erano già stati inseriti nella rosa dei finalisti nel 2015.
Dawit Isaak, giornalista, drammaturgo e scrittore svedese-eritreo: nel 2001 è stato arrestato dalle autorità eritree durante una repressione politica e si trova in carcere da allora. Non è mai più stato visto dal 2005. Dawit Isaak era già stato finalista del premio Sacharov nel 2009.
Anche Asia Bibi, Selahattin Demirtas e Figen Yuksekdag e Pierre Claver Mbonimpa erano tra i candidati al premio di quest’anno. Maggiori informazioni su tutti i candidati qui.
Il premio Sacharov per la libertà di pensiero, intitolato allo scienziato sovietico e dissidente politico Andrej Sacharov, viene assegnato ogni anno dal Parlamento Europeo. Il premio è stato istituito nel 1988 per onorare persone e associazioni che si sono distinte nella difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali. L’anno scorso il premio è stato assegnato a Nadia Murad e Lamiya Aji Bashar.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ l’Angola il paese vincitore del Campionato del mondo del cous cous

Posted by fidest press agency su domenica, 24 settembre 2017

Angola chefTunisia premio giuria popolareLa gara tra 10 paesi svolta nell’ambito del Cous Cous Fest, il festival internazionale dell’integrazione culturale organizzato dall’agenzia di comunicazione Feedback di Palermo in partnership con il Comune di San Vito Lo Capo la cui 20\esima edizione si chiude oggi. La ricetta degli chef Helt Araújo e Ricardo Braga ha convinto la giuria tecnica, tra quelle degli altri 9 paesi in gara: Costa D’Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Senegal, Stati Uniti e Tunisia. La giuria tecnica, presieduta da Joe Bastianich, giudice di Masterchef Italia, ha visto impegnati negli assaggi 12 esperti tra giornalisti, chef e food blogger. Alla delegazione angolana è andato il premio offerto da Unicredit e consegnato dal vice sindaco di San Vito Lo Capo, Maria Cusenza e da Salvo Malandrino, regional manager Sicilia di Unicredit.Secondo la giuria tecnica la ricetta angolana, un cous pesce con muamba di denden e gamberi rossi di Mazara, filetto di triglia grigliata, spolverata con gamberetti secchi e bruchi tostati, “è un piatto che fonde, in equilibrio perfetto, elementi della cucina nativa fra i quali i vermi secchi e la spina di triglia, con elementi della cucina giapponese amalgamandoli al meglio e dimostrando elevate capacità tecniche”.All’Angola è andato anche il premio per la migliore presentazione del piatto, “elegante anche alla vista, composto e in pieno equilibrio di volumi. Ben pensato e realizzato con alta professionalità”. Ai due chef, quindi, anche il premio offerto da Conad e consegnato da Giovanni Cardinale, socio amministratore di Conad Sicilia. Gli chef sono stati accompagnati sul palco da Emanuela Vita, rappresentante dell’Ambasciata dell’Angola.Una storia di passione e di riscatto quella dei due chef, che si sono formati e hanno iniziato a lavorare in Portogallo e in Spagna e adesso sono tornati in Angola dove stanno per lanciare il ristorante Xé-Nu nella capitale Luanda. Araújo ha lavorato a Barcellona con con lo chef catalano Ferran Adrià, nel ristorante El Bulli, uno dei pochi ristoranti con 3 stelle Michelin e considerato uno dei migliori ristoranti del mondo ed è membro dell’Agenzia internazionale della gastronomia; Braga invece, nato a Lisbona da genitori angolani, è cresciuto in uno dei quartieri più poveri della città, dove ha formato il suo carattere e l’energia che adesso porta anche in cucina.
Chef angolaniLa giuria popolare, composta dai visitatori della manifestazione, ha premiato la Tunisia, rappresentata dagli chef Bilel Ouechtati, chef di cucina al ristorante “Le Baroque” a Tunisi e Bouadra Tayed, che hanno proposto un piatto dal titolo “Mosaico di Cartagine” a base di gamberetti, cernia, melanzana e barbabietole. La loro ricetta è stata premiata con il riconoscimento offerto da Bia CousCous e consegnato da Luciano Pollini, amministratore delegato di Bia e dall’assessore regionale all’agricoltura Antonello Cracolici. “Il Cous Cous Fest si è consolidato come uno degli eventi internazionali di maggiore importanza per promuovere le eccellenze del made in Sicily, punto di riferimento dell’agroalimentare di qualità nel mercato globale – ha detto l’assessore. Anche quest’anno San Vito Lo Capo è tornata ad essere la capitale mondiale dell’integrazione e della contaminazione tra le culture”.
Al Senegal, rappresentato dalla chef Mareme Cisse, chef al ristorante Ginger People&Food, nel centro storico di Agrigento e membro della cooperativa sociale Al Kharub, nata per promuovere l’inserimento lavorativo di persone con disagio sociale e per favorire l’integrazione sociale e culturale di cittadini extracomunitari, è andato invece il premio per l’originalità della ricetta offerto da Electrolux Roberto Braga chef angolano con piattoProfessional e consegnato da Rita Montanari, responsabile commerciale Electrolux Sud Italia.
Sul palco anche lo chef ragusano Joseph Micieli, del ristorante Scjabica di Punta Secca, che ha vinto il campionato di chef under 30 “Metti una gara a cena”, patrocinato da Electrolux Professional per la valorizzazione dei giovani talenti della cucina italiana.A calare il sipario sulla manifestazione lo spettacolo di danze del mondo e il cabaret, stasera, di Paolo Migone, il toscano di Zelig che usa come filtro la sua comicità corrosiva.
Il cous cous, piatto povero nato tra le dune dei deserti del Maghreb, è stato ancora una volta il pretesto per parlare di pace e solidarietà tra popoli all’insegna del motto “make cous cous not war”. “Ad estate ormai conclusa – ha detto Matteo Rizzo, sindaco della cittadina – San Vito ha continuato la sua stagione turistica registrando migliaia di presenze che rivelano l’efficacia di un progetto che colleziona da diversi anni risultati importanti”. Il Cous Cous Fest ha attirato nella cittadina trapanese oltre 250 mila visitatori con un programma di dieci giorni che ha visto oltre 40 cooking show con i maggiori protagonisti della cucina italiana, da Giorgione a Sonia Peronaci, da Pino Cuttaia a Chiara Maci, da Filippo La Mantia e Sergio Barzetti e grandi artisti della musica italiana internazionale: Jarabe De Palo, Levante, Niccolò Fabi, Mario Venuti, Samuel, Fabrizio Moro, Gabbani, Joe Bastianich Project. “Anche quest’anno – spiegano dall’agenzia Feedback di Palermo, organizzatrice e producer dell’evento – il festival ha segnato un nuovo record. Siamo orgogliosi di questo bilancio e della grande visibilità avuta dalla rassegna grazie alla presenza delle maggiori testate nazionali ed internazionali come The Guardian, Panorama, Rai 1 con La vita in diretta e Linea verde va in città e Studio Aperto”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via le iscrizioni all’edizione 2018 del premio dell’UE per le donne innovatrici

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

european-unionLa Commissione europea apre la quinta edizione del Premio dell’Unione europea per le donne innovatrici, che sarà conferito a imprenditrici che sono riuscite ad immettere sul mercato le loro innovazioni straordinarie. Il primo premio è di 100 000 euro, il secondo e il terzo ammontano rispettivamente a 50 000 e 30 000 euro, mentre una giovane imprenditrice a inizio carriera si aggiudicherà il Rising Innovator Award, un premio speciale del valore di 20 000 euro. Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l’innovazione, ha dichiarato: “Il Premio dell’Unione europea per le donne innovatrici dà riconoscimento pubblico a imprenditrici d’eccellenza e ispira altre donne a seguire le loro orme. Dall’inizio del concorso abbiamo visto risultati eccezionali. Ad esempio, le vincitrici dell’edizione 2017 hanno creato un laboratorio per l’innovazione riunendo scienziati e artisti o hanno inventato il primissimo tablet digitale per non-vedenti. Sono impaziente di scoprire molte nuove idee e numerosi nuovi talenti nella prossima edizione del premio.” Il concorso è aperto alle donne dell’Unione europea e dei paesi associati al programma Horizon 2020 che hanno fondato o co-fondato le proprie imprese e che hanno beneficiato di fondi pubblici o privati per la ricerca e l’innovazione. Le domande vanno presentate entro il 15 novembre 2017 e i nomi delle vincitrici saranno annunciati l’8 marzo 2018, in occasione della Giornata internazionale della donna.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio LUI Che Woo

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 agosto 2017

LUI-Che-WooHONG KONG/PRNewswire il Premio per la civiltà mondiale LUI Che Woo (“il Premio LUI Che Woo” o “il Premio”) ha annunciato i vincitori del 2017 e le aree specifiche di intervento di ciascuna categoria di premio per il 2018. I vincitori del premio LUI Che Woo 2017 sono: Premio Categoria 1: sviluppo sostenibile nel mondo (Premio Sostenibilità) Area specifica di intervento: Prevenzione del cambiamento climatico
Xie Zhenhua viene insignito del Premio Sostenibilità per il suo ruolo fondamentale nella difesa dei negoziati internazionali, culminato nella positiva conclusione dell’Accordo di Parigi nel 2015, nonché per i suoi sforzi nella conduzione e prevenzione del cambiamento climatico in Cina, diventati un modello per altre economie in via di sviluppo. Xie ha fornito notevoli contributi nella prevenzione del cambiamento climatico.
Premio categoria 2: Miglioramento del benessere dell’umanità (Premio per il Miglioramento del Welfare)
Area specifica di intervento: Lotta alla povertà
Landesa riceve il Premio per il Miglioramento del Welfare per la promozione dell’idea “la terra al contadino” e il successo nella protezione dei diritti fondiari di più di 120 milioni di famiglie tra le più povere al mondo in oltre 50 Paesi negli ultimi 50 anni. Landesa ha dato un contributo eccezionale nella lotta alla povertà, abbracciando il concetto dell'”aiutare le persone ad aiutare se stesse”.
Premio categoria 3: Promozione di un atteggiamento di vita positivo e miglioramento dell’energia positiva (Premio Energia Positiva) Area specifica di intervento: Promozione dell’armonia tra gruppi diversi
LUI-Che-Woo PrizeIl Comitato Paralimpico Internazionale (“IPC”) riceve il Premio Energia Positiva per il suo eccezionale lavoro nell’incoraggiare in maniera proattiva i paratleti alla celebrazione e alla partecipazione competitiva nelle discipline sportive, donando speranza alle persone con disabilità e cambiando i pregiudizi di lunga data della società nei loro confronti. L’IPC ha promosso in maniera significativa l’armonia tra gruppi diversi e ha infuso energia positiva in tutto il mondo.Il dott. Lui Che Woo, fondatore e presidente del Consiglio dei governatori premiati dal Premio LUI Che Woo Prize, ha dichiarato: “A nome del Consiglio dei governatori e di tutta la giuria del Premio, desideriamo offrire le nostre più vive congratulazioni ai tre vincitori, che sono i migliori nei loro rispettivi campi. Vogliamo ringraziare i tre vincitori per i loro contributi al mondo e speriamo sinceramente che continueranno il loro lavoro e che serviranno da modelli di riferimento influenti per la civiltà mondiale, giovando a più persone in futuro”.
Il premio LUI Che Woo è un premio internazionale, intersettoriale, innovativo al passo con i tempi. Per affrontare sfide e bisogni globali in continua evoluzione, il premio stabilirà ogni anno un’area specifica di intervento in ciascuna categoria.
La candidatura avviene solo su invito. Il premio LUI Che Woo manderà inviti a più di 1.000 designatori, tra cui rettori di università, istituzioni accademiche e organizzazioni professionali. Le candidature saranno considerate indipendentemente da razza, religione e nazionalità (nel caso di privati) o sede (nel caso di enti).Per maggiori informazioni sul premio LUI Che Woo consultare il sito ufficiale http://www.luiprize.org.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »