Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘presagio’

Sempre più italiani in fila alla Caritas

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2011

Mantova. L’associazione mantovana, Marta tana, che gestisce il punto Caritas locale, lancia l’allarme poiché nell’ultimo anno le persone che chiedono aiuto, soprattutto stranieri, sono in aumento, tra loro tanti italiani che sempre più spesso si rivolgono all’associazione, ai quali negli ultimi dodici mesi sono stati distribuiti qualcosa come 2.250 pasti. Le parole di Paolo Refolo, responsabile per la provincia di Mantova dell’Italia dei Diritti, fanno trasparire un presagio lugubre quanto reale “Tutto questo è un segnale eloquente di come la crisi stia andando avanti. Non è finita. C’è, e gli effetti si vedranno più avanti”. All’associazione, ogni giorno, si ritirano cibo e indumenti, c’è un punto d’ascolto per chi, con un pacato alone di vergogna, si rivolge proprio lì, dove mai avrebbe mai pensato di appellarsi per poter riuscire a sfamare i propri figli. “La situazione è grave – avverte l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro –  e precipiterà ancor di più quando i molti che ancora godono della cassa integrazione, straordinaria o in deroga, cesseranno di percepire qualsiasi tipo di entrata, rimanendo senza un soldo”.  Refolo manifesta quindi la sua preoccupazione al domani “Le richieste aumenteranno, soprattutto per quella fascia di persone dai 45 ai 50 anni che a fatica riescono ad ottenere un reinserimento nel mercato del lavoro, ma anche da parte di chi non è professionalmente specializzato in un preciso settore”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Caravaggio trafugato

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2010

Roma 25 febbraio ore 18 presso il restaurato oratorio cinquecentesco dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi (con accesso dalla chiesa in Piazza Colonna o del cortile in Via di Pietra 70),  -Il Caravaggio trafugato- Continua il dibattito presentando due libri. Interverranno gli autori. -Caro Vincenzo-, romanzo di Antonio Amato, che ricostruisce la storia del furto; -Caravaggio in Sicilia, il percorso smarrito-, di Alvise Spadaro, che ricostruisce l’iter della copia della Natività, eseguita dal pittore Paolo Geraci (1621-1631) che fu rubata al tempo per diatribe tra palermitani e catanesi, quasi fosse un triste presagio. In occasione dei 400 anni della morte di Caravaggio, la Venerabile -Arciconfraternita dei Bergamaschi in Roma- ha voluto ricordare il grande artista conterraneo esponendo per Natale nella propria chiesa dei Santi Alessandro e Bartolomeo in Piazza Colonna a Roma, detta appunto -dei Bergamaschi-, la riproduzione dell’opera -La Natività-, rubata 40 anni fa a Palermo e mai più ritrovata. L’iniziativa e’ promossa a Roma da Luce Monachesi curatrice e direttrice della -Galleria del Cortile e Archivio Sante Monachesi-, in collaborazione con la -Associazione Amici dei Musei Siciliani-. La -Galleria del Cortile- (Via del Babuino, 51) presenta inoltre -Pezzi di Caravaggio-, un’istallazione sulla Natività trafugata (dal 12 febbraio all’11 marzo, dal lunedi’ al venerdi’, dalle 15 alle 19.30) e dal 12 marzo -Rosso Italiano: Omaggio a Michelangelo Merisi detto il Caravaggio-, (a cura di Mirtilla Rolandi Ricci e Galleria del Cortile). Nel mese di marzo ai Musei Capitolini promuoverà un convegno sul tema: -Caravaggio: la luce dell’ombra-. Caravaggio morirà a Porto Ercole il 18 luglio 1610. L’opera fu trafugata nella notte tra il 17 e il 18 ottobre del 1969. Da allora se ne sono perse le tracce. Il giallo resta fitto sia per ricostruzioni giornalistiche, sia per allusioni fatte, anche se in contraddizione le une dalle altre, da alcuni pentiti di mafia. La Natività e’ tra le prime dieci opere d’arte rubate nella classifica mondiale stilata dalla FBI. La cornice vuota, a quarant’anni di distanza, resta ancora avvolta dal mistero. L’esposizione di una copia del Caravaggio trafugato, in questo quarto centenario della morte dell’artista, può servire a non cancellare la memoria di una grande opera. (Caravaggio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dina Cangi “Riflessi Notturni”

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2009

Arezzo 5 dicembre 2009, alle ore 18.00, presso il Centro per l’arte contemporanea RiElaborando (via Oberdan 30) si inaugura la mostra della pittrice Dina Cangi, “Riflessi notturni”, a cura di Daniela Meli.  L’esposizione, ad ingresso libero, resterà aperta fino al 30 dicembre 2009, secondo i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.45; il sabato dalle 16.30 alle 19.45; la prima domenica del mese dalle 15.30 alle 19.45; chiuso lunedì e giorni festivi.  Dina Cangi, artista aretina che ha oramai maturato una significativa carriera espositiva in Italia e all’estero (Germania, Austria, Belgio, Usa, Lettonia), presenta nella sua città il ciclo intitolato “Notturni”, di recente esecuzione, unitamente ad una considerevole serie di opere, esemplificative del suo percorso di ricerca espressiva.  Iridescenze cromatiche e bagliori di luce che irrompono da contesti indefiniti, accordati su tonalità scure – notturne – appunto,  costituiscono i caratteri dominanti delle singolari soluzioni creative elaborate. Mentre nell’ambito del precedente filone, “Incanto lunare”, con spiccata inventiva la Cangi aveva adottato gradazioni chiare, per evocare immagini rivelate da sprazzi di luce, in quest’ultima produzione la sperimentazione procede coniando immagini fortemente contrastate e misteriose che emergono da immaginari abissi, dalle sonorità cromatiche profonde. Prendendo ispirazione da echi di visioni e da sensazioni interiori, la Cangi   continua pertanto a declinare ed a trasfondere la sua irrefrenabile urgenza espressiva sempre affidandosi ad una pratica pittorica di tipo informale, utilizzando materie diverse (carta, colla, foglia d’oro, foglia d’argento ed altro ancora). E con raffinata maestria tecnica, compone ricercando l’equilibrio di ogni elemento dell’insieme, seguendo con fermezza un innato senso di armonia. (presagio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »