Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘presenza’

Challenge Network riparte a luglio con la formazione in presenza

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2020

Challenge Network riprende la sua attività a 360 gradi ed è felice di annunciare ufficialmente la ripresa della formazione in presenza già dal mese di luglio.Riprendono infatti con grande entusiasmo, ottimismo e fiducia tutte le attività non solo virtualmente, ma anche in presenza iniziando così a costruire ed agire per superare la crisi globale che ci ha coinvolti in questo periodo difficile.In questi mesi abbiamo scoperto di avere grandi doti di flessibilità, spirito di adattamento, resilienza e creatività che ci ha permesso di costruire un’offerta innovativa e pertinente in grado di adattarsi alle nuove esigenze aziendali e allo stesso tempo di sfruttare le nuove modalità per raggiungere un pubblico ancora più vasto.Challenge Network nei mesi appena trascorsi ha ottenuto grandi risultati grazie alla capacità di plasmare la sua offerta in base alle diverse necessità: con più di 200 grandi aziende che hanno aderito alla nostre proposte e 12 percorsi formativi mirati ad accrescere capacità e skills, Challenge Network ha saputo fornire una proposta formativa tailor made progettata e impostata sulla specifiche realtà e sugli obiettivi delle aziende che fosse in grado di adattarsi alle esigenze del tempo e con una pluralità di training tools che li ha resi ognuno un percorso unico e innovativo.Non dimenticandoci degli sforzi fatti ed imparando dall’esperienza acquisita, la ripresa delle normali attività ci pone di fronte ad una sfida altrettanto impegnativa che ci cala in un contesto fortemente mutato. Attraverso il nostro know-how consolidato sapremo essere ancora di più il punto di riferimento per le aziende e per tutti coloro che hanno la possibilità di investire sulle proprie competenze.Già nel mese di luglio saranno infatti disponibili tanti progetti con erogazione confermata in presenza per supportare ancora più da vicino tutte le realtà aziendali che hanno finalità di crescita, fornendo servizi innovativi e utilizzando le metodologie più efficaci.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumentare la presenza degli specialisti sul territorio

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2020

Occorre passare da 20 a 38 ore settimanali per rispondere ai bisogni dei pazienti cronici che in questi mesi hanno visto bloccate le visite a causa del Coronavirus, in modo da evitare l’esplosione delle liste d’attesa. Questo l’appello lanciato dalle società scientifiche e dalle organizzazioni sindacali di medici riunite nell’Advisory Board di Senior Italia FederAnziani che ha promosso la tavola rotonda virtuale “Il problema delle cronicità al tempo del COVID -19 nella Regione Molise” nella quale medici e pazienti hanno presentato le proprie criticità a Lolita Gallo, Direttore Generale Salute della Regione Molise.Anche in Molise come nelle altre regioni in questo periodo di lockdown si è accumulato un importante ritardo nelle visite di controllo delle persone affette da patologie croniche, negli screening e nelle nuove diagnosi, un ritardo che ora va colmato facendo subito ripartire la macchina della sanità. I ritardi nelle diagnosi fanno sì che le patologie saranno intercettate a uno stadio più avanzato con rischi di salute per i cittadini e ulteriori costi per il servizio sanitario nazionale. Rispetto all’anno precedente in oncologia ci sono a livello nazionale circa 90mila diagnosi non scovate. Far slittare ancora la presa in carico dei pazienti cronici significa mettere a rischio la loro vita e tardare ancora nelle diagnosi equivale a compromettere le possibilità di successo delle terapie.Tra le altre criticità riscontrate in Molise in questo periodo anche un calo importante dell’aderenza alla terapia, con molti pazienti che hanno autosospeso i farmaci ad esempio in ambito cardiologico, un aumento degli infarti per via del timore dei pazienti a recarsi in Pronto Soccorso anche in caso di sintomi preoccupanti; il blocco di interventi delicati come quelli per le patologie valvolari cardiache. Una maggiore presenza degli specialisti può consentire un monitoraggio appropriato della salute dei pazienti con conseguenti risparmi anche per il servizio sanitario della regione, considerata la riduzione delle complicanze, delle riacutizzazioni, delle ospedalizzazioni.«Una buona attività specialistica può aiutare senz’altro a ridurre le liste d’attesa e infatti si è ritenuto di poter incrementare le ore di tali attività per raggiungere questo scopo. Siamo una Regione in piano di rientro, dove si è rivista la rete ospedaliera e si è iniziato il percorso di implementazione delle attività territoriali. Stiamo provvedendo alla riapertura dei settori della specialistica, compresi gli screening, per tornare alla normalità rispetto a tutti i servizi di cui necessita l’utenza. Già durante il periodo Covid e ora con gli interventi legislativi di questo periodo si è inteso anche a livello centrale porre nuovamente l’attenzione sul potenziamento del territorio, che possa dare una risposta pronta ed efficace alle esigenze dei cittadini.» ha dichiarato Lolita Gallo, Direttore Generale della Salute della Regione Molise.Hanno partecipato: Lolita Gallo – Direttore Generale Salute Regione Molise, Alessandra Balestrazzi – Responsabile rapporti con gli enti A.I.M.O. – Associazione Italiana Medici Oculisti, Antimo Aiello – Vice Presidente AMD regionale, Pierluigi Bartoletti – Vice Segretario Generale Nazionale FIMMG, Giuseppe D’Ascenzo – Presidente Regionale A.R.C.A. Molise – Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali, Stefano Marinari – Centro Studi SIP, Domenico Uliano- SIMFER – Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa, Marco Gabini – Consigliere SIR – Società Italiana di Reumatologia, Antonio Magi – Segretario Generale SUMAI-Assoprof – Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana e Professionalità dell’Area Sanitaria, Roberto Messina – Presidente Senior Italia FederAnziani.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Funzione formativa attraverso la didattica in presenza

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2020

Perugia. “L’Università realizza nel modo ottimale la sua funzione formativa attraverso la didattica in presenza. Ciò vale in particolare per l’Università per Stranieri di Perugia, quale ateneo con forte caratterizzazione internazionale e la cui missione fondante è quella della formazione e dell’insegnamento della lingua e cultura italiana. Quest’ultimo aspetto si realizza pienamente in presenza, dando la possibilità ai numerosi studenti stranieri che ogni anno vengono a Perugia di godere appieno del paese, della sua cultura e dello stile di vita che l’Italia incarna.
Lo sforzo che l’Università per Stranieri sta compiendo per garantire una didattica in presenza va anche incontro alle aspettative di Perugia, città che ha sempre vissuto come un’opportunità e un valore aggiunto la presenza di tanti studenti stranieri.
La pandemia ha costretto l’Università per Stranieri a riconvertire, in una prima fase, questa fondamentale pratica di didattica in presenza in didattica a distanza. In questo modo è stata garantita a tutti gli studenti la possibilità di seguire i corsi senza perdere ore di lezione.
L’odierna fase di riapertura, anche se prudente ed attuata nel pieno rispetto della sicurezza sanitaria, permette al momento di prevedere già da settembre 2020 forme di didattica mista, vale a dire sia in presenza sia a distanza, grazie all’utilizzo delle tecnologie. Ciò per consentire a tutti gli studenti, anche agli studenti stranieri e agli studenti fuorisede, d’iscriversi normalmente e di seguire i corsi. L’Università per Stranieri in ogni caso rimane pronta ad individuare risposte adeguate ed efficienti a possibili, future evoluzioni della situazione sanitaria”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riaprire le scuole presto e maturità in presenza, facile a dirsi

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2020

A giorni il premier Giuseppe Conte ufficializzerà per gli italiani l’avvio della ‘Fase 2’, ossia la graduale riapertura del Paese con il ritorno al lavoro, almeno per una parte dei cittadini italiani, già a partire dal prossimo 4 maggio. Prima, però, dovrà sentire il parere dei vari comitati di esperti che si sono creati negli ultimi giorni, anche in seno al MI. Di certo, la scuola non dovrebbe essere coinvolta in questa fase, almeno per la primissima parte, “eccetto per gli esami di maturità, a condizione che si possano svolgere in sicurezza”, specifica la stampa specializzata. Da qualche giorno, da più parti, anche sociali, sta intanto crescendo la richiesta di accelerare i tempi anche per la riapertura degli istituti scolastici. Perché col ritorno al lavoro, si pone il problema delle famiglie che non potranno più prendersi cura dei figli che restano a casa, essendo sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche. A ciò si aggiunga il fatto che i nonni non possono farsene carico, considerato che gli anziani sono i soggetti più a rischio. E allora? Facciamo come in Francia dove le scuole riapriranno dall’11 maggio? Marcello Pacifico (Anief): “Non prendiamo decisioni avventate. Si rischierebbe di rovinare tutto, mettendo a repentaglio la salute dei più giovani. Ma non solo: è bene ricordare che due insegnanti su tre sono over 50, quindi più fragili dinanzi agli effetti terribili del Covid-19. Fare finta di nulla sarebbe molto grave”.Sale la pressione del “popolo” di chi vorrebbe che l’Italia tornasse abile ed efficiente con l’inizio di maggio. Secondo La Repubblica “il problema è stato posto da Antonio De Caro, a nome di tutti i sindaci, nell’ambito del confronto tra Governo, Regioni e Enti locali”. Sembra che fino adesso nessuna soluzione è stata adottata, ma diverse ipotesi rimangono “sul tavolo. Secondo il presidente dell’Unione delle Province e sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, “con la riapertura delle imprese e non delle scuole, rischiamo di produrre il più grande arretramento in termini di lavoro femminile della storia della Repubblica. Vanno trovate le soluzioni per fare ripartire almeno in parte i servizi educativi”. Tra le ipotesi figurano l’apertura delle scuole solo per i bambini i cui genitori lavorano entrambi, ma anche il ricorso a centri famiglia, campi scuola e il Terzo settore. Il ministro per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ha già annunciato la volontà di prolungare il congedo specifico, in aggiunta a quello parentale, e il bonus baby-sitter e di concedere un assegno per ogni figlio fino a 14 anni.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizia: Serracchiani, grati per presenza continua e rassicurante

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2020

“Siamo grati alla Polizia di Stato per la presenza continua e rassicurante, ci stringiamo agli agenti colpiti dal coronavirus e alle loro famiglie, ci impegniamo per una sempre maggiore attenzione a un pilastro della sicurezza e delle libertà democratiche”. Lo afferma la vicepresidente del Pd Debora Serracchiani, in occasione del 168° anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato.
“In prima linea in queste circostanze drammatiche – aggiunge Serracchiani – le donne e gli uomini della polizia continuano a difendere l’ordine e la legalità dalla criminalità comune e organizzata. La riforma del 1981 dimostra tutta la sua attualità nel momento in cui alla polizia è richiesto un alto contributo professionale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verifone Italia rafforza la presenza sul mercato italiano

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Lo fa con l’introduzione di un nuovo team manageriale e uno staff di figure professionali per consolidare ed ampliare il business dei sistemi di pagamento sul territorio nazionale. A guidare la sede italiana è Federico Fanello, nuovo Managing Director di Verifone Italia, manager che ha iniziato la sua esperienza professionale nella comunicazione e nel marketing acquisendo in seguito un’ottima esperienza internazionale nel settore dei pagamenti ricoprendo ruoli di rilevante responsabilità per alcuni dei principali player, quali PayPal e SafeCharge, per l’area EMEA. Al suo fianco, nel ruolo di Head of Sales, entra nel Gruppo Fabrizio Grassi, con pluriennale esperienza nel settore bancario e dei sistemi di pagamento, dove ha ricoperto cariche di responsabile commerciale in aziende come CartaSi (ora NEXI) e Ingenico.In uno scenario nazionale che continua a segnare una crescita importante delle operazioni di pagamento effettuate tramite POS (+15,8% rispetto all’anno precedente*dati Banca d’Italia) e che si prevede possa vivere un’ulteriore accelerazione con l’attuazione definitiva della direttiva europea PSD2, il terminale POS diventa sempre più smart e multifunzionale, pronto per essere personalizzato con applicazioni verticali e adattato alle diverse aspettative dei merchant e dei consumatori finali.
“La nuova linea di terminali Verifone Engage va proprio in questa direzione – afferma Federico Fanello, Managing Director di Verifone Italia – Nativamente predisposti per essere dispositivi evoluti, oltre ai più comuni metodi di pagamento, i POS sviluppati da Verifone aprono ai più comuni servizi a valore aggiunto come gli Alternative Payments Method (Alipay e WeChat), la gestione dei token per riconoscimento automatico del cliente, gift card e programmi loyalty, wallet, ricariche telefoniche, validazione e dematerializzazione dei buoni pasto cartacei, coupon per promozioni e altro ancora. Grazie ai continui investimenti nel settore di ricerca e sviluppo, alle funzionalità hardware legate al POS, Verifone offre un pacchetto completo di soluzioni e servizi in Cloud in grado aprire a molteplici possibilità di incremento delle revenue e alla riduzione del total cost of ownership del terminale. Con l’obiettivo di offrire una payment experience allo stato dell’arte, Verifone si pone come Partner Simple, Global, Innovative”. Verifone Italia trae la propria forza dal Gruppo di cui fa parte. Nata nel 1981, Verifone è uno dei maggiori leader mondiali operanti nel mercato dei sistemi di pagamento, gestendo oltre 30 milioni di terminali di pagamento in più di 150 nazioni nel mondo. L’acquisizione effettuata da Francisco Partners nel corso del 2018, ha permesso di accelerare un processo di riorganizzazione a livello mondiale, con soluzioni a valore aggiunto, a vantaggio dei propri Partners, siano essi Financial Institutions o operatori del mondo Retail. (fonte: agenzia newscast.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presenza islamica in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 luglio 2019

All’inizio degli anni ’90, i musulmani in Italia erano circa 150.000. Oggi si stima che abbiano raggiunto i 2 milioni e mezzo, circa il 4% della popolazione residente. Col crescere di questa presenza è anche aumentato il numero degli studi che se ne occupano. Le ricerche svolte in questo ambito hanno preso le mosse da due prospettive particolari: da un lato quella giuridica, che tende a indagare l’organizzazione dei musulmani in Italia, i loro rapporti con le istituzioni pubbliche e l’interazione tra la normatività islamica e l’ordinamento giuridico italiano; dall’altro quella sociologica, che analizza la presenza islamica soprattutto nel quadro del fenomeno migratorio, focalizzandosi sui processi di inclusione/esclusione, sui rapporti famigliari e generazionali, sulle forme di leadership. Più recentemente, con la crescita anche in Europa del terrorismo jihadista, si sono aggiunti gli studi sulla radicalizzazione islamista in Italia, un tema che ha peraltro monopolizzato l’interesse dei media.Minore attenzione è stata finora dedicata alle tradizioni discorsive, per usare la terminologia dell’antropologo americano Talal Asad, presenti nell’Islam italiano. Alla luce di queste considerazioni, la Fondazione Oasis ha intrapreso quest’anno un progetto di ricerca intitolato “L’Islam in Italia. Un’identità in formazione”, reso possibile dal sostegno della Fondazione Cariplo. (fonte: Fondazione Oasis)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il personale Ata dovrà attestare la presenza con i dati biometrici

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Dopo il disco verde all’emendamento che introduce la videosorveglianza nei nidi e nelle scuole dell’infanzia, diventa legge dello Stato quello inserito nel ddl Concretrezza sui controlli biometrici dei dipendenti pubblici: il provvedimento, che nella scuola riguarderà circa 210 mila unità di personale Ata, è stato firmato e voluto a tutti i costi dal ministro della P.A. Giulia Bongiorno, la quale ora si dovrà assumere la responsabilità di avere approvato una norma del tutto inutile e che per essere portata a compimento necessiterà di centinaia di milioni di euro iniziali più altri per l’assistenza e manutenzione; tutti soldi pubblici che andranno a gravare ulteriormente le già limitate risorse dei nostri istituti scolastici. Marcello Pacifico (Anief ): Lo abbiamo sempre detto e lo ripetiamo ora che il testo è diventato legge: questo provvedimento è offensivo, perché si vogliano far passare i dipendenti della scuola come dei delinquenti. Anief sta valutando come impugnare il provvedimento per lesione della privacy.
All’indomani dell’approvazione del disegno di legge Concretezza, si evidenziano tutti i limiti del provvedimento. Tra i vari punti che lasciano molto a desiderare, oltre all’aspetto offensivo e a quello della lesione della privacy, “l’accento è stato posto – commenta giustamente Orizzonte Scuola – anche sul costo che la misura comporterà: si tratta infatti di dotare 45mila sedi scolastiche di apparecchiature apposite”. Sulla bontà della misura introdotta, basta ricordare che la stessa Aran, l’agenzia che agisce a tutela dell’amministrazione pubblica, ha avuto modo di dire che “il personale della scuola è costituito da 1.124.471 persone” ed il “provvedimento punta a mettere sotto controllo 209.169 unità di personale ATA e 6.714 dirigenti scolastici, che però non svolgono un lavoro prettamente amministrativo e sarebbero le figure chiamate a gestire e controllare il buon andamento delle istituzioni scolastiche e chi ci lavora. Insomma viene posto un controllo sui controllori”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consorzio Casalasco rafforza la presenza sul mercato francese

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 settembre 2018

Consorzio Casalasco del Pomodoro e SAC S.p.a. hanno annunciato di aver concluso con successo l’accordo di trasferimento delle azioni che sancisce l’acquisizione da parte di Consorzio Casalasco della maggioranza (65% delle azioni) di SAC. L’operazione rafforza entrambe le società che da tempo, oltre ad aver già un rapporto societario in essere, collaborano in ambito commerciale su mercati esteri.Consorzio Casalasco del Pomodoro – azienda leader nella produzione e trasformazione di pomodoro da industria, con 240 milioni di euro di fatturato nel 2017 e oltre 560.000 tonnellate di pomodoro fresco trasformato, ha avviato negli ultimi anni un’importante processo di crescita, con l’obiettivo di diventare sempre di più la realtà italiana di riferimento nel settore delle conserve di pomodoro a livello internazionale sia attraverso marchi propri (Pomì, Pomito, De Rica), sia per conto della grande industria di marca e delle private label.
Dopo il rafforzamento della propria base sociale e gli importanti investimenti realizzati sulla filiera industriale/produttiva nei propri stabilimenti di Rivarolo del Re (Cr) Fontanellato (Pr) e Gariga di Podenzano (Pc), il Consorzio Casalasco del Pomodoro prosegue, con questa operazione, la strategia da tempo definita di rafforzamento della propria filiera distributiva internazionale, realizzata attraverso la stipula di accordi, la costituzione e l’acquisizione di società commerciali che operano con successo sui mercati esteri di maggior interesse, avvicinando in tal modo domanda e offerta nel settore di riferimento.
Fanno parte di questo progetto, ad esempio, la costituzione della Pomì Usa Inc. per il mercato statunitense avvenuta nel 2009, o le partnership distributive con diversi gruppi.SAC S.p.a., con un fatturato di circa 40 milioni di euro nel 2017, opera da sempre sui mercati internazionali, in particolare quello francese, olandese e belga dove commercializza e distribuisce principalmente derivati del pomodoro, salse e condimenti, oltre a frutta sciroppata, riso e legumi sia a marchio proprio (Victoria) sia Private Label per i canali retail e food service. L’azienda, con sede legale a Carmagnola (TO), ha un ufficio commerciale anche a Parigi, visto che nel segmento dei derivati del pomodoro base (polpe, passate, concentrati e pelati) a marchio delle catene è tra i primi 3 operatori sul mercato francese con una quota che oscilla tra il 35 ed il 40% del totale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presenza turisti stranieri in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 luglio 2018

“E’ ormai da alcuni anni che la presenza dei turisti stranieri in Italia è decisamente in aumento”, conferma Marco Baldisseri, Chief marketing officer di Club Esse, catena alberghiera italiana che ha creato in pochi anni una realtà molto competitiva, con un fatturato 2017 di 25 milioni di euro e 16 tra villaggi turistici, resort e hotel (oltre 2.000 camere) in luoghi di grande pregio naturalistico e culturale di Sicilia, Abruzzo, Calabria, Lazio, Valle d’Aosta ma soprattutto Sardegna. “Solo nelle nostre strutture, in particolare nelle 10 della Sardegna, gli ospiti stranieri sono passati negli ultimi 3 anni da percentuali insignificanti a quasi il 30% del totale – continua Baldisseri -. Alla presenza ‘storica’ dei tedeschi si è infatti affiancata, in un processo di grande crescita, quella di spagnoli, francesi, austriaci, svizzeri, cechi, polacchi e recentemente di serbi, slovacchi e bulgari”. “Sono molti gli elementi che hanno determinato questa situazione – spiega Baldisseri -: innanzitutto il fatto che il nostro Paese sia considerato una meta più sicura rispetto ad altre dell’area mediterranea e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma anche la ripresa economica in molti Paesi europei e la propensione a viaggiare in periodi di bassa stagione. Questo ha fatto sì che grandi gruppi internazionali come TUI, Thomas Cook e altri big players si siano dotati di prodotti esclusivi nelle località turistiche più belle, con Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia in prima linea. Anche nel business di Club Esse la crescita dell’utenza straniera ha determinato due importanti effetti: la nostra stagione estiva ormai dura quasi 6 mesi, da maggio a ottobre inclusi, e gli oltre 1.000 collaboratori che vi partecipano parlano praticamente tutti almeno una lingua straniera”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Xiaomi arriva in Italia, espandendo la propria presenza in Europa occidentale

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Xiaomi, il leader mondiale nella tecnologia, ha compiuto grandi passi avanti nella propria espansione globale e annuncia oggi il proprio ingresso ufficiale in Italia, un nuovo mercato dell’Europa occidentale. L’annuncio segue dell’ingresso del brand in Francia, avvenuto solo due giorni fa, e in Spagna, avvenuto sei mesi fa.
Conosciuta per la propria gamma di prodotti eccezionali a prezzi onesti, Xiaomi è pronta a scuotere il mercato italiano degli smartphone e dei dispositivi Internet of Things (IoT) e ad affermarsi nell’Europa occidentale.
Fondata nel 2010, il CEO di Xiaomi Lei Jun e altri sette co-fondatori hanno dato vita all’azienda basata sulla visione “Innovazione per tutti”. Xiaomi ha aperto la strada a un modello di business unico, ispirato dal pensiero di Internet, che garantisce il massimo livello di efficienza, così da offrire prodotti eccezionali dotati di tecnologia all’avanguardia e servizi innovativi, disponibili a prezzi accessibili e onesti.
Il modello business di Xiaomi si basa su tre pilastri: hardware, servizi Internet e new retail. Durante l’evento di lancio tenutosi oggi presso il Superstudio Più di Milano, Xiaomi ha annunciato che porterà in Italia tutti e tre gli elementi di questo modello di business, denominato “Triathlon”, incluso il sito ufficiale Mi.com e il primo Mi Store autorizzato. Attraverso queste operazioni, l’azienda dimostra il proprio impegno nel mercato italiano, oltre alla propria attitudine a cambiare le carte in tavola nel settore tecnologico.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CRIF consolida la propria presenza in Asia acquisendo CCIS a Taiwan

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2016

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AppleMark

Taipei (Taiwan) e Bologna (Italia) CRIF, azienda globale specializzata nello sviluppo di sistemi di informazioni creditizie (SIC) con sede a Bologna, ha acquisito CCIS (China Credit Information Service), agenzia di informazioni creditizie con sede a Taiwan, per rafforzare ulteriormente il suo percorso di crescita ed espansione nel mercato asiatico.
CCIS, fondata nel 1961, è la più grande e rilevante agenzia di informazioni creditizie taiwanese che opera attraverso un network consolidato in grado di offrire una suite completa di servizi informativi e consulenziali. CCIS è presente anche in China, con uffici a Pechino e Shanghai, ed è una tra le principali agenzie di informazioni creditizie dell’intero estremo Oriente.
Grazie a sistemi e servizi che integrano informazioni creditizie su imprese e privati cittadini con copertura estesa alla Cina oltre a Taiwan, CCIS supporta istituzioni finanziarie e imprese nella valutazione del rischio di credito e nella prevenzione del sovraindebitamento, riducendo i costi legati a transazioni e investimenti e, al tempo stesso, velocizzando l’esplorazione di nuovi mercati. Nello specifico, attraverso il profilo creditizio di clienti e business partner consente di analizzare l’affidabilità creditizia, riducendo le insolvenze e aumentando la profittabilità.
Alla luce del quadro economico e finanziario in Asia, il sistema informativo di CCIS insieme alle soluzioni a valore aggiunto già offerte da CRIF nella regione aiuteranno da un lato gli operatori di settore a ottimizzare i processi decisionali e a sviluppare il proprio business e, dall’altro, faciliteranno l’accesso al credito ad un più ampio segmento di attori, promuovendo una gestione del credito più consapevole.
Il team di CCIS è composto da oltre 100 esperti che garantiscono il costante aggiornamento e l’arricchimento del patrimonio informativo e forniscono servizi consulenziali qualificati, assistendo gli operatori di mercato nell’implementazione di soluzioni efficaci e altamente performanti. Inoltre, CCIS mette a disposizione del mercato un database unico per profondità e completezza che consente di rispondere in real time alle esigenze dei propri clienti. “Largest Corporations in Taiwan – TOP5000” e “Business Groups in Taiwan” sono pubblicazioni annuali prodotte da CCIS che raccolgono le informazioni più significative disponibili sul mercato e rappresentano un punto di riferimento per le aziende che hanno attività di business a Taiwan
“Siamo felici di accogliere una società solida come CCIS e il suo staff di professionisti esperti all’interno di CRIF – ha affermato Carlo Gherardi, Presidente e Amministratore Delegato di CRIF -. Per CCIS si apriranno nuove opportunità di crescita e interessanti prospettive per sviluppare ulteriormente i servizi destinati sia ai clienti taiwanesi sia a quelli globali. Inoltre, l’integrazione tra CCIS e CRIF permetterà di offrire ai clienti in Cina e in Asia un’ampia gamma di servizi a valore aggiunto e il supporto più efficace alla crescita e allo sviluppo del loro business”.
“CCIS è una realtà con 55 anni di storia e una forte vocazione verso l’innovazione per tenere il passo con i progressi e il ritmo di crescita del mercato. Dal punto di vista tecnologico abbiamo costantemente investito in infrastrutture avanzate per l’erogazione dei nostri servizi e agiamo come una B Corporation con il l’obiettivo di mantenere un equilibrio tra i nostri stakeholder. Entrare a far parte del gruppo CRIF è una grande opportunità per noi e, sfruttando le sinergie che si creeranno, avremo la possibilità di sviluppare soluzioni sempre più efficaci per i nostri clienti” conclude David Ta-Wei Chang, Presidente e Amministratore Delegato di CCIS.
CRIF attualmente è il primo gruppo nell’Europa continentale nel settore delle credit information bancarie e uno dei principali operatori del mercato internazionale dei servizi integrati di business & commercial information e di credit & marketing management ed è inclusa nella prestigiosa FinTech 100, la classifica delle più importanti realtà a livello mondiale in grado di fornire soluzioni tecnologiche verticali per i financial services. Oggi oltre 3.300 banche e società finanziarie, 44.000 imprese e 167.000 consumatori utilizzano direttamente i servizi CRIF in più di 50 Paesi. http://www.crif.com (foto fonte: Taipei – Wikipedia, the free encyclopedia

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Gruppo P&R rafforza la propria presenza internazionale nel settore chimico-farmaceutico

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2016

industria chimicaIl Gruppo P&R, tra le prime realtà industriali italiane nel settore chimico-farmaceutico, controllato dalle famiglie Pizzocaro e Rossi, annuncia oggi due importanti operazioni di M&A, finalizzate nei giorni scorsi: oltre ad assumere il controllo del Gruppo INFA, Gruppo Italiano con forte know-how nell’ambito della produzione di principi attivi farmaceutici, ha rilevato attraverso la sua controllata Fidia Farmaceutici anche il Gruppo Glynn Brothers Chemical, con sedi a Praga (Repubblica Ceca) e Bratislava (Slovacchia), rafforzando la sua presenza in Italia e a livello internazionale.“L’unione del Gruppo P&R e INFA consente di dare vita ad una realtà di rilievo a livello globale con un fatturato pari a 700 milioni di Euro” spiega Carlo Pizzocaro, CEO del Gruppo P&R. “Inoltre, la crescita di P&R non si arresta: entro l’anno saremo in grado di annunciare due ulteriori acquisizioni a livello internazionale, una delle quali nel mercato Americano.” “Le attività di acquisizione del Gruppo P&R, contribuiscono, in maniera importante, al processo in atto che vede la Farmaceutica Italiana investire all’estero dopo anni di “silenzio” aggiunge Pizzocaro, e conclude “P&R ed INFA sono due realtà sinergiche che negli anni hanno perseguito la medesima strategia di business, attraverso aggregazioni con aziende medie e piccole, con l’obiettivo di consolidare la propria presenza all’interno del mercato farmaceutico”. Esprime grande soddisfazione anche il commento di Roberto Saviane, Presidente di IDeA Capital Funds SGR, gestore del Fondo di Private Equity azionista di maggioranza di INFA: “Siamo lieti degli ottimi risultati di INFA e di questa operazione con P&R, che apre una nuova fase di sviluppo per la società”. L’acquisizione di INFA, consentirà infatti al Gruppo P&R di rafforzare ulteriormente il proprio ruolo a livello mondiale nel settore della Ricerca e Produzione di API (Active Pharmaceutical Ingredients), soprattutto nel ricco mercato Nord Americano, raggiungendo in questa area di business, un fatturato superiore a 300 milioni di Euro nel 2016. Il Gruppo P&R si è avvalso per questa operazione, del supporto di Banca Intesa come Advisor Finanziario e dell’assistenza legale dello Studio Rödl & Partner di Milano, nella persona dell’Avvocato Daniele BonviciniUn inizio d’anno particolarmente positivo anche per Fidia Farmaceutici, leader nei prodotti farmaceutici e medical device derivanti dall’acido ialuronico, e controllata del Gruppo P&R, che ha rilevato il Gruppo Glynn Brothers Chemical, operante nei Paesi dell’Est Europa in particolare sul territorio Ceco e Slovacco. Questo nuovo traguardo consentirà a Fidia di rafforzare il proprio business nell’Europa dell’Est, diventando uno dei principali player a livello farmaceutico in un mercato in forte crescita, che ha registrato nel 2015 un incremento di fatturato sui mercati internazionali pari ad un 40%.L’acquisizione di Glynn Brothers Chemical è un tassello importante per lo sviluppo della divisione farmaceutica del Gruppo P&R e si inserisce all’interno del processo di consolidamento in atto a livello globale attraverso investimenti diretti e segue all’apertura a Gennaio 2016 delle nuove filiali a Dubai e in Russia.Un ulteriore step all’interno del processo di internazionalizzazione del Gruppo P&R, è l’approvazione da parte del Ministero della Sanità Russo (MOH – Ministry of Healthcare of the Russian Federation), della domanda di commercializzazione, in aggiunta a Hyalgan e Hyalubrix, di Hymovis, prodotto per la terapia intra-articolare dell’artrosi a base di acido ialuronico, ingegnerizzato in funzione della maggiore permanenza in articolazione. Questo traguardo segue al lancio di Hymovis in USA dopo l’approvazione dell’FDA americano, a completamento e come ulteriore riconoscimento della leadership di Fidia nell’ambito della viscosupplementazione, di cui Fidia è il primo operatore a livello mondiale in termini di unità. Il via libera dell’ente regolatorio Russo, consentirà a Fidia Farmaceutici di rendere disponibile questo prodotto di nuova generazione in un mercato che conta circa 140 milioni di persone e destinato a diventare l’ottavo mercato farmaceutico nel 2017 (stime di IMS Health).
Il Gruppo P&R è una delle prime realtà industriali italiane nel settore chimico-farmaceutico e controlla Fidia Farmaceutici (settore farmaceutico), Olon Spa (Principi attivi per l’industria farmaceutica –A.P.I.) e Sir Industriale SpA (Chimica fine). Il Gruppo, cresciuto negli ultimi 30 anni attraverso una sapiente politica di acquisizioni industriali, vanta una consolidata presenza diretta nei mercati esteri attraverso società e filiali e conta un fatturato di circa 550 milioni di Euro nel 2015, di cui più del 70% generato all’estero. Il gruppo impiega globalmente circa 2.000 dipendenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CWT acquisisce Ormès

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2015

FloydCarlson Wagonlit Travel (CWT) ha annunciato l’acquisizione di Ormès, storica agenzia francese specializzata in meeting ed eventi aziendali. Con l’unificazione di CWT Meetings & Events e di Ormès, CWT conferma la sua ambiziosa strategia nel mercato meeting ed eventi volta a costituire una organizzazione leader in eventi aziendali a livello globale, ma con una forte presenza nei mercati locali.Ormès è infatti una realtà importante del mercato francese, dove è attiva da oltre quarant’anni, e ha visto crescere i propri volumi del 20% tra il 2013 e il 2014. «Questa acquisizione dimostra l’impegno di CWT nel mercato e ci posiziona bene per un’ulteriore crescita nel futuro – sottolinea Floyd Widener, senior vice president di CWT Meetings & Events global -. I clienti di entrambe le società potranno beneficiare della nostra forte cultura creativa, unita a una gestione omogenea della clientela in tutto il mondo».«Gli eventi oggi sono una priorità per la comunicazione aziendale – aggiunge Widener -, e noi abbiamo competenze, esperienza globale, creatività e solidità finanziaria che possono contribuire al successo dei meeting e gli eventi dei nostri clienti».Leader nel mercato francese dei meeting ed eventi aziendali con 150 dipendenti, Ormès continuerà a dedicarsi sia all’ideazione e realizzazione di eventi che allo Strategic Meetings Management, gestendo dalle piccole riunioni ai grandi momenti aggregativi.Sarà Michel Dutertre, chairman di Ormès, a guidare l’integrazione delle due aziende. «Ormès e CWT Meetings & Events hanno sempre condiviso una visione comune del mercato, e la nostra dimensione, le aree di competenza e i valori aziendali ci hanno portato ad unirci in modo quasi naturale – commenta Dutertre -. La fedeltà e la fiducia che i clienti ripongono nella nostra squadra è il nostro bene più prezioso e questo, combinato con l’entusiasmo dei nostri collaboratori, è la migliore garanzia di successo».Con una squadra di riconosciuti professionisti, una forte visione strategica, una decisa propensione all’innovazione, risorse grafiche e audiovisive d’eccellenza, il nuovo gruppo è in grado di rispondere ancora più efficacemente alle esigenze dei propri clienti, trasformando le idee in risultati. (foto:Floyd)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

KONE rafforza la propria presenza in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 gennaio 2015

milanoMilano KONE S.p.A, consociata italiana di KONE Corporation, una delle maggiori società a livello mondiale nella progettazione, produzione e manutenzione di Ascensori, Scale e Tappeti Mobili e Porte Automatiche per edifici, fondata nel 1910 con sede a Helsinki, annuncia l’acquisizione di MIA S.p.A., una delle principali aziende del settore operante sul territorio nazionale.
MIA S.p.A., nata nel 2008 e appartenente al gruppo MANUTENCOOP, il principale operatore di facility management italiano, ha oltre 16.000 impianti in manutenzione e impiega circa 160 persone.
Con sede direzionale a Modena e una presenza radicata in aree strategiche quali Emilia Romagna, Trentino, Lombardia, Veneto, Lazio e Sicilia, MIA S.p.A. rappresenta un modello imprenditoriale e un esempio di azienda ben gestita su cui vale la pena investire.
Proprio per questo motivo, KONE ha deciso di rinforzare la propria già rilevante presenza in Italia, che rappresenta per l’azienda finlandese un mercato strategico in cui continuare a investire.
KONE è stata assistita da NCTM in qualità di consulente legale e da Crowe Horwath AS per la financial due diligence.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kenya: rafforzata la presenza nel complesso di Dadaab

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2012

English: Women and children waiting to enter D...

English: Women and children waiting to enter Dadaab camp in Kenya. One of thousands of refugee families who have recently arrived from Somalia fleeing the drought and conflict. (Photo credit: Wikipedia)

Ieri è stato inaugurato il nuovo ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) in Kenya nord-orientale, nell’ambito dell’impegno dell’Agenzia a garantire continuità ai fondamentali servizi di assistenza per le oltre 460.000 persone che vivono nel complesso di campi per rifugiati di Dadaab. Quello di Dadaab è il più grande insediamento di rifugiati al mondo e si estende su un’area di oltre 50 chilometri quadrati. Il nuovo ufficio UNHCR, inaugurato alla presenza delle autorità keniane, si chiama Alinjugur e si trova nel distretto di Fafi, a circa 80 chilometri dal confine con la Somalia e a circa 20 dalla base principale dell’Agenzia a Dadaab. Da ieri quindi Alinjugur ospita staff dell’UNHCR, di altre agenzie e di organizzazioni non governative. I team di operatori che fanno base a Alinjugur copriranno i siti di Hagadera e Kambioos che accolgono circa 150.000 rifugiati somali. L’ufficio di Alinjugur consentirà all’Agenzia di essere più vicina alle comunità di rifugiati e quindi di fornire migliori servizi ai rifugiati e alle comunità locali che li accolgono. L’apertura dell’ufficio è il risultato dei colloqui e della collaborazione con le autorità keniane mirati a decongestionare i campi e ad accrescere la presenza sul terreno dell’UNHCR e delle altre organizzazioni umanitarie. Inoltre è in atto una stretta collaborazione con la comunità d’accoglienza, al fine di favorire la positiva coesistenza con i rifugiati. L’UNHCR è fiducioso che i nuovi sviluppi consentiranno all’Agenzia di estendere lo spazio umanitario e facilitare le operazioni di assistenza.
Negli ultimi 6 mesi la sicurezza ha costituito a Dadaab una vera e propria sfida, costringendo l’Agenzia a ridimensionare le proprie operazioni sul terreno. Col perdurare di minacce quali sequestri, dirottamenti di veicoli, ordigni esplosivi improvvisati e scorrerie, la situazione resta complessa e tesa.
Da due decenni il complesso di Dadaab fornisce protezione, alloggio e assistenza umanitaria ai rifugiati somali, spesso in circostanze difficili e complesse. Tra queste il cronico sovraffollamento, il rischio di malattie e le inondazioni stagionali.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lampedusa isola felice

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2012

Beach oh Rabbit's Island in Lampedusa (Italy) ...

Beach oh Rabbit’s Island in Lampedusa (Italy) Italiano: Spiaggia dell’Isola dei Conigli a Lampedusa (Ag) (Photo credit: Wikipedia)

L’elezione a sindaco di Giusi Nicolini, aggiunge poco all’isola più fortunata degli arcipelaghi mediterranei. Ma ancor più fortunata la sindachessa appena eletta, infatti si ritrova a gestire un patrimonio di benefit voluti dall’ex premier.Giunto a Lampedusa, esordì: “Prima di partire per Lampedusaa ho dato uno sguardo su internet, ho visto una bellissima villa e…l’ho comprata”.
Tiè… crepi l’avarizia ! Quindi ha sciorinato i provvedimenti urgenti, grazie ai quali Lampedusa è l’unica isola al mondo insignita del premio Nobel, ed è anche zona franca, con grande gioia dei pescatori che comprano il carburante sottratto delle accise. Ora Lampedusa possiede un casinò che attira innanzitutto i principi arabi del petrolio, che scaricano nelle casse lampedusane milioni di petroldollari, mentre gli accompagnatori giocano a golf nel mega campo a 18 buche sempre voluto dall’ex premier. Il grande e nuovissimo porto turistico, in fase di completamento, accoglierà navi da crociera e cabinati, darà loro il benvenuto uno dei comandanti più famosi del mondo, nominato comandante del porto: Francesco Schettino. Ma basta la sola presenza del cavaliere nella sua 23° villa per far da calamita nei confronti dei miliardari dell’intero pianeta. Sembra che ardimentosi ingegneri stiano studiando i calcoli necessari per un ponte che unisca Lampedusa alla Costa Smeralda. Intanto, un commissario ad acta sta sta esaminando i conti lasciati dall’ex sindaco PdL e dal vice, leghista. non si sa mai!!! (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corrruzione e malaffare

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

“L’unico modo per dare un senso a questo triste anniversario di Mani Pulite è attuare senza indugi la normativa sulla confisca e l’uso sociale dei beni dei corrotti, oltre ad una ripresa dell’iter parlamentare del ddl anticorruzione. Su questo punto chiediamo in particolare un preciso impegno da parte dei ministeri competenti”.
Nelle parole del Responsabile trasparenza e legalità, Vittorio Ferla, la posizione di Cittadinanzattiva sul grave stato di corruzione dilagante nel Paese. “Come ha confermato la relazione della Corte dei conti” continua Ferla “l’impatto della corruzione sull’economia nazionale vale almeno un paio di manovre finanziarie. Il che, tradotto in mancati servizi ai cittadini, si traduce in malati curati per terra nei corridoi degli ospedali, assenza di manutenzione delle scuole, imposte locali crescenti, cantieri delle grandi infrastrutture al palo, completa digitalizzazione della PA e informatizzazione della giustizia ancora un lontano miraggio”. “In questo momento di forte crisi economica in cui il Governo è costretto a iniziative molto dolorose per i cittadini, con tagli alla spesa pubblica e maggiori imposte, diventa cruciale fare affidamento anche su quelle risorse recuperate dai beni indebitamente sottratti alla comunità per interessi particolari da parte di rappresentanti eletti, amministratori e pubblici ufficiali. In particolare, diventano sempre più insopportabili i tagli ai servizi che migliorerebbero la qualità dei cittadini quando le risorse che potrebbero essere impiegate finiscono nei circuiti illegali alimentati da politici e amministratori che abusano del loro ufficio”. Sui temi della trasparenza e legalità, Cittadinanzattiva ha organizzato il prossimo 20 marzo al Senato della Repubblica un confronto pubblico alla presenza di magistrati, rappresentanti delle Istituzioni, della PA, della società civile e del mondo imprenditoriale. (Cittadinanzattiva onlus – Ufficio stampa)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Passaggi pedonali: rischi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 dicembre 2011

Italiano: transito vietato ai pedoni English: ...

Image via Wikipedia

Dovrebbero garantire la sicurezza dei pedoni, ma ancora oggi, sono troppi i sinistri stradali di cui troppi con conseguenze gravissime, che accadono sugli attraversamenti pedonali. L’anno 2011 sta per volgere al termine e si attendono ancora le statistiche ufficiali per conoscere, dati alla mano, se un’effettiva riduzione della sinistrosità c’è stata, ma il clamore per troppi eventi tragici avvenuti anche quest’anno a danno non solo di automobilisti o trasportati sui veicoli, ma anche su incolpevoli pedoni è sempre troppo alto. Per tali ragioni lo “Sportello dei Diritti” del quale Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, è fondatore, ha deciso di lanciare per il 2012 una campagna di sensibilizzazione destinata a tutti gli utenti della strada, ma soprattutto delle pubbliche amministrazioni affinché vengano messi in sicurezza tutti gli attraversamenti pedonali. Perché continuano ad essere troppo frequenti, quasi da bollettino di guerra, le notizie relative al decesso o il ferimento di pedoni falciati da veicoli sulle strisce pedonali, tant’è che a fronte di una riduzione lenta ma costante dei sinistri stradali a livello globale, l’impressione è che gli incidenti di questo tipo siano se non in aumento, quantomeno stabili tant’è il clamore che continuano, giustamente, a suscitare. È fatto notorio, che al di là della legislazione stabilita nel Codice della Strada nostrano che prevede all’articolo 191 l’assoluto diritto di precedenza dei pedoni sulle strisce pedonali, troppo soventemente a causa del comportamento imprudente degli automobilisti, chi attraversa a piedi preferisce rinunciare a questa prerogativa per non rischiare la propria pelle, tant’è che secondo alcune statistiche la responsabilità a carico dei guidatori per ciò che riguarda incidenti di tal tipo risulta essere nell’85% dei casi esclusivamente a carico del guidatore, mentre solo nel 3% è colpa del pedone. Nel nostro Paese non si contano i passaggi pedonali per quanti ve ne sono, ma proprio per tale ragione, allo stesso modo, è difficile stabilire quanti di questi siano davvero una garanzia di sicurezza e quindi a norma di legge. Infatti, troppi sono stati realizzati erroneamente oppure situati in luoghi inadeguati. Tra gli aspetti principali affinché un passaggio pedonale sia davvero sicuro vi sono: la possibilità di inserire un’isola pedonale al centro della carreggiata per le strade più ampie, la necessità di illuminare adeguatamente il passaggio, la presenza di catarifrangenti e un’adeguata avvistabilità della presenza dell’attraversamento stesso che dev’essere sgombro da ostacoli di qualsiasi tipo e le cui strisce devono essere costantemente ridipinte sul manto stradale per non risultare sbiadite o parzialmente cancellate. Alla luce di questi necessari accorgimenti, ci chiediamo quante strisce pedonali siano in regola in Italia?

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legg Mason Global Asset Management rafforza la presenza nel Regno Unito

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2011

Londra Legg Mason Global Asset Management ha annunciato oggi il conferimento dell’incarico di Director of Business Development per il Regno Unito a Dan Franklin. Dan lavorerà sotto la direzione di Adam Gent, responsabile delle vendite nel Regno Unito, con il team britannico che segue i clienti discrezionali a Londra. Arriva a Legg Mason da Legal and General Investments, dove era direttore delle vendite senior della vasta gamma di fondi per la clientela dei gestori di patrimoni discrezionali e dei canali IFA. Commentando il nuovo incarico Gent ha sottolineato che “fornire ai clienti servizi e prodotti di livello mondiale è il cuore della nostra attività di vendita. Negli ultimi due anni abbiamo rafforzato sia il team di vendite nel Regno Unito sia quello dei servizi clienti con nuovi incarichi, per sostenere nel settore vendite l’espansione dei rami vita e piattaforme e per garantire che il nostro settore servizi al cliente continui a fornire il servizio di qualità che i nostri clienti si aspettano”. Dan ha più di 12 anni di esperienza nel settore asset management, tra cui due anni presso Threadneedle e cinque anni presso M&G.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »