Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘presidente’

Ricardo Franco Levi confermato presidente dell’Associazione Italiana Editori

Posted by fidest press agency su martedì, 11 giugno 2019

Ricardo Franco Levi è stato confermato presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), l’associazione di categoria degli editori che pubblicano libri, riviste scientifiche e prodotti di editoria digitale e che proprio quest’anno celebra i suoi 150 anni. Lo ha eletto oggi, 11 giugno, l’assemblea degli editori, riunita a Milano.
Giornalista con esperienza parlamentare e di governo nelle Istituzioni italiane ed europee, guiderà AIE per il prossimo biennio: “Quella della lettura, o, per essere più precisi, della mancanza di lettura, è una emergenza nazionale – ha dichiarato il presidente in assemblea agli editori (l’intervento integrale è in allegato) -. Non stiamo parlando di noi. Non stiamo parlando per noi. Stiamo parlando dell’Italia e per l’Italia. Non c’è, non abbiamo futuro se non mettiamo l’istruzione, la conoscenza, il sapere al centro dell’agenda politica nazionale. E se non ora quando?”.“Vigileremo con attenzione costante e determinazione per arrivare al varo di una credibile e sostanziosa politica per il libro e la lettura. Così come vigileremo a tutela del diritto d’autore: in Europa abbiamo vinto la prima battaglia ma un’altra, non meno impegnativa, ci aspetta in Italia per il recepimento della direttiva, per la traduzione in legge italiana di quanto approvato dall’Europa”.L’assemblea ha eletto anche i presidenti dei gruppi (che ricoprono anche la carica di vicepresidenti dell’AIE) in cui è strutturata l’Associazione: Marco Tarò (Gruppo Editoriale Mauri Spagnol) presidente del gruppo Editoria di varia, Andrea Angiolini (Il Mulino) presidente del gruppo Accademico professionale, Giovanni Bonfanti (Rizzoli Education) presidente del gruppo Educativo e Diego Guida (Guida Editori) presidente del gruppo Piccoli editori.L’AIE ha tra i suoi compiti quelli di tutelare gli editori e favorirne la crescita professionale, di promuovere iniziative che contribuiscano alla diffusione del libro, della lettura, del diritto d’autore e della cultura italiana in Italia e nel mondo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

USB incontra il presidente dell’INPS Tridico

Posted by fidest press agency su martedì, 30 aprile 2019

Si è tenuto un confronto di un’ora e mezza tra una delegazione dell’Unione Sindacale di Base e il neo presidente dell’INPS Tridico accompagnato da alcuni dirigenti dell’ente. Relazioni sindacali, reddito di cittadinanza, quota 100, salario minimo, dismissione del patrimonio immobiliare dell’Istituto, contribuzione dei migranti, svincolo dei lacci che impediscono l’attribuzione diretta di codici INPS di riscossione delle quote sindacali ma anche i mille problemi che i pensionati affrontano ogni giorno sono stati al centro del confronto che è stato davvero utile e di prospettiva.La delegazione confederale USB ha illustrato la propria storica posizione di tutela della previdenza pubblica, augurandosi che il cambio di presidenza coincida con il rilancio della funzione dell’Istituto a difesa del patrimonio contributivo dei lavoratori e di contrasto alla sostituzione del sistema previdenziale pubblico con quello dei fondi privati.USB ha auspicato che l’INPS metta in campo ogni strumento a sua disposizione per avvicinarsi, anche fisicamente, ai lavoratori e ai cittadini per garantire il massimo di fruibilità delle prestazioni a tutti. Pur avendo ben chiaro che l’INPS non è direttamente titolare di potere legislativo e quindi della possibilità di modificare norme di legge esistenti, l’USB ha però chiesto al presidente Tridico di intervenire presso il governo affinché alcune norme vigenti, penalizzanti per i lavoratori e per il pluralismo sindacale, vengano modificate o cancellate. In particolare la discussione si è incentrata sugli strumenti di verifica della rappresentatività sindacale, visto che l’INPS è lo strumento attraverso cui si dovrebbero certificare i dati di rappresentatività delle organizzazioni sindacali ai fini della composizione delle delegazioni abilitate alla trattativa nazionale di categoria.Di particolare soddisfazione per l’USB è stata la posizione espressa dal presidente Tridico in ordine alla disponibilità ad aprire con urgenza un tavolo di confronto sulla dismissione degli immobili che, soprattutto nell’area romana, sta producendo una insostenibile situazione di pericolo per migliaia di inquilini, anche a causa del comportamento della Romeo Gestioni a cui da tempo è affidato il patrimonio immobiliare.L’ipotesi di vendere il proprio patrimonio alla Regione o al Comune perché siano questi a gestire le dismissioni come case popolari, che ricalca la proposta avanzata da tempo dall’ASIA USB, è già oggetto di confronto fra l’INPS e gli enti locali citati. Ovviamente i rappresentanti dell’ASIA USB, presenti all’incontro, hanno accolto con interesse la proposta del presidente Tridico e hanno chiesto che il tavolo di confronto sia convocato al più presto. La discussione ha anche riguardato i difficili rapporti sindacali interni all’Istituto dove la USB, secondo sindacato a livello nazionale per numero di iscritti, è oggetto di discriminazione per non aver sottoscritto il CCNL, tra l’altro ormai scaduto da tempo. L’USB ha denunciato al presidente dell’Istituto la insostenibilità di comportamenti messi in atto dalla burocrazia in accordo con CGIL CISL UIL e sindacati autonomi di contorno, tesi ad ostacolare il libero esercizio dei diritti sindacali alla propria struttura nazionale interna.Per la prima volta dopo molti anni la Confederazione USB ha trovato un’interlocuzione con la Presidenza dell’Istituto attenta e disponibile a prendere atto dei problemi posti all’evidenza del confronto. Ci auguriamo che questa disponibilità si trasformi al più presto in soluzioni ai problemi posti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Confesercenti Palermo ha un nuovo presidente

Posted by fidest press agency su martedì, 9 aprile 2019

Si tratta di Francesca Costa, imprenditrice nel settore della distribuzione carburanti e già presidente regionale Faib, la Federazione autonoma dei benzinai. Costa, dopo due mandati come presidente Faib Palermo ed uno come vice presidente provinciale di Confesercenti, subentra al dimissionario Mario Attinasi. E’ stata eletta all’unanimità nel corso dell’assemblea straordinaria di Confesercenti Palermo “Costruiamo insieme per crescere”. “Oggi l’emozione è grande, così come è forte la responsabilità che sento nell’importante carica che mi è stata conferita – ha detto Francesca Costa durante il suo discorso -. Ognuno di noi deve riconoscersi nel progetto di Confesercenti, un fisiologico interlocutore a cui le imprese possono rivolgersi per affrontare le sfide di un mercato sempre più competitivo. Restituiremo voce al territorio e daremo risposte alle necessità delle categorie che animano la vita associativa. Nel prossimo biennio non lascerò spazio a personalismi, ma mi porrò sempre come portavoce, perché ascolto, condivisione e collaborazione saranno alla base del mio lavoro in Confesercenti. Servono – ha precisato – strumenti e azioni innovative che riescano a cogliere i segnali del cambiamento e a ridare competitività al sistema produttivo locale. Per questo – ha concluso Costa – è indispensabile un lavoro di squadra che veda coinvolte le istituzioni pubbliche e private, le associazioni datoriali e i sindacati dei lavoratori”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fabio Mosca nuovo presidente Sin

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

Fabio Mosca.jpgÈ stato eletto ieri a Roma il nuovo presidente della Società Italiana di Neonatologia (SIN): si tratta di Fabio Mosca, nominato, insieme al nuovo Consiglio Direttivo, dall’Assemblea dei soci, nell’ambito del XXIV Congresso Nazionale. Mosca ha le idee chiare sulla situazione dell’assistenza neonatologica in Italia e le ha messe nero su bianco nel programma per il triennio 2018-2021: “Le cure neonatologiche e perinatali presentano numerose criticità. I dati CeDAP, pubblicati nel 2018, evidenziano marcate disuguaglianze che si ripercuotono sui livelli di salute fin dalla nascita svantaggiando in modo inaccettabile fasce rilevanti di popolazione, in particolare nelle regioni meridionali del Paese”.
I tassi di mortalità neonatale nelle regioni del Sud sono del 39% superiori rispetto al Centro-Nord, con addirittura una mortalità del 203% più alta nella regione con risultati peggiori rispetto a quella più virtuosa.
“La SIN – ha chiarito Mosca – intende contribuire attivamente al miglioramento complessivo dei risultati assistenziali per i neonati del nostro Paese, con particolare attenzione al riequilibrio dei differenziali geografici”. Il programma del neo-presidente è organico e strutturato. Un aspetto da portare all’attenzione delle Istituzioni riguarda la preoccupante denatalità e le risorse dedicate alla cura del neonato, in particolare quelle umane, sia mediche che infermieristiche, che non sono sufficienti a far fronte alla domanda assistenziale – spiega Fabio Mosca – “In Italia nel 2017 sono nati 464mila bambini di cui circa il 10% prematuri, che necessitano di strutture ed attrezzature moderne e di medici ed infermieri altamente specializzati. La carenza di neonatologi e infermieri a tutte le latitudini del Paese mette a rischio l’attuale buon livello globale delle cure neonatologiche in Italia (i tassi di mortalità neonatale sono mediamente ancora tra i migliori al mondo, grazie anche all’impegno rilevante di neonatologi e infermieri), se non troveremo rapidamente dei correttivi di sistema”. Il Prof. Fabio Mosca, Direttore del più grande Reparto di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale italiana (Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – Clinica Mangiagalli), Professore Ordinario e Direttore della Scuola di Specialità in Pediatria dell’Università degli Studi di Milano, punta con decisione i riflettori sull’attuale Rete dei Punti Nascita e delle Terapie Intensive Neonatali (TIN) “che non risponde più, al Nord, al Centro e al Sud del Paese, al mutare delle esigenze e alla oggettiva disponibilità di risorse”. Secondo il Prof. Mosca “bisogna ripensare in parte il modello assistenziale delle cure al neonato, affrontando anche il problema del carente sostegno offerto alle famiglie dopo la dimissione, fornendo una adeguata assistenza domiciliare ai neonati con patologia cronica”. La SIN intende essere sempre più punto di riferimento per i genitori, promuovendo modalità di comunicazione privilegiate con le famiglie e con le Associazioni di Volontariato.Diversi e tutti impegnativi gli obiettivi definiti nel programma del neo-presidente e del nuovo Consiglio Direttivo. “Verrà rivolta particolare attenzione anche alla formazione continua di medici e infermieri, alla revisione degli standard organizzativi dell’assistenza perinatale, alla redazione delle linee guida, alla sicurezza delle cure e alla gestione del rischio clinico”. Fondamentale per il raggiungimento di questi obiettivi un nuovo rapporto tra il mondo scientifico e le Istituzioni nazionali e locali, per creare delle proficue relazioni, rispettose dei reciproci ruoli, offrendo ai decisori dati e conoscenze fondati sull’utilizzo di una metodologia scientifica rigorosa, indispensabili per orientare strategie e scelte basate sulle evidenze e non sulle opinioni.“Abbiamo di fronte un triennio di sfide e duro lavoro – ha concluso il prof. Mosca – un triennio che condurremo senza risparmiarci e nel segno di un concetto che sarà da guida di ogni azione della SIN durante il mio mandato: IL NEONATO AL CENTRO DEL FUTURO”.
Fabio Mosca porterà avanti il programma per il triennio 2018-2021 con il nuovo Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea, che è composto da Piermichele Paolillo (Roma), Vicepresidente, Giovanna Mangili (Bergamo), Tesoriere e dai Consiglieri Carlo Dani (Firenze), Raffaele Falsaperla (Catania), Daniele Farina (Torino), Paola Lago (Treviso), Fabrizio Sandri (Bologna) e Giovanni Vento (Roma). (foto copyright sin)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Presidente Tajani conclude la visita ufficiale in Portogallo

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

Lisbona. “Il Portogallo ha sempre avuto un ruolo centrale nella storia europea. Sono felice che possiamo contare sul sostegno di una nazione il cui popolo si è sempre impegnato nel progetto europeo. “Benché saldamente ancorato all’Europa, il Portogallo si affaccia sull’Atlantico e sul resto del mondo. Conto sul fatto che il Portogallo avrà un ruolo centrale nella creazione di relazioni più solide dell’Ue con l’Africa e il Mercosur. Una solida diplomazia politica ed economica è essenziale se vogliamo gestire con successo la crisi migratoria”, ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, concludendo la sua visita ufficiale in Portogallo questo venerdì.
Il Presidente Tajani ha incontrato il Presidente della Repubblica, Marcelo Rebelo de Sousa; il Presidente dell’Assemblea della Repubblica, Eduardo Ferro Rodrigues; e il Primo Ministro, António Costa:“Il popolo portoghese ha superato grandi sfide nel corso della crisi economica e merita il massimo apprezzamento. Gli ultimi dati economici del Paese costituiscono un buon esempio di come l’impegno per le riforme possa dare i suoi frutti. In effetti, sono felice che i sondaggi indichino che oltre i tre quarti dei cittadini portoghesi ritengono che il loro Paese tragga beneficio dall’essere un membro dell’Unione europea. La solidarietà in azione è l’essenza dell’Unione Europea”.
Il Presidente ha incontrato un gruppo di giovani ricercatori che lavorano al MOnarCH, un progetto di robotica sociale finanziato dall’Ue, e alcuni cittadini portoghesi: “La libertà e la pace non dovrebbero mai essere date per scontate. Difendendo i nostri valori comuni, le proteggeremo dalla retorica distruttiva dei sovranisti. Apprezzo il vostro impegno per il futuro dell’Europa, e conto sul contributo di ciascuno di voi al nostro progetto condiviso e collettivo”, ha detto il Presidente Tajani.Un esempio concreto di questo impegno è rappresentato dai vincitori dello Premio del cittadino europeo. “Il signor António Pinto Monteiro ha alle spalle più di quarant’anni di impegno sociale, mentre la Fundação Francisco Manuel dos Santos porta avanti un’opera di sensibilizzazione sull’Europa, stimolando l’impegno civico attivo. Apprezzo il loro inestimabile contributo alla promozione dell’integrazione e dei valori dell’Unione Europea”, ha aggiunto il Presidente Tajani. António Pinto Monteiro e la Fundação Francisco Manuel dos Santos hanno ricevuto il Premio del cittadino europeo per i loro eccellenti risultati e per il notevole impegno dimostrato nel diffondere i valori europei.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UNICEF Italia: Francesco Samengo eletto nuovo Presidente. Paolo Rozera confermato Direttore generale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 luglio 2018

Roma. L’UNICEF Italia ha un nuovo Presidente: è Francesco Samengo, eletto oggi dal nuovo Consiglio Direttivo, riunito per la prima volta a Roma, alla presenza del notaio Vincenzo Lino. Nella stessa riunione Paolo Rozera è stato riconfermato Direttore generale. Carmela Pace è stata nominata Vice Presidente del Comitato.
Il Nuovo Consiglio Direttivo dell’UNICEF Italia, nominato dall’Assemblea del Comitato lo scorso 7 giugno, è composto, oltre che dal Presidente Samengo e dalla Vice Presidente Pace, dai seguenti membri: Alberto Baban, Eleonora Baltolu, Brunello Cucinelli, Matteo De Mitri, Ginevra Elkann, Giovanni Malagò, Anna Miccoli, Carmela Pace, Claudia Sella, Patrizia Surace, Diego Vecchiato e Walter Veltroni.“Oggi, come ogni giorno, 7.000 neonati moriranno prima di compiere il loro primo mese di vita: è a loro che va il mio primo pensiero. Come UNICEF lavoreremo affinché ogni mamma e ogni bambino, soprattutto i più vulnerabili, ricevano assistenza sanitaria di qualità a prezzi accessibili”, ha detto il neo Presidente Samengo. “Lavoreremo anche per aiutare i 200 milioni di bambini colpiti nel 2017 da malnutrizione cronica e acuta. Il mio impegno, inoltre, sarà rivolto ad assicurare i diritti di tutti i bambini che vivono in Italia, molti dei quali ho incontrato in decenni di appassionato impegno come volontario. Tenendo come riferimento la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, vogliamo costruire un mondo più a ‘misura di bambina e di bambino’. Un particolare ringraziamento va a Giacomo Guerrera, che ha guidato con saggezza e lungimiranza l’organizzazione negli ultimi 6 anni, e che continuerà a servire come Past President”, ha concluso Samengo.
Francesco Samengo è volontario UNICEF da oltre venti anni; già componente del Consiglio Direttivo, dal 2001 ha ricoperto la carica di Presidente del Comitato Regionale Calabria per l’UNICEF, riuscendo a sviluppare ed incrementare molte attività e iniziative, tra cui: stipula di protocolli d’intesa con i due Tribunali per i minorenni dei distretti di Reggio Calabria e Catanzaro, gli accordi con le Prefetture provinciali, le intese con le Università della Calabria e Mediterranea di Reggio Calabria, le convenzioni stipulate con il Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, con vari Ordini professionali, con l’Ufficio Scolastico regionale, con il CONI.Francesco Samengo è nato a Cassano Jonio (CS), ma vive a Roma da molti anni. Laureato in Economia e Commercio, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e dei Revisori Contabili, ha ricoperto importanti ruoli manageriali ed apicali in numerose aziende pubbliche.
Il Presidente Francesco Samengo – insieme con tutti i membri del Consiglio Direttivo – rimarrà in carica per i prossimi 4 anni.

Posted in recensione, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Professor Sergio Amadori è il nuovo Presidente Nazionale dell’AIL

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

L’Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma ha un nuovo presidente. L’illustre ematologo è stato eletto all’unanimità nel corso dell’ultima assemblea dei soci e riceve il testimone dal Professor Franco Mandelli, che ha guidato l’Associazione per molti anni e che ora è Presidente Onorario.Il Prof. Sergio Amadori si è formato alla storica scuola di Ematologia di Franco Mandelli, presso il Policlinico Umberto I, Università Sapienza di Roma, dove si sono specializzati alcuni tra i più importanti esperti in Italia. Dopo una doppia specializzazione, in Ematologia e Pediatria, e un’esperienza negli Stati Uniti, Sergio Amadori inizia una carriera ricca di incarichi di prim’ordine. Prima diventa docente universitario presso l’Università Sapienza di Roma e poi dirige due importanti divisioni di Ematologia della capitale: nel 1994 diventa Direttore della Unità Operativa Complessa di Ematologia dell’Ospedale S. Eugenio e nel 2005 passa alla direzione della Unità Operativa Complessa di Ematologia del Policlinico Università Tor Vergata, Ateneo che lo ha nominato anche professore onorario.
Il Prof. Amadori ha all’attivo oltre 300 pubblicazioni su argomenti di Ematologia generale e neoplastica ed ha ricoperto incarichi dirigenziali anche nell’ambito di importanti organismi scientifici: dal 2003 al 2005 è Chairman dell’EORTC Leukemia Group, dal 2004 al 2009 è Presidente della SIE, Società Italiana di Ematologia e dal 2004 ad oggi è Chairman dell’Acute Leukemia Working Party del GIMEMA, Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto .
L’incontro con AIL ha segnato un passaggio importante nella vita personale e professionale di
Sergio Amadori che è stato consigliere d’amministrazione e poi Vice Presidente dell’Associazione per diversi anni.“Sono orgoglioso di raccogliere l’importante eredità di impegno sociale e solidale
del Prof. Mandelli – ha dichiarato il neo presidente– persona che ha contribuito in modo decisivo allo sviluppo del terzo settore in Italia e con cui continuerò a collaborare. Il mio scopo ora è coordinare e armonizzare le scelte e i progetti dell’AIL, ampliando e rafforzando le attività dell’Associazione: il sostegno alla ricerca scientifica, l’assistenza domiciliare, le case alloggio e il supporto ai reparti di ematologia del Paese. In questa mia nuova avventura avrò accanto dei preziosi alleati, i migliaia di volontari che sono i veri protagonisti della nostra organizzazione”.
L’AIL, costituita a Roma l’8/04/1969 opera sul territorio nazionale grazie all’attività di 81 Sezioni provinciali che collaborano in stretto rapporto con i Centri di Ematologia. Il ruolo fondamentale dell’AIL è l’attività svolta in collaborazione con le strutture pubbliche, sia universitarie che ospedaliere, a favore dei malati. L’organizzazione si basa sull’autonomia delle singole sedi provinciali e sul principio che i fondi siano spesi, nel più limpido dei modi, là dove sono raccolti e per gli obiettivi che di volta in volta vengono proposti: ricerca scientifica, assistenza sanitaria, formazione del personale.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al M5S la Commissione Antimafia, Monica Forte eletta Presidente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 maggio 2018

La consigliera regionale del M5S Lombardia Monica Forte è stata eletta Presidente della Commissione speciale Antimafia di Regione Lombardia. Forte commenta: “E’ una scelta che premia il grande lavoro del Movimento negli ultimi cinque anni in Commissione Antimafia in particolare modo sulla legge regionale approvata nel 2015.
E’ una commissione che lavorerà sodo, non solo sulla prevenzione delle infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici, ma anche su trasparenza, anticorruzione e diffusione della cultura della legalità, quattro fra i pilastri della proposta politica del M5S. Giudico molto positiva l’esperienza del passato. Va riproposta la collaborazione con le scuole e le sedute esterne della Commissione sul territorio. L’obiettivo però è implementare il lavoro di elaborazione di risoluzioni e atti di indirizzo politico alla Giunta, insieme al controllo delle attività del Consiglio e del bilancio regionale e a rapporti più stretti con le Prefetture e le Forze dell’Ordine. L’impegno per il contrasto a mafie e corruzione non è mai sufficiente e a tale scopo vogliamo aumentare le audizioni in Commissione di esperti e persone in prima linea nella lotta alle mafie per arricchire il nostro bagaglio di conoscenze e confrontarci sugli strumenti e le strategie da mettere in campo.Corruzione e mafia sono fenomeni estirpabili. Dobbiamo reagire, il malaffare ha un costo elevatissimo che ricade sulle tasche dei cittadini e si traduce in una riduzione dei servizi pubblici. Il lavoro della Commissione può fare la differenza”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delegazione congiunta di tutto il centrodestra al prossimo colloquio col Presidente

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

«Ringrazio Salvini per aver accettato la proposta di Fratelli d’Italia: presentarsi insieme agli alleati alle prossime consultazioni con il Presidente Mattarella. La coalizione di centrodestra ha vinto le elezioni. Dunque se si intende rispettare la volontà popolare spetta al centrodestra l’incarico di formare il governo». Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Le fa eco la Russa: “Trovo buona la scelta di Matteo Salvini di accettare e rilanciare la proposta che Giorgia Meloni aveva già annunciato all’uscita dalle consultazioni con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e cioè, di volere una delegazione congiunta di tutto il centrodestra al prossimo colloquio col Presidente. Questo è senz’altro il modo migliore per mostrare plasticamente chi ha vinto le elezioni e rafforzare l’unità della coalizione sul programma e sulle prospettive di governo”. Lo dichiara Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato. Ed è notizia di qualche ora fa: L’idea è condivisa anche da Berlusconi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paolo Biasci è il nuovo Presidente Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

L’elezione è avvenuta ieri durante il 44° Congresso Sindacale Nazionale della Federazione. Classe 1955, nato a Livorno dove svolge la professione di pediatra di libera scelta, il dott. Biasci è stato Vice Presidente della FIMP e subentra al dott. Giampietro Chiamenti. “E’ un grandissimo onore poter dirigere per i prossimi anni una così prestigiosa Federazione che rappresenta la grande maggioranza dei pediatri di famiglia italiani – afferma il neo-eletto Paolo Biasci -. Le parole d’ordine della mia presidenza saranno ammodernamento e riorganizzazione: la nostra è, infatti, una professione che deve continuamente rinnovarsi per poter rispondere ai sempre più complessi bisogni di salute della popolazione pediatrica e adeguarsi alle frequenti novità legislative. Tre sono i principali temi sui quali dobbiamo lavorare nei prossimi mesi: interventi di prevenzione nei primi 1.000 giorni di vita sui quali abbiamo già avviato una prolifica collaborazione con le istituzioni sanitarie nazionali che intendiamo rafforzare; attività preventiva e assistenziale ai pazienti con patologia cronica, tra i quali l’obesità rappresenta un fattore di rischio in forte crescita; impegno sulle vaccinazioni, anche se diversificato nelle varie Regioni, per risolvere le criticità che stanno emergendo nel raggiungimento e nel mantenimento di una efficace copertura vaccinale della popolazione. Vogliamo rilanciare le numerose attività scientifiche finora avviate anche attraverso una più stretta cooperazione con altre Società e Associazioni mediche”. “Dal punto di vista sindacale – prosegue Paolo Biasci – il mio impegno sarà concentrato sul giungere il prima possibile ad un rinnovo dell’Accordo Collettivo Nazionale. Nelle scorse settimane abbiamo firmato una pre-intesa e siamo fiduciosi di riuscire a concludere positivamente le trattative in corso anche per la parte normativa”. “Per raggiungere tutti questi importanti obiettivi punteremo molto sulla formazione e sul coinvolgimento delle nuove leve della FIMP che la FIMP si impegna a formare” conclude il neo-presidente Biasci.
Il dott. Paolo Biasci avrà al suo fianco, nei rinnovati vertici della FIMP: Luigi Nigri e Antonio D’Avino (Vice Presidenti), Domenico Careddu (Segretario Nazionale all’Organizzazione), Paolo Felice (Vice Segretario Nazionale all’Organizzazione) Costantino Gobbi (Segretario Nazionale alla Tesoreria) Martino Barretta (Vice Segretario Nazionale alla Tesoreria) Mattia Doria (Segretario Nazionale alle attività Scientifiche), Luciano Antonio Basile (Segretario Nazionale alle attività Previdenziali e Assicurative) e Valdo Flori (Segretario del Presidente).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il “Governo del presidente” ci ha già fatto pagare 3miliardi in più sulle bollette

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 gennaio 2018

quirinaleDi Davide Crippa. Le nostre bollette sono state utilizzate come un bancomat a flusso continuo: in sette anni, Berlusconi e il Pd, hanno caricato sui nostri bilanci familiari 3 miliardi di euro per finanziare le più disparate voci di spesa e più della metà sono stati depredati dai governi Berlusconi. Per l’esattezza il centro destra ha finanziato così, prelevando dalle nostre tasche, le leggi finanziarie del 2005 e del 2006, i provvedimenti per il contenimento della spesa nel 2010 per un totale di un miliardo, 450 milioni e 728 mila euro. Sì, li abbiamo pagati noi, con le bollette. Ma non finisce qui. Il partito di Berlusconi ha votato favorevolmente ai prelievi decisi dal governo Monti. Non rendendocene conto, abbiamo dato soldi per la spending review del 2012, il decreto carceri del 2011, gli aiuti per l’Alcoa, Eurallumina, Portovesme (2011) e abbiamo pagato di tasca nostra, con 500 milioni, anche le sbandierate misure per la crescita del paese volute da Monti e votate da tutti gli altri (Pdl, Pd, Udc). A conti fatti si deve alla compagine di Berlusconi quasi 2 miliardi di euro di aggravio in bolletta. Una batosta di cui magari non ci rendiamo conto mese per mese, ma tirare le somme fa venire i brividi. Anche il Pd ha fatto la sua parte: Letta con il decreto Imu (votato anche dal Pdl) e il governo Renzi con la spending review dà 196 milioni (a spese nostre), gli aiuti all’Ilva e la legge di stabilità del 2015. Promettono, annunciano e prelevano. Tanto il portafogli è il nostro. Ecco cosa ci aspetta col “governo del Presidente” frutto dell’inciucio fra Pd e Forza Italia. (fonte: movimento 5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bancopoli: il caso Boschi e i vergognosi servizi dei TG Rai

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

Roberto-Ficodi Roberto Fico, presidente Vigilanza Rai. Quello che succede in queste ore in Rai è particolarmente grave, perché mette in chiaro che il Servizio pubblico radio-televisivo è sotto scacco della forza politica che ha indicato il direttore generale. Lo stesso dg che poi ha indicato o confermato i direttori dei telegiornali e i conduttori dei programmi televisivi. I punti critici di questa situazione erano stati sottolineati dal MoVimento 5 Stelle diversi mesi fa, in particolare quando la legge Gasparri era stata soppiantata da una Gasparri-bis, questa volta a marchio Pd. Considero molto grave il modo in cui i tg del servizio pubblico hanno raccontato ieri la vicenda di Bancopoli a seguito dell’audizione dell’ex ad di Unicredit Federico Ghizzoni, in commissione d’inchiesta sulle banche.
Il Tg1 ha preferito dedicare più spazio a un albero e relegare a una manciata di secondi il punto di vista delle opposizioni sull’operato di Maria Elena Boschi, mentre gli attacchi di Berlusconi al Movimento 5 Stelle hanno ricevuto titoli ad hoc e un intero servizio, senza repliche.
Il Tg2, invece, ha parlato di Marco Carrai come di un “imprenditore” qualunque senza citare il suo legame con Renzi e Boschi, chiudendo l’unico servizio politico con un attacco di Berlusconi al Movimento 5 Stelle, anche qui senza alcuna replica. Eppure ieri Luigi Di Maio aveva attaccato proprio il centrodestra per la copertura politica fornita a Maria Elena Boschi quando non ne votò in Parlamento la sfiducia.
Infine il Tg3 non ha accennato alle critiche delle altre forze di opposizione su Bancopoli. Peraltro, tutti i quotidiani oggi dedicano le prime pagine alle notizie su cui molti tg ieri hanno sorvolato.
Quanto accaduto è ancor più grave dal momento che mancano pochi giorni all’avvio ufficiale della cosiddetta par condicio, ma in realtà già ci troviamo nella delicata fase di pre-campagna elettorale. Le pressioni da parte di esponenti del Partito democratico sono spesso anche palesi, con inviti intimidatori a correggere il tiro oppure a invitare un ospite al posto di un altro Il timore è che l’attuale direttore generale della Rai stia tutelando quella maggioranza che lo ha scelto come figura chiave di Viale Mazzini. Il suo rischia di essere un ruolo da commissario politico.In questo contesto ricordiamo sempre che il leader del centrodestra possiede ben quattro reti televisive. Questo non è un contesto da Paese democratico, bensì da Repubblica commissariata. Il pericolo per il regolare svolgimento delle prossime elezioni è questo, mentre alcuni commentatori credono il problema siano le fake news di una manciata di pagine Facebook da qualche migliaia di like. I telegiornali sotto controllo di Renzi e Berlusconi raggiungono invece ogni sera quasi venti milioni di persone. E’ esattamente per questo motivo che il MoVimento 5 Stelle al governo cambierà la legge sul conflitto d’interessi e quella sulla governance della Rai. L’Italia deve essere un Paese in cui il pluralismo è un elemento fondante della vita di ogni giorno, non un principio astratto. (fonte: blog5 stelle)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Patrizia Casagrande nuovo presidente FORM

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

orchestraPatrizia Casagrande è il nuovo presidente della Fondazione Orchestra Regionale delle Marche. Il Consiglio di Amministrazione ha assegnato le nuove cariche. Alla Casagrande si affianca come vicepresidente Emiliano Giaccaglia, entrambi sono stati individuati per la loro esperienza: Patrizia Casagrande Esposto è stata presidente della Provincia di Ancona e Commissario straordinario della stessa, quindi persona con riconosciuta competenza politica e amministrativa, mentre il maestro Emiliano Giaccaglia è pianista di chiara fama e direttore artistico della civica scuola di musica “Paolo Soprani” di Castelfidardo.
Il nuovo Consiglio risulta composto anche da Stefania Monteverde, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Macerata, Francesco Trasatti, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Fermo e Carlo Pesaresi, presidente del Consorzio Marche Spettacolo.
Tutti i componenti del CdA hanno ringraziato il presidente uscente Renato Pasqualetti per il lavoro svolto in questi anni e per i traguardi conseguiti. La FORM ha raggiunto, infatti, il pareggio di bilancio, grazie a una gestione oculata e trasparente delle risorse, ha creato un nucleo stabile dell’Orchestra dal 2014 con cui ha ottenuto un ottimo livello di qualità artistica. Ha offerto un importante contributo nella costruzione della Rete Lirica delle Marche e lo scorso giugno ha effettuato audizioni per professori d’orchestra. Tutti questi elementi caratterizzano l’impegno della Fondazione e la volontà di mettere in campo nuovi progetti, continuando e intensificando il confronto che negli anni si è avuto con la Regione Marche. Dopo le nomine, nella prossima riunione il CdA traccerà il nuovo programma operativo. (foto: orchestra)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scultura alta sette metri che ritrae il presidente Donald Trump

Posted by fidest press agency su domenica, 9 luglio 2017

scultura trumpAttivisti di Greenpeace hanno posizionato una scultura alta sette metri che ritrae il presidente Donald Trump su un pontone sul fiume Elba.La scultura ritrae il presidente statunitense come un bambino capriccioso con tanto di pannolino seduto sul pianeta Terra. Nelle mani tiene una copia stracciata dell’Accordo di Parigi, mentre sotto alla scultura si legge il messaggio “Time For a Change”. “Gli altri leader del G20 non possono aspettare che Trump cresca” dichiara Luca Iacoboni, responsabile campagna energia e clima di Greenpeace Italia. “I G19 devono mostrare ora che hanno deciso di abbandonare carbone, petrolio e gas, dando attuazione all’Accordo di Parigi”.
“La decisione di Trump di rinnegare l’Accordo di Parigi rende impossibile una forte dichiarazione congiunta del G20 sul clima. La Merkel non deve però sacrificare l’ambizione per raggiungere l’unità. Abbiamo bisogno di un impegno dei G19 sul clima che mostri l’intenzione di andare anche al di là quanto sottoscritto a Parigi da 195 Paesi” dichiara Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International. “Questo è il momento di mostrare solidarietà con le persone di tutto il mondo, inclusi sindaci, governatori e amministratori delegati statunitensi che sono impegnati contro i cambiamenti climatici, dimostrando che la trasformazione verso un’economia a zero emissioni è irreversibile così come l’Accordo di Parigi”. (foto: scultura trump)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricardo Franco Levi è il nuovo presidente dell’Associazione Italiana Editori

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 giugno 2017

ricardo franco leviL’AIE è l’associazione di categoria degli editori che pubblicano libri, riviste scientifiche e prodotti dell’editoria digitale. Lo ha eletto l’assemblea, riunita a Milano. Sessantotto anni, nato a Montevideo (Uruguay), giornalista professionista, Levi ha intrecciato alla carriera nei principali quotidiani italiani (“Il Corriere della Sera” di cui è tutt’ora editorialista, “Il Sole 24 ore”, “Il Messaggero”, “La Stampa”, “L’Indipendente”) un impegno nelle istituzioni in Italia e in Europa. Portavoce del Presidente del Consiglio dei ministri dal 1997 al 1998; portavoce, direttore dell’Ufficio Stampa e del Gruppo dei consiglieri politici della Commissione Europea dal 2004 al 2009; sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria e all’informazione dal 2006 al 2008. Dal 2006 al 2012 membro della Camera dei Deputati, componente della Commissione Cultura, primo firmatario e relatore della Legge sul Prezzo del Libro Legge Levi).Succede a Federico Motta e guiderà AIE per il prossimo biennio: “Ciò che desidero – ha commentato il neopresidente Levi – è impegnare la nostra Associazione in una battaglia di civiltà per un’Italia più istruita, più colta, più aperta. Dobbiamo mirare ad imporre il tema dell’istruzione, della conoscenza come una questione di primario e decisivo rilievo nazionale. È una sfida che non potremo né affrontare né, men che meno, vincere da soli. Sotto questa bandiera, nella cornice di questo impegno potranno tanto crearsi le condizioni per un allargamento del mercato del libro che giovi all’editoria nazionale tutta intera quanto trovare una più efficace tutela e più facili ragioni di composizione i particolari interessi delle diverse categorie e componenti della nostra associazione”.
L’assemblea ha eletto inoltre i presidenti dei gruppi (che ricoprono anche la carica di vicepresidenti dell’AIE) in cui è strutturata l’Associazione: Alessandro Monti (Feltrinelli) presidente del gruppo Editoria di varia, Andrea Angiolini (Il Mulino) presidente del gruppo Accademico professionale, Giorgio Palumbo (Palumbo Editore) presidente del gruppo Educativo e Diego Guida (Guida Editori) presidente del gruppo Piccoli editori.L’AIE ha tra i suoi compiti quelli di tutelare gli editori e favorirne la crescita professionale, di promuovere iniziative che siano un contributo alla diffusione del libro, della lettura, del diritto d’autore e della cultura italiana in Italia e nel mondo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maniele Tasca nuovo Presidente di EMD

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

maniele tascaManiele Tasca, membro del Consiglio di Amministrazione di ESD Italia e Direttore Generale di Selex, è il nuovo Presidente di EMD. Tasca prende il posto di Jaime Rodriguez Bertiz, Presidente di Euromadi Spagna, che ha guidato con successo EMD negli ultimi due anni, rafforzando la leadership della Centrale in Europa. Maniele Tasca, classe 1968, è stato eletto nel corso dell’Assemblea dei Soci tenutasi a Zurigo lo scorso 8 giugno in qualità di rappresentante di ESD Italia, Centrale di Acquisto e Marketing costituita nel 2001 e formata da cinque Soci: Acqua & Sapone, Agorà Network, Aspiag Service, Selex Gruppo Commerciale e Sun. ESD Italia è leader in Italia con una rete distributiva di 5.390 punti di vendita e una quota di mercato del 22%. A nome di tutti i membri di EMD, Tasca ha espresso sentiti ringraziamenti al Presidente uscente Jaime Rodriguez Bertiz per la sua eccellente guida e il significativo contributo alla crescita della Centrale. Negli ultimi due anni, infatti, EMD ha registrato un continuo sviluppo. Nel 2016 è entrato a far parte della Centrale europea Asda, uno dei principali retailer del Regno Unito, di proprietà dell’americana Wal-Mart. Quasi contemporaneamente, il distributore tedesco Kaufland ha stretto una partnership con EMD per l’acquisto di prodotti di marca per i suoi punti di vendita in Europa orientale. Lo stesso ha fatto, nel 2017, Globus, specialista tedesco degli ipermercati. Inoltre, il colosso Woolworths Australia ha avviato una collaborazione per integrare i propri acquisti in Europa con quelli di EMD. “EMD offre crescenti opportunità ai propri fornitori di incrementare il loro business con distributori leader a livello europeo – ha osservato Tasca – La crescita del numero di partner fornitori in questi anni dimostra che il nostro business model è molto apprezzato”.(foto: maniele tasca)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sabine Greulich è il nuovo Presidente di Boehringer Ingelheim Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 giugno 2017

Sabine GreulichMilano. A partire dal 15 giugno, Sabine Greulich è il nuovo Presidente di Boehringer Ingelheim Italia, multinazionale tra le prime 20 aziende farmaceutiche al mondo, mantenendo anche la carica di Head of Business Unit Human Pharma. Succede a Anna Maria Porrini, alla guida dell’azienda dal 1° gennaio 2014.
Nata a Heidelberg, in Germania, e laureatasi in medicina con una tesi in oncologia presso la storica Università Ruprecht Karl, Sabine Greulich ha iniziato la sua carriera svolgendo attività ospedaliera e ambulatoriale. Anni che definisce fondamentali per la sua crescita e formazione personale.Dopo un periodo di esercizio della professione, lascia l’attività di medico per entrare nel Sistema Sanitario Nazionale tedesco, occupandosi di contenuti scientifici e temi assicurativi. Grazie a questa esperienza, entra successivamente in Eli Lilly and Company. Presso la sede tedesca della multinazionale ha modo di rapportarsi con diversi settori tra cui il marketing, le vendite e il market access, occupandosi di prodotti e patologie in ambito oncologico, diabete e Sistema Nervoso Centrale (CNS). Dopo dieci anni, diventa Responsabile Commerciale Europa di un’azienda Biotech, per occuparsi principalmente del lancio di un nuovo anticorpo monoclonale sul mercato Europeo; un’esperienza che le ha permesso di entrare in contatto anche con l’Italia e la sua realtà. Nel 2010 viene chiamata in Boehringer Ingelheim, in Germania, con il delicato compito di guidare la Business Unit Specialty Care, seguendo il lancio di tre farmaci oncologici e per le malattie rare.Nel maggio 2015 Sabine Greulich arriva a Milano per assumere il ruolo di Head of Business Unit Human Pharma di Boehringer Ingelheim Italia e ora anche la carica di Presidente dell’azienda.
Boehringer Ingelheim produce farmaci innovativi per l’uomo e gli animali: per questo è conosciuta, da oltre 130 anni Boehringer Ingelheim, azienda fortemente guidata dalla ricerca. Boehringer Ingelheim, di proprietà familiare, è tra le 20 aziende leader nel settore a livello mondiale. Ogni giorno, circa 50.000 collaboratori creano valore attraverso l’innovazione nelle tre aree di business: farmaci per uso umano, settore veterinario e nella produzione biofarmaceutica conto terzi. Nel 2016, i ricavi delle vendite del gruppo Boehringer Ingelheim ammontavano a circa 15,9 miliardi di euro. L’azienda ha investito più di tre miliardi di euro, pari al 19,6% dell’intero fatturato, in Ricerca e nello Sviluppo.La responsabilità sociale è un elemento innato per Boehringer Ingelheim. A questo proposito, l’azienda è impegnata nel sociale, con progetti come l’iniziativa “Making More Health”. Inoltre, il gruppo Boehringer Ingelheim promuove attivamente il tema della Diversity in azienda, traendo beneficio dalle esperienze e dalle differenti competenze di ciascun collaboratore. La tutela e la sostenibilità ambientale sono al centro di ogni attività aziendale. (foto: Sabine Greulich)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seduta solenne del Presidente dell’Austria, Alexander Van der Bellen

Posted by fidest press agency su domenica, 12 febbraio 2017

viennaIl neoeletto Presidente austriaco, Alexander Van der Bellen, si rivolgerà ai deputati in seduta solenne martedì a mezzogiorno. Si tratta del suo primo viaggio ufficiale all’estero. L’ex leader del partito dei Verdi, Alexander Van der Bellen, di 73 anni, si è presentato come candidato indipendente e, al primo turno, si è piazzato al secondo posto su sei candidati, prima di vincere al secondo turno contro Norbert Hofer, membro del Partito della Libertà austriaco, il 4 dicembre. Van der Bellen è nato in Austria da genitori russi ed estoni, rifugiati dello stalinismo. Prima di entrare in politica nazionale era professore di economia presso l’Università di Vienna. Controlli obbligatori alle frontiere esterne dell’UE: votazione finale Il progetto di regolamento che sarà votato giovedì prevede che tutti i cittadini comunitari e di Paesi terzi che entrano o escono dall’UE debbano essere controllati con l’ausilio di database, ad esempio quelli relativi ai documenti smarriti o rubati.Tale regolamento, già informalmente concordato con il Consiglio, chiederebbe inoltre agli Stati membri di controllare che i viaggiatori non rappresentino una minaccia per l’ordine pubblico e la sicurezza interna. La proposta di regolamento, che modifica il Codice frontiere Schengen (SBC), è stato presentato dalla Commissione europea nel dicembre 2015. Si tratta di una delle risposte dell’UE alle minacce terroristiche in Europa e, in particolare, al fenomeno dei “combattenti stranieri” che cercano di unirsi a gruppi terroristici quali Daesh in Siria e in Iraq.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

F5 Networks nomina François Locoh-Donou nuovo Presidente e CEO

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 febbraio 2017

Locoh-Donou.pngLocoh-Donou succede all’attuale Presidente e CEO, John McAdam, che rimarrà nel Board of Directors fino al 3 aprile 2017, data in cui andrà in pensione. McAdam è entrato in F5 nel 2000 e lascia un’azienda da 2 miliardi di dollari di fatturato, con 49 delle aziende Fortune 50 fra i clienti e numerosi riconoscimenti da parte del mercato.”Sono onorato di assumere il ruolo CEO di F5″, ha detto Locoh-Donou. “Ho ammirato la gestione dei valori e della visione della società da parte di John e mi impegnerò per far crescere le persone di F5 e per ampliare le partnership della società e l’offerta di prodotti e servizi, in risposta alla crescente domanda di cloud e sicurezza da parte dei clienti di F5.” Locoh-Donou è stato Senior Vice President e Chief Operating Officer di Ciena. Prima di assumere questa carica, ha ricoperto posizioni di crescente responsabilità nella stessa azienda: è stato Senior Vice President Global Products Group; Vice President e General Manager, EMEA; Vice President, International Sales e Vice President, Marketing. Prima di Ciena, Locoh- Donou si è occupato di Ricerca e Sviluppo in Photonetics, una società di opto-elettronica francese.“François ha un’esperienza multidisciplinare e multinazionale, che va dallo sviluppo del prodotto alle operazioni di vendita”, ha detto McAdam. “La sua esperienza in Ciena dimostra una lungimiranza e una leadership nell’adattarsi all’evoluzione del mercato significative, senza compromettere il patrimonio tecnico della società e la sua cultura organizzativa.” Locoh-Donou è anche nell’advisory board di Jhpiego, un’organizzazione non-profit globale della filiale della Johns Hopkins University dedicata a fornire assistenza sanitaria alle donne e alle loro famiglie nei Paesi in via di sviluppo. Ha conseguito lauree in ingegneria presso l’Ecole Centrale de Marseille e Telecom ParisTech in Francia e un MBA alla Stanford Graduate School of Business. (foto: Locoh-Donou)

Posted in Estero/world news, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonio Tajani eletto Presidente del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

Portrait of Antonio TajaniAntonio Tajani (PPE, IT) ha vinto le elezioni presidenziali del Parlamento con 351 voti in seguito al ballottaggio con Gianni Pittella (S&D, IT), che ha ottenuto 282 voti.
Risultati del quarto scrutinio
Antonio Tajani (PPE, IT) 351
Gianni Pittella (S&D, IT) 282
Voti validi espressi: 633
Astensioni: 80
Totale voti espressi: 713
Nessun candidato aveva ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi espressi, necessaria per essere eletti prima del quarto turno, nei primi tre turni di voto delle elezioni presidenziali del Parlamento.
Risultati del terzo scrutinio
Antonio Tajani (EPP, IT) 291 (+4)
Gianni Pittella (S&D, IT) 199 (-1)
Helga Stevens (ECR, BE) 58 (-8)
Jean Lambert (Greens/EFA, UK) 53 (+2)
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 45 (+3)
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 44 (-1)
Voti validi espressi nel secondo scrutinio: 690
Voti totali: 719
Risultati del secondo scrutinio
Antonio Tajani (EPP, IT) 287 (+13)
Gianni Pittella (S&D, IT) 200 (+ 17)
Helga Stevens (ECR, BE) 66 (-11)
Jean Lambert (Greens/EFA, UK) 51 (-5)
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 45 (+2)
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 42 (-8)
Voti validi espressi nel secondo scrutinio: 691
Voti totali: 725
Risultati del primo scrutinio
Antonio Tajani (PPE, IT) 274
Gianni Pittella (S&D, IT) 183
Helga Stevens (ECR, BE) 77
Jean Lambert (Verdi/ALE, UK) 56
Eleonora Forenza (GUE/NGL, IT) 50
Laurentiu Rebega (ENF, RO) 43
Voti validi espressi nel primo scrutinio: 683
Voti totali: 718
Il voto è segreto e può essere espresso nei quattro turni. I candidati possono ritirarsi e quelli nuovi possono partecipare alla competizione prima del secondo e del terzo scrutinio. Il quarto turno di votazione inizierà alle 20:00.Se nessun candidato raggiunge la maggioranza assoluta dei voti validi espressi nei primi tre scrutini, i due candidati che hanno ricevuto più voti al terzo turno passeranno al quarto scrutinio, dove il Presidente sarà eletto a maggioranza semplice.
L’elezione di un nuovo Presidente del Parlamento europeo è iniziata con gli interventi di tre minuti dei sei candidati, che hanno espresso le loro idee su come presiederanno l’Aula nel corso dei prossimi due anni e mezzo. Guy Verhofstadt (ALDE) ha ritirato la sua candidatura prima del voto. I deputati hanno poi proceduto ad esprimere il proprio voto al primo turno.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »