Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 19

Posts Tagged ‘presidente’

Roberta Metsola eletta nuova Presidente del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Stamani i deputati hanno eletto Roberta Metsola (PPE, MT) Presidente del Parlamento europeo fino al 2024, con 458 voti al primo turno su 690 (voti necessari 309). Roberta Metsola è stata eletta al primo turno di votazione, in cui ha ricevuto una maggioranza di 458 voti su 616 voti validi, fra tre candidati presenti. All’inizio della giornata, Kosma Złotowski (ECR, PL) aveva ritirato la sua candidatura. La Presidente Metsola guiderà il Parlamento nella seconda metà dell’attuale legislatura, fino alla costituzione di un nuovo Parlamento dopo le elezioni europee del 2024. Nata a Malta nel 1979, Roberta Metsola è deputata europea dal 2013. È stata eletta primo vicepresidente nel novembre 2020 ed è stata Presidente ad interim dopo la scomparsa del Presidente Sassoli, l’11 gennaio. Sarà la terza donna Presidente del Parlamento europeo, dopo Simone Veil (1979-1982) e Nicole Fontaine (1999-2002).Rivolgendosi ai deputati subito dopo la sua elezione, la Presidente Metsola ha dichiarato: “La prima cosa che vorrei fare come Presidente è pensare all’eredità di David Sassoli: era un combattente, ha lottato per l’Europa e per noi, per questo Parlamento. […] Onorerò David Sassoli come Presidente difendendo sempre l’Europa, i nostri valori comuni di democrazia, dignità, giustizia, solidarietà, uguaglianza, Stato di diritto e diritti fondamentali”.“Voglio che la gente recuperi un senso di fiducia e di entusiasmo per il nostro progetto. […] Cari europei, nei prossimi anni, le persone in tutta Europa guarderanno alla nostra istituzione per la leadership e la direzione, mentre altri continueranno a testare i limiti dei nostri valori democratici e dei principi europei. Dobbiamo lottare contro la narrativa anti-UE che si diffonde così facilmente e così rapidamente. La disinformazione e la cattiva informazione, amplificate ulteriormente durante la pandemia, alimentano il facile cinismo e le soluzioni a buon mercato di nazionalismo, autoritarismo, protezionismo, isolazionismo”. “Queste sono delle false illusioni che non offrono soluzioni. L’Europa è esattamente il contrario. Rappresenta tutti noi che ci difendiamo l’un l’altro, che avviciniamo i nostri popoli. Si tratta di difendere i principi dei nostri padri e madri fondatori, che ci hanno portato dalle ceneri della guerra e dell’olocausto alla pace, alla speranza e alla prosperità. […] Ventidue anni fa, Nicole Fontaine è stata eletta, 20 anni dopo Simone Veil. Non passeranno altri due decenni prima che la prossima donna sia qui”, ha concluso.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

“Gli anziani europei sono profondamente addolorati per la scomparsa del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, che sarà sempre ricordato per il suo impegno limpido e generoso specialmente a sostegno dei cittadini europei più fragili.” Lo dichiara Roberto Messina, Presidente di Senior International Health Association. “Vogliamo ricordare il Presidente e amico Sassoli con le sue parole, ovvero con l’auspicio che le Istituzioni europee continuino a promuovere, come da lui richiesto, quei ‘cambiamenti coraggiosi e massicci che coinvolgano la nostra società e che mostrino uno spirito di rinnovata solidarietà intergenerazionale, tanto a sostegno dei giovani, quanto a protezione degli anziani’. Alla sua famiglia va il nostro più affettuoso pensiero”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mario Tassone: l’elezione del Presidente della Repubblica!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

Tutti gli appuntamenti istituzionali rilevanti non sono agevoli ma comprensibilmente problematici. Ogni elezione del presidente della Repubblica, in particolare, è stata sempre vissuta con affanno anche quelle risoltesi nella prima votazione (Cossiga e Ciampi). Mai si era assistito all’ incertezza di oggi. Tante parole, tanti tatticismi nessun disegno, nessuna visione. Sembra una grande “riffa” in cui è in palio non la elezione della più alta magistratura dell’Italia ma il destino e le fortune di tanti personaggi. È la differenza rispetto al passato è questa. Infatti oggi tutto si complica, si aggroviglia in un crescendo di superficialità e di approssimazione culturale. Infatti la politica, i partiti e le energie di realtà rappresentative di interessi reali sono un ricordo di una vivacità oggi spenta. C’è la democrazia dei leader, dei capi che attraverso le leggi elettorali, non in sintonia con lo spirito costituzionale, hanno minato la centralità del Parlamento. E poi il grillismo (con la pace di tanti elettori ingannati) ha completato l’opera di smantellamento del Parlamento e delle istituzioni di democrazia rappresentativa, con un’azione eversiva e di linciaggio psicologico. C’è bisogno di un periodo di decantazione perché non si perdano definitivamente le condizioni per ricostruire. Questo può avvenire rieleggendo Mattarella che ha dimostrato capacità ed equilibrio nell’ inedito caos politico di questa legislatura e facendo completare il lavoro a Draghi. Oltre questo …. c’è un salto nel buio con i pericoli reali del tramonto definitivo delle garanzie costituzionali ! È in gioco non solo il nome del futuro presidente ma il futuro del Paese al bivio tra democrazia partecipata ed … altro!

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rampelli: Vorremmo un presidente presidenzialista

Posted by fidest press agency su domenica, 2 gennaio 2022

“La definizione di un presidente Patriota non è scontata. L’Europa continua a essere politicamente fragile, e di fronte alla Germania e alla Francia che difendono con forza i propri interessi, anche l’Italia deve farlo. Né atteggiamenti supini né ostilità preconcetta, vorremmo un Presidente che promuovesse l’interesse nazionale. E poi vorremmo un presidente-presidenzialista, che agevolasse cioè il parlamento nella non più rimandabile riforma costituzionale per l’elezione diretta del Capo dello Stato o del Capo del governo. Il passaggio alla democrazia diretta nella società dinamica e globale è urgente, per evitare che le decisioni importanti vengano prese da altri”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia su ‘L’aria che tira’. “Il primo atto che dovrebbe fare – ha aggiunto – è quello di sciogliere le Camere tornando alle elezioni per poter scegliere un Parlamento e un governo in sintonia con i sentimenti del popolo italiano. Bisogna porre fine all’era dei commissari esterni che in Italia sta andando avanti da troppo tempo sospendo di fatto la normalità democratica”.Interpellato sulla pulizia della Capitale ai tempi del nuovo sindaco Gualtieri, Rampelli precisa: “Roma è esattamente sporca e sudicia come ai tempi della sindaca Raggi. Ma sarebbe ingeneroso mettere in croce il sindaco Gualtieri che si è da poco insediato e che dovrà affrontare il tema complesso del ciclo dei rifiuti.Tuttavia, sulle azioni di raccolta e spazzamento, che lui aveva promesso di risolvere entro Natale – ha concluso Rampelli – doveva garantire quel miglioramento annunciato che invece non c’è stato. Il mio quartiere è una latrina, la periferia è sommersa di immondizia, il centro è in difficoltà. Occorre imparare a rispettare gli impegni che si prendono oppure a non illudere i romani”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“È arrivato il momento di avere una donna come Presidente della Repubblica”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 novembre 2021

Una donna competente, carismatica, capace di imporsi per le proprie doti e per i propri meriti. Fabiola Giannotti, direttrice generale del CERN di Ginevra, per esempio, avrebbe tutte le carte in regola”: così ha dichiarato l’astrofisica e accademica Amalia Ercoli Finzi, la prima donna in Italia a laurearsi in Ingegneria aeronautica, intervenuta stamattina sul palco di Focus Live, il festival del sapere, al MUST Leonardo da Vinci di Milano.“Mi danno fastidio le affermazioni che fanno certi direttori e premi Nobel quando dicono che le donne sono indietro. Sono affermazioni fortemente discriminatorie, che non farebbero neanche parlando delle bestie, ma lo fanno nei confronti delle donne. Al momento la grande maggioranza del settore della ricerca è rappresentata da uomini. Ma le donne hanno una marcia in più, un’intelligenza emotiva che, combinata con la logica, tiene conto di elementi spesso trascurati, per esempio la cura degli altri. Ma anche la capacità di gestire molte cose e persone insieme, che, in una società multiculturale come la nostra, aiuta a tenere insieme i problemi mantenendo la prospettiva”, ha concluso la scienziata, già consulente scientifico della NASA, dell’ASI e dell’ESA.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Marco Damilano: Il Presidente

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2021

Collana i Fari, pp. 224, 17 euro. In attesa della prossima elezione del successore di Mattarella a febbraio, un racconto indiscreto della nostra Repubblica attraverso retroscena, intrighi e congiure che negli anni hanno segnato la storia dei diversi presidenti dal dopoguerra a oggi. Timidi, estroversi, rispettosi dei limiti, interventisti: ogni presidente della Repubblica, nella diversità di carattere, è stato un monarca repubblicano, con la sua corte e i suoi intrighi. Ma all’inizio della storia repubblicana i presidenti che provarono ad allargare la loro sfera di azione, fino a essere tentati da avventure autoritarie, furono bloccati dai partiti. Mentre con lo svuotamento degli altri poteri, la Repubblica parlamentare prevista dalla Costituzione si è trasformata, senza passaggi formali, in una Repubblica presidenziale di fatto. Oggi il presidente è il garante del Paese, sul piano internazionale. All’incrocio tra la fragilità dello Stato e le richieste della società civile, il quasi miracoloso punto di unità in mezzo alla frantumazione. Per questo la scelta del prossimo presidente della Repubblica, nelle prime settimane del 2022, quando si concluderà il mandato di Sergio Mattarella, già da ora sta condizionando tutte le mosse dei principali attori politici e il muoversi delle influenze esterne. Per essere eletti alla carica più alta c’è una lunga corsa sotterranea che parte con anni di anticipo. Spesso i cavalli di razza vengono eliminati quando erano arrivati in vista del traguardo e spunta l’outsider non previsto da nessuno. La battaglia presidenziale è il palcoscenico su cui si muovono gli intrighi repubblicani, ben più della guida di un governo. Le elezioni del presidente nella storia sono state segnate, o precedute, da scandali orchestrati per eliminare i candidati, trattative segrete per condizionare il voto, interventi di poteri esterni (ieri la Chiesa e la massoneria, gli Usa e l’Urss, oggi i social e l’Europa), stragi (piazza Fontana, via Fani, Capaci nei giorni del voto). È sul Quirinale che si può scrivere una avvincente e in gran parte inedita storia del Deep State repubblicano.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo Presidente eletto dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica

Posted by fidest press agency su domenica, 31 ottobre 2021

Francesco Perrone, Direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, è il nuovo Presidente eletto dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM). Entrerà in carica nel 2023. Il dr. Perrone è stato eletto dagli specialisti nel corso del XXIII Congresso Nazionale della società scientifica, che ha rinnovato le cariche direttive. Il Consiglio Direttivo Nazionale 2021/2023 è composto da Saverio Cinieri (Presidente), Francesco Perrone (Presidente Eletto), Massimo Di Maio (Segretario), Antonio Russo (Tesoriere), Ugo De Giorgi, Rossana Berardi, Rita Chiari, Nicola Silvestris, Filippo Pietrantonio, Matteo Lambertini, Marcello Tucci e Giuseppe Curigliano.A Francesco Perrone va il merito, fra l’altro, di aver sensibilizzato la comunità scientifica sul tema della tossicità finanziaria – primo in Europa a farlo – che interessa i malati di tumore e di aver realizzato, insieme al suo team, uno studio approfondito per indagarne nel modo corretto la portata e l’incidenza sulla qualità della vita e sulle prospettive di guarigione dei pazienti.“Il filo conduttore del mio programma – spiega il dr. Perrone – sarà intervenire nei processi di cambiamento dell’Oncologia italiana ed essere insieme strumento di governo di queste trasformazioni, in collaborazione con le Istituzioni. Sono convinto, infatti, che la nostra Società scientifica rivesta un ruolo fondamentale per favorire il progresso delle conoscenze e lo scambio di esperienze indispensabili per rendere sempre più efficace la lotta al cancro. E credo anche che nel prossimo quinquennio AIOM debba governare la necessaria evoluzione della sperimentazione clinica per renderla sempre più utile al miglioramento della pratica clinica”.Napoletano, 59 anni, sposato e padre di tre figli, Francesco Perrone a partire dal 1995 ha svolto, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Napoli, attività di progettazione, conduzione, analisi e pubblicazione di sperimentazioni cliniche. È peer-reviewer per numerose riviste scientifiche, tra cui Lancet, BMJ, Lancet Oncology e Annals of Oncology. Clinical Breast Cancer. Dal 1990 (anno della prima pubblicazione) a oggi, il dr. Perrone è autore di circa 300 pubblicazioni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marco Damilano: Il Presidente

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2021

Collana i Fari, pp. 224, 17 euro. In attesa della prossima elezione del successore di Mattarella a febbraio, un racconto indiscreto della nostra Repubblica attraverso retroscena, intrighi e congiure che negli anni hanno segnato la storia dei diversi presidenti dal dopoguerra a oggi. Timidi, estroversi, rispettosi dei limiti, interventisti: ogni presidente della Repubblica, nella diversità di carattere, è stato un monarca repubblicano, con la sua corte e i suoi intrighi. Ma all’inizio della storia repubblicana i presidenti che provarono ad allargare la loro sfera di azione, fino a essere tentati da avventure autoritarie, furono bloccati dai partiti. Mentre con lo svuotamento degli altri poteri, la Repubblica parlamentare prevista dalla Costituzione si è trasformata, senza passaggi formali, in una Repubblica presidenziale di fatto. Oggi il presidente è il garante del Paese, sul piano internazionale. All’incrocio tra la fragilità dello Stato e le richieste della società civile, il quasi miracoloso punto di unità in mezzo alla frantumazione. Per questo la scelta del prossimo presidente della Repubblica, nelle prime settimane del 2022, quando si concluderà il mandato di Sergio Mattarella, già da ora sta condizionando tutte le mosse dei principali attori politici e il muoversi delle influenze esterne. Per essere eletti alla carica più alta c’è una lunga corsa sotterranea che parte con anni di anticipo. Spesso i cavalli di razza vengono eliminati quando erano arrivati in vista del traguardo e spunta l’outsider non previsto da nessuno. La battaglia presidenziale è il palcoscenico su cui si muovono gli intrighi repubblicani, ben più della guida di un governo. Le elezioni del presidente nella storia sono state segnate, o precedute, da scandali orchestrati per eliminare i candidati, trattative segrete per condizionare il voto, interventi di poteri esterni (ieri la Chiesa e la massoneria, gli Usa e l’Urss, oggi i social e l’Europa), stragi (piazza Fontana, via Fani, Capaci nei giorni del voto). È sul Quirinale che si può scrivere una avvincente e in gran parte inedita storia del Deep State repubblicano.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rai. Ora con ad e presidente nuovi… peggio di prima!

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2021

Il premier Mario Draghi ha deciso: Marinella Soldi presidente e Carlo Fuortes amministratore legato (ad). Due nomi di prestigio e, come li presentano i vari media, al di fuori dei cosiddetti giochi dei partiti.Noi utenti/sudditi dell’informazione e intrattenimento di Stato ci poniamo alcune domande: Può un ente di Stato, espressione della politica dei partiti presenti in Parlamento, avere al timone due capitani che non hanno rapporti con il personale di bordo (i dipendenti Rai, tutti lottizzati)? Cosa farà la Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi (il controllore, il cui nome è esplicito!), a fronte delle decisioni dei nuovi capitani quando le stesse non saranno condivise? A queste domande rispondiamo con altrettanta domanda: un’azienda metterebbe a capo qualcuno che non è armonico all’impostazione aziendale, a differenza di tutto il personale e dei controllori che invece sono come dovrebbero essere?Crediamo che ci aspettino periodi di conflitti interni ed esterni, maggiori di quanti già fisiologicamente esistano.Siamo per questo contenti? Tutt’altro, visto che lo fanno con gli 1,8 miliardi di cosiddetto canone che noi contribuenti diamo loro per questo servizio, che è anche in violazione delle leggi antitrust (abuso di posizione dominante sui loro concorrenti che non hanno il canone).Purtroppo anche il premier Draghi dà il suo contributo al regime di sfascismo dei diritti e dell’informazione: il problema non è far finta che si possa governare la Rai con professionalità anti-aziendale e conseguente maggiore ingovernabilità, ma rispettando gli italiani (referendum) e la legge (Gasparri) che hanno stabilito che la Rai deve essere privatizzata.Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Penocchio Presidente della Federazione nazionale Ordini veterinari italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 aprile 2021

Il dottor Gaetano Penocchio è stato confermato, all’unanimità, Presidente della Federazione nazionale Ordini veterinari italiani. Lo ha deciso il Comitato Centrale, eletto per il mandato 2021 – 2024, che si è riunito nel week-end per la distribuzione delle cariche istituzionali. Assieme a Penocchio la vicepresidente Daniela Mulas, il segretario Luigi Emiliano Zumbo e Benedetto Neola quale tesoriere. Una vita da medico veterinario, per il riconfermato Penocchio. Dalla direzione sanitaria di una struttura per animali da compagnia, a direttore del Dipartimento di prevenzione veterinario Asl a Brescia (la più grande del Paese), poi responsabile del Centro di referenza nazionale per la formazione in sanità pubblica veterinaria del Ministero della salute. Un viaggio tra diplomi di specialità (Piccoli animali, Sanità pubblica veterinaria) e incarichi: presidente dell’Ordine dei medici veterinari Brescia dal 1993, componente della Federazione nazionale degli ordini dei medici veterinari italiani dal 1997, poi vicepresidente e poi presidente dal 2006. Fondatore e vicepresidente di Fondagri, è componente dell’ente di previdenza Enpav, del Consiglio Superiore di Sanità, della Federation of Veterinarians of Europe, della Commissione nazionale ECM, di Onaosi. Medico veterinario dell’anno 2004 per la Facoltà di Medicina veterinaria dell’Università di Parma, Premio alla Carriera, Catanzaro 2019.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paolo Mieli nuovo presidente del Premio Viareggio Rèpaci

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2021

«Benvenuto a Paolo Mieli da parte mia e di tutta la Città di Viareggio – dichiara il sindaco Giorgio Del Ghingaro -: è un privilegio averlo come presidente e lo ringrazio per non aver esitato ad accettare. Un ringraziamento doveroso va anche alla presidente uscente Simona Costa, e alla giuria, per il lavoro svolto in questi sette anni: sono stati anni complicati ma, nonostante tutto, il Premio è riuscito a mantenere il proprio prestigio e, nell’ultimo periodo, anche a rivalutarsi. Adesso è il momento di guardare avanti con ambizione. Viareggio si è candidata a Capitale Italiana della Cultura: il Premio Rèpaci, il presidente, i commissari, ma soprattutto le opere selezionate, e tutto quanto ruota intorno alla serata finale tanto attesa, saranno parte imprescindibile di questa candidatura». «I miei ringraziamenti al sindaco Del Ghingaro – aggiunge Paolo Mieli – e alla giuria del Premio: è per me un onore accogliere questo incarico. Un grazie particolare anche a Simona Costa che mi ha preceduto, per il lavoro svolto, ma anche per le parole affettuose che ha avuto nei miei confronti. Adesso è il momento di mettersi al lavoro per arrivare alla selezione delle prime rose. Il tempo stringe e la prossima edizione del Premio Viareggio Rèpaci è tutta da immaginare».

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gilbert F. Houngbo confermato alla presidenza dell’IFAD

Posted by fidest press agency su sabato, 20 febbraio 2021

Nella riunione dell’annuale Consiglio dei Governatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), gli Stati membri hanno confermato Gilbert F. Houngbo alla presidenza per un secondo mandato. La nomina è un chiaro indice non solo del supporto ma anche del riconoscimento verso un leader che ha dimostrato con successo l’importanza dello sviluppo rurale a lungo termine quale soluzione chiave alle sfide globali che il mondo sta attualmente affrontando.Sotto la leadership di Houngbo, l’IFAD mira a raddoppiare il suo impatto entro il 2030 ed offrire una vita senza povertà e fame a milioni di persone in più. L’obiettivo è garantire che 40 milioni di persone all’anno aumentino i loro redditi di almeno il 20 per cento entro il 2030, il doppio del risultato già raggiunto dall’IFAD oggi.
A tal fine, Houngbo ha invitato i donatori a contribuire in modo più significativo alle risorse dell’IFAD per realizzare un programma di lavoro complessivo di almeno 11 miliardi di dollari dal 2022 al 2024, anche attraverso un nuovo programma di finanziamento del settore privato e un’espansione del pionieristico programma IFAD di adattamento ai cambiamenti climatici. Un lavoro che contribuirà a ricostruire economie rurali più forti man mano che i paesi si riprenderanno dalle conseguenze del COVID-19 ed aiuterà queste popolazioni rurali emarginate a diventare molto più resilienti ai cambiamenti climatici e ad altri shock.Nel suo discorso di conferma nella carica di presidente, Houngbo ha spiegato come affrontare gli impatti devastanti dei cambiamenti climatici e invertire il declino della biodiversità siano tra le sue massime priorità. Il mese scorso l’IFAD ha lanciato il Programma di adeguamento rafforzato per i piccoli coltivatori (ASAP+) che mira a essere il più grande fondo dedicato alla canalizzazione dei finanziamenti per il clima per i piccoli produttori. Houngbo prevede che il programma mobiliti 500 milioni di dollari e aiuti più di 10 milioni di persone ad adattarsi a un clima imprevedibile. Nonostante la loro estrema vulnerabilità ai cambiamenti climatici, i piccoli agricoltori attualmente ricevono solo l’1,7 per cento dei finanziamenti globali per il clima.Un altro degli obiettivi di Houngbo è affrontare le principali sfide che i giovani rurali devono fronteggiare per trovare un lavoro dignitoso, un aspetto che ha un enorme impatto sull’instabilità e le migrazioni. In Africa, il 60 per cento dei giovani vive in aree rurali e ogni anno tra i 10 e i 12 milioni di giovani entrano nel mercato del lavoro. Con maggiori investimenti su giovani imprenditori agricoli e sulle piccole e medie imprese rurali, l’IFAD mira a creare maggiori opportunità di lavoro per i giovani delle zone rurali. Un obiettivo strettamente legato al lavoro fatto da Houngbo negli ultimi quattro anni, focalizzato su un maggiore coinvolgimento del settore privato in modo da portare competenze, innovazione e investimenti, così necessari nelle zone rurali.Houngbo ha anche parlato dell’importanza del cibo per le popolazioni rurali. Poiché la maggior parte di loro lavora nell’agricoltura, il cibo non è solo fondamentale per il loro nutrimento, ma anche per il loro sostentamento. Il presidente dell’IFAD ha sottolineato la necessità di investire in sistemi alimentari sostenibili che consentano alle popolazioni rurali di guadagnare redditi dignitosi, di avere diete nutrienti e di condurre una vita dignitosa. Ha quindi ribadito il ruolo chiave che l’IFAD svolgerà nell’inserire tale necessità nell’agenda globale durante il prossimo Vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite.I sistemi di coltivazione su piccola scala producono la metà delle calorie alimentari del mondo, ma questi agricoltori sono spesso quelli che soffrono la fame. L’IFAD è l’unica organizzazione multilaterale focalizzata esclusivamente sull’affrontare la fame e la povertà nelle aree rurali dove vivono i tre quarti delle persone più povere e con più insicurezza alimentare del mondo. Decenni di progressi fatti per sconfiggere la povertà estrema rischiano di andare in fumo a causa della pandemia COVID-19. Fino a 150 milioni di persone potrebbero cadere in condizioni di povertà estrema entro il 2021 e si prevede che altri 136 milioni di persone soffriranno la fame.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La nuova presidente dei Focolari

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2021

Margaret Karram, della Terra Santa, è stata eletta ieri Presidente dei Focolari con oltre due terzi delle preferenze degli aventi diritto al voto tra i partecipanti all’Assemblea generale del Movimento, composta da 359 rappresentanti di tutto il mondo. Succede alla fondatrice Chiara Lubich e a Maria Voce che è rimasta in carica per 12 anni (due mandati).Margaret Karram ha 58 anni ed è araba, cristiana-cattolica. È nata ad Haifa e si è laureata in Ebraismo all’Università ebraica di Los Angeles (USA). Ha ricoperto vari incarichi di responsabilità per i Focolari a Los Angeles e a Gerusalemme. Ha collaborato anche in diverse commissioni e organizzazioni per la promozione del dialogo tra le tre religioni monoteiste, come la Commissione Episcopale per il dialogo interreligioso, nell’Assemblea dei Cattolici Ordinari della Terra Santa e l’organizzazione ICCI (Interreligious Coordinating Council in Israel). Ha lavorato 14 anni al Consolato generale d’Italia a Gerusalemme.
Dal 2014 è al Centro internazionale dei Focolari come consigliera per l’Italia e l’Albania e corresponsabile per il Dialogo tra Movimenti ecclesiali e nuove Comunità cattoliche. Parla arabo, ebraico, italiano, inglese. Nel 2013 è stata insignita del premio “Mount Zion Award” per la riconciliazione, attribuitole insieme alla studiosa e ricercatrice ebrea Yisca Harani, per l’impegno nello sviluppo del dialogo tra culture e religioni diverse.
Nel 2016 ha ricevuto il Premio internazionale S. Rita per aver favorito il dialogo tra cristiani, ebrei, musulmani, israeliani e palestinesi, partendo dalla quotidianità della vita vissuta. Le elezioni si sono svolte il 31 gennaio 2021, ma la sua nomina è divenuta effettiva solo oggi, in seguito alla conferma da parte del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, come previsto dagli Statuti generali dei Focolari. Nel documento si auspica infine che la nuova Presidente possa assolvere il proprio compito “con fedeltà, spirito di servizio e senso ecclesiale, per il bene dei membri dell’Opera e della Chiesa universale”.In base agli Statuti generali del Movimento, la Presidente, è scelta tra le focolarine (consacrate, a voti perpetui) e sarà sempre una donna. Lei – vi si legge – è “segno dell’unità del Movimento”; ciò significa che rappresenta la grande varietà religiosa, culturale, sociale e geografica di quanti aderiscono alla spiritualità dei Focolari nei 182 Paesi in cui il Movimento è presente e si riconoscono nel messaggio di fraternità che la fondatrice, Chiara Lubich, ha tratto dal Vangelo “Padre, che tutti siano una cosa sola”. (Gv 17, 20-26)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo presidente del Confartigianato Imprese Molise

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 gennaio 2021

Il Consiglio Direttivo di Confartigianato Imprese Molise ha nominato Romolo D’Orazio nuovo Presidente Regionale. D’Orazio, che ricoprirà il ruolo per i prossimi 4 anni, è Presidente e Amministratore Delegato di ModaImpresa, manager con esperienza pluriennale nel settore moda e tessile, già Vicepresidente Vicario Regionale e Presidente di Confartigianato Moda Molise.Una nomina che in questo momento storico assume un forte valore simbolico, dal momento che l’artigianato rappresenta un mondo fatto di eccellenze e competenze locali, un universo denso di saperi e capacità creative, anima più autentica del Molise e di quel tessuto produttivo sul quale è necessario puntare per dare nuovo slancio all’economia regionale e nazionale.Fra le sfide da affrontare c’è quella di accompagnare e stimolare l’evoluzione di aziende nelle quali convivono la tradizione di mestieri antichi verso l’innovazione e l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia. La nuova presidenza di Romolo D’Orazio – fra gli obiettivi principali – prevederà l’apertura di un dialogo diretto e costante con le Istituzioni. Avviare una riflessione strutturata sulle piccole imprese che popolano il tessuto produttivo diventa oggi fondamentale per poter avviare il processo di ripartenza economica tanto auspicato. Il 2020 ha costituito un punto di demarcazione preciso: abbiamo davanti un mondo diverso da quello vissuto fino ad ora, che ha già avuto e avrà un forte impatto sull’economia interna e per questo è fondamentale avere la capacità di agire insieme.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elisabetta Casellati Presidente del Senato all’Ospice Pediatrico di Padova

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2021

La Presidente del Senato Elisabetta Casellati, in occasione della festività dell’Epifania, ha voluto consegnare di persona ai bambini dell’Hospice Pediatrico di Padova, dei piccoli panettoni che sono arrivati anche in Pediatria. L’omaggio è stato riservato inoltre agli anziani di una RSA dell’ULSS 6 Euganea come segno di vicinanza. Nel corso della breve cerimonia tenutasi oggi alle 10.30 presso l’Hospice Pediatrico, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Daniele Donato, ha accolto la Presidente del Senato, ringraziandoLa per la Sua presenza in questa occasione. “In questo tempo difficile, che vede le festività svolgersi in un clima di solitudine e preoccupazione, tanti bambini, malati, persone anziane vivono la loro condizione di fragilità in maniera amplificata. È allora con il calore dei piccoli gesti che possiamo recuperare quell’abbraccio umano oggi precluso dalle restrizioni della pandemia” ha dichiarato la Casellati, Presidente del Senato. Alla consegna erano presenti, oltre al Dott. Donato, Franca Benini, direttore dell’Hospice Pediatrico, Liviana Da Dalt, direttore del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino, Paolo Fortuna, direttore dei Servizi Socio Sanitari dell’ULSS 6 Euganea e Fabio Incastrini, presidente dell’RSA I.R.A. di Padova.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

L’identikit di un Presidente

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2021

Il toto presidente della repubblica è aperto a tutti i possibili giochi. Per tale scranno molti sono i candidabili ma se visti dall’area partitica sono chiaramente definibili delle figure note e che hanno fatto la storia politica italiana diciamo di questi ultimi venti anni. In pratica significa che chi più chi meno è compromesso con l’attuale sistema e se vogliamo riformarlo realmente dovrebbero essere scartati a priori. Dall’altra parte ci troviamo con i “grandi vecchi” dal cuore grande ma dal passo malfermo che male reggerebbero la fatica di supportare le sorti di un Paese che non riesce ancora a capire la differenza che esiste tra l’imbonitore da strapazzo e la forza di un messaggio rinnovatore. Quando era vivo Indro Montanelli sposai la sua idea che la Presidenza della repubblica andasse riformata dal suo interno rendendola un organismo più snello, meno dispendioso riducendo l’utilizzo di edifici e di personale. Uno degli inquilini del Quirinale anni fa cercò di fare qualche taglio ma si ridusse a un semplice maquillage di facciata. Questo dimostra che esiste un potere occulto che anche nelle piccole cose riesce a porvi un freno e a demonizzarle. Figurarsi ora che si tratta di un cambio della guardia del suo Presidente. Diciamo, quindi, che vi è abbastanza materia per essere pessimisti su questa nomina. Eppure, resta, se non altro, una provocazione che è quella di proporre come candidato di bandiera, l’ultimo degli italiani. Di chi in particolare? C’è solo l’imbarazzo della scelta. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Marcello Pacifico riconfermato per 4 anni per acclamazione presidente nazionale Anief

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2020

La rielezione è avvenuta ieri con il consenso unanime dei delegati del giovane sindacato, al termine del terzo congresso nazionale Anief che conta quasi 50 mila iscritti e un numero di consensi in costante crescita: si è trattato anche del primo congresso che ha visto il sindacato rappresentativo del settore Scuola, quindi titolato a sedersi ai tavoli della contrattazione nazionale con l’amministrazione centrale, dopo aver superato la soglia della rappresentatività nell’ultimo rinnovo delle Rsu. L’elezione è avvenuta a conclusione dei lavori al congresso nazionale del sindacato Anief, presieduto dal presidente Ettore Michelazzi, con la segretaria Chiara Cozzetto. Presenti al congresso i presidenti regionali del sindacato e i membri delegati da ogni regione, oltre ai segretari generali. Durante l’evento sono state presentate alcune mozioni relative alle modalità che il sindacato vuole attuare per migliorare la Scuola e tutelare chi vi opera professionalmente, assieme ai dipendenti di Università, Ricerca e Afam. Subito dopo la conferma, Marcello Pacifico ha dichiarato: “Stiamo crescendo, assieme ai diritti dei docenti e del personale Ata che tuteliamo e che abbiamo sempre protetto con tutte le nostre forze a disposizione. Certamente, sono ancora molte le cose da fare e il fine da raggiungere rimane sempre quello di costruire una scuola più giusta, equa e solidale”. Il presidente Marcello Pacifico ha riassunto i quattro anni passati, dall’ultimo congresso, riportando in primo piano la raggiunta rappresentatività e i tanti successi ottenuti sia in tribunale sia in sede di contrattazione e anche a livello legislativo. Grazie a tale incessante opera, il sindacato autonomo, con quasi 50 mila soci, continua quindi a incrementare i consensi tra i lavoratori del settore scolastico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mario Tassone: il nuovo Presidente degli USA

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2020

Biden è il nuovo presidente degli USA. Le analisi sul voto sono un fiume in piena. Negli Stati Uniti vi è un sistema elettorale di cui si invoca il cambiamento anche se fu introdotto per assicurare unità a una Federazione con un territorio vasto e diversificato. Il vero problema non sono le regole con cui si è votato, ma i tormenti di un grande Paese dove, dalle profondità delle periferie, vi sono spinte per modificare equilibri e ruolo dell’America nel mondo. Trump è espressione di un sovranismo e populismo che fa leva su disagi, sofferenze e differenze sociali. Si inserisce nel flusso di movimenti che coinvolge parte del vecchio continente. Sono in crisi le vecchie solidarietà internazionali rette dalle condivisioni su valori inespugnabili di libertà, di democrazia e di intese fra i popoli. Anche se Trump non Vince ha dimostrato di essere espressione di una realtà non trascurabile. In Italia I sovranisti e I populisti fanno il tifo per Trump. Nulla di male. Ma l’interesse vero non è per Trump ma per un sistema nei Paesi europei dove si tenta di far riemergere gli egoismi, i nazionalismi, gli isolazionismi, i negazionismi. Un tentativo di fermare il tempo e di riportare indietro il quadrante della storia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomina a Presidente di Confindustria di Carlo Bonomi

Posted by fidest press agency su domenica, 24 Maggio 2020

Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform – l’associazione delle imprese ICT di Confindustria, ha commentato la nomina odierna a Presidente di Confindustria di Carlo Bonomi e della sua squadra di Presidenza: “Facciamo le congratulazioni al Presidente Bonomi ed alla nuova Squadra. Siamo certi che porterà avanti il suo mandato con estrema competenza e determinazione in un momento molto complesso e delicato per il nostro Paese, dove sarà necessario un impegno straordinario a fianco delle migliori forze produttive e competenze italiane per risollevare l’economia nazionale, nella comune consapevolezza che senza Impresa non possono esserci né Sviluppo, né Crescita. Siamo a disposizione per condividere con Confindustria le iniziative su tutti i temi legati al digitale ed all’innovazione – partendo dalla creazione di nuove competenze – e sulle riforme necessarie per sostenere la digitalizzazione del tessuto produttivo per lo sviluppo del Paese”. http://www.anitec-assinform.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il piano Marshall della Presidente della Commissione europea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2020

«Lunga lettera della Presidente von der Leyen che scrive ad Avvenire per promettere un piano Marshall per l’Europa attraverso un nuovo e forte bilancio comunitario. Speriamo che, differentemente da quanto accaduto nelle ultime settimane, quelle della Presidente della Commissione non siano solo belle parole per imbonire una opinione pubblica basita dall’assenza e dall’egoismo di certa Europa. Perché l’Italia e le altre Nazioni che lottano contro questo mostro senza volto chiamato coronavirus hanno bisogno di fatti concreti. Non ne abbiamo visti finora. Persino “Sure”, lo strumento che si vorrebbe attuare per pagare la cassa integrazione negli Stati colpiti a un primo sguardo sembrerebbe l’ennesimo bluff a danno degli Stati più in difficoltà.
Decisamente fin qui non ci siamo, cara Presidente von der Leyen. Servirà un impegno concreto, sincero e leale per impedire che l’Unione Europea sia un’altra vittima del coronavirus». Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »